Thomas Hearns

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thomas Hearns
Thomas Hearns 2.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185 cm
Pugilato Boxing pictogram.svg
Dati agonistici
Categoria Pesi welter, Pesi medi, Pesi mediomassimi
Ritirato 4 febbraio 2006
Carriera
Incontri disputati
Totali 67
Vinti (KO) 61 (48)
Persi (KO) 5 (4)
Pareggiati 1
 

Thomas Hearns (Memphis, 18 ottobre 1958) è un ex pugile statunitense, noto per aver ottenuto il titolo mondiale per ben 8 volte.

Soprannominato "Hitman", combatté in varie categorie di peso: welter, superwelter, medi, supermedi e massimi leggeri. È all’unanimità considerato uno dei più grandi pugili dell’era moderna.

Fu dotato di grande altezza (ben 185 cm) e notevole allungo, grazie ad una inusuale lunghezza delle braccia. La sua caratteristica di saper cambiare spesso l'angolo del suo jab diede alla tecnica il nome di flicker jab.

Fu eletto Fighter of the year (pugile dell'anno) dalla rivista americana Ring Magazine nel 1980 e nel 1984.

La International Boxing Hall of Fame lo ha riconosciuto fra i più grandi pugili di ogni tempo.

La carriera[modifica | modifica sorgente]

Fino al 1977, ebbe un’attività amatoriale, con 155 vittorie e 8 sconfitte. Nel 1977 iniziò la sua carriera professionistica, sotto la guida di Emanuel Steward. Ebbe l’onore di battere pugili del calibro di Pipino Cuevas, Wilfred Benítez, Virgil Hill, e nientemeno che Roberto Duran. Cuevas, campione del Mondo WBA per 4 anni, fu sconfitto nel 1980. In seguito Hearns difese il titolo contro Luis Primera (KO al 6º round), Randy Shields (12°) e Pablo Baez (4°). Ma nel 1981, dopo 32 vittorie (30 prima del limite) e nessuna sconfitta, arrivò la prima: fu Sugar Ray Leonard ad infliggergliela, in un match di riunificazione della corona WBA e WBC.

Nei superwelter, fu il primo pugile a mettere KO Roberto Duran, nel giugno 1984, in un drammatico match, e questo gli valse per la seconda volta il titolo di Pugile dell’Anno.

Nel 1985 il match contro Marvin Hagler fu durissimo. Hearns iniziò molto bene, ma alla terza ripresa subì un definitivo KO (Hearns nella 1ª ripresa aveva riportato una frattura della mano destra, ma aveva continuato il match). Nel 1986 sconfisse James Shuler alla prima ripresa. Il pugile inglese morì pochi giorni dopo in un incidente stradale. Nel marzo 1987 sconfisse Roldan al 4º round, ottenendo il titolo di campione dei Massimi Leggeri WBC. Il 6 giugno 1988 fu però travolto dal possente Iran Barkley in sole 3 riprese, perdendo così il titolo WBC dopo 15 mesi.

Nel 1989 incontrò nuovamente, dopo 8 anni, Leonard. Stavolta era in gioco la riunificazione del titolo supermedi. Due atterramenti subiti da Leonard non evitarono il risultato di pareggio. Disputò altri 17 matches, in altrettanti anni, ma privi di significato. Vinse il titolo Medi WBA contro Virgil Hill il 3 giugno del 1991, ma poco dopo (20 marzo 1992) Barkley glielo soffiò. In entrambi i casi gli incontri si risolsero ai punti. La vittoria, sempre ai punti, contro Shannon Landberg il 4 febbraio 2006 segnò, ad ormai 48 anni, la fine della sua carriera. Si ritirò dalla boxe poco tempo dopo: aveva accumulato tra l’altro ben 20 vittorie ai danni di pugili che erano o sarebbero stati campioni mondiali.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 160390134