Vittoria Schisano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Vittoria Schisano (Pomigliano d'Arco, 11 novembre 1983) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata con il nome di Giuseppe, è cresciuta a Pomigliano d'Arco, nell'entroterra napoletano. Nel 1998 si trasferì a Roma per studiare recitazione. Dopo aver recitato per diversi anni a teatro, esordì nel 2005 nel film televisivo Mio figlio al fianco di Lando Buzzanca, Caterina Vertova e Giovanni Scifoni. Nel 2009 ebbe il premio come Miglior attore esordiente (sezione fiction e tv) per la stagione 2008/2009; nel 2010 interpretò nuovamente il ruolo di Damien nella serie televisiva Io e mio figlio - Nuove storie per il commissario Vivaldi. Nello stesso anno ricevette in Campidoglio il premio come attore rivelazione.

Il 17 novembre 2011 con un'intervista apparsa sulla rivista Sette del Corriere della Sera, dichiarò di aver intrapreso il percorso per cambiare sesso, al termine del quale prese il nome di Vittoria Schisano[1][2]. Proseguì quindi la carriera come attrice apparendo in altri film tra cui Tutto tutto niente niente e Outing - Fidanzati per sbaglio.

Nel febbraio 2016 diventa la prima donna che ha fatto un percorso di transizione ad apparire sulla copertina dell'edizione italiana di Playboy[3][4][5]; il 6 maggio dello stesso anno partecipò come madrina ai Ciao Darwin Awards[6].

Nel 2017 pubblica La Vittoria che nessuno sa, suo primo libro autobiografico edito da Sperling & Kupfer e scritto insieme ad Angela Iantosca[7], e presenta su LOFT, web tv de Il Fatto Quotidiano, il programma La vasca. Nella primavera del 2018 è ospite fisso della quarta edizione del programma Matrix Chiambretti, in onda in seconda serata su Canale 5, dove ricopre il ruolo di "Presidente della Repubblica delle donne"[8]. Da novembre 2018 a febbraio 2019 è in scena al Salone Margherita di Roma nello spettacolo teatrale di Pier Francesco Pingitore intitolato Femmina![9]. Nel 2019 è tra i protagonisti del film Nati 2 volte, nelle sale dal 28 novembre[10]; nello stesso anno entra a far parte del cast della serie televisiva Un posto al sole in onda su Rai 3 dove interpreta il ruolo di Carla Parisi[11].

Nel 2020 prende parte alla quindicesima edizione di Ballando con le Stelle, in coppia con il ballerino Marco De Angelis.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Da Corriere.it
  2. ^ Da corrieredelmezzogiorno.corriere.it
  3. ^ Da Diariopartenopeo.it, su diariopartenopeo.it. URL consultato il 3 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2016).
  4. ^ Vittoria Schisano, la prima transgender sulla copertina di Playboy Italia, su Repubblica Spettacoli. URL consultato il 3 febbraio 2016.
  5. ^ Vittoria Schisano, la prima transgender sulla copertina di Playboy Italia (JPG), su repstatic.it.
  6. ^ Giovanni Rossi, CIAO DARWIN AWARDS: ECCO I VINCITORI. 'IL MISTICO' ELETTO PERSONAGGIO DELL'ANNO (FOTO), su DavideMaggio.it, 7 maggio 2016. URL consultato il 22 dicembre 2019.
  7. ^ La Vittoria che nessuno sa, su Sperling & Kupfer Editore. URL consultato il 22 dicembre 2019.
  8. ^ "Matrix Chiambretti" riparte da Simona Ventura, Pupo e Myss Keta, TGcom24, 26 aprile 2018. URL consultato il 7 marzo 2020.
  9. ^ Femmina, il nuovo musical “spudorato” di Pier Francesco Pingitore: in scena dialoghi immaginari tra le done più amate e odiate della Storia, Il Fatto Quotidiano, 21 novembre 2018. URL consultato il 7 marzo 2020.
  10. ^ 'Nati 2 volte', prima donna poi uomo, ANSA, 22 novembre 2019. URL consultato il 7 marzo 2020.
  11. ^ Roberto Mallò, La svolta 'transgender' di Un Posto al Sole: Vittoria Schisano è Carla, il padre di Alex e Mia, su DavideMaggio.it, 9 agosto 2019. URL consultato il 22 dicembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]