Gran Premio motociclistico di Cecoslovacchia 1988

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cecoslovacchia GP di Cecoslovacchia 1988
433º GP della storia del Motomondiale
14ª prova su 15 del 1988
Brno (formerly Masarykův okruh).svg
Data 28 agosto 1988
Nome ufficiale Grand Prix ČSSR - Brno
Luogo Circuito di Brno
Percorso 5,394 km
Risultati
Classe 500
388º GP nella storia della classe
Distanza 23 giri, totale 124,062 km
Pole position Giro veloce
Australia Wayne Gardner Australia Wayne Gardner
Honda in 2'05,55 Honda in 2'06,24
Podio
1. Australia Wayne Gardner
Honda
2. Stati Uniti Eddie Lawson
Yamaha
3. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
Classe 250
395º GP nella storia della classe
Distanza 20 giri, totale 107,88 km
Pole position Giro veloce
Francia Dominique Sarron Spagna Juan Garriga
Honda in 2'09,60 Yamaha in 2'09,79
Podio
1. Spagna Juan Garriga
Yamaha
2. Spagna Sito Pons
Honda
3. Italia Luca Cadalora
Yamaha
Classe 125
373º GP nella storia della classe
Distanza 17 giri, totale 91,698 km
Pole position Giro veloce
Paesi Bassi Hans Spaan Spagna Jorge Martínez
Honda in 2'19,15 Derbi in 2'25,66
Podio
1. Spagna Jorge Martínez
Derbi
2. Spagna Julián Miralles
Honda
3. Paesi Bassi Hans Spaan
Honda
Classe 80
41º GP nella storia della classe
Distanza 13 giri, totale 70,122 km
Pole position Giro veloce
Spagna Jorge Martínez Spagna Jorge Martínez
Derbi in 2'24,38 Derbi
Podio
1. Spagna Jorge Martínez
Derbi
2. Svizzera Stefan Dörflinger
Krauser
3. Spagna Àlex Crivillé
Derbi
Classe sidecar
Distanza 17 giri, totale 91,6 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Rolf Biland Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Krauser LCR-Yamaha
Podio
1. Regno Unito Steve Webster
LCR-Krauser
2. Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Yamaha
3. Svizzera Markus Egloff
LCR-ADM

Il Gran Premio motociclistico di Cecoslovacchia 1988 fu il quattordicesimo appuntamento del motomondiale 1988 e, visto l'annuncio dell'annullamento del previsto Gran Premio motociclistico d'Argentina, la penultima prova dell'anno.

Si svolse il 28 agosto 1988 sul circuito di Brno e vide la vittoria di Wayne Gardner nella classe 500, di Juan Garriga nella classe 250 e di Jorge Martínez sia nella classe 125 che nella classe 80[1][2]. Nella gara dei sidecar si è imposto l'equipaggio Steve Webster/Gavin Simmons.

Al termine della gara sono stati assegnati matematicamente due titoli iridati della stagione, dopo quello della classe 80 e quello della classe 125 viene assegnato allo statunitense Eddie Lawson quello della classe 500; per lui si tratta del terzo titolo iridato, dopo quelli ottenuti nella stessa classe nel motomondiale 1984 e nel motomondiale 1986. Tra i sidecar si aggiudica il secondo titolo consecutivo il britannico Steve Webster che solitamente ha gareggiato con Tony Hewitt quale passeggero, il quale però proprio in questa occasione, a causa di un infortunio, è stato sostituito da Gavin Simmons.

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo posto nella gara, alle spalle del rivale Wayne Gardner è stato sufficiente a Eddie Lawson per festeggiare in anticipo il titolo mondiale; con 20 punti di vantaggio e un maggior numero di vittorie non può più essere superato. Al terzo posto sia della gara che della classifica mondiale è giunto lo statunitense Wayne Rainey[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Australia Wayne Gardner Honda 49.11.06 1 20
2 Stati Uniti Eddie Lawson Yamaha 49.12.97 5 17
3 Stati Uniti Wayne Rainey Yamaha 49.13.54 2 15
4 Italia Pierfrancesco Chili Honda 49.26.74 7 13
5 Giappone Tadahiko Taira Yamaha 49.30.97 11 11
6 Regno Unito Niall Mackenzie Honda 49.40.50 4 10
7 Regno Unito Ron Haslam Elf-Honda 50.08.50 15 9
8 Regno Unito Robert McElnea Suzuki 50.09.30 13 8
9 Francia Patrick Igoa Yamaha 50.10.42 14 7
10 Italia Fabio Barchitta Honda 50.57.02 17 6
11 Svizzera Marco Gentile Fior 50.57.20 18 5
12 Italia Marco Papa Honda 51.11.50 20 4
13 Italia Alessandro Valesi Honda 51.11.70 23 3
14 Svezia Peter Lindén Honda 1 giro 28 2
15 Svizzera Bruno Kneubühler Honda 1 giro 21 1
16 Italia Fabio Biliotti Honda 1 giro 22
17 Svizzera Wolfgang von Muralt Suzuki 1 giro 24
18 Jugoslavia Silvo Habat Honda 1 giro 33
19 Germania Manfred Fischer Honda 1 giro 26
20 Francia Rachel Nicotte Honda 1 giro 30
21 Austria Karl Truchsess Honda 1 giro 19
22 Svizzera Niggi Schmassmann Honda 1 giro 32
23 Danimarca Claus Wulff Honda 1 giro 34
24 Cecoslovacchia Pavol Dekanek Honda 2 giri 37

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Irlanda Eddie Laycock Honda Problema tecnico 27
Spagna Daniel Amatriaín Honda Uscita di pista 31
Stati Uniti Randy Mamola Cagiva Problema al motore 10
Francia Christian Sarron Yamaha Caduta 3
Francia Raymond Roche Cagiva Problema al motore 16
Australia Kevin Magee Yamaha Caduta 9
Stati Uniti Kevin Schwantz Suzuki Problema al motore 6
Belgio Didier de Radiguès Yamaha Caduta 8
Austria Josef Doppler Honda Caduta 36
Regno Unito Roger Burnett Honda Problema tecnico (frizione) 12
Regno Unito Simon Buckmaster Honda Caduta 25

Non partiti[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Austria Rudolf Zeller Honda 35
Germania Andreas Leuthe Suzuki 29

Non qualificati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto
Venezuela Larry Vacondio Suzuki
Paesi Bassi Harry Heutmekers Suzuki
Regno Unito Ian Pratt Suzuki
Cecoslovacchia Imrich Majoros Suzuki
Cecoslovacchia Marian Troliga Suzuki
Austria Franz Schopf Suzuki
Stati Uniti Michael Wild Suzuki
Cecoslovacchia Petr Hlavatka Suzuki

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Continua la lotta al vertice della classifica della 250, lo spagnolo Juan Garriga con la vittoria della gara si avvicina al connazionale Sito Pons, qui giunto al secondo posto; il distacco è ora di 6 punti. Al terzo posto della gara è giunto l'italiano Luca Cadalora[1].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Juan Garriga Yamaha 43.54.72 2 20
2 Spagna Sito Pons Honda 43.58.41 3 17
3 Italia Luca Cadalora Yamaha 44.05.20 6 15
4 Italia Loris Reggiani Aprilia 44.05.81 10 13
5 Spagna Carlos Cardús Honda 44.06.12 4 11
6 Germania Reinhold Roth Honda 44.06.43 5 10
7 Svizzera Jacques Cornu Honda 44.10.03 7 9
8 Francia Dominique Sarron Honda 44.24.81 1 8
9 Venezuela Carlos Lavado Yamaha 44.24.91 8 7
10 Germania Jochen Schmid Honda 44.25.77 14 6
11 Francia Jean-Philippe Ruggia Yamaha 44.30.15 9 5
12 Germania Helmut Bradl Honda 44.32.75 18 4
13 Giappone Masahiro Shimizu Honda 44.39.97 16 3
14 Italia Bruno Casanova Aprilia 44.47.07 13 2
15 Germania Harald Eckl Aprilia 44.47.39 19 1
16 Italia Stefano Caracchi Honda 44.47.50 12
17 Venezuela Ivan Palazzese Yamaha 44.47.75 17
18 Germania Martin Wimmer Yamaha 44.48.14 11
19 Andorra Javier Cardelús Aprilia 45.04.30 23
20 Regno Unito Gary Cowan Yamaha 45.15.62 30
21 Francia Jean-François Baldé Rotax 45.16.43 24
22 Svizzera Urs Lüzi Honda 45.17.15 27
23 Francia Jean-Francois Foray Yamaha 45.17.50 29
24 Germania Manfred Herweh Yamaha 45.18.03 22
25 Belgio René Delaby Yamaha 45.19.63 31
26 Italia Paolo Casoli Garelli 45.20.17 25
27 Francia Jean-Michel Mattioli Yamaha 45.22.07 20
28 Italia Maurizio Vitali Rotax 45.31.40 26
29 Italia Massimo Matteoni Yamaha 45.39.09 33
30 Germania Hans Becker Yamaha 45.43.17 36
31 Austria Andreas Preining Aprilia 45.43.30 28
32 Regno Unito Kevin Mitchell Yamaha 46.02.02 34

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Il già matematicamente campione della classe, lo spagnolo Jorge Martínez, si impone anche nella gara conclusiva della stagione, ottenendo il nono successo su undici prove disputate. Alle sue spalle si sono classificati il connazionale Julián Miralles Caballero e l'olandese Hans Spaan[1].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Jorge Martínez Derbi 39.50.94 2 20
2 Spagna Julián Miralles Caballero Honda 39.51.12 13 17
3 Paesi Bassi Hans Spaan Honda 39.51.29 1 15
4 Italia Corrado Catalano Aprilia 39.56.52 3 13
5 Italia Ezio Gianola Honda 39.57.07 6 11
6 Regno Unito Robin Milton Honda 40.05.76 12 10
7 Germania Stefan Prein Honda 40.07.14 7 9
8 Regno Unito Alex Bedford Honda 40.14.33 18 8
9 Belgio Lucio Pietroniro Honda 40.15.00 5 7
10 Stati Uniti Allan Scott Honda 40.15.15 24 6
11 Italia Gastone Grassetti Honda 40.15.28 9 5
12 Regno Unito Ian McConnachie Cagiva 40.15.43 16 4
13 Germania Adi Stadler Honda 40.15.73 4 3
14 Svizzera Heinz Lüthi Honda 40.15.97 10 2
15 Finlandia Jussi Hautaniemi Honda 40.16.22 27 1
16 Germania Alfred Waibel Waibel 40.35.75 26
17 Spagna Àlex Crivillé Derbi 40.36.19 32
18 Algeria Bady Hassaine Honda 40.36.41 25
19 Francia Jean-Claude Selini Honda 40.37.19 23
20 Germania Gerhard Waibel Honda 40.37.53 21
21 Giappone Koji Takada Honda 40.38.28 15
22 Giappone Hisashi Unemoto Honda 40.39.68 37
23 Danimarca Flemming Kistrup Honda 40.40.56 29
24 Italia Domenico Brigaglia Gazzaniga 40.48.61 17
25 Italia Pier Paolo Bianchi Cagiva 40.55.36 14
26 Spagna Juan Ramon Bolart JJ Cobas 41.02.26 28
27 Italia Paolo Scappini Honda 41.14.61 35
28 Finlandia Johnny Wickström Honda 41.41.80 22

Classe 80[modifica | modifica wikitesto]

Anche nella classe di minor cilindrata, con il titolo iridato già assegnato da tempo, continua il dominio dello spagnolo Jorge Martínez che si è imposto per la sesta volta su sette prove, precedendo lo svizzero Stefan Dörflinger e il connazionale Àlex Crivillé[1].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Jorge Martínez Derbi 31.45.82 1 20
2 Svizzera Stefan Dörflinger Krauser 31.46.06 2 17
3 Spagna Àlex Crivillé Derbi 32.07.22 14 15
4 Ungheria Juhász Károly Krauser 32.07.31 6 13
5 Italia Giuseppe Ascareggi BBFT 32.07.78 12 11
6 Bulgaria Bogdan Nikolov Krauser 32.21.36 4 10
7 Italia Gabriele Gnani Gnani 32.21.60 11 9
8 Paesi Bassi Bert Smit Krauser 32.30.22 16 8
9 Germania Günter Schirnhofer Krauser 32.30.51 5 7
10 Svizzera René Dünki Krauser 32.44.21 13 6
11 Paesi Bassi Adrie Nijenhuis Casal 32.44.33 22 5
12 Jugoslavia Janez Pintar Eberhardt 32.44.58 21 4
13 Ungheria János Szabó Krauser 32.49.54 8 3
14 Germania Heinz Paschen Kiefer 32.52.49 17 2
15 Belgio Jacques Bernard Fantic 33.08.13 27 1
16 Svizzera Reiner Koster Casal 33.08.68 19
17 Paesi Bassi Kees Besseling CJB 33.10.90 18
18 Spagna Herri Torrontegui Autisa 33.16.50 15
19 Regno Unito Stuart Edwards Casal 33.31.83 26
20 Spagna Jaime Mariano Krauser 33.37.55 9
21 Germania Hagen Klein Honda 33.43.21 24
22 Italia Paolo Priori Krauser 33.46.64 31
23 Jugoslavia Alojz Pavlič Seel 33.46.91 34
24 Germania Thomas Engl GPE 33.55.44 32
25 Spagna Xavier Arumi Krauser 34.05.69 30
26 Ungheria Peter Tibori Casal 34.07.28 35
27 Francia Lionel Robert SPR 34.07.47 36
28 Svizzera Stefan Brägger Casal 1 giro 20

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Spagna Manuel Herreros Derbi 10
Paesi Bassi Hans Koopman Ziegler 23
Germania Matthias Ehinger Krauser 28
Germania Jörg Seel Seel 3
Germania Michael Gschwander Seel 29
Belgio Serge Julin Casal 25
Francia Paul Bordes RB 33
Paesi Bassi Jos van Dongen Casal 7

Non qualificati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto
Cecoslovacchia Otto Krmiček Casal
Cecoslovacchia Jan Vanecek Krauser
Cecoslovacchia Kvetoslav Samák Casal
Belgio Chris Baert Casal
Cecoslovacchia Eduard Klimek RG
Austria Otto Machinek Om-Spezial
Cecoslovacchia Zbynek Havrda Honda
Italia Nicola Casadei Casal
Finlandia T. Kauhanen Casal

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Tony Hewitt, passeggero di Steve Webster, è costretto a saltare l'ultima gara a causa di un infortunio riportato al Lucky Strike Racing Day sul circuito di Zandvoort; lo sostituisce Gavin Simmons. Proprio Webster e Simmons vincono la corsa e si aggiudicano il titolo mondiale; è decisivo il ritiro per un guasto meccanico di Rolf Biland-Kurt Waltisperg, arrivati a Brno con 18 punti di vantaggio sui britannici; agli svizzeri sarebbe quindi bastato un 14º posto per diventare campioni. Il secondo posto in gara va ad Egbert Streuer-Bernard Schnieders, gli unici a insidiare la vittoria di Webster-Simmons[3][4].

Il secondo titolo consecutivo di Webster e Hewitt è dovuto principalmente alla costanza di risultati, sono infatti sempre andati a podio. Chiudono il campionato con 156 punti, mentre Biland, che ha vinto 6 gare, si ferma a 154. Streuer, 97 punti, scavalca Michel al terzo posto.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5][modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Regno Unito Steve Webster Regno Unito Gavin Simmons LCR-Krauser 37'14"88[3] 20
2 Paesi Bassi Egbert Streuer Paesi Bassi Bernard Schnieders LCR-Yamaha +0"45 17
3 Svizzera Markus Egloff Svizzera Urs Egloff LCR-ADM +18"16 15
4 Giappone Masato Kumano Svizzera Markus Fährni LCR-Yamaha +28"17 13
5 Francia Alain Michel Francia Jean-Marc Fresc LCR-Krauser +28"63 11
6 Germania Bernd Scherer Germania Thomas Schröder BSR-Krauser +1'04"13 10
7 Germania Fritz Stölzle Germania Hubert Stölzle LCR-Krauser 9
8 Regno Unito Derek Jones Regno Unito Peter Brown LCR-Yamaha 8
9 Francia Yvan Nigrowsky Francia Martial Charpentier Seymaz-JPX 7
10 Germania Werner Kraus Germania Oliver Schuster Busch-? 6
11 Austria Wolfgang Stropek Germania Wolfgang Bock LCR-Krauser 5
12 Regno Unito Barry Brindley Regno Unito Graham Rose LCR-Yamaha 4
13 Regno Unito Clive Stirrat Regno Unito Simon Prior LCR-Yamaha 3
14 Paesi Bassi Theo van Kempen Paesi Bassi Geral de Haas LCR-Yamaha 2
15 Francia Jean-Louis Millet Francia Claude Debroux LCR-Yamaha 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (ES) Garriga no se rinde, El Mundo Deportivo, 29 agosto 1988. URL consultato il 18 maggio 2016.
  2. ^ a b Agostini vince con Lawson, La Stampa, 29 agosto 1988. URL consultato il 18 maggio 2016.
  3. ^ a b (FR) La grande malchance de Biland/Waltisperg, La Liberté, 29 agosto 1988, p. 31. URL consultato il 3 marzo 2019.
  4. ^ (NL) Desastreus seizoenslot Biland/Waltisperg, Nieuwsblad van het Noorden, 29 agosto 1988, p. 17. URL consultato il 1º dicembre 2017.
  5. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 13 gennaio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1988
Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Europe.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Brazil (1968–1992).svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1987
Gran Premio motociclistico di Cecoslovacchia
Altre edizioni
Edizione successiva:
1989