Gran Premio motociclistico di San Marino 1991

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Marino GP di San Marino 1991
476º GP della storia del Motomondiale
12ª prova su 15 del 1991
Mugello Racing Circuit track map.svg
Data 18 agosto 1991
Luogo Mugello
Percorso 5,245 km
Risultati
Classe 500
431º GP nella storia della classe
Distanza 24 giri, totale 125,880 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Kevin Schwantz Stati Uniti Kevin Schwantz
Suzuki in 1'54.276 Suzuki in 1'54.461
Podio
1. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
2. Stati Uniti Kevin Schwantz
Suzuki
3. Australia Mick Doohan
Honda
Classe 250
438º GP nella storia della classe
Distanza 20 giri, totale 104,900 km
Pole position Giro veloce
Germania Helmut Bradl Italia Luca Cadalora
Honda in 1'58"492 Honda in 1'57.865
Podio
1. Italia Luca Cadalora
Honda
2. Spagna Carlos Cardús
Honda
3. Italia Loris Reggiani
Aprilia
Classe 125
410º GP nella storia della classe
Distanza 18 giri, totale 94,410 km
Pole position Giro veloce
Giappone Noboru Ueda Germania Peter Öttl
Honda in 2'06.019 Bakker-Rotax in 2'04.988
Podio
1. Germania Peter Öttl
Bakker-Rotax
2. Italia Loris Capirossi
Honda
3. Italia Fausto Gresini
Honda
Classe sidecar
Distanza 18 giri, totale 94,410 km
Pole position Giro veloce
Regno Unito Webster - Simmons Svizzera Biland - Waltisperg
LCR-Krauser in 1'59.198 LCR-Honda
Podio
1. Francia Michel - Birchall
LCR-Krauser
2. Regno Unito Webster - Simmons
LCR-Krauser
3. Svizzera M.Egloff - U.Egloff
SMS-Krauser

Il Gran Premio motociclistico di San Marino 1991 è stata la dodicesima prova del motomondiale del 1991.

Ritorno per questo Gran Premio nel contesto del motomondiale, infatti era stato tolto dal calendario del 1988 dopo l'edizione svoltasi nel 1987. Dal punto di vista geografico le gare si sono corse nel circuito italiano del Mugello, in questo modo in Italia (così come in Francia ed in Spagna) si svolsero due GP in questa stagione agonistica.

Nella gara della classe 500, vittoria per Rainey con Schwantz e Doohan rispettivamente secondo e terzo. I tre piloti si sono dati battaglia nella fase iniziale della gara per poi distaccarsi e consolidare le loro rispettive posizioni sul traguardo.[1][2]

Nella lista dei partecipanti l'unica novità di rilievo è l'assegnazione di un'altra wild card per Niall Mackenzie, che dopo aver corso il precedente GP con il team Roberts, viene ingaggiato dal team francese Sonauto. Proprio Mackenzie con il quinto posto in gara ottiene un risultato migliore dei due piloti titolari del team Sonauto, Morillas e Ruggia.

Nella classe 250, Luca Cadalora vince la gara allungando nella classifica piloti sul suo diretto rivale per il titolo, il tedesco Helmut Bradl, che cade a due giri dal termine quando era ancora il lotta con l'italiano per il primo posto.[1][2]

Da segnalare il rientro in questa classe per Doriano Romboni dopo l'infortunio riportato a seguito di una caduta nel GP d'Olanda che lo costrinse a saltare tre gare, e il cambio di moto per Herri Torrontegui che a partire da questo GP viene ingaggiato dal team Lucky Strike Suzuki per guidare la Suzuki RGV 250.

I due piloti ufficiali Aprilia invece, Loris Reggiani e Pierfrancesco Chili, nonostante gli infortuni riportati nel precedente GP di Gran Bretagna, si presentano regolarmente al via di questa gara, con Reggiani che riesce anche a realizzare un piazzamento a podio (terzo al traguardo).[1][2]

Prima vittoria per Peter Öttl in un Gran Premio della classe 125, in passato il pilota tedesco aveva vinto tre gare della classe 80 nel 1989.[1][2]

La gara dei sidecar è stata vinta da Alain Michel e Simon Birchall.[3]

