Gran Premio motociclistico di Svezia 1990

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Svezia GP di Svezia 1990
461º GP della storia del Motomondiale
12ª prova su 15 del 1990
Scandinavian Raceway.svg
Data 12 agosto 1990
Nome ufficiale Nordic TT Anderstorp 90
Luogo Circuito di Anderstorp
Percorso 4,017 km
Circuito permanente
Risultati
Classe 500
416º GP nella storia della classe
Distanza 30 giri, totale 120,93 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Kevin Schwantz Stati Uniti Wayne Rainey
Suzuki in 1'30,785 Yamaha
Podio
1. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
2. Stati Uniti Eddie Lawson
Yamaha
3. Australia Wayne Gardner
Honda
Classe 250
423º GP nella storia della classe
Distanza 25 giri, totale 100,775 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti John Kocinski Stati Uniti John Kocinski
Yamaha in 1'35.105 Yamaha
Podio
1. Spagna Carlos Cardús
Honda
2. Stati Uniti John Kocinski
Yamaha
3. Giappone Masahiro Shimizu
Honda
Classe 125
396º GP nella storia della classe
Distanza 23 giri, totale 92,713 km
Pole position Giro veloce
Germania Stefan Prein Germania Stefan Prein
Honda in 1'41,786 Honda
Podio
1. Paesi Bassi Hans Spaan
Honda
2. Italia Alessandro Gramigni
Aprilia
3. Italia Doriano Romboni
Honda
Classe sidecar
Distanza 23 giri
Pole position Giro veloce
Francia Alain Michel Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Krauser LCR-Yamaha
Podio
1. Francia Alain Michel
LCR-Krauser
2. Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Yamaha
3. Svizzera Rolf Biland
LCR-Krauser

Il Gran Premio motociclistico di Svezia è stato il dodicesimo appuntamento del motomondiale 1990. Si è svolto il 12 agosto sul circuito di Anderstorp e vi hanno gareggiato le classi 125, 250 e 500 oltre alla classe sidecar.

Le vittorie nelle tre gare in singolo disputate sono state di Wayne Rainey in 500, Carlos Cardús in 250 e Hans Spaan in 125[1][2], mentre tra i sidecar si è imposto l'equipaggio Alain Michel/Simon Birchall.

Questa edizione si sarebbe poi rivelata essere l'ultima presenza del Gran Premio motociclistico di Svezia nel calendario del motomondiale, dopo 22 edizioni disputate.

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Lo statunitense Wayne Rainey ha ottenuto il suo sesto successo della stagione e ha ora 47 punti di vantaggio in classifica generale sul connazionale Kevin Schwantz qui costretto al ritiro dopo essere partito dalla pole position[1][2].

Come in altre occasioni quest'anno, i piloti classificati sono stati inferiori a 15 e non sono stati assegnati tutti i punti disponibili.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Stati Uniti Wayne Rainey Yamaha 46.01.689 4 20
2 Stati Uniti Eddie Lawson Yamaha 46.02.838 3 17
3 Australia Wayne Gardner Honda 46.05.253 2 15
4 Australia Michael Doohan Honda 46.24.024 6 13
5 Regno Unito Niall Mackenzie Suzuki 46.51.022 5 11
6 Regno Unito Carl Fogarty Honda 47.09.662 13 10
7 Francia Jean-Philippe Ruggia Yamaha 47.10.530 10 9
8 Spagna Juan Garriga Yamaha 47.22.120 7 8
9 Brasile Alex Barros Cagiva 1 giro 12 7
10 Regno Unito Ron Haslam Cagiva 1 giro 11 6
11 Italia Marco Papa Honda 1 giro 14 5
12 Paesi Bassi Cees Doorakkers Honda 2 giri 16 4
13 Svezia Peter Lindén Honda 2 giri 15 3

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Stati Uniti Randy Mamola Cagiva 8
Stati Uniti Kevin Schwantz Suzuki 1
Finlandia Eero Kuparinen Honda 18
Germania Andreas Leuthe Honda 17

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Francia Christian Sarron Yamaha 9

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Con la vittoria della gara, terza dell'annata, lo spagnolo Carlos Cardús aumenta il vantaggio in classifica sul diretto inseguitore John Kocinski, giunto in questa occasione al secondo posto[1].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Carlos Cardús Honda 40.03.639 6 20
2 Stati Uniti John Kocinski Yamaha 40.03.719 1 17
3 Giappone Masahiro Shimizu Honda 40.03.938 11 15
4 Italia Luca Cadalora Yamaha 40.04.023 4 13
5 Germania Helmut Bradl Honda 40.05.443 2 11
6 Svizzera Jacques Cornu Honda 40.07.828 3 10
7 Germania Martin Wimmer Aprilia 40.19.018 7 9
8 Paesi Bassi Wilco Zeelenberg Honda 40.21.467 5 8
9 Spagna Àlex Crivillé Yamaha 40.21.566 8 7
10 Francia Dominique Sarron Honda 40.21.572 9 6
11 Italia Loris Reggiani Aprilia 40.43.710 10 5
12 Spagna Alberto Puig Yamaha 40.53.439 12 4
13 Venezuela José Barresi Yamaha 41.07.242 24 3
14 Regno Unito Kevin Mitchell Yamaha 41.07.398 23 2
15 Italia Renzo Colleoni Aprilia 41.07.479 22 1
16 Austria Andreas Preining Honda 41.12.488 20
17 Belgio Didier de Radiguès Aprilia 41.34.467 14
18 Italia Alberto Rota Aprilia 41.34.737 26
19 Germania Hans Becker Yamaha 41.40.806 30
20 Svizzera Urs Jücker Yamaha 41.40.815 29
21 Austria Erich Neumair Yamaha 41.40.960 28

