aNobii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« L'idea di anobii mi è venuta dopo aver letto un libro sul web 2.0. vivevo ad Hong Kong e ho sentito il bisogno di sapere quali altre persone l'avevano letto nella mia città. Volevo confrontarmi con loro, volevo scambiare con loro le mie impressioni e farmi segnalare altri libri sull'argomento.

Ecco come è nata l'idea, semplicemente. »

(Greg Sung, incontro pubblico a Milano, 4 febbraio 2009[1])
aNobii
Logo
URL www.anobii.com
Commerciale No
Tipo di sito Catalogo di libri, comunità e statistiche
Registrazione opzionale
Proprietario Arnoldo Mondadori Editore
Creato da Greg Sung
Lancio 2006
Stato attuale attivo
Slogan aNobii: Where books and people meet

aNobii è un social network dedicato ai libri.

Gli utenti iscritti possono mettere in linea la propria libreria attraverso i codici ISBN o un motore di ricerca interno, condividendo recensioni, commenti, votazioni, dati sull'acquisto e sulla lettura, lista dei desideri e suggerimenti con altri utenti, direttamente o attraverso gruppi.
Tale rete permette anche lo scambio e la vendita di libri tra utenti.

Creato nell'agosto 2006 a Hong Kong, è considerato un esempio del Web 2.0 ed è diffuso in 13 lingue diverse, tra cui l'italiano, classificando oltre 43 milioni di libri. Il nome aNobii deriva dal nome dell’Anobium punctatum, il "tarlo della carta"; nei paesi anglosassoni con questo epiteto viene metaforicamente indicato chi passa molto tempo sui libri.

In Italia riscuote un discreto successo a cavallo del 2009/2010 unicamente dovuto al passaparola, in concomitanza all'insorgere di problemi quali rallentamenti, malfunzionamenti, bug, difficoltà di accesso, dando luogo all'abbandono da parte di molti utenti.

Il 2 marzo 2011 il fondatore Greg Sung annuncia l'acquisizione di aNobii da parte di una start-up inglese guidata da HMV Group e supportata da HarperCollins, Penguin e The Random House Group. L'allora AD Matteo Berlucchi, italiano in Inghilterra, esordiva annunciando un rinnovo della piattaforma (aNobii 2.0) con l'obbiettivo di integrare funzioni social e vendita di libri/ebook. Nonostante l'apporto di qualche miglioria, il progetto non fu mai portato a termine.

Il 12 giugno 2012 la Sainsbury's Supermarkets Ltd. acquisisce il 64% delle partecipazioni per 1£.[2]

L'11 marzo 2014 il gruppo Mondadori annuncia l'acquisizione del social network con un comunicato stampa pubblicato sul sito.[3]

Caratteristiche di aNobii[modifica | modifica wikitesto]

aNobii consente la visualizzazione delle librerie degli altri utenti ed esegue in automatico un calcolo di compatibilità con la propria espresso in percentuale. Questa funzione consente di individuare le librerie simili alle proprie e di tenere d'occhio quelle più affini ai propri gusti per scoprire nuovi libri e nuovi autori. Inoltre aNobii consente di estrapolare dati sulla propria libreria, come il numero di pagine lette in un determinato anno, il numero di altri utenti che l'hanno visitata, gli utenti che grazie a quella libreria hanno scoperto nuovi libri.

I libri vengono inseriti nella propria libreria attraverso il codice ISBN, titolo del volume, editore o autore. La modifica delle copertine dei libri o qualsiasi altro dato può essere richiesta dagli utenti qualora non fossero presenti.

Servizi aggiuntivi[modifica | modifica wikitesto]

Per migliorare la sua visibilità ed essere sempre a portata di mano dei suoi lettori, aNobii lancia gratuitamente sul mercato la sua applicazione per il mercato mobile degli smartphone. La sua applicazione viene distribuita per iPhone, e permette agli utenti di aNobii di poter inserire in automatico nella propria libreria i propri libri effettuando una scansione del codice ISBN del libro. Recentemente ha distribuito gratuitamente la sua applicazione anche per i sistemi operativi Android, garantendo le stesse funzioni presenti nella versione per iPhone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Arduini, Barella e Simonelli, Librovisioni. Quando la lettura passa attraversa lo schermo, Torino, Effatà, 2009, p. 48.
  2. ^ http://www.j-sainsbury.co.uk/media/latest-stories/2012/20120612-sainsburys-moves-into-e-book-space-with-acquisition-of-majority-stake-in-online-books-platform-anobii/
  3. ^ MONDADORI ACQUISISCE ANOBII / 2014 / Comunicati stampa / Media - Mondadori, su Mondadori. URL consultato il 18 agosto 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]