Gran Premio motociclistico di Germania 1988

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Germania Ovest GP della Germania Ovest 1988
425º GP della storia del Motomondiale
6ª prova su 15 del 1988
Circuit Nürburgring-1984-GP.svg
Data 29 maggio 1988
Nome ufficiale Grosser Preis von Deutschland
Luogo Nürburgring Gp-Strecke
Percorso 4,542 km
Risultati
Classe 500
380º GP nella storia della classe
Distanza 30 giri, totale 136,26 km
Pole position Giro veloce
Australia Wayne Gardner Stati Uniti Kevin Schwantz
Honda in 1'41.310 Suzuki in 1'59.080
Podio
1. Stati Uniti Kevin Schwantz
Suzuki
2. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
3. Francia Christian Sarron
Yamaha
Classe 250
387º GP nella storia della classe
Distanza 25 giri, totale 113,55 km
Pole position Giro veloce
Francia Thierry Rapicault Spagna Juan Garriga
Fior in 1'51,94 Yamaha in 1'56.620
Podio
1. Italia Luca Cadalora
Yamaha
2. Spagna Sito Pons
Honda
3. Spagna Juan Garriga
Yamaha
Classe 125
365º GP nella storia della classe
Distanza 23 giri, totale 104,446 km
Pole position Giro veloce
Paesi Bassi Hans Spaan Germania Gerhard Waibel
Honda in 1'54,49 Honda in 2'10.092
Podio
1. Italia Ezio Gianola
Honda
2. Spagna Julián Miralles
Honda
3. Paesi Bassi Hans Spaan
Honda
Classe 80
38º GP nella storia della classe
Distanza 18 giri, totale 81,756 km
Pole position Giro veloce
Spagna Jorge Martínez Spagna Jorge Martínez
Derbi in 1'57,72 Derbi
Podio
1. Spagna Jorge Martínez
Derbi
2. Spagna Àlex Crivillé
Derbi
3. Spagna Manuel Herreros
Derbi
Classe sidecar
Distanza 25 giri, totale 113,55 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Rolf Biland Svizzera Rolf Biland
LCR-Krauser LCR-Krauser in 1'45"55
Podio
1. Svizzera Rolf Biland
LCR-Krauser
2. Regno Unito Steve Webster
LCR-Krauser
3. Svizzera Alfred Zurbrügg
LCR-Yamaha

Il Gran Premio motociclistico di Germania fu il sesto appuntamento del motomondiale 1988.

Nell'alternanza dei circuiti utilizzati, quest'anno si svolse al Nürburgring il 29 maggio 1988 e corsero tutte le classi in singolo, oltre ai sidecar.

Le vittorie furono di Kevin Schwantz in classe 500, Luca Cadalora in classe 250, Ezio Gianola in classe 125, Jorge Martínez in classe 80[1][2] mentre tra i sidecar si impose l'equipaggio Rolf Biland/Kurt Waltisperg.

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Seconda vittoria dell'anno per lo statunitense Kevin Schwantz che ha preceduto il connazionale Wayne Rainey e il francese Christian Sarron. La classifica provvisoria del mondiale vede ancora in testa lo statunitense Eddie Lawson davanti all'australiano Wayne Gardner qui giunti rispettivamente al quarto e all'ottavo posto[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Stati Uniti Kevin Schwantz Suzuki 1.01.52.27 9 20
2 Stati Uniti Wayne Rainey Yamaha 1.02.17.30 2 17
3 Francia Christian Sarron Yamaha 1.02.43.82 3 15
4 Stati Uniti Eddie Lawson Yamaha 1.03.01.01 4 13
5 Australia Kevin Magee Yamaha 1.03.04.44 5 11
6 Italia Pierfrancesco Chili Honda 1.03.04.82 13 10
7 Belgio Didier de Radiguès Yamaha 1.03.12.55 11 9
8 Australia Wayne Gardner Honda 1.03.36.15 1 8
9 Regno Unito Niall Mackenzie Honda 1 giro 6 7
10 Giappone Shunji Yatsushiro Honda 1 giro 7 6
11 Regno Unito Robert McElnea Suzuki 1 giro 10 5
12 Francia Patrick Igoa Yamaha 1 giro 14 4
13 Germania Petr Schleef Honda 2 giri 18 3
14 Italia Marco Papa Honda 2 giri 16 2
15 Germania Michael Rudroff Honda 2 giri 24 1
16 Italia Alessandro Valesi Honda 2 giri 25
17 Svizzera Marco Gentile Fior 2 giri 17
18 Svizzera Wolfgang von Muralt Suzuki 2 giri 32
19 Paesi Bassi Maarten Duyzers Honda 2 giri 20
20 Austria Josef Doppler Honda 3 giri 34
21 Germania Helmut Schütz Honda 3 giri 31
22 Finlandia Ari Rämö Honda 3 giri 35
23 Svezia Peter Sköld Honda 3 giri 36
24 Svizzera Niggi Schmassmann Honda 3 giri 29
25 Svizzera Bruno Kneubühler Honda 4 giri 21

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Germania Andreas Leuthe Suzuki 28
Germania Hans-Jürg Butz Honda 22
Svezia Peter Lindén Honda 30
Germania Hans Klingebiel Suzuki 33
Regno Unito Ron Haslam Elf Honda 12
Germania Manfred Fischer Honda 19
Italia Massimo Broccoli Cagiva 15
Stati Uniti Randy Mamola Cagiva 8
Italia Fabio Barchitta Honda 23
Germania Georg Robert Jung Honda 27

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Situazione molto confusa durante le prove ufficiali con errori dei cronometristi e problemi di maltempo: il risultato è stato che la pole position è stata del pilota francese Thierry Rapicault non aduso a posizioni di vertice e il numero dei partenti è stato aumentato a 48.

La gara è stata poi vinta dall'italiano Luca Cadalora davanti agli spagnoli Sito Pons e Juan Garriga[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Italia Luca Cadalora Yamaha 51.12.96 6 20
2 Spagna Sito Pons Honda 51.27.29 14 17
3 Spagna Juan Garriga Yamaha 51.31.52 28 15
4 Regno Unito Donnie McLeod EMC 51.33.42 13 13
5 Germania Reinhold Roth Honda 51.35.83 16 11
6 Germania Martin Wimmer Yamaha 51.42.81 4 10
7 Francia Jean-Francois Foray Yamaha 51.50.86 27 9
8 Germania Anton Mang Honda 51.54.44 2 8
9 Francia Dominique Sarron Honda 51.59.31 9 7
10 Germania Helmut Bradl Honda 52.00.15 25 6
11 Germania Hans Becker Yamaha 52.09.09 21 5
12 Germania Hermann Holder Seufert 52.11.66 17 4
13 Francia Jean-Philippe Ruggia Yamaha 52.13.58 30 3
14 Italia Paolo Casoli Garelli 52.15.36 15 2
15 Italia Stefano Caracchi Honda 52.25.38 8 1
16 Austria Andreas Preining Aprilia 52.31.17 34
17 Spagna Alberto Puig Honda 52.34.74 7
18 Francia Hervé Duffard Honda 52.35.01 18
19 Austria Hans Lindner Honda 52.35.40 10
20 Germania Bernard Schick Honda 52.43.07 33
21 Svizzera Jacques Cornu Honda 52.43.10 23
22 Spagna Juan López Mella Honda 52.43.41 39
23 Svizzera Bernard Haenggeli Honda 52.46.00 37
24 Germania Jochen Schmid Honda 52.53.18 20
25 Francia Bruno Bonhuil Honda 53.02.14 40
26 Venezuela Ivan Troisi Yamaha 1 giro 47
27 Andorra Javier Cardelús Aprilia 1 giro 42
28 Austria Gerhard Häberle Rotax 1 giro 41
29 Paesi Bassi Patrick van den Goorbergh Honda 2 giri 38
30 Australia Martin Renfrey Honda 2 giri 32
31 Regno Unito Kevin Mitchell Yamaha 2 giri 22
32 Francia Christian Boudinot Fior 3 giri 46
33 Austria Siegfried Minich Yamaha 3 giri 36

