Elena Di Cioccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elena Maria Ida Di Cioccio (Milano, 16 settembre 1974) è un'attrice, conduttrice televisiva e conduttrice radiofonica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Franz Di Cioccio, cantante/batterista della PFM, Elena, già da adolescente, inizia ad esibirsi come cantante rock nei club milanesi e milita in diversi gruppi tra cui una band tributo ai KISS dove Elena interpreta il front leader Paul Stanley. Fino al 2000 di notte canta e di giorno lavora nell'organizzazione di eventi musicali live. Studia canto, recitazione, doppiaggio.[1]

Nel 2001 inizia a lavorare come voce radiofonica nelle emittenti private Radio Lupo Solitario, Rock FM, Radio Parma, Radio Milano Uno e Radio Roma Uno. La radio e la musica resteranno per molti anni una parte importante delle sue attività. Nel tempo ha militato in diverse emittenti come RDS, Radio Deejay, Radio Capital e Radio 2.[1] Debutta in televisione come VJ ed autrice sull'emittente musicale All Music con l'unico programma dedicato al mondo del rock'n'roll I Love Rock n Roll , del quale resterà alla guida per quattro edizioni intervistando i grandi nomi della musica rock internazionale. Sua è anche la voce ufficiale del canale e voce narrante dei programmi documentaristici come Mono.[1]

Nel 2007 inizia la lunga avventura come inviata del programma di Davide Parenti Le Iene, dove Elena si farà notare per il suo stile istrionico, l'ironia e la sensibilità alternando servizi comici (Soubrette sulla Salaria, Il diario della Moto Gp, le 10 frasi da non dire ad un uomo, I gioielli di Beckham) a servizi impegnati (gioco d'azzardo illegale, preti pedofili, minori sul web). Nel 2008 tornerà per un breve momento alla musica, partecipando al programma Scalo 76 su Rai 2 e resta in Rai alla conduzione di due edizioni del programma Stracult con Fabio Caressa e Giampaolo Morelli. Nel 2009 le viene affidata la conduzione del programma Scorie su Rai 2.[1]

Nel 2010 inizia la lunga collaborazione con La7D diventando il volto del programma dedicato al sesso La Mala EducaXXXion.[1]

Nel 2011 inizia a lavorare come attrice: è protagonista femminile nell'opera prima di Guido Pappadà Nauta, partecipa al pluripremiato cortometraggio Omero bello di nonna di Marco Chiarini. Nel 2012 è nel cast del film L'industriale di Giuliano Montaldo e nel 2013 in quello del film L'ultima ruota del carro di Giovanni Veronesi.[1]

Prende parte al film di Max Croci Poli opposti del 2015. È poi protagonista del film Ci vorrebbe un miracolo di Davide Minnella. Sempre nel 2015 è protagonista della serie TV Squadra mobile in onda su Canale 5. Dall'11 settembre al 6 novembre 2015 è concorrente del programma Tale e Quale Show, condotto da Carlo Conti su Rai 1.

Nel 2017 partecipa come concorrente alla prima edizione di Celebrity MasterChef Italia in onda su Sky Uno dove viene eliminata nella sesta puntata classificandosi al quinto posto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]