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
1 Stati Uniti Wayne Rainey Marlboro Team Roberts Yamaha YZR 500 24 46'08.566 20
34 Stati Uniti Kevin Schwantz Lucky Strike Suzuki Suzuki RGV Γ 500 24 +2.946 17
3 Australia Mick Doohan Rothmans Honda Honda NSR 500 24 +6.066 15
5 Australia Wayne Gardner Rothmans Honda Honda NSR 500 24 +23.218 13
4 Regno Unito Niall Mackenzie Yamaha Sonauto Mobil 1 Yamaha YZR 500 24 +33.205 11
19 Stati Uniti John Kocinski Marlboro Team Roberts Yamaha YZR 500 24 +37.614 10
6 Spagna Juan Garriga Ducados Yamaha Yamaha YZR 500 24 +39.280 9
27 Belgio Didier de Radiguès Lucky Strike Suzuki Suzuki RGV Γ 500 24 +39.566 8
21 Stati Uniti Doug Chandler Roberts Yamaha Castrol Yamaha YZR 500 24 +52.121 7
10º 8 Francia Jean-Philippe Ruggia Yamaha Sonauto Mobil 1 Yamaha YZR 500 24 +1'15.609 10º 6
11º 17 Irlanda Eddie Laycock Millar Racing Yamaha YZR 500 23 +1 giro 14º 5
12º 11 Italia Marco Papa Cagiva Cagiva C591 23 +1 giro 15º 4
13º 16 Paesi Bassi Cees Doorakkers HEK-Bauwmachines Honda RS 500 23 +1 giro 18º 3
14º 32 Germania Michael Rudroff R.S. RallyeSport Honda RS 500 23 +1 giro 16º 2
15º 36 Germania Hans Becker Romero Racing Hummel-Yamaha TZ 358 23 +1 giro 19º 1
16º 33 Austria Josef Doppler Doppler Racing Yamaha YZR 500 23 +1 giro 22º
17º 31 Italia Romolo Balbi Honda RS 500 23 +1 giro 20º
18º 23 Germania Andreas Leuthe Librenti Corse Suzuki RG 500 22 +2 giri 21º
19º 24 Germania Helmut Schütz R.S. Rallye Sport Honda RS 500 22 +2 giri 23º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
39 Italia Michele Valdo Paton Paton V115 14 17º
7 Stati Uniti Eddie Lawson Cagiva Cagiva C591 14 11º
20 Francia Adrien Morillas Yamaha Sonauto Mobil 1 Yamaha YZR 500 12 13º
10 Spagna Sito Pons Campsa Honda Honda NSR 500 7 12º

Non qualificati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta
13 Svizzera Nicholas Schmassman Technotron Honda RS 500
29 Venezuela Larry Vacondio Domina Domina P22

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Costruttore Giri Tempo Griglia Punti
3 Italia Luca Cadalora Honda 20 39'49.345 20
2 Spagna Carlos Cardús Honda 20 +11.573 17
13 Italia Loris Reggiani Aprilia 20 +19.913 15
7 Giappone Masahiro Shimizu Honda 20 +20.048 13
5 Paesi Bassi Wilco Zeelenberg Honda 20 +20.052 11
20 Italia Doriano Romboni Honda 20 +22.956 10º 10
15 Venezuela Carlos Lavado Yamaha 20 +32.621 9
9 Italia Pierfrancesco Chili Aprilia 20 +33.030 8
6 Germania Martin Wimmer Suzuki 20 +34.627 7
10º 8 Germania Jochen Schmid Honda 20 +41.643 13º 6
11º 72 Spagna Herri Torrontegui Suzuki 20 +43.033 20º 5
12º 46 Italia Massimiliano Biaggi Aprilia 20 +43.039 4
13º 18 Austria Andreas Preining Aprilia 20 +55.913 12º 3
14º Paesi Bassi Jurgen van den Goorbergh Aprilia 20 +55.979 2
15º 33 Germania Stefan Prein Honda 20 +56.103 1
16º Svizzera Eskil Suter Aprilia 20 +1'02.978
17º 16 Spagna Alberto Puig Yamaha 20 +1'03.558 15º
18º 51 Francia Jean Pierre Jeandat Honda 20 +1'05.607
19º Svizzera Urs Jücker Yamaha 20 +1'06.224
20º 19 Italia Marcellino Lucchi Aprilia 20 +1'09.233
21º Francia Frédéric Protat Aprilia 20 +1'18.735
22º 45 Italia Corrado Catalano Honda 20 +1'18.821
23º 32 Svizzera Bernard Haenggeli Aprilia 20 +1'19.211
24º Italia Fausto Ricci Yamaha 20 +1'21.330
25º Regno Unito Ian Newton Yamaha 20 +1'49.524
26º 34 Paesi Bassi Patrick van den Goorbergh Yamaha 20 +1'49.573
27º Italia Renato Colleoni Aprilia 20 +1'49.590

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Costruttore Giri Griglia
4 Germania Helmut Bradl Honda 18
Italia Stefano Caracchi Yamaha 17
27 Italia Renzo Colleoni Aprilia 16
11 Spagna Àlex Crivillé JJ Cobas 16
30 Germania Harald Eckl Aprilia 9 11º
22 Italia Stefano Pennese Aprilia 4
44 Germania Bernd Kassner Aprilia 3
17 Italia Paolo Casoli Yamaha 1

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Costruttore
37 Finlandia Erkka Korpiaho Aprilia

Non qualificati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Costruttore
Francia Jean Foray Yamaha
Venezuela José Barresi Yamaha

