Motomondiale 1997

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Motomondiale 1997
Edizione n. 49 del Motomondiale
Dati generali
Inizio 13 aprile
Termine 5 ottobre
Prove 15
Titoli in palio
Classe 500 Australia Mick Doohan
su Honda NSR 500
Classe 250 Italia Max Biaggi
su Honda RS 250 R
Classe 125 Italia Valentino Rossi
su Aprilia RS 125 R
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La stagione 1997 è stata la quarantanovesima del motomondiale; nel calendario non furono introdotte novità, le prove restarono sempre 15 come l'anno precedente. La novità più importante fu che da questa edizione del motomondiale i sidecar vennero esclusi dal Motomondiale e corsero un campionato separato, per poi venire abbinati alle gare del campionato mondiale Superbike dall'edizione 1999 dello stesso.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda i regolamenti tecnici non furono introdotte novità di rilievo; molte furono invece le novità nel calendario dei gran premi. Le trasferte asiatiche iniziali del campionato diventarono solo due, con lo spostamento del Gran Premio motociclistico dell'Indonesia a fine stagione, poco distante da quello d'Australia. Venne modificata anche la parte centrale del calendario che, per molti anni, aveva previsto una serie ininterrotta di prove in Europa: in quest'occasione le 10 prove europee furono intramezzate da una trasferta in Sudamerica per l'effettuazione del Gran Premio motociclistico del Brasile.

Quarto mondiale consecutivo per Michael Doohan e la Honda in 500: il pilota australiano riuscì a superare il record di vittorie in una stagione di Giacomo Agostini (dodici vittorie sulle quindici gare disputate). Suzuki e Yamaha non erano in grado di tornare ai livelli dei primi anni '90, mentre l'Aprilia decise di ritirarsi dalla classe, nonostante il decimo posto di Doriano Romboni in classifica.

Nella classe 250, Max Biaggi si confermò iridato nonostante il cambio di moto (dalla Aprilia alla Honda), dovuto a incomprensioni con il costruttore italiano ed anche alla possibilità offertagli dal team Kanemoto di andare l'anno successivo in 500.

Nella ottavo di litro, schiacciante vittoria di Valentino Rossi, che distaccò il secondo Ueda di quasi cento punti.

Il calendario[modifica | modifica wikitesto]

Data
Resoconto
Gran Premio
(Circuito)
Vincitori
classe 125 classe 250 classe 500
13 aprile
Resoconto
Malesia GP della Malesia
(Shah Alam)
Italia Valentino Rossi Italia Max Biaggi Australia Michael Doohan
20 aprile
Resoconto
Giappone GP del Giappone
(Suzuka)
Giappone Noboru Ueda Giappone Daijiro Kato Australia Michael Doohan
4 maggio
Resoconto
Spagna GP di Spagna
(Jerez)
Italia Valentino Rossi Germania Ralf Waldmann Spagna Àlex Crivillé
18 maggio
Resoconto
Italia GP d'Italia
(Mugello)
Italia Valentino Rossi Italia Max Biaggi Australia Michael Doohan
1º giugno
Resoconto
Austria GP d'Austria
(A1-Ring)
Giappone Noboru Ueda Francia Olivier Jacque Australia Michael Doohan
8 giugno
Resoconto
Francia GP di Francia
(Paul Ricard)
Italia Valentino Rossi Giappone Tetsuya Harada Australia Michael Doohan
28 giugno
Resoconto
Paesi Bassi GP d'Olanda
(Assen)
Italia Valentino Rossi Giappone Tetsuya Harada Australia Michael Doohan
6 luglio
Resoconto
Emilia-Romagna GP Città di Imola
(Imola)
Italia Valentino Rossi Italia Max Biaggi Australia Michael Doohan
20 luglio
Resoconto
Germania GP di Germania
(Nürburgring)
Italia Valentino Rossi Giappone Tetsuya Harada Australia Michael Doohan
3 agosto
Resoconto
Brasile GP del Brasile
(Jacarepaguá)
Italia Valentino Rossi Francia Olivier Jacque Australia Michael Doohan
17 agosto
Resoconto
Regno Unito GP di Gran Bretagna
(Donington Park)
Italia Valentino Rossi Germania Ralf Waldmann Australia Michael Doohan
31 agosto
Resoconto
Rep. Ceca GP della Repubblica Ceca
(Brno)
Giappone Noboru Ueda Italia Max Biaggi Australia Michael Doohan
14 settembre
Resoconto
Catalogna GP di Catalogna
(Catalunya)
Italia Valentino Rossi Germania Ralf Waldmann Australia Michael Doohan
28 settembre
Resoconto
Indonesia GP dell'Indonesia
(Sentul)
Italia Valentino Rossi Italia Max Biaggi Giappone Tadayuki Okada
5 ottobre
Resoconto
Australia GP d'Australia
(Phillip Island)
Giappone Noboru Ueda Germania Ralf Waldmann Spagna Àlex Crivillé