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottavo di litro vittoria per il pilota italiano Ezio Gianola su Honda; per la casa motociclistica giapponese si è trattato del ritorno al successo in questa cilindrata dopo oltre 20 anni, dal Gran Premio motociclistico delle Nazioni 1966. Sugli altri gradini del podio lo spagnolo Julián Miralles Caballero e l'olandese Hans Spaan[1][2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Italia Ezio Gianola Honda 51.18.77 5 20
2 Spagna Julián Miralles Caballero Honda 51.26.81 11 17
3 Paesi Bassi Hans Spaan Honda 51.27.70 1 15
4 Spagna Manuel Herreros Derbi 51.29.72 16 13
5 Germania Alfred Waibel Waibel 52.00.42 13 11
6 Giappone Hisashi Unemoto Honda 52.04.20 12 10
7 Italia Gastone Grassetti Honda 52.22.95 4 9
8 Italia Domenico Brigaglia Rotax 52.23.54 10 8
9 Spagna Luis Miguel Reyes Garelli 52.28.35 17 7
10 Regno Unito Ian McConnachie Cagiva 52.32.02 21 6
11 Germania Gerhard Waibel Honda 52.32.85 15 5
12 Regno Unito Krysztof Galatowicz Honda 52.33.68 34 4
13 Regno Unito Robin Appleyard Honda 52.38.76 28 3
14 Algeria Bady Hassaine Honda 53.12.64 25 2
15 Austria Josef Fischer Rotax 1 giro 9 1
16 Germania Reinhard Strack Honda 1 giro 27
17 Francia Paul Bordes Honda 1 giro 36
18 Spagna Rafael Roses-Bohigues Cobas 4 giri 26

Non qualificati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto
Svizzera Thierry Feuz Rotax
Germania Jörg Seel Seel
Finlandia Jussi Hautaniemi Honda
Spagna Juan Ramon Bolart Cobas
Francia Christian Le Badezet Honda
Germania Günther Schirnhofer Honda
Spagna Fernando Nicolas Cobas
Finlandia Taru Rinne Honda
Francia Jean-Claude Selini Honda
Spagna Francisco Debon Arbizu
Germania Norbert Peschke Rotax
Regno Unito Robin Milton Rotax
Germania Ralf Waldmann Rotax
Danimarca Flemming Kistrup Hummel
Spagna Andrés Sánchez Rotax
Cecoslovacchia Peter Baláz Honda
Austria Karl Dauer Hummel
Paesi Bassi Jan Eggens EGA
Belgio Chris Baert Casal
Italia Fausto Gresini Garelli

Classe 80[modifica | modifica wikitesto]

Terzo successo consecutivo nella stagione per il pilota spagnolo Jorge Martínez davanti ai connazionali e compagni di squadra in Derbi Àlex Crivillé e Manuel Herreros. Anche la classifica iridata rispecchia quella della gara con gli stessi tre piloti nei primi posti[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Jorge Martínez Derbi 41.44.45 1 20
2 Spagna Àlex Crivillé Derbi 42.09.40 2 17
3 Spagna Manuel Herreros Derbi 42.16.43 4 15
4 Italia Gabriele Gnani Gnani 42.44.13 18 13
5 Italia Giuseppe Ascareggi BBFT 43.08.00 14 11
6 Paesi Bassi Jos van Dongen Casal 43.18.17 10 10
7 Paesi Bassi Adrie Nijenhuis Casal 43.43.87 21 9
8 Germania Heinz Paschen Kiefer 43.50.38 16 8
9 Paesi Bassi Hans Koopman Ziegler 43.50.98 13 7
10 Italia Paolo Priori Krauser 44.02.95 36 6
11 Germania Günter Schirnhofer Krauser 44.04.42 15 5
12 Svizzera René Dünki Krauser 44.08.08 30 4
13 Svizzera Stefan Brägger Casal 44.08.46 27 3
14 Germania Hagen Klein Honda 1 giro 25 2
15 Ungheria Karoly Juhasz Krauser 1 giro 7 1
16 Paesi Bassi Bert Smit Minarelli 1 giro 12
17 Germania Ralf Waldmann Seel 1 giro 33
18 Germania Matthias Ehinger Krauser 1 giro 34
19 Francia Paul Bordes RB Moto 1 giro 24
20 Germania Rolf Hobl Krauser 1 giro 35
21 Germania Reiner Scheidhauer Seel 1 ronde 11
22 Belgio Jacques Bernard Fantic 2 giri 9

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Nella gara delle motocarrozzette, disputata al sabato, Rolf Biland-Kurt Waltisperg vincono grazie a un sorpasso all'ultimo giro su Steve Webster-Tony Hewitt, malgrado la loro performance sembrasse compromessa da un problema al motore, poi rientrato, che gli aveva fatto perdere alcune posizioni. Un altro problema meccanico costringe invece Egbert Streuer-Bernard Schnieders ad accumulare diversi giri di ritardo per le riparazioni; termineranno 14º e ultimi ottenendo comunque 2 punti iridati. Ritirati Alain Michel-Jean-Marc Fresc[3][4].

In classifica dopo due gare Biland è a punteggio pieno a 40, davanti a Webster a 32, Zurbrügg (qui terzo) a 21 e Streuer a 19.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5][modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Svizzera Rolf Biland Svizzera Kurt Waltisperg LCR-Krauser 45'28"87 20
2 Regno Unito Steve Webster Regno Unito Tony Hewitt LCR-Krauser 45'30"79 17
3 Svizzera Alfred Zurbrügg Svizzera Martin Zurbrügg LCR-Yamaha 45'57"24 15
4 Germania Fritz Stölzle Germania Hubert Stölzle LCR-Krauser 46'09"54 13
5 Germania Bernd Scherer Germania Thomas Schröder BSR-Krauser 46'17"52 11
6 Austria Wolfgang Stropek Austria Hans-Peter Demling LCR-Krauser 46'26"36 10
7 Paesi Bassi Theo van Kempen Regno Unito Simon Birchall LCR-Yamaha 46'41"40 9
8 Francia Pascal Larratte Francia Jacques Corbier LCR-Yamaha 46'52"97 8
9 Svizzera Markus Egloff Svizzera Urs Egloff LCR-ADM 46'58"71 7
10 Regno Unito Steve Abbott Regno Unito Shaun Smith Windle-Yamaha 47'01"97 6
11 Regno Unito Barry Brindley Regno Unito Graham Rose LCR-Yamaha 5
12 Giappone Yoshisada Kumagaya Regno Unito Brian Barlow Windle-Yamaha 4
13 Regno Unito Derek Jones Regno Unito Peter Brown LCR-Yamaha 3
14 Paesi Bassi Egbert Streuer Paesi Bassi Bernard Schnieders LCR-Yamaha 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Gianola e Cadalora eroi al Nuerburgring, La Stampa, 30 maggio 1988. URL consultato il 17 maggio 2016.
  2. ^ a b c d e (ES) "Sito" y Garriga mandan, El Mundo Deportivo, 30 maggio 1988. URL consultato il 17 maggio 2016.
  3. ^ (FR) La leçon de pilotage de Kevin Schwantz (La Liberté), 30 maggio 1988, p. 27. URL consultato il 24 febbraio 2019.
  4. ^ (NL) Drama treft zijspankoppel in de Eifel (Nieuwsblad van het Noorden), 30 maggio 1988, p. 16. URL consultato il 29 novembre 2017.
  5. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 5 gennaio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1988
Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Europe.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Brazil (1968–1992).svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1987
Gran Premio motociclistico di Germania
Altre edizioni
Edizione successiva:
1989