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Costruttore Giri Tempo Griglia Punti
22 Germania Peter Öttl Bakker-Rotax 18 37'57.546 20
1 Italia Loris Capirossi Honda 18 +2.495 17
7 Italia Fausto Gresini Honda 18 +2.631 15
28 Germania Ralf Waldmann Honda 18 +2.673 13
9 Italia Alessandro Gramigni Aprilia 18 +2.744 11
12 Italia Gabriele Debbia Aprilia 18 +2.982 10
5 Spagna Jorge Martínez Honda 18 +23.625 9
35 Giappone Kazuto Sakata Honda 18 +23.673 8
4 Germania Dirk Raudies Honda 18 +34.708 7
10º 15 Italia Maurizio Vitali Gazzaniga 18 +34.944 6
11º 16 Giappone Koji Takada Honda 18 +34.992 13º 5
12º 3 Italia Bruno Casanova Honda 18 +35.012 10º 4
13º 6 Italia Ezio Gianola Derbi 18 +36.447 20º 3
14º 10 Svizzera Heinz Lüthi Honda 18 +36.474 2
15º 11 Germania Adi Stadler JJ Cobas 18 +36.486 1
16º Spagna Antonio Sánchez JJ Cobas 18 +36.618 12º
17º 14 Spagna Julián Miralles JJ Cobas 18 +49.740 23º
18º 20 Giappone Hisashi Unemoto Honda 18 +1'07.777
19º 73 Giappone Kin'ya Wada Honda 18 +1'07.928
20º 2 Paesi Bassi Hans Spaan Honda 18 +1'07.978
21º Germania Stefan Kurfiss Honda 18 +1'08.282
22º Italia Serafino Foti Honda 18 +1'08.332
23º 46 Paesi Bassi Arie Molenaar Honda 18 +1'08.386
24º Finlandia Johnny Wickström Honda 18 +1'09.278
25º Svizzera Oliver Petrucciani Aprilia 18 +1'10.241
26º 29 Australia Peter Galvin Honda 18 +1'10.702
27º 34 Italia Emilio Cuppini Gazzaniga 18 +1'13.960
28º Paesi Bassi Jos van Dongen Honda 18 +1'29.497
29º Paesi Bassi Hans Koopman Honda 18 +1'38.964
30º 49 Svizzera René Dünki Honda 18 +1'39.549

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Costruttore Griglia
56 Giappone Noboru Ueda Honda
17 Regno Unito Steve Patrickson Honda
Germania Oliver Koch Honda
41 Francia Alain Bronec Honda
Giappone Nobuyuki Wakai Honda 15º

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Costruttore
Spagna Carlos Giró JJ Cobas

Non qualificati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Costruttore
Regno Unito Ian McConnachie Honda
43 Spagna Manuel Hernández Honda
45 Svizzera Thierry Feuz Honda
Jugoslavia Janez Pintar Honda
26 Spagna Javier Debon JJ Cobas
50 Germania Hubert Abold Honda
62 Svizzera Stefan Brägger Honda
Spagna Luis Alvaro Derbi

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Passeggero Costruttore Giri Tempo Griglia Punti
Francia Alain Michel Regno Unito Simon Birchall LCR - Krauser 18 36'42.410 20
Regno Unito Steve Webster Regno Unito Gavin Simmons LCR - Krauser 18 +0.026 17
Svizzera Markus Egloff Svizzera Urs Egloff SMS - Krauser 18 +20.081 15
Paesi Bassi Egbert Streuer Regno Unito Peter Brown LCR - Krauser 13
Svizzera Tony Wyssen Svizzera Kilian Wyssen LCR - Krauser 11
Germania Ralph Bohnhorst Germania Bruno Hiller LCR - Krauser 10
Svizzera Markus Bösiger Svizzera Peter Markwalder LCR - Krauser 9
Paesi Bassi Theo van Kempen Paesi Bassi Geral de Haas LCR - Krauser 8
Svizzera René Progin Regno Unito Gary Irlam LCR - Krauser 7
10º Regno Unito Darren Dixon Regno Unito Sean Dixon LCR - Krauser 6
11º Regno Unito Derek Brindley Regno Unito Alan Langton LCR - Krauser 5
12º Giappone Yoshisada Kumagaya Regno Unito Brian Houghton LCR - Krauser 4
13º Svizzera Paul Güdel Svizzera Charly Güdel LCR - Krauser 3
14º Germania Werner Kraus Germania Thomas Schröder Busch - ADM 2
15º Svizzera Hans Hügli Svizzera Adolf Hänni LCR - Yamaha 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Cristiano Chiavegato, Cadalora più bravo di Capirossi, su archiviolastampa.it, 19 agosto 1991, p. 27.
  2. ^ a b c d Carlo Braccini, Cadalora il Grande (PDF) [collegamento interrotto], su archiviostorico.unita.it, 19 agosto 1991, p. 22.
  3. ^ (FR) Judith Tomaselli, Capirossi et Cadalora à deux pas du titre mondial, su archives.lesoir.be, 19 agosto 1991.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1991
Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of Europe.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of France.svg Flag of Malaysia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1987
Gran Premio motociclistico di San Marino
Altre edizioni
Edizione successiva:
1993