Massimiliano Buzzanca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Massimiliano Buzzanca

Massimiliano Buzzanca (Roma, 31 maggio 1963) è un attore italiano.

È figlio di Lando Buzzanca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in giurisprudenza, esercita la professione di avvocato fino al 2001, per poi dedicarsi esclusivamente al mondo dello spettacolo come attore. Si interessa al teatro e al cinema, interpretando anche alcuni film per la televisione. È al cinema con le pellicole The Second Coming (2002) regia di Guido Marconi, Il monastero, regia di Antonio Bonifacio (2003), Chamber Film - Interno Giorno regia di Tommaso Rossellini (2010) con Fanny Ardant e Kyla Chaplin. Nel 2011 è tra i protagonisti dell'action movie Da che parte è la notte per la regia di Stefano Arquilla.

Del 2005 è la commedia brillante Nemici per la pelle interpretata con Massimo Bonetti, Christian De Sica e Stefano Masciarelli, per la regia di Rossella Drudi e Claudio Fragasso.

Per la televisione è tra gli interpreti delle fiction di Raiuno Regina dei fiori (2004) regia di Vittorio Sindoni, Rino Gaetano - Ma il cielo è sempre più blu (2006) regia di Marco Turco, La vita che corre. È stato anche conduttore di talk show, quiz e programmi di approfondimento sulle emittenti locali Odeon Tv e Rete Oro, dal 2001 al 2006.

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 debutta in teatro con Novecento per la regia di Sergio Ammirata, testo liberamente tratto dall'omonimo romanzo di Alessandro Baricco. Seguono esperienze teatrali con I tre operai (2003) regia di Enrico Bernard, tratto dal romanzo di Carlo Bernari sullo sfondo delle lotte operaie dei primi decenni del 1900; I Menaechmi (2008) di Plauto per la regia di Livio Galassi, al fianco di Mita Medici, Franco Oppini e Nini Salerno; Confessioni (2007) di Giancarlo Loffarelli per la regia di Francesco Piotti.

Tra le commedie brillanti, interpreta Io e Peter Pan (2006) di Silvestro Longo regia di Cristiano Vaccaro, I lieder di Schumann (2007) di Giancarlo Loffarelli regia di Francesco Piotti e La tredicesima fatica di Ercole (2009-2010) di Sante Stern regia di Sergio Ammirata. Particolarmente congeniali al suo spirito e alla sua vocalità sono le commedie musicali. Ha portato sul palcoscenico i musical Una volta nella vita (2005) di Bruno Lauzi e Gianfranco Reverberi per la regia di Luigi Galdiero e Sotto er cielo de Roma (2009-2010) di Sergio Iovine e Silvestro Longo.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • The Second Coming, regia di Guido Marconi (2002)
  • Il monastero, regia di Antonio Bonifacio (2003)
  • Interno giorno, regia di Tommaso Rossellini (2011)
  • Da che parte è la notte, cortometraggio, regia di Stefano Arquilla (2011)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Novecento (2001), regia di Sergio Ammirata
  • I tre operai (2003), regia di Enrico Bernard
  • Una volta nella vita (2005), regia di Luigi Galdiero
  • Io e Peter Pan (2006), regia di Cristiano Vaccaro
  • I lieder di Schumann (2007), regia di Francesco Piotti
  • I Menaechmi (2008), regia di Livio Galassi
  • Confessioni (2007), regia di Francesco Piotti
  • La tredicesima fatica di Ercole (2009-2010), regia di Sergio Ammirata
  • Il brigante (2010), regia di Claudio Meloni
  • Sotto er cielo de Roma (2009-2010), regia di Claudio Meloni