Squadra mobile (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Squadra mobile
Squadra mobile (serie televisiva).jpg
Paese Italia
Anno 2015 – in produzione
Formato serie TV
Genere poliziesco, drammatico
Stagioni 2 Modifica su Wikidata
Episodi 32 Modifica su Wikidata
Durata 45-50 min (episodio)
Lingua originale italiano
Rapporto 16:9
Crediti
Ideatore Pietro Valsecchi
Interpreti e personaggi
Casa di produzione Taodue
Prima visione
Dal 20 aprile 2015
Al in corso
Rete televisiva Canale 5
Opere audiovisive correlate
Originaria Distretto di Polizia

Squadra mobile è una serie televisiva italiana trasmessa dal 20 aprile 2015 su Canale 5.

Ambientata a Roma, costituisce uno spin-off della serie Distretto di Polizia, andata in onda sulla stessa rete dal 2000 al 2012, riprendendo il personaggio di Roberto Ardenzi, interpretato dal protagonista Giorgio Tirabassi.[1][2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo quasi un decennio trascorso all'Antimafia, Roberto Ardenzi è promosso vice questore aggiunto alla squadra mobile di Roma. Di nuovo all'opera su casi di cronaca della quotidianità, l'uomo si ritrova a gestire un nuovo gruppo di poliziotti, composto da elementi volitivi ma anche afflitti da problemi personali, così come lo stesso Ardenzi che cerca di conciliare al meglio il lavoro con la sua vita privata, in particolar modo nel rapporto con la figlia Mauretta ormai ventenne.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 16 2015
Seconda stagione 16 2017

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Roberto Ardenzi (stagione 1-in corso), interpretato da Giorgio Tirabassi.
    È il nuovo vice questore aggiunto, dirige una sezione della squadra mobile di Roma.
  • Claudio Sabatini (stagione 1-in corso), interpretato da Daniele Liotti.
    È un vice questore aggiunto, capo della squadra narcotici, collega e amico di Ardenzi ma, a sua insaputa, corrotto e dedito ad affari illegali.
  • Sandro Vitale (stagione 1-in corso), interpretato da Antonio Catania.
    È un ispettore di lunga militanza, in preda a problemi con l'alcol.
  • Isabella D'Amato (stagione 1-in corso), interpretata da Valeria Bilello.
    È un'ispettrice specializzata nei casi di stalking.
  • Riccardo Pisi (stagione 1-in corso), interpretato da Marco Rossetti.
    È una giovane recluta.
  • Valeria Goretti (stagione 1), interpretata da Serena Rossi.
    È una giovane agente scelto attratta da Riccardo.
  • Giacomo Polena (stagione 1-in corso), interpretato da Pippo Crotti.
    È un sovrintendente appena lasciato dalla moglie, che si divide tra il lavoro e il figlio di cui si occupa da solo.
  • Roberta Cruciani (stagione 1-in corso), interpretata da Elena Di Cioccio.
    È una sovrintendente il cui fratello, Giulio, ha una difficile relazione sentimentale con Isabella D'Amato.
  • Marcello Oliviero (stagione 1), interpretato da Marco Feroci.
    È una giovane recluta.
  • Emanuela Zaccardo (stagione 1), interpretata da Marta Zoffoli.
    È la vice questore vicaria, dirigente della squadra mobile di Roma. Ha una relazione con Claudio Sabatini, ma non sa che questi la sta solo usando.
  • Maura "Mauretta" Ardenzi (stagione 1-in corso), interpretata da Laura Adriani.
    È la figlia di Ardenzi, studentessa universitaria di psicologia.
  • Cecilia (stagione 2-in corso), interpretata da Miriam Dalmazio.
    È appena arrivata alla squadra mobile, nuovo interesse amoroso di Riccardo.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Maresciallo Giorgio Oliviero, interpretato da Augusto Zucchi.
    È il padre di Marcello Oliviero.
  • Vanessa Morales, interpretata da Laura Barriales.
    È una narcotrafficante colombiana, amante di Claudio Sabatini.
  • Simone, interpretato da Lorenzo De Angelis.
    È il fidanzato di Mauretta.
  • Antonio Parmesan, interpretato da Roberto Nobile.
    È un vecchio collega e amico di Roberto Ardenzi.
  • Giulio Cruciani, interpretato da Alessandro Borghi.
    È il fratello di Roberta nonché fidanzato di Isabella.
  • Cristina Salerni, interpretata da Lucia Rossi.
    È un'allieva del corso anti-stalking tenuto da Isabella D'Amato. Viene uccisa dal compagno violento.
  • Padre di Isabella D'Amato, interpretato da Adriano Chiaramida.
  • Amica di Isabella D'Amato, interpretata da Claudia Salvatore.
    È un'allieva del corso anti-stalking tenuto da Isabella D'Amato.
  • Giulia, interpretata da Melania Maccaferri.
    È un'allieva del corso anti-stalking tenuto da Isabella D'Amato.
  • Marito di Giulia, interpretato da Gennaro Di Biase.
  • Raffaele Bianchi, interpretato da Luciano Miele.
    È un doganiere del porto di Civitavecchia, con precedenti di spaccio e socio di Sabatini. Arrestato da Ardenzi, viene scarcerato e poi ucciso da Sabatini e Vanessa perché testimone scomodo.
  • Antonella, interpretata da Alessandra Bellini.
    È la compagna di Lele Bianchi.
  • Milan Bradic, interpretato da Genti Kame.
    È il capo dei rom, ucciso per sbaglio in questura da Marcello Oliviero.
  • Darko Bradic, interpretato da Marius Bizau.
    È il fratello di Milan Bradic. Rimasto in libertà, viene ucciso da Sabatini.
  • Luigi, interpretato da Mimmo Mignemi.
    È una vittima del racket della 'ndrangheta.
  • P.M. Dottor Bagnozzi, interpretato da Pierluigi Misasi.
    È il pubblico ministero che si occupa delle indagini sulla morte di Marcello.
  • Niccolò Polena, interpretato da Vincenzo Crea.
    È il figlio di Giacomo Polena.
  • Agente dei servizi segreti russi, interpretato da Rinat Khismatouline.
    È un agente dei servizi segreti russi che partecipa all'arresto del presunto terrorista ceceno Boris Chagaev.
  • Alma Chagaev, interpretata da Elena Tchepeleva.
    È la moglie di Boris Chagaev, perseguitata dai servizi segreti russi.
  • Sergio Costamagna, interpretato da Lorenzo Gioielli.
    È un direttore di banca sequestrato da dei criminali insieme alla moglie (Marianna Jensen).
  • Fidanzato di Valeria, interpretato da Davide Silvestri.
  • Don Rodolfo De Nicò, interpretato da Alfredo Pea.
    È un prete che viene ricattato da un uomo con cui aveva avuto dei rapporti in passato, e che per questo gli estorce molti soldi.
  • Ignazio Ferri, interpretato da Pietro Faiella.
    È un maniaco che, uscito dal carcere, continua a tormentare la sua vittima Letizia. Viene così ucciso da Giovanni, fidanzato della ragazza.
  • Ciro Stanzione, interpretato da Massimiliano Pazzaglia.
    È un lavoratore precario che tenta il suicidio alla sede di Equitalia.
  • Ongaro, interpretato da Raffaello Balzo.
    È un ex stalker che frequenta Isabella.
  • Raffinatore di droga ucciso da Enrique, interpretato da Alessandro Prete.
  • Enrique, interpretato da Marco Leonardi.
    È il narcotrafficante per cui lavora Sabatini.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Ascolti Squadra mobile:
Stagione Programmazione Numero di episodi Premiere Finale Share (media)
Data Telespettatori
(in milioni)
Data Telespettatori
(in milioni)
1
Lunedì, 21:10
16
20 aprile 2015
5.032.000
8 giugno 2015
4.464.000 15,81%
2
Mercoledì, 21:10
16
13 settembre 2017
2.740.000

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese della prima stagione di Squadra mobile si sono svolte dal 5 maggio al 31 ottobre 2014.[senza fonte] Il regista Alexis Sweet ha presentato la serie come «non [...] il classico action. La tensione e l'intrigo nascono dai conflitti personali dei protagonisti piuttosto che dai crimini che affrontano», adottando pertanto uno stile registico più vicino a quello di «un documentario sulla vita [dei] poliziotti», e citando come suoi riferimenti il film Polisse e la serie TV Southland, «dove il giallo rimane in secondo piano rispetto all'umanità dei poliziotti».[2] Il protagonista Giorgio Tirabassi ha invece riassunto il tornare a interpretare il personaggio di Roberto Ardenzi, dopo otto anni (l'ultima apparizione risaliva alla settima stagione di Distretto di Polizia), come «rimettersi un paio di vecchie scarpe. Strausate ma comode, che quando torni a indossarle dici sospirando: "Aaah"!»[1] Nonostante avesse a suo tempo lasciato il ruolo di Ardenzi senza troppi rimpianti («anzi, diciamolo chiaro, dopo sette stagioni Tirabassi era piuttosto stufo di Ardenzi»), è stato proprio l'attore, durante un colloquio con il produttore Pietro Valsecchi circa una nuova serie poliziesca, a suggerirgli tale possibilità: «il pubblico ha visto la nascita della figlia, la morte della moglie e l'uccisione del suo miglior amico: un trascorso del genere non può dartelo nessuno sceneggiatore...»[1]

Quanto alla nemesi di Ardenzi sullo schermo, Claudio Sabatini, il suo interprete Daniele Liotti l'ha descritto come un «cattivo, ma non tagliato con l'accetta [...] è un poliziotto a cui non basta la paga del Ministero, cede alla tentazione e si ritrova nei guai. A poco a poco si trasforma in un delinquente vero e proprio, ma deve affrontare anche i suoi sensi di colpa. Perciò prova continuamente a riscattarsi, a uscire dal girone infernale nel quale si è cacciato». Inizialmente, proprio Liotti doveva essere il protagonista di Squadra mobile, a posto di Tirabassi; tuttavia, quando in fase di sceneggiatura venne fuori l'idea di riportare in auge il personaggio di Ardenzi, «il regista Alexis Sweet, che mi aveva già diretto in Il capo dei capi, mi buttò lì: "E se facessi il cattivo?" [...] Ormai mi ero quasi affezionato all'idea di interpretare un integerrimo commissario. Poi ho capito che sarebbe stata una grande crescita professionale calarsi nei panni di Sabatini, un personaggio complesso che la gente amerà odiare».[1]

La serie è stata rinnovata nel giugno 2015 per una seconda stagione,[3] le cui riprese sono cominciate tra settembre e ottobre dello stesso anno e andrà in onda dal 13 settembre 2017;[4] tale stagione prende spunto, per quanto concerne la trama, dalle vicende di mafia Capitale, mentre per quanto riguarda il cast, a fronte dell'abbandono di Serena Rossi[5] si segnalano gli arrivi di Miriam Dalmazio, Anna Ammirati, Alberto Molinari, Libero De Rienzo e Donatella Finocchiaro.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione