Gran Premio motociclistico di Francia 1987

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francia GP di Francia 1987
412º GP della storia del Motomondiale
8ª prova su 15 del 1987
Circuit Le Mans Bugatti.png
Data 19 luglio 1987
Nome ufficiale Grand Prix de France
Luogo Circuito Bugatti
Percorso 4,24 km
Clima Pioggia
Risultati
Classe 500
367º GP nella storia della classe
Distanza 29 giri, totale 122,96 km
Pole position Giro veloce
Francia Christian Sarron Stati Uniti Randy Mamola
Yamaha in 1'42,38 Yamaha
Podio
1. Stati Uniti Randy Mamola
Yamaha
2. Italia Pierfrancesco Chili
Honda
3. Francia Christian Sarron
Yamaha
Classe 250
374º GP nella storia della classe
Distanza 24 giri, totale 101,76 km
Pole position Giro veloce
Francia Dominique Sarron Germania Reinhold Roth
Honda in 1'46,58 Honda
Podio
1. Germania Reinhold Roth
Honda
2. Francia Dominique Sarron
Honda
3. Spagna Sito Pons
Honda
Classe 125
357º GP nella storia della classe
Distanza 22 giri, totale 93,28 km
Pole position Giro veloce
Italia Fausto Gresini Italia Fausto Gresini
Garelli in 1'52,48 Garelli
Podio
1. Italia Fausto Gresini
Garelli
2. Italia Ezio Gianola
Honda
3. Italia Bruno Casanova
Garelli
Classe sidecar
Distanza 22 giri
Pole position Giro veloce
Svizzera Rolf Biland Regno Unito Steve Webster
LCR-Krauser LCR-Krauser
Podio
1. Svizzera Rolf Biland
LCR-Krauser
2. Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Yamaha
3. Regno Unito Steve Webster
LCR-Krauser

Il Gran Premio motociclistico di Francia 1987 fu l'ottavo appuntamento del motomondiale 1987, 53ª edizione del Gran Premio motociclistico di Francia e 31ª valida per il motomondiale.

Nell'alternanza delle piste francesi che lo ospitarono, quest'anno si svolse il 19 luglio 1987 sul circuito Bugatti di Le Mans e vide la vittoria di Randy Mamola nella classe 500, di Reinhold Roth nella classe 250, di Fausto Gresini in classe 125 e di Rolf Biland/Kurt Waltisperg nei sidecar[1][2].

Da registrare la curiosità che la pole position nelle due classi maggiori è stata ottenuta da due fratelli, Christian e Dominique Sarron.

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

In una gara caratterizzata da una pioggia battente si è imposto lo statunitense Randy Mamola che ha preceduto l'italiano Pierfrancesco Chili e il francese Christian Sarron.

In classifica generale resta al comando l'australiano Wayne Gardner davanti a Mamola e all'altro statunitense e campione mondiale in carica Eddie Lawson[1].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Stati Uniti Randy Mamola Yamaha 58.43.50 7 15
2 Italia Pierfrancesco Chili Honda 59.17.68 12 12
3 Francia Christian Sarron Yamaha 59.24.14 1 10
4 Australia Wayne Gardner Honda 59.27.69 2 8
5 Regno Unito Ron Haslam Elf-Honda 59.33.75 15 6
6 Regno Unito Kenny Irons Suzuki 59.49.52 6 5
7 Regno Unito Niall Mackenzie Yamaha 1.00.17.03 4 4
8 Giappone Shunji Yatsushiro Honda 1.00.22.35 11 3
9 Stati Uniti Kevin Schwantz Suzuki 1.00.22.89 5 2
10 Regno Unito Roger Burnett Honda 1.00.41.37 14 1
11 Svizzera Marco Gentile Fior 1 giro 16
12 Germania Manfred Fischer Honda 1 giro 20
13 Regno Unito Simon Buckmaster Honda 1 giro 26
14 Jugoslavia Silvo Habat Honda 1 giro 29
15 Paesi Bassi Maarten Duyzers Honda 2 giri 28
16 Italia Vittorio Scatola Paton 2 giri 23
17 Spagna Daniel Amatriaín Honda 2 giri 27
18 Francia Daniel Pauget Honda 2 giri 36
19 Francia Rachel Nicotte Suzuki 2 giri 31
20 Regno Unito Ian Pratt Suzuki 2 giri 35
21 Regno Unito Alan Jeffery Suzuki 3 giri 32
22 Francia Louis-Luc Maisto Honda 3 giri 25

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
San Marino Fabio Barchitta Honda 24
Paesi Bassi Kees van der Endt Honda 33
Francia Hervé Guilleux Fior 19
Svizzera Bruno Kneubühler Honda 22
Stati Uniti Eddie Lawson Yamaha 3
Germania Andreas Leuthe Honda 30
Regno Unito Robert McElnea Yamaha 9
Svizzera Wolfgang von Muralt Suzuki 17
Belgio Didier de Radiguès Cagiva 13
Germania Gustav Reiner Honda 18
Finlandia Ari Rämö Honda 34
Francia Raymond Roche Cagiva 8
Nuova Zelanda Richard Scott Yamaha 10
Italia Alessandro Valesi Honda 21

Non qualificati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto
Regno Unito Ray Swann Honda
Germania Rolf Aljes Suzuki
Giappone Tadahiko Taira Yamaha
Grecia Stelio Marmaras Suzuki

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Con la vittoria nella gara, che è anche la prima in carriera nel mondiale, il tedesco Reinhold Roth ritrova anche la testa della classifica generale, distaccando di 15 punti il connazionale Anton Mang costretto al ritiro. Nella gara al secondo posto è giunto il francese Dominique Sarron e al terzo lo spagnolo Carlos Cardús[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Germania Reinhold Roth Honda 49.46.33 3 15
2 Francia Dominique Sarron Honda 50.01.88 1 12
3 Spagna Carlos Cardús Honda 50.08.27 11 10
4 Spagna Sito Pons Honda 50.14.45 10 8
5 Germania Manfred Herweh Honda 50.17.22 8 6
6 Austria Hans Lindner Honda 50.21.01 24 5
7 Italia Loris Reggiani Aprilia 50.28.88 9 4
8 Francia Jean-Philippe Ruggia Yamaha 50.33.04 15 3
9 Regno Unito Donnie McLeod EMC 50.33.40 16 2
10 Germania Martin Wimmer Yamaha 50.59.17 2 1
11 Spagna Alberto Puig JJ Cobas 51.06.88 17
12 Francia Hervé Duffard Honda 51.12.05 31
13 Svizzera Urz Luzi Honda 51.16.11 28
14 Austria Andreas Preining Rotax 51.19.83 35
15 Italia Luca Cadalora Yamaha 1 giro 23
16 Regno Unito Gary Cowan Honda 1 giro 36
17 Francia Bruno Bonhuil Honda 1 giro 27
18 Svizzera Nedy Crotta Rotax 1 giro 33
19 Belgio René Delaby Yamaha 1 giro 32
20 Austria Englebert Neumair Rotax 1 giro 34
21 Francia Christian Boudinot Fior 2 giri 20
22 Francia Alain Bronec Honda 3 giri 29

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Francia Guy Bertin Honda 13
Francia Jean-François Baldé Honda 22
Italia Stefano Caracchi Honda 25
Andorra Javier Cardelús JJ Cobas 26
Svizzera Jacques Cornu Honda 5
Germania Harald Eckl Honda 21
Francia Jean Foray Yamaha 30
Francia Patrick Igoa Yamaha 6
Venezuela Carlos Lavado Yamaha 7
Germania Anton Mang Honda 4
Belgio Stéphane Mertens Honda 12
Francia Jean-Michel Mattioli Yamaha 14
Venezuela Ivan Palazzese Yamaha 18
Germania Jochen Schmid Yamaha 19

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto
Spagna Juan Garriga Yamaha

Non qualificati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto
Francia Didier Bordeaux Yamaha
Italia Marcellino Lucchi Honda
Svizzera Bernard Haenggeli Yamaha
Svizzera Urs Jucker Yamaha
Francia Jean-Louis Guignabodet Honda
Francia Richard Gauthier Yamaha
Francia Bruno Sparza Honda
Italia Alberto Rota Honda
Francia Etienne Quartararo Honda
Austria Siegfried Minich Honda
Francia Michel Galbit JBB
Italia Fausto Ricci Honda
Francia Philippe Pagano Yamaha

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Neanche la pioggia è riuscita a fermare la serie di vittorie ininterrotte di Fausto Gresini che qui ha colto il sesto successo; alle sue spalle ancora una volta due altri italiani, nell'ordine Ezio Gianola e Bruno Casanova[1]

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Italia Fausto Gresini Garelli 47.37.84 1 15
2 Italia Ezio Gianola Honda 48.20.76 13 12
3 Italia Bruno Casanova Garelli 48.33.34 2 10
4 Austria Mike Leitner MBA 48.43.61 8 8
5 Italia Paolo Casoli Moto AGV 48.57.33 3 6
6 Finlandia Johnny Wickström Tunturi 49.15.80 15 5
7 Italia Domenico Brigaglia Moto AGV 49.22.50 17 4
8 Belgio Olivier Liégeois Assmex 49.34.36 12 3
9 Italia Gastone Grassetti MBA 49.48.98 18 2
10 Danimarca Flemming Kistrup MBA 49.57.19 19 1
11 Germania Adi Stadler MBA 1 giro 7
12 Argentina Willy Pérez Zanella 1 giro 11
13 Stati Uniti Allan Scott EMC 1 giro 36
14 Svezia Håkan Olsson Starol 1 giro 21
15 Venezuela Ivan Troisi MBA 1 giro 25
16 Francia Michel Escudier MBA 1 giro 26
17 Francia Denis Longueville MBA 1 giro 31
18 Spagna Andrés Sánchez Ducados 2 giri 4
19 Francia Laurent Chapeau MBA 3 giri 34

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Come ad Assen la gara si corre sotto la pioggia, ma stavolta la vittoria va a Rolf Biland-Kurt Waltisperg, che distanziano Streuer-Schnieders e Webster-Hewitt[3][4].

In classifica Webster rimane in testa con 60 punti, davanti a Streuer a 51, Michel a 50 e Biland a 38.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5][modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Svizzera Rolf Biland Svizzera Kurt Waltisperg LCR-Krauser 45'47"15 15
2 Paesi Bassi Egbert Streuer Paesi Bassi Bernard Schnieders LCR-Yamaha 46'01"95 12
3 Regno Unito Steve Webster Regno Unito Tony Hewitt LCR-Krauser 46'03"22 10
4 Francia Alain Michel Francia Jean-Marc Fresc LCR-Krauser 46'15"39 8
5 Regno Unito Derek Jones Regno Unito Brian Ayres LCR-Yamaha 46'58"02 6
6 Giappone Yoshisada Kumagaya Regno Unito Brian Barlow Windle-Yamaha 47'19"20 5
7 Paesi Bassi Theo van Kempen Paesi Bassi Geral de Haas LCR-Yamaha 47'23"36 4
8 Regno Unito Steve Abbott Regno Unito Shaun Smith Windle-Yamaha 47'26"21 3
9 Svizzera Alfred Zurbrügg Regno Unito Simon Birchall LCR-Yamaha 47'36"47 2
10 Germania Ovest Bernd Scherer Germania Ovest Wolfgang Gess BRS-Yamaha 47'38"79 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Il "paninaro" Chili secondo nella 500, La Stampa, 20 luglio 1987. URL consultato l'11 maggio 2016.
  2. ^ a b (ES) Cardus subio al podio, El Mundo Deportivo, 20 luglio 1987. URL consultato l'11 maggio 2016.
  3. ^ (FR) Biland-Waltisperg et Mamola: mème refrain, La Liberté, 20 luglio 1987, p. 21. URL consultato il 24 febbraio 2019.
  4. ^ (NL) Streuer houdt in waterrace kans op titel overeind, Nieuwsblad van het Noorden, 20 luglio 1987, p. 13. URL consultato il 27 novembre 2017.
  5. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 31 dicembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1987
Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of San Marino.svg Flag of Portugal.svg Flag of Brazil (1968–1992).svg Flag of Argentina.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1986
Gran Premio motociclistico di Francia
Altre edizioni
Edizione successiva:
1988