Alberto Palladini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo politico canadese, vedi Al Palladini.
Alberto Palladini
Maurizio Aiello 2013.JPG
Alberto Palladini è interpretato da Maurizio Aiello
UniversoPersonaggio di Un posto al Sole
Lingua orig.Italiano
1ª app. in21 ottobre 1996, puntata 1
Interpretato daMaurizio Aiello
SessoMaschio
Data di nascita24 maggio 1969
Professioneavvocato
AffiliazioneFamiglia Palladini

Alberto Palladini è un personaggio della soap opera Un posto al sole. È stato presente dal 21 ottobre 1996, prima puntata, al 30 gennaio 2002, puntata 1188. Dopo quasi nove anni e duemila puntate, il 13 gennaio 2011, nella puntata 3159, rientra in Un posto al sole, per uscirne 4 mesi dopo. Vi ritorna, nuovamente, nella puntata 3425 del 3 febbraio 2012, per uscirne il 27 febbraio dello stesso anno, puntata 3441. Ricompare nella puntata 3554 del 2 agosto 2012 e vi rimane fino alla puntata 3596 del 15 ottobre 2012. Rientra ancora l'11 luglio 2014, nella puntata 4040, e vi resta fino alla puntata 4092 del 7 ottobre 2014. Torna il 25 novembre 2016, nella puntata 4630, e vi rimane fino al 3 marzo 2017, nella puntata 4700. Ritorna il 15 febbraio 2018, nella puntata 4939. È sempre stato interpretato da Maurizio Aiello.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Alberto è il più vecchio dei tre fratelli Palladini, e tra i tre è quello che, caratterialmente, assomiglia maggiormente alla madre. Di indole infida ed egoista e di professione avvocato, non si fa scrupoli a calpestare chiunque pur di raggiungere i propri scopi. La sua indole romantica e buona fuoriesce esclusivamente nelle pochissime volte in cui si innamora. Nel corso degli anni Alberto è stato legato a varie donne, ma poche di queste hanno fatto davvero breccia nel suo cuore: ha sempre prediletto flirt e avventure, preferendo dedicarsi al lavoro e agli affari economici di famiglia. La sua storia è legata principalmente a quella del suo gruppo familiare, a quella di Anna Boschi, di Claudia Costa e soprattutto a quella di Sonia Campo. Con quest'ultima in particolare Alberto si scontra varie volte, uscendone quasi sempre vincente; i due sono in lotta per la custodia del figlio Gianluca Palladini. Il modo in cui Alberto esce di scena è decisamente contrastante con le sue vicende precedenti. Viene sconfitto sotto ogni fronte: prima Sonia ottiene la custodia definitiva del figlio e poi Roberto Ferri lo priva delle imprese Palladini. Dopo il suo rientro, avvenuto all'alba del 2011, lo spettatore incontra un Alberto agguerrito ed egoista, pronto a tutto pur di vendicarsi del suo acerrimo nemico Roberto Ferri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Alberto, il più vecchio dei tre fratelli Palladini, è il più somigliante alla madre, la contessa Federica Palladini (Ida Di Benedetto). Sonia (Vanna Rei), una sua ex, si fa viva perché incinta di lui, ma Alberto rinnega il figlio e chiude ogni rapporto con Sonia. In precedenza, Alberto ha avuto una storia anche con Tiziana Torrisi (Cristina Moglia), storica fidanzata di suo fratello Alessandro (Gianguido Baldi), prima che lo stesso tornasse dall'America. Conosciuta la dolce Anna (Samuela Sardo) Alberto vuole subito conquistarla, e con la complicità di Claudia (Giada Desideri) riesce a scoprire i suoi hobby e gusti a fingere d'avere le sue stesse preferenze.

Claudia, colpita dal suo fascino e dalla sua ricchezza, si innamora di Alberto e cerca di averlo. Le tenterà tutte, ma Alberto la vorrà solo quando scoprirà di essere sterile. Dopo poco però la lascerà. La scoperta di essere sterile provocherà in lui una voglia di paternità, perciò Alberto ricontatta Sonia (ora Paola Rinaldi), che però scappa con il piccolo Gianluca, o meglio lo abbandona credendo che qualcuno l'abbia rapito. Durante la difesa di Luca de Santis (Luigi Di Fiore) Alberto conosce il pubblico ministero Chiara Caselli e con lei ha una breve storia. Il marito di lei Fulvio Spataro (Raffaele Buranelli) scopre la relazione tra i due e minaccia l'avvocato Palladini. Alberto fugge, accompagnando Alessandro per una regata. Alessandro durante un naufragio si disperde e Alberto torna a casa disperato senza di lui. Per tutti Alessandro è morto. Anna, ora fidanzata con Alessandro, è disperata ma, durante un incendio, Alberto la salva e lei, per riconoscenza, lo sposa.

Attilio (Cesare Bocci), l'investigatore privato che stava cercando Sonia, la rintraccia. La donna è con un bimbo che i due fanno credere sia Gianluca. Dopo breve la verità a galla; Sonia, però, ammette di sapere dov'è il vero Gianluca. Dopo poco Alessandro torna sano e salvo ed Anna scopre di amarlo ancora. I due diventano amanti ed Anna rimane incinta, ma non è certa della paternità del figlio. Anna, malgrado tutto, viste le continue liti dei due fratelli, decide di partire con la madre Maria (Maria Basile) ed esce dalla vita di Alberto. Dopo la fine del matrimonio con Anna e l'essersi ripreso Gianluca dai Poggi, Alberto inizia una dura lotta contro Sonia per l'affidamento del figlio (Patrizio Savino).

Tra odio e amore i due a tratti vivono sereni e complici, altre volte tentano di distruggersi. Sonia è, comunque, ancora innamorata di Alberto. Dopo un improvviso ritorno di Claudia, tra lei e Alberto scocca l'amore vero, Sonia però la costringe ad andarsene altrimenti la denuncerà: lei e Alberto infatti hanno tentato di farla fuori. Durante una lite con l'acerrimo nemico Franco Boschi (Peppe Zarbo), Alberto rimane paralizzato e Sonia l'assiste, ma solo per interesse. Capìta la cosa, Alberto finge di innamorarsi di lei e con l'aiuto di Federica (tornata a Napoli per un breve periodo), escogita un finto matrimonio, dopo il quale chiede a Sonia come prova d'amore di distruggere il contratto che lo lega a lei fino alla maggiore età del figlio. Sonia accetta, ma dopo questo gesto Alberto le rivela la verità sul finto matrimonio e la caccia da casa. A quel punto Sonia si finge addirittura morta ed Alberto finirà in carcere per il suo presunto omicidio e lì verrà violentato. Poco dopo qualcuno rapisce il piccolo Gianluca; con l'aiuto di Alessandro Alberto però scopre l'inganno e salva il piccolo dalla madre. Sonia dopo un rapporto con Alberto rimane di nuovo incinta. Successivamente ha un aborto ma con l'aiuto di Luca lo nasconde ad Alberto. Lui finisce con lo scoprirlo ugualmente e chiede la custodia del figlio. Tra Sonia e Luca intanto nasce l'amore e vanno insieme in Africa, benché la causa dell'affidamento di Gianluca sarà tra breve.

Dopo una breve storia con Angela (Claudia Ruffo), Alberto conosce Mira (Julka Bedeschy), la ex del suo compagno di cella, che viene ucciso: Pasquale Barrese, detto il Turco (Francesco Benigno). Tra loro nasce l'amore, anche se devono superare moltissime difficoltà, legate prima alla voglia di vendetta della donna che considera Alberto uno dei principali responsabili della morte di Pasquale e poi correlate alla famiglia della ragazza, di etnia rom, che vorrebbero per Mira un ragazzo della sua cultura, anziché un occidentale. La causa dell'affidamento del figlio di Alberto dà esito positivo per Sonia, a lei va la custodia, lei e Luca si trasferiscono a Siena.

L'amore tra Mira e Alberto finisce a causa delle differenze tra i due che Mira non sa più accettare. Lui rimane di nuovo solo, questa volta a combattere contro Roberto Ferri (Riccardo Polizzy Carbonelli). Questa guerra porta le imprese Palladini alla rovina. Claudia, saputo dell'addio di Sonia, ritorna, e tra lei e Alberto rinasce l'amore. Alberto dopo il fallimento professionale vuole ricominciare una nuova vita altrove e con Claudia si trasferisce in Argentina.

Nel gennaio 2011, Marina Giordano (Nina Soldano) lo rintraccia e gli propone di diventare il nuovo amministratore delegato delle imprese Palladini, prendendo così il posto di Roberto Ferri. In breve tempo Alberto riacquista tutto il potere che Ferri gli aveva estirpato dieci anni prima. Insieme a Marina, Alberto escogita un piano per sconfiggere Roberto su ogni fronte e anche per vendicare la morte della sorella Eleonora (Helene Nardini). Prima all'uomo viene tolta la dirigenza delle imprese Ferri-Ranieri (ex Palladini), poi l'appartamento di proprietà dei cantieri ed, infine, la nuova compagna, Greta Fournier (Cristina D'Alberto). Desideroso di maggior potere, Alberto ricerca qualche vecchio possibile scheletro nell'armadio di Marina, trovandolo. Alberto scopre che la donna, per non dividere l'eredità del marito defunto con una figlia illegittima, condusse delle azioni poco limpide (per saperne di più, vedi Marina Giordano o Paola Nuzzi). Alberto ricatta Marina minacciandola di far venire a galla la vicenda. In poco tempo Alberto si è inimicato tutti, tranne Greta. Per interesse, anche se in maniera velata e non completamente dichiarata, instaura una relazione con lei, consentendole anche di trovare un lavoro come arredatrice. Dopo aver subito l'aggressione da parte di Mario Ferrigno, l'uomo che per vendetta dopo la morte del figlio di cui ritiene Alberto responsabile ha attentato alla sua vita, e dopo non aver ricevuto nessun aiuto da parte di Alberto, Greta lo lascia. L'uomo, rimasto completamente solo, viene aggredito da un uomo in casa sua, che lo riduce in coma.

Mentre Alberto lotta tra la vita e la morte, il figlio Gianluca (ora interpretato da Flavio Gismondi) rientra a Napoli. Il ragazzo, molto arrogante e maleducato, in breve tempo assume un atteggiamento tale per cui in tutti i membri di Pallazzo Palladini si insinua il dubbio che sia stato proprio lui ad aggredire il padre. Se non che, dopo un'accusa ufficiale, spunta il personaggio di Carmine Persico: un uomo violento e misterioso legato al segreto dell'eredità di Marina. Intanto Alberto si risveglia dal coma e, interrogato dalla polizia sul possibile colpevole della sua aggressione, decide di non fare il nome di Persico. Inoltre in un primo momento il figlio Gianluca decide di dare una seconda possibilità al padre e il rapporto tra i due sembra ricucirsi. Ma ciò durerà poco, giusto il tempo per far capire al ragazzo che Alberto è ancora ossessionato dal potere. Gianluca quindi decide di lasciare Napoli e di tornare a Siena dalla madre, senza neanche avvertire il padre. Nel frattempo anche Alberto decide di allontanarsi da Napoli, le sue condizioni dopo il coma sono buone ma ha bisogno di alcune cure riabilitative alle gambe, parte per qualche tempo per delle cure specialistiche, senza però rinunciare ai suoi piani di vendetta contro Roberto e Marina.

Ritorna il 3 febbraio 2012. Alberto vuole instaurare un rapporto con suo figlio Gianluca, il quale però, mostra soltanto un senso di disprezzo e di odio verso il padre. Infatti il giovane Palladini non ha dimenticato che è stato proprio il padre a fargli cancellare tutti i dati presenti nel suo computer per non finire in carcere ed essere incolpato di riciclaggio con la camorra. Ma anche Roberto, scosso da quanto accaduto a Filippo, quando vede nel cortile del palazzo Alberto con suo figlio Gianluca, non fa che riaprire le vecchie ferite del passato. Egli infatti lo incolpa di essere stato lui la causa dei problemi di Filippo (Michelangelo Tommaso), legati alla camorra. Roberto, per quanto successo a Filippo, incita Vera (Vanessa Villafane) a riprendere le indagini per incastrare Alberto. A causa di ciò la giovane Morandi ha un duro scontro con Alberto, il quale, sentendosi protetto e sapendo che non vi è nessuna prova di colpevolezza a suo carico, continua ad affermare che lui non è responsabile di nulla. Alberto incolpa Gianluca di essere un figlio ribelle e che si è accontentato di fare il cameriere, piuttosto che puntare più in alto. Anche Rossella (Giorgia Gianetiempo), fidanzata di Gianluca, desidera che il suo ragazzo recuperi il suo rapporto con il padre, ma per ora Gianluca mostra un senso di distacco verso Alberto. Questa lontananza tra padre e figlio vedrà il suo culmine quando, esasperato dai sensi di colpa, Gianluca denuncia Alberto per lo smaltimento dei rifiuti con la camorra. Alberto, ormai ricercato, si dà alla latitanza e scappa da Napoli. Vera si mette sua ricerca.

Nel 2014 Alberto torna a Napoli. Nonostante i timori di ritorsioni camorristiche, Palladini testimonia al processo che lo vede coinvolto. In seguito, con il permesso di Eugenio Nicotera, parte per la Sardegna, dove spera di recuperare il rapporto con il figlio.

Nel 2016, Alberto torna a Palazzo Palladini dopo essere stato per un periodo in prigione per via dei crimini passati. Ora per lui è il momento di ricominciare a vivere. Nonostante l'opposizione di vari condomini, si trasferisce nell'unico locale ancora di sua proprietà nel Palazzo: il vecchio centro d'accoglienza. Ben presto intreccia una relazione segreta con Nadia, compagna di Renato. Dopo i sospetti di Ornella e Raffaele, sarà lo stesso Renato ad assistere ad un bacio fra i due, proprio quando Nadia aveva deciso di chiudere definitivamente con Palladini. Renato e Nadia tentano una simulazione di stupro per incastrare Alberto ma non ci riescono. A questo punto Alberto si reca dal vecchio collega Massimo Enriquez per calmare la situazione, ma finisce per aggredirlo con un pugno in faccia mettendosi nei guai da solo. Alberto, ormai in procinto di tornare in carcere, tenta il suicidio con una bombola di gas, ma Raffaele lo salva dal drammatico evento. Così Alberto decide di tornare in carcere, lasciando il palazzo della sua famiglia a testa alta, prelevato dagli agenti di polizia.

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione