Motomondiale 1999

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Motomondiale 1999
Edizione n. 51 del Motomondiale
Dati generali
Inizio 18 aprile
Termine 31 ottobre
Prove 16
Titoli in palio
Classe 500 Spagna Àlex Crivillé
su Honda NSR 500
Classe 250 Italia Valentino Rossi
su Aprilia RSV 250
Classe 125 Spagna Emilio Alzamora
su Honda RS 125 R
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La stagione 1999 è stata la cinquantunesima del Motomondiale; le prove in calendario furono 16 con la conferma dei gran premi dell'anno precedente e il ritorno dei GP del Sudafrica e del Brasile. Quello che nel 1998 era stato il Gran Premio motociclistico di Madrid divenne la terza prova disputata in territorio spagnolo con il nome di Gran Premio motociclistico della Comunità Valenciana.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

Nessuna modifica particolare venne introdotta né nei regolamenti tecnici, né nel sistema di assegnazione dei punteggi.

Iniziata il 18 aprile con il Gran Premio motociclistico della Malesia, ha avuto termine con il Gran Premio motociclistico d'Argentina il 31 ottobre; dopo le iniziali due trasferte asiatiche (oltre che in Malesia dove il gran premio venne disputato per la prima volta sul circuito di Sepang, si corse anche in Giappone dove la gara si disputò per la prima volta invece sul circuito di Motegi appena inaugurato) e la solita parte centrale composta da 10 prove disputate tutte in Europa tra maggio e settembre, la stagione terminò con quattro trasferte: si corse dapprima in Oceania per il Gran Premio motociclistico d'Australia, seguito dalla prova africana del GP del Sudafrica e dall'accoppiata di gran premi in Sudamerica (Brasile e Argentina).

La stagione ha visto laurearsi campioni del mondo Àlex Crivillé nella classe 500, Valentino Rossi nella classe 250 e Emilio Alzamora nella classe 125. Quest'ultimo si laureò campione del mondo nonostante durante l'anno non avesse vinto alcun Gran Premio: era la seconda volta (quinta considerando i sidecar) che accadeva una cosa del genere; tra le classi disputate in singolo il caso precedente era quello di un altro pilota spagnolo, Manuel Herreros, vincitore dell'ultima stagione disputata nella classe 80 nel 1989.

Nel terzo gran premio della stagione in Spagna, il campione mondiale delle 500 dei 5 anni precedenti, Mick Doohan, si infortunò gravemente ed al termine dell'anno annunciò il suo ritiro dalle corse[1].

Il calendario[modifica | modifica wikitesto]

Data
Resoconto
Gran Premio
(Circuito)
Vincitori
classe 125 classe 250 classe 500
18 aprile
Resoconto
Malesia GP della Malesia
(Sepang)
Giappone Masao Azuma Italia Loris Capirossi Stati Uniti Kenny Roberts Jr
25 aprile
Resoconto
Giappone GP del Giappone
(Motegi)
Giappone Masao Azuma Giappone Shin'ya Nakano Stati Uniti Kenny Roberts Jr
9 maggio
Resoconto
Spagna GP di Spagna
(Jerez)
Giappone Masao Azuma Italia Valentino Rossi Spagna Àlex Crivillé
23 maggio
Resoconto
Francia GP di Francia
(Paul Ricard)
Italia Roberto Locatelli Giappone Tohru Ukawa Spagna Àlex Crivillé
6 giugno
Resoconto
Italia GP d'Italia
(Mugello)
Italia Roberto Locatelli Italia Valentino Rossi Spagna Àlex Crivillé
20 giugno
Resoconto
Catalogna GP di Catalogna
(Catalunya)
Francia Arnaud Vincent Italia Valentino Rossi Spagna Àlex Crivillé
26 giugno
Resoconto
Paesi Bassi GP d'Olanda
(Assen)
Giappone Masao Azuma Italia Loris Capirossi Giappone Tadayuki Okada
4 luglio
Resoconto
Regno Unito GP di Gran Bretagna
(Donington Park)
Giappone Masao Azuma Italia Valentino Rossi Spagna Àlex Crivillé
18 luglio
Resoconto
Germania GP di Germania
(Sachsenring)
Italia Marco Melandri Italia Valentino Rossi Stati Uniti Kenny Roberts Jr
22 agosto
Resoconto
Rep. Ceca GP della Repubblica Ceca
(Brno)
Italia Marco Melandri Italia Valentino Rossi Giappone Tadayuki Okada
5 settembre
Resoconto
Emilia-Romagna GP Città di Imola
(Imola)
Italia Marco Melandri Italia Loris Capirossi Spagna Àlex Crivillé
19 settembre
Resoconto
Comunità Valenzana GP della Comunità Valenciana
(Valencia)
Italia Gianluigi Scalvini Giappone Tohru Ukawa Francia Régis Laconi
3 ottobre
Resoconto
Australia GP d'Australia
(Phillip Island)
Italia Marco Melandri Italia Valentino Rossi Giappone Tadayuki Okada
10 ottobre
Resoconto
Sudafrica GP del Sudafrica
(Welkom)
Italia Gianluigi Scalvini Italia Valentino Rossi Italia Max Biaggi
24 ottobre
Resoconto
Brasile GP del Brasile
(Jacarepaguá)
Giappone Noboru Ueda Italia Valentino Rossi Giappone Norifumi Abe
31 ottobre
Resoconto
Argentina GP d'Argentina
(Buenos Aires)
Italia Marco Melandri Francia Olivier Jacque Stati Uniti Kenny Roberts Jr

Sistema di punteggio e legenda[modifica | modifica wikitesto]

Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 >
Punti 25 20 16 13 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0

Le classi[modifica | modifica wikitesto]

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

La Honda NSR 500 V2 di Sete Gibernau

Fra le novità ci fu l'esordio dell'Aprilia. La stagione della classe regina era iniziata con due vittorie di Kenny Roberts Jr appena passato alla guida di una Suzuki ma il pilota spagnolo Àlex Crivillé su Honda, dopo il grave incidente occorso al compagno di squadra Mick Doohan, ottenne 6 vittorie nei singoli gran premi e con esse il titolo iridato dei piloti. Con il titolo del pilota spagnolo, primo per un pilota di questa nazione nella classe regina, si interruppe anche la serie di vittorie di piloti non europei, che perdurava dal titolo di Franco Uncini del 1982.

Il titolo costruttori fu appannaggio della casa motociclistica giapponese Honda che precedette le connazionali Yamaha (3 vittorie, una ciascuno per Max Biaggi passato quest'anno alla casa dei tre diapason, Régis Laconi e Norifumi Abe) e Suzuki (4 vittorie con Kenny Roberts Jr). Da rimarcare anche le due pole position ottenute da Jurgen van den Goorbergh sulla MuZ Weber, seppure non seguite da altrettanti risultati positivi in gara.

In diverse occasioni furono meno di 15 i piloti che tagliarono il traguardo e, di conseguenza, non vennero assegnati tutti i punti disponibili; nel GP di Gran Bretagna furono ad esempio solo 11.

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1999.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Imola-Stemma.png Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Australia.svg Flag of South Africa.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg P.ti
1 Spagna Álex Crivillé Honda 3 4 1 1 1 1 Rit 1 2 2 1 Rit 5 3 6 5 267
2 Stati Uniti Kenny Roberts Jr Suzuki 1 1 13 Rit 5 6 2 8 1 3 6 2 10 22 3 1 220
3 Giappone Tadayuki Okada Honda 5 15 4 9 3 2 1 2 Rit 1 4 4 1 4 7 Rit 211
4 Italia Max Biaggi Yamaha Rit 9 2 Rit 2 Rit 5 4 Rit 4 3 7 2 1 2 2 194
5 Spagna Sete Gibernau Honda 10 5 3 4 6 3 3 NP 9 10 10 9 6 2 5 6 165
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Imola-Stemma.png Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Australia.svg Flag of South Africa.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.
Classifica costruttori (prime tre posizioni)
Pos Costruttore Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Imola-Stemma.png Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Australia.svg Flag of South Africa.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg P.ti
1 Giappone Honda 3 2 1 1 1 1 1 1 2 1 1 4 1 2 4 5 338
2 Giappone Yamaha 2 3 2 5 2 7 5 4 3 4 3 1 2 1 1 2 280
3 Giappone Suzuki 1 1 13 Rit 5 6 2 8 1 3 6 2 8 7 3 1 231
Pos Costruttore Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Imola-Stemma.png Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Australia.svg Flag of South Africa.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg P.ti

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Classifica costruttori
1 Aprilia 338
2 Honda 326
3 Yamaha 249
4 TSR-Honda 104

Con 9 successi nei singoli gran premi, il titolo iridato dei piloti fu di Valentino Rossi su Aprilia che precedette le due Honda di Tohru Ukawa e di Loris Capirossi. Quest'ultimo, vincendo il GP della Malesia, tornò alla vittoria con la casa motociclistica giapponese dopo 5 anni corsi con l'Aprilia.

L'altra casa motociclistica giapponese, la Yamaha, era assente dalla prima posizione sul podio dal motomondiale 1996 e colmò la lacuna grazie alla vittoria ottenuta da Shin'ya Nakano in Giappone.

Capirossi fu anche protagonista di un episodio negativo in occasione del GP d'Italia: essendo stato considerato colpevole di comportamento scorretto in occasione di un incidente che aveva coinvolto al via lui e Marcellino Lucchi, gli venne esposta la bandiera nera con ulteriore squalifica da scontare nella gara successiva in Catalogna.

Il GP britannico fu avversato dal maltempo e dovettero essere date due partenze.

Durante quest'anno da registrare anche la scomparsa, all'età di 87 anni, del primo vincitore della storia in classe 250, il britannico Manliff Barrington che vinse il Tourist Trophy 1949.

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1999.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Imola-Stemma.png Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Australia.svg Flag of South Africa.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg P.ti
1 Italia Valentino Rossi Aprilia 5 7 1 Rit 1 1 2 1 1 1 2 8 1 1 1 3 309
2 Giappone Tōru Ukawa Honda 2 2 2 1 3 2 4 4 Rit 3 12 1 3 4 2 2 261
3 Italia Loris Capirossi Honda 1 3 3 Rit SQ 1 2 2 7 1 3 6 5 3 Rit 209
4 Giappone Shin'ya Nakano Yamaha 3 1 Rit 2 5 4 5 3 4 4 5 4 4 2 15 5 207
5 Italia Stefano Perugini Honda 9 Rit 8 3 8 7 8 5 5 6 4 5 7 7 5 6 151
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Imola-Stemma.png Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Australia.svg Flag of South Africa.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

La Honda RS125R, con la quale Alzamora vinse il titolo mondiale
Classifica costruttori
1 Honda 367
2 Aprilia 271
3 Derbi 91
4 Yamaha 11

Per quanto il numero degli iscritti e dei partenti fosse più elevato delle altre classi, in occasione dell'ultimo gran premio stagionale, quello d'Argentina, solamente 13 piloti tagliarono il traguardo e, di conseguenza, non tutti i punti vennero assegnati.

Il titolo iridato andò ad Emilio Alzamora su Honda (con la casa costruttrice giapponese che ottenne anche il titolo riservato ai costruttori) ma il maggior numero di vittorie nei singoli gran premi fu di Marco Melandri e di Masao Azuma, anch'essi su Honda, che ne ottennero 5 a testa.

Quattro vittorie vennero ottenute anche da piloti equipaggiati con moto Aprilia (seconda nella classifica costruttori), 2 da Roberto Locatelli e 2 da Gianluigi Scalvini. Il detentore del titolo dell'anno precedente, Kazuto Sakata arrivò quest'anno solamente al quattordicesimo posto.

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1999.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Imola-Stemma.png Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Australia.svg Flag of South Africa.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg P.ti
1 Spagna Emilio Alzamora Honda 2 3 3 3 6 2 4 3 2 6 4 2 15 Rit 3 2 227
2 Italia Marco Melandri Honda NP Rit 6 2 3 8 5 1 1 1 Rit 1 3 2 1 226
3 Giappone Masao Azuma Honda 1 1 1 4 7 Rit 1 1 6 12 10 Rit 5 14 6 Rit 190
4 Italia Roberto Locatelli Aprilia 18 Rit 5 1 1 6 3 4 4 Rit 11 8 6 4 8 3 173
5 Giappone Noboru Ueda Honda Rit Rit 8 5 3 4 2 2 5 2 5 3 Rit Rit 1 Rit 171
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Imola-Stemma.png Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Australia.svg Flag of South Africa.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) MICK DOOHAN RACING CAREER BACKGROUND, /www.doohan.com.au. URL consultato il 30-01-2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]