Dribbble

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dribbble
sito web
Logo
URLwww.dribbble.com/
Tipo di sitosocial network
RegistrazioneGratuita
ProprietarioDribbble Holdings Ltd. (direct owner: Tiny)
Creato daDan Cederholm and Rich Thornett CEO: Zack Onisko
Lancio2009
Stato attualeAttivo

Dribbble è una piattaforma di autopromozione e social network per designer e creativi digitali. È utilizzato come portfolio di progettazione, cercare posti di lavoro e assunzioni ed è una delle più grandi piattaforme dove i designer condividono il proprio lavoro creativo online. La società è completamente remota senza quartier generale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009, Dan Cederholm e Rich Thornett hanno lanciato Dribbble in versione beta come un sito solo su invito in cui i designer potevano condividere ciò su cui stavano lavorando: "Il nome Dribbble è nato dalle doppie metafore di idee rimbalzanti e perdite di lavoro". Il primo "Shot" (un piccolo screenshot del lavoro in corso di un designer) è stato pubblicato da Cederholm il 9 luglio 2009. Nel marzo 2010, è stato reso pubblicamente disponibile con i nuovi membri che richiedono inviti.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Inc. 5000: Fastest-Growing Private Companies in America (2018[1] and 2019)
  • Webby Awards: Honoree, Best Website – Community (2019)[2]
  • CSS Design Awards: Best UI Design, Best UX Design, Best Innovation (2019)[3]
  • Inc. 5000: Fastest-Growing Private Companies in America (2018)[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dribbble, https://dribbble.com/shots/5479907-Inc-5000-Badge. URL consultato l'8 agosto 2019.
  2. ^ (EN) webbyawards.com, https://www.webbyawards.com/winners/2019/websites/general-websites/community/dribbble/. URL consultato l'8 agosto 2019.
  3. ^ CSS Design Awards, cssdesignawards.com, https://www.cssdesignawards.com/sites/dribbbles-2018-year-in-review/34476. URL consultato l'8 agosto 2019.
  4. ^ Inc.com, https://www.inc.com/profile/dribbble. URL consultato l'8 agosto 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Internet: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di internet