Shelton Benjamin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Shelton Benjamin
Shelton Benjamin ROH Cropped.jpg
Shelton Benjamin nell'aprile del 2013
NomeShelton James Benjamin
Ring nameShelton Benjamin[1]
Shelton X Benjamin
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
NascitaOrangeburg, Carolina del Sud
9 luglio 1975 (44 anni)
Residenza dichiarataSpring, Texas
Altezza188[2] cm
AllenatoreDanny Davis[1]
Dean Malenko[1]
Doug Basham[1]
Debutto1999[1]
FederazioneWWE
Progetto Wrestling

Shelton James Benjamin (Orangeburg, 9 luglio 1975) è un wrestler statunitense sotto contratto con la WWE, dove lotta nel roster di Raw.

In WWE ha vinto tre volte l'Intercontinental Championship, una volta lo United States Championship e due volte il WWE Tag Team Championship (con Charlie Haas). Il suo primo regno da Intercontinental Champion, durato 244 giorni (dal 19 ottobre 2004 al 20 giugno 2005), è l'ottavo più longevo nella storia del titolo ed il più lungo da quando la WWE ha cambiato nome nel maggio del 2002.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ohio Valley Wrestling (1999–2002)[modifica | modifica wikitesto]

Shelton Benjamin fa il suo debutto nel mondo del wrestling nel luglio del 1999 nella prestigiosa palestra della Ohio Valley Wrestling (OVW), dove forma un tag-team con Brock Lesnar, già suo compagno all'Università del Minnesota; i due conquistano per tre volte i Southern Tag Team Championship. Dopo il passaggio di Lesnar nella World Wrestling Entertainment (WWE) nel marzo del 2002, Benjamin si allea con Redd Dogg Begnaud, con cui conquista per la quarta volta i titoli di coppia.

World Wrestling Entertainment (2002–2010)[modifica | modifica wikitesto]

Alleanza con Charlie Haas (2002–2004)[modifica | modifica wikitesto]

Shelton debutta nel roster di SmackDown! e con Charlie Haas, come lui ex All American, entra a far parte del Team Angle di Kurt Angle.

I due vinceranno per due volte i titoli di coppia. La prima volta contro i Los Guerreros, tag team formato da Eddie e Chavo Guerrero Jr., la seconda volta contro Eddie Guerrero e Tajiri, quest'ultimo sostituto di Chavo.

Dopo aver intanto cambiato nome del tag team in The World's Greatest Tag Team a seguito del loro tradimento verso il loro maestro Kurt Angle, i due perderanno definitivamente i titoli contro proprio i Los Guerreros, i loro principali avversari nella loro carriera di Tag Team. Inizieranno quindi una faida con gli APA che culminerà in un match a No Way Out 2004 vinto dal WGTT. Partiti come favoriti per il Tag Team Fatal Four Way Match per i titoli di coppia di WrestleMania XX, usciranno dal ppv con un nulla di fatto e con le cinture ancora in mano a Scotty 2 Hotty e Rikishi.

Campione intercontinentale (2004–2006)[modifica | modifica wikitesto]

La coppia si scioglie quando Benjamin finisce nel roster di Raw, durante la Draft Lottery del 2004. Il debutto di Benjamin nello show rosso, sconfiggendo per due volte consecutive (la seconda per squalifica) il pluricampione del mondo Triple H. Al debutto in pay-per view, a Backlash, Benjamin sconfigge Ric Flair, compagno di Triple H nell'Evolution. Dopo aver battuto Flair e Triple H, Benjamin tenterà di sconfiggere gli altri due membri della stable, ovvero Batista e l'allora campione intercontinentale Randy Orton. Fallisce il primo obiettivo, mentre con Orton gli scontri saranno due: prima un no title match, dove Benjamin sconfiggerà Orton, quindi un match titolato al pay per view Bad Blood, dove sarà Orton a vincere.

Un infortunio lo terrà fuori dalle scene per mesi, finché tornerà in autunno. Al suo ritorno in pay per view a Taboo Tuesday viene scelto dal pubblico come avversario del campione intercontinentale Chris Jericho, che sconfiggerà conquistando quel titolo inseguito mesi prima. Il suo regno durerà 8 mesi, durante il quale sconfiggerà atleti come Christian, Maven e Gene Snitsky, fino a risconfiggere Jericho a Backlash 2005. Perderà il titolo durante l'edizione di Raw del 20 giugno 2005 contro Carlito Caribbean Cool, venuto dal roster di SmackDown! per effetto della Draft Lottery 2005.

I più grandi match di Benjamin durante il suo regno sono stati però match dove il titolo non era in palio, match tra l'altro persi da Benjamin, ovvero il Money in the Bank Match di WrestleMania 21 e un match contro Shawn Michaels durante un'edizione di Raw. Perso il suo titolo intercontinentale, dopo una rivincita fallita contro Carlito e un match perso contro il suo ex maestro Kurt Angle, Benjamin inizierà una faida a sfondo razzista con Chavo Guerrero, allora chiamato Kerwin White, faida vinta da Benjamin al pay per view WWE Unforgiven 2005 in un match vinto dall'atleta di colore.

Dopo questo match inizierà per Benjamin una serie impressionante di sconfitte, contro Snitsky, Carlito, Chris Masters e l'allora WWE Champion John Cena. Viene in suo aiuto sua “madre”, che lo aiuta nei suoi match, diventando heel. Con sua madre al suo fianco Benjamin ricomincia a vincere, sconfiggendo Viscera al primo pay per view del 2006 New Year's Revolution, e Val Venis conquistandosi un posto nella Royal Rumble, un match a 30 uomini disputato ogni anno nel mese di gennaio.

Shelton conquista poi, per la seconda volta in carriera, il titolo intercontinentale dopo aver sconfitto Ric Flair nell'edizione di Raw del 20 febbraio 2006. Anche in questo caso risulta decisivo l'intervento scorretto della madre.

La settimana successiva Benjamin sconfigge Chavo Guerrero con l'aiuto di Randy Orton qualificandosi per il Money in the Bank Match di WrestleMania 22. Flair ottiene poi un rematch contro Benjamin. Flair riesce a vincere, ma solo per squalifica. Il "Nature Boy" si vendica colpendo Benjamin con la bombola d'ossigeno della madre del campione. Il 13 marzo a Raw, difende con successo il titolo contro Rob Van Dam dopo un intervento fallito di Flair che viene per sbaglio colpito da RVD.

Arriva quindi il giorno di WrestleMania 22, e seppur Benjamin non riesce a vincere il match, è lui il protagonista con mosse di raro atletismo. La sera dopo a Raw difende un'altra volta il suo titolo Intercontinentale contro Chavo, vincendo anche questa contesa. Il 10 aprile a Raw Benjamin sfida RVD per un match a Backlash con in palio il suo Money in the Bank. RVD rifiuta la sfida e ne propone un'altra con il palio il titolo Intercontinentale di Benjamin. Il tutto viene deciso il seguente Raw in un match tra Benjamin e un sfidante misterioso: se Benjamin avesse vinto il match sarebbe stato in palio il Money in the Bank, altrimenti sarebbe stato messo in palio il titolo Intercontinentale. L'avversario misterioso si rivela poi l'ex compagno di tag team Charlie Haas, che riesce a vincere via rollup. Benjamin riesce però a convincere nella stessa sera Vince McMahon di cambiare la stipulazione, che diventa un “Winner Takes All”, ossia al vincitore andranno sia il Money in the Bank sia il Titolo intercontinentale. A Backlash in un incontro ben disputato da entrambi è Rob Van Dam a spuntarla e a portare a casa sia il Money in the Bank sia il Titolo intercontinentale. Comunque, non passerà molto tempo prima che Benjamin riconquisti il titolo intercontinentale: questo avverrà in uno strano match di coppia fra Benjamin, Triple H e Chris Masters contro RVD e John Cena, in cui erano in palio il titolo intercontinentale di RVD e quello mondiale di Cena, dove Benjamin schiena RVD diventando campione intercontinentale per la terza volta.

Benjamin perde poi il titolo in un Triple Threat Match a Vengeance 2006 contro Carlito e Johnny Nitro, con quest'ultimo che diventa nuovo campione.

Qualche mese dopo Benjamin riforma il tag team con Haas e il duo lotta per la conquista dei titoli di coppia, ma senza successo.

In seguito alla sospensione di Haas per doping, Benjamin si rilancia nella lotta per la conquista del titolo intercontinentale contro Jeff Hardy ma viene sconfitto in un match molto combattuto il 9 settembre.

Campione degli Stati Uniti (2007–2009)[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 novembre 2007 debutta nel roster della ECW. Inizialmente riceve un push piuttosto importante, salvo perdere in seguito diversi incontri. Il 19 febbraio 2008 batte Jimmy Wang Yang e si qualifica per il Money in the Bank ladder match a WrestleMania XXIV.

Con il Draft 2008 è tornato a lottare nel roster di SmackDown. Il 20 luglio 2008 a The Great American Bash 2008 ha sconfitto Matt Hardy conquistando il WWE United States Championship; ciò ha determinato il ritorno del titolo nel roster di SmackDown. Ad Unforgiven 2008 prese parte al WWE Championship scramble match perdendo. Successivamente ha avuto una rivalità con R-Truth dopo che quest'ultimo era riuscito a battere l'atleta di colore per ben due volte, senza titolo in palio, e i due si sono affrontati a Cyber Sunday, dove Benjamin si è confermato campione. Alle Survivor Series ha preso parte ad un elimination tag team match tra il Team Batista (Batista, R-Truth, Cm Punk, Kofi Kingston e Matt Hardy) contro il Team Orton (Randy Orton, Shelton Benjamin, Cody Rhodes, Mark Henry e William Regal) vinto proprio da quest'ultimo.

Il 20 marzo 2009 in una puntata di Smackdown perde il titolo US contro MVP.Dopo aver perso il rematch partecipa a WrestleMania XXV nel Money in The Bank,senza però riuscire a vincerlo. Poi intraprende un feud con John Morrison che porta l'afroamericano a riallearsi con il vecchio amico Charlie Haas. Morrison però sconfigge Benjamin in tutte e tre le occasioni in cui i due si sono confrontati in singolo, due volte a Smackdown e a Judgment Day. Nelle settimane seguenti Benjamin in coppia spesso con Charlie Haas rimedia moltissime sconfitte per mano ancora di John Morrison, R-Truth e i Cryme Tyme.

Varie faide e rilascio (2009–2010)[modifica | modifica wikitesto]

Shelton Benjamin ritorna nella ECW il 29 giugno 2009, con un trade speciale sancito da Donald Trump. Il suo esordio non è dei migliori, infatti viene sconfitto dall'esordiente Yoshi Tatsu. Nella puntata successiva però riesce ad avere la meglio sul giapponese. Alla ECW ottiene molte vittorie contro molte superstars come Goldust, Paul Birchall, Tyler Reks e Christian. Ad agosto ha iniziato una rivalità con Zack Ryder, che porta Shelton a effettuare un Turn Face e prevalere su Ryder. Benjamin viene attaccato ripetutamente da Sheamus ed i due avranno un'aspra rivalità che si concluderà con la vittoria dell'irlandese che passerà poi a Raw. Alle Survivor Series Benjamin è stato inserito nel team capitanato da John Morrison che affronterà il team di The Miz. Al PPV il team di Morrison viene sconfitto da quello di The Miz e Benjamin viene schienato proprio da quest'ultimo. Battendo Zack Ryder il 24 novembre Benjamin ottiene una shot al titolo ECW di Christian in un Ladder Match. Nel PPV tuttavia Benjamin non è riuscito a conquistare il titolo ECW. Il 31 gennaio 2010 partecipa alla Royal Rumble venendo eliminato subito dopo qualche minuto da John Cena.

Shelton Benjamin torna nel roster di SmackDown dopo la chiusura dell'ECW e al suo match di ritorno sconfigge CM Punk qualificandosi al Money in the Bank di WrestleMania XXVI, vinto da Jack Swagger.

Shelton Benjamin viene rilasciato dalla WWE il 22 aprile 2010.

Ring of Honor (2010–2012)[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 agosto 2010, la Ring of Honor ha annunciato che Haas e Benjamin avrebbero debuttato a Glory By Honor IX l'11 settembre 2010, per affrontare i ROH World Tag Team Champion The Kings of Wrestling (Chris Hero e Claudio Castagnoli). Il duo più tardi ha dichiarato che si sarebbero collettivamente noti come il Wrestling Greatest Tag Team. A Glory By Honor IX Haas e Benjamin sono stati sconfitti da Hero e Castagnoli in un no-title match. L'8 dicembre, 2010, Haas e Benjamin sono tornati in Ohio Valley Wrestling , dopo più di sette anni dopo il loro match di debutto. Al loro ritorno sconfissero gli Elite (Ted McNaler e Adam Revolver). Il giorno dopo hanno preso parte ai loro primi tapigns in ROH sotto la Sinclair Brodcast Group banner, sconfiggendo i Bravado Brothers (Harlem e Lance). Il giorno dopo, Haas e Benjamin hanno sconfitto gli l'All-Night Xpress (Kenny King e Rhett Titus) Il 18 dicembre al PPV Final Battle 2010, Haas e Benjamin ha annunciato che nel 2011 avrebbero lottato in ROH normalmente. Al seguente PPV, 9th Anniversary Show, il 26 febbraio 2011, Haas e Benjamin ha sconfitto i Briscoe Brothers conquistando una shot per i ROH World Tag Team Championships. Il 1º aprile, Honor Takes Center Night One, Haas e Benjamin sconfiggono i Kings of Wrestling vincendo i ROH World Tag Team Championship per la prima volta in carriera.

Il 26 giugno al PPV, Best in the World 2011 , Haas e Benjamin hanno difeso con successo i ROH Tag World Team Championship in un Fatal-4 way match contro i Briscoe Brothers, i Kings of Wrestling e gli All-Night Express. Il 23 dicembre, Haas e Benjamin hanno perso il ROH World Tag Team Championship contro Briscoe Brothers al PPV Final Battle 2011, effettuando un turn heel durante il match. A 10th Anniversary Show vengono sconfitti dagli All Night Express. A Showdown in the Sun Night One sconfiggono Cedric Alexander & Caprice Coleman. Il giorno dopo vengono sconfitti da Briscoe Brothers. Il 28 aprile, a Unity hanno sconfitto Davey Richards & Kyle O'Reilly. Il 5 maggio attaccano Jay Briscoe durante il Proving Ground Contest, con un Low Blow. Il 12 maggio 2012 a Border Wars , Haas e Benjamin hanno vinto per la seconda volta i ROH World Tag Team Championship sconfiggendo i Briscoe Brothers.

New Japan Pro-Wrestling (2012–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 gennaio 2012, Shelton Benjamin e MVP hanno sconfitto i Complete Players al PPV Wrestle Kingdom VI in Tokyo Dome. Benjamin torna alla New Japan il 16 giugno a Domination 6.16 dove insieme a MVP sconfiggono Karl Anderson e Tama Tonga. l'8 luglio la New Japan annuncia che Benjamin come partecipante nel torneo G1 Climax.

Ritorno in WWE[modifica | modifica wikitesto]

Alleanza con Chad Gable (2017–2018)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di SmackDown del 22 agosto 2017 Shelton Benjamin ha fatto il suo ritorno in WWE dopo sette anni di assenza, entrando ufficialmente a far parte dello show blu; Benjamin doveva originariamente tornare già nell'estate del 2016, ma a causa di un infortunio alla cuffia dei rotatori della spalla sinistra fu costretto ad uno stop durato circa otto mesi. Nella puntata di SmackDown del 29 agosto 2017 Benjamin ha fatto il suo debutto in coppia con Chad Gable, sconfiggendo gli Ascension (Konnor e Viktor). Nella puntata speciale Sin City SmackDown Live del 12 settembre Benjamin e Gable hanno sconfitto gli Hype Bros (Mojo Rawley e Zack Ryder). L'8 ottobre, nel Kick-off di Hell in a Cell, Benjamin e Gable hanno sconfitto nuovamente gli Hype Bros; si tratta inoltre del ritorno di Benjamin in un pay-per-view della WWE dopo sette anni. Nella puntata di SmackDown del 10 ottobre Benjamin e Gable hanno vinto un Fatal 4-Way match che comprendeva anche gli Ascension, i Breezango (Tyler Breeze e Fandango) e gli Hype Bros, diventando i contendenti n°1 allo SmackDown Tag Team Championship degli Usos (Jimmy Uso e Jey Uso). Nella puntata di SmackDown del 24 ottobre Benjamin e Gable hanno sconfitto Kofi Kingston e Xavier Woods del New Day, effettuando contestualmente un turn heel. Nella puntata di SmackDown del 7 novembre Benjamin e Gable hanno sconfitto gli Usos per count-out ma questi ultimi hanno comunque mantenuto lo SmackDown Tag Team Championship. Nella puntata di SmackDown del 21 novembre Benjamin ha sconfitto Jey Uso. Nella puntata di SmackDown del 28 novembre Benjamin e Gable sono stati sconfitti da Kofi Kingston e Xavier Woods del New Day. Il 17 dicembre, a Clash of Champions, Benjamin e Gable hanno partecipato ad un Fatal 4-Way Tag Team match per lo SmackDown Tag Team Championship che includeva anche Big E e Kofi Kingston del New Day, Aiden English e Rusev e i campioni, gli Usos, ma il match è stato vinto da questi ultimi. Nella puntata di SmackDown del 19 dicembre Benjamin e Gable hanno sconfitto gli Usos in un match non titolato. Nella puntata di SmackDown del 26 dicembre Benjamin e Gable hanno sconfitto Big E e Xavier Woods del New Day e Aiden English e Rusev in un Triple Threat Tag Team match, diventando i contendenti n°1 allo SmackDown Tag Team Championship degli Usos. Nella puntata di SmackDown del 2 gennaio 2018 Benjamin e Gable hanno affrontato gli Usos per lo SmackDown Tag Team Championship ma sono stati sconfitti (anche se inizialmente avevano vinto l'incontro ma l'arbitro lo aveva fatto ripartire poco dopo). Il 28 gennaio, alla Royal Rumble, Benjamin e Gable hanno affrontato gli Usos in un 2-out-of-3 Falls match per lo SmackDown Tag Team Championship ma sono stati sconfitti per 2-0. Nella puntata di SmackDown del 30 gennaio Benjamin e Gable hanno sconfitto i Breezango. Nella puntata di SmackDown del 6 febbraio Benjamin e Gable hanno sconfitto gli Ascension. Nella puntata di SmackDown del 13 febbraio Benjamin e Gable sono stati sconfitti da Big E e Kofi Kingston del New Day. Nella puntata di SmackDown del 20 febbraio Benjamin e Gable sono stati sconfitti da Big E e Xavier Woods del New Day, fallendo nell'opportunità di affrontare gli Usos per lo SmackDown Tag Team Championship a Fastlane. L'11 marzo, nel Kick-off di Fastlane, Gable, Benjamin e Mojo Rawley sono stati sconfitti dai Breezango e Tye Dillinger. Nella puntata di SmackDown del 27 marzo Benjamin è stato sconfitto da Shinsuke Nakamura. Nella puntata di SmackDown del 3 aprile Benjamin e Gable sono stati sconfitti dal WWE Champion AJ Styles e Shinsuke Nakamura. L'8 aprile, nel Kick-off di WrestleMania 34, Benjamin ha partecipato all'annuale André the Giant Memorial Battle Royal ma è stato eliminato da Scott Dawson. Con lo Shake-up del 16 aprile Gable è passato al roster di Raw, segnando definitivamente la fine del tag team con Benjamin.

Varie faide (2018–2019)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi separato da Chad Gable a causa dello Shake-up, Benjamin è tornato a combattere in singolo. Nella puntata di SmackDown del 17 aprile 2018 Shelton è stato sconfitto dallo United States Champion Jeff Hardy in un match non titolato. Nella puntata di SmackDown del 24 aprile Benjamin ha sconfitto Randy Orton grazie alla distrazione di Sunil Singh (manager di Jinder Mahal di Raw). Il 27 aprile, a Greatest Royal Rumble, Benjamin ha partecipato al Royal Rumble match a 50 uomini entrando col numero 48 ma è stato eliminato da Chris Jericho. Nella puntata di SmackDown del 1º maggio Benjamin e The Miz sono stati sconfitti dallo United States Champion Jeff Hardy e Randy Orton. Nella puntata di SmackDown del 12 giugno Benjamin è stato sconfitto da Daniel Bryan. Nella puntata di SmackDown del 14 agosto Benjamin è stato sconfitto da Jeff Hardy. Nella puntata di SmackDown del 2 ottobre Benjamin ha sconfitto Daniel Bryan. Nella puntata di SmackDown del 9 ottobre Benjamin è stato sconfitto dal WWE Champion AJ Styles in un match non titolato. Il 27 gennaio 2019, alla Royal Rumble, Benjamin ha partecipato al match omonimo entrando col numero 22 ma è stato eliminato da Braun Strowman. Nella puntata di Raw dell'11 marzo Benjamin ha fatto un'apparizione a sorpresa attaccando Seth Rollins sotto ordine di Paul Heyman; quella stessa sera, poco dopo, Benjamin è stato sconfitto da Rollins. Il 7 aprile, nel Kick-off di WrestleMania 35, Benjamin ha partecipato all'André the Giant Memorial Battle Royal ma è stato eliminato da Harper. Nella puntata di SmackDown del 27 agosto Benjamin è stato sconfitto da Chad Gable negli ottavi di finale del King of the Ring. Nella puntata di SmackDown del 3 settembre Benjamin è stato sconfitto da Aleister Black.

Raw (2019–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di Raw del 14 ottobre Benjamin è passato in tale roster per effetto del Draft; nella stessa puntata, Benjamin è stato sconfitto da Ricochet. Nella puntata di Raw del 21 ottobre Benjamin è apparso sul ring per prendere in giro l'infortunato Rey Mysterio venendo poi attaccato da Cain Velasquez (giunto in aiuto di Mysterio). Il 31 ottobre, a Crown Jewel, Benjamin ha partecipato ad una Battle Royal per determinare lo sfidante di AJ Styles per lo United States Championship più avanti nella serata ma è stato eliminato da Humberto Carrillo.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Benjamin mentre esegue il T-Bone Suplex su Carlito

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali in coppia[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche in coppia[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • The Gold Standard
  • Shinrya Ku Sha X

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "Medal" di Jim Johnston (WWE; usata come membro del Team Angle)
  • "Heroes" di Jim Johnston (WWE; usata in coppia con Charlie Haas)
  • "Ain't No Stoppin' Me" di Lou$tar (WWE; 2004–2008)
  • "Ain't No Stoppin' Me V2" di Axel (WWE; 2008–2010)
  • "T.N.T." degli AC/DC (ROH; usata in coppia con Charlie Haas)
  • "Mess You Up" della Maurice Davis Band (ROH; 2012–2013)
  • "Gold Standard" di Yonosuke Kitamura (NJPW; 2012–2013)
  • "X" di Yonosuke Kitamura (NJPW; 2013–2016)
  • "Set It Off" dei CFO$ (WWE; 29 agosto 2017–presente)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Shelton Benjamin con lo United States Championship, titolo che ha vinto una volta
Shelton Benjamin con il WWE Tag Team Championship, titolo che ha vinto due volte (con Charlie Haas)

Atletica[modifica | modifica wikitesto]

  • National Junior College Athletic Association
    • Junior College 100 meter Champion

Wrestling amatoriale[modifica | modifica wikitesto]

  • National Junior College Athletic Association
    • Junior College National Wrestling Champion
  • National Collegiate Athletic Association
    • 2x All-American (1997, 1998)[3]

Wrestling professionistico[modifica | modifica wikitesto]

  • Millennium Wrestling Federation
    • MWF Heavyweight Championship (1)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Shelton Benjamin, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 23 aprile 2016.
  2. ^ (EN) Shelton Benjamin, su wwe.com, WWE. URL consultato il 23 aprile 2016.
  3. ^ GOPHERSPORTS.COM :: University of Minnesota Official Athletic Site :: Wrestling, su www.gophersports.com. URL consultato il 14 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2016).
  4. ^ Pro Wrestling Illustrated Award Winners - Tag Team of the Year, su 100megsfree4.com. URL consultato il 17 giugno 2007 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2008).
  5. ^ Pro Wrestling Illustrated Top 500 - 2005, su 100megsfree4.com. URL consultato il 17 giugno 2007 (archiviato dall'url originale il 19 settembre 2011).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]