Roman Reigns

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Leati Joseph Anoa'i)
Roman Reigns
Roman Reigns
Roman Reigns
Nome Leati Joseph Anoa'i[1]
Ring name Joe Anoa'i[2]
Leakee[2]
Roman Leakee[2]
Roman Reigns[3]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Pensacola[1][3]
25 maggio 1985 (31 anni)[1]
Residenza Tampa[4]
Residenza dichiarata Pensacola[3]
Altezza 190[2] cm
Altezza dichiarata 191[3] cm
Peso dichiarato 120[3] kg
Allenatore Afa Anoa'i[5]
FCW[4]
Sika Anoa'i[5]
Debutto 19 agosto 2010[2]
Federazione WWE[3]
Progetto Wrestling
Joe Anoa'i
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191[1] cm
Peso 130[1] kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Defensive tackle[1]
Ritirato 2008[1]
Carriera
Giovanili
2003–2006 Georgia Tech Yellow Jackets
Squadre di club
2007 Minnesota Vikings
2007 Jacks. Jaguars
2008 Edmonton Eskimos
 

Leati Joseph "Joe" Anoa'i[1], meglio conosciuto come Roman Reigns[2] (Pensacola, 25 maggio 1985[1][4]), è un wrestler ed ex giocatore di football americano statunitense di origini samoane e italiane sotto contratto con la WWE[3], dov'è l'attuale detentore dello United States Championship al suo primo regno.

È un membro della famiglia Anoa'i, dinastia di wrestling samoano-statunitense.[6] Il 21 giugno 2016 è stato sospeso per trenta giorni a causa della sua prima violazione del Wellness Program della WWE.[7]

Dopo aver giocato a football americano al college per i Georgia Tech,[1] Anoa'i ha iniziato la sua carriera nel football con brevi periodi di off season con i Minnesota Vikings e i Jacksonville Jaguars della National Football League nel 2007.[8][9] Ha poi giocato una stagione completa con gli Edmonton Eskimos della Canadian Football League nel 2008,[10] per poi annunciare il suo ritiro dal football.[10]

Anoa'i ha quindi perseguito una carriera nel wrestling ed è stato messo sotto contratto dall'allora World Wrestling Entertainment (WWE) nel 2010, allenandosi nel territorio di sviluppo della Florida Championship Wrestling (FCW).[4] Ha fatto il suo debutto nel roster principale della WWE con il personaggio di Roman Reigns nel novembre 2012, al fianco di Dean Ambrose e Seth Rollins come membro dello Shield.[11]

Come membro dello Shield ha vinto un WWE Tag Team Championship (con Rollins),[12][13] ha segnato il record per il maggior numero di eliminazioni in un Survivor Series elimination match (4) nell'edizione del 2013[14] e il record per il maggior numero di eliminazioni in un Royal Rumble match (12) nell'edizione del 2014.[15] Dopo lo scioglimento dello Shield nel giugno 2014[16] ha iniziato la sua carriera nella competizione singola lottando fin da subito per il WWE World Heavyweight Championship,[17] ottenendo nell'agosto 2014 uno tra i match principali a SummerSlam[18] e vincendo la Royal Rumble nel 2015.[19] Ha poi conquistato il WWE World Heavyweight Championship per tre volte.[20] Ha inoltre vinto lo Slammy Award come Superstar of the Year ("Superstar dell'anno") nel 2014.[21]

Reigns ha lottato nel main event di molti pay-per-view della WWE,[22] incluse le edizioni 31[23] e 32[24] di WrestleMania, l'evento di punta della WWE.[25] La WWE lo ha scelto come "volto" della federazione, ma la sua ascesa al vertice come "buono" (face) è stata segnata dalla disapprovazione dei critici e dalle reazioni del pubblico, con David Shoemaker di ESPN che è arrivato a descrivere Reigns come il wrestler più odiato che la WWE ha mai avuto sin da quando Sgt. Slaughter ha "tradito" gli Stati Uniti per adottare la gimmick di un simpatizzante dell'Iraq durante la guerra del Golfo.[26]

Carriera nel football[modifica | modifica wikitesto]

Anoa'i ha giocato a football per quattro anni alla Pensacola Catholic High School e per un anno alla Escambia High School.[1] In quel periodo è stato premiato come difensore dell'anno dal Pensacola News Journal.[1]

In seguito ha frequentato il Georgia Institute of Technology, giocando con i Georgia Tech Yellow Jackets.[1] A partire dal suo secondo anno è divenuto titolare, rimanendolo per i successivi tre.[1] È stato nominato capitano della squadra e nel 2006 è stato inserito nella prima formazione ideale della Atlantic Coast Conference.[1] Quell'anno ha terminato con 29 tackle for loss, inclusi 12 sack, il tredicesimo miglior risultato della storia di Georgia Tech.[27] Non selezionato nel draft NFL 2007, Anoa'i ha successivamente firmato con i Minnesota Vikings.[8][9]

Dopo essersi svincolato ha firmato coi Jacksonville Jaguars per rinfoltire il reparto dei defensive end.[8] Nel 2008 ha firmato con gli Edmonton Eskimos, accettando un posto nella squadra di allenamento.[10] Portando il numero 99, Anoa'i ha disputato cinque partite Eskimos, tre delle quali come titolare.[6][10][28] La sua partita più nota è quella disputatosi il 13 settembre contro gli Hamilton Tiger-Cats, che la sua squadra ha sconfitto per 38-33; lui ha contribuito alla vittoria della sua squadra con cinque tackle e un fumble forzato.[28] Si è svincolato il 10 novembre di quello stesso anno e ha annunciato il suo ritiro dal football.[10]

Carriera nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

World Wrestling Entertainment/WWE[modifica | modifica wikitesto]

Territori di sviluppo (2010–2012)[modifica | modifica wikitesto]

Anoa'i ha firmato un contratto di sviluppo con la World Wrestling Entertainment (WWE) nel luglio 2010 e fu mandato nella Florida Championship Wrestling (FCW) per allenarsi.[4] Ha fatto il suo debutto con il nome di Roman Leakee[4] (in seguito accorciato semplicemente in Leakee)[4] il 9 settembre 2010 in un match perso contro Richie Steamboat.[29] Dopo ulteriori sconfitte contro Idol Stevens e Wes Brisco ha ottenuto la sua prima vittoria il 21 settembre contro Fahd Rakman.[30] Leakee ha continuato a lottare nella FCW principalmente in tag team match.[30] Il 16 gennaio 2011 ha preso parte alla 30-man Grand Royal, ma è stato eliminato.[31] Sempre nel 2011 ha formato un tag team con Donny Marlow e l'8 luglio i due hanno sfidato Calvin Raines e Big E Langston per l'FCW Florida Tag Team Championship, ma senza successo.[32]

L'8 gennaio 2012 ha schienato il campione Leo Kruger in un tag team match che non vedeva in palio l'FCW Florida Heavyweight Championship di Kruger. Leakee è divenuto il primo sfidante per il titolo di Kruger dopo aver sconfitto Dean Ambrose e Seth Rollins in un triple threat match disputatosi il 5 febbraio,[33] ma non è poi riuscito a vincere il titolo la settimana successiva.[34] Leakee ha invece vinto l'FCW Florida Tag Team Championship insieme a Mike Dalton il 15 giugno contro Corey Graves e Jake Carter in un house show;[35][36][37] dopo aver difeso con successo il titolo contro gli ex campioni,[38] Leakee e Dalton sono stati sconfitti da CJ Parker e Jason Jordan il 13 luglio in un altro house show.[39][40]

Dopo che la FCW ha chiuso nell'agosto 2012 tutti i talenti sono stati spostati a NXT, nuovo territorio di sviluppo della WWE.[41] Anoa'i fatto il suo debutto a NXT come heel e con il nuovo nome di Roman Reigns nella puntata di NXT del 31 ottobre, quando ha sconfitto CJ Parker.[42] Due settimane dopo ha sconfitto anche Chase Donovan.[43] Reigns ha fatto la sua ultima apparizione a NXT nella puntata del 5 dicembre 2012 in cui ha sconfitto il jobber Gavin Reids.[44]

The Shield (2012–2014)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Shield (wrestling).
Reigns con Dean Ambrose (a sinistra) e Seth Rollins (sotto) che entra dall'arena come membro dello Shield

Il 18 novembre 2012 alle Survivor Series ha fatto il suo debutto nel roster principale della WWE insieme a Dean Ambrose e Seth Rollins nel match per il WWE Championship fra John Cena, Ryback e CM Punk, aiutando quest'ultimo a mantenere il titolo.[45] Nella puntata di Raw del 26 novembre i tre sono stati intervistati da Michael Cole ed è stato rivelato che il nome del gruppo è "The Shield" e che loro combattono le "ingiustizie".[46] Il trio ha negato di lavorare per CM Punk,[46] ma sono spesso emersi dal pubblico per attaccare i rivali di Punk, come Ryback e il Team Hell No (Kane e Daniel Bryan).[47][48][49][50] Questi attacchi hanno portato a un six-man tag team Tables, Ladders and Chairs match tra il Team Hell No e Ryback contro i tre membri dello Shield il 16 dicembre a TLC, dove questi ultimi sono emersi vincitori.[51] Lo Shield ha continuato ad aiutare CM Punk nel gennaio 2013, attaccando Ryback e The Rock.[52][53] Nella puntata di Raw del 28 gennaio è stato rivelato che Punk e il suo manager Paul Heyman avevano pagato Brad Maddox e lo Shield per lavorare per loro sin dall'inizio.[54]

L'alleanza tra Punk e lo Shield si è quindi interrotta,[55] con questi ultimi che hanno iniziato una faida con John Cena, Ryback e Sheamus,[56] che hanno sconfitto il 17 febbraio a Elimination Chamber.[57] Lo Shield ha combattuto il suo primo match a Raw la notte seguente, quando ha sconfitto Ryback, Sheamus e Chris Jericho.[58] Sheamus allora ha formato un'alleanza con Randy Orton e Big Show per affrontare lo Shield il 7 aprile a WrestleMania 29, dove i membri dello Shield hanno ottenuto la loro prima vittoria a WrestleMania.[59] Lo Shield ha tentato di attaccare The Undertaker la notte seguente a Raw, ma sono stati fermati dal Team Hell No:[60] ciò ha portato tra i sei a un match nella puntata di Raw del 22 aprile, dove lo Shield ha vinto.[61] Nella puntata di Raw del 13 maggio la striscia di imbattibilità dello Shield nei six-man tag team match televisivi si è conclusa quando i tre membri dello Shield hanno perso per squalifica contro John Cena, Kane e Daniel Bryan in un elimination tag team match.[62]

Reigns nel novembre 2013

Reigns e Rollins hanno sconfitto il Team Hell No in un tornado tag team match e hanno vinto il WWE Tag Team Championship il 19 maggio a Extreme Rules,[63] mentre nella puntata di Raw del 27 maggio hanno sconfitto gli ex campioni in una rivincita titolata.[64] Nella puntata di SmackDown del 14 giugno la striscia di imbattibilità dello Shield senza essere mai schienati o sottomessi nei six-man tag team match televisivi si è conclusa contro il Team Hell No e Randy Orton.[65] Reigns e Rollins hanno però sconfitto Bryan e Orton in un match titolato il 16 giugno a Payback,[66] mentre nel Kickoff di Money in the Bank hanno difeso con successo il WWE Tag Team Championship contro gli Usos (Jimmy e Jey Uso).[67] Nel mese di agosto lo Shield si è unito all'Authority guidata da Triple H e Stephanie McMahon.[68][69][70][71] Reigns e Rollins hanno difeso il titolo ancora una volta il 15 settembre a Night of Champions, dove hanno sconfitto i Prime Time Players (Darren Young e Titus O'Neil),[72] mentre Reigns è stato schienato per la prima volta da quando è nel roster principale della WWE nella puntata di Raw del 23 settembre, quando Jey Uso lo ha schienato e lo Shield ha perso un 11-on-3 handicap elimination match.[73] Reigns e Rollins hanno perso anche il 6 ottobre a Battleground contro Cody Rhodes e Goldust, che hanno così riconquistato il loro posto di lavoro;[74] il WWE Tag Team Championship non era in palio, ma lo hanno perso nella puntata di Raw del 14 ottobre a causa di Big Show in un no disqualification match.[75] I due non sono poi riusciti a riconquistare il titolo il 27 ottobre a Hell in a Cell, in un match che includeva anche gli Usos.[76] Il 24 novembre alle Survivor Series ha preso parte al tradizionale Survivor Series elimination tag team match insieme ad Ambrose, Rollins e i Real Americans (Antonio Cesaro e Jack Swagger) contro Cody Rhodes e Goldust, gli Usos (Jimmy e Jey Uso) e Rey Mysterio; Reigns è stato autore di quattro eliminazioni (un record)[14] ed è stato l'unico sopravvissuto, portando il suo team alla vittoria.[77] Dopo che il 15 dicembre a TLC lo Shield ha perso un 3-on-1 handicap match contro CM Punk quando Reigns aveva accidentalmente colpito Ambrose con una spear,[78] lo stesso Reigns è stato l'unico dei tre membri dello Shield a sconfiggere Punk, riuscendo a tale scopo nella puntata "Old School" di Raw del 6 gennaio 2014 grazie a una distrazione causata da Ambrose.[79]

Il 26 gennaio Reigns ha partecipato al Royal Rumble match alla Royal Rumble ed è stato l'ultimo eliminato, autore di dodici eliminazioni (un record),[15] inclusi Ambrose e Rollins.[80] Dopo che la notte successiva a Raw la Wyatt Family (Bray Wyatt, Luke Harper e Erick Rowan) è costata ai tre membri dello Shield la partecipazione all'Elimination Chamber match per il WWE World Heavyweight Championship,[81] le due fazioni si sono affrontate il 23 febbraio a Elimination Chamber, dove lo Shield è stato sconfitto.[82] Lo Shield sembrava sul punto di dividersi dopo essere stati sconfitti dalla Wyatt Family in una rivincita nella puntata di Raw del 3 marzo,[83] ma si sono chiariti nella puntata di SmackDown del 7 marzo[84] e i tre hanno iniziato a disubbidire a Kane, direttore delle operazioni dell'Authority.[85] Ciò ha portato a un six-man tag team match tra lo Shield e Kane e i New Age Outlaws (Road Dogg e Billy Gunn)[86] il 6 aprile a WrestleMania XXX,[87] dove lo Shield ha vinto.[88] A causa di ciò, lo Shield ha abbandonato l'Authority e Reigns, come Ambrose e Rollins, è diventato un beniamino del pubblico.[89][90][91] Lo Shield ha sconfitto la rinata Evolution (Triple H, Randy Orton e Batista) sia a Extreme Rules il 4 maggio,[92] sia a Payback il 1º giugno.[93] Quando Batista ha lasciato l'Evolution la notte seguente a Raw,[94] Triple H ha dato il via al suo "piano B": ciò ha visto Rollins tradire Reigns e Ambrose, attaccandoli con una sedia e alleandosi nuovamente con Triple H e l'Authority.[16][95]

Controversa ascesa al vertice (2014–2015)[modifica | modifica wikitesto]

Reigns nell'aprile 2014

Reigns ha iniziato a lottare come wrestler singolo dopo lo scioglimento dello Shield:[96][97] nella puntata di Raw del 16 giugno ha infatti vinto una battle royal e si è qualificato al Money in the Bank ladder match per il vacante WWE World Heavyweight Championship,[98] ma il 29 giugno non è riuscito a conquistare il titolo, vinto da John Cena.[99] Reigns ha ottenuto una nuova opportunità per il titolo contro Cena il 20 luglio a Battleground in un fatal four-way match che includeva anche Randy Orton e Kane, ma non è riuscito a vincere.[100] Reigns ha poi iniziato una rivalità con Orton,[101][102][103][104] che ha sconfitto in un match a SummerSlam.[105] Reigns avrebbe dovuto affrontare Seth Rollins il 21 settembre a Night of Champions,[106] ma il giorno precedente all'evento è stato operato d'urgenza per un'ernia inguinale che lo ha tenuto lontano dal ring per diversi mesi;[107] Rollins ha comunque preso parte all'evento e ha ottenuto una vittoria per countout.[108]

Nel mese di dicembre Reigns è stato votato come "il wrestler dell'anno" vincendo lo Slammy Award come Superstar of the Year[109] e ha fatto il suo ritorno ufficiale il 14 dicembre a TLC, attaccando Big Show e costando a Rollins il match contro Cena.[110] Tale intervento ha fatto partire una faida tra Reigns e Big Show,[111] con i due che si sono affrontati in diversi match, entrambi vinti da Reigns per countout[112] e squalifica.[113] Il 25 gennaio 2015 ha vinto la Royal Rumble dopo essere entrato con il numero 19 e aver eliminato altri sei wrestler, incluso Big Show, ed eliminando Rusev per ultimo.[114] Reigns è stato soggetto (nonostante fosse un face) ai fischi del pubblico durante la sua entrata, quando ha vinto il match e anche quando è stato aiutato da The Rock.[19] La notte seguente a Raw ha riconosciuto di essere parte della famiglia Anoa'i per la prima volta in uno show della WWE.[115] A causa della reazione negativa dei fan alla vittoria della Royal Rumble da parte di Reigns,[19][116] nella puntata successiva di Raw è stata creata una storyline che ha visto Reigns dover difendere l'opportunità titolata di WrestleMania;[117][118] l'Authority ha giustificato tale scelta per la maniera "controversa" con cui Reigns ha vinto la Royal Rumble, che ha visto l'intervento di The Rock.[119] Quella stessa sera, a causa dell'interferenza di Rollins, ha perso contro Big Show in quella che è stata la prima volta che ha subito uno schienamento in un match uno contro uno da quando è nel roster principale della WWE.[120] Reigns ha poi aiutato Daniel Bryan a superare le interferenze esterne dell'Authority e a sconfiggere Rollins, ottenendo il diritto di affrontare Reigns in un match con la stipulazione che il vincitore avrebbe affrontato Brock Lesnar nel main event di WrestleMania, il principale evento in pay-per-view della WWE.[121] La rivalità con Bryan[122][123] è culminata il 22 febbraio a Fastlane, dove Reigns lo ha sconfitto.[124] Al termine del match i due si sono stretti la mano tra i fischi di disapprovazione del pubblico[125] e la notte seguente a Raw Bryan e Paul Heyman hanno elogiato Reigns in un segmento che è stato ampiamente criticato a causa del "tentativo di illustrare la grandezza di Reigns" e che è stato descritto come "incredibilmente trasparente".[126]

Reigns colpisce Brock Lesnar con il Superman punch a WrestleMania 31

Il 29 marzo a WrestleMania 31 non è riuscito a vincere il titolo contro Lesnar a causa dell'incasso della valigetta del Money in the Bank da parte di Seth Rollins durante il match: la contesa è diventata un triple threat match che ha visto Rollins schienare Reigns.[23][127] Il 26 aprile a Extreme Rules ha sconfitto Big Show in un Last Man Standing match,[128] mentre il 17 maggio a Payback non è riuscito a vincere il WWE World Heavyweight Championship contro Rollins in un fatal four-way match che includeva anche Ambrose e Orton.[129] Il 14 giugno a Money in the Bank ha perso il Money in the Bank ladder match per la valigetta (contenente un contratto di un match garantito per il WWE World Heavyweight Championship) dopo essere stato attaccato da Bray Wyatt,[130] che Reigns ha affrontato il 19 luglio a Battleground, dove è stato sconfitto a causa dell'intervento di Luke Harper.[131] Reigns e Ambrose hanno sconfitto Wyatt e Harper il 23 agosto a SummerSlam,[132] mentre il 20 settembre a Night of Champions lui, Ambrose e il rientrante Chris Jericho sono stati sconfitti da Wyatt, Harper e il nuovo membro della Wyatt Family, Braun Strowman.[133][134] La faida tra Reigns e Wyatt si è conclusa il 25 ottobre a Hell in a Cell, dove Reigns ha sconfitto Wyatt in un Hell in a Cell match.[135]

WWE World Heavyweight Championship (2015–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Reigns è diventato il primo sfidante per il WWE World Heavyweight Championship di Seth Rollins nella puntata di Raw del 26 ottobre,[136] quando ha sconfitto Alberto Del Rio, Dolph Ziggler e Kevin Owens in un fatal four-way match.[137] Tuttavia, a seguito di infortunio patito dal campione il 4 novembre,[138] il titolo è stato reso vacante e contestualmente è stato indetto un torneo la cui finale si sarebbe svolta il 22 novembre alle Survivor Series con in palio il WWE World Heavyweight Championship.[139] Triple H ha cercato di persuadere Reigns e di convincerlo a entrare nell'Authority così da dover disputare solo la finale, ma ha declinato l'offerta.[140] Reigns ha poi sconfitto Big Show al primo turno,[141] Cesaro ai quarti di finali,[142] Alberto Del Rio in semifinale[143] e infine Dean Ambrose nella finale alle Survivor Series per vincere il torneo e il vacante WWE World Heavyweight Championship: al termine del match, dopo che Reigns ha rifiutato di stringere la mano a Triple H per poi colpirlo con la spear, Sheamus ha incassato il contratto del Money in the Bank e Reigns ha perso il titolo dopo cinque minuti e quindici secondi di regno.[144] Dopo aver sconfitto Sheamus per squalifica (non riuscendo però a vincere il titolo) nella puntata di Raw del 30 novembre,[145] Reigns ha ricevuto un'altra opportunità titolata contro il campione il 13 dicembre in un Tables, Ladders and Chairs match a TLC, venendo tuttavia sconfitto a causa dell'intervento dei membri alleati di Sheamus della League of Nations, Alberto Del Rio e Rusev; Reigns ha sfogato la sua frustrazione per la sconfitta al termine del match attaccando il direttore operativo Triple H.[146]

Ciò ha portato la sera dopo a Raw al ritorno del chairman della WWE Mr. McMahon, che ha garantito a Reigns un'altra opportunità titolata, ma in caso di sconfitta sarebbe stato licenziato (kayfabe):[147] Reigns è riuscito a sconfiggere Sheamus e a vincere il titolo per la seconda volta.[148] Reigns ha difeso il titolo con successo per la prima volta nella puntata di Raw 4 gennaio 2016, dove ha affrontato Sheamus in un match che vedeva Mr. McMahon come arbitro speciale.[149] McMahon ha annunciato al termine del match che Reigns avrebbe dovuto difendere il WWE World Heavyweight Championship nel Royal Rumble match.[150] Durante il Royal Rumble match Reigns ha portato a segno un totale di cinque eliminazioni[151] dopo essere entrato per primo,[152] trascorrendo la maggior parte del match nel backstage a causa di un attacco da parte della League of Nations (Alberto Del Rio, Rusev e Sheamus),[153] che Reigns ha poi eliminato dal match al suo ritorno, salvo essere a sua volta eliminato per penultimo dal rientrante Triple H, vincitore sia del match sia del titolo difeso da Reigns.[154] Dopo aver sconfitto Dean Ambrose in un match disputatosi il 21 febbraio a Fastlane e che includeva anche Brock Lesnar,[155] Reigns ha ottenuto il diritto di affrontare Triple H per il WWE World Heavyweight Championship nel match principale di WrestleMania 32,[156] dove ha conquistato il WWE World Heavyweight Championship per la terza volta nel suo secondo main event consecutivo a WrestleMania.[24] Nel mese di maggio Reigns ha difeso con successo il titolo contro AJ Styles a Payback in un match singolo[157] e a Extreme Rules in un Extreme Rules match,[158] venendo attaccando al termine di quest'ultimo match dal rientrante Seth Rollins,[159] che avrebbe sfidato per il titolo a Money in the Bank,[160][161] dove ha subìto la sua prima sconfitta pulita in un match singolo sin dal suo debutto nel roster principale della WWE nel 2012, perdendo quindi il titolo in favore di Rollins dopo 77 giorni e alla terza difesa titolata.[162][163][164]

Verso la fine del suo regno titolato gli indici di ascolto televisivi della puntata di Raw del 13 giugno hanno segnato il più basso rating (2.03) sin dalla puntata del 3 marzo 1997[165] e il giornalista Dave Meltzer ha speculato che una delle possibili ragioni per cui Reigns avesse perso il titolo poteva essere il fatto che l'affluenza del pubblico agli eventi dal vivo nel mese di maggio era calata del 30% e che gli eventi dal vivo che vedevano Ambrose come wrestler di punta erano grossomodo identici a quelli capitanati da Reigns, che però si svolgevano in città maggiori.[166] Il 21 giugno 2016 Anoa'i è stato sospeso per trenta giorni a causa della sua prima violazione del Wellness Program della WWE (che sarebbe un test antidoping utilizzato dalla WWE per tenere sotto controllo i propri wrestler e assicurarsi che nessuno di essi faccia assunzione di sostanze illecite)[167][168] e si è scusato pubblicamente su Twitter.[7] Siti web come il Pro Wrestling Torch e TheWrap hanno riportato che la WWE sapeva della violazione da parte di Reigns prima di Money in the Bank e che per questo aveva perso il titolo.[169][170] Nonostante la sospensione di trenta giorni, Reigns è stato comunque pubblicizzato per lottare contro Ambrose e Rollins (dopo che la sera seguente a Raw il match che avrebbe determinato il primo sfidante tra Rollins e Reigns al titolo di Ambrose si è concluso in doppio countout,[171] pertanto Shane McMahon ha annunciato il triple threat match tra i tre ex membri dello Shield) a Battleground, che si sarebbe svolto tre giorni dopo il suo ritorno dalla sospensione.[172] Nelle settimane precedenti a Battleground la WWE ha riconosciuto la sua sospensione e la violazione del Wellness Program da parte di Reigns negli show televisivi,[173] con Rollins in particolare che se l'è presa con lui (kayfabe) e che ne ha chiesto l'esclusione dal match titolato,[174] senza tuttavia avere successo.[175] Durante il draft 2016 (sancito dopo la decisione da parte della WWE di far tornare la brand extension),[176][177] svoltosi nella puntata di SmackDown (che proprio a partire dalla suddetta puntata sarebbe andato in onda in diretta ogni martedì con il nome di SmackDown Live),[178][179][180] Reigns è stato la sesta scelta assoluta e la quarta per quanto riguarda Raw.[181] Il 24 luglio a Battleground Reigns non è riuscito a riconquistare il titolo (nel frattempo rinominato in WWE Championship)[182][183][184] ed è stato schienato in un finale pulito da Ambrose.[185][186]

United States Championship (2016–presente)[modifica | modifica wikitesto]

La sera dopo durante la puntata di Raw del 25 luglio, essendo il WWE Championship (rinominato il giorno dopo in maniera definitiva WWE World Championship) diventato esclusiva di SmackDown,[187] è stato istituito un nuovo titolo esclusivo per Raw, ossia il WWE Universal Championship, che sarebbe stato assegnato in un match singolo contro Seth Rollins a SummerSlam.[188] Tuttavia Reigns, dopo aver vinto il primo match di qualificazione contro Chris Jericho, Sami Zayn e Sheamus, è stato sconfitto dal debuttante Finn Bálor, subendo un'ulteriore sconfitta pulita.[189] Il 21 agosto a SummerSlam Reigns avrebbe dovuto affrontare Rusev per lo United States Championship ma il match non ha avuto luogo in quanto Reigns ha brutalmente attaccato il bulgaro, impedendogli di partecipare all'incontro su decisione arbitrale. Il 29 agosto a Raw Reigns ha partecipato ad un Fatal 4-way elimination match con in palio il vacante WWE Universal Championship che includeva anche Big Cass, Kevin Owens e Seth Rollins ma, grazie all'intervento del rientrante Triple H, è stato eliminato da Rollins, mentre Owens si è aggiudicato la contesa.[190] Il 25 settembre a Clash of Champions Reigns ha sconfitto Rusev, conquistando per la prima volta lo United States Championship. Nella puntata di Raw del 26 settembre, successiva a Clash of Champions, il rematch titolato tra Reigns e Rusev è terminato in doppio countout.

Personaggio nel wrestling e critiche[modifica | modifica wikitesto]

Mentre nel 2012 si trovava a NXT, territorio di sviluppo della WWE, il personaggio di Reigns era quello di un uomo d'affari sempre vestito in maniera elegante e che si considerava il bene più prezioso della federazione, ma dopo aver debuttato nel roster principale della WWE il suo personaggio è cambiato, diventando il "powerhouse" (ossia il membro fisicamente più forte) dello Shield, così come un "atleta eccezionale".[191] Inizialmente presentato come il meno loquace dei membri dello Shield,[192] a partire dalla metà del 2013 il suo personaggio è passato dall'essere colui che "parlava più con i muscoli che con le parole" a diventare un "ultra-confidente" che aveva bisogno solo di "un paio di parole per arrivare al punto".[193] CM Punk ha rivelato che gli veniva costantemente ricordato di fare apparire Reigns come "davvero, davvero forte" durante il suo match contro lo Shield a TLC nel dicembre 2013, nonostante lo Shield avrebbe dovuto perdere come da copione.[194] Nel 2013 Reigns è stato votato come il Most Improved ("il più migliorato") dai lettori del Wrestling Observer Newsletter, così come il tag team di Rollins e Reigns è stato votato come Tag Team of the Year ("tag team dell'anno").[195] Anche il Pro Wrestling Illustrated lo ha riconosciuto come il Tag Team of the Year.[196] Nell'edizione 2014 della Royal Rumble Reigns ha battuto il record per il maggior numero di eliminazioni e si è classificato al secondo posto. Il pubblico presente all'arena lo sostenne nel finale contro l'eventuale vincitore Batista, nonostante Reigns fosse il "cattivo".[197][198] Anoa'i ha successivamente riconosciuto la reazione positiva del pubblico affermato che è stata una "situazione fantastica" e un "momento surreale".[199] Verso la metà del 2014 Stone Cold Steve Austin ha detto di aver visto un grande potenziale in Reigns,[200] mentre David Shoemaker di Grantland ha scritto che Reigns aveva "il mistero e l'intensità", così come la parola superstar "scritta su di lui".[201]

« La maggior parte delle critiche vengono da persone che non sono wrestler [ride]. I wrestler che mi hanno criticato sanno quello che faccio sul ring. Invece per quelle dei non wrestler, quelle di qualcuno che non sa come applicare una presa e che, anche se ci provassero, non saprebbero nemmeno cosa fare, quando un non wrestler critica uno qualsiasi di noi, è una cosa che mi da veramente fastidio.[202] »
(Anoa'i in un'intervista nel gennaio 2015)

Dopo che lo Shield si è sciolto, a differenza di Ambrose e Rollins che hanno entrambi cambiato la loro tenuta da combattimento e la loro musica d'ingresso,[203][204] Reigns ha invece mantenuto la tipica veste antiproiettile (che utilizzava come membro dello Shield) come tenuta da combattimento e una versione leggermente modificata, ma con lo stesso arrangiamento di quella dello Shield,[3] così come l'entrata attraverso il pubblico tipica del gruppo.[205][206][207] È stato osservato che nel luglio 2014 Reigns stava ricevendo un "vocale sostegno di approvazione" dal pubblico dal vivo,[208] ma tali reazioni positive si sono "continuamente dissolte" ogni settimana del mese di settembre.[209] La vittoria da parte di Reigns dello Slammy Award come Superstar of the Year ("Superstar dell'anno") nel dicembre 2014 è giunta con sorpresa, a tal punto che alcuni hanno accusato la WWE di aver falsificato i voti, ma sia il Pro Wrestling Insider sia Dave Meltzer del Wrestling Observer Newsletter hanno dichiarato che il voto del pubblico era legittimo.[210][211] Reigns è poi finito al secondo posto nei premi del Wrestling Observer Newsletter come Most Overrated ("il più sopravvalutato") nel 2014,[212] cosa che si è ripetuta anche nel 2015,[213] al contrario dei lettori del Pro Wrestling Illustrated, che nel 2015 lo hanno invece votato come Most Improved Wrestler of the Year ("il wrestler più migliorato dell'anno").[senza fonte] Tra il 2014 e il 2015 gli editorialisti del Pro Wrestling Torch hanno criticato Reigns per avere un numero di mosse "molto limitato" sul ring,[214] per i suoi segmenti al microfono forzati"[215] e per un atteggiamento "petulante e fastidioso" che mal si addice al suo ruolo di principale "buono".[216] Il wrestler Mikey Whipwreck ha detto che Reigns stava "cercando di essere come John Cena", che ha descritto come "molto polarizzante".[217]

« Reigns è un wrestler acerbo che la WWE ha identificato come il futuro volto prodotto dal WWE Performance Center – prendendo un talento grezzo, senza le "cattive abitudini" degli indipendenti, nel tentativo di produrre un main eventer di WrestleMania.[218] »
(James Caldwell del Professional Wrestling Torch Newsletter paragona il contesto in cui si è formato Reigns a quello dei suoi compagni dello Shield nel febbraio 2015)

Sul finire del 2014 e all'inizio del 2015 vari critici hanno sollevato la preoccupazione che Reigns, nonostante "non sia del tutto pronto", abbia ricevuto un push "troppo esagerato, troppo presto", mentre la WWE ha cercato di fare di lui il loro prossimo "volto", "non importa come i fan avrebbero reagito".[215][219][220][221] È stato chiesto a Dave Meltzer se ci fosse stato qualcuno meno over di Reigns nel main event di WrestleMania, con Meltzer che rispose: "No, non c'è mai stato".[222] Alcuni dirigenti della WWE, così come diversi wrestler e lavoratori sotto contratto con la WWE, hanno invece difeso Reigns: Triple H ha affermato che nessuno potrebbe essere davvero pronto per un ruolo rilevante nella federazione,[223][224] mentre Paul Heyman lo ha elogiato dicendo che "[Reigns] si è adattato a questo business più velocemente di chiunque altro io abbia mai visto".[225]

« Non credo di avercela con loro [i fan più accaniti], sono loro che ce l'hanno con me [...] Si tratta di un'esibizione, è uno spettacolo, non vi è una trama. Quando la gente inizia con la storia del "si merita questo, si merita quest'altro", davvero Brad Pitt meritava [sic] di essere Achille in Troy?[226] »
(Anoa'i in un'intervista pubblicata nel marzo 2015)

All'edizione 2015 della Royal Rumble Reigns è stato fischiato pesantemente dopo la sua vittoria, nonostante fosse il "buono" e l'aiuto di The Rock.[227][228] Il Pro Wrestling Torch ha fatto notare come a WrestleMania 31 Reigns avesse bisogno della sicurezza per il suo ingresso sul ring, che è stato descritto con una reazione di "fischi universali" e "diti medi".[229] Reigns è stato fischiato anche nella puntata di Raw successiva a WrestleMania,[230] con la WWE che ha confiscato una serie di cartelli anti-Reigns sia prima sia dopo WrestleMania 31.[231][232] Nonostante la reazione negativa del pubblico nei suoi confronti durante i primi mesi del 2015, le prestazioni di Reigns a Fastlane, WrestleMania ed Extreme Ruels sono state ampiamente lodate dalla critica per aver "superato tutte le aspettative", tra cui "un'esibizione stellare" a WrestleMania.[233][234][235][236] Reigns ha tuttavia continuato a ricevere reazioni negative da parte del pubblico durante i pay-per-view del 2015, come Money in the Bank e SummerSlam.[237]

« Che succede, non riuscite a sentirmi? [...] Questo non è noioso, questa è la vita reale.[238] »
(La risposta di Reigns al pubblico di Chicago ostile nei suoi confronti che gli intonava i cori "What?" e "boring", ossia "cosa?" e "noioso", durante la puntata di Raw del 12 ottobre 2015)

Nel mese di novembre 2015 Forbes ha scritto che "la WWE continua a costruire Reigns come un underdog" durante la sua ricorsa al titolo mondiale.[239] All'edizione 2015 delle Survivor Series Reigns ha ricevuto delle reazioni contrastanti da parte del pubblico quando ha vinto e perso il WWE World Heavyweight Championship.[240] Nel mese di dicembre un editorialista di Rolling Stone ha sostenuto che gli scrittori della WWE "hanno trascorso una straordinaria quantità di tempo" su Reigns "a discapito di quasi tutti gli altri nel roster... fondamentalmente facendosi in quattro per creare nuovi ostacoli che lui avrebbe superato".[241] Nonostante ciò, nella puntata di Raw successiva a TLC Reigns ha ottenuto un pop dopo aver vinto il suo secondo titolo mondiale. Il Wrestling Observer si è poi complimentato per come la WWE ha scritto gli show di TLC e il Raw seguente, dicendo che "hanno premuto i tasti giusti" con Reigns quando ha "picchiato due dei più grandi nemici [dei fan]: Vince e Triple H".[242]

Reigns con il WWE World Heavyweight Championship, che ha vinto per tre volte tra il dicembre 2015 e l'aprile 2016 nonostante il parere contrario di fan e critici

Nel 2015 e 2016 è stato riportato che la WWE ha provato a nascondere le reazione negative da parte dei fan nei confronti di Reigns confiscando dei cartelloni anti-Reigns,[231][232] eliminando i suddetti cartelloni anti-Reigns dalle foto sul suo sito ufficiale,[243] abbassando il volume del pubblico per nascondere i fischi (cosa che è avvenuta anche a WrestleMania 32),[26][244] e aggiungendo degli applausi registrati durante le apparizioni di Reigns.[244][245] Nel 2016 Reigns è stato fischiato e contestato durante i match di ogni pay-per-view che lo vedevano coinvolto e che erano anche il main event dell'evento: Royal Rumble,[246] Fastlane,[247] WrestleMania 32 (che si è conclusa tra i fischi del pubblico quando Reigns ha vinto per la terza volta il WWE World Heavyweight Championship),[248] Payback,[249] Extreme Rules,[250] Money in the Bank.[251] e Battleground.[252] CNET ha descritto la "ribellione dei fan" contro la WWE "che stava cercando di fare l'impossibile" per rendere Reigns "il volto della federazione" per i prossimi dieci anni, quando "molti fan sono a conoscenza" che Dean Ambrose "è il vero outsider, sia negli show televisivi sia nel retroscena".[253] ESPN ha affermato che "la WWE ha iniziato a costruire Roman Reigns come il prossimo grande eroe della federazione da ormai diciotto mesi", ma Reigns è invece diventato "il wrestler più odiato che la WWE abbia mai avuto sin da quando ha trasformato Sgt. Slaughter nel simpatizzante iracheno nel 1990".[26]

« A volte, essendo un ex giocatore di football [americano], dobbiamo andare in trasferta e zittire il pubblico... E semplicemente fargli sapere che io sono l'uomo da battere. Resterò qui per tanto tempo.[254] »
(Il commento di Anao'i circa le reazioni negative del pubblico in vista di WrestleMania 32, dove ha poi vinto per la terza volta il WWE World Heavyweight Championship nel match conclusivo dell'evento)

Nei mesi precedenti a WrestleMania 32 Stone Cold Steve Austin, Rikishi e Hulk Hogan hanno tutti affermato che Reigns aveva bisogno di diventare "cattivo" prima di poter essere "l'eroe" che la WWE vuole che sia.[255][256][257] Allo stesso tempo Anoa'i ha riconosciuto la reazione negativa dei fan durante le interviste di promozione per WrestleMania 32, ma ha sostenuto che la WWE è uno "show per famiglie" e che lui non stava lottato per impressionare gli adulti che lo contestavano, per poi affermare di non credere in nessuna di queste opinione negative nei suoi confronti, mentre rivolgendosi ai suoi detrattori ha poi aggiunto di "continuare a fischiarlo" perché "vi arrabbierete molto. Io non vado da nessuna parte", ha concluso".[254][258][259] Nei mesi precedenti a WrestleMania 32 Reigns è stato costantemente fischiato anche contro Triple H – il principale "cattivo" e avversario di Reigns a WrestleMania – nonostante Triple H cercasse di attirare heat nei segmenti al microfono e nonostante un attacco prolungato e sanguinolento durante un puntata di Raw, che è stato invece accolto da applausi, cori "Yes!" e cori per lo stesso Triple H: a tal proposito James Caldwell del Pro Wrestling Torch ha affermato che la WWE è "disperata" e che far ottenere della simpatia nei confronti "dell'indesiderato" Reigns in vista di WrestleMania sarebbe stato un "duro lavoro".[260] Nel mese di marzo Reigns ha iniziato a fare la sua entrata sul ring dalla rampa d'ingresso invece che dalle scalinate attraverso il pubblico, apparentemente perché la WWE voleva fargli raggiungere il più veloce possibile.[254] Il 29 marzo, pochi giorni prima di WrestleMania 32, il giornalista di wrestling Wade Keller ha evidenziato che la WWE ha abbassato il volume del pubblico per nascondere i fischi durante l'entrata sul ring di Reigns e ha aggiunto che "Reigns non sta funzionando", i fan "preferiscono chiaramente Dean [Ambrose]" e che McMahon "sta puntando su qualcuno che, per dirla in modo semplice e senza mezzi termini, non piace a molti fan", concludendo infine che "Reigns è un fallimento assoluto" nel ruolo di uomo di punta come "buono".[261] Ciò nonostante, la WWE ha comunque deciso di far vincere a Reigns il suo terzo WWE World Heavyweight Championship nel main event di WrestleMania 32.[248]

Nella puntata di Raw successiva a WrestleMania 32 Reigns ha affermato di non essere un "bravo ragazzo" e nemmeno un "cattivo ragazzo", ma semplicemente "l'uomo da battere", facendo presupporre un cambio di personaggio più moralmente ambiguo (tweener).[262] Appena dopo la fine di Payback è stato riportato che Reigns aveva voltato le spalle al pubblico urlando rabbiosamente nei loro confronti.[263] Sempre nel mese di aprile Pro Wrestling Dot Net ha riportato che la WWE "è arrivata al punto da usare la Make-A-Wish Foundation [organizzazione di non a scopo di lucro] nella speranza di renderlo [Reigns] over come buono".[264] Nel mese di maggio Dave Meltzer ha affermato che la WWE voleva che Reigns fosse il ragazzo che si occupasse della beneficenza e quindi è stato spinto come "buono", aggiungendo poi che la WWE stava cercando di far passare il messaggio che in realtà al pubblico piace Reigns e che lo contesta solo per moda, ma Meltzer ha affermato che ciò "non è assolutamente vero".[265] I critici si chiedevano se la WWE non stava capitalizzando al massimo in termini di soldi dalla rivalità per il WWE World Heavyweight Championship tra il campione Reigns e lo sfidante Rollins per non modificare l'allineamento dei due rispettivamente a "cattivo" (Reigns) e "buono" (Rollins),[266][267] considerando anche che i fan stavano già acclamando Rollins in favore di Reigns, che continuava a essere fischiato e contestato.[268] È stato fatto notare che durante il match contro Rollins a Money in the Bank Reigns ha in realtà lottato con un atteggiamento come "cattivo",[163] ma è tornato a lottare come "buono" nella rivincita contro Rollins svoltasi la sera dopo a Raw.[269] Yahoo TV ha affermato che la sospensione di Reigns era un'altra possibilità per la WWE di "smettere di fingere che [Reigns] sia una sorta di amabile underdog", suggerendo quindi di cambiare l'allineamento del suo personaggio facendolo diventare "cattivo", aggiungendo che ciò sarebbe dovuto essere fatto sin dalla sua prima grande contestazione all'edizione 2015 della Royal Rumble.[270]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Anoa'i nel dicembre 2013

È per metà samoano e per metà italiano (da parte di madre);[271] fa parte della famiglia Anoa'i: è infatti figlio di Sika e fratello minore di Matt; The Rock è un suo lontano cugino[272] ed è inoltre parente di Rikishi, Umaga, gli Usos (Jimmy e Jey) e Yokozuna.[6]

Anoa'i ha studiato management alla Georgia Institute of Technology.[1] Si è sposato con Galina Joelle Becker nel dicembre 2014[273] e ha una figlia, apparsa in occasione della campagna promossa dalla WWE in favore del ruolo del padre nella famiglia.[274][275]

Ha affermato che il suo wrestler preferito, sin dall'infanzia, è Bret Hart.[276][277]

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Reigns colpisce Kane con il Superman punch
Reigns (a destra) come membro dello Shield si prepara a eseguire una triple powerbomb su Kane

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • NXT
  • WWE
    • Special Op di Jim Johnston (16 dicembre 2012–2 giugno 2014; usata come membro dello Shield)[314]
    • The Truth Reigns di Jim Johnston[3] (2 giugno 2014–presente)[315]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Football[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Reigns con il WWE Tag Team Championship, che ha vinto insieme a Seth Rollins, ex membro dello Shield

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

DVD dedicati a Roman Reigns[modifica | modifica wikitesto]

  • Destruction of the Shield (2015) – come membro dello Shield[320]

Nei videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q (EN) Joe Anoai, su ramblinwreck.com, Georgia Institute of Technology, 28 aprile 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 9 ottobre 2014).
  2. ^ a b c d e f (EN) Roman Reigns, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s (EN) Roman Reigns, su wwe.com, WWE. URL consultato il 25 dicembre 2015.
  4. ^ a b c d e f g h (EN) Roman Reigns, su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  5. ^ a b (EN) Blaine Van Der Griend, Islanders put family first in wrestling business, su slam.canoe.com, Slamǃ Sports, 28 dicembre 2011. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  6. ^ a b c (EN) Roman Reigns bio, su slam.canoe.com, Slam! Sports, 29 aprile 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  7. ^ a b (EN) WWE.com Staff, Roman Reigns suspended, su wwe.com, WWE, 21 giugno 2016. URL consultato il 23 giugno 2016.
  8. ^ a b c (EN) Matthew Byer, Football was Roman Reigns' first love, su slam.canoe.com, Slamǃ Sports, 20 aprile 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  9. ^ a b (EN) Tim Yotter, Vikings Release Two Linemen, in Scout.com, 30 maggio 2007. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  10. ^ a b c d e (EN) Chris O'Leary, Former Eskimo finds new career in professional wrestling, in Edmonton Journal, 27 maggio 2013. URL consultato il 20 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2013).
  11. ^ (EN) James Caldwell, Survivor Series News: NXT stars debut in PPV main event angle, plus other news from annual PPV, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 18 novembre 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  12. ^ a b (EN) WWE Tag Team Championships, su wwe.com, WWE, 17 febbraio 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  13. ^ (EN) Matt Bishop, Lesnar finishes off Triple H at Extreme Rules, su slam.canoe.com, Slamǃ Sports, 19 maggio 2013. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  14. ^ a b (EN) James Caldwell, WWE S. Series PPV results 11/24 (Hour 1): Team Shield vs. Team Rhodes & Rey Survivor Series match, IC Title match, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 24 novembre 2013. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  15. ^ a b (EN) Ryan Murphy e Zach Linder, Full list of Royal Rumble Match participants and eliminations, su wwe.com, WWE, 27 gennaio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 21 marzo 2014).
  16. ^ a b (EN) Jon Waldman, Raw: Changing of the Shield, su slam.canoe.com, Slamǃ Sports, 3 giugno 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  17. ^ A Money in the Bank e Battleground.
  18. ^ (EN) Dale Plummer, Heels rule, Lesnar runs rampant at SummerSlam 2014, su slam.canoe.com, Slamǃ Sports, 17 agosto 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  19. ^ a b c d (EN) James Caldwell, Royal Rumble PPV Report 1/25: Complete "virtual-time" coverage of Lesnar vs. Cena vs. Rollins for WWE Title, Royal Rumble, post-PPV Network show, su PWTorch.com, Pro Wrestling Torch, 26 gennaio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  20. ^ a b (EN) WWE World Heavyweight Championships, su wwe.com, WWE, 17 febbraio 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  21. ^ (EN) Nick Tylwalk, Raw: Newer stars take most of the 2014 Slammy Awards, su slam.canoe.com, Slamǃ Sports, 9 dicembre 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  22. ^ (EN) Matches « Roman Reigns, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  23. ^ a b (EN) John Powell, WrestleMania 31 the best Mania ever, su slam.canoe.com, Slamǃ Sports, 29 marzo 2015. URL consultato il 30 marzo 2015.
  24. ^ a b (EN) John Powell, WrestleMania 32: The Live Report, su slam.canoe.com, Slamǃ Wrestling, 3 aprile 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  25. ^ (EN) Anthony Benigno e John Clapp, WrestleMania 29 press conference brings WWE to Radio City Music Hall, su wwe.com, WWE, 4 aprile 2013. URL consultato il 24 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2013).
    «[...] l'evento di punta della WWE illuminerà il MetLife Stadium... WrestleMania».
  26. ^ a b c (EN) David Shoemaker, The highs and lows of a record-breaking WrestleMania 32, su espn.com, ESPN, 5 aprile 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
    «[...] the most despised wrestler WWE has had since it turned Sgt. Slaughter into an Iraq-sympathizing traitor in 1990 [ossia: "il wrestler più odiato che la WWE abbia mai avuto sin da quanto ha trasformato Sgt. Slaugher in un traditore simpatizzante iracheno nel 1990"]».
  27. ^ (EN) Mike Mooneyham, Wyatt giving Cena a sharper edge in WWE, su postandcourier.com, The Post and Courier, 27 aprile 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  28. ^ a b (EN) Former CFL Player wins Royal Rumble ... Really he did!, su thesnap.ca, Canadian Football League, 27 gennaio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  29. ^ (EN) Results- September 9, 2010, su fcwprowrestling.com, Florida Championship Wrestling, 9 settembre 2010. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  30. ^ a b (EN) Florida Championship Wrestling (2010), su onlienworldofwrestling.com, Online World of Wrestling, 5 gennaio 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  31. ^ (EN) Elliott Gibbons, FCW TV Results 1/16: Report on WWE's developmental territory – Mason Ryan defends FCW Title, NXT Rookies battle, su pwtorch.com, Pro Wrsetling Torch, 19 gennaio 2011. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  32. ^ (EN) Chris Mullet, 7/8 FCW results in Gainesville, Fla.: Morrison guest appearance, Black vs. Moxley six-man main event, Steamboat, NXT Rookies & Divas, Vickie's daughter, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 9 luglio 2011. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  33. ^ (EN) Jason Namako, FCW Results – 2/6/12, su wrestleview.com, Wrestleview, 6 febbraio 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  34. ^ (EN) Jason Namako, FCW Results – 2/13/12, su wrestleview.com, Wrestleview, 13 febbraio 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  35. ^ a b (EN) Leakee and. Mike Dalton win Fla Tag Team title tonight at live event in Palatka - @fcwwrestling, su twitter.com, Florida Championship Wrestling, 15 giugno 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2014).
  36. ^ (EN) Josh Perry, 6/20 FCW results Orlando, Fla.: DiBiase appearance & health update, Tyler Black & Kings of Wrestling in main event, Buggy Nova debuts, more (w/VIDEO), su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 20 giugno 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  37. ^ (EN) FCW, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  38. ^ (EN) FCW, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  39. ^ (EN) Rick Victor, Fact, 3 years ago I was security in Punta Gorda for @CMPunk. Tonight I left the same building as 2 time FCW heavyweight champion!, su twitter.com, Twitter, 13 luglio 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2014).
  40. ^ (EN) Seth Rollins, Big ups to new FCW tag champs @CjuicePARKER & @JasonJordanJJ. And even though he's a scumbag...new heavyweight champ @RickVictor69., su twitter.com, Twitter, 13 luglio 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2014).
  41. ^ (EN) WWE News: FCW name being phased out, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 14 agosto 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  42. ^ (EN) Richard Trionfo, WWE NXT Report: Cesaro/Kidd for the US title; fatal four way next week to determine #1 contender; Big E talks; Roman Reigns debuts on NXT, su pwinsider.com, Pro Wrestling Insider, 1º novembre 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  43. ^ (EN) Justin James, James's NXT Results 11/14 - Week 21: Rollins's NXT Title feud advances, Reigns featured, Layla vs. Aksana, Overall Reax, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 22 novembre 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  44. ^ (EN) Justin James, James's NXT Results 12/5 - WEEK 24: Kidd main event, Cesaro, Shield member in action, Overall Reax, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 13 dicembre 2012. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  45. ^ (EN) Ryan Murphy, CM Punk def. WWE Champion John Cena and Ryback (Triple Threat Match), su wwe.com, WWE, 18 novembre 2012.
  46. ^ a b (EN) Anthony Benigno, Michael Cole interviewed Dean Ambrose, Seth Rollins & Roman Reigns, aka "The Shield", su wwe.com, WWE, 26 novembre 2012.
  47. ^ (EN) Anthony Benigno, Ryback crashed WWE Champion CM Punk's 365-day celebration party, su wwe.com, WWE, 19 novembre 2012.
  48. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Champion CM Punk def. WWE Tag Team Champion Kane; The Shield attacked again, su wwe.com, WWE, 26 novembre 2012.
  49. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Tag Team Champions Team Hell No def. The Prime Time Players; The Shield attacked again, su wwe.com, WWE, 3 dicembre 2012.
  50. ^ (EN) James Caldwell, WWE News: WWE officially announces TLC main event change; will Ryback still get a WWE Title shot?, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 4 dicembre 2012.
  51. ^ (EN) Matthew Artus, Team Hell No & Ryback vs. The Shield, su wwe.com, WWE, 16 dicembre 2012. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  52. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Champion CM Punk def. Ryback in a Tables, Ladders & Chairs Match, su wwe.com, WWE, 7 gennaio 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  53. ^ (EN) Anthony Benigno, The Rock was ambushed by The Shield after Paul Heyman’s "Paul bomb", su wwe.com, WWE, 21 gennaio 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  54. ^ (EN) Anthony Benigno, Mr. McMahon performed Paul Heyman’s performance evaluation, su wwe.com, WWE, 28 gennaio 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  55. ^ (EN) James Caldwell, Caldwell's WWE Raw Results 2/4: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – WWE explains many things, Punk-Jericho main event, Bruno HOF Video, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 6 febbraio 2013. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  56. ^ (EN) James Caldwell, WWE News: Title match added to Elimination Chamber; updated PPV line-up with Rock-Punk stipulation, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 12 febbraio 2013. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  57. ^ (EN) Craig Tello, The Shield def. John Cena, Ryback & Sheamus, su wwe.com, WWE, 17 febbraio 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  58. ^ (EN) Anthony Benigno, The Shield def. Ryback, Sheamus & Chris Jericho, su wwe.com, WWE, 18 febbraio 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  59. ^ (EN) John Clapp, The Shield def. Randy Orton, Big Show & Sheamus, su wwe.com, WWE, 7 aprile 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  60. ^ (EN) Anthony Benigno, The Shield interrupted The Undertaker's tribute to Paul Bearer, su wwe.com, WWE, 8 aprile 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  61. ^ (EN) Anthony Benigno, The Shield def. The Undertaker & WWE Tag Team Champions Team Hell No, su wwe.com, WWE, 22 aprile 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  62. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Champion John Cena & WWE Tag Team Champions Team Hell No def. The Shield via Disqualification, su wwe.com, WWE, 13 maggio 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  63. ^ (EN) Kevin Powers, The Shield def. WWE Tag Team Champions Team Hell No (Tornado Tag Team Match), su wwe.com, WWE, 19 maggio 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  64. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Tag Team Champions The Shield def. Team Hell No, su wwe.com, WWE, 27 maggio 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  65. ^ (EN) Michael Burdick, Team Hell No & Randy Orton def. The Shield, su wwe.com, WWE, 14 giugno 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  66. ^ (EN) John Clapp, WWE Tag Team Champions Roman Reigns & Seth Rollins def. Randy Orton & Daniel Bryan, su wwe.com, WWE, 16 giugno 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  67. ^ (EN) Bobby Melok, WWE Tag Team Champions Seth Rollins & Roman Reigns def. The Usos (Kickoff Match), su wwe.com, WWE, 14 luglio 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  68. ^ (EN) Anthony Benigno, U.S. & WWE Tag Team Champions The Shield def. Dolph Ziggler, su wwe.com, WWE, 19 agosto 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  69. ^ (EN) Anthony Benigno, Daniel Bryan crashed Randy Orton’s WWE Championship Coronation, su wwe.com, WWE, 19 agosto 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  70. ^ (EN) Anthony Benigno, Daniel Bryan def. U.S. & WWE Tag Team Champions The Shield, su wwe.com, WWE, 26 agosto 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  71. ^ (EN) Anthony Benigno, Daniel Bryan def. WWE Tag Team Champion Roman Reigns via Disqualification, su wwe.com, WWE, 16 settembre 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  72. ^ (EN) Bobby Melok, WWE Tag Team Champions The Shield def. The Prime Time Players, su wwe.com, WWE, 15 settembre 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  73. ^ (EN) Anthony Benigno, Daniel Bryan, Dolph Ziggler, Rob Van Dam, R-Truth, Zack Ryder, Kofi Kingston, Justin Gabriel, The Usos & The Prime Time Players def. U.S. & WWE Tag Team Champions The Shield, su wwe.com, WWE, 23 settembre 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  74. ^ (EN) Ryan Murphy, Cody Rhodes & Goldust def. WWE Tag Team Champions Seth Rollins & Roman Reigns, su wwe.com, WWE, 6 ottobre 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  75. ^ (EN) Anthony Benigno, Cody Rhodes & Goldust def. Seth Rollins & Roman Reigns to become WWE Tag Team Champions, su wwe.com, WWE, 14 ottobre 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  76. ^ (EN) Bobby Melok, WWE Tag Team Champions Cody Rhodes & Goldust def. Roman Reigns & Seth Rollins and The Usos, su wwe.com, WWE, 27 ottobre 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  77. ^ (EN) Alex Giannini, The Shield & The Real Americans def. WWE Tag Team Champions Cody Rhodes & Goldust, The Usos & Rey Mysterio (Traditional Survivor Series Elimination Tag Team Match), su wwe.com, WWE, 24 novembre 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  78. ^ (EN) John Clapp, CM Punk def. The Shield (3-on-1 Handicap Match), su wwe.com, WWE, 15 dicembre 2013. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  79. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns def. CM Punk, su wwe.com, WWE, 6 gennaio 2014. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  80. ^ (EN) Ryan Murphy e Zach Linder, Batista won the 30-Man Royal Rumble Match, su wwe.com, WWE, 26 gennaio 2014. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  81. ^ (EN) Anthony Benigno, John Cena, Daniel Bryan & Sheamus def. The Shield via Disqualification to qualify for the Elimination Chamber Match, su wwe.com, WWE, 27 gennaio 2014. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  82. ^ (EN) Bobby Melok, The Wyatt Family def. The Shield, su wwe.com, WWE, 23 febbraio 2014. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  83. ^ (EN) Anthony Benigno, The Wyatt Family def. The Shield, su wwe.com, WWE, 3 marzo 2014. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  84. ^ (EN) Michael Burdick, SmackDown hosted a volatile Shield Summit, su wwe.com, WWE, 7 marzo 2014. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  85. ^ (EN) Anthony Benigno, Kane accused Jerry ‘The King’ Lawler of orchestrating Occupy Raw, su wwe.com, WWE, 17 marzo 2014. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  86. ^ (EN) Michael Burdick, WWE Tag Team Title No. 1 Contenders Fatal 4-Way Match ended in No Contest and ambush on The Shield, su wwe.com, WWE, 21 marzo 2014. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  87. ^ (EN) Michael Burdick, The Shield def. The Real Americans, su wwe.com, WWE, 24 marzo 2014. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  88. ^ (EN) Zach Linder, The Shield def. Kane & The New Age Outlaws, su wwe.com, WWE, 6 aprile 2014. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  89. ^ (EN) Wade Keller, Keller's Six Pack: Raw thoughts including Hunter-Bryan beat down, Batista, Shield's turn, Bray's gimmick shift, more, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 18 marzo 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  90. ^ (EN) Anthony Benigno, Triple H def WWE World Heavyweight Champion Daniel Bryan via Disqualification, su wwe.com, WWE, 7 aprile 2014. URL consultato il 20 dicembre 2016.
  91. ^ (EN) James Caldwell, Caldwell's WWE Raw results 4/7: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – WM30 fall-out, WWE Title match teaser, Bryan's first night as champ, Warrior, more, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 7 aprile 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  92. ^ (EN) John Clapp, The Shield def. Evolution, su wwe.com, WWE, 4 maggio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  93. ^ (EN) Ryan Murphy, The Shield vs. Evolution (No Holds Barred Elimination Match), su wwe.com, WWE, 1º giugno 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  94. ^ (EN) Anthony Benigno, Batista quit WWE, su wwe.com, WWE, 2 giugno 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  95. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns vs. Randy Orton never happened, su wwe.com, WWE, 2 giugno 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  96. ^ (EN) SmackDown: June 13, 2014, su wwe.com, WWE, 13 giugno 2014. URL consultato il 26 giugno 2016.
  97. ^ (EN) James Caldwell, Caldwell's WWE Main Event results 6/24: Team Ziggler vs. Team Rollins six-man tag, Reigns-Kane, Triple H, more, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 24 giugno 2104. URL consultato il 26 giugno 2016.
  98. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns won the WWE World Heavyweight Championship Qualifying Battle Royal, su wwe.com, WWE, 16 giugno 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  99. ^ (EN) Anthony Benigno, John Cena def. Randy Orton, Bray Wyatt, Roman Reigns, Cesaro, U.S. Champion Sheamus, Kane and Alberto Del Rio to become the new WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 29 giugno 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  100. ^ (EN) Ryan Murphy, John Cena won the WWE World Heavyweight Championship Fatal 4-Way Match, su wwe.com, WWE, 20 luglio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  101. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns def. Randy Orton & Kane, su wwe.com, WWE, 21 luglio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  102. ^ (EN) Anthony Benigno, Triple H selected John Cena's SummerSlam challenger, su wwe.com, WWE, 21 luglio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  103. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns vs. Kane never happened, su wwe.com, WWE, 28 luglio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  104. ^ (EN) Scott Taylor, Randy Orton challenged Roman Reigns to a match at SummerSlam, su wwe.com, WWE, 1º agosto 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  105. ^ (EN) Michael Burdick, Roman Reigns def. Randy Orton, su wwe.com, WWE, 17 agosto 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  106. ^ (EN) Geno Mrosko, WWE Night of Champions 2014: Roman Reigns vs. Seth Rollins, Randy Orton vs. Chris Jericho announced, su sports.yahoo.com/, Yahooǃ Sports, 9 settembre 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  107. ^ (EN) Zach Linder e Brian Pellegatto, Roman Reigns undergoes emergency surgery, su wwe.com, WWE, 20 settembre 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  108. ^ (EN) Kevin Powers, Dean Ambrose answers Seth Rollins' open challenge, su wwe.com, WWE, 21 settembre 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  109. ^ a b c (EN) Jeff Laboon, 2014 Slammy Award winners, su wwe.com, WWE, 9 dicembre 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  110. ^ (EN) Ryan Murphy, John Cena def. Seth Rollins (Tables Match), su wwe.com, WWE, 14 dicembre 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  111. ^ (EN) Anthony Benigno, Big Show confronted Roman Reigns, su wwe.com, WWE, 15 dicembre 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  112. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns def. Big Show via Count-out, su wwe.com, WWE, 22 dicembre 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  113. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns def. Big Show via Disqualification, su wwe.com, WWE, 5 gennaio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  114. ^ (EN) WWE.com Staff, Roman Reigns won the 2015 Royal Rumble Match, su wwe.com, WWE, 25 gennaio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  115. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns and Brock Lesnar came face to face for the first time, su wwe.com, WWE, 26 gennaio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  116. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns commented on the crowd reaction at the Royal Rumble, su wwe.com, WWE, 26 gennaio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  117. ^ (EN) James Caldwell, Caldwell's WWE Raw Results 2/2: Complete "virtual-time" coverage of live Raw - Triple H's big "announcement," Rumble fall-out, Bryan vs. Rollins main event, more, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 2 febbraio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  118. ^ (EN) Mike Tedesco, "WWE RAW Results - 2/2/15 (Daniel Bryan vs. Seth Rollins)", su wrestleview.com, Wrestleview, 2 febbraio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  119. ^ (EN) Anthony Benigno, The Authority addressed the conclusion of the Royal Rumble Match, su wwe.com, WWE, 2 febbraio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  120. ^ (EN) Anthony Benigno, Big Show def. Roman Reigns, su wwe.com, WWE, 2 febbraio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  121. ^ (EN) Anthony Benigno, Daniel Bryan def. Seth Rollins, su wwe.com, WWE, 2 febbraio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  122. ^ (EN) Anthony Benigno, Daniel Bryan & Roman Reigns def. Seth Rollins, Kane, Big Show & J&J Security, su wwe.com, WWE, 9 febbraio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  123. ^ (EN) Anthony Benigno, Big Show def. Daniel Bryan via Disqualification, su wwe.com, WWE, 16 febbraio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  124. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns def. Daniel Bryan, su wwe.com, WWE, 22 febbraio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  125. ^ (EN) James Caldwell, Caldwell's WWE Fast Lane PPV Results 2/22: Complete "virtual-time" coverage of Bryan vs. Reigns, Cena vs. Rusev, Sting-Hunter confrontation, final PPV before WM31, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 22 febbraio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  126. ^ (EN) TV.com Staff, FTW vs. WTF: The TV Week in Review (Feb. 22–28), su TV.com, CBS Interactive, 28 febbraio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  127. ^ (EN) John Clapp, Seth Rollins cashed in his Money in the Bank contract and def. Brock Lesnar and Roman Reigns to become WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 29 marzo 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  128. ^ (EN) Jeff Laboon, Roman Reigns def. Big Show (Last Man Standing Match), su wwe.com, WWE, 26 aprile 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  129. ^ (EN) Ryan Murphy, WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins won a Fatal 4-Way Match, su wwe.com, WWE, 17 maggio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  130. ^ (EN) Michael Burdick, Sheamus wins the Money in the Bank Contract Ladder Match, su wwe.com, WWE, 14 giugno 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  131. ^ (EN) Matthew Artus, Bray Wyatt def. Roman Reigns, su wwe.com, WWE, 19 luglio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  132. ^ (EN) John Clapp, Roman Reigns & Dean Ambrose def. Bray Wyatt & Luke Harper, su wwe.com, WWE, 23 agosto 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  133. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns & Dean Ambrose def. The Wyatt Family via Disqualification, su wwe.com, WWE, 24 agosto 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  134. ^ (EN) James Wortman, The Wyatt Family def. Roman Reigns, Dean Ambrose & Chris Jericho, su wwe.com, WWE, 20 settembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  135. ^ (EN) Ryan Murphy, Roman Reigns def. Bray Wyatt (Hell in a Cell Match), su wwe.com, WWE, 25 ottobre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  136. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns def. WWE Tag Team Champion Kofi Kingston, su wwe.com, WWE, 26 ottobre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  137. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns def. Intercontinental Champion Kevin Owens, U.S. Champion Alberto Del Rio and Dolph Ziggler to become No. 1 contender to the WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 26 ottobre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  138. ^ (EN) Extra Mustard, WWE champion Seth Rollins out 6-9 months with torn ACL, MCL, su si.com, Sports Illustrated, 4 novembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  139. ^ (EN) WWE.com Staff, Seth Rollins suffers knee injury, new WWE World Heavyweight Champion to be crowned at Survivor Series, su wwe.com, WWE, 5 novembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  140. ^ (EN) Anthony Benigno, Triple H offered Roman Reigns a bye in the WWE World Heavyweight Championship Tournament, su wwe.com, WWE, 9 novembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  141. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns def. Big Show to advance in the WWE World Heavyweight Championship Tournament, su wwe.com, WWE, 9 novembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  142. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns def. Cesaro to advance in the WWE World Heavyweight Championship Tournament, su wwe.com, WWE, 16 novembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  143. ^ (EN) Michael Burdick, Roman Reigns def. Alberto Del Rio (WWE World Heavyweight Championship Tournament Semifinals), su wwe.com, WWE, 22 novembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  144. ^ (EN) Ryan Murphy, Roman Reigns def. Dean Ambrose in the WWE World Heavyweight Championship Tournament Final Match; Sheamus cashed in his Money in the Bank contract to become WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 22 novembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  145. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns def. WWE World Heavyweight Champion Sheamus via Disqualification, su wwe.com, WWE, 30 novembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  146. ^ (EN) Jeff Laboon, WWE World Heavyweight Champion Sheamus def. Roman Reigns (Tables, Ladders & Chairs Match), su wwe.com, WWE, 13 dicembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  147. ^ (EN) Anthony Benigno, Mr. McMahon revealed Roman Reigns’ punishment, su wwe.com, WWE, 14 dicembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  148. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns def. Sheamus to become the new WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 14 dicembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  149. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE World Heavyweight Champion Roman Reigns def. Sheamus, su wwe.com, WWE, 4 gennaio 2016. URL consultato il 4 gennaio 2016.
  150. ^ (EN) Mike Tedesco, WWE RAW Results - 1/4/16 (Reigns vs. Sheamus), su wrestleview.com, WrestleView, 4 gennaio 2016. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  151. ^ (EN) Ryan Murphy, Rumble Match Statistics, su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  152. ^ (EN) Anthony Benigno, Mr. McMahon and Stephanie McMahon selected the first entrant for the Royal Rumble Match, su wwe.com, WWE, 18 gennaio 2016. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  153. ^ (EN) WWE Network: The League Of Nations Attacks Roman Reigns In The Royal Rumble Match: Royal Rumble 2016 (1:13), su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  154. ^ (EN) Ryan Murphy, Triple H won the 2016 Royal Rumble Match for the WWE World Heavyweight Championship, su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  155. ^ (EN) Ryan Murphy, Roman Reigns def. Brock Lesnar and Dean Ambrose, su wwe.com, WWE, 21 febbraio 2016. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  156. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE World Heavyweight Champion Triple H vs. Roman Reigns, su wwe.com, WWE, 21 febbraio 2016. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  157. ^ (EN) Bobby Melok, WWE World Heavyweight Champion Roman Reigns def. AJ Styles, su WWE.com, WWE, 1º maggio 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  158. ^ (EN) Bobby Melok, WWE World Heavyweight Champion Roman Reigns def. AJ Styles (Extreme Rules Match), su WWE.com, WWE, 22 maggio 2016. URL consultato il 6 maggio 2016.
  159. ^ a b (EN) James Caldwell, 5/22 WWE Extreme Rules PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 22 maggio 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  160. ^ (EN) Scott Taylor, WWE World Heavyweight Champion Roman Reigns vs. Seth Rollins, su wwe.com, WWE, 23 maggio 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  161. ^ (EN) 5/23 WWE Raw TV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 23 maggio 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  162. ^ (EN) Anthony Benigno, Seth Rollins def. WWE World Heavyweight Champion Roman Reigns; Dean Ambrose cashed in his Money in the Bank contract to become WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  163. ^ a b c (EN) James Caldwell, 6/19 WWE MITB PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  164. ^ (EN) Roman Reigns « Title Reigns, su cagematch.net, Cagematch, 20 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  165. ^ (EN) James Caldwell, Inside WWE's historically-low Raw TV Rating, including what can be learned from 20 years ago, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 14 giugno 2016. URL consultato il 23 giugno 2016.
  166. ^ (EN) Raj Giri, Possible Reason For WWE Changing Championship From Roman Reigns To Dean Ambrose, su wrestlinginc.com, WrestlingInc.com, 20 giugno 2016. URL consultato il 23 giugno 2016.
  167. ^ (EN) Talent Wellness Program Summary, su corporate.wwe.com, WWE. URL consultato il 23 giugno 2016.
  168. ^ La WWE non ha ufficialmente annunciato a cosa Anoa'i è risultato positivo, ma è stato inizialmente riportato che si trattasse di una non meglio identificata amfetamina e che fosse risultato positivo anche alla marijuana – che però non prevede alcuna sospensione, bensì una multa di 2.500 dollari. Fonti: (EN) Juan Paolo, WWE Rumors: Substance that caused Roman Reigns' failed Wellness Policy test revealed, su yibada.com, Yibada, 5 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016. (EN) Brendan Morrow, Roman Reigns Suspension Update: Reigns May Have Taken Amphetamines, su heavy.com, Heavy.com, 30 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016. (EN) Andy Slawecki, WWE News: Backstage Update On Roman Reigns' Suspension & Status Upon His Return, su inquistr.com, The Inquisitr News, 3 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016. (EN) According to Richard Gray, this is why the WWE suspends Roman Reigns, su reddit.com, reddit, 1º luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016. Successivamente Dave Meltzer ha riportato che la sostanza di amfetamina fosse l'Adderal, principalmente usata come terapia per la sindrome da deficit di attenzione e iperattività, oltre che per prevenire gli effetti della fatica o della narcolessia, ma anche per un lieve miglioramento delle prestazione (è utilizzato per stimolare il sistema nervoso e aumentare la concentrazione) e pertanto bandita dalle principale leghe sportive come NFL, MLB e NCAA. Fonti: (EN) Raj Giri, Backstage News On What Roman Reigns Tested Positive For, Why It Is Banned, su wrestlinginc.com, WrestlingInc, 20 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016. (EN) Brendan Morrow, Roman Reigns Drug Suspension Update: Did Reigns Take Adderall?, su heavy.com, Heavy.com, 21 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  169. ^ (EN) James Caldwell, Roman Reigns suspended for Wellness Violation, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 21 giugno 2016. URL consultato il 23 giugno 2016.
  170. ^ (EN) Tony Maglio, Roman Reigns Violated WWE Health Policy, So Why Did He Fight Anyway?, su thewrap.com, TheWrap, 1º luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  171. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns vs. Seth Rollins' No. 1 Contender's Match ended in a Double Count-out, su wwe.com, WWE, 20 giugno 2016. URL consultato il 25 giugno 2016.
  172. ^ (EN) John Clapp, WWE World Heavyweight Champion Dean Ambrose vs. Roman Reigns vs. Seth Rollins (Triple Threat Match), su wwe.com, WWE, 20 giugno 2016. URL consultato il 25 giugno 2016.
  173. ^ (EN) Anthony Benigno, Raw, June 27, 2016, su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  174. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Champion Dean Ambrose interrupted 'The Rollins Report', su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  175. ^ (EN) James Caldwell, 6/27 WWE Raw Results – Caldwell's Complete TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  176. ^ (EN) WWE.com Staff, SmackDown going live on USA Network on a new night with distinct roster starting July 19, su wwe.com, WWE, 25 maggio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  177. ^ (EN) James Wortman, Who will gain key momentum three weeks before the WWE Brand Extension Draft?, su wwe.com, WWE, 23 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  178. ^ (EN) Brian Steinberg, WWE's 'Smackdown' Will Move to Live Broadcast on USA (Exclusive), su variety.com, Variety, 25 maggio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  179. ^ (EN) WWE.com Staff, WWE's destiny to be determined during SmackDown’s LIVE premiere, su wwe.com, WWE, 15 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  180. ^ (EN) Official page for WWE SmackDown Live, su wwe.com, WWE, 19 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  181. ^ (EN) WWE.com Staff, 2016 WWE Draft results: WWE officially ushers in New Era, su wwe.com, WWE, 19 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  182. ^ (EN) WWE Championship, su wwe.com, WWE, 29 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2016).
  183. ^ (EN) Raw, June 27, 2016, su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  184. ^ (EN) James Caldwell, 6/27 WWE Raw Results – Caldwell's Complete TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 27 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  185. ^ (EN) Bobby Melok, WWE Champion Dean Ambrose def. Roman Reigns & Seth Rollins (Triple Threat Match), su wwe.com, WWE, 24 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  186. ^ (EN) James Caldwell, 7/24 WWE Battleground Results – Caldwell's Complete Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 24 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  187. ^ (EN) SmackDown Live: July 26, 2016, su wwe.com, WWE, 26 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  188. ^ (EN) Raw: July 25, 2016, su wwe.com, WWE, 25 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  189. ^ (EN) 7/25 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 25 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  190. ^ (EN) Anthony Benigno, Kevin Owens def. Seth Rollins, Roman Reigns and Big Cass to become the new WWE Universal Champion, su wwe.com, WWE, 29 agosto 2016. URL consultato il 31 agosto 2016.
  191. ^ Dean Ambrose, Seth Rollins and Roman Reigns: Who are they and why did they help CM Punk?, WWE. URL consultato il 2 dicembre 2014.
  192. ^ Shane McKinley, Absurdity Of It All: Everyone This Week: How Miz Acquired Flair's Figure-Four, Why Reigns Remains Silent, Taz Ruins Endorsement Deal, Absurd Mania Picks, And...I Confess To Oprah, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 2 dicembre 2014.
  193. ^ WWE News: Changes to The Shield evident in post-loss promo (w/Analysis of the group vs. individuals), su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 2 dicembre 2014.
  194. ^ Punk News: When did C.M. Punk know it was time for him to leave WWE?, Punk captures the moment, shares infamous TLC story, identifies Roman Reigns as the "chosen one, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 5 dicembre 2014.
  195. ^ a b c (EN) Dave Meltzer, Wrestling Observer Newsletter: 2013 Annual awards issue, best in the world in numerous categories, plus all the news in pro-wrestling and MMA over the past week and more, in Wrestling Observer Newsletter, vol. 10839593, 27 gennaio 2014, p. 1-37.
  196. ^ a b (EN) The PWI Awards, in Pro Wrestling Illustrated, vol. 34, 2014, p. 42-43.
  197. ^ James Caldwell, WWE Royal Rumble PPV results 1/26 (Hour 3): Royal Rumble vs. The Crowd main event match, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 28 gennaio 2014.
  198. ^ Justin LaBar, Royal Rumble's Pittsburgh debut makes memorable weekend, TribLive. URL consultato il 28 gennaio 2014.
  199. ^ Joshua Caudill, Roman Reigns Talks ‘Royal Rumble,’ Injury Return & Haters, CraveOnline. URL consultato il 23 febbraio 2015.
  200. ^ Thursday's Ask PWTorch staff: Will Cena get booed at his Hall of Fame induction years from now? What has Roman Reigns done to earn future top star status? Was Jericho supposed to become champion 2001? Cena vs. Bryan?, pwtorch.com.
  201. ^ David Shoemaker, The Pro Wrestling Draft Board, Grantland. URL consultato il 24 febbraio 2015.
  202. ^ (EN) Haydn Gleed, Gleed's Blog: WWE is losing out on a ton of money with Rusev, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 3 settembre 2015. URL consultato il 20 dicembre 2015.
  203. ^ (EN) Will Pruett, WWE Raw - The sad tale of the Stretcher Match and every other gimmick match I'd like to see retired, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 17 giugno 2016. URL consultato il 26 giugno 2016.
  204. ^ (EN) Dale Plummer, Smackdown!: Money in the Bank challengers prepare with a 7 man tag match, su slam.canoe.com, Slam! Sports, 20 giugno 2014. URL consultato il 26 giugno 2016.
  205. ^ (EN) Greg Parks, Parks' WWE SmackDown report 6/20: Ongoing "virtual time" coverage of Friday show, including 4-on-3 handicap match featuring MITB WWE World Title Ladder Match participants, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 20 giugno 2014. URL consultato il 26 giugno 2016.
  206. ^ Jon Mezzera, 6/20 WWE Smackdown Hits & Misses: Ziggler vs. Barrett, Kane vs. Ambrose, MITB Participants Talking and Wrestling, su PWTorch.com. URL consultato il 5 luglio 2014.
  207. ^ Ask PWTorch All-Stars 10/05: What will the next WWE era be about? Why does Reigns have the old Shield music and should he? Who is Cena's most likely WrestleMania 31 opponent? Should Spike force the ouster of Dixie? Low Ki-Lay Cool?, su PWTorch.com. URL consultato il 23 gennaio 2015.
  208. ^ WWE Raw report: Rman Reigns the star of the show as red brand hits Montreal, su skysports.com.
  209. ^ Mike Tedesco, Tedesco on why the 9/15 Raw was bad, su wrestleview.com. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  210. ^ Is The Slammy Voting Legitimate, Triple H Reacts To Charlotte's Debut, HHH Talks NXT This Week, David Otunga's WWE Status, New Videos From Triple H And Steph And More, pwinsider.com. URL consultato il 6 agosto 2015.
  211. ^ Aaron Oster, Pro wresting roundup (Dec. 11), su The Baltimore Sun. URL consultato il 24 febbraio 2015.
  212. ^ (EN) Dave Meltzer, Wrestling Observer Newsletter: 2015 awards issue w/ results & Dave’s commentary, Conor McGregor, and much more, in Wrestling Observer Newsletter, vol. 10839593, 22 gennaio 2015, p. 21.
  213. ^ Dave Meltzer, Wrestling Observer Newsletter: 2015 Observer Awards Issue, in Wrestling Observer Newsletter, Campbell, California, 25 gennaio 2016, p. 31, ISSN 10839593.
  214. ^ The case of Roman Reigns, su PWTorch.com. URL consultato il 24 febbraio 2015.
  215. ^ a b James Caldwell, WWE Interviews: What has upset Roman Reigns?, why was Kane recently "very worried about the future of WWE?," Sheamus points to original content lacking on WWE Network, Pro Wrestling Torch, 21 novembre 2014. URL consultato il 22 novembre 2014.
  216. ^ Sunday's Ask PWTorch Staff for 3/22: Does Reigns give off a negative vibe that hurts his popularity, su PWTorch.com. URL consultato il 26 marzo 2015.
  217. ^ Former ECW Champion Mikey Whipreck tells Paul Heyman critics from ECW to "get over it" and comments on WWE star Roman Reigns, su prowrestling.net. URL consultato il 7 marzo 2015.
  218. ^ James Caldwell, DVD review: "Destruction of The Shield" – Historically Significant glimpse into WWE's next decade, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 18 febbraio 2015.
  219. ^ Dave Meltzer, Jan. 26, 2015 Wrestling Observer Newsletter: 2014 awards issue w/ results & Dave’s commentary, Conor McGregor, and much more, in Wrestling Observer Newsletter, Campbell, California, 26 gennaio 2015, p. 30, ISSN 10839593.
  220. ^ David Shoemaker, Suspension of Disbelief: WWE Thinks Roman Reigns Is Its Next Big Star, No Matter What Fans Say, grantland.com. URL consultato il 26 febbraio 2015.
  221. ^ Matt O'Brien, Making us care about WWE characters in 2015, su wrestleview.com. URL consultato il 24 febbraio 2015.
  222. ^ Dave Meltzer, Wrestling Observer Radio 3/5: Raw, Smackdown tapings, Ronda Rousey big buyrate, Bill DeMott, your questions and more!, su f4wonline.com. URL consultato il 14 marzo 2015.
    «(57:27 onwards) There's never been someone [less over than Roman Reigns] in a WrestleMania main event, because there never could have been [...] No there has never been and they did make a mistake.».
  223. ^ CM Punk's issues with HHH, Brock's WWE contract status, Chyna in the WWE Hall, rejection of Reigns, Royal Rumble finish & more: complete Stone Cold podcast with Triple H coverage, su pwinsider.com. URL consultato il 23 febbraio 2015.
  224. ^ 2/2 Stone Cold Podcast: Triple H on Chyna, Punk, Reality Era, su wrestleview.com. URL consultato il 23 febbraio 2015.
  225. ^ Eric Goldman, Paul Heyman talks WrestleMania 31, Brock Lesnar re-signing with WWE and Roman Reigns, IGN. URL consultato il 29 marzo 2015.
  226. ^ James Caldwell, Roman Reigns interview - fan criticism, calls Dean & Rollins "journeymen," his promos, more (w/Analysis), su PWTorch.com. URL consultato il 14 marzo 2015.
  227. ^ WWE Royal Rumble 2015: Live coverage, results, photos, reaction & more, su The Plain Dealer. URL consultato il 26 gennaio 2015.
  228. ^ Nick Schwartz, Daniel Bryan was eliminated early from the Royal Rumble and fans are furious, USA Today. URL consultato il 26 gennaio 2015.
  229. ^ James Caldwell, WM31 PPV Results 3/29, su PWTorch.com. URL consultato il 7 aprile 2015.
  230. ^ James Caldwell, Raw news & notes: Lesnar "suspended" after big angle, injured announcers, new title picture, Sting speaks, U.S. & IC Title matches, Sheamus returns, NXT stars debut, more, su PWTorch.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  231. ^ a b WWE/TapOut deal, WWE HOFer selling ring, Aguayo benefit shirt, another Stephanie McMahon interview, and more, su f4wonline.com. URL consultato il 7 aprile 2015.
  232. ^ a b 4/6 WWE Superstars spoilers, anti Roman Reigns signs confiscated by security, su prowrestling.net. URL consultato il 7 aprile 2015.
  233. ^ The Masked Man, The Second-Annual Pro Wrestling Draft Board, su grantland.com, The Triangle.
  234. ^ WWE 'Extreme Rules' Recap: Roman Reigns' Windy City Heat - Rolling Stone, su Rolling Stone. URL consultato il 6 agosto 2015.
  235. ^ Jason Powell, Jim Ross comments on Roman Reigns, New Day winning the WWE Tag Team Championship, Sheamus as a heel, su prowrestling.net.
  236. ^ Will Pruett, Pruett's Pause: WWE WrestleMania 31, su prowrestling.net.
  237. ^ James Caldwell, CALDWELL'S SUMMERSLAM REPORT 8/23: Complete "virtual-time" coverage of Lesnar vs. Taker, Title vs. Title, more, su Pro Wrestling Torch, 23 agosto 2015. URL consultato il 24 agosto 2015.
    «The Shield's music then played to boos since it meant the arrival of Roman Reigns. [...] Boos for Reigns, who landed offense [...] [The match] was dominated by the Roman Reigns Crowd Angst resurfacing.».
  238. ^ Jason Powell, 10/12 Powell's WWE Raw Live TV Review, su prowrestling.net. URL consultato il 10 dicembre 2015.
  239. ^ Alfred Konuka, Ranking Each WWE Title Tournament Entrant: Should Top-Seeded Roman Reigns Be On Upset Alert?, su Forbes. URL consultato il 24 novembre 2015.
  240. ^ James Caldwell, 11/22 Survivor Series Results – Caldwell’s Complete PPV Report ongoing-report/, su PWTorch.com. URL consultato il 23 novembre 2015.
  241. ^ James Montgomery, WWE Raw': Sheamus 5:15 Says This Show Just Whipped Your Ass, su Rolling Stone. URL consultato l'11 dicembre 2015.
  242. ^ Jeff Hamlin, WWE Raw live results 12-14: Will the Authority punish Roman Reigns?, Wrestling Observer. URL consultato il 15 dicembre 2015.
    «They pressed the right buttons with Reigns over the last two nights, figuring the best way to win over the fan base is to beat up two of its biggest targets: Vince and [Triple H]».
  243. ^ Jeremy Thomas, WWE Edits Anti-Roman Reigns Sign In Photo on WWE.com, 411mania.com. URL consultato il 3 maggio 2016.
  244. ^ a b
  245. ^ Jake Barnett, 3/17 Barnett's WWE Smackdown Live Review, su prowrestling.net. URL consultato il 18 marzo 2016.
  246. ^ Meltzer, Dave, WWE Royal Rumble 2016 Live Results, su f4wonline.com. URL consultato il 25 gennaio 2015.
  247. ^ Dave Meltzer, WWE Fastlane 2016 live results: Brock Lesnar vs. Roman Reigns vs. Dean Ambrose, su f4wonline.com. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  248. ^ a b Paul Tamburro, WrestleMania 32 Review: Not Even Logic Can Stop the Roman Reigns Era, su CraveOnline, 4 aprile 2016. URL consultato il 4 aprile 2016.
  249. ^ Dave Scherer, Baron Corbin vs. Dolph Ziggler shows what's old is new again - Full WWE Payback Blog, su PWInsider.com. URL consultato il 3 maggio 2016.
  250. ^ James Caldwell, 5/22 WWE Extreme Rules PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, Pro Wrestling Torch, 22 maggio 2016. URL consultato il 22 maggio 2016.
  251. ^ (EN) Jason powell, Powell's WWE Money in the Bank 2016 live review: Roman Reigns vs. Seth Rollins for the WWE World Heavyweight Championship, John Cena vs. AJ Styles, Money in the Bank ladder match, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 19 giugno 2016. URL consultato il 23 giugno 2016.
  252. ^ (EN) Jason powell, Powell’s WWE Battleground 2016 live review: Dean Ambrose vs. Roman Reigns vs. Seth Rollins for the WWE Championship, Kevin Owens vs. Sami Zayn, Sasha Banks and a mystery partner vs. Charlotte and Dana Brooke, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 24 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  253. ^ Daniel Van Doom, This weekend WWE will face its toughest opponent: The wrestling audience, CNET. URL consultato il 12 marzo 2016.
  254. ^ a b c Bryan Fritz, Q&A: WWE superstar Roman Reigns ready for WrestleMania, su Orlando Sentinel. URL consultato il 5 aprile 2016.
  255. ^ James Caldwell, The Steve Austin Show – Vince Russo Interview Part 2 (Mar. 8, 2016), su PWPodcasts.com, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 16 maggio 2016.
  256. ^ Chris Featherstone, WWE HOFer Rikishi says there's only one way WWE can save Roman Reigns, Fox Sports. URL consultato il 16 maggio 2016.
  257. ^ Justin Barrasso, Hulk Hogan hopes to be back in the ring for WrestleMania 33, su Sports Illustrated. URL consultato il 16 maggio 2016.
  258. ^ Chris E. Hayner, WWE’s Roman Reigns won’t let booing fans stop him from dominating 'WrestleMania 32', Zap2it. URL consultato il 5 aprile 2016.
  259. ^ Jan Murphy, Reigns seeks third reign as WWE champion, su Kingston Whig-Standard. URL consultato il 29 marzo 2016.
  260. ^ James Caldwell, 2/22 WWE Raw Results, su Pro Wrestling Torch, 22 febbraio 2016. URL consultato il 27 febbraio 2016.
  261. ^
  262. ^ a b LaToya Ferguson, The vicious cycle of WWE continues with the RAW after WrestleMania, su The A.V. Club. URL consultato il 15 aprile 2016.
  263. ^ WWE Payback onsite report: Roman Reigns turns on fans after the show, su prowrestling.net. URL consultato il 3 maggio 2016.
  264. ^ Jason Powell, 04/25 Powell’s WWE Raw Live TV Review, su prowrestling.net. URL consultato il 27 aprile 2016.
  265. ^ Bryan Alvarez e Dave Meltzer, WOR: WWE Payback recap, Lucha Underground, AAA PPV coming, more!, su f4wonline.com, 2 maggio 2016. URL consultato il 5 maggio 2016.
    «Audio from 54:34 to 55:53».
  266. ^ (EN) Jason Powell, Powell's WWE Extreme Rules Hit List, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 23 maggio 2016. URL consultato il 25 giugno 2016.
  267. ^ (EN) Aaron Oster, Seth Rollins returns at Extreme Rules, su baltimoresun.com, The Baltimore Sun, 23 maggio 2016. URL consultato il 25 giugno 2016.
  268. ^ (EN) Jeff Hamlin, WWE Raw Live Results: Seth Rollins Returns; Extreme Rules Fallout, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 23 maggio 2016. URL consultato il 25 giugno 2016.
  269. ^ (EN) Jason Powell, Powell's WWE Raw Hit List: Dean Ambrose, Roman Reigns, and Seth Rollins, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 21 giugno 2016. URL consultato il 25 giugno 2016.
  270. ^ (EN) Christopher Wilson, Hey WWE, It’s Time For Roman Reigns to Make the Heel Turn, su yahoo.com, Yahoo! TV, 24 giugno 2016. URL consultato il 26 giugno 2016.
  271. ^ Filmato audio(EN) 106.7 the Fan, WWE Superstar Roman Reigns w/ The Junkies Pt.1, WJFK-FM, 23 giugno 2014, a 6 min 40 s. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  272. ^ (EN) Justin Barrosso, WWE's Roman Reigns insists 'my time is now', su bostonherald.com, Boston Herald, 28 marzo 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 30 marzo 2014).
  273. ^ (EN) Jack Phillips, Brock Lesnar, Dean Ambrose, Roman Reigns, John Cena, su theepochtimes.com, Epoch Times, 8 dicembre 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  274. ^ (EN) WWE Superstars Alberto Del Rio, Titus O’Neil And Roman Reigns Take On The Importa, su corporatewwe.com, Corporate WWE, 6 giugno 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  275. ^ (EN) Julian Sonny, WWE Badass Roman Reigns Has A Heart-Warming Tea Party With His Daughter (Video), su elitedaily.com, Elite Daily, 7 giugno 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  276. ^ (EN) William Windsor, Roman Reigns Talks About His Haters, Getting Advice From Bret Hart & More, su ewrestling.com, eWrestlingNews, 26 marzo 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
    «Ogni volta che saliva sul ring con quella giacca di pelle e regalava i suoi occhiali a un ragazzino tra il pubblico, sognavo di essere io quel ragazzo. Quei capelli, tutto il suo abbigliamento. Ancora ogni penso che ha un abbigliamento da spaccaculi. Sembrava un tipo sui cui potevi contare, affidabile. Davvero un bravo ragazzo. Veramente una brava persona».
  277. ^ (EN) William Windsor, Roman Reigns Talks Making Fun of Wrestlers' Moves With Dean Ambrose, His Favorite Wrestler, Movies, su wrestlinginc.com, Wrestling Inc., 22 settembre 2015. URL consultato il 20 gennaio 2016.
    «[Hart] è il migliore. Sai cosa voglio dire? Essere il migliore ogni singolo giorno, lottare per trenta minuti ogni singola notte, era un incredibile wrestler tecnico. Credevo in tutto quello che faceva e diceva. E, tutt'oggi, lui è un grande mentore e una persona con cui avere un incredibile conversazione. Se mai dovessi incontrarlo, è davvero una bella persona e ama i suoi fan, ama il "WWE Universe" ed è sempre stato un ragazzo che aveva l'it factor».
  278. ^ FCW results – 1/2/12, WrestleView. URL consultato il 23 maggio 2014.
  279. ^ Richard Trionfo, FCW Television Report For February 5: Steamboat/Sandow 2; Ambrose And Rollins Get A Chance For A Title Match; William Regal Gets In Trouble With Maxine, PWInsider. URL consultato il 31 luglio 2013.
  280. ^ Richard Trionfo, Florida Championship Wrestling spoilers for January 8, 15, and 22, PWInsider. URL consultato il 22 maggio 2014.
  281. ^ 411's WWE NXT Report 12.05.12 posted by Marc Elusive on 12.06.2012, 411mania.com.
  282. ^ a b Richard Trionfo, WWE SmackDown report: final show before Survivor Series; Rey's in ring return; tag title match; Bryan vs. Harper; and more, PWInsider. URL consultato il 29 aprile 2014.
  283. ^ Richard Trionfo, WWE Raw report: more matches for the PPV; Punk and Heyman up the verbal ante; love is a battleground, PWInsider. URL consultato il 29 aprile 2014.
  284. ^ a b c d Richard Trionfo, WWE SmackDown report: the Elimination Chamber gauntlet continues; Wyatts and Shield have messages for each other; and more, PWInsider, 7 febbraio 2014. URL consultato il 29 aprile 2014.
  285. ^ Richard Trionfo, WWE NXT report: Cesaro/Kidd for the US title; fatal four way next week to determine #1 contender; Big E Langston talks; Roman Reigns debuts on NXT, PWInsider. URL consultato il 29 aprile 2014.
  286. ^ Richard Trionfo, WWE Raw report: more matches for the PPV; Punk and Heyman up the verbal ante; love is a battleground, PWInsider. URL consultato il 29 aprile 2014.
  287. ^ a b c d e Anthony Benigno, Editors' Choice: Who has the best arsenal in WWE? – Roman Reigns, WWE. URL consultato il 1º febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2015).
  288. ^ a b Mike Tedesco, WWE SmackDown results – 4/25/14 (The Shield attacks), WrestleView. URL consultato il 29 aprile 2014.
  289. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Elimination Chamber PPV Results 2/17: Complete "virtual-time" coverage of Rock-Punk II, Elimination Chamber match, Shield beats Team Cena, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 27 febbraio 2013.
  290. ^ Dustin Holland, WWE Smackdown results - 8/6/15 (Roman Reigns Vs. Rusev), su wrestleview.com. URL consultato il 16 dicembre 2015.
  291. ^ Mike Tedesco, WWE Raw results – 9/8/14, su wrestleview.com. URL consultato il 17 febbraio 2015.
  292. ^ Mike Tedesco, WWE SmackDown results – 9/19/14, su wrestleview.com. URL consultato il 17 febbraio 2015.
  293. ^ Mike Tedesco, WWE SmackDown results – 1/2/15, su wrestleview.com. URL consultato il 17 febbraio 2015.
  294. ^ Mike Tedesco, WWE Raw results – 2/9/15, su wrestleview.com. URL consultato il 17 febbraio 2015.
  295. ^ James Caldwell, 10/26 WWE Raw Results, pwtorch.com. URL consultato il 16 dicembre 2015.
  296. ^ Alex Kahrs, WWE Smackdown results - 12/10/15 (eight man tag match), su wrestleview.com. URL consultato il 16 dicembre 2015.
  297. ^ Andy Seife, The 50 coolest maneuvers of all time – #46 Roman Reigns’ Superman Punch, WWE. URL consultato il 1º febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 18 giugno 2014).
    «A jumping, cross-body right hand».
  298. ^ James Caldwell, WWE News: Big Roman Reigns Interview – Reigns address criticism of his skills & WWE placing him in top position, jabs C.M. Punk's "voice of voiceless," talks getting rich, but not famous, more (w/Analysis), su PWTorch.com. URL consultato il 31 gennaio 2015.
  299. ^ SmackDown: Ziggler and Reigns end the Rollins Show, su Canoe.ca, Slam Wrestling. URL consultato il 26 febbraio 2015.
  300. ^ Raw: A stunning return steals the spotlight from Edge and Christian, su Canoe.ca, Slam Wrestling. URL consultato il 26 febbraio 2015.
  301. ^ WWE Fastlane PPV results – 2/22/15, su wrestleview.com. URL consultato il 26 febbraio 2015.
  302. ^ Raw: Orton leaves Authority with questions, su Canoe.ca, Slam Wrestling. URL consultato il 26 febbraio 2015.
  303. ^ Roman Reigns – NXT Profile, NXT Wrestling. URL consultato il 16 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 25 novembre 2012).
  304. ^ Raw Five-Point Preview: Feb. 16, 2015, WWE. URL consultato il 14 febbraio 2015.
  305. ^ The 5 coolest things that happened in the 2014 Royal Rumble Match -Roman Reigns fractures the record, WWE. URL consultato il 14 febbraio 2015.
  306. ^ Roman Reigns General Information, Wrestling Data, 3 gennaio 2013. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  307. ^ Point/counterpoint: Was Seth Rollins' betrayal of The Shield the best or worst decision of his career? Counterpoint: Seth Rollins is a traitor, WWE. URL consultato il 14 febbraio 2015.
  308. ^ Roman Reigns receives stitches: photos, WWE. URL consultato il 14 febbraio 2015.
  309. ^ Roman Reigns vs. Luke Harper: Raw, January 12, 2015 (3:13), wwe.com. URL consultato il 14 febbraio 2015.
  310. ^ WWE NXT TV report Thursday, 15 November 2012, Wrestling Observer. URL consultato il 14 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 20 aprile 2013).
  311. ^ Filmato audio(EN) WWE, CJ Parker Vs. Roman Reigns: WWE NXT, Oct. 31, 2012 (2:44), wwe.com, 31 ottobre 2012, a 2 min 22 s. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  312. ^ Filmato audio(EN) WWE, Chase Donovan Vs. Roman Reigns: WWE NXT, Dec. 5, 2012 (2:32), wwe.com, 5 dicembre 2012, a 1 min 35 s. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  313. ^ Filmato audio(EN) SecondCitySaint, WWE NXT: "Army of the Dead" ► Roman Reigns 1st Theme Song, su YouTube, Joseph Saba & Stewart Winter, 6 marzo 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  314. ^ WWE: Special Op (The Shield) - Single, su itunes.com, iTunes, 31 gennaio 2013. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  315. ^ WWE: The Truth Reigns (Roman Reigns) – Single, su itunes.com, iTunes, 25 giugno 2014. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  316. ^ Pro Wrestling Illustrated (PWI) 500 for 2016, su profightdb.com, Internet Wrestling Database. URL consultato il 5 settembre 2016.
  317. ^ (EN) What is a Slammy?, su wwe.com, WWE, 23 febbraio 2008. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  318. ^ a b c d (EN) WWE.com Staff, 2013 Slammy Award winners, su wwe.com, WWE, 8 dicembre 2013. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  319. ^ (EN) WWE.com Staff, 2015 Slammy Award winners, su wwe.com, WWE, 22 dicembre 2013. URL consultato il 20 gennaio 2016.
  320. ^ (EN) From the Bowery: Destruction of the Shield (DVD), su 411mania.com, 411mania. URL consultato il 3 giugno 2016.
  321. ^ (EN) WWE 2K14, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 3 giugno 2016.
  322. ^ 2K svela il gioco di carte online WWE Supercard, su spaziogames.it, Spaziogames. URL consultato il 4 giugno 2016.
  323. ^ (EN) WWE 2K15, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 3 giugno 2016.
  324. ^ (EN) WWE Immortals, su wwe.com, WWE. URL consultato il 7 giugno 2016.
  325. ^ (EN) WWE 2K16, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 3 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling