Gran Premio motociclistico di Francia 1990

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francia GP di Francia 1990
459º GP della storia del Motomondiale
10ª prova su 15 del 1990
Circuit Le Mans Bugatti.png
Data 22 luglio 1990
Nome ufficiale Grand Prix de France
Luogo Circuito Bugatti
Percorso 4,43 km
Circuito stradale
Risultati
Classe 500
414º GP nella storia della classe
Distanza 28 giri, totale 124,04 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Kevin Schwantz Stati Uniti Kevin Schwantz
Suzuki in 1'40,755 Suzuki
Podio
1. Stati Uniti Kevin Schwantz
Suzuki
2. Australia Wayne Gardner
Honda
3. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
Classe 250
421º GP nella storia della classe
Distanza 23 giri, totale 101,89 km
Pole position Giro veloce
Spagna Carlos Cardús Stati Uniti John Kocinski
Honda in 1'45,055 Yamaha
Podio
1. Spagna Carlos Cardús
Honda
2. Italia Luca Cadalora
Yamaha
3. Italia Loris Reggiani
Aprilia
Classe 125
394º GP nella storia della classe
Distanza 21 giri, totale 93,03 km
Pole position Giro veloce
Italia Doriano Romboni Italia Doriano Romboni
Honda in 1'53,688 Honda
Podio
1. Paesi Bassi Hans Spaan
Honda
2. Italia Doriano Romboni
Honda
3. Germania Stefan Prein
Honda
Classe sidecar
Distanza 21 giri, totale 93,03 km
Pole position Giro veloce
Regno Unito Steve Webster Francia Alain Michel
LCR-Krauser LCR-Krauser
Podio
1. Regno Unito Steve Webster
LCR-Krauser
2. Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Yamaha
3. Regno Unito Steve Abbott
LCR-JPX

Il Gran Premio motociclistico di Francia 1990 fu il decimo appuntamento del motomondiale 1990, 56ª edizione del Gran Premio motociclistico di Francia e 34ª valida per il motomondiale.

Si svolse il 22 luglio 1990 sul circuito Bugatti di Le Mans e vide la vittoria di Kevin Schwantz nella classe 500, di Carlos Cardús nella classe 250, di Hans Spaan in classe 125 e di Steve Webster/Gavin Simmons nei sidecar[1][2].

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

Per un'altra volta nella stagione non sono stati assegnati tutti i punti disponibili per la classifica dato che sono stati solo 12 i piloti classificati; al primo posto lo statunitense Kevin Schwantz davanti all'australiano Wayne Gardner e all'altro statunitense, capoclassifica provvisorio, Wayne Rainey[1][2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Stati Uniti Kevin Schwantz Suzuki 48.05.213 1 20
2 Australia Wayne Gardner Honda 48.07.633 3 17
3 Stati Uniti Wayne Rainey Yamaha 48.08.546 2 15
4 Australia Michael Doohan Honda 48.10.078 5 13
5 Stati Uniti Eddie Lawson Yamaha 48.15.370 6 11
6 Regno Unito Niall Mackenzie Suzuki 48.25.693 4 10
7 Stati Uniti Randy Mamola Cagiva 49.24.111 8 9
8 Spagna Juan Garriga Yamaha 49.35.984 10 8
9 Italia Marco Papa Honda 49.46.512 11 7
10 Regno Unito Ron Haslam Cagiva 1 giro 13 6
11 Irlanda Eddie Laycock Honda 1 giro 15 5
12 Paesi Bassi Cees Doorakkers Honda 2 giri 14 4

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Brasile Alex Barros Cagiva 12
Francia Rachel Nicotte Chevallier 17
Austria Karl Truchsess Honda 18
Francia Jean-Philippe Ruggia Yamaha 9
Francia Christian Sarron Yamaha 7
Italia Vittorio Scatola Paton 16
Germania Martin Trösch Honda 19

Non qualificato[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto
Svizzera Nicholas Schmassman Honda

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Lo spagnolo Carlos Cardús ha ottenuto la seconda vittoria dell'anno e, approfittando del ritiro dello statunitense John Kocinski, gli si è avvicinato nella classifica mondiale ed è ora distaccato di soli 7 punti. Al secondo e terzo posto della gara due piloti italiani, Luca Cadalora e Loris Reggiani[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Carlos Cardús Honda 41.09.803 1 20
2 Italia Luca Cadalora Yamaha 41.24.063 3 17
3 Italia Loris Reggiani Aprilia 41.29.256 7 15
4 Giappone Masahiro Shimizu Honda 41.41.936 6 13
5 Svizzera Jacques Cornu Honda 41.55.919 8 11
6 Germania Martin Wimmer Aprilia 41.59.602 20 10
7 Belgio Didier de Radiguès Aprilia 42.02.907 11 9
8 Spagna Àlex Crivillé Yamaha 42.07.069 10 8
9 Spagna Alberto Puig Yamaha 42.09.532 17 7
10 Italia Paolo Casoli Yamaha 42.13.414 13 6
11 Italia Andrea Borgonovo Aprilia 42.14.560 23 5
12 Francia Jean Pierre Jeandat Honda 42.15.350 19 4
13 Germania Harald Eckl Aprilia 42.18.538 12 3
14 Svizzera Bernard Haenggeli Aprilia 42.20.166 21 2
15 Austria Andreas Preining Aprilia 42.20.336 24 1
16 Venezuela José Barresi Yamaha 42.26.120 32
17 Germania Jochen Schmid Honda 42.26.908 14
18 Germania Bernd Kassner Honda 42.37.412 18
19 Italia Alberto Rota Aprilia 42.47.780 25
20 Regno Unito Kevin Mitchell Yamaha 42.48.349 29
21 Italia Marcellino Lucchi Aprilia 42.48.678 15
22 Svizzera Urs Jücker Yamaha 42.54.347 26
23 Austria Erich Neumair Yamaha 1 giro 30
24 Germania Hans Becker Yamaha 1 giro 33

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Terza vittoria dell'anno per il veterano olandese Hans Spaan che ha preceduto l'italiano Doriano Romboni e il tedesco Stefan Prein; nella classifica mondiale provvisoria Prein precede l'italiano Loris Capirossi di 5 punti e Spaan di 24[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Paesi Bassi Hans Spaan Honda 40.15.397 2 20
2 Italia Doriano Romboni Honda 40.15.727 1 17
3 Germania Stefan Prein Honda 40.33.565 6 15
4 Italia Loris Capirossi Honda 40.34.032 5 13
5 Giappone Hisashi Unemoto Honda 40.34.159 9 11
6 Spagna Jorge Martínez JJ Cobas 40.34.382 3 10
7 Svizzera Heinz Lüthi Honda 40.35.823 11 9
8 Germania Dirk Raudies Honda 40.40.252 13 8
9 Italia Alessandro Gramigni Aprilia 40.45.754 15 7
10 Italia Maurizio Vitali Gazzaniga 40.58.872 21 6
11 Italia Gabriele Debbia Aprilia 40.58.880 16 5
12 Spagna Manuel Hernández Honda 41.02.133 22 4
13 Regno Unito Robin Appleyard Honda 41.02.278 20 3
14 Danimarca Flemming Kistrup Honda 41.02.516 18 2
15 Spagna Jaime Mariano Casal 41.04.730 17 1
16 Finlandia Johnny Wickström JJ Cobas 41.09.861 25
17 Paesi Bassi Hans Koopman Honda 41.10.220 27
18 Germania Stefan Kurfiss Honda 41.11.483 19
19 Francia Hervé Duffard Honda 41.18.173 35
20 Spagna Julián Miralles JJ Cobas 41.19.508 14
21 Germania Hubert Abold Rotax 41.22.157 30
22 Spagna Luis-Miguel Reyes Gazzaniga 41.34.839 34
23 Austria Mike Leitner Honda 2 giri 32

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Torna alla vittoria l'equipaggio campione in carica Steve Webster-Gavin Simmons; secondo posto per Egbert Streuer-Geral de Haas, mentre Abbott-Smith sono terzi. Si devono invece ritirare Alain Michel-Simon Birchall; una foratura inoltre condiziona pesantemente la gara di Rolf Biland-Kurt Waltisperg, che chiudono al 13º posto[3][4]. Barry Brindley, che si era piazzato 8º, viene squalificato per aver tagliato il traguardo senza passeggero.

In classifica Webster consolida la sua leadership salendo a 136 punti; Streuer ora è secondo a 115, davanti a Michel a 111, Abbott a 88 e Biland a 87.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5][modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Regno Unito Steve Webster Regno Unito Gavin Simmons LCR-Krauser 38'57"430 20
2 Paesi Bassi Egbert Streuer Paesi Bassi Geral de Haas LCR-Yamaha +11"597 17
3 Regno Unito Steve Abbott Regno Unito Shaun Smith LCR-JPX +24"738 15
4 Giappone Masato Kumano Germania Eckart Rösinger LCR-TEC +24"865 13
5 Svizzera Alfred Zurbrügg Svizzera Martin Zurbrügg LCR-Krauser +25"463 11
6 Svizzera Paul Güdel Svizzera Charly Güdel LCR-Yamaha +36"092 10
7 Svizzera Markus Egloff Svizzera Urs Egloff SMS-Yamaha +50"224 9
8 Paesi Bassi Theo van Kempen Paesi Bassi Jan Kuyt LCR-Krauser +1'03"422 8
9 Regno Unito Derek Jones Regno Unito Peter Brown LCR-Yamaha 7
10 Germania Fritz Stölzle Germania Hubert Stölzle LCR-Krauser 6
11 Germania Ralph Bohnhorst Germania Thomas Böttcher LCR-Yamaha 5
12 Giappone Yoshisada Kumagaya Regno Unito Brian Houghton LCR-JPX 4
13 Svizzera Rolf Biland Svizzera Kurt Waltisperg LCR-Krauser 3
14 Svizzera René Progin Regno Unito Gary Irlam LCR-Krauser 2
15 Regno Unito Barry Smith Regno Unito David Smith Windle-ADM 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Kocinski cade ma Cadalora è solo secondo, La Stampa, 23 luglio 1990. URL consultato il 24 maggio 2016.
  2. ^ a b c d (ES) El hombre que puede reinar, El Mundo Deportivo, 23 luglio 1990. URL consultato il 24 maggio 2016.
  3. ^ (FR) Carlos Cardus réalise la meilleure opération (La Liberté), 23 luglio 1990, p. 22. URL consultato il 25 febbraio 2019.
  4. ^ (NL) Streuer weer kandidaat voor wereldtitel (Nieuwsblad van het Noorden), 23 luglio 1990, p. 13. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  5. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 24 gennaio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1990
Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Hungary.svg Flag of Australia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1989
Gran Premio motociclistico di Francia
Altre edizioni
Edizione successiva:
1991