Gran Premio motociclistico d'Olanda 1983

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paesi Bassi GP d'Olanda 1983
364º GP della storia del Motomondiale
8ª prova su 12 del 1983
Data 25 giugno 1983
Nome ufficiale Grote Prijs van Nederland der K.N.M.V. - 53e Dutch TT
Luogo TT Circuit Assen
Percorso 7,685 km
Circuito stradale
Risultati
Classe 500
320º GP nella storia della classe
Distanza 16 giri, totale 122,960 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Kenny Roberts Stati Uniti Kenny Roberts
Yamaha in 2'48.52 Yamaha in 2'47"47
Podio
1. Stati Uniti Kenny Roberts
Yamaha
2. Giappone Takazumi Katayama
Honda
3. Stati Uniti Freddie Spencer
Honda
Classe 250
328º GP nella storia della classe
Distanza 15 giri, totale 115,260 km
Pole position Giro veloce
Venezuela Carlos Lavado Venezuela Carlos Lavado
Yamaha in 2'56.94 Yamaha in 2'57"74
Podio
1. Venezuela Carlos Lavado
Yamaha
2. Venezuela Ivan Palazzese
Yamaha
3. Francia Hervé Guilleux
Kawasaki
Classe 125
318º GP nella storia della classe
Distanza 14 giri, totale 107,589 km
Pole position Giro veloce
Italia Eugenio Lazzarini Spagna Ángel Nieto
Garelli in 3'06.67 Garelli
Podio
1. Spagna Ángel Nieto
Garelli
2. Spagna Ricardo Tormo
MBA
3. Svizzera Bruno Kneubühler
MBA
Classe 50
171º GP nella storia della classe
Distanza 9 giri, totale 69,160 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Stefan Dörflinger Italia Eugenio Lazzarini
Kreidler in 3'29.11 Garelli
Podio
1. Italia Eugenio Lazzarini
Garelli
2. Svizzera Stefan Dörflinger
Kreidler
3. Spagna Ricardo Tormo
Garelli
Classe sidecar
221º GP nella storia della classe
Distanza 14 giri, totale 107,589 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Rolf Biland Svizzera Rolf Biland
LCR-Yamaha LCR-Yamaha in 3'02"78
Podio
1. Svizzera Rolf Biland
LCR-Yamaha
2. Germania Ovest Werner Schwärzel
Seymaz-Yamaha
3. Giappone Masato Kumano
LCR-Yamaha

Il Gran Premio motociclistico d'Olanda fu l'ottavo appuntamento del motomondiale 1983; si è trattato della 53ª edizione del Gran Premio motociclistico d'Olanda, 35ª valida per il motomondiale dalla sua istituzione nel 1949.

Si svolse sabato 25 giugno 1983 sul circuito di Assen, e corsero tutte le classi oltre ai sidecar. I vincitori furono Kenny Roberts in classe 500, Carlos Lavado in classe 250, Ángel Nieto in classe 125 e Eugenio Lazzarini in classe 50[1][2]. Tra le motocarrozzette trionfarono Rolf Biland e Kurt Waltisperg.

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Un grave incidente durante la corsa ha coinvolto il campione del mondo in carica, l'italiano Franco Uncini, che dopo essere caduto è stato colpito dal sopraggiungente Wayne Gardner, riportando conseguenze che dopo aver fatto temere per la sua vita, l'hanno comunque tenuto lontano dalle gare per il resto della stagione.

La gara è stata poi vinta dallo statunitense Kenny Roberts che ha preceduto il giapponese Takazumi Katayama e l'altro statunitense Freddie Spencer; quest'ultimo capeggia anche la classifica provvisoria con 8 punti di vantaggio su Roberts[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Stati Uniti Kenny Roberts Yamaha 45:29.12 1 15
2 Giappone Takazumi Katayama Honda +0.19 3 12
3 Stati Uniti Freddie Spencer Honda +6.94 2 10
4 Stati Uniti Randy Mamola Suzuki +16.08 4 8
5 Stati Uniti Eddie Lawson Yamaha +40.53 7 6
6 Paesi Bassi Jack Middelburg Honda +51.29 9 5
7 Francia Marc Fontan Yamaha +56.48 6 4
8 Paesi Bassi Boet van Dulmen Suzuki +1:19.93 8 3
9 Francia Raymond Roche Honda +1:27.86 10 2
10 Regno Unito Mark Salle Suzuki +1:48.68 17 1
11 Nuova Zelanda Stu Avant Suzuki +2:22.97 21
12 Regno Unito Norman Brown Suzuki +2:26.38 23
13 Paesi Bassi Henk de Vries Suzuki +2:39.78 31
14 Paesi Bassi Rob Punt Suzuki +2:39.94 29
15 Finlandia Eero Hyvärinen Suzuki +2:50.08 27
16 Germania Ernst Gschwender Suzuki +2:53.27 30
17 Italia Fabio Biliotti Honda +2:55.07 28
18 Svizzera Philippe Coulon Suzuki +2:57.96 19
19 Paesi Bassi Rinus van Kasteren Suzuki +1 giro 33
20 Danimarca Børge Nielsen Suzuki +1 giro 35
21 Austria Franz Kaserer Suzuki +1 giro 33
22 Paesi Bassi Johan van Eijk Suzuki +1 giro 36

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Regno Unito Keith Huewen Suzuki 12
Regno Unito Barry Sheene Suzuki 11
Francia Franck Gross Honda 26
Svezia Peter Sjöström Suzuki 22
Nuova Zelanda Dennis Ireland Suzuki 32
Svizzera Wolfgang von Muralt Suzuki 24
Sudafrica Jon Ekerold Cagiva 25
Svizzera Sergio Pellandini Suzuki 14
Regno Unito Roger Marshall Honda 18
Italia Marco Lucchinelli Honda 15
Italia Franco Uncini Suzuki 5
Australia Wayne Gardner Honda 16
Regno Unito Steve Parrish Yamaha 20
Regno Unito Chris Guy Suzuki 13

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Secondo successo consecutivo e quarto stagionale per il pilota venezuelano Carlos Lavado che in questa occasione ha preceduto il connazionale e compagno di squadra Ivan Palazzese e il francese Hervé Guilleux.

Lavado capeggia anche la classifica provvisoria con 24 punti di margine sul belga Didier de Radiguès.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Venezuela Carlos Lavado Yamaha 45.13.77 1 15
2 Venezuela Ivan Palazzese Yamaha 45.17.79 10 12
3 Francia Hervé Guilleux Kawasaki 45.18.04 4 10
4 Francia Jean-Louis Guignabodet Rotax 45.24.59 11 8
5 Germania Martin Wimmer Yamaha 45.28.84 9 6
6 Francia Thierry Espié Chevallier 45.29.27 12 5
7 Belgio Didier de Radiguès Chevallier 45.29.60 8 4
8 Francia Christian Estrosi Pernod 45.31.55 14 3
9 Svizzera Jacques Cornu Yamaha 45.40.06 3 2
10 Regno Unito Donnie McLeod Yamaha 45.52.02 32 1
11 Sudafrica Alan North Yamaha 45.55.94 28
12 Francia Jean-Michel Mattioli Yamaha 45.56.13 31
13 Svizzera Edwin Weibel Yamaha 46.02.78 20
14 Regno Unito Tony Head Armstrong 46.07.46 17
15 Italia Paolo Ferretti Rotax 46.27.36 29
16 Spagna Carlos Cardús Rotax 46.27.55 34
17 Germania Herbert Bessendörfer Yamaha 46.36.26 23
18 Paesi Bassi Peter Looijesteijn Waddon 46.42.49 21
19 Australia Graeme McGregor Bartol 46.44.60 36
20 Regno Unito Con Law EMC 46.49.79 35
21 Giappone Teruo Fukuda Yamaha 47.27.47 22
22 Svizzera Bruno Lüscher Yamaha 48.35.50 16

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

In 125 il pilota spagnolo Ángel Nieto ha ottenuto la quinta vittoria stagionale, consolidando il suo primato in classifica provvisoria; al termine della gara ha preceduto il connazionale Ricardo Tormo e lo svizzero Bruno Kneubühler[1].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Ángel Nieto Garelli 44.05.54 7 15
2 Spagna Ricardo Tormo MBA 44.05.75 5 12
3 Svizzera Bruno Kneubühler MBA 44.06.15 2 10
4 Germania Gerhard Waibel MBA 44.19.24 15 8
5 Finlandia Johnny Wickström MBA 44.26.74 17 6
6 Svizzera Hans Müller MBA 44.36.71 3 5
7 Italia Eugenio Lazzarini Garelli 44.54.71 1 4
8 Italia Pierluigi Aldrovandi MBA 45.02.59 14 3
9 Francia Jean-Claude Selini MBA 45.06.74 11 2
10 Italia Fausto Gresini MBA 45.14.48 6 1
11 Svizzera Stefan Dörflinger MBA 45.15.55 9
12 Germania Helmut Lichtenberg MBA 45.28.47 21
13 Germania Alfred Waibel Real 45.28.68 18
14 Paesi Bassi Henk van Kessel MBA 45.28.93 19
15 Austria August Auinger MBA 45.43.43 10
16 Italia Stefano Caracchi MBA 45.51.48 20
17 Argentina Willy Pérez MBA 45.52.77 16
18 Paesi Bassi Anton Straver MBA 46.04.77 24
19 Belgio Lucio Pietroniro MBA 46.13.87 12
20 Francia Jacky Hutteau MBA 46.15.58 22
21 Jugoslavia Janez Pintar MBA 46.17.08 23
22 Paesi Bassi Boy van Erp MBA 46.18.06 28
23 Finlandia Ilkka Jaakkola MBA 46.41.45 33
24 Paesi Bassi Ton Spek MBA 46.47.53 27
25 Francia Paul Bordes MBA 46.56.41 31
26 Belgio Olivier Liegeois Sanvenero 46.57.49 35
27 Paesi Bassi Kees van de Ven MBA 47.01.43 29
28 Svezia Per-Edvard Carlsson MBA 47.34.52 32

Classe 50[modifica | modifica wikitesto]

Di ritorno alle gare a breve distanza dal grave incidente in cui era incorso nel GP di Jugoslavia, l'italiano Eugenio Lazzarini ha ottenuto la vittoria, precedendo lo svizzero Stefan Dörflinger e lo spagnolo Ricardo Tormo passato da questa gara alla guida della Garelli.

A questo punto della stagione Lazzarini e Dörflinger sono appaiati in testa alla classifica mondiale con tre vittorie e due secondi posti a testa[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Italia Eugenio Lazzarini Garelli 31.25.15 2 15
2 Svizzera Stefan Dörflinger Kreidler 31.25.45 1 12
3 Spagna Ricardo Tormo Garelli 32.05.75 3 10
4 Italia Claudio Lusuardi Moto Villa 32.35.29 9 8
5 Germania Hagen Klein FKN 32.48.17 7 6
6 Paesi Bassi Theo Timmer Casal 32.53.15 10 5
7 Germania Rainer Kunz FKN 32.54.93 5 4
8 Germania Rainer Scheidhauer Kreidler 32.55.69 11 3
9 Paesi Bassi Hans Spaan Kreidler 32.57.55 6 2
10 Paesi Bassi Jos van Dongen Kreidler 33.18.83 16 1
11 Germania Gerhard Singer Kreidler 33.30.00 12
12 Jugoslavia Zdravko Matulja Tomos 33.34.00 15
13 Francia Paul Bordes Moto 2L 33.53.61 20
14 Austria Otto Machinek Kreidler 33.56.41 14
15 Paesi Bassi Bert Smit PRS 33.51.47 26
16 Paesi Bassi Rini Vrijdag Kreidler 34.52.45 30
17 Belgio Chris Baert Kreidler 35.16.63 17
18 Germania Günter Schirnhofer Kreidler 1 giro 23
19 Finlandia Mika-Sakari Komu Kreidler 31
20 Paesi Bassi Wim de Jong Kreidler 27
21 Germania Gerhard Bauer Ziegler 2 giri 19

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Terza vittoria in quattro gare per l'equipaggio svizzero Rolf Biland-Kurt Waltisperg, che ancora una volta distanzia notevolmente gli inseguitori; sul podio salgono anche Werner Schwärzel-Andreas Huber e Masato Kumano-Kunio Takeshima[3]. La gara di Egbert Streuer-Bernard Schnieders, finora secondi nel mondiale, è invece compromessa da problemi tecnici che prima li fanno scivolare tra i doppiati nelle retrovie e poi li costringono al ritiro[4].

In classifica Biland conduce con 45 punti, al secondo posto ora c'è Schwärzel con 34 punti, seguono Streuer a 25 e Kumano a 20.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5][modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Svizzera Rolf Biland Svizzera Kurt Waltisperg LCR-Yamaha 42'56"29 15
2 Germania Ovest Werner Schwärzel Germania Ovest Andreas Huber Seymaz-Yamaha 43'31"34 12
3 Giappone Masato Kumano Giappone Kunio Takeshima LCR-Yamaha 43'49"00 10
4 Regno Unito Trevor Ireson Regno Unito Donnie Williams Ireson-Yamaha 44'24"90 8
5 Finlandia Pentti Niinivaara Finlandia Vesa Bienek LCR-Yamaha 44'25"13 6
6 Paesi Bassi Theo van Kempen Paesi Bassi Geral de Haas LCR-Yamaha 44'38"37 5
7 Paesi Bassi Martin Kooij Paesi Bassi Raimond van den Groep Kova-Yamaha 45'07"84 4
8 Austria Wolfgang Stropek Austria Hans-Peter Demling LCR-Yamaha 45'46"51 3
9 Paesi Bassi Jos Modder Paesi Bassi Erik de Groot LCR-Yamaha 45'54"17 2
10 Italia Amedeo Zini Italia Guido Sala LCR-Yamaha +1 giro 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (ES) Nieto-Tormo, doblete espanol en 125, El Mundo Deportivo, 26 giugno 1983. URL consultato l'11 aprile 2016.
  2. ^ a b c Uncini cade ed è travolto: grave, La Stampa, 26 giugno 1983. URL consultato l'11 aprile 2016.
  3. ^ (FR) 3e victoire de Biland/Waltisperg, La Liberté, 27 giugno 1983, p. 21. URL consultato il 31 ottobre 2017.
  4. ^ (NL) Assen van race tot race, Nieuwsblad van het Noorden, 27 giugno 1983, p. 14. URL consultato il 31 ottobre 2017.
  5. ^ Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 17 maggio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1983
Flag of South Africa (1928–1994).svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Spain.svg Flag of Austria.svg Flag of Yugoslavia (1943–1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of San Marino.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1982
Gran Premio motociclistico d'Olanda
Altre edizioni
Edizione successiva:
1984