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Gara molto combattuta quella della 125, con i primi 10 piloti giunti al traguardo nello spazio di meno di tre secondi; si è imposto l'olandese Hans Spaan davanti ai due piloti italiani Alessandro Gramigni e Doriano Romboni; nella classifica provvisoria comandano l'italiano Loris Capirossi e il tedesco Stefan Prein, con 13 punti di vantaggio su Spaan[1][2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Paesi Bassi Hans Spaan Honda 39.33.943 2 20
2 Italia Alessandro Gramigni Aprilia 39.34.835 14 17
3 Italia Doriano Romboni Honda 39.34.901 4 15
4 Germania Stefan Prein Honda 39.35.096 1 13
5 Italia Fausto Gresini Honda 39.35.193 11 11
6 Germania Adi Stadler JJ Cobas 39.35.527 12 10
7 Italia Loris Capirossi Honda 39.35.579 3 9
8 Germania Dirk Raudies Honda 39.35.816 5 8
9 Spagna Julián Miralles JJ Cobas 39.35.880 9 7
10 Germania Alfred Waibel Honda 39.36.721 17 6
11 Svizzera Heinz Lüthi Honda 39.41.960 6 5
12 Italia Gabriele Debbia Aprilia 39.42.980 19 4
13 Regno Unito Steve Patrickson Honda 39.49.243 18 3
14 Finlandia Johnny Wickström JJ Cobas 39.51.360 16 2
15 Regno Unito Robin Appleyard Honda 39.51.650 28 1
16 Giappone Hisashi Unemoto Honda 39.52.684 8
17 Spagna Jorge Martínez JJ Cobas 39.55.457 10
18 Regno Unito Robin Milton Honda 40.04.224 23
19 Spagna Herri Torrontegui Honda 40.11.728 32
20 Italia Emilio Cuppini Honda 40.11.838 24
21 Spagna Manuel Herreros JJ Cobas 40.12.296 21
22 Danimarca Flemming Kistrup Honda 40.22.331 30
23 Germania Ralf Waldmann Rotax 40.22.938 26
24 Spagna Antonio Sánchez JJ Cobas 40.24.614 25
25 Paesi Bassi Hans Koopman Honda 40.29.832 29
26 Australia Peter Galvin Honda 40.36.343 31
27 Francia Jean-Claude Selini Honda 40.41.392 33
28 Svizzera Stefan Brägger Aprilia 40.41.735 36
29 Italia Maurizio Vitali Gazzaniga 1 giro 13

Non qualificati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto
Francia Hervé Duffard Honda
Germania Peter Öttl Rotax
Algeria Bady Hassaine Honda
Germania Stefan Kurfiss Honda
Finlandia Taru Rinne Honda
Svizzera Stefan Dörflinger Aprilia
Regno Unito Stuart Edwards Honda
Germania Mike Stief Rotax
Spagna Luis Alvaro Honda
Italia Gabriele Gnani Gnani

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

L'equipaggio Alain Michel-Simon Birchall vince per la quarta volta in questa stagione; sul podio salgono anche Streuer-de Haas e Biland-Waltisperg. Quarto posto per Steve Webster-Gavin Simmons, che rimontano dopo una brutta partenza[3][4].

In classifica, a due gare dalla fine della stagione, Streuer si porta in testa con 152 punti superando Webster (149), Michel è terzo a 148 davanti a Biland a 117.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5][modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Francia Alain Michel Regno Unito Simon Birchall LCR-Krauser 37'43"378 20
2 Paesi Bassi Egbert Streuer Paesi Bassi Geral de Haas LCR-Yamaha +2"971 17
3 Svizzera Rolf Biland Svizzera Kurt Waltisperg LCR-Krauser +8"565 15
4 Regno Unito Steve Webster Regno Unito Gavin Simmons LCR-Krauser +9"440 13
5 Regno Unito Steve Abbott Regno Unito Shaun Smith LCR-JPX +16"969 11
6 Svizzera Markus Egloff Svizzera Urs Egloff SMS-Yamaha +22"028 10
7 Svizzera Alfred Zurbrügg Svizzera Martin Zurbrügg LCR-Krauser +27"068 9
8 Giappone Yoshisada Kumagaya Regno Unito Brian Houghton LCR-JPX 8
9 Svizzera Paul Güdel Svizzera Charly Güdel LCR-Yamaha 7
10 Paesi Bassi Theo van Kempen Paesi Bassi Jan Kuyt LCR-Krauser 6
11 Giappone Masato Kumano Germania Eckart Rösinger LCR-TEC 5
12 Regno Unito Barry Brindley Regno Unito Graham Rose LCR-Yamaha 4
13 Germania Ralph Bohnhorst Germania Thomas Böttcher LCR-Yamaha 3
14 Svizzera Tony Wyssen Svizzera Kilian Wyssen LCR-Krauser 2
15 Austria Klaus Klaffenböck Austria Christian Parzer LCR-Yamaha 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (ES) Cardùs, màs lìder que nunca!, El Mundo Deportivo, 13 agosto 1990. URL consultato il 24 maggio 2016.
  2. ^ a b c Capirossi non fa il miracolo, La Stampa, 13 agosto 1990. URL consultato il 24 maggio 2016.
  3. ^ (FR) 500 cmc: le grand soulagement de Rainey (La Liberté), 13 agosto 1990, p. 21. URL consultato il 25 febbraio 2019.
  4. ^ (NL) Egbert Streuer na vier jaar aan leiding WK (Nieuwsblad van het Noorden), 13 agosto 1990, p. 13. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  5. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 25 gennaio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1990
Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Hungary.svg Flag of Australia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1989
Gran Premio motociclistico di Svezia
Altre edizioni