Gran Premio motociclistico di Gran Bretagna 1988

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Regno Unito GP di Gran Bretagna 1988
431º GP della storia del Motomondiale
12ª prova su 15 del 1988
Circuit Doningtonpark.png
Data 7 agosto 1988
Nome ufficiale Shell Oils British Motorcycle Grand Prix
Luogo Circuito di Donington Park
Percorso 4,023 km
Risultati
Classe 500
386º GP nella storia della classe
Distanza 30 giri, totale 120,69 km
Pole position Giro veloce
Australia Wayne Gardner Francia Christian Sarron
Honda in 1'35.090 Yamaha in 1'36.210
Podio
1. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
2. Australia Wayne Gardner
Honda
3. Francia Christian Sarron
Yamaha
Classe 250
393º GP nella storia della classe
Distanza 26 giri, totale 104,598 km
Pole position Giro veloce
Spagna Juan Garriga Spagna Juan Garriga
Yamaha Yamaha in 1'38.870
Podio
1. Italia Luca Cadalora
Yamaha
2. Francia Dominique Sarron
Honda
3. Spagna Juan Garriga
Yamaha
Classe 125
371º GP nella storia della classe
Distanza 24 giri, totale 96,552 km
Pole position Giro veloce
Italia Ezio Gianola Italia Ezio Gianola
Honda Honda
Podio
1. Italia Ezio Gianola
Honda
2. Spagna Jorge Martínez
Derbi
3. Italia Domenico Brigaglia
Gazzaniga-Rotax
Classe sidecar
Distanza 24 giri, totale 96,48 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Rolf Biland Svizzera Rolf Biland
LCR-Krauser LCR-Krauser
Podio
1. Regno Unito Steve Webster
LCR-Krauser
2. Svizzera Rolf Biland
LCR-Krauser
3. Francia Alain Michel
LCR-Krauser

Il Gran Premio motociclistico di Gran Bretagna 1988 fu la dodicesima gara del Motomondiale 1988. Si disputò il 7 agosto 1988 sul circuito di Donington Park e vide le vittorie di Wayne Rainey nella classe 500, di Luca Cadalora nella classe 250 e di Ezio Gianola nella classe 125. Tra i sidecar si è imposto l'equipaggio Steve Webster/Tony Hewitt[1][2].

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Prima vittoria nel motomondiale per lo statunitense Wayne Rainey che ha preceduto l'australiano Wayne Gardner e il francese Christian Sarron. Nella classifica provvisoria della stagione al primo posto resta lo statunitense Eddie Lawson con 20 punti di margine su Gardner e 32 su Rainey[1][2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Stati Uniti Wayne Rainey Yamaha 48.33.67 5 20
2 Australia Wayne Gardner Honda 48.40.64 1 17
3 Francia Christian Sarron Yamaha 48.42.45 3 15
4 Regno Unito Niall Mackenzie Honda 48.45.51 4 13
5 Australia Kevin Magee Yamaha 49.10.42 11 11
6 Stati Uniti Eddie Lawson Yamaha 49.14.64 2 10
7 Belgio Didier de Radiguès Yamaha 49.25.03 7 9
8 Italia Pierfrancesco Chili Honda 49.25.48 14 8
9 Regno Unito Roger Burnett Honda 49.26.06 9 7
10 Giappone Tadahiko Taira Yamaha 49.55.51 8 6
11 Stati Uniti Randy Mamola Cagiva 50.06.12 6 5
12 Giappone Norihiko Fujiwara Yamaha 50.09.57 16 4
13 Stati Uniti Mike Baldwin Honda 1 giro 17 3
14 Regno Unito Ron Haslam Elf-Honda 1 giro 10 2
15 Italia Fabio Biliotti Honda 1 giro 20 1
16 Francia Patrick Igoa Yamaha 1 giro 21
17 Irlanda Eddie Laycock Honda 1 giro 18
18 San Marino Fabio Barchitta Honda 1 giro 22
19 Spagna Daniel Amatriaín Honda 1 giro 31
20 Svizzera Marco Gentile Fior 1 giro 19
21 Regno Unito Dave Leach Suzuki 1 ronde 29
22 Paesi Bassi Maarten Duyzers Honda 2 giri 30
23 Regno Unito Simon Buckmaster Honda 2 giri 34
24 Paesi Bassi Kees van der Endt Honda 2 giri 35
25 Svizzera Nicholas Schmassmann Honda 2 giri 36

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Francia Rachel Nicotte Honda 26
Regno Unito Robert McElnea Suzuki 13
Stati Uniti Kevin Schwantz Suzuki 12
Italia Marco Papa Honda 23
Svizzera Wolfgang von Muralt Suzuki 32
Regno Unito Steve Spray Suzuki 27
Regno Unito Darren Dixon Suzuki 24
Francia Raymond Roche Cagiva 15
Germania Andreas Leuthe Suzuki 33
Svizzera Bruno Kneubühler Honda 25

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Italia Alessandro Valesi Honda 28

Non qualificati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto
Argentina René Zanatta Paton
Paesi Bassi Johan ten Napel Suzuki
Regno Unito Ian Pratt Honda
Danimarca Claus Wulff Honda
Regno Unito Steve Manley Suzuki

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Seconda vittoria dell'anno per l'italiano Luca Cadalora che ha preceduto il francese Dominique Sarron e lo spagnolo Juan Garriga. Nella classifica provvisoria ai primi due posti ci sono due piloti spagnoli, con Sito Pons che precede Garriga di 6 punti[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Italia Luca Cadalora Yamaha 43.16.38 2 20
2 Francia Dominique Sarron Honda 43.19.84 4 17
3 Spagna Juan Garriga Yamaha 43.21.55 1 15
4 Spagna Sito Pons Honda 43.21.68 5 13
5 Germania Reinhold Roth Honda 43.31.99 7 11
6 Francia Jean-Philippe Ruggia Yamaha 43.32.72 6 10
7 Svizzera Jacques Cornu Honda 43.40.52 8 9
8 Venezuela Carlos Lavado Yamaha 43.50.04 3 8
9 Giappone Masahiro Shimizu Honda 43.58.34 16 7
10 Regno Unito Donnie McLeod EMC 44.00.92 11 6
11 Venezuela Ivan Palazzese Yamaha 44.01.35 9 5
12 Spagna Carlos Cardús Honda 44.07.34 10 4
13 Germania Harald Eckl Aprilia 44.18.54 17 3
14 Italia Stefano Caracchi Honda 44.20.37 23 2
15 Germania Martin Wimmer Yamaha 44.23.35 12 1
16 Italia Bruno Casanova Aprilia 44.23.57 13
17 Austria August Auinger Aprilia 44.23.95 20
18 Paesi Bassi Wilco Zeelenberg Yamaha 44.31.82 28
19 Germania Jochen Schmid Honda 44.37.84 24
20 Svizzera Urs Jücker Yamaha 44.58.59 35
21 Austria Andreas Preining Aprilia 1 ronde 26
22 Francia Christian Boudinot Fior 1 giro 22
23 Francia Jean-François Baldé Defi 1 giro 33
24 Regno Unito Nigel Bosworth Aprilia 1 giro 34
25 Austria Hans Lindner Honda 1 giro 31

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottavo di litro l'italiano Ezio Gianola ha ottenuto il secondo successo della stagione, precedendo lo spagnolo Jorge Martínez che si era imposto in tutte le altre prove dell'anno e che si trova sempre in testa alla classifica generale con 17 punti sull'italiano. Al terzo posto della gara l'italiano Domenico Brigaglia[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Italia Ezio Gianola Honda 42.42.42 1 20
2 Spagna Jorge Martínez Derbi 43.14.39 2 17
3 Italia Domenico Brigaglia Gazzaniga 43.20.58 4 15
4 Spagna Julián Miralles Honda 43.23.07 7 13
5 Stati Uniti Allan Scott Honda 43.23.20 8 11
6 Regno Unito Krysztof Galatowicz Honda 43.30.28 11 10
7 Italia Fausto Gresini Garelli 43.38.38 24 9
8 Finlandia Johnny Wickström Honda 43.41.77 18 8
9 Spagna Àlex Crivillé Derbi 43.43.20 32 7
10 Paesi Bassi Hans Spaan Honda 43.43.71 5 6
11 Germania Alfred Waibel Waibel 43.56.35 27 5
12 Giappone Hisashi Unemoto Honda 43.56.56 13 4
13 Svizzera Heinz Lüthi Honda 43.56.62 34 3
14 Algeria Bady Hassaine Honda 43.59.54 26 2
15 Belgio Lucio Pietroniro Honda 44.00.44 9 1
16 Spagna Manuel Herreros Derbi 44.16.65 36
17 Spagna Juan Ramon Bolart JJ Cobas 44.17.01 23
18 Finlandia Jussi Hautaniemi Honda 44.17.56 33
19 Regno Unito Ian McConnachie Cagiva 44.17.69 16
20 Germania Gerhard Waibel Honda 44.18.25 20
21 Spagna Manuel Hernández Honda 44.34.96 30
22 Austria Mike Leitner LCR 1 giro 28
23 Germania Hubert Abold Honda 1 giro 21
24 Giappone Koji Takada Honda 1 giro 14
25 Regno Unito Alan Patterson Honda 1 giro 29

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Alla settima gara stagionale si interrompe la striscia di vittorie dell'equipaggio Rolf Biland-Kurt Waltisperg, che deve accontentarsi del secondo posto alle spalle di Steve Webster-Tony Hewitt. Terzi Alain Michel-Jean-Marc Fresc, davanti ai fratelli Egloff e ad Egbert Streuer-Bernard Schnieders; quest'ultimi sono stati rallentati da problemi di gomme dopo essere stati anche in testa alla corsa[3][4].

In classifica Biland mantiene 21 punti di vantaggio su Webster (137 a 116); terzo è Michel a 69 davanti a Streuer a 65.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5][modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Regno Unito Steve Webster Regno Unito Tony Hewitt LCR-Krauser 40'39"56 20
2 Svizzera Rolf Biland Svizzera Kurt Waltisperg LCR-Krauser +2"10 17
3 Francia Alain Michel Francia Jean-Marc Fresc LCR-Krauser +16"19 15
4 Svizzera Markus Egloff Svizzera Urs Egloff LCR-ADM +28"48 13
5 Paesi Bassi Egbert Streuer Paesi Bassi Bernard Schnieders LCR-Yamaha +30"26 11
6 Giappone Masato Kumano Svizzera Markus Fährni LCR-Yamaha +45"95 10
7 Regno Unito Derek Jones Regno Unito Peter Brown LCR-Yamaha 9
8 Germania Fritz Stölzle Germania Hubert Stölzle LCR-Krauser 8
9 Svizzera Alfred Zurbrügg Svizzera Martin Zurbrügg LCR-Yamaha 7
10 Germania Bernd Scherer Germania Thomas Schröder BSR-Krauser 6
11 Giappone Yoshisada Kumagaya Regno Unito Brian Barlow Windle-Yamaha 5
12 Regno Unito Gary Thomas Germania Eckart Rösinger LCR-Krauser 4
13 Francia Jean-Louis Millet Francia Claude Debroux LCR-Yamaha 3
14 Australia André Bosman Australia David Kellett LCR-Yamaha 2
15 Regno Unito Clive Stirrat Regno Unito Simon Prior LCR-Yamaha 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Gianola e Cadalora come ai bei tempi, La Stampa, 8 agosto 1988. URL consultato il 18 maggio 2016.
  2. ^ a b c d (ES) Derrotados, pero no hundidos, El Mundo Deportivo, 8 agosto 1988. URL consultato il 18 maggio 2016.
  3. ^ (FR) Le titre s'éloigne de J. Cornu, 7e, La Liberté, 8 agosto 1988, p. 22. URL consultato il 24 febbraio 2019.
  4. ^ (NL) Verkeerde bandenkeus breekt Streuer op, Nieuwsblad van het Noorden, 8 agosto 1988, p. 16. URL consultato il 1º dicembre 2017.
  5. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 9 gennaio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1988
Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Europe.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Brazil (1968–1992).svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1987
Gran Premio motociclistico di Gran Bretagna
Altre edizioni
Edizione successiva:
1989