Sistema di punteggio e legenda[modifica | modifica wikitesto]

Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 >
Punti 25 20 16 13 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0

Le classi[modifica | modifica wikitesto]

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

La Honda NSR 500 del team Repsol Honda, vincitrice del titolo mondiale con Doohan
Classifica costruttori
1 Honda 375
2 Yamaha 188
3 Suzuki 90
4 Aprilia 88
5 Modenas 68
6 Team Elf 60
7 ROC-Yamaha 12
- Paton 0

La stagione della classe 500 fu la prima stagione senza la Cagiva. Essa vide un dominio assoluto della Honda e dei piloti equipaggiati dalla NSR 500 che occuparono le prime 5 posizioni in classifica. Oltre alle dodici vittorie ottenute da Michael Doohan, anche le restanti tre furono appannaggio della casa motociclistica giapponese, 2 con Àlex Crivillé e l'ultima con Tadayuki Okada.

Il dominio del pilota australiano fu così netto che riuscì a festeggiare la conferma matematica del titolo già nel Gran Premio motociclistico di Gran Bretagna con 5 gare di anticipo.

L'unica novità tra le case presenti fu rappresentata dalla Modenas che presentava la KR V3, un modello progettato dal team che faceva capo all'ex campione del mondo Kenny Roberts e guidata da suo figlio Kenny Jr.

Al 3º e al 5º posto nella classifica generale si piazzarono due dei fratelli Aoki, Nobuatsu e Takuma; il terzo dei fratelli, Haruchika si piazzò invece all'ottavo posto in 250.

In occasione del Gp della Repubblica Ceca solo 14 piloti giunsero al traguardo, di conseguenza non vennero assegnati tutti i punti disponibili[1].

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1997.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of France.svg Flag of the Netherlands.svg Imola-Stemma.png Flag of Germany.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Catalonia.svg Flag of Indonesia.svg Flag of Australia.svg P.ti
1 Australia Michael Doohan Honda 1 1 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2 Rit 340
2 Giappone Tadayuki Okada Honda 10 3 3 Rit 2 3 12 5 2 2 2 Rit 6 1 4 197
3 Giappone Nobuatsu Aoki Honda 3 5 5 3 4 Rit 4 2 4 4 4 3 5 4 Rit 179
4 Spagna Álex Crivillé Honda 2 2 1 4 5 4 NP 4 3 3 1 172
5 Giappone Takuma Aoki Honda 5 4 4 Rit 5 Rit 3 3 10 6 7 7 2 134
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of France.svg Flag of the Netherlands.svg Imola-Stemma.png Flag of Germany.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Catalonia.svg Flag of Indonesia.svg Flag of Australia.svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

La Honda NSR250 del Marlboro Team Kanemoto, con la quale Biaggi vinse il titolo mondiale
Classifica costruttori
1 Honda 360
2 Aprilia 268
3 TSR Honda 109
4 Yamaha 81
5 Suzuki 72

In 250 la lotta per il titolo iridato piloti fu molto aspra e combattuta sino al termine del campionato: ancora all'ultima prova erano tre i piloti in grado di aggiudicarsi il titolo, Max Biaggi e Ralf Waldmann in sella a Honda e Tetsuya Harada su Aprilia che terminarono infine in quest'ordine. Il titolo costruttori andò invece più facilmente alla Honda.

Da rilevare il primo caso della storia del motomondiale in cui un pilota invitato grazie ad una wild card riuscì a vincere il gran premio relativo: si trattò di Daijiro Kato in occasione del GP del Giappone. Altro episodio particolare della stagione fu la squalifica comminata a Biaggi durante il GP d'Olanda con l'esposizione della bandiera nera in seguito alla mancata osservazione della penalizzazione di uno stop and go che gli era stata assegnata.

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1997.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of France.svg Flag of the Netherlands.svg Imola-Stemma.png Flag of Germany.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Catalonia.svg Flag of Indonesia.svg Flag of Australia.svg P.ti
1 Italia Max Biaggi Honda 1 7 3 1 3 2 SQ 1 4 5 Rit 1 2 1 2 250
2 Germania Ralf Waldmann Honda 4 5 1 4 2 3 2 4 3 12 1 4 1 7 1 248
3 Giappone Tetsuya Harada Aprilia 2 3 2 Rit 17 1 1 5 1 2 2 3 4 4 5 235
4 Francia Olivier Jacque Honda 3 NP 7 5 1 Rit Rit 2 2 1 4 2 6 3 3 201
5 Giappone Tōru Ukawa Honda 6 2 Rit Rit 5 5 4 3 6 3 5 5 3 2 8 173
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of France.svg Flag of the Netherlands.svg Imola-Stemma.png Flag of Germany.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Catalonia.svg Flag of Indonesia.svg Flag of Australia.svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Classifica costruttori
1 Aprilia 351
2 Honda 287
3 Yamaha 139

La stagione dell'ottavo di litro fu all'insegna di Valentino Rossi che si aggiudicò il titolo in sella ad una Aprilia tagliando il traguardo in prima posizione in 11 delle 15 occasioni; l'unico altro pilota ad aggiudicarsi dei gran premi fu il giapponese Noboru Ueda su una Honda. Ueda fu anche il primo dei quattro piloti giapponesi che si piazzarono alle spalle dell'italiano; di questi non faceva parte il detentore del titolo dell'anno precedente, Haruchika Aoki, che era nel frattempo passato a gareggiare nella categoria superiore.

Il titolo riservato ai costruttori fu appannaggio dell'Aprilia che precedette la Honda.

Per quanto non giunto al traguardo, da registrare l'esordio nel motomondiale di Marco Melandri che, nel GP della Repubblica Ceca e all'età di 15 anni e 23 giorni, batté il record di più giovane pilota in un gran premio, superando quello precedente del venezuelano Ivan Palazzese che l'aveva stabilito nel motomondiale 1977 con 15 anni e 77 giorni.

Al termine della stagione si registrò anche il ritiro dalle competizioni da parte di Jorge Martínez, specialista delle piccole cilindrate, vincitore di quattro titoli iridati e sesto in classifica generale in quest'ultimo anno di gare.

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1997.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of France.svg Flag of the Netherlands.svg Imola-Stemma.png Flag of Germany.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Catalonia.svg Flag of Indonesia.svg Flag of Australia.svg P.ti
1 Italia Valentino Rossi Aprilia 1 Rit 1 1 2 1 1 1 1 1 1 3 1 1 6 321
2 Giappone Noboru Ueda Honda 3 1 2 4 1 Rit 4 5 Rit 2 3 1 3 4 1 238
3 Giappone Tomomi Manako Honda 7 12 5 5 3 2 2 2 Rit 4 8 2 5 5 3 190
4 Giappone Kazuto Sakata Aprilia 2 2 7 6 6 Rit 3 3 Rit 5 Rit 9 2 2 2 179
5 Giappone Masaki Tokudome Aprilia 5 13 4 7 5 7 Rit 9 10 2 8 11 6 8 120
Pos. Pilota Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of France.svg Flag of the Netherlands.svg Imola-Stemma.png Flag of Germany.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Catalonia.svg Flag of Indonesia.svg Flag of Australia.svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]