Motomondiale 1952

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Motomondiale 1952
Edizione n. 4 del Motomondiale
Dati generali
Inizio17 maggio
Termine5 ottobre
Prove8 (500), 7 (350), 6 (250 e 125), 5 (sidecar)
La 125 inizia il 9 giugno, le 350 e 250 terminano il 14 settembre
Titoli in palio
Classe 500Italia Umberto Masetti
su Gilera
Classe 350Regno Unito Geoff Duke
su Norton
Classe 250Italia Enrico Lorenzetti
su Moto Guzzi
Classe 125Regno Unito Cecil Sandford
su MV Agusta
SidecarRegno Unito Cyril Smith / Bob Clements-Les Nutt
su Norton
Altre edizioni
Precedente - Successiva

La stagione 1952 è stata la quarta della storia del Motomondiale.

Le prove in calendario furono 8, con l'introduzione del Gran Premio di Germania (con anche il ritorno delle moto e dei piloti tedeschi, esclusi sino ad allora dalle competizioni) che prese il posto del Gran Premio di Francia. La prima gara è stata il Gran Premio motociclistico di Svizzera disputatosi il 18 maggio e il termine si è avuto con il Gran Premio motociclistico di Spagna disputato il 5 ottobre.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

In questa stagione non ci furono modifiche regolamentari in merito ai punteggi, né per quanto riguarda la loro assegnazione ai primi 6 classificati di ogni prova, né per il conteggio totale in classifica dove restavano validi la metà + 1 dei punteggi ottenuti (i migliori 5 per la 500 e i migliori 4 per le altre classi).

Al termine della stagione il titolo della classe 500 fu appannaggio di Umberto Masetti su Gilera (al secondo titolo della carriera), quello della 350 fu di Geoff Duke su Norton (al suo terzo titolo), della 250 di Enrico Lorenzetti su Moto Guzzi e quello della 125 di Cecil Sandford su MV Agusta (prima vittoria della casa motociclistica italiana nel mondiale).

Tra i sidecar vincitore Cyril Smith in coppia con Bob Clements e Les Nutt; durante il primo gran premio della stagione delle motocarrozzette si è registrata anche la scomparsa di Ercole Frigerio, il pilota che si era aggiudicato per tre volte il secondo posto in classifica mondiale negli anni precedenti.

Il calendario[modifica | modifica wikitesto]

Data Gran Premio Circuito Vincitore 500 Vincitore 350 Vincitore 250 Vincitore 125 Vincitore sidecar Resoconto
17 maggio[1] Svizzera GP di Svizzera Bremgarten Regno Unito Jack Brett Regno Unito Geoff Duke Regno Unito Fergus Anderson Italia Albino Milani
Italia Giuseppe Pizzocri
Resoconto
11 giugno[2] Isola di Man Tourist Trophy Mountain Circuit Irlanda Reg Armstrong Regno Unito Geoff Duke Regno Unito Fergus Anderson Regno Unito Cecil Sandford Resoconto
28 giugno Paesi Bassi GP d’Olanda Assen Italia Umberto Masetti Regno Unito Geoff Duke Italia Enrico Lorenzetti Regno Unito Cecil Sandford Resoconto
6 luglio Belgio GP del Belgio Spa Italia Umberto Masetti Regno Unito Geoff Duke Regno Unito Eric Oliver
Regno Unito Stanley Price
Resoconto
20 luglio Germania GP di Germania Solitude Irlanda Reg Armstrong Irlanda Reg Armstrong Germania Rudi Felgenheier Germania Werner Haas Regno Unito Cyril Smith
Regno Unito Bob Clements
Resoconto
14 agosto[3] Irlanda del Nord GP dell’Ulster Clady Regno Unito Cromie McCandless Australia Ken Kavanagh Regno Unito Maurice Cann Regno Unito Cecil Sandford Resoconto
14 settembre Italia GP delle Nazioni Monza Regno Unito Leslie Graham Rhodesia Ray Amm Italia Enrico Lorenzetti Italia Emilio Mendogni Italia Ernesto Merlo
Italia Dino Magri
Resoconto
5 ottobre Spagna GP di Spagna Montjuïc Regno Unito Leslie Graham Italia Emilio Mendogni Regno Unito Eric Oliver
Italia Lorenzo Dobelli
Resoconto

Sistema di punteggio e legenda[modifica | modifica wikitesto]

Pos. 1 2 3 4 5 6 7>
Punti 8 6 4 3 2 1 0

Le classi[modifica | modifica wikitesto]

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Nella classe 500, alle vecchie rivali Gilera e Norton si aggiunse la MV Agusta; già prima della fine dell'anno riuscì ad aggiudicarsi le prime vittorie con Leslie Graham (il primo pilota iridato nella storia del mondiale nell'edizione del 1949), ciò però non impedì la conquista del titolo da parte di Umberto Masetti su Gilera che precedette appunto Graham e Reg Armstrong su Norton.

Il pilota detentore del titolo dell'anno precedente, Geoff Duke, non riuscì a difendere il titolo a causa di un incidente occorsogli in una gara non iridata allo Schottenring e che pose termine anticipatamente alla sua stagione di gare.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1952.
Classifica piloti (prime 6 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of Northern Ireland.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945-1977).svg P.ti
1 Italia Umberto Masetti Gilera Rit 1 1 Rit Rit 2 2 28
2 Regno Unito Leslie Graham MV Agusta Rit 2 7 Rit 4 Rit 1 1 25
3 Irlanda Reg Armstrong Norton Rit 1 4 Rit 1 Rit 6 5 22
4 Nuova Zelanda Rod Coleman AJS 5 4 5 5 Rit 2 Rit 15
5 Regno Unito Jack Brett AJS 1 Rit 9 4 Rit 4 7 14
- Australia Ken Kavanagh Norton 32 3 2 Rit 3 14
Pos. Pilota Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of Northern Ireland.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945-1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 350[modifica | modifica wikitesto]

Nella classe 350 Geoff Duke con la sua Norton riuscì facilmente ad aggiudicarsi il titolo: grazie alle 4 vittorie consecutive nelle prime gare il risultato finale venne subito acquisito e l'incidente occorsogli in Germania non ebbe ripercussioni sulla classifica finale.

Come negli anni immediatamente precedenti la parte del leone la fecero le case motociclistiche britanniche con le prime 10 posizioni occupate tutte da piloti Norton o AJS.

Da registrare in questa classe anche le prime vittorie ottenute, in assoluto, da piloti non europei: il primo fu l'australiano Ken Kavanagh, seguito poco dopo dal rhodesiano Ray Amm.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1952.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of Northern Ireland.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945-1977).svg P.ti
1 Regno Unito Geoffrey Duke Norton 1 1 1 1 NE 32
2 Irlanda Reg Armstrong Norton 3 2 4 3 1 2 - NE 24 (31)[4]
3 Rhodesia Ray Amm Norton 6 Rit 2 2 INF - 1 NE 21
4 Nuova Zelanda Rod Coleman AJS 2 3 3 - - 3 2 NE 20 (24)[4]
5 Australia Ken Kavanagh Norton - Rit 5 - 2 1 - NE 16
Pos. Pilota Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of Northern Ireland.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945-1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Nella quarto di litro le moto più efficienti risultarono le Moto Guzzi che piazzarono ai primi due posti Enrico Lorenzetti e Fergus Anderson, seguiti da Leslie Graham che durante la stagione utilizzò dapprima una Benelli ed in seguito una Velocette.

In 5 delle 6 prove disputate la vittoria andò a piloti equipaggiati da Moto Guzzi, con l'unica eccezione in Germania dove ad ottenere il successo fu la DKW di Rudi Felgenheier.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1952.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of Northern Ireland.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945-1977).svg P.ti
1 Italia Enrico Lorenzetti Moto Guzzi 2 2 1 NE - 2 1 NE 28 (34)[4]
2 Regno Unito Fergus Anderson Moto Guzzi 1 1 3 NE - - 3 NE 24
3 Regno Unito Leslie Graham Benelli e Velocette 3 4 - NE - 3 - NE 11
4 Regno Unito Maurice Cann Moto Guzzi - 5 - NE - 1 - NE 10
5 Germania Rudi Felgenheier DKW - - NE 1 - - NE 8
Pos. Pilota Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of Northern Ireland.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945-1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

La FB Mondial del 1952

Nella classe di minor cilindrata del mondiale si ebbe il successo della MV Agusta: Cecil Sandford la portò alla vittoria fin dalla prima prova in programma e con 3 successi su sei gare disputate precedette in classifica Carlo Ubbiali su FB Mondial. Si interruppe così l'egemonia totale di Mondial che aveva ottenuto il successo in tutti i gran premi disputati dall'inizio della storia del motomondiale e proprio quest'anno non colse invece alcuna vittoria ma solo quattro secondi posti con Ubbiali.

Buona anche l'avventura iridata della Morini: Emilio Mendogni ottenne due vittorie negli ultimi due gran premi dell'anno e si piazzò al terzo posto nella classifica generale.

L'ultima vittoria nelle 6 prove del calendario fu invece appannaggio di Werner Haas su NSU.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1952.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of Northern Ireland.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945-1977).svg P.ti
1 Regno Unito Cecil Sandford MV Agusta NE 1 1 NE 3 1 Rit 3 28 (32)[4]
2 Italia Carlo Ubbiali FB Mondial NE 2 2 NE 2 Rit 2 Rit 24
3 Italia Emilio Mendogni Morini NE - NE - - 1 1 16
4 Regno Unito Leslie Graham MV Agusta NE - NE - - 3 2 10
5 Italia Luigi Zinzani Morini NE 3 NE 6 - 4 6 9
Pos. Pilota Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of Northern Ireland.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945-1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Il risultato della classe sidecar fu influenzato dall'incidente occorso ai campioni in carica dell'anno precedente Oliver/Dobelli prima dell'inizio della stagione; per quanto il tempo di recupero si fosse rivelato più breve delle aspettative e per quanto fossero riusciti ad ottenere due vittorie parziali, il titolo fu appannaggio di Cyril Smth che durante l'anno ebbe come passeggero dapprima Bob Clements ed in seguito Les Nutt. Questo perché Smith riuscì ad essere regolare nei risultati, piazzandosi in ogni occasione sul podio, pur con una sola vittoria.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 1952.
Classifica equipaggi (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of Northern Ireland.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945-1977).svg P.ti
1 Regno Unito Cyril Smith/Bob Clements-Les Nutt[5] Norton 2 NE NE 3 1 NE 2 3 24 (28)[4]
2 Italia Albino Milani/Giuseppe Pizzocri Gilera 1 NE NE 2 - NE 3 Rit 18
3 Italia Ernesto Merlo/Dino Magri Gilera - NE NE 4 2 NE 1 Rit 17
4 Francia Germania Jacques Drion/Bob Onslow-Inge Stoll-Laforge[6] Norton 3 NE NE 6 3 NE 4 2 17 (18)[4]
5 Regno Unito Italia Eric Oliver/Stanley Price-Lorenzo Dobelli[7] Norton NE NE 1 Rit NE Rit 1 16
Pos. Pilota Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of Northern Ireland.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945-1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le gare si svolsero anche il 18 maggio
  2. ^ Le gare si svolsero poi sino al 13 giugno
  3. ^ Le gare si svolsero anche il 16 agosto
  4. ^ a b c d e f Tra parentesi i punti che sarebbero stati ottenuti senza gli scarti regolamentari
  5. ^ Clements fu passeggero nei primi 3 GP, Nutt nei restanti 2.
  6. ^ Onslow fu passeggero nei primi 3 GP, la Stoll-Laforge negli ultimi 2.
  7. ^ Price sostituì l'infortunato Dobelli nel solo GP del Belgio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]