Cristina Moglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Cristina Formichi Moglia[1] (Roma, 21 gennaio 1972) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nipote del direttore della fotografia Renato Del Frate, frequenta per due anni l'Actors Studio Center a Sydney e il Lee Strasberg's Institute di Los Angeles, dove inizia a studiare recitazione e ad imparare l'inglese.

Tra i suoi primi lavori italiani i film Radiofreccia (1998) di Luciano Ligabue, Femminile, singolare di Claudio Del Punta (2000) ed Hermano, diretto da Giovanni Robbiano sempre nel 2000 ma uscito nel 2007; nonché le soap opera Un posto al sole e Vivere, in cui interpreta i ruoli rispettivamente di Tiziana Torrisi e Sofia Gherardi.

Successivamente si è fatta notare nelle fiction Distretto di Polizia e La stagione dei delitti, interpretando rispettivamente l'agente scelto Valeria Ruggero e il commissario capo Eva Renzi.

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Autostop, regia di Gabi Ford
  • Trattamento di M. Kundera, regia di Gabi Ford
  • Friends of the heart, regia di Gabi Ford
  • I migliori attori del mondo, regia di Roberto Latini
  • Omaggio a Pantani (2005), regia di Renato Sarti

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Recinti, regia di Antonio Morabito (1997)
  • Mani in alto, regia di Michela Ferrari (2003)
  • Sangre de perro, regia di Leonardo D'Agostini (2007)
  • Il male assoluto, regia di Francesco Colangelo (2008)
  • Sabbie Nere/Black Sands, regia di Isidoro Ventura Piselli (2016)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]