Valentina Carnelutti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valentina Carnelutti

Valentina Carnelutti (Milano, 6 febbraio 1973) è un'attrice, regista e doppiatrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia dell'attore Francesco Carnelutti, Valentina Carnelutti è un’attrice e sceneggiatrice Italiana e internazionale.

Ha lavorato con registi come Marco Tullio Giordana (La meglio gioventù), Theo Angelopoulos (La polvere del tempo), Paolo Virzì (Tutta la vita davanti e La pazza gioia per il quale è stata Finalista al Nastro d’Argento e candidata al David di Donatello), Citto Maselli (Le ombre rosse), Angelo Orlando (Sfiorarsi), Carlo Lavagna (Arianna per il quale è stata Finalista al Nastro d’Argento) e molti altri.

In televisione è stata protagonista di diverse serie tra cui Squadra Antimafia in cui interpreta il ruolo della politica corrotta Veronica Colombo, e il più recente Amore pensaci tu mutuato sulla serie Australiana House Husbands.

In teatro ha lavorato con, tra gli altri, Angelo Orlando, Giuseppe Bertolucci, Peter Sellars, Damir Todorovic, oltre a scrivere e dirigere lei stessa diverse pièces : Tutta la mia confusione, As it is e il più recente Non ho altro da aggiungere (presentato in anteprima al Festival di Internazionale a Ferrara 2015).

È autrice della sceneggiatura Sfiorarsi (Angelo Orlando, 2005 finanziato dal Mibac) e del cortometraggio Recuiem che ha anche prodotto e diretto (Miglior Film al Festival di Torino 2013 e Finalista ai Nastri d’Argento 2014).

Come regista ha diretto il documentario Melkam Zena – Buone Notizie, prodotto da Action Aid, il videoclip per il singolo di Francesco Tricarico Le conseguenze dell’ingenuità oltre a Recuiem (vincitore di numerosi Festival Internazionali).

È attrice per Rai Radio dal 1998. Oltre agli sceneggiati radiofonici (102 minuti a Ground Zero, Maigret, Futbol, Una strana coincidenza) collabora regolarmente con il programma Il terzo anello. Tra le sue letture quelle di Se questo è un uomo e La tregua di Primo Levi, I mandarini di Simone de Beauvoir.

Ha doppiato le protagoniste di diversi film, tra le quali Arta Dobroshi ne Il matrimonio di Lorna, Sarah Polley in La mia vita senza me, Charlotte Gainsbourg in Antichrist.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Cantante[modifica | modifica wikitesto]

  • Post Romantic Empire (assolo con il gruppo MIR), Pre final Fest, Roma (2009].

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Regia[modifica | modifica wikitesto]

  • Melkam Zena, mediometraggio (2012)
  • ReCuiem, cortometraggio (2013)
  • Le conseguenze dell'ingenuità, videoclip (2013)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Nastri d'Argento - CinemaItaliano.info, su www.cinemaitaliano.info. URL consultato il 02 giugno 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN300332683 · SBN: IT\ICCU\RAVV\459880 · BNF: (FRcb16940185v (data)