Wayne Gardner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wayne Gardner
Wayne Gardner 1989 Japanese GP.jpg
Gardner al GP del Giappone 1989
Nome Wayne Michael Gardner
Nazionalità Australia Australia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1983 in classe 500
Stagioni dal 1983 al 1992
Mondiali vinti 1
Gare disputate 100
Gare vinte 18
Podi 51
Punti ottenuti 1074
Pole position 19
Giri veloci 19
 
Wayne Michael Gardner

Wayne Michael Gardner (Wollongong, 11 ottobre 1959) è un pilota motociclistico australiano vincitore di un titolo iridato nel motomondiale.

Anche suo figlio, Remy Gardner, è un pilota motociclistico professionista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gardner ottenne i primi risultati nel motociclismo da dilettante: vinse infatti tre edizioni della "Sei ore Castrol" (1979, 1980, 1982) oltreché il campionato nazionale australiano classe 750, il campionato giovanile Superbike nel 1983 ed altre gare disputate nella sua nazione nel 1981.

Dopo una fugace esperienza come collaudatore nella 250, nel 1983 fece il suo esordio nel motomondiale con una Honda nella classe 500, senza ottenere punti iridati. L'anno seguente ottenne il suo primo podio, un terzo posto nel Gran Premio di Svezia, che gli consentì di classificarsi settimo in classifica generale. Nel 1985 Gardner diede più continuità ai suoi risultati e nella gara svoltasi a Misano, l'ultima programmata in calendario, sfiorò il successo prima di essere sopraffatto da Eddie Lawson, l'australiano si consolò con la quarta piazza finale.

Nel 1986 Gardner vinse la sua prima corsa, l'inaugurale Gran Premio di Spagna, e dopo essersi confermato con i successi in Olanda e Gran Bretagna fu vice campione del mondo della categoria con 117 punti, ancora una volta alle spalle di Lawson. Nel 1987 Gardner divenne campione del mondo a seguito di sette vittorie (in Spagna, al Nazioni, e in Austria, Jugoslavia, Svezia, Cecoslovacchia, Brasile) e 178 punti iridati.

L'anno seguente vinse quattro gare, ma per sole 23 lunghezze fu superato da Lawson: una delle causa della sconfitta di Gardner fu la caduta capitatogli durante il Gran Premio d'Austria, proprio mentre inseguiva Lawson.

Nel 1989 Gardner vinse solo il Gran Premio di casa in Australia e chiuse l'annata al decimo posto con soli 67 punti, ma la sua stagione è stata parzialmente segnata da un infortunio occorsogli al Gran Premio degli Stati Uniti che lo costrinse a saltare cinque gare. Non molto meglio andò la stagione successiva, in cui Gardner colse il primo posto in due occasioni e chiuse il mondiale con 138 punti ed il quinto posto.

Nel 1991 l'australiano ebbe una stagione abbastanza regolare ma non riuscì ad ottenere nemmeno un successo parziale e dovette accontentarsi del quinto posto. Nel 1992 tornò al successo nel Gran Premio di Gran Bretagna, ma avendo disputato solo metà stagione, causa una caduta al GP inaugurale in Giappone, non poté andare più in là di 78 punti e della 6ª posizione.

Al termine di quella stagione si ritirò dal motociclismo professionistico, ma non dallo sport, continuando a correre con risultati discreti nel rally e nel Campionato Gran Turismo, oltreché in numerose corse automobilistiche svoltesi in Giappone. Tra le altre vittorie di Wayne Gardner vi è anche la 8 ore di Suzuka, che egli vinse nel 1985, nel 1986, nel 1991 e nel 1992.

Risultati nel motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

1983 Classe Moto Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Spain.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of San Marino.svg Punti Pos.
500 Honda Rit 16 0
1984 Classe Moto Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of San Marino.svg Punti Pos.
500 Honda 4 5 7 6 3 NP 33[1]
1985 Classe Moto Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of Spain.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of San Marino.svg Punti Pos.
500 Honda 3 4 6 3 15 3 3 4 Rit Rit Rit 2 73[2]
1986 Classe Moto Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of San Marino.svg Flag of Baden-Württemberg.svg Punti Pos.
500 Honda 1 16 2 2 3 1 4 5 1 2 2 NE 117[3]
1987 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of San Marino.svg Flag of Portugal.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of Argentina.svg Punti Pos.
500 Honda 2 1 10 1 1 1 2 4 2 1 1 3 4 1 3 178[4]
1988 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Europe.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Punti Pos.
500 Honda 2 2 3 5 2 8 Rit 1 1 1 4 2 2 1 2 229[5]
1989 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Punti Pos.
500 Honda 4 1 Rit Inf Inf Inf Inf Inf 6 Rit Rit Rit 3 NP 7 67[6] 10º
1990 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Hungary.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
500 Honda 2 Rit 1 4 Inf Inf Inf Rit 10 2 Rit 3 2 4 1 138[7]
1991 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of Europe.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of France.svg Flag of Malaysia.svg Punti Pos.
500 Honda 5 4 7 7 5 4 3 3 10 5 4 4 5 2 161[8][9]
1992 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Europe.svg Flag of Germany.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Hungary.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Brazil.svg Flag of South Africa (1928-1994).svg Punti Pos.
500 Honda Rit NP 3 NP 6 2 1 4 2 78[10]
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN93147545 · ISNI: (EN0000 0000 7841 3543 · BNF: (FRcb14039208t (data)