WrestleMania XII

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wrestlemania XII
Prodotto daWorld Wrestling Federation
Data31 marzo 1996
SedeArrowhead Pond
CittàAnaheim, California
Spettatori18.853
Cronologia pay-per-view
In Your House 6Wrestlemania XIIIn Your House 7: Good Friends, Better Enemies
Progetto Wrestling

Wrestlemania XII è stata la dodicesima edizione di WrestleMania, evento in pay-per-view di wrestling promosso dalla World Wrestling Federation (WWF). Si è svolta nel 1996 ad Anhaeim, California.

Evento[modifica | modifica wikitesto]

I match svoltisi furono pochi poiché il Main Event fu un match d'eccezione: uno straordinario 60 minute Iron Man Match per il WWF Championship tra l'allora campione Bret Hart e lo sfidante Shawn Michaels, che partecipò al match in quanto vincitore del Royal Rumble Match. Il match viene ricordato come uno dei migliori di sempre, con una prima mezz'ora molto tecnica e una seconda parte con Mr Wrestlemania a farla da padrone con mosse aeree che alzarono il livello della contesa. Ha davvero dell'incredibile come, nonostante la durata dell'incontro fosse molto maggiore rispetto ai canoni di un match di wrestling, non vi fu nessuno schienamento o sottomissione per l'intera durata della contesa che finì con uno 0-0. Questo verdetto portò l'allora Presidente WWF Gorilla Monsoon a far continuare la contesa con le classiche regole di un match normale che portò alla vittoria a HBK con la Sweet Chin Music dopo soli due minuti dall'inizio del match aggiuntivo. Shawn Michaels uscì come WWE Champion per la prima volta dando inizio ad una straordinaria carriera. Questa edizione vide anche il debutto allo Showcase of The Immortals di due future stelle della compagnia: "Stone Cold" Steve Austin e Triple H. Quest'ultimo, che al tempo interpretava la gimmick di uno snob francese, fu sconfitto in una manciata di minuti da Ultimate Warrior, che fece così il suo ritorno in WWE. Bret Hart racconta di come ritornò arrabbiato negli spogliatoi poiché Shawn Michaels, dopo la vittoria, gli chiese esplicitamente di andarsene per lasciargli godere il momento della celebrazione. Si pensa inoltre che il canadese non era al corrente del finale del match oltre il tempo massimo, e andò in federazione a protestare per l'accaduto. Undertaker sconfisse Diesel in un Single Match allungando così la sua Streak di vittorie allo Showcase of the Immortals.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Risultati Stipulazioni Durata
1 The Bodydonnas (Skip e Zip) (con Sunny) hanno sconfitto The Godwinns (Henry e Phineas) (con Hillbilly Jim) Tag Team match per il WWF Tag Team Championship 05:22
2 The British Bulldog, Owen Hart e Vader (con Jim Cornette) hanno sconfitto Ahmed Johnson, Jake "The Snake" Roberts e Yokozuna (con Mr. Fuji) 6-Men Tag Team match 13:10
3 "Stone Cold" Steve Austin (con Ted DiBiase) ha sconfitto Savio Vega Single match 10:08
4 The Ultimate Warrior ha sconfitto Hunter Hearst Helmsley (con Sable) Single match 01:39
5 The Undertaker (con Paul Bearer) ha sconfitto Diesel Single match 16:46
6 "Rowdy" Roddy Piper ha sconfitto Goldust (con Marlena) Hollywood Backlot Brawl 12:15
7 Shawn Michaels (con Jose Lothario) ha sconfitto Bret Hart (c) per 1-0 60-Minutes Iron Man match per il WWF Championship[1] 1:01:52

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Inizialmente il match era terminato in pareggio, ma il presidente Gorilla Monsoon ordinò la prosecuzione dell'incontro dopo lo scadere del tempo limite.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling