WrestleMania XX

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
WrestleMania XX
EddieandBenoitWMXX.jpg
Chris Benoit (sinistra) e Eddie Guerrero (destra) festeggiano sul ring la vittoria dei loro match
Tagline Where it all Begins... Again
Colonna sonora Step Up dei Drowning Pool
Touché dei Godsmack
Prodotto da WWE
Brand Raw
SmackDown!
Sponsor Snickers
Data 14 marzo 2004[1]
Sede Madison Square Garden[1]
Città New York[1]
Spettatori 18.500[1]
Cronologia pay-per-view
No Way Out (2004) WrestleMania XX Backlash (2004)
Progetto Wrestling

WrestleMania XX è stata la ventesima edizione dell'annuale evento in pay-per-view WrestleMania, prodotto dalla World Wrestling Entertainment (WWE).

L'evento si è svolto il 14 marzo 2004 al Madison Square Garden di New York. L'evento ha visto coinvolto atleti sia del roster di Raw che di SmackDown!. WrestleMania XX è stata la terza WrestleMania a essersi svolta nel Madison Square Garden, dopo WrestleMania I e WrestleMania X e la quarta delle cinque WrestleMania nell'area metropolitana di New York (insieme alle edizione I, 2, X e 29).[2] La tagline di WrestleMania XX era "Where it all Begins... Again" (Dove tutto ha inizio... Di nuovo), mentre le colonne sonore sono state Step Up dei Drowning Pool, e Touché dei Godsmack.

Il match principale dell'evento, per quanto riguarda il roster di Raw, fu il triple threat match per il World Heavyweight Championship tra il campione Triple H e gli sfidanti Shawn Michaels e Chris Benoit, vinto da quest'ultimo dopo aver fatto cedere Triple H alla Crippler Crossface.[3] Il match principale per quanto riguarda il roster di SmackDown!, fu quello per il WWE Championship tra il campione Eddie Guerrero e Kurt Angle, vinto da Guerrero dopo uno small package. L'evento ha visto anche il ritorno di The Undertaker che sconfisse Kane dopo l'esecuzione del Tombstone Piledriver. John Cena ha compiuto il suo debutto sconfiggendo Big Show per conquistare il suo primo titolo, lo United States Championship. All'interno della card ci è stato anche il match tra Goldberg e Brock Lesnar con Stone Cold Steve Austin nel ruolo di arbitro speciale. Questo è stato l'ultimo incontro sia di Lesnar che Goldberg con la WWE rispettivamente fino a Extreme Rules e Survivor Series. Dopo aver vinto il match con il Jackhammer, sia Goldberg che Lesnar furono colpito da Steve Austin con la Stone Cold Stunner.[4][5][6]

La vendita dei biglietti raggiunse i 2.401.000 di dollari, la più alta somma mai totalizzata da un evento organizzato dalla WWE al Madison Square Garden.[7] All'arena, si registrò il tutto esaurito, con più di 20.000 persone provenienti da 48 Stati federati americani e 16 paesi di tutto il mondo.[8] l'evento generò una valutazione di 13.5 millioni di attività economica per la città di New York.[9]

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

La faida principale del roster di Raw fu quella per il World Heavyweight Championship tra il campione Triple H e gli sfidanti Shawn Michaels e Chris Benoit. Nella puntata di Raw del 29 dicembre 2003, Shawn Michaels sfidò Triple H in un incontro valevole per il World Heavyweight Championship nella sua città natale San Antonio. Inizialmente, Michaels vinse il titolo, dopo il general manager di Raw, Eric Bischoff disse che durante il conteggio sia le spalle di Michaels che quelle di Triple H erano a terra e decretò il match in un pareggio, di conseguenza Triple H mantenne il titolo.[10] Alla Royal Rumble, Triple H e Shawn Michaels si affrontarono ancora una volta in un Last Man Standing match per il titolo, che si concluse in un altro pareggio e Triple H rimase campione. Nella stessa sera, Chris Benoit vinse il Royal Rumble match dopo aver eliminato per ultimo Big Show.[11] La notte seguente a Raw, Michaels e Triple H ebbero un confronto fino all'arrivo dello "sceriffo" di Raw, Stone Cold Steve Austin il quale stabilì che Michaels avrebbe avuto una rivincita per aver fatto "rispettare la legge" e che il vincitore della Royal Rumble non aveva ancora scelto su quale titolo puntare. Benoit, all'epoca appartenente nel roster di SmackDown!, fece il suo arrivo nel ring e sfidò Triple H per il World Heavyweight Championship a WrestleMania XX.[12][13] Nella puntata di Raw del 9 febbraio, ci fu la firma del contratto tra Benoit e Triple H. Dopo la firma, Shawn Michaels arrivò nel ring e disse a Benoit di rispettare la sua vittoria alla Royal Rumble e gli suggerì di rimanere a SmackDown! per gli affari suoi. Benoit rifiutò e subì un Sweet Chin Music da Michaels, il quale firmò il contratto per il match di WrestleMania.[14] Dopo aver disputato un match che si concluse senza un vincitore a causa dell'interferenza di Triple H la settimana seguente, Austin annunciò che Triple H avrebbe difeso il World Heavyweight Championship contro Benoit e Michaels in un triple threat match a WrestleMania.[15]

La faida principale del roster di SmackDown! fu quella per il WWE Championship tra il campione Eddie Guerrero e lo sfidante Kurt Angle. Nella puntata di SmackDown! del 29 gennaio, Eddie Guerrero vinse una 15-man royal rumble match dopo aver eliminato per ultimo Kurt Angle, ottenendo un'opportunità per il WWE Championship.[16] A No Way Out, Kurt Angle sconfisse Big Show e John Cena in un triple threat match per guadagnare un'opportunità titolata per il WWE Championship a WrestleMania XX, mentre Eddie Guerrero sconfisse Brock Lesnar conquistando il WWE Championship.[17][18] Nella puntata di SmackDown! del 19 febbraio, Angle fece da arbitro speciale nel match tra Eddie e suo nipote Chavo. Quando Eddie schienò Chavo, Angle interruppe il conteggio e voltò le spalle a Guerrero.[19] Nella puntata successiva di SmackDown!, Guerrero cercò di vendicarsi cercando Angle, quando vide Angle spinse il general manager Paul Heyman e la sua assistente Dawn Marie e venne scortato fuori dalla sicurezza su ordine di Heyman. Guerrero era in programma per disputare un tag team match insieme a John Cena contro Chavo Guerrero e Big Show, a causa del suo allontanamento dall'arena venne sostituito da Rey Mysterio. PIù tardi in quella serata, Angle apparve e disse di aver attaccato Guerrero per i fan e per la WWE e si definì Guerrero un ex drogato che non era in grado di rappresentare SmackDown! come campione WWE.[20]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Risultati Stipulazioni Durata
1 John Cena ha sconfitto Big Show (c) Single match per il WWE United States Championship 09:14
2 Booker T e Rob Van Dam (c) hanno sconfitto Garrison Cade e Mark Jindrak, The Dudley Boyz (Bubba Ray e D-Von Dudley) e La Résistance (René Duprée e Robért Conway) Fatal 4-Way match per il World Tag Team Championship 07:51
3 Christian ha sconfitto Chris Jericho Single match 15:03
4 Evolution (Batista, Randy Orton e Ric Flair) ha sconfitto The Rock 'n' Sock Connection (Mick Foley e The Rock) 3-on-2 Handicap match 17:00
5 Sable e Torrie Wilson hanno sconfitto Miss Jackie e Stacy Keibler Playboy Evening Gown match 02:41
6 Chavo Guerrero (c) (con Chavo Guerrero Sr.) ha sconfitto Akio, Billy Kidman, Funaki, Jamie Noble, Nunzio, Rey Mysterio, Shannon Moore, Tajiri e Último Dragón Cruiserweight Open per il WWE Cruiserweight Championship 11:31
7 Goldberg ha sconfitto Brock Lesnar Single match con arbitro speciale Stone Cold Steve Austin 13:43
8 Rikishi e Scotty 2 Hotty (c) hanno sconfitto The APA (Bradshaw e Faarooq), The Basham Brothers (Doug e Danny Basham) e The World's Greatest Tag Team (Shelton Benjamin e Charlie Haas) Fatal 4-Way match per il WWE Tag Team Championship 06:08
9 Victoria (c) ha sconfitto Molly Holly Hair vs. Title match per il WWE Women's Championship 06:49
10 Eddie Guerrero (c) ha sconfitto Kurt Angle Single match per il WWE Championship 21:36
11 The Undertaker (con Paul Bearer) ha sconfitto Kane Single match 07:47
12 Chris Benoit ha sconfitto Triple H (c) e Shawn Michaels per sottomissione Triple Threat match per il World Heavyweight Championship 24:51

Eliminazioni nel Cruiserweight Open match[modifica | modifica wikitesto]

# Wrestler Eliminato da Metodo di eliminazione
1 Shannon Moore Último Dragón Schienato dopo un Asai DDT
2 Último Dragón Jamie Noble Sottomesso alla Hollywood Noble
3 Funaki Jamie Noble Schienato dopo un roll-up
4 Nunzio Eliminato per count-out
5 Jamie Noble Billy Kidman Schienato dopo una BK Bomb
6 Billy Kidman Rey Mysterio Schienato dopo una Powerbomb
7 Tajiri Rey Mysterio Schienato dopo un roll-up
8 Akio Impossibilitato a partecipare all'incontro a causa della Green mist di Tajiri
9 Rey Mysterio Chavo Guerrero Schienato dopo un roll-up
10 Chavo Guerrero Vincitore

Altre presenze[modifica | modifica wikitesto]

Commentatori
Commentatori spagnoli
Annunciatori
Arbitri
Intervistatori

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) WrestleMania XX, su prowrestlinghistory.com, Pro Wrestling History.
  2. ^ (EN) WWE WrestleMania XX Facts, su wwe.com, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 20 novembre 2017.
  3. ^ (EN) Chris Benoit vs. Shawn Michaels vs. Triple H – World Heavyweight Championship, su wwe.com, World Wrestling Entertainment, 14 marzo 2004. URL consultato il 20 novembre 2017.
  4. ^ (EN) John Powell, WrestleMania XX bombs, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 15 marzo 2003. URL consultato il 22 novembre 2017.
  5. ^ (EN) WrestleMania XX Results, su wwe.com, WWE. URL consultato il 22 novembre 2017.
  6. ^ (EN) WrestleMania XX Results, su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling. URL consultato il 22 novembre 2017.
  7. ^ (EN) WrestleMania XX Sets Record As Highest Grossing Event For World Wrestling Entertainment at Madison Square Garden, su wwe.com, World Wrestling Entertainment, 14 marzo 2004. URL consultato il 20 novembre 2017.
  8. ^ (EN) More Than 20,000 Attend WrestleMania XX As World Wrestling Entertainment Triumphantly Returns To Madison Square Garden, su wwe.com, World Wrestling Entertainment, 14 marzo 2004. URL consultato il 20 novembre 2017.
  9. ^ (EN) WWE taps location for WrestleMania, su wwe.com, World Wrestling Entertainment, 14 marzo 2004. URL consultato il 20 novembre 2017.
  10. ^ (EN) John Powell, Benoit wins the 'Rumble, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 25 gennaio 2004. URL consultato il 29 novembre 2017.
  11. ^ (EN) Royal Rumble 2004 Full Results, su wwe.com, WWE, 25 gennaio 2004. URL consultato il 29 novembre 2017.
  12. ^ (EN) Nick Tylwalk, Raw: Mrs. Foley's little boy is back, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 26 gennaio 2004. URL consultato il 29 novembre 2017.
  13. ^ (EN) Raw Results – January 26, 2004, su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling, 26 gennaio 2004. URL consultato il 29 novembre 2017.
  14. ^ (EN) Wade Keller, 2/9 WWE Raw review: Keller's ongoing "virtual time" coverage of live show, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 9 febbraio 2004. URL consultato il 3 dicembre 2017.
  15. ^ (EN) Wade Keller, 2/16 WWE Raw review: Keller's ongoing "virtual time" analysis of live show, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 16 febbraio 2004. URL consultato il 3 dicembre 2017.
  16. ^ (EN) SmackDown! results - January 29, 2004, su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling, 29 gennaio 2004. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  17. ^ (EN) No Way Ot 2004 Results, su wwe.com, WWE, 15 febbraio 2004. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  18. ^ (EN) WWE NO WAY OUT PPV FLASHBACK - 7 yrs. ago (02-15-11): Eddie wins first World Title, build toward WM20 finales for Rock, Lesnar, Goldberg, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 15 febbraio 2004. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  19. ^ (EN) SmackDown! results - February 19, 2004, su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling, 19 febbraio 2004. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  20. ^ (EN) SmackDown! results - February 26, 2004, su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling, 26 febbraio 2004. URL consultato il 5 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling