The New Day

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The New Day
The New Day WrestleMania 32 Axxess.jpg
I membri del New Day da sinistra a destra: Xavier Woods, Big E e Kofi Kingston nell'aprile 2016
MembriBig E
Kofi Kingston
Xavier Woods
Ex membriKevin Owens
AltezzaBig E (188 cm)
Kofi Kingston (183 cm)
Xavier Woods (180 cm)
Peso combinato318 kg
Debutto21 luglio 2014
FederazioniWWE
Progetto Wrestling

The New Day è una stable face di wrestling attiva nella WWE, formata da Big E, Kofi Kingston e Xavier Woods I tre combattono attualmente nel roster di SmackDown.

I tre sono cinque volte campioni di coppia, dal momento che hanno detenuto due volte il Raw Tag Team Championship (in precedenza chiamato WWE Tag Team Championship) e tre volte lo SmackDown Tag Team Championship. Il loro regno da WWE Tag Team Champions, durato 483 giorni (dal 23 agosto 2015 al 18 dicembre 2016), è il più lungo nella storia del titolo. Nel 2019, inoltre, Kofi Kingston ha vinto il WWE Championship.

Il gruppo ha originariamente debuttato nella puntata di Raw del 21 luglio 2014, ma hanno fatto il loro debutto ufficiale nella puntata di Raw del 3 novembre 2014. Hanno vinto il loro primo WWE Tag Team Championship nel 2015 a Extreme Rules, con Big E e Kingston che hanno vinto il match. Per la prima volta nella storia del titolo il New Day ha successivamente difeso il titolo sotto la "Freebird Rule" e anche Woods è stato riconosciuto come campione. Hanno conquistato il titolo per la seconda volta il 23 agosto 2015 a SummerSlam.

Il 19 luglio 2016 il trio ha raggiunto e superato il record del regno più lungo come detentori del WWE Tag Team Championship (il precedente primato apparteneva a Paul London e Brian Kendrick con 331 giorni), mentre il 18 dicembre, dopo 483 giorni di regno, i membri del New Day sono diventati i campioni di coppia più longevi della storia della WWE, avendo superato il record dei Demolition (Ax e Smash), che avevano detenuto l'ormai soppresso World Tag Team Championship per 478 giorni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi e la formazione[modifica | modifica wikitesto]

Kingston ha debuttato nel roster della ECW nel 2008 e ha vinto diversi titoli come l'Intercontinental Championship, lo United States Championship, il World Tag Team Championship e il WWE Tag Team Championship. Big E ha iniziato la sua carriera a NXT, dove è stato il secondo wrestler in assoluto a vincere l'NXT Championship dopo aver sconfitto Seth Rollins; ha fatto il suo debutto nel roster principale della WWE nella puntata di Raw del 17 dicembre 2012, quando ha attaccato John Cena per formare un'alleanza con Dolph Ziggler e AJ Lee; nel 2013 ha vinto l'Intercontinental Championship. Woods ha firmato un contratto con la WWE nel 2010 e ha lottato a NXT fino alla puntata di Raw del 18 novembre 2013, quando ha fatto il suo debutto nel roster principale.

Nella puntata di Raw del 21 luglio 2014, dopo che Big E e Kingston avevano subìto una sconfitta come tag team, Woods li ha raggiunti sul ring per un confronto, affermando che non potevano "andare avanti a baciare i bambini e a stringere le mani" quando avrebbe dovuto essere "il loro momento di splendere". Il duo ha accettato l'offerta di Woods e la sera successiva a Main Event Woods ha fatto da manager a Big E e Kingston in una vittoria contro gli Slater Gator (Heath Slater e Titus O'Neil). Tuttavia il gruppo è scomparso dai show televisivi subito dopo, ma hanno continuato a lottare come wrestler singoli (anche se hanno continuato a lottare insieme negli house show).

Il debutto e le contestazioni da parte del pubblico (2014–2015)[modifica | modifica wikitesto]

Il New Day con le sue originali divise blu nella puntata di Main Event del gennaio 2015

Dalla puntata di Raw del 3 novembre la WWE ha cominciato a mandare in onda delle vignette per Big E, Kingston e Woods con il nome "The New Day" e con la gimmick face di un gruppo nero di cantanti gospel. Il New Day ha fatto il suo debutto sul ring nella puntata di SmackDown del 28 novembre in una vittoria contro Curtis Axel, Heath Slater e Titus O'Neil. Nella puntata di Raw del 1º dicembre Woods e Kingston hanno combattuto un tag team turmoil match per determinare i primi sfidanti per il WWE Tag Team Championship, eliminando Gold e Stardust (Goldust e Stardust), prima di essere eliminati da Tyson Kidd e Cesaro. Nel kickoff di TLC: Tables, Ladders and Chairs Big E e Kingston hanno sconfitto Gold e Stardust.

Nella puntata di Raw del 5 gennaio 2015, durante il match tra Big E e Adam Rose, Tyson Kidd e Cesaro, mascherati come Rosebuds, sono intervenuti e hanno attaccato Woods fuori dal ring, per poi eseguire la loro mossa finale su Big E nel ring. Nel Kick-off della Royal Rumble la striscia vincente del New Day è giunta al termine quando Cesaro e Tyson Kidd hanno sconfitto Big E e Kingston. Nel Kick-off di WrestleMania 31 il New Day ha preso parte a un Fatal 4-way match per il WWE Tag Team Championship che includeva anche gli Usos (Jimmy e Jey Uso) e i Los Matadores (Diego e Fernando), ma non sono riusciti a vincere il titolo. La notte seguente a Raw il New Day era coinvolto in un eight-man tag-team match insieme ai Lucha Dragons (Kalisto e Sin Cara) contro Cesaro, Kidd e gli Ascension (Konnor e Viktor): durante il match il pubblico dal vivo ha risposto negativamente al New Day, con forti cori "New Day sucks!" che sono proseguiti anche nelle settimane successive. Quando gli è stato chiesto una risposta alla disapprovazione del pubblico nei loro confronti in una intervista durante la puntata di Raw del 6 aprile, i membri del New Day hanno affermato di essere feriti da ciò e i tre hanno risposto in maniera più aggressiva, mantenendo tuttavia la loro natura positiva. Durante il loro match successivo contro i Lucha Dragons Kingston ha cercato di eseguire una scorrettezza al di fuori del ring, nonostante non fosse incluso nel match; ciò ha solidificato il trio come heel ("cattivi"), con Kingston e Woods che hanno interpretato tale ruolo per la prima volta da quando sono nella WWE. Nella puntata di Raw del 20 aprile il New Day ha sconfitto i Lucha Dragons per diventare i primi sfidanti per il WWE Tag Team Championship a Extreme Rules dopo che Woods ha tenuto i piedi di Sin Cara, impedendogli di tornare sul ring per il conto di dieci.

L'ascesa del New Day (2015–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Il New Day ha sconfitto Tyson Kidd e Cesaro per conquistare il WWE Tag Team Championship il 26 aprile a Extreme Rules.[1] Nonostante siano stati Big E e Kingston a vincere il match, la WWE ha riconosciuto anche Woods come campione sotto la "Freebird Rule", che ha permesso a qualsiasi dei tre membri del gruppo di difendere il titolo. Nella puntata di Raw del 4 maggio il New Day ha sconfitto Roman Reigns e Randy Orton in un 3-on-2 Handicap match. Il New Day ha mantenuto il titolo a Payback in un 2-out-of-3 Falls match tag team match per 2-1, con Woods (non partecipante al match) che ha ottenuto lo schienamento decisivo su Cesaro dopo che l'arbitro lo aveva confuso per Kingston.[2] La sera successiva a Raw è stato annunciato che il New Day avrebbe difeso il titolo a Elimination Chamber nel primo tag team Elimination Chamber match di sempre e hanno mantenuto il titolo contro Tyson Kidd e Cesaro, i Lucha Dragons, gli Ascension, i Los Matadores (Diego e Fernando) e i Prime Times Players (Darren Young e Titus O'Neil); a tutti e tre i membri del gruppo è stato permesso di lottare nel match.[3] Il 14 giugno a Money in the Bank Kingston non è riuscito a vincere il Money in the Bank ladder match, mentre Big E e Woods hanno perso il titolo contro i Prime Time Players.[4][5] Tutti e tre i membri del New Day hanno combattuto nell'evento speciale trasmesso in esclusiva dal WWE Network il 4 luglio e chiamato The Beast in the East, svoltosi al Ryōgoku Kukugikan del quartiere di Sumida a Tokyo in Giappone: Big E e Woods hanno affrontato i Lucha Dragons mentre Kingston ha affrontato Brock Lesnar, venendo però sconfitti in entrambi i match.[6][7] Big E e Kingston non sono riusciti a riconquistare il titolo contro i Prime Time Players il 19 luglio a Battleground.[8]

Il New Day ha vinto per la seconda volta il WWE Tag Team Championship in un Fatal 4-Way Tag Team match contro i Prime Time Players, i Los Matadores e i Lucha Dragons a SummerSlam.[9] Dopo aver sconfitto i Prime Time Players nella puntata di Raw del 14 settembre[10] Big E e Kingston hanno iniziato una faida con i rientranti Dudley Boyz (Bubba Ray Dudley e D-Von Dudley), che hanno affrontato in tre diverse occasioni: a Night of Champions[11] e a WWE Live from Madison Square Garden,[12] dove hanno perso entrambi i match per squalifica e pertanto sono rimasti campioni; a Hell in a Cell Big E e Kingston hanno invece sconfitto i Dudley Boyz per schienamento.[13] Alle Survivor Series tutti e tre i membri del New Day hanno preso parte insieme a King Barrett e Sheamus al tradizionale 5-on-5 Survivor Series elimination tag team match, ma sono stati sconfitti dagli Usos, i Lucha Dragons e Ryback.[14] Big E e Kingston hanno poi difeso con successo il titolo a TLC: Tables, Ladders and Chairs, dove hanno sconfitto gli Usos e i Lucha Dragons in un triple threat tag team ladder match,[15] per poi difendere con successo il titolo anche in match separati (contro i Lucha Dragons nella puntata di SmackDown del 22 dicembre[16] e contro gli Usos alla Royal Rumble).[17]

Il New Day nella puntata di Raw successiva a WrestleMania 32

Nel mese di febbraio, a partire da Fastlane, durante il Cutting Edge Peep Show condotto da Edge e Christian i membri della New Day hanno iniziato a prendere in giro quelli della League of Nations (Alberto Del Rio, King Barrett, Rusev e Sheamus): ciò ha portato i membri della League of Nations a interrompere il segmento.[18] Big E e Kingston hanno difeso con successo il titolo anche nella puntata di Raw del 7 marzo, quando hanno sconfitto AJ Styles e Chris Jericho.[19] Nel mese di marzo i membri del New Day hanno effettuato un turn face continuando a prendere in giro quelli della League of Nations attraverso dei video parodia[20] e le due fazioni si sono sfidate in un tag team match valido per il WWE Tag Team Championship a Roadblock, dove Big E e Kingston hanno sconfitto Sheamus e Barrett,[21] ripetendosi anche la sera dopo a Raw, quando Big E e Woods hanno sconfitto Rusev e Del Rio, il che ha portato la League of Nations ad attaccare il New Day al termine del match,[22] con la rivalità tra le due fazioni che è culminata a WrestleMania 32 (il 15 marzo era stato annunciato un handicap match tra le due fazioni e non era chiaro se il WWE Tag Team Championship fosse in palio o no),[23] dove Big E, Kingston e Woods sono stati sconfitti da Sheamus, Del Rio e Rusev in un match non titolato,[24] rifacendosi però nella puntata di Raw successiva, quando Big E e Kingston hanno nuovamente difeso con successo il titolo contro Sheamus e Barrett.[25]

Il 1º maggio, a Payback, durante la finale del torneo sponsorizzato dai membri del New Day che avrebbe decretato i primi sfidanti per il WWE Tag Team Championship, Enzo Amore ha subito una reale commozione cerebrale durante il match che lo vedeva insieme a Big Cass contro i Vaudevillains (Aiden English e Simon Gotch): l'incontro si è quindi concluso in no contest e pertanto i Vaudevillains sono stati in seguito nominati i primi sfidanti (avendo vinto a tavolino l'incontro).[26] Il 22 maggio a Extreme Rules Big E e Woods sono riusciti a mantenere il titolo contro i Vaudevillains grazie all'interferenza di Kingston.[27] Il 19 giugno a Money in the Bank Big E e Kingston hanno difeso con successo il titolo in un Fatal 4-Way Tag Team match che includeva anche Karl Anderson e Luke Gallows, Enzo Amore e Big Cass e i Vaudevillains.[28] Il 19 luglio il New Day ha raggiunto e superato il record del regno più lungo come campioni (il precedente primato apparteneva a Paul London e Brian Kendrick con 331 giorni).

Raw (2016–2017)[modifica | modifica wikitesto]

Il New Day fa la sua entrata caratteristica nel settembre 2016

Con la Draft Lottery avvenuta nella puntata di SmackDown del 19 luglio, l'intero New Day è stato trasferito nel roster di Raw e con tutto il gruppo anche il WWE Tag Team Championship. Il 24 luglio a Battleground il New Day è stato sconfitto dalla Wyatt Family (Bray Wyatt, Braun Strowman e Erick Rowan) in un Six-man Tag Team match non titolato.[29] Nella puntata di Raw del 1º agosto Big E e Kingston hanno trionfato su Luke Gallows e Karl Anderson in un match non titolato ma, nel post match, i due avversari hanno brutalmente attaccato Big E, infortunandolo all'inguine (kayfabe). Nella successiva puntata di Raw dell'8 agosto è stato annunciato che Kingston e Woods, privi dell'infortunato Big E, avrebbero dovuto affrontare Anderson e Gallows a SummerSlam con in palio il WWE Tag Team Championship. Il 21 agosto a SummerSlam Anderson e Gallows hanno sconfitto Kingston e Woods per squalifica a causa dell'intervento del rientrante Big E, facendo sì che il New Day mantenesse i titoli.[30] Il 25 settembre a Clash of Champions Big E e Kingston hanno difeso con successo i titoli (il 5 settembre il WWE Tag Team Championship era stato rinominato in WWE Raw Tag Team Championship) contro Anderson e Gallows.[31] La scena si è ripetuta anche la sera dopo a Raw, quando Big E e Kingston hanno nuovamente difeso con successo i titoli contro Anderson e Gallows.[32] In seguito il New Day ha iniziato una faida con l'improbabile alleanza formata da Cesaro e Sheamus (entrambi vecchie conoscenze del trio): nei primi due incontri singoli del 10 e del 17 ottobre, a Raw, Kingston e Big E hanno rispettivamente sconfitto Cesaro e Sheamus. Tuttavia, nella puntata di Raw del 24 ottobre, Big E e Kingston sono stati sconfitti da Cesaro e Sheamus in un match non titolato. Il 30 ottobre a Hell in a Cell Cesaro e Sheamus hanno sconfitto Big E e Woods per squalifica ma il New Day ha comunque mantenuto i titoli.[33] Il 20 novembre, a Survivor Series, Big E e Kingston hanno preso parte ad un 10-on-10 Traditional Survivor Series Tag Team Elimination match come membri e capitani del Team Raw che ha sconfitto il Team SmackDown (anche se Big E e Woods sono stati eliminati subito dagli Usos).[34] Nella puntata di Raw del 21 novembre Big E e Kingston hanno difeso con successo i titoli contro Cesaro e Sheamus grazie ad una distrazione di Woods.[35] Nella puntata di Raw del 28 novembre Big E e Woods hanno difeso con successo i titoli contro Luke Gallows e Karl Anderson.[36] Nella puntata di Raw del 12 dicembre Big E e Kingston hanno difeso con successo i titoli in un Triple Threat Tag Team match che comprendeva anche Cesaro e Sheamus e Luke Gallows e Karl Anderson; Kingston ha schienato Anderson dopo che questi era stato colpito dal Brogue Kick di Sheamus, mentre Big E ha tenuto bloccato Cesaro.[37] Più tardi, quella stessa sera, Big E e Woods hanno difeso con successo i titoli in un altro Triple Threat Tag Team match che includeva stavolta i Jeri-KO (Chris Jericho e il WWE Universal Champion Kevin Owens) e lo United States Champion Roman Reigns e Seth Rollins; in questo caso Woods ha schienato Jericho dopo che questi era stato colpito dal Pedigree di Rollins, mentre Big E ha tenuto fermo lo stesso Rollins.[38] Il 14 dicembre, dopo 479 giorni di regno, i membri del New Day sono diventati i campioni di coppia più longevi della storia della WWE, avendo superato il record dei Demolition (Ax e Smash), che avevano detenuto l'ormai soppresso World Tag Team Championship per appunto 478 giorni.[39] Il 18 dicembre, a Roadblock: End of the Line, Big E e Kingston sono stati sconfitti da Cesaro e Sheamus, perdendo i titoli dopo un lungo regno durato 483 giorni.[40] Nella puntata di Raw del 26 dicembre Kingston e Woods hanno affrontato Cesaro e Sheamus per il WWE Raw Tag Team Championship ma sono stati sconfitti.[41]

Il 2 gennaio 2017, a Raw, il New Day ha iniziato una faida con Titus O'Neil, il quale ha interrotto i tre affermando di voler far parte della stable. Successivamente è scaturita una rissa verbale tra il New Day e l'ex-componente dei Prime Time Players, culminata con la vittoria di Xavier Woods sullo stesso O'Neil la sera stessa, mentre nelle settimane successive sia Big E che Kofi Kingston hanno avuto la meglio su O'Neil; in particolare Big E ha difeso il posto del trio nel Royal Rumble match del 2017 sconfiggendo O'Neil.[42][43][44] Nella puntata di Raw del 23 gennaio Big E, Kingston, Enzo Amore e Big Cass sono stati sconfitti da Braun Strowman, Jinder Mahal, Rusev e Titus O'Neil.[45] Il 29 gennaio Kingston, Big E e Woods hanno partecipato al Royal Rumble match dell'omonimo pay-per-view entrando rispettivamente coi numeri 14, 17 e 20 ma sono stati eliminati tutti e tre eliminati da Cesaro e Sheamus.[46] Nella puntata di Raw del 6 febbraio Big E e Woods hanno sconfitto gli Shining Stars (Primo e Epico).[47] Nella puntata di Main Event del 5 febbraio il New Day ha sconfitto gli Shining Stars (Primo e Epico) e Titus O'Neil. Nella puntata di Raw del 20 febbraio Big E e Kingston hanno sconfitto Jinder Mahal e Rusev.[48] Sempre il 20 febbraio è stato annunciato che i membri del New Day avrebbero presenziato a WrestleMania 33 in veste di ospiti.[49] Nella puntata di Raw del 27 febbraio Big E e Woods hanno sconfitto Jinder Mahal e Rusev.[50] Nella puntata di Raw del 6 marzo Big E e Kingston hanno sconfitto gli Shining Stars.[51] Nella puntata di Raw del 3 aprile Big E e Woods sono stati sconfitti dai debuttanti Revival (Dash Wilder e Scott Dawson); nel post match, inoltre, Kingston è stato infortunato da Wilder e Dawson.[52] La scena si è ripetuta anche la settimana dopo, il 10 aprile a Raw, quando i Revival hanno sconfitto nuovamente Big E e Woods.[53]

SmackDown (2017–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Con lo Shake-up dell'11 aprile l'intero New Day è stato trasferito nel roster di SmackDown, senza tuttavia debuttare a causa dell'infortunio di Kingston; sono state, invece, mandate in onda delle vignette per pubblicizzare il debutto del trio.[54] Il New Day ha debuttato ufficialmente a SmackDown il 30 maggio, dove hanno avuto un confronto con i WWE SmackDown Tag Team Champions, gli Usos (Jimmy Uso e Jey Uso), annunciando loro che il General Manager Shane McMahon li ha inseriti in un match a Money in the Bank per i titoli di coppia di SmackDown.[55] Nella puntata di SmackDown del 6 giugno Big E e Woods hanno sconfitto i Colóns (Primo Colón e Epico Colón).[56] Nella puntata di SmackDown del 13 giugno Kingston, Woods e i Breezango (Tyler Breeze e Fandango) hanno sconfitto i Colóns e gli Usos.[57] Il 18 giugno, a Money in the Bank, Big E e Kingston hanno affrontato gli Usos per il WWE SmackDown Tag Team Championship ma hanno vinto l'incontro per count-out e senza dunque il cambio di titolo.[58] Il 23 luglio, a Battleground, Kingston e Woods hanno sconfitto gli Usos conquistando così il WWE SmackDown Tag Team Championship per la prima volta; anche in questo caso, nonostante Kingston e Woods abbiano vinto il titolo, anche Big E è stato riconosciuto come campione sotto la "Freebird Rule".[59] Nella puntata di SmackDown del 15 agosto Kingston e Woods sono stati sconfitti dagli Usos in un match non titolato.[60] Il 20 agosto, nel Kick-off di SummerSlam, Big E e Woods hanno perso i titoli contro gli Usos dopo 28 giorni di regno.[61] Nella puntata di SmackDown del 29 agosto Big E e Kingston sono stati sconfitti dagli Usos.[62] Nella puntata di Sin City SmackDown Live del 12 settembre Big E e Kingston hanno sconfitto gli Usos in un Sin City Street Fight match, conquistando così il WWE SmackDown Tag Team Championship per la seconda volta; Big E e Kingston hanno vinto il match, ma anche Woods è riconosciuto come campione sotto la "Freebird Rule".[63] Nella puntata di SmackDown del 19 settembre Big E e Kingston hanno sconfitto gli Hype Bros (Mojo Rawley e Zack Ryder) in un match non titolato.[64] L'8 ottobre, a Hell in a Cell, Big E e Woods hanno perso i titoli contro gli Usos in un Tag Team Hell in a Cell match, interrompendo il loro regno durato 26 giorni.[65] Nella puntata di SmackDown del 24 ottobre Kingston e Woods sono stati sconfitti da Chad Gable e Shelton Benjamin.[66] Nella puntata di SmackDown del 14 novembre il match tra Big E e Xavier Woods contro Kevin Owens e Sami Zayn è terminato in no-contest a causa dell'intervento dello Shield (Dean Ambrose, Roman Reigns e Seth Rollins) e di tutti i membri del roster di Raw.[67] Il 19 novembre, a Survivor Series, il New Day è stato sconfitto dallo Shield.[68] Nella puntata di SmackDown del 21 novembre Big E e Kingston sono stati sconfitti da Kevin Owens e Sami Zayn in un Lumberjack match.[69] Nella puntata di SmackDown del 28 novembre Kingston e Woods hanno sconfitto Chad Gable e Shelton Benjamin.[70] Nella puntata di SmackDown del 5 dicembre Big E e Kingston sono stati sconfitti da Aiden English e Rusev.[71] Il 17 dicembre, a Clash of Champions, Big E e Kingston hanno partecipato ad un Fatal 4-Way Tag Team match per il WWE SmackDown Tag Team Championship che includeva anche Aiden English e Rusev, Chad Gable e Shelton Benjamin e i campioni, gli Usos, ma il match è stato vinto da questi ultimi.[72] Nella puntata di SmackDown del 19 dicembre Kingston e Woods hanno sconfitto Aiden English e Rusev.[73] Nella puntata di SmackDown del 26 dicembre Big E e Woods hanno preso parte ad un Triple Threat Tag Team match per determinare i contendenti n°1 al WWE SmackDown Tag Team Championship degli Usos che comprendeva anche Aiden English e Rusev e Chad Gable e Shelton Benjamin ma il match è stato vinto da questi ultimi.[74]

Il New Day durante la sua entrata a WrestleMania 34

Nella puntata di SmackDown del 23 gennaio Kingston, Woods e lo United States Champion Bobby Roode hanno sconfitto Aiden English, Jinder Mahal e Rusev.[75] Il 28 gennaio, alla Royal Rumble, l'intero New Day ha partecipato all'omonimo match, dove Big E, Woods e Kingston sono entrati rispettivamente con i numeri 9, 12 e 16 ma sono stati eliminati (sempre rispettivamente) da Jinder Mahal e Andrade "Cien" Almas.[76] Nella puntata di SmackDown del 13 febbraio Big E e Kingston hanno sconfitto Chad Gable e Shelton Benjamin.[77] Nella puntata di SmackDown del 20 febbraio Big E e Woods hanno sconfitto Chad Gable e Shelton Benjamin, guadagnando l'opportunità di affrontare gli Usos per il WWE SmackDown Tag Team Championship a Fastlane.[78] L'11 marzo, a Fastlane, Kingston e Woods hanno affrontato gli Usos per il WWE SmackDown Tag Team Championship ma il match è terminato in no-contest a causa dell'intervento dei Bludgeon Brothers (Harper e Rowan).[79] Nella puntata di SmackDown del 27 marzo Big E e Woods sono stati sconfitti dai Bludgeon Brothers per squalifica a causa dell'intervento degli Usos.[80] L'8 aprile, a WrestleMania 34, Big E e Kingston hanno partecipato ad un Triple Threat Tag Team match per il WWE SmackDown Tag Team Championship che includeva anche i campioni, gli Usos, e i Bludgeon Brothers ma il match è stato vinto da questi ultimi.[81] Nella puntata di SmackDown del 10 aprile Big E e Woods hanno affrontato gli Usos per determinare i contendenti n°1 al WWE SmackDown Tag Team Championship dei Bludgeon Brothers ma sono stati sconfitti.[82] Il 27 aprile, a Greatest Royal Rumble, l'intero New Day ha partecipato al Royal Rumble match a 50 uomini ma i tre sono stati eliminati da Braun Strowman e Elias.[83] Nella puntata di SmackDown del 15 maggio Big E e Woods hanno sconfitto Cesaro e Sheamus, guadagnando la possibilità di scegliere un solo membro del loro team da inserire nel Money in the Bank Ladder match.[84] Nella puntata di SmackDown del 29 maggio il New Day ha sconfitto Cesaro, Sheamus e The Miz.[85] Nella puntata di SmackDown del 5 giugno il New Day ha sconfitto The Miz, Rusev e Samoa Joe.[86] Nella puntata di SmackDown del 10 luglio il New Day e il Team Hell No (Daniel Bryan e Kane) hanno sconfitto i Bludgeon Brothers e i SAni†Y (Alexander Wolfe, Eric Young e Killian Dain).[87] Il 15 luglio, nel Kick-off di Extreme Rules, il New Day è stato sconfitto dai SAni†Y in un Tables match.[88] Nella puntata di SmackDown del 24 luglio Big E e Woods hanno sconfitto Alexander Wolfe e Killian Dain dei SAni†Y nella semifinale di un torneo per determinare i contendenti n°1 al WWE SmackDown Tag Team Championship dei Bludgeon Brothers.[89] Dopo che Big E e Kingston hanno sconfitto Cesaro e Sheamus in finale il 31 luglio a SmackDown, il 19 agosto, a SummerSlam, Big E e Woods hanno affrontato i Bludgeon Brothers per il WWE SmackDown Tag Team Championship ma li hanno sconfitti per squalifica (e senza dunque il cambio di titolo).[90] Nella puntata di SmackDown del 21 agosto Kingston e Woods hanno sconfitto i Bludgeon Brothers in un No Disqualification match conquistando così il WWE SmackDown Tag Team Championship per la terza volta.[91] Dopo che Big E e Kingston hanno difeso i titoli contro i Rusev Day (Aiden English e Rusev) nel Kick-off di Hell in a Cell, e Kingston e Woods contro Cesaro e Sheamus il 6 ottobre a Super Show-Down, nella puntata di SmackDown 1000 Big E e Woods hanno perso le cinture contro i The Bar (Cesaro e Sheamus) (grazie anche all'intervento di Big Show) dopo 56 giorni di regno.[92][93][94] Il 16 dicembre, a TLC: Tables, Ladders & Chairs, Kingston e Woods hanno partecipato ad un Triple Threat match per il WWE SmackDown Tag Team Championship che includeva anche i campioni The Bar e gli Usos ma il match è stato vinto dai The Bar.[95] Nella puntata di SmackDown del 29 gennaio 2019 Big E e Kingston hanno partecipato ad Four Corners Elimination match che comprendeva anche i The Bar, gli Heavy Machinery (Otis Dozovic e Tucker Knight) e gli Usos per determinare i contendenti n° 1 al WWE SmackDown Tag Team Championship di The Miz e Shane McMahon per Elimination Chamber ma sono stati eliminati dagli Heavy Machinery. Nella puntata di SmackDown del 16 aprile, Kevin Owens è entrato nella stable come membro onorario, visto che Big E si è infortunato. La sera stessa Kevin Owens, Kofi Kingston e Xavier Woods hanno sconfitto Cesaro, Shinsuke Nakamura e Rusev. Nella puntata di SmackDown del 24 aprile, Kevin Owens ha tradito il New Day (uscendo di fatto dalla stable), attaccando Kofi Kingston (al termine del suo match contro Shinsuke Nakamura) effettuando un Turn-heel, sfidandolo ad un match per il WWE Championship (detenuto da Kofi Kingston), per poi attaccare anche Xavier Woods, che era corso in soccorso di Kofi Kingston.

Personaggi e critica[modifica | modifica wikitesto]

Il trombone di Xavier Woods "Francesca", i cereali "Booty-O's", e i corni di unicorno (tutti e tre appaiono su Woods) sono parte integrante della gimmick del New Day

I membri del New Day fanno spesso riferimento alla positività e Jim Ross ha affermato che "i fan di wrestling di oggi potrebbero essere un po' duri nei confronti del talentuoso trio" a causa del fatto che il New Day "si veste in blu chiaro ed espone una certa positività". Il Pro Wrestling Dot Net ha scritto che il New Day "sembra essere tutto sorrisi e danza, uno dei tre stereotipi razzisti che la WWE assegna ai wrestler afro-americani". The A.V. Club ha descritto la gimmick del New Day come "razzista", perché "fanno letteralmente la pantomima dello shooting dice quando arrivano sul ring".

Il New Day ha iniziato a ricevere delle reazioni più favorevoli da fan e critici nella metà del 2015 dopo essere diventati heel e aver avuto una serie di notevoli promo e prestazioni sul ring. Spesso il pubblico ha iniziato a intonare il coro "New Day rocks!" insieme al trio, nonostante questi continuassero a interpretare il ruolo di "cattivi". Alcuni sono però rimasti critici del gruppo: sia Jim Ross sia Jason Powell del Pro Wrestling Dot Net hanno affermato che il New Day dovrebbe cercare di guadagnare heat da heel invece di essere troppo comici. Il lottatore della UFC ed ex wrestler della WWE CM Punk ha elogiato i membri del New Day per essere riusciti ad andare over da soli.

Woods è un fan di My Little Pony - L'amicizia è magica e all'inizio del 2015 ha iniziato a indossare una maglietta rappresentante un pony. Alla fine del 2015 è stato aggiunto un unicorno alla più recente maglietta del gruppo, con il trio che ha iniziato a fare il segno dell'unicorno usando le loro dita come corna e anche gli intervistatori hanno affermato di percepire il loro unicorno magico. Una delle loro mosse tipiche è infatti stata nominata Unicorn Stampede. Inoltre dalla fine di agosto del 2015 Woods si è presentato con un trombone da lui ribattezzato "Francesca" con cui infastidisce gli avversari e la presenza dello strumento musicale ha arricchito ulteriormente la gimmick del trio; quando Francesca è stata "distrutta" da Chris Jericho nella puntata di Raw dell'11 gennaio 2016 (con annesso funerale da parte del New Day per commemorare la sua "scomparsa") esso è stato rimpiazzato da un nuovo trombone alla Royal Rumble, "Francesca II". Nel mese di marzo del 2016 il New Day ha iniziato a "pubblicizzare" dei cereali da colazione chiamati "Booty O's", accompagnati dal motto "Booty O's: They Make Sure You Ain't Booty!". In realtà non si tratta di veri cereali, ma di una semplice confezione contenente una maglietta che ritrae Big E, Kingston e Woods intenti a mangiare un'enorme tazza di cereali; solo in un secondo momento, cavalcando l'onda del successo della stable, sono stati creati dei veri cereali "Booty O's" commestibili e vendibili nei negozi. Nei mesi di ottobre e dicembre, inoltre, in occasione di Halloween e Natale, sono state rilasciate delle versioni del merchandising dei "Booty O's" per le rispettive feste. Nel febbraio 2017, a seguito dell'annuncio che i membri del New Day sarebbero stati gli ospiti speciali per WrestleMania 33, il trio ha iniziato a "pubblicizzare" dei gelati chiamati "New Day Pops". Nel 2018, inoltre, la gimmick del gruppo si è arricchita di un altro elemento: i pancakes.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali in coppia[modifica | modifica wikitesto]

Big E e Kingston si apprestano ad eseguire la Midnight Hour su King Barrett

Mosse caratteristiche in coppia[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali dei singoli wrestler[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "The Longest Reigning Four Time Champs"
  • "The Unicorns"
  • "The World Famous Five Time Champs"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "Three Ain't Enough" di Jim Johnston (21 luglio 2014–12 settembre 2014)
  • "New Day, New Way" di Jim Johnston (28 novembre 2014–presente)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

I membri del New Day come WWE (Raw) Tag Team Champions (di cui sono due volte campioni) nell'aprile del 2016. Il 19 luglio 2016 hanno raggiunto e superato il record come regno più lungo, mentre il 14 dicembre hanno raggiunto e superato il regno dei Demolition, diventando i campioni di coppia più longevi della WWE
  • Pro Wrestling Illustrated
    • Tag Team of the Year (2015, 2016)
    • 24° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2014) – Big E
    • 42° tra i 500 migliori wrestler singoli secondo PWI 500 (2016) – Kingston
    • 58° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2016) – Woods
  • Rolling Stone
    • Actual Match of the Year (2017) vs. The Usos
    • Comeback of the Year (2016)
    • Second-Best Heels (2015)
    • WWE Wrestlers of the Year (2015)[96]

1 Tutti e tre i membri del New Day hanno difeso il titolo sotto la "Freebird Rule". Il titolo, fino al 5 settembre 2016, era noto come WWE Tag Team Championship.
2 Tutti e tre i membri del New Day difendono il titolo sotto la "Freebird Rule".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scott Taylor, The New Day's Big E & Kofi Kingston def. Tyson Kidd & Cesaro to win the WWE Tag Team Championship, WWE, 26 aprile 2015.
  2. ^ (EN) James Wortman, WWE Tag Team Champions The New Day def. Cesaro & Tyson Kidd (2-out-of-3 Falls Match), su wwe.com, WWE, 17 maggio 2015. URL consultato il 17 maggio 2015.
  3. ^ (EN) Kevin Powers, The New Day won the WWE Tag Team Championship Elimination Chamber Match, su wwe.com, WWE, 31 maggio 2015. URL consultato il 31 maggio 2015.
  4. ^ (EN) Scott Taylor, The Prime Time Players def. The New Day to win the WWE Tag Team Championship, su wwe.com, WWE, 14 giugno 2015. URL consultato il 14 giugno 2015.
  5. ^ (EN) Micheal Burdick, Sheamus wins the Money in the Bank Contract Ladder Match, WWE, 14 giugno 2015. URL consultato il 29 agosto 2015.
  6. ^ (EN) Michael Burdick, Brock Lesnar def. Kofi Kingston, su wwe.com, WWE, 4 luglio 2015. URL consultato il 4 luglio 2015.
  7. ^ (EN) James Caldwell, CALDWELL'S WWE NETWORK SPECIAL REPORT 7/4: Complete "virtual-time" coverage of "Beast in the East" - Lesnar's in-ring return, Owens vs. Balor for NXT Title, more, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 4 luglio 2015. URL consultato il 4 luglio 2015.
  8. ^ (EN) Michael Burdick, WWE Tag Team Champions The Prime Time Players def. The New Day, su wwe.com, WWE, 19 luglio 2015. URL consultato il 19 luglio 2015.
  9. ^ Jeff Laboon, The New Day captures WWE Tag Team Titles in Fatal 4-Way, su wwe.com, WWE, 23 agosto 2015. URL consultato il 23 agosto 2015.
  10. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Tag Team Champions The New Day def. The Prime Time Players, su wwe.com, WWE, 14 settembre 2015. URL consultato il 14 settembre 2015.
  11. ^ (EN) John Clapp, The Dudley Boyz def. WWE Tag Team Champions The New Day by Disqualification, su wwe.com, WWE, 20 settembre 2015. URL consultato il 20 settembre 2015.
  12. ^ (EN) WWE.com Staff, The Dudley Boyz def. The New Day by Disqualification, su wwe.com, WWE, 3 ottobre 2015. URL consultato il 3 ottobre 2015.
  13. ^ (EN) Kara A. Medalis, The New Day def. The Dudley Boyz (WWE Tag Team Championship Match), su wwe.com, WWE, 25 ottobre 2015. URL consultato il 25 ottobre 2015.
  14. ^ (EN) Jeff Laboon, Ryback, The Usos & The Lucha Dragons def. The New Day, Sheamus & King Barrett (Traditional Survivor Series Elimination Match), su wwe.com, WWE, 22 novembre 2015. URL consultato l'8 marzo 2016.
  15. ^ (EN) James Wortman, WWE Tag Team Champions The New Day def. The Usos and The Lucha Dragons in a Triple Threat Ladder Match, su wwe.com, WWE, 13 dicembre 2015. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  16. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Tag Team Champions The New Day def. The Lucha Dragons, su wwe.com, WWE, 22 dicembre 2016. URL consultato l'8 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2015).
  17. ^ (EN) Kevin Powers, WWE Tag Team Champions The New Day def. The Usos, su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato l'8 marzo 2016.
  18. ^ (EN) Greg Adkins, The New Day courts controversy on 'The Cutting Edge Peep Show', su wwe.com, WWE, 21 febbraio 2016. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  19. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Tag Team Champions The New Day def. Chris Jericho & AJ Styles, su wwe.com, WWE, 7 marzo 2016. URL consultato l'8 marzo 2016.
  20. ^ (EN) Anthony Benigno, The New Day presents: The League of Nations' plot against The New Day, su wwe.com, WWE, 3 marzo 2016. URL consultato il 3 marzo 2016.
  21. ^ (EN) John Clapp, WWE Tag Team Champions Big E & Kofi Kingston def. Sheamus & King Barrett, su wwe.com, WWE, 12 marzo 2016. URL consultato il 13 marzo 2016.
  22. ^ (EN) Anthony Benigno, The New Day def. Alberto Del Rio & Rusev, su wwe.com, WWE, 14 marzo 2016. URL consultato il 15 marzo 2016.
  23. ^ (EN) John Clapp, The New Day vs. The League of Nations, su wwe.com, WWE, 15 marzo 2016. URL consultato il 15 marzo 2016.
  24. ^ (EN) Michael McAvennie, The League of Nations def. The New Day (Non-Title Match), su wwe.com, WWE, 3 aprile 2016. URL consultato il 4 aprile 2016.
  25. ^ (EN) John Clapp, WWE Tag Team Champions The New Day def. Sheamus & King Barrett, su wwe.com, WWE, 4 aprile 2016. URL consultato il 4 aprile 2016.
  26. ^ (EN) WWE.com Staff, Enzo Amore & Colin Cassady vs. The Vaudevillains ended in a no contest, su WWE.com, WWE, 1º maggio 2016. URL consultato il 10 giugno 2016.
  27. ^ (EN) Ryan Pappolla, WWE Tag Team Champions The New Day def. The Vaudevillains, su WWE.com, WWE, 22 maggio 2016. URL consultato il 10 giugno 2016.
  28. ^ (EN) James Caldwell, 6/19 WWE MITB PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  29. ^ Greg Adkins, The Wyatt Family def. The New Day, WWE. URL consultato il 24 luglio 2016.
  30. ^ Matthew Artus, Luke Gallows & Karl Anderson def. WWE Tag Team Champions The New Day via disqualification, su WWE. URL consultato il 21 agosto 2016.
  31. ^ Anthony Benigno, Raw Tag Team Champions The New Day def. Luke Gallows & Karl Anderson, su WWE. URL consultato il 25 settembre 2016.
  32. ^ Jeff Hamlin, WWE Raw live results: Clash of Champions fallout, su Wrestling Observer Newsletter, 26 settembre 2016. URL consultato il 27 settembre 2016.
  33. ^ Anthony Benigno, Cesaro & Sheamus def. Raw Tag Team Champions The New Day via Disqualification, su WWE. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  34. ^ (EN) Team Raw def. Team SmackDown LIVE in a 10-on-10 Traditional Survivor Series Tag Team Elimination match, WWE, 20 novembre 2016. URL consultato il 21 novembre 2016.
  35. ^ Mike Tedesco, WWE RAW Results – 10/31/16 (Live from Hartford, Goldberg returns, Hell in a Cell fallout, Survivor Series teams), su WrestleView. URL consultato il 31 ottobre 2016.
  36. ^ Jeff Hamlin, WWE Raw live results: Charlotte Flair vs. Sasha Banks, su Wrestling Observer Newsletter, 28 novembre 2016. URL consultato il 28 novembre 2016.
  37. ^ Anthony Benigno, Raw Tag Team Champions The New Day def. Cesaro & Sheamus and Luke Gallows & Karl Anderson, su WWE, 12 dicembre 2016. URL consultato il 12 dicembre 2016.
  38. ^ Anthony Benigno, Raw Tag Team Champions The New Day def. Jeri-KO and Seth Rollins & U.S. Champion Roman Reigns, su WWE, 12 dicembre 2016. URL consultato il 12 dicembre 2016.
  39. ^ a b WWE, The New Day cement their record-breaking legacy after two grueling Triple Threat matches, su WWE, 12 dicembre 2016. URL consultato il 12 dicembre 2016.
  40. ^ Michael Burdick, Cesaro & Sheamus def. The New Day to win the Raw Tag Team Championships, su WWE, 18 dicembre 2016. URL consultato il 18 dicembre 2016.
  41. ^ Anthony Benigno, Raw Tag Team Champions Cesaro & Sheamus def. The New Day, su WWE, 26 dicembre 2016. URL consultato il 26 dicembre 2016.
  42. ^ Anthony Benigno, Xavier Woods def. Titus O'Neil, su WWE, 2 gennaio 2017. URL consultato il 2 gennaio 2017.
  43. ^ Anthony Benigno, Kofi Kingston def. Titus O'Neil, su WWE, 9 gennaio 2017. URL consultato il 9 gennaio 2017.
  44. ^ Anthony Benigno, Big E def. Titus O'Neil to retain his Royal Rumble Match spot, su WWE, 16 gennaio 2017. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  45. ^ Anthony Benigno, Braun Strowman, Rusev, Jinder Mahal & Titus O’Neil def. The New Day, Enzo Amore & Big Cass, su WWE, 23 gennaio 2017. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  46. ^ Anthony Benigno, Randy Orton won the 30-Superstar Royal Rumble Match, su WWE, 29 gennaio 2017. URL consultato il 29 gennaio 2017.
  47. ^ Anthony Benigno, The New Day def. The Shining Stars, su WWE, 6 febbraio 2017. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  48. ^ Anthony Benigno, The New Day def. Rusev & Jinder Mahal, su WWE, 20 febbraio 2017. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  49. ^ WWE, The New Day to host WrestleMania, su wwe.com. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  50. ^ Anthony Benigno, The New Day def. Rusev & Jinder Mahal, su WWE, 27 febbraio 2017. URL consultato il 27 febbraio 2017.
  51. ^ Anthony Benigno, The New Day def. The Shining Stars, su WWE, 6 marzo 2017. URL consultato il 6 marzo 2017.
  52. ^ Anthony Benigno, The Revival def. The New Day, su WWE, 3 aprile 2017. URL consultato il 3 aprile 2017.
  53. ^ (EN) The Revival def. The New Day, WWE, 10 aprile 2017. URL consultato il 10 aprile 2017.
  54. ^ (EN) WWE Superstar Shake-up 2017 results: Full roster changes for Raw and SmackDown LIVE, WWE, 11 aprile 2017. URL consultato l'11 aprile 2017.
  55. ^ (EN) New Day confronted The Usos and made a major WWE Money in the Bank announcement, WWE, 30 maggio 2017. URL consultato il 30 maggio 2017.
  56. ^ (EN) The New Day def. The Colons, WWE, 6 giugno 2017. URL consultato il 6 giugno 2017.
  57. ^ (EN) The New Day & Breezango def. The Usos & The Colons, WWE, 13 giugno 2017. URL consultato il 13 giugno 2017.
  58. ^ Anthony Benigno, The New Day def. SmackDown Tag Team Champions The Usos via Count-out, su WWE, 18 giugno 2017. URL consultato il 18 giugno 2017.
  59. ^ Anthony Benigno, The New Day def. The Usos to become the new SmackDown Tag Team Champions, su WWE, 23 luglio 2017. URL consultato il 23 luglio 2017.
  60. ^ Anthony Benigno, The Usos def. The New Day, su WWE, 15 agosto 2017. URL consultato il 15 agosto 2017.
  61. ^ Bobby Melok, The Usos def. The New Day to become SmackDown Tag Team Champions (Kickoff Match), su WWE, 20 agosto 2017. URL consultato il 21 agosto 2017.
  62. ^ Anthony Benigno, The Usos def. The New Day allowing themselves to choose the stipulation for the SmackDown Tag Team Championship Rematch, su WWE, 29 agosto 2017. URL consultato il 29 agosto 2017.
  63. ^ a b Ryan Pappolla, The New Day def. The Usos to win the SmackDown Tag Team Championship in a Sin City Street Fight, su WWE, 12 settembre 2017. URL consultato il 12 settembre 2017.
  64. ^ Ryan Pappolla, The New Day def. The Hype Bros, su WWE, 19 settembre 2017. URL consultato il 19 settembre 2017.
  65. ^ Anthony Benigno, The Usos def. The New Day to become new SmackDown Tag Team Champions (Hell in a Cell Match), su WWE. URL consultato l'8 ottobre 2017.
  66. ^ Ryan Pappolla, Shelton Benjamin & Chad Gable def. The New Day, su WWE, 24 ottobre 2017. URL consultato il 24 ottobre 2017.
  67. ^ Ryan Pappolla, Raw launched a vicious counter-siege on SmackDown, su WWE, 14 novembre 2017. URL consultato il 14 novembre 2017.
  68. ^ James Wortman, The Shield def. The New Day, in WWE. URL consultato il 19 novembre 2017.
  69. ^ Ryan Pappolla, Kevin Owens & Sami Zayn def. The New Day in a Lumberjack Match, su WWE, 21 novembre 2017. URL consultato il 21 novembre 2017.
  70. ^ Ryan Pappolla, The New Day def. Shelton Benjamin and Chad Gable, su WWE, 28 novembre 2017. URL consultato il 28 novembre 2017.
  71. ^ Ryan Pappolla, Rusev & Aiden English def. The New Day, su WWE. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  72. ^ Anthony Benigno, SmackDown Tag Team Champions The Usos def. The New Day, Chad Gable & Shelton Benjamin and Rusev & Aiden English (Fatal 4-Way Match), in WWE. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  73. ^ Ryan Pappolla, The New Day def. Rusev & Aiden English, su WWE. URL consultato il 19 dicembre 2017.
  74. ^ Ryan Pappolla, Shelton Benjamin & Chad Gable def. The New Day and Rusev & Aiden English, su WWE. URL consultato il 26 dicembre 2017.
  75. ^ Ryan Pappolla, Xavier Woods, Kofi Kingston & Bobby Roode def. Jinder Mahal, Rusev & Aiden English, su WWE. URL consultato il 23 gennaio 2018.
  76. ^ Anthony Benigno, Shinsuke Nakamura won the 2018 Men’s Royal Rumble Match, su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  77. ^ Ryan Pappolla, The New Day def. Shelton Benjamin & Chad Gable, su WWE. URL consultato il 13 febbraio 2018.
  78. ^ Ryan Pappolla, The New Day def. Shelton Benjamin & Chad Gable to challenge SmackDown Tag Team Champions The Usos at WWE Fastlane, su WWE. URL consultato il 21 febbraio 2018.
  79. ^ Anthony Benigno, SmackDown Tag Team Champions The Usos vs. The New Day ended in a No Contest, su WWE. URL consultato il 12 marzo 2018.
  80. ^ Ryan Pappolla, The New Day vs. The Bludgeon Brothers ended in calamity, su WWE. URL consultato il 28 marzo 2018.
  81. ^ Ryan Pappolla, The Bludgeon Brothers def. The Usos and The New Day in a Triple Threat Match to win the SmackDown Tag Team Titles, su WWE. URL consultato il 9 aprile 2018.
  82. ^ Ryan Pappolla, The Usos def. The New Day to challenge SmackDown Tag Team Champions The Bludgeon Brothers at the Greatest Royal Rumble event, su WWE. URL consultato l'11 aprile 2018.
  83. ^ Anthony Benigno, Braun Strowman won the first-ever 50-Man Greatest Royal Rumble Match to become the Greatest Royal Rumble Champion, su wwe.com. URL consultato il 29 aprile 2018.
  84. ^ Ryan Pappolla, The New Day def. The Bar to earn one member of their team a place in the Men’s Money in the Bank Ladder Match, su WWE. URL consultato il 16 maggio 2018.
  85. ^ Ryan Pappolla, The New Day def. The Miz & The Bar, su WWE. URL consultato il 30 maggio 2018.
  86. ^ Ryan Pappolla, The New Day def. The Miz, Samoa Joe & Rusev, su WWE. URL consultato il 6 giugno 2018.
  87. ^ Ryan Pappolla, Team Hell No & The New Day def. The Bludgeon Brothers & SAnitY, su WWE. URL consultato il 12 luglio 2018.
  88. ^ Anthony Benigno, SAnitY def. The New Day (Kickoff Tables Match), su WWE, 16 luglio 2018. URL consultato il 16 luglio 2018.
  89. ^ Ryan Pappolla, The New Day def. SAnitY to advance to the finals of the SummerSlam Tag Team Championship Tournament, su WWE, 25 luglio 2018. URL consultato il 25 luglio 2018.
  90. ^ Michael Burdick, The New Day def. The Bludgeon Brothers by Disqualification, su WWE. URL consultato il 19 agosto 2018.
  91. ^ Ryan Pappolla, The New Day def. The Bludgeon Brothers in a No Disqualification Match to win the SmackDown Tag Team Titles, su WWE, 21 agosto 2018. URL consultato il 21 agosto 2018.
  92. ^ Ryan Pappolla, SmackDown Tag Team Champions The New Day def. Rusev Day (Kickoff Match), su WWE. URL consultato il 16 settembre 2018.
  93. ^ Ralph Bristout, SmackDown Tag Team Champions The New Day def. The Bar, su wwe.com. URL consultato il 6 ottobre 2018.
  94. ^ Ryan Pappolla, The Bar def. The New Day to win the SmackDown Tag Team Titles, su WWE, 16 ottobre 2018. URL consultato il 16 ottobre 2018.
  95. ^ Anthony Benigno, SmackDown Tag Team Champions The Bar def. The Usos and The New Day (Triple Threat Match), su WWE. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  96. ^ (EN) WWE Wrestler(s) of the Year: The New Day, su rollingstone.com, Rolling Stone, 14 dicembre 2015. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  97. ^ (EN) WWE Tag Team Championships - The New Day, su wwe.com, WWE, 26 aprile 2015. URL consultato il 26 aprile 2015.
  98. ^ (EN) WWE Tag Team Championships - The New Day, su wwe.com, WWE, 23 agosto 2015. URL consultato il 23 agosto 2015.
  99. ^ Anthony Benigno, The New Day def. The Usos to become the new SmackDown Tag Team Champions, su WWE, 23 luglio 2017. URL consultato il 24 luglio 2017.
  100. ^ (EN) Dave Meltzer, Wrestling Observer Newsletter: 2015 awards issue w/ results & Dave’s commentary, Conor McGregor, and much more, in Wrestling Observer Newsletter, vol. 10839593, 22 gennaio 2015, p. 46.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The New Day, su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling (OWW). Modifica su Wikidata
Controllo di autoritàVIAF (EN3368151535368602890001 · LCCN (ENno2017167514
Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling