Raptr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Raptr
sito web
URLraptr.com
Tipo di sitosocial network
LinguaInglese
Registrazioneobbligatoria
ProprietarioDennis Fong
Creato daDennis Fong
Lancio3 settembre 2008
Stato attualeInattivo, chiuso il 30 Settembre 2017

Raptr è stato un social network e messaggistica istantanea sviluppato da Raptr, Inc. destinato all'uso da parte dei giocatori di videogiochi. Dennis Fong, cofondatore di Xfire, ha fondato la società Raptr, Inc. nel 2007; si trova a Mountain View, in California. La società ha raccolto finanziamenti per 12 milioni di dollari da investitori tra cui Accel Partners e Founders Fund. Il servizio è stato chiuso il 30 settembre 2017.

Software[modifica | modifica wikitesto]

Il client, che era un'applicazione scaricabile per Microsoft Windows, supporta Yahoo! I protocolli Instant Messenger, GTalk, Windows Live Messenger, Xfire, ICQ e Facebook e consentiva agli utenti di importare i loro account Xbox Live, PlayStation Network e Steam. Comprendeva anche altre funzionalità come il tracciamento del tempo di gioco / obiettivi, l'overlay in-game e la gestione del gioco. Raptr offre alcune immagini che mostrano le statistiche di gioco di un utente da utilizzare nelle firme .

Sul sito Web, gli utenti potevano aggiungere videogiochi al proprio profilo, oltre a tenere traccia dei tempi e dei risultati di gioco, condividere recensioni, informazioni relative al gioco e attività di gioco. Raptr consentiva agli utenti di pubblicare i loro risultati di gioco su siti come Twitter, Plurk, FriendFeed e Facebook.

Una delle caratteristiche principali erano i premi raptr, un programma in cui gli utenti guadagnavano una valuta, chiamata punti raptr, mentre giocavano o ottenevano achievement, questi punti potevano essere scambiati con vari premi come oggetti di gioco, avatar, nuovi giochi, ecc.[1] Nel febbraio 2014, AMD ha investito in Raptr, che ha migliorato il sistema di ricompensa, consentendo agli utenti di guadagnare punti ottimizzando i loro giochi con l'app e aggiunto sconti e omaggi per l'hardware reale.[2]

Raptr è stato lanciato in una beta chiusa il 2 febbraio 2008 e ha lanciato una beta aperta al pubblico il 3 settembre 2008.

Raptr ha stipulato collaborazioni con gli editori di videogiochi Activision & Ijji e il client Raptr è stato abbinato alla versione per PC di Red Faction: Guerrilla .[3][4] Nel dicembre 2009, Raptr ha stretto una partnership con GameSpot per fornire a entrambe le comunità funzionalità extra.[5]

Nel 2014, Raptr ha riavviato il suo piano aziendale per concentrarsi sui giocatori PC. Dennis Fong ha dichiarato "il più grande punto di dolore per i giocatori di PC è la debolezza della piattaforma nel suo insieme. Ognuno ha un diverso tipo di PC. Esistono milioni di configurazioni diverse per giocare. Aiutiamo i giocatori a ottenere la migliore esperienza ogni volta che giocano ”e aggiungendo" ci siamo reinventati concentrandoci sul gioco per PC ". Raptr ha quindi collaborato con AMD per promuovere l'ottimizzazione dei giochi su schede grafiche AMD. Raptr ha inoltre collaborato con Twitch.tv per fornire streaming "con un clic" nella loro app desktop. Nel 2015 Raptr ha annunciato la fine del supporto della console, citando il crescente mercato dei PC e le modifiche a Xbox Live e PlayStation Network che hanno creato difficoltà nell'aggiornamento delle funzionalità.

Nel marzo 2015 Raptr ha lanciato Plays.tv, un servizio di condivisione di videoclip di giochi.[6] Il servizio si è trasformato in una società indipendente nel gennaio 2017.

Il 12 ottobre 2016 AMD ha interrotto l'app AMD Gaming Evolved sviluppata con il team raptr, ponendo fine alla loro collaborazione. Tuttavia, il software è ancora disponibile per il download.

Il 4 aprile 2017 è stato annunciato che il servizio di premi raptr sarebbe stato chiuso il 30 di quel mese, poiché la collaborazione con AMD era terminata.

Da luglio 2017, l'app raptr ha avuto problemi con il processo di accesso, che ha avvisato diversi utenti. Il team di supporto ha affermato che il problema è stato risolto, ma gli utenti continuano a sperimentare problemi un mese dopo la risposta. Più o meno nello stesso periodo, tutti gli account social del raptr erano chiusi tranne il loro account Twitch.tv.

Nello stesso anno, il 1º settembre, sul sito è stato pubblicato un annuncio in cui si affermava che il servizio sarebbe stato chiuso il 30 settembre 2017. Tuttavia, gli utenti erano ancora in grado di scaricare il loro dati di gioco.[7][8] Nel luglio 2018, sul sito è rimasta solo una pagina "Arrivederci Raptr", che è stata infine rimossa nel novembre di quell'anno.[9][10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dean Takahashi, Awesome! Raptr will give you targeted rewards just for playing games, su Venture Beat, 7 maggio 2012. URL consultato il 5 settembre 2017.
  2. ^ Dean Takahashi, AMD teams up with Raptr to reward loyal gamers, su Venture Beat, 19 febbraio 2014. URL consultato il 5 settembre 2017.
  3. ^ Raptr, NHN USA Partner to Help Players Connect across ijji.com's [Reactor] Suite of Free-to-Play Games, su Reuters. URL consultato il 20 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2009).
  4. ^ Kat Bailey, Raptr Announces Partnerships With THQ And Activision [collegamento interrotto], su 1UP.com, 22 luglio 2009.
  5. ^ Ricardo Gomez, Raptr and GameSpot Partnership is Now Live!, su Raptr.com, 16 dicembre 2009. URL consultato il 20 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2010).
  6. ^ Dean Takahashi, Raptr launches Plays.tv gameplay video sharing and raises $14M, su VentureBeat, 31 marzo 2015. URL consultato il 30 novembre 2015.
  7. ^ Dennis Fong, We’re Sad To Say Goodbye To Raptr, su Raptr, 1º settembre 2017. URL consultato il 5 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2017).
  8. ^ Raptr is dead. No more Gaming Evolved a year after AMD ditch the app, su pcgamesn.com.
  9. ^ Wayback Machine, su web.archive.org, 1º gennaio 2018. URL consultato il 27 novembre 2018.
  10. ^ Wayback Machine, su web.archive.org, 1º gennaio 2018. URL consultato il 27 novembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]