Gran Premio motociclistico d'Austria 1989

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Austria GP d'Austria 1989
441º GP della storia del Motomondiale
7ª prova su 15 del 1989
Track map for Salzburgring in Austria.svg
Data 4 giugno 1989
Nome ufficiale Großer Preis von Österreich
Luogo Salzburgring
Percorso 4,243 km
Circuito permanente
Risultati
Classe 500
396º GP nella storia della classe
Distanza 29 giri, totale 123,047 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Kevin Schwantz Stati Uniti Kevin Schwantz
Suzuki in 1'19,23 Suzuki in 1'19,15
Podio
1. Stati Uniti Kevin Schwantz
Suzuki
2. Stati Uniti Eddie Lawson
Honda
3. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
Classe 250
403º GP nella storia della classe
Distanza 24 giri, totale 101,832 km
Pole position Giro veloce
Spagna Sito Pons Spagna Sito Pons
Honda in 1'24,69 Honda in 1'24"69
Podio
1. Spagna Sito Pons
Honda
2. Svizzera Jacques Cornu
Honda
3. Germania Martin Wimmer
Aprilia
Classe 125
379º GP nella storia della classe
Distanza 22 giri, totale 93,346 km
Pole position Giro veloce
Spagna Jorge Martínez Spagna Àlex Crivillé
Derbi in 1'32,58 JJ Cobas in 1'38"13
Podio
1. Paesi Bassi Hans Spaan
Honda
2. Spagna Julián Miralles
Derbi
3. Spagna Àlex Crivillé
JJ Cobas
Classe sidecar
Distanza 22 giri, totale 93,345 km
Pole position Giro veloce
Regno Unito Steve Webster Svizzera Rolf Biland
LCR-Krauser LCR-Krauser in 1'25"17
Podio
1. Svizzera Rolf Biland
LCR-Krauser
2. Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Yamaha
3. Francia Alain Michel
LCR-Krauser

Il Gran Premio motociclistico d'Austria fu il settimo appuntamento del motomondiale 1989, si trattò della diciottesima edizione del Gran Premio motociclistico d'Austria valido per il motomondiale.

Si svolse il 4 giugno 1989 a Salisburgo e ottennero la vittoria Kevin Schwantz in classe 500, Sito Pons in classe 250 e Hans Spaan in classe 125[1][2], mentre tra i sidecar si impose l'equipaggio Rolf Biland/Kurt Waltisperg.

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Nella gara della classe regina dominio del pilota statunitense Kevin Schwantz che ha ottenuto pole position, giro più veloce e vittoria della gara; sul podio con lui altri due piloti statunitensi, Eddie Lawson e Wayne Rainey. Nella classifica generale del campionato comanda Rainey davanti a Lawson[1].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Stati Uniti Kevin Schwantz Suzuki 38.39.05 1 20
2 Stati Uniti Eddie Lawson Honda 38.41.18 2 17
3 Stati Uniti Wayne Rainey Yamaha 38.58.95 3 15
4 Francia Christian Sarron Yamaha 39.16.88 5 13
5 Australia Kevin Magee Yamaha 39.17.19 7 11
6 Italia Pierfrancesco Chili Honda 39.17.55 4 10
7 Regno Unito Ron Haslam Suzuki 39.17.96 6 9
8 Australia Michael Doohan Honda 39.35.82 10 8
9 Stati Uniti Freddie Spencer Yamaha 39.37.09 9 7
10 Francia Dominique Sarron Honda 39.42.64 8 6
11 Regno Unito Robert McElnea Honda 39.54.22 11 5
12 Italia Alessandro Valesi Yamaha 1 giro 14 4
13 Regno Unito Simon Buckmaster Honda 1 giro 15 3
14 Svizzera Marco Gentile Fior 2 giri 16 2
15 Svizzera Bruno Kneubühler Honda 2 giri 17 1
16 Austria Josef Doppler Honda 2 giri 19
17 Germania Georg Robert Jung Honda 2 giri 18
18 Germania Stefan Klabacher Honda 2 giri 21
19 Germania Michael Rudroff Honda 2 giri 22
20 Austria Karl Dauer Honda 2 giri 24
21 Svizzera Nicholas Schmassmann Honda 2 giri 23
22 Spagna Fernando Gonzalez de Nicolás Honda 2 giri 26
23 Cecoslovacchia Pavol Dekanek Honda 3 giri 30
24 Austria Rudolf Zeller Manhattan 3 giri 27
25 Germania Hans Klingebiel Suzuki 3 giri 25
26 Austria Thomas Berghammer Suzuki 3 giri 29

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Spagna Juan López Mella Honda 20
Germania Alois Meyer Honda 28
Stati Uniti Randy Mamola Cagiva 12

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Giappone Norihiko Fujiwara Yamaha 13

Non qualificato[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Motocicletta
Venezuela Larry Moreno Vacondio Suzuki

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Con il quarto successo su sette gare disputate, lo spagnolo Sito Pons consolida anche la sua prima posizione in classifica generale e ha, a questo punto della stagione, 41 punti di vantaggio sul francese Jean-Philippe Ruggia (ottavo al traguardo) e 55 su Carlos Cardús (qui sesto). Sul podio della gara lo svizzero Jacques Cornu e il tedesco Martin Wimmer[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Sito Pons Honda 34.29.14 1 20
2 Svizzera Jacques Cornu Honda 34.31.18 3 17
3 Germania Martin Wimmer Aprilia 34.31.40 2 15
4 Germania Helmut Bradl Honda 34.33.57 8 13
5 Belgio Didier de Radiguès Aprilia 34.39.68 6 11
6 Spagna Carlos Cardús Honda 34.45.25 4 10
7 Germania Reinhold Roth Honda 34.45.47 10 9
8 Francia Jean-Philippe Ruggia Yamaha 34.45.71 12 8
9 Italia Loris Reggiani Honda 34.46.03 11 7
10 Giappone Masahiro Shimizu Honda 34.46.26 7 6
11 Germania Jochen Schmid Honda 35.09.55 15 5
12 Germania Harald Eckl Aprilia 35.11.08 16 4
13 Italia Renzo Colleoni Aprilia 35.23.51 19 3
14 Italia Maurizio Vitali Honda 35.23.82 33 2
15 Paesi Bassi Wilco Zeelenberg Honda 35.24.36 25 1
16 Germania Bernard Schick Yamaha 35.24.57 29
17 Francia Jean-François Baldé Yamaha 35.24.91 22
18 Spagna Daniel Amatriaín Honda 35.25.08 20
19 Brasile Alex Barros Yamaha 35.25.64 28
20 Germania Bernd Kassner Yamaha 35.26.25 24
21 Irlanda Gary Cowan Yamaha 35.29.10 21
22 Spagna Alberto Puig Yamaha 35.34.00 27
23 Stati Uniti Andrew Leisner Honda 35.36.07 26
24 Austria August Auinger Yamaha 35.45.11 23
25 Germania Manfred Herweh Yamaha 1 giro 30
26 Regno Unito Kevin Mitchell Yamaha 1 giro 34
27 Francia Jean-Francois Foray Yamaha 1 giro 36
28 Italia Virginio Ferrari Gazzaniga 1 giro 17
29 Italia Fausto Ricci Aprilia 1 giro 35

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Caduto nelle ultime prove libere e impossibilitato a partire il titolare della pole position, lo spagnolo Jorge Martínez, la vittoria è andata all'olandese Hans Spaan davanti agli spagnoli Julián Miralles e Àlex Crivillé. Nella classifica provvisoria del campionato al primo posto c'è l'italiano Ezio Gianola che in questa occasione è stato costretto al ritiro[1][2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Paesi Bassi Hans Spaan Honda 37.10.29 4 20
2 Spagna Julián Miralles Derbi 37.36.41 8 17
3 Spagna Àlex Crivillé JJ Cobas 37.46.50 5 15
4 Italia Bruno Casanova Aprilia 37.52.44 23 13
5 Italia Fausto Gresini Aprilia 37.52.69 7 11
6 Germania Dirk Raudies Honda 37.53.31 33 10
7 Italia Domenico Brigaglia Garelli 37.53.56 22 9
8 Italia Corrado Catalano Gazzaniga 37.55.69 17 8
9 Stati Uniti Allan Scott Honda 37.55.91 6 7
10 Regno Unito Robin Milton Honda 37.56.42 35 6
11 Francia Jean-Claude Selini Honda 38.08.89 11 5
12 Svizzera Thierry Feuz Honda 38.09.10 26 4
13 Germania Stefan Prein Honda 38.15.70 3 3
14 Austria Manfred Fischer Honda 38.17.99 31 2
15 Germania Alfred Waibel Honda 38.20.01 10 1
16 Italia Gastone Grassetti Aprilia 38.20.21 28
17 Austria Manfred Baumann Honda 38.23.87 21
18 Regno Unito Robin Appleyard Honda 38.37.96 15
19 Danimarca Flemming Kistrup Honda 38.41.12 29
20 Algeria Bady Hassaine Honda 38.42.75 30
21 Svizzera Heinz Lüthi Honda 38.50.20 34
22 Giappone Hisashi Unemoto Honda 39.07.41 13
23 Austria Mike Leitner Honda 1 giro 32

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Prima vittoria stagionale, dopo due ritiri, per l'equipaggio Rolf Biland-Kurt Waltisperg, che precede al traguardo Egbert Streuer-Geral de Haas. Ottengono solo un 15º posto i campioni in carica e leader della classifica Steve Webster-Tony Hewitt, costretti a una lunga sosta ai box per risolvere problemi tecnici[3][4].

Webster resta comunque al comando nel mondiale con 41 punti, davanti a Kumano a 39, Streuer a 34 e Michel a 32.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5][modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Svizzera Rolf Biland Svizzera Kurt Waltisperg LCR-Krauser 31'47"35 20
2 Paesi Bassi Egbert Streuer Paesi Bassi Geral de Haas LCR-Yamaha +1"53 17
3 Francia Alain Michel Francia Jean-Marc Fresc LCR-Krauser +20"22 15
4 Svizzera Alfred Zurbrügg Svizzera Martin Zurbrügg LCR-Yamaha +20"84 13
5 Giappone Masato Kumano Svizzera Markus Fährni LCR-Yamaha +24"84 11
6 Svizzera Markus Egloff Svizzera Urs Egloff SMS-Yamaha +27"84 10
7 Regno Unito Barry Brindley Regno Unito Graham Rose Fowler-Yamaha +38"76 9
8 Germania Rolf Steinhausen Germania Bruno Hiller Busch +47"23 8
9 Germania Fritz Stölzle Germania Hubert Stölzle LCR-Krauser +58"10 7
10 Svizzera Tony Wyssen Svizzera Kilian Wyssen LCR-Krauser +58"31 6
11 Regno Unito Steve Abbott Regno Unito Shaun Smith 5
12 Paesi Bassi Theo van Kempen Regno Unito Simon Birchall LCR-Krauser 4
13 Regno Unito Tony Baker Regno Unito Trevor Hopkinson LCR-Krauser 3
14 Francia Yvan Nigrowsky Francia Jacques Corbier LCR-JPX 2
15 Regno Unito Steve Webster Regno Unito Tony Hewitt LCR-Krauser 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Austria avara con i centauri italiani, La Stampa, 5 giugno 1989. URL consultato il 19 maggio 2016.
  2. ^ a b c (ES) "Sito", cara, El Mundo Deportivo, 5 giugno 1989. URL consultato il 19 maggio 2016.
  3. ^ (FR) Cornu deuxième à 2" de l'épouvantail Pons, La Liberté, 5 giugno 1989, p. 27. URL consultato il 4 dicembre 2017.
  4. ^ (NL) Ontevredenheid bij Streuer na tweede plaats, Nieuwsblad van het Noorden, 5 giugno 1989, p. 18. URL consultato il 4 dicembre 2017.
  5. ^ Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 17 gennaio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1989
Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1988
Gran Premio motociclistico d'Austria
Altre edizioni
Edizione successiva:
1990