Giovanni Davide Maderna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Davide Maderna (Milano, 2 ottobre 1973) è un regista italiano.

 Giovanni Davide Maderna
Giovanni Davide Maderna alle Giornate degli Autori - Venice Days nel 2012

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995 realizza a Lione il suo primo cortometraggio: La Place, premiato al Sacher Festival di Nanni Moretti. Seguono i cortometraggi Jahilia (Occidente) anch'esso premiato al Sacher Festival e Dolce Stil Novo, presentato al Festival di Locarno.

Nel 1999 il suo film Questo è il giardino vince il Premio Luigi De Laurentiis alla Mostra del cinema di Venezia.

Realizza poi L'amore imperfetto (2001), anch'esso presentato al Festival di Venezia. Con Schopenhauer (2006) ritorna a Locarno, nella sezione Cineasti del Presente. Quattro anni dopo con Cielo senza terra (2010), co-diretto con Sara Pozzoli, partecipa alla selezione ufficiale delle Giornate degli Autori a Venezia, è finalista del Premio Doc.it e vince il secondo premio al festival Filmmaker di Milano.

Fra i suoi punti di riferimento sono esplicitamente citati i registi Robert Bresson, Alberto Grifi e Otar Iosseliani.

Diventa produttore dal 2005 fondando Quarto Film e lavorando con autori come Francesco Gatti, Dario Buccino, Filippo Ticozzi, Sara Pozzoli, Mauro Santini, Tonino De Bernardi e Giovanni Cioni.

Dedica nel 2005 una video-intervista (realizzata con Antonio Moresco) ad Alberto Grifi.

Nel 2012 è ideatore e curatore, in collaborazione con Mostra del Cinema di Venezia e Giornate degli Autori (VeniceDays), della sezione indipendente Cinema Corsaro, all'interno della quale presenta lavori sperimentali e fuori formato, caratterizzati da uno spirito "corsaro" sia in senso artistico che produttivo, di autori italiani e internazionali (da Sylvain George a Ugo Gregoretti con il suo rarissimo Le tigri di Mompracem del 1974, passando per un inedito di Corso Salani). All'interno della rassegna vengono presentati anche i film prodotti da Quarto Film in occasione dell'anniversario della nascita di Emilio Salgari e realizzati dallo stesso Maderna (Carmela, salvata dai Filibustieri, co-diretto con Mauro Santini), Giovanni Cioni e Tonino De Bernardi.

Look Love Lost (2012) è un film realizzato con materiali privati raccolti nell'arco di alcuni anni e montato in un'unica sessione nel giorno di Natale del 2011.

Nel 2015 a Londra fonda la casa di produzione EL Entertainment Ltd, denominata in omaggio all'omonimo film di Luis Bunuel.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • La Place (1995)
  • Jahilia (Occidente) (1996)
  • Dolce Stil Novo (1998)
  • Bologna 16-2-05, Giovanni Maderna e Antonio Moresco incontrano Alberto Grifi (2005)

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]