WrestleMania 33

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
WrestleMania 33
Wrestlemania 33 Stage.jpg
Stage dello show
Tagline The Ultimate Thrill Ride
Colonna sonora Greenlight di Pitbull feat. Flo Rida e LunchMoney Lewis
Like a Champion di Danger Twins
Flame di Tinashe
Am I Savage? dei Metallica
Prodotto da WWE
Brand Raw
SmackDown
Sponsor Snickers
Data 2 aprile 2017
Sede Camping World Stadium
Città Orlando, Florida
Spettatori 75.245
Cronologia pay-per-view
Fastlane (2017) WrestleMania 33 Payback (2017)
Progetto Wrestling

WrestleMania 33 è stata la trentatreesima edizione dell'omonimo pay-per-view prodotto dalla WWE. L'evento si è svolto il 2 aprile 2017 presso il Camping World Stadium di Orlando in Florida. Questa è stata la seconda WrestleMania a tenersi a Orlando dopo WrestleMania XXIV (2008). La canzone ufficiale dell'evento è stata Greenlight del rapper Pitbull in collaborazione con Flo Rida e LunchMoney Lewis mentre lo sponsor era l'azienda Snickers.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

WrestleMania è considerata come l'evento di bandiera della WWE[1] ed è stata descritta come il Super Bowl dello "sport entertainment".[2][3][4] Il 20 febbraio 2017 è stato annunciato che i membri del New Day (Big E, Kofi Kingston e Xavier Woods), appartenenti al roster di Raw, avrebbero presenziato all'evento in veste di conduttori.[5]

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

La quarta edizione della Battle royal in memoria di André the Giant è stata annunciata per WrestleMania, con Mojo Rawley che è stato il primo partecipante ad essere annunciato.[6]

Nella puntata di Raw del 6 marzo Neville ha difeso con successo il WWE Cruiserweight Championship contro Rich Swann e, nel post match, è stato intervistato da Austin Aries, il quale si è difeso dall'attacco del campione.[7] Nella puntata di 205 Live del 14 marzo Aries ha vinto un Fatal 5-Way Elimination match che comprendeva anche Akira Tozawa, The Brian Kendrick, T.J. Perkins e Tony Nese per determinare il contendente nº1 al WWE Cruiserweight Championship di Neville a WrestleMania 33 eliminando per ultimo Kendrick.[8] Un match titolato tra Neville e Austin Aries è stato dunque annunciato per il Kick-off di WrestleMania 33.[9]

Il 12 febbraio, a Elimination Chamber, Naomi ha sconfitto Alexa Bliss conquistando il WWE SmackDown Women's Championship.[10] Tuttavia, nella puntata di SmackDown del 21 febbraio, Naomi ha dovuto rendere vacante il titolo a causa di un infortunio e, quella stessa sera, Alexa Bliss ha riconquistato il titolo sconfiggendo Becky Lynch.[11][12] Dopo alcune vicissitudini tra le varie lottatrici del roster di SmackDown, il General Manager Daniel Bryan ha annunciato che Alexa Bliss dovrà difendere il suo titolo da Carmella, Natalya, Mickie James e Becky Lynch; con la successiva aggiunta della rientrante Naomi, il match è diventato un Six-pack Challenge match.[13]

Nella puntata di Raw del 9 gennaio Chris Jericho ha sconfitto Roman Reigns conquistando lo United States Championship in un 2-on-1 Handicap match dove Kevin Owens era in coppia con Jericho.[14] Nella puntata di Raw del 13 febbraio Jericho ha organizzato per Kevin Owens il "Festival dell'Amicizia", facendo dei regali al suo amico come simbolo della loro amicizia ma il "PrizeFighter", irritato, ha brutalmente attaccato Y2J, segnando la fine della loro collaborazione.[15] Dopo un breve periodo di assenza per infortunio (kayfabe), Jericho ha fatto il suo ritorno a sorpresa il 5 marzo a Fastlane, dove ha causato la sconfitta del suo ex-amico Kevin Owens per opera di Goldberg, il quale ha strappato il WWE Universal Championship dalle mani del "PrizeFighter".[16] Jericho ha dunque effettuato un turn face e successivamente, il 6 marzo a Raw, ha accettato la sfida di Owens per lo United States Championship a WrestleMania.[17]

Nella puntata di Raw del 16 gennaio Luke Gallows e Karl Anderson hanno sconfitto Cesaro e Sheamus per squalifica ma questi hanno comunque mantenuto il WWE Raw Tag Team Championship; in realtà Gallows e Anderson erano riusciti a vincere l'incontro schienando Cesaro dopo la Magic Killer, con lo schienamento convalidato da un secondo arbitro, tuttavia il primo arbitro, che era stato colpito precedentemente da Sheamus, ha revocato il tutto assegnando si la vittoria a Gallows e Anderson ma per squalifica (e senza dunque il cambio di titolo).[18] Il 29 gennaio, nel Kick-off della Royal Rumble, Gallows e Anderson hanno sconfitto Cesaro e Sheamus diventando per la prima volta WWE Raw Tag Team Champions.[19] Nella puntata di Raw del 6 febbraio Gallows e Anderson hanno difeso con successo i titoli contro Cesaro e Sheamus seppur per squalifica a causa dell'intervento di Big Cass ai danni di Anderson.[20] Il 5 marzo, a Fastlane, Gallows e Anderson hanno difeso con successo i titoli contro Enzo Amore e Big Cass.[21] Nella puntata di Raw del 6 marzo Gallows e Anderson hanno difeso con successo i titoli contro Enzo Amore e Big Cass seppur per squalifica a causa dell'intervento di Cesaro e Sheamus.[22] Nella puntata di Raw del 20 marzo Gallows, Anderson, Enzo Amore e Big Cass sono stati sconfitti da Cesaro e Sheamus in un 4-on-2 Handicap match dove, qualora i due avessero perso, avrebbero dovuto rinunciare al loro incontro titolato di WrestleMania 33 per il WWE Raw Tag Team Championship.[23] Successivamente la stipulazione dell'incontro è stata cambiata in un Triple Threat Ladder match.[24] A Wrestlemania, poco prima dell'inizio del match, il New Day ha annunciato a sorpresa che il match per il titolo sarebbe stato un Fatal 4-Way Ladder match che avrebbe compreso anche gli Hardy Boyz.

Nella puntata di SmackDown del 21 febbraio The Miz ha partecipato ad una 10-Man Battle Royal per decretare lo sfidante di Bray Wyatt a WrestleMania 33 per il WWE Championship ma è stato eliminato da John Cena.[25] Nelle successive puntate di SmackDown The Miz e la moglie Maryse hanno verbalmente attaccato Cena e la sua fidanzata Nikki Bella, anche mediante l'uso di video parodia, e così il General Manager Daniel Bryan ha sancito un Mixed Tag Team match tra le due coppie a WrestleMania 33.[26]

Alla Royal Rumble Roman Reigns ha eliminato The Undertaker dall'incontro.[27] Nella puntata di Raw del 13 marzo Reigns ha sconfitto facilmente Jinder Mahal nonostante uno dei mind game di Undertaker.[28] Nella puntata di Raw del 20 marzo Reigns è stato sconfitto da Braun Strowman per squalifica a causa dell'intervento di The Undertaker che, però, è stato abbattuto dalla Spear di Reigns, sancendo così il loro match a WrestleMania 33.[29]

Il 12 febbraio, ad Elimination Chamber, Baron Corbin è stato eliminato dall'Intercontinental Champion Dean Ambrose durante l'Elimination Chamber match con in palio il WWE Championship che, alla fine, è stato vinto da Bray Wyatt.[30] Nelle successive puntate di SmackDown Corbin e Ambrose si sono attaccati più e più volte fino a quando, il 21 marzo, Ambrose non ha attaccato Corbin sfidandolo per WrestleMania 33 con in palio il WWE Intercontinental Championship.[31]

Nella puntata di Raw del 13 febbraio Bayley, nonostante l'interferenza di Dana Brooke e grazie all'aiuto di Sasha Banks, ha sconfitto Charlotte Flair diventando per la prima volta WWE Raw Women's Champion.[32] Il 5 marzo, a Fastlane, Bayley ha difeso con successo il titolo contro Charlotte Flair, grazie all'intervento di Sasha Banks.[33] Nella puntata di Raw del 6 marzo, forzata da Stephanie McMahon, Bayley ha dovuto affrontare Sasha Banks venendo sconfitta; in questo modo Sasha si è guadagnata un posto nel match per il WWE Raw Women's Championship tra Bayley e Charlotte Flair a WrestleMania 33. Nella puntata di Raw del 20 marzo Bayley è stata sconfitta da Nia Jax in un No Disqualification match non titolato; in questo modo la Jax ha ottenuto il diritto di inserirsi nel match di WrestleMania 33 per il WWE Raw Women's Championship. Nella puntata di Raw precedente a Wrestlemania in coppia con Sasha sconfigge Charlotte e Nia Jax.[34]

Il 29 gennaio, alla Royal Rumble, Randy Orton ha vinto il Royal Rumble match eliminando per ultimo Roman Reigns e guadagnando così l'accesso al match titolato di WrestleMania 33 contro John Cena per il WWE Championship.[35] Tuttavia, il 12 febbraio ad Elimination Chamber, Bray Wyatt strappato il titolo a Cena in un Elimination Chamber match che comprendeva anche AJ Styles, Baron Corbin, Dean Ambrose e The Miz.[36] Dopo che Randy Orton, alleato di Wyatt, si è rifiutato di affrontarlo a WrestleMania, nella puntata di SmackDown del 21 febbraio è stata indetta una 10-man Battle Royal per determinare il nuovo sfidante di Wyatt per il WWE Championship ma tale battle royal è terminata in un pareggio quando AJ Styles e Luke Harper si sono eliminati a vicenda.[37] Nella puntata di SmackDown del 28 febbraio il match per determinare lo sfidante di Bray Wyatt a WrestleMania 33 tra Harper e Styles si è concluso con la vittoria di quest'ultimo.[38] Nella puntata di SmackDown del 7 marzo Styles ha affrontato Randy Orton (che nel frattempo si era ribellato a Wyatt) per determinare l'avversario indiscusso di Bray Wyatt a WrestleMania 33 ma è stato sconfitto.[39][40]

Il 29 agosto 2016, a Raw, Triple H è intervenuto contro Seth Rollins nel Fatal 4-Way Elimination match per la riassegnazione del vacante WWE Universal Championship favorendo Kevin Owens per la vittoria finale.[41] Nella puntata di Raw del 23 gennaio 2017 Rollins è stato sconfitto da Sami Zayn, perdendo il suo posto nel Royal Rumble match.[42] Nella puntata di Raw del 30 gennaio Rollins è stato attaccato alle spalle dal debuttante Samoa Joe per ordine di Triple H; questo gli ha causato un infortunio al ginocchio che lo ha tenuto dalle scene per un periodo di circa otto settimane.[43] Rollins è tornato dall'infortunio nella puntata di Raw del 13 marzo dove ha attaccato Triple H, il quale però lo ha aggredito furiosamente al ginocchio in precedenza infortunato.[44] Successivamente, dopo l'ennesimo attacco tra i due, è stato sancito un Non-Sanctioned match per WrestleMania 33.[45]

A seguito di quanto successo nella 10-man Battle Royal avvenuta nella puntata di SmackDown del 21 febbraio e nel successivo match contro Luke Harper del 28 febbraio, AJ Styles ha accusato il Commissione di SmackDown Shane McMahon di averlo intralciato e, dopo una serie di attacchi, il "Phenomenal One" è stato sfidato dal Commissioner per WrestleMania 33.[46]

Il 12 marzo del 2004, a WrestleMania XX, Goldberg ha sconfitto Brock Lesnar in maniera netta. Dopo questo evento entrambi gli atleti hanno abbandonato la WWE, eccetto Lesnar che è ritornato nel 2012. Nella puntata di Raw del 10 ottobre Paul Heyman, il manager di Lesnar, ha ufficialmente sfidato Goldberg per Survivor Series. Nella puntata di Raw del 17 ottobre Goldberg si è presentato accettando la sfida di Heyman, e la settimana dopo è stato sancito il match per Survivor Series. In tale match Goldberg ha clamorosamente sconfitto Lesnar in ottantaquattro secondi.[47] Successivamente, il 29 gennaio alla Royal Rumble, Goldberg ha eliminato Lesnar dal Royal Rumble match.[48] Dopo che Goldberg ha sconfitto Kevin Owens a Fastlane conquistando il WWE Universal Championship il 5 marzo, il match tra Lesnar e lo stesso Goldberg, che era stato annunciato tempo addietro per WrestleMania, è diventato valevole per il WWE Universal Championship.[49]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Risultati Stipulazioni Durata
Kick-off Neville (c) ha sconfitto Austin Aries Single match per il WWE Cruiserweight Championship[50] 15:40
Kick-off Mojo Rawley ha vinto eliminando per ultimo Jinder Mahal* Battle royal per l'André The Giant Memorial Trophy[51] 14:07
Kick-off Dean Ambrose (c) ha sconfitto Baron Corbin Single match per il WWE Intercontinental Championship[52] 10:55
1 AJ Styles ha sconfitto Shane McMahon Single match[53] 20:35
2 Kevin Owens ha sconfitto Chris Jericho (c) Single match per il WWE United States Championship[54] 16:20
3 Bayley (c) ha sconfitto Charlotte Flair, Nia Jax e Sasha Banks Fatal 4-Way Elimination match per il WWE Raw Women's Championship[55] 12:08
4 The Hardy Boyz (Jeff Hardy e Matt Hardy) hanno sconfitto Luke Gallows e Karl Anderson (c), Enzo Amore e Big Cass e Cesaro e Sheamus Fatal 4-Way Ladder Match per il WWE Raw Tag Team Championship[56] 11:05
5 John Cena e Nikki Bella hanno sconfitto The Miz e Maryse Mixed Tag Team match[57] 09:40
6 Seth Rollins ha sconfitto Triple H (con Stephanie McMahon) Non-sanctioned match[58] 25:30
7 Randy Orton ha sconfitto Bray Wyatt (c) Single match per il WWE Championship[59] 10:30
8 Brock Lesnar (con Paul Heyman) ha sconfitto Goldberg (c) Single match per il WWE Universal Championship[60] 04:45
9 Naomi ha sconfitto Alexa Bliss (c), Becky Lynch, Carmella (con James Ellsworth), Mickie James e Natalya Six-pack Challenge match per il WWE SmackDown Women's Championship[61] 05:35
10 Roman Reigns ha sconfitto The Undertaker No Holds Barred match[62] 23:05

*Ordine di eliminazione dei wrestler: Primo, Kalisto, Simon Gotch, Heath Slater, Jey Uso, Goldust, Konnor, Big Show, Viktor, Braun Strowman, Curt Hawkins, R-Truth, Rhyno, Aiden English, Curtis Axel, Jimmy Uso, Jason Jordan, Chad Gable, Tyler Breeze, Fandango, Sin Cara, Mark Henry, Tian Bing, Epico, Bo Dallas, Apollo Crews, Dolph Ziggler, Luke Harper, Titus O'Neil, Sami Zayn, Killian Dain e Jinder Mahal.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ WrestleMania 29 press conference brings WWE to Radio City Music Hall, WWE. URL consultato il 31 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2013).
    «... WWE's flagship event lights up MetLife Stadium... WrestleMania».
  2. ^ Dan Gelston, WrestleMania is Super Bowl of sports entertainment, Associated Press. URL consultato il 31 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 31 marzo 2014).
  3. ^ Ed Grabianowski, How Pro Wrestling Works, su HowStuffWorks, Inc., Discovery Communications. URL consultato il 5 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2013).
  4. ^ Live & Televised Entertainment, WWE. URL consultato il 21 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2013).
  5. ^ WWE, The New Day to host WrestleMania, wwe.com. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  6. ^ Scott Taylor, 2017 Andre the Giant Memorial Battle Royal, su WWE. URL consultato il 7 marzo 2017.
  7. ^ Anthony Benigno, WWE Cruiserweight Champion Neville def. Rich Swann, su WWE. URL consultato il 6 marzo 2017.
  8. ^ Anthony Benigno, Austin Aries won the Fatal 5-Way Elimination Match to become the No. 1 contender to the WWE Cruiserweight Championship, su WWE. URL consultato il 14 marzo 2017.
  9. ^ Kevin Powers, WWE Cruiserweight Champion Neville vs. Austin Aries, su WWE. URL consultato il 14 marzo 2017.
  10. ^ (EN) Naomi def. Alexa Bliss to win the SmackDown Women’s Championship, WWE, 12 febbraio 2017. URL consultato il 12 febbraio 2017.
  11. ^ (EN) Naomi relinquished the SmackDown Women’s Championship, WWE, 21 febbraio 2017. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  12. ^ (EN) Ryan Pappolla, Alexa Bliss def. Becky Lynch to win the SmackDown Women’s Championship, WWE, 21 febbraio 2017. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  13. ^ John Clapp, SmackDown Women’s Champion Alexa Bliss to defend against all SmackDown women who are available to compete, su WWE. URL consultato il 7 marzo 2017.
  14. ^ Anthony Benigno, Jeri-KO def. Roman Reigns to make Chris Jericho the new United States Champion, su WWE. URL consultato il 9 gennaio 2017.
  15. ^ Anthony Benigno, The Festival of Friendship descended into chaos, su WWE, 13 febbraio 2017. URL consultato il 13 febbraio 2017.
  16. ^ Anthony Benigno, Goldberg def. Kevin Owens to win the Universal Championship, su WWE. URL consultato il 5 marzo 2017.
  17. ^ John Clapp, United States Champion Chris Jericho vs. Kevin Owens, su WWE. URL consultato il 6 marzo 2017.
  18. ^ Anthony Benigno, Luke Gallows & Karl Anderson def. Raw Tag Team Champions Cesaro & Sheamus via Disqualification, su WWE. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  19. ^ Greg Adkins, Luke Gallows & Karl Anderson def. Cesaro & Sheamus to win the Raw Tag Team Championships, su WWE, 29 gennaio 2017. URL consultato il 29 gennaio 2017.
  20. ^ Anthony Benigno, Raw Tag Team Champions Luke Gallows & Karl Anderson def. Cesaro & Sheamus via Disqualification, su WWE, 6 febbraio 2017. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  21. ^ James Wortman, Raw Tag Team Champions Luke Gallows & Karl Anderson def. Enzo Amore & Big Cass, su WWE. URL consultato il 5 marzo 2017.
  22. ^ Anthony Benigno, Raw Tag Team Champions Luke Gallows & Karl Anderson def. Enzo Amore & Big Cass via Disqualification, su WWE. URL consultato il 6 marzo 2017.
  23. ^ Anthony Benigno, Cesaro & Sheamus def. Raw Tag Team Champions Luke Gallows & Karl Anderson and Enzo Amore & Big Cass to retain their place in the Raw Tag Team Championship Match at WrestleMania, su WWE. URL consultato il 20 marzo 2017.
  24. ^ Scott Taylor, Luke Gallows & Karl Anderson vs. Enzo Amore & Big Cass vs. Cesaro & Sheamus (Raw Tag Team Championship Triple Threat Match), su WWE. URL consultato il 13 marzo 2017.
  25. ^ (EN) The 10-Man Battle Royal to determine the No. 1 Contender to Bray Wyatt’s WWE Championship at WrestleMania ended in controversy, WWE, 21 febbraio 2017. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  26. ^ Ryan Pappolla, John Cena & Nikki Bella vs. The Miz & Maryse, su WWE. URL consultato il 14 marzo 2017.
  27. ^ Anthony Benigno, Randy Orton won the 30-Superstar Royal Rumble Match, su WWE, 29 gennaio 2017. URL consultato il 29 gennaio 2017.
  28. ^ Anthony Benigno, Roman Reigns def. Jinder Mahal, su WWE. URL consultato il 13 marzo 2017.
  29. ^ John Clapp, The Undertaker vs. Roman Reigns, su WWE. URL consultato il 13 marzo 2017.
  30. ^ (EN) Bray Wyatt def. John Cena, The Miz, Baron Corbin, AJ Styles and Dean Ambrose in an Elimination Chamber Match to win the WWE Championship, WWE, 12 febbraio 2017. URL consultato il 12 febbraio 2017.
  31. ^ Ryan Pappolla, Intercontinental Champion Dean Ambrose vs. Baron Corbin, su WWE. URL consultato il 21 marzo 2017.
  32. ^ Anthony Benigno, Bayley def. Charlotte Flair to become the new Raw Women’s Champion, su WWE, 13 febbraio 2017. URL consultato il 13 febbraio 2017.
  33. ^ James Wortman, Raw Women's Champion Bayley def. Charlotte Flair, su WWE. URL consultato il 5 marzo 2017.
  34. ^ Anthony Benigno, Raw Women’s Champion Bayley vs. Charlotte Flair vs. Sasha Banks vs. Nia Jax (Fatal 4-Way Elimination Match), su WWE. URL consultato il 21 marzo 2017.
  35. ^ Anthony Benigno, Randy Orton won the 30-Superstar Royal Rumble Match, su WWE, 29 gennaio 2017. URL consultato il 29 gennaio 2017.
  36. ^ (EN) Bray Wyatt def. John Cena, The Miz, Baron Corbin, AJ Styles and Dean Ambrose in an Elimination Chamber Match to win the WWE Championship, WWE, 12 febbraio 2017. URL consultato il 12 febbraio 2017.
  37. ^ (EN) The 10-Man Battle Royal to determine the No. 1 Contender to Bray Wyatt’s WWE Championship at WrestleMania ended in controversy, WWE, 21 febbraio 2017. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  38. ^ (EN) AJ Styles def. Luke Harper to become No. 1 Contender to WWE Champion Bray Wyatt at WrestleMania, WWE, 28 febbraio 2017. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  39. ^ (EN) Ryan Pappolla, Randy Orton def. AJ Styles to become the official No. 1 contender for the WWE Title at WrestleMania, WWE, 7 marzo 2017. URL consultato il 7 marzo 2017.
  40. ^ John Clapp, WWE Champion Bray Wyatt vs. Randy Orton, su WWE. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  41. ^ (EN) Anthony Benigno, Kevin Owens def. Seth Rollins, Roman Reigns and Big Cass to become the new WWE Universal Champion, su wwe.com, WWE, 29 agosto 2016. URL consultato il 31 agosto 2016.
  42. ^ Anthony Benigno, Sami Zayn def. Seth Rollins to win Rollins’ opportunity in the Royal Rumble Match, su WWE, 23 gennaio 2017. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  43. ^ James Wortman, Seth Rollins injured by Samoa Joe during Raw, su WWE, 30 gennaio 2017. URL consultato il 30 gennaio 2017.
  44. ^ Anthony Benigno, Seth Rollins attacks Triple H, su WWE, 13 marzo 2017. URL consultato il 13 marzo 2017.
  45. ^ Anthony Benigno, Seth Rollins vs. Triple H (Non-Sanctioned Match), su WWE. URL consultato il 27 marzo 2017.
  46. ^ John Clapp, Shane McMahon vs. AJ Styles, su WWE. URL consultato il 21 marzo 2017.
  47. ^ (EN) Goldberg def. Brock Lesnar, WWE, 20 novembre 2016. URL consultato il 21 novembre 2016.
  48. ^ Anthony Benigno, Randy Orton won the 30-Superstar Royal Rumble Match, su WWE, 29 gennaio 2017. URL consultato il 29 gennaio 2017.
  49. ^ Scott Taylor, Universal Champion Goldberg vs. Brock Lesnar, su WWE. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  50. ^ Ryan Pappolla, WWE Cruiserweight Champion Neville def. Austin Aries, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  51. ^ Mattheus Artus, Mojo Rawley won the 4th annual Andre the Giant Memorial Battle Royal, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  52. ^ Ryan Pappolla, Intercontinental Champion Dean Ambrose def. Baron Corbin, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  53. ^ Michael Burdick, AJ Styles def. Shane McMahon, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  54. ^ John Clapp, Kevin Owens def. United States Champion Chris Jericho, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  55. ^ Bobby Melok, Raw Women’s Champion Bayley def. Charlotte Flair, Sasha Banks and Nia Jax (Fatal 4-Way Elimination Match), su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  56. ^ WWE, The Hardy Boyz won a Fatal 4-Way Ladder Match to win the Raw Tag Team Championship, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  57. ^ Michael Burdick, John Cena & Nikki Bella def. Miz & Maryse; Cena asks Nikki to marry him, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  58. ^ Anthony Benigno, Seth Rollins def. Triple H (Non-Sanctioned Match), su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  59. ^ Scott Taylor, Randy Orton def. Boxes design to win the WWE Championship, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  60. ^ Anthony Benigno, Brock Lesnar def. Goldberg to win the Universal Champion, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  61. ^ Scott Taylor, Naomi def. Alexa Bliss, Natalya, Carmella, Becky Lynch and Mickie James to win the SmackDown Women’s Championship, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  62. ^ Michael Burdick, Roman Reigns def. The Undertaker, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling