Portale:Erotismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero urtare la sensibilità di chi legge. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia può contenere materiale discutibile: leggi le avvertenze.
Portale dell'Erotismo
 
 
Icona modificaErotismo
Fernande - foto di Jean Agélou (1878-1921)

La parola erotismo, da Eros, divinità greca dell'amore, indica le varie forme di manifestazione del desiderio erotico che ci attrae verso qualcuno o qualcosa.

Secondo Platone (Simposio), nel momento in cui ne sentiamo la mancanza (desiderium in latino), l'oggetto erotico ci attira verso di sé con la forza di una calamita. Nella teoria freudiana, invece, il desiderio erotico è concepito come libido, ovvero come un impulso fondamentale che muove l'essere umano verso la ricerca del piacere. L'oggetto erotico, quindi, in questo caso è investito eroticamente come potenziale fonte di soddisfazione della pulsione.

Continua la lettura...
 
 
Icona modificaVoce in evidenza

9 settimane e ½ è un film del 1986, diretto negli Stati Uniti da Adrian Lyne.

S'ispira ad un racconto a spunto autobiografico di Elizabeth McNeill, dello stesso titolo. Inoltre è riconosciuto, universalmente, come il film che ha lanciato gli attori Mickey Rourke e Kim Basinger.

Il film, che nel 1986 ricevette tre nomination ai Razzie Awards (peggiore attrice protagonista, peggiore sceneggiatura, peggiore colonna sonora), ebbe due sequel: 9 settimane e ½ - La conclusione, uscito nel 1997 e con protagonisti Mickey Rourke ed Angie Everhart, e The First 9½ Weeks, pubblicato nel 1998 e con protagonisti Clara Bellar e Paul Mercurio.

La pellicola è condita dalla musiche di Billie Holiday, Eurythmics e Joe Cocker. Quest'ultimo eseguì You Can Leave Your Hat On, canzone scritta da Randy Newman e che accompagna lo spogliarello della Basinger.

Continua la lettura...
 
 
Icona modificaPersonaggi di rilievo

Dopo le scuole dell'obbligo, Serena Grandi si diplomò come programmatrice informatica, e oltre a seguire corsi di lingua inglese, iniziò a lavorare in un laboratorio di analisi. Con il sogno della recitazione partì per Roma con destinazione Cinecittà. Dopo aver seguito corsi di dizione e recitazione, partecipò ad alcuni stage con registi americani, dove imparò a destreggiarsi in un set, e iniziò ad ottenere le prime particine sexy in commedie come Pierino la Peste alla riscossa e Sturmtruppen 2 - Tutti al fronte.

Nei primi anni di carriera cinematografica utilizzò lo pseudonimo di Vanessa Steiger. Il cognome Grandi, adottato poi all'interno del secondo nome d'arte, era quello della madre. Una delle prime volte che la si ricorda con il suo cognome è in una partecipazione a Il cappello sulle ventitré, in cui eseguì uno strip tease.

Continua la lettura...
 
 
Icona modificaImmagine del giorno
 
 
Icona modificaCategorie
 
 
Icona modificaImmagini su commons
 
 
Icona modificaAltri progetti