WrestleMania 23

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
WrestleMania 23
Wrestlemania23 034.jpg
Lo stage dello show
Tagline All Grown Up
Colonna sonora Ladies and Gentlemen dei Saliva
The Memory Will Never Die dei Default
Prodotto da WWE
Brand Raw
SmackDown!
ECW
Sponsor 360 OTC
Data 1º aprile 2007
Sede Ford Field
Città Detroit, Michigan
Spettatori 80.103
Cronologia pay-per-view
No Way Out (2007) WrestleMania 23 Backlash (2007)
Progetto Wrestling

WrestleMania 23 è stata la ventitreesima edizione dell'omonimo evento in pay-per-view promosso dalla World Wrestling Entertainment. Si è tenuto il 1º aprile 2007 al Ford Field di Detroit. Fu il primo evento tenutosi al Ford Field, ma il secondo nell'area metropolitana di Detroit (dopo WrestleMania III al Pontiac Silverdome nel 1987).

I biglietti per l'evento furono messi in vendita dall'11 novembre 2006. Gli 80.103 spettatori, che provenivano da 24 nazioni, da tutti i cinquanta stati americani e da nove province canadesi, hanno messo nell'economia locale 25 milioni di dollari e fatto di questo evento il più profittevole nella storia della WWE (con oltre 5,38 milioni di dollari in biglietti venduti, battendo il precedente record di 3,9 milioni di dollari di WrestleMania X8 nel 2002) e dell'intero Nord America[senza fonte].

A WrestleMania 23 presero parte i lottatori di tutti i tre roster: Raw, SmackDown! ed ECW. La tagline fu "All Grown Up" e le colonne sonore ufficiali furono Ladies and Gentlemen dei Saliva e The Memory Will Never Die dei Default.

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

John Cena dovette difendere il WWE Championship contro Shawn Michaels nel main event di WrestleMania 23

Dopo che The Undertaker, vincitore dell'annuale Royal Rumble match, decise di affrontare Batista per il World Heavyweight Championship a WrestleMania; venne annunciato un match per determinare il primo sfidante al WWE Championship di John Cena. Questo incontro, che ebbe luogo durante una puntata di Raw, vide la vittoria di Shawn Michaels su Edge e Randy Orton in un Triple Threat match. Nel successivo episodio di Raw, i Rated-RKO (Edge ed Orton) cercarono di attaccare Cena, ma Michaels intervenne, colpendoli con delle sedie d'acciaio. Così, venne sancito un tag team match tra i Rated-RKO ed il team composto da Cena e Michaels, valido per i World Tag Team Championship detenuti proprio da Edge e Orton. Durante il match, Michaels rischiò di colpire Cena con un Superkick, ma ciò non avvenne ed i due riuscirono a vincere i titoli, diventando campioni di coppia del roster di Raw. A No Way Out, Cena e Michaels sconfissero The Undertaker e Batista in un Tag Team match. Da quel momento in poi, i due futuri rivali, nonché neo campioni di coppia, riuscirono ad aiutarsi a vicenda; ma nell'ultima puntata di Raw prima di WrestleMania, Michaels colpì Cena con una Sweet Chin Music sul finire del loro rematch contro Batista e The Undertaker, dando la vittoria a quest'ultimi.

Batista dovette difendere il World Heavyweight Championship dall'assalto di The Undertaker a WrestleMania 23

Dopo la vittoria del Royal Rumble match, The Undertaker poté scegliere di sfidare uno dei tre campioni mondiali (il WWE Champion John Cena, il World Heavyweight Champion Batista oppure l'ECW Champion Bobby Lashley). Nell'episodio di Raw del 5 febbraio, Undertaker scelse di affrontare Batista a WrestleMania, colpendolo con una chokeslam all'interno del ring. Nelle successive puntate di SmackDown!, The Undertaker e Batista combatterono assieme in diversi incontri di coppia in cui Undertaker, però, attaccò diverse volte il suo tag team partner. A No Way Out, Batista si vendicò, attaccando The Undertaker con una Spinebuster, permettendo a John Cena e Shawn Michaels di vincere il match.

Durante la Vince McMahon's "Fan Appreciation Night" della puntata di Raw del 29 gennaio, Donald Trump interruppe il discorso del Chairman della WWE, Vince McMahon, facendo cadere dal soffitto dell'arena grandi quantità di dollari, mandando McMahon su tutte le furie. Così, il mese successivo, i due decisero di sfidarsi in un Hair vs. Hair match a WrestleMania in cui il perdente si sarebbe dovuto rasare i capelli a zero. Il match venne poi definito come la "Battle of the Billionaires" (Battaglia dei Billionari), dove McMahon scelse l'Intercontinental Champion Umaga come suo rappresentate per il match di WrestleMania, mentre Trump scelse l'ECW Champion Bobby Lashley. Nell'episodio di Raw del 5 marzo, Stone Cold Steve Austin venne nominato l'arbitro speciale del match di WrestleMania tra Umaga e Lashley.

Diverse settimane prima di WrestleMania venne annunciato il terzo Money in the Bank Ladder match consecutivo nella storia dello Showcase of the Immortals ed esso non fu più a sei partecipanti, ma a otto. Vennero disputati otto match di qualificazione in ognuno dei tre brand (Raw, SmackDown! ed ECW) e il primo a qualificarsi fu Edge, vincitore del primo Money in the Bank a WrestleMania 21, che sconfisse a Raw il vincitore dell'anno precedente, Rob Van Dam. Il secondo a qualificarsi fu CM Punk che, nella puntata di ECW on Sci-Fi, sconfisse Johnny Nitro. King Booker fu il terzo a qualificarsi, sconfiggendo Kane in un Falls Count Anywhere match durante una puntata di SmackDown!, grazie all'interferenza di The Great Khali. Successivamente si qualificarono Jeff Hardy (sconfiggendo Shelton Benjamin a Raw), Mr. Kennedy (sconfiggendo Sabu in un Extreme Rules match a ECW on Sci-Fi), Matt Hardy (sconfiggendo Joey Mercury a SmackDown!) e Finlay (sconfiggendo lo United States Champion Chris Benoit e Montel Vontavious Porter in un Triple Threat match, disputato a SmackDown!). L'ultimo match di qualificazione fu quello tra Ric Flair e Carlito che, però, finì in doppia squalifica a causa dell'interferenza di The Great Khali, il quale venne sfidato da Kane in un match a WrestleMania. Nella seguente puntata di Raw, Randy Orton sconfisse Flair e Carlito in un Triple Threat Elimination match, diventando l'ottavo ed ultimo qualificato per il Ladder match di WrestleMania. Dopo che Edge e Orton decisero di porre fine al loro tag team a causa dei continui contrasti, Edge cercò di far togliere Orton dal Money in the Bank Ladder match e viceversa fece Orton con Edge. Entrambi, però, riuscirono a mantenere i propri posti nel Ladder match di WrestleMania.

A No Way Out, lo United States Champion Chris Benoit e gli Hardy Boyz (Matt e Jeff) sconfissero Montel Vontavious Porter e gli MNM (Joey Mercury e Johnny Nitro) in un Six-man Tag Team match. Dopo essersi scontrati all'interno di vari Tag Team e Triple Threat match, MVP disse di essere un "vero" campione degli Stati Uniti, al contrario di Benoit. Dunque venne annunciato un match tra Benoit e MVP per lo United States Championship a WrestleMania.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Brand Incontri Stipulazioni Durata
Dark Interbrand Carlito (Raw) e Ric Flair (Raw) hanno sconfitto Chavo Guerrero (SmackDown!) e Gregory Helms (SmackDown!) Lumberjack match[1]
1 Interbrand Mr. Kennedy (SmackDown!) ha sconfitto CM Punk (ECW), Edge (Raw), Finlay (SmackDown!), Jeff Hardy (Raw), King Booker (SmackDown!) (con Queen Sharmell), Matt Hardy (SmackDown!) e Randy Orton (Raw) Money in the Bank Ladder match 24:10
2 Interbrand The Great Khali (Raw) ha sconfitto Kane (SmackDown!) Single match 05:30
3 SmackDown! Chris Benoit (c) ha sconfitto Montel Vontavious Porter Single match per il WWE United States Championship 09:15
4 SmackDown! The Undertaker ha sconfitto Batista (c) Single match per il World Heavyweight Championship 15:51
5 ECW The ECW Originals (Rob Van Dam, Tommy Dreamer, Sabu e The Sandman) hanno sconfitto The New Breed (Elijah Burke, Kevin Thorn, Marcus Cor Von e Matt Striker) (con Ariel) Eight-man Tag Team match 07:27
6 Interbrand Bobby Lashley (ECW) (con Donald Trump) ha sconfitto Umaga (Raw) (con Mr. McMahon e Armando Alejandro Estrada) Hair vs. Hair match con "Stone Cold" Steve Austin come arbitro speciale 13:00
7 Interbrand Melina (c) (Raw) ha sconfitto Ashley (SmackDown!) Lumberjill match per il WWE Women's Championship[2] 03:40
8 Raw John Cena (c) ha sconfitto Shawn Michaels per sottomissione Single match per il WWE Championship 29:27

Altre presenze[modifica | modifica wikitesto]

Commentatori
Commentatori spagnoli
Annunciatori

Altri

Arbitri
  • Scott Armstrong - ECW
  • Mike Chioda - Raw
  • Jack Doan - Raw
  • Marty Elias - Raw
  • Mickie Henson - SmackDown!
  • Jim Korderas - SmackDown!
  • Charles Robinson - SmackDown!
Intervistatori
Segmento di ballo nel backstage

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling