Gran Premio motociclistico di Germania 1984

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Germania Ovest GP della Germania Ovest 1984
373º GP della storia del Motomondiale
5ª prova su 12 del 1984
Circuit Nürburgring-1984-GP.svg
Data 27 maggio 1984
Nome ufficiale 48° GP di Germania
Luogo Nürburgring Gp-Strecke
Percorso 4,542 km
Circuito permanente
Risultati
Classe 500
329º GP nella storia della classe
Distanza 30 giri, totale 136,260 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Freddie Spencer Stati Uniti Freddie Spencer
Honda in 1' 42" 75 Honda
Podio
1. Stati Uniti Freddie Spencer
Honda
2. Stati Uniti Eddie Lawson
Yamaha
3. Stati Uniti Randy Mamola
Honda
Classe 250
336º GP nella storia della classe
Distanza 25 giri, totale 113,550 km
Pole position Giro veloce
Francia Christian Sarron Germania Manfred Herweh
Yamaha in 1' 49" 29 Real
Podio
1. Francia Christian Sarron
Yamaha
2. Germania Martin Wimmer
Yamaha
3. Germania Manfred Herweh
Real
Classe 125
325º GP nella storia della classe
Distanza 23 giri, totale 104,466 km
Pole position Giro veloce
Italia Maurizio Vitali Italia Eugenio Lazzarini
MBA in 1' 55" 42 Garelli
Podio
1. Spagna Ángel Nieto
Garelli
2. Italia Luca Cadalora
MBA
3. Italia Eugenio Lazzarini
Garelli
Classe 80
4º GP nella storia della classe
Distanza 18 giri, totale 81,756 km
Pole position Giro veloce
Spagna Jorge Martínez Spagna Jorge Martínez
Derbi in 2' 00" 55 Derbi
Podio
1. Svizzera Stefan Dörflinger
Zündapp
2. Italia Pier Paolo Bianchi
Casal
3. Germania Gerhard Waibel
Real
Classe sidecar
227º GP nella storia della classe
Distanza 25 giri, totale 113,550 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Rolf Biland Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Yamaha LCR-Yamaha in 1'48"21
Podio
1. Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Yamaha
2. Francia Alain Michel
LCR-Yamaha
3. Regno Unito Steve Webster
LCR-Yamaha

Il Gran Premio motociclistico di Germania fu il quinto appuntamento del motomondiale 1984.

Si svolse il 27 maggio 1984 sul percorso appena inaugurato del Nürburgring, e corsero tutte le classi in singolo, oltre ai sidecars.

Le vittorie furono di Freddie Spencer in classe 500, Christian Sarron in classe 250, Ángel Nieto in classe 125, Stefan Dörflinger in classe 80[1][2] mentre tra i sidecar si impose l'equipaggio Egbert Streuer/Bernard Schnieders.

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

In classe regina Freddie Spencer ottiene il secondo successo della stagione, precedendo il capofila del mondiale Eddie Lawson e Randy Mamola.

La classifica mondiale continua ad essere guidata da Lawson davanti al francese Raymond Roche e agli altri due piloti statunitensi Spencer e Mamola[1].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Stati Uniti Freddie Spencer Honda 52.37.98 1 15
2 Stati Uniti Eddie Lawson Yamaha 52.53.93 2 12
3 Stati Uniti Randy Mamola Honda 53.19.93 4 10
4 Regno Unito Ron Haslam Honda 53.29.75 5 8
5 Francia Raymond Roche Honda 53.41.06 6 6
6 Italia Franco Uncini Suzuki 53.45.86 11 5
7 Italia Virginio Ferrari Yamaha 53.57.07 7 4
8 Regno Unito Keith Huewen Honda 54.03.67 9 3
9 Paesi Bassi Boet van Dulmen Suzuki 54.09.09 10 2
10 Regno Unito Barry Sheene Suzuki 54.16.78 13 1
11 Regno Unito Steve Parrish Yamaha 1 giro 16
12 Italia Massimo Broccoli Honda 1 giro 17
13 Paesi Bassi Rob Punt Suzuki 1 giro 18
14 Italia Fabio Biliotti Honda 1 giro 26
15 Italia Leandro Becheroni Suzuki 1 giro 19
16 Italia Lorenzo Ghiselli Suzuki 1 giro 24
17 Paesi Bassi Henk van der Mark Honda 1 giro 28
18 Francia Franck Gross Honda 1 giro 15
19 Francia Christian Le Liard Chevallier 1 giro 22
20 Italia Walter Migliorati Suzuki 1 giro 27
21 Italia Paolo Ferretti Suzuki 1 giro 32
22 Regno Unito Chris Guy Suzuki 2 giri 31
23 Sudafrica Brett Hudson Suzuki 2 giri 37
24 Paesi Bassi Henk de Vries Suzuki 2 giri 34
25 Germania Manfred Fischer Juchem 2 giri 35
26 Danimarca Børge Nielsen Suzuki 2 giri 39
27 Germania Hartmut Müller Suzuki 3 giri 30
28 Germania Wolfgang Schwarz Honda 3 giri 41
29 Italia Marco Papa Honda 14 giri 20

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Germania Reinhold Roth Honda 8
Belgio Didier de Radiguès Honda 12
Svezia Peter Sjöström Suzuki 38
Svizzera Sergio Pellandini Suzuki 14
Germania Lothar Spiegler Suzuki 33
Francia Claude Arciero Honda 36
Francia Louis-Luc Maisto Honda 29
Germania Rolf Aljes Juchem 40
Svizzera Wolfgang von Muralt Suzuki 21
Regno Unito Robert McElnea Suzuki 3
Germania Gustav Reiner Suzuki 23
Germania Klaus Klein Suzuki 25

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Nella quarto di litro secondo successo consecutivo per il francese Christian Sarron che precede all'arrivo i piloti tedeschi Martin Wimmer e Manfred Herweh.

Nella classifica mondiale Sarron precede lo spagnolo Sito Pons e il tedesco Anton Mang.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Francia Christian Sarron Yamaha 46.12.07 1 15
2 Germania Martin Wimmer Yamaha 45.12.20 2 12
3 Germania Manfred Herweh Rotax 46.12.42 3 10
4 Germania Anton Mang Yamaha 46.28.12 12 8
5 Venezuela Carlos Lavado Yamaha 46.28.35 5 6
6 Stati Uniti Wayne Rainey Yamaha 46.29.18 4 5
7 Regno Unito Alan Carter Yamaha 46.45.04 8 4
8 Svizzera Jacques Cornu Yamaha 46.45.16 10 3
9 Francia Thierry Espié Chevallier 46.52.74 7 2
10 Francia Jean-Michel Mattioli Chevallier 47.11.93 13 1
11 Italia Loris Reggiani Kawasaki 47.17.22 20
12 Sudafrica Mario Rademeyer Yamaha 47.21.30 24
13 Giappone Teruo Fukuda Yamaha 47.38.42 18
14 Francia Hervé Guilleux Yamaha 1 giro 21
15 Francia Guy Bertin MBA 1 giro 25
16 Italia Massimo Matteoni Yamaha 1 giro 38
17 Italia Davide Tardozzi Yamaha 1 giro 30
18 Austria Manfred Obinger Yamaha 1 giro 29
19 Svezia Eilert Lundstedt Yamaha 1 giro 39
20 Svizzera Bruno Lüscher Yamaha 1 giro 15
21 Austria Siegfried Minich Yamaha 1 giro 47
22 Belgio Stéphane Mertens Yamaha 1 giro 31
23 Paesi Bassi Mar Schouten Yamaha 1 giro 33
24 Germania Martin Füg Rotax 1 giro 11
25 Germania Karl-Thomas Grässel Römer 1 giro 37
26 Cile Vincenzo Cascino Yamaha 2 giri 48
27 Stati Uniti David Floyd Busby Rotax 3 giri 44

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Nella ottavo di litro continua il dominio del pilota spagnolo Ángel Nieto che si è aggiudicato tutte e tre le prove sinora disputate; ha preceduto sul traguardo i due piloti italiani Luca Cadalora e Eugenio Lazzarini che sono anche i due piloti che lo seguono in classifica generale, seppure a posizioni invertite[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Ángel Nieto Garelli 44.44.96 3 15
2 Italia Luca Cadalora MBA 44.45.69 4 12
3 Italia Eugenio Lazzarini Garelli 44.45.86 2 10
4 Italia Fausto Gresini MBA 44.46.34 8 8
5 Austria August Auinger MBA 44.47.71 9 6
6 Francia Jean-Claude Selini MBA 45.35.83 7 5
7 Italia Giuseppe Ascareggi MBA 45.36.68 25 4
8 Finlandia Johnny Wickström MBA 45.36.88 15 3
9 Svizzera Bruno Kneubühler MBA 45.44.91 12 2
10 Belgio Lucio Pietroniro MBA 45.45.48 17 1
11 Belgio Olivier Liegeois MBA 45.45.62 10
12 Italia Stefano Caracchi MBA 45.57.16 6
13 Germania Gerhard Waibel MBA 46.01.71 14
14 Germania Helmut Lichtenberg MBA 46.27.33 22
15 Paesi Bassi Boy van Erp MBA 46.40.83 23
16 Jugoslavia Alojz Pavlič MBA 1 giro 35
17 Svizzera Peter Sommer MBA 1 giro 29
18 Jugoslavia Robert Hmeljak MBA 1 giro 36
19 Germania Dirk Hafeneger MBA 1 giro 18
20 Cecoslovacchia Peter Balaz MBA 2 giri 40
21 Germania Horst Elsenheimer MBA 6 giri 39

Classe 80[modifica | modifica wikitesto]

Nella classe di minor cilindrata in gara, il pilota svizzero Stefan Dörflinger ottiene il secondo successo consecutivo dopo quello ottenuto in Austria, precedendo l'italiano Pier Paolo Bianchi e il tedesco Gerhard Waibel.

Nella classifica iridata continua ad essere al comando Bianchi, con quattro punti di vantaggio su Dörflinger[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Svizzera Stefan Dörflinger Zündapp 37.12.77 2 15
2 Italia Pier Paolo Bianchi Huvo-Casal 37.23.44 3 12
3 Germania Gerhard Waibel Real 37.28.90 5 10
4 Germania Hubert Abold Zündapp 38.02.00 4 8
5 Paesi Bassi Willem Heykoop Huvo-Casal 38.23.93 10 6
6 Paesi Bassi George Looijesteijn Casal 39.15.09 8 5
7 Belgio Serge Julin Casal 39.27.19 14 4
8 Jugoslavia Zdravko Matulja Tomos 1 giro 18 3
9 Germania Reinhard Koberstein Seel 1 giro 13 2
10 Germania Bernd Rossbach Casal 1 giro 15 1
11 Paesi Bassi Bertus Grinwis Casal 1 giro 20
12 Austria Otto Machinek Kreidler 1 giro 21
13 Paesi Bassi Paul Rimmelzwaan Harmsen 1 giro 22
14 Regno Unito Tony Smith Casal 1 giro 28
15 Belgio Chris Baert Eberhardt 1 giro 16
16 Germania Johann Auer Eberhardt 1 giro 23
17 Paesi Bassi Bert Smit BZ 2 giri 29
18 Germania Thomas Engl Sachs 2 giri 17
19 Paesi Bassi Jos van Dongen Sachs 2 giri 25

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Seconda vittoria in due gare per Egbert Streuer-Bernard Schnieders, che distanziano notevolmente gli avversari; sul podio salgono anche Michel-Fresc e, per la prima volta nel motomondiale, Steve Webster-Tony Hewitt. Ancora un ritiro per i campioni in carica Rolf Biland-Kurt Waltisperg, fermati da problemi tecnici mentre erano in seconda posizione[3][4].

In classifica Streuer è a punteggio pieno a 30, seguono Michel e Schwärzel appaiati a 20.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5][modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Paesi Bassi Egbert Streuer Paesi Bassi Bernard Schnieders LCR-Yamaha 45'56"34 15
2 Francia Alain Michel Francia Jean-Marc Fresc LCR-Yamaha 46'31"32 12
3 Regno Unito Steve Webster Regno Unito Tony Hewitt LCR-Yamaha 47'27"62 10
4 Germania Ovest Werner Schwärzel Germania Ovest Andreas Huber LCR-Yamaha 47'45"35 8
5 Regno Unito Steve Abbott Regno Unito Shaun Smith Windle-Yamaha +1 giro 6
6 Giappone Masato Kumano Germania Ovest Helmut Diehl LCR-Yamaha +1 giro 5
7 Svizzera Alfred Zurbrügg Svizzera Martin Zurbrügg LCR-Yamaha +1 giro 4
8 Paesi Bassi Hein van Drie Paesi Bassi Willem van Dis LCR-Yamaha +1 giro 3
9 Paesi Bassi Theo van Kempen Paesi Bassi Geral de Haas LCR-Yamaha +1 giro 2
10 Regno Unito Dennis Bingham Regno Unito Julia Bingham LCR-Yamaha +1 giro 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Quando Spencer si arrabbia, La Stampa, 28 maggio 1984. URL consultato il 19 aprile 2016.
  2. ^ a b c (ES) Nieto no dio opcion, El Mundo Deportivo, 28 maggio 1984. URL consultato il 19 aprile 2016.
  3. ^ (FR) S. Dörflinger récidive, La Liberté, 28 maggio 1984, p. 24. URL consultato il 18 febbraio 2019.
  4. ^ (NL) Asser duo op weg naar wereldtitel, Limburgsch dagblad, 28 maggio 1984, p. 11. URL consultato l'8 novembre 2017.
  5. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 1º giugno 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1984
Flag of South Africa (1928–1994).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of San Marino.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1983
Gran Premio motociclistico di Germania
Altre edizioni
Edizione successiva:
1985