Gianfranco Gallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gianfranco Gallo (Napoli, 5 dicembre 1961) è un attore, cantante e drammaturgo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Napoli, è figlio del cantante Nunzio Gallo e della attrice Bianca Maria Varriale.

Il suo debutto teatrale è del 1981 con Eden Teatro Viviani, con la compagnia del maestro Roberto De Simone nella quale resta tre anni a cui seguono L'opera buffa del giovedì santo e la Lucilla Costante.

Nel 1988 forma una sua compagnia e gira l'Italia con gli spettacoli Fratelli d'Italia e Francesca da Rimini per la regia di Aldo Giuffrè.

Dal 1990 al 1995, con la stessa formazione, si afferma nel genere del Teatro Cabaret con alcuni testi da lui scritti.

Dal '95 al '97 è protagonista al Bal Tabarin di Roma,.

Dal 1997 al 2002 recita, scrive e comincia la sua attività di regista per il Teatro Sannazaro di Napoli.

Nel 1998 assume la direzione artistica della compagnia dello stesso teatro nel quale porta in scena alcune sue commedie.

Con I Cucuzzari, testo sulla rivoluzione partenopea del 1799, vince nel Luglio 2002, il premio ''Episcopio Teatro Festival'' .

Dalla stagione 2002/2003 la sua compagnia è prodotta dal teatro Cilea di Napoli. Nel marzo 2003 è in scena con Quartieri Spagnoli.

Nel 2004-2005 è prodotto dal Teatro Trianon di Napoli e mette in scena il musical Napoli 1799.

Nella stagione 2005 - 2006 scrive e rappresenta il Musical ispirato a Miseria e Nobiltà.

Nel 2007 scrive e recita Ti ho sposato per ignoranza. Dal 2009 è il direttore artistico del Teatro dei Comici.

Ha pubblicato un libro di racconti dal titolo Napoli da Sotto a Sopra nel 2011(ed. Graf), il saggio Cuori in ordine Alfabetico del 2013 ed un divertente romanzo pandemico Segreti e Quarantene del 2020.

Nel 2021 gira il suo primo film da sceneggiatore e regista oltre che da attore protagonista, dal titolo Dodici Repliche.

Nel 2021 gira il corto The Winner come sceneggiatore e regista.

Nel 2021 gira L’ultima cena per la Regia di Davide Minnella.

Nel 2021 gira L’ombra di Caravaggio, per la regia di Michele Placido.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1992 riceve il premio Joe Marrazzo con la Presidenza della RAI per il “Teatro giovane“

Nel 2007 vince il festival del corto sociale Nickelodeon di Spoleto e il Formicalata di Giovinazzo (Bari) col suo corto La Gamba di Diego.

Nel 2016 riceve il premio “Capri Awards Patroni Griffi” alla carriera di attore.

E’ “Miglior Attore Protagonista”, sezione cortometraggi, al Festival “Corti sul Lettino 2018” e per due edizioni di seguito al Festival internazionale di Manfredonia “Corto e Cultura” 2018 e 2019.

Come “Miglior Regista di cortometraggi” vince il “Festival Galà del Cinema e della Fiction in Campania 2019” e il “Castello film festival” entrambi per Denyse al di là del vetro, col quale apre il Festival del Cinema di Tavolara 2019 e partecipa alla selezione dei David di Donatello 2020

Nel 2021 insignito del ''Premio Sergio Bruni'', Città di Meta.

Nel luglio 2021 il film lungometraggio di Gianfranco Gallo, Dodici Repliche vince il “Montreal Independent  Film Festival“ , il “World Distribution Award“ (Londra) come migliore film LGBTQ.

Per lo stesso film vince come Miglior attore protagonista al “Best Actor and Director” Festival di New York (Drama e LGBTQ)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]