WrestleMania IV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
WrestleMania IV
Promosso da World Wrestling Federation
Data 27 marzo 1988
Sede Trump Plaza
Città Atlantic City, New Jersey, New Jersey
Spettatori 18165
Cronologia pay-per-view
Survivor Series 1987 WrestleMania IV SummerSlam 1988
Progetto Wrestling

WrestleMania IV fu la quarta edizione di WrestleMania, il pay-per-view di wrestling prodotto dalla World Wrestling Federation (WWF). Si svolse il 27 marzo 1988 presso la Historic Atlantic City Convention Hall in Atlantic City, New Jersey. Allo show ci furono 19.199 persone.

Il main event fu la finale di un torneo a quattordici uomini per il Undisputed WWF Championship, dove Randy Savage sconfisse Ted DiBiase vincendo il titolo vacante.[1] I principali incontri sull' undercard furono un battle royal vinta da Bad News Brown il match tra i Demolition (Ax e Smash) contro gli Strike Force (Tito Santana e Rick Martel) per il WWF Tag Team Championship,[2], e quello tra Brutus Beefcake e The Honky Tonk Man per il WWF Intercontinental Championship.[3]

Background[modifica | modifica wikitesto]

Il feud principale voce a WrestleMania fu tra Hulk Hogan e André the Giant. Nel gennaio del 1987, Hogan ricevette un trofeo per il suo terzo anno come WWF Champion, mentre il suo migliore amico André ricevette un trofeo minore rispetto a quello di Hogan, per essere imbattuto in WWF per quindici anni.[4] Hogan si congratulò con il suo amico e gli disse che egli (Giant) era il vero campione di tutto il mondo, ma André uscì dall'arena prima che Hulk finisse il suo discorso. A febbraio, in un episodio di Piper's Pit, André annunciò il suo nuovo manager, Bobby Heenan, nemico di lunga data di Hogan. Quest'ultimo pregò André di lasciare Heenan, ma egli si rifiutò. Inoltre disse che voleva sfidare Hogan per il titolo mondiale a WrestleMania. Egli strappò poi la maglia di Hogan raffigurante la scritta Hulkamania e fece la stessa cosa con la sua catena d'oro, turnando Heel.[4] Ciò culminò nello storico a WrestleMania III nel mese di marzo, dove Hulk sconfisse André mantenendo il titolo. Durante il match, stabilì un record, eseguendo una scoop slam su un uomo di circa 520 libbre.[5] Nella prima edizione di Survivor Series, nel mese di novembre, André, One Man Gang, King Kong Bundy, Butch Reed e Rick Rude sconfissero Hogan, Paul Orndorff, Don Muraco, Ken Patera e Bam Bam Bigelow in un Survivor Series match.[6]. Nella prima edizione di Royal Rumble nel gennaio 1988, Hogan e André firmarono il contratto ufficiale per un re-match per il WWF Championship. La loro rivincita ebbe luogo nella prima edizione in assoluto di The Main Event nel mese di febbraio, dove André vinse il titolo da Hogan in un Screwjob, infatti l'arbitro del match era programmato per far vincere il gigante. Però tenne il titolo per circa 47 secondi, facendo un record, dando il suo titolo a Ted DiBiase, in cambio di una grossa somma di denaro. Andrè rivelò in un'intervista poche settimane prima dell'evento, che aveva in mente di prendere un anno di pausa e andare in crociera con il denaro datogli da Dibiase appena avesse vinto il titolo. Sfortunatamente, l'allora presidente della WWF Jack Tunney, decsìise di rendere vacante il titolo e di metterlo in palio in un torneo a 14 uomini a Wrestlemania IV.

Evento[modifica | modifica wikitesto]

Altri personaggi
Ruolo: Nome:
Commentatori Gorilla Monsoon
Bob Uecker (Battle Royal)
Jesse Ventura
Intervistatori Gene Okerlund
Vanna White
Bob Uecker
Ring announcer Howard Finkel
Bob Uecker
Timekeeper Vanna White
Supporto Robin Leach
Cantante Gladys Knight

L'evento iniziò con l'interpretazione di Gladys Knight di "America the Beautiful". Il primo match fu una battle royal a venti uomini, e il vincitore avrebbe vinto un grande trofeo. I partecipanti furono Bad News Brown, i The Bolsheviks (Nikolai Volkoff e Boris Zhukov), la The Hart Foundation (Bret Hart e Jim Neidhart), i The Killer Bees (B. Brian Blair e Jim Brunzell), Danny Davis, George Steele, Harley Race, Hillbilly Jim, I The Rougeau Brothers (Jacques e Raymond), i The Young Stallions (Paul Roma e Jim Powers), Junkyard Dog, Ken Patera, Ron Bass, Sam Houston, e Sika. Dopo quattordici eliminazioni, gli ultimi sei partecipanti erano Brown, Bret Hart, Roma, Race, Jacques e Junkyard. Race colpì Rougeau con una back body drop, mandandolo oltre la terza corda, e poi Dog fece la stessa cosa con Harley. Brown buttò fuori Paul e Junkyard lottava contro Hart e Brown. Poi Hart catturò Junkyard e Brown lo colpì con una Clothesline, ma Dog scansò il colpo, e quindi Bad colpì accidentalmente Hart. Poi Junkyard colpì entrambi gli uomini con diverse headbutts prima che essi decisero di collaborare per eliminare Junkyard. Hart decise che lui e Brown avrebbero condiviso il trofeo, ma egli lo tradì e lo colpì con una Ghetto Blaster e lo buttò fuori dal ring, vincendo la battle royal. Poi Brown prese il trofeo, ma Hart lo ataccò alle spalle e ruppe il trofeo.

Prima del torneo a quattordici uomini per il WWF Championship, Robin Leach dalla trasmissione televisiva "Lifestyles of the Rich and Famous" delinea le particolari circostanze che portarono al torneo. Nel primo turno, Ted DiBiase sconfisse Jim Duggan, [[Don Muraco sconfisse Dino Bravo per squalifica dopo che Bravo tirò l'arbitro di fronte a lui, e quindi Muraco colpì con la sua mossa finale il direttore di gara, Randy Savage sconfisse Butch Reed, Greg Valentine sconfisse Ricky Steamboat, One Man Gang sconfisse Scott Bigelow e Rick Rude lottò contro Jake Roberts, ma il match finì con un pareggio per limiti di tempo. I vincitori avanzarono per i quarti di finale mentre Rude e Roberts furono entrambi eliminati dal torneo. Come ex campioni, André the Giant e Hulk Hogan ebbero un bye.

Nel suo debutto nel pay-per-view (PPV), The Ultimate Warrior lottò contro il cliente di Bobby Heenan, Hercules. Warrior spezzò la catena di Hercules e poi gli fece una chop all'angolo. Hercules cercò di reagire e colpì con due clothesline l'avversario. Ultimate poi contrastò una clothesline su Hercoles e lo colpì con una clothesline (con il braccio sinistro, anche se era destro). Poi Warrior buttò l'avversario fuori dal ring, e dopo che Hercules rientrò in esso, Ultimate eseguì una forearm club. In un angolo, Warrior lo colpì con dieci pugni, ma mentre stava guardando l'arbitro, Hercules lo attaccò ed eseguì una inverted atomic drop. Poi cercò di applicare la sua finisher Full Nelson, ma non potette applicare la presa in modo corretto. Poi i due caddero a terra, Warrior poi rimase a terra per un conto di 2, ma poi egli rovesciò lo schienamento, e l'arbitro contò Hercules fino a 3.[2][3]

Greg Valentine, che lottò contro Randy Savage nei quarti di finale del torneo a 14 uomini per il WWF Championship

I quarti di finale iniziarono con il match tra Hulk Hogan e André the Giant. Durante il match, Hogan sbattè The Giant contro l'arbitro Joey Marella, e poi Andrè colpì con una sedia Hulk. In seguito i due wrestler cominciarono a colpirsi con delle sedie e quindi furono squalificati ed eliminati dal torneo. Nelle seