Gran Premio motociclistico di Spagna 1981

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spagna GP di Spagna 1981
334º GP della storia del Motomondiale
6ª prova su 14 del 1981
Jarama old circuit map.png
Data 24 maggio 1981
Luogo Circuito Permanente del Jarama
Percorso 3,404 km
Circuito permanente
Risultati
Classe 250
301º GP nella storia della classe
Distanza 31 giri, totale 102,673 km
Pole position Giro veloce
Germania Anton Mang Germania Anton Mang
Kawasaki in 1' 34" 60 Kawasaki in 1' 34" 63 a 125,999 km/h
Podio
1. Germania Anton Mang
Kawasaki
2. Francia Jean-François Baldé
Kawasaki
3. Venezuela Carlos Lavado
Yamaha
Classe 125
293º GP nella storia della classe
Distanza 28 giri, totale 92,737 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Hans Müller Svizzera Hans Müller
MBA in 1' 39" 27 MBA in 1' 39" 55 a 119,772 km/h
Podio
1. Spagna Ángel Nieto
Minarelli
2. Venezuela Ivan Palazzese
MBA
3. Italia Pier Paolo Bianchi
MBA
Classe 50
154º GP nella storia della classe
Distanza 19 giri, totale 62,928 km
Pole position Giro veloce
Spagna Ricardo Tormo Spagna Ricardo Tormo
Bultaco in 1' 48" 43 Bultaco in 1' 48" 59 a 109,801 km/h
Podio
1. Spagna Ricardo Tormo
Bultaco
2. Svizzera Stefan Dörflinger
MBA
3. Francia Yves Dupont
ABF
Classe sidecar
205º GP nella storia della classe
Distanza 28 giri, totale 92,737 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Rolf Biland Svizzera Rolf Biland
LCR-Yamaha LCR-Yamaha in 1' 34" 35 a 126,373 km/h
Podio
1. Svizzera Rolf Biland
LCR-Yamaha
2. Francia Alain Michel
Seymaz-Yamaha
3. Giappone Masato Kumano
LCR-Yamaha

Il Gran Premio motociclistico di Spagna fu il sesto appuntamento del motomondiale 1981.

Si svolse il 24 maggio 1981 sul circuito Permanente del Jarama, e corsero le classi 50, 125 e 250, oltre che i sidecar, alla presenza di 12.000 spettatori, che esposero striscioni per l'assenza della 500.

Le vittorie sono andate al tedesco Anton Mang nelle 250, agli spagnoli Ángel Nieto e Ricardo Tormo rispettivamente nelle 125 e nella 50[1][2], e all'equipaggio svizzero Rolf Biland-Kurt Waltisperg nei sidecar.

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

Il tedesco Anton Mang ottiene il terzo successo sulle cinque gare sin qui disputate ed è in testa anche nella classifica provvisoria del mondiale. Alle sue spalle si piazzano il francese Jean-François Baldé, che segue Mang anche in classifica iridata, e il venezuelano Carlos Lavado.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Germania Anton Mang Kawasaki 49'59.29 1 15
2 Francia Jean-François Baldé Kawasaki 50'08.21 3 12
3 Venezuela Carlos Lavado Yamaha 50'12.15 2 10
4 Stati Uniti Richard Schlachter Yamaha 50'15.47 9 8
5 Francia Jean-Louis Guignabodet Kawasaki 50'16.30 6
6 Francia Patrick Fernandez Yamaha 50'26.12 5
7 Italia Maurizio Massimiani Ad majora 50'34.39 4
8 Germania Martin Wimmer Yamaha 50'41.55 5 3
9 Australia Graeme Geddes Yamaha 50'42.41 7 2
10 Francia Thierry Espié Yamaha 50'44.09 1
11 Sudafrica Alan North Yamaha 50'51.28
12 Italia Sauro Pazzaglia MBA 50'56.09
13 Svizzera Roland Freymond Ad Majora 50'57.32 8
14 Italia Loris Reggiani Yamaha 51'22.18
15 Belgio Jean-Marc Toffolo Rotax 51'25.24
16 Francia Jean-Louis Tournadre Yamaha 51'25.56
17 Germania Karl-Thomas Grässel Yamaha 51'26.11
18 Italia Franco Marchegiani Yamaha 1 giro
19 Italia Paolo Ferretti Yamaha 1 giro
20 Francia Éric Saul Chevallier 1 giro
21 Regno Unito Tony Head Yamaha 1 giro
22 Spagna Carlos Morante Yamaha 2 giri

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Moto Motivo Griglia
Belgio Didier de Radiguès Yamaha 6
Francia Michel Rougerie Yamaha 10
Francia Hervé Guilleux Siroko-Rotax
Spagna Ángel Nieto Siroco-Rotax 18
Regno Unito Clive Horton Armstrong
Francia Roger Sibille Yamaha 4
Spagna Sito Pons Siroko-Rotax 22
Svizzera Bruno Kneubühler Rotax

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottavo di litro prosegue il dominio incontrastato del pilota spagnolo Ángel Nieto che ottiene la sua quinta vittoria su sei gare disputate e ha quasi il doppio di punti in classifica rispetto al suo compagno di squadra in Minarelli, l'italiano Loris Reggiani che in questa occasione si piazza al quinto posto. Sul podio con Nieto il venezuelano Ivan Palazzese e l'italiano Pier Paolo Bianchi arrivati immediatamente alla spalle di Nieto con un distacco inferiore al secondo[2].

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Ángel Nieto Minarelli 47'19.23 4 15
2 Venezuela Ivan Palazzese MBA 47'20.24 5 12
3 Italia Pier Paolo Bianchi MBA 47'20.13 2 10
4 Svizzera Hans Müller MBA 47'33.23 1 8
5 Italia Loris Reggiani Minarelli 47'56.11 6 6
6 Francia Jacques Bolle Motobécane 47'56.22 8 5
7 Svizzera Stefan Dörflinger MBA 48'09.46 7 4
8 Argentina Hugo Vignetti MBA 48'11.33 12 3
9 Francia Yves Dupont MBA 48'15.45 9 2
10 Paesi Bassi Henk van Kessel EGA 48'26.19 10 1
11 Argentina Willy Pérez MBA 48'47.30 16
12 Italia Eugenio Lazzarini Iprem 1 giro 17
13 Svizzera Joe Genoud MBA 1 giro 20
14 Paesi Bassi Theo Timmer MBA 1 giro 22
15 Francia Bernard Gatti MBA 2 giri 25
16 Belgio Chris Baert MBA 3 giri 24

Classe 50[modifica | modifica wikitesto]

Nella classe di minor cilindrata del mondiale, qui alla terza presenza stagionale, si impone lo spagnolo Ricardo Tormo al suo secondo successo e che precede lo svizzero Stefan Dörflinger (provvisoriamente in testa alla classifica mondiale) e il francese Yves Dupont.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1 Spagna Ricardo Tormo Bultaco 34'56.36 1 15
2 Svizzera Stefan Dörflinger Kreidler 35'19.25 2 12
3 Francia Yves Dupont ABF 35'34.57 3 10
4 Paesi Bassi Theo Timmer Bultaco 35'53.03 4 8
5 Svizzera Rolf Blatter Kreidler 36'15.21 5 6
6 Germania Hagen Klein Kreidler 36'17.38 7 5
7 Italia Claudio Lusuardi Villa 36'18.05 9 4
8 Germania Ingo Emmerich Kreidler 36'33.18 11 3
9 Francia Pascal Kambourian Kreidler 1 giro 14 2
10 Spagna Joaquin Galí Bultaco 1 giro 12 1
11 Francia Yves Le Toumelin TYL 1 giro 16
12 Germania Günter Schirnhofer Kreidler 1 giro 17
13 Svizzera Joe Genoud RYB 1 giro 13
14 Belgio Chris Baert CVD 1 giro 18
15 Spagna Ramon Gali Kreidler 1 giro 21
16 Svizzera Reiner Koster Kreidler 1giro 22
17 Spagna José M. Baena Kreidler 2 giri 23
18 Spagna Vicente Ferrer Kreidler 2 giri 20

Classe sidecar[modifica | modifica wikitesto]

La quarta gara del mondiale è dominata dall'equipaggio Rolf Biland-Kurt Waltisperg, che ottiene la seconda vittoria consecutiva precedendo al traguardo Alain Michel-Michael Burkhard. Arrivano invece ultimi e molto attardati Jock Taylor e Benga Johansson, fino a questo momento leader della classifica; dopo essere stati nel gruppo di testa nelle prime fasi sono dovuti infatti rientrare ai box per problemi tecnici, ma grazie ai ritiri di diversi concorrenti ottengono comunque il nono posto e due punti iridati[3][4].

La graduatoria vede ora un cambio al vertice: Michel conduce con 47 punti, Biland è secondo a 42, Taylor lo segue a 41.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1 Svizzera Rolf Biland Svizzera Kurt Waltisperg LCR-Yamaha 45' 07" 54 15
2 Francia Alain Michel Germania Ovest Michael Burkhardt Seymaz-Yamaha 46' 02" 31 12
3 Giappone Masato Kumano Giappone Kunio Takeshima LCR-Yamaha 46' 09" 96 10
4 Regno Unito Derek Jones Regno Unito Brian Ayres Yamaha 47' 13" 46 8
5 Belgio Michel Vanneste Belgio Serge Vanneste Seymaz-Yamaha +1 giro 6
6 Australia Peter Campbell Australia Dick Goodwin Yamaha 5
7 Austria Wolfgang Stropek Austria Karl Altrichter[5] Yamaha +3 giri 4
8 Regno Unito Trevor Ireson Regno Unito Clive Pollington Yamaha 3
9 Regno Unito Jock Taylor Svezia Benga Johansson Fowler-Yamaha +5 giri 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In Spagna ancora Nieto, La Stampa, 25 maggio 1981. URL consultato il 25 marzo 2016.
  2. ^ a b (ES) Jarama:Tormo y Nieto objetivo complido, El Mundo Deportivo, 25 maggio 1981. URL consultato il 25 marzo 2016.
  3. ^ (FR) Biland-Waltisperg s'imposent, Nouvelliste, 25 maggio 1981, p. 35. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  4. ^ (NL) Nieto op weg naar tiende wereldtitel, Nieuwsblad van het Noorden, 25 maggio 1981, p. 23. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  5. ^ Motociclismo indica come passeggero H.P. Demung.

Fonti e bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Werner Haefliger, MotoGP Results 1949-2010 Guide, Fédération Internationale de Motocyclisme, 2011.
  • Motociclismo luglio 1981, p. 155

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 1981
Flag of Argentina.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Spain (1977–1981).svg Flag of Yugoslavia (1946-1992).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of San Marino.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Finland.svg Flag of Sweden.svg Flag of the Czech Republic.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1980
Gran Premio motociclistico di Spagna
Altre edizioni
Edizione successiva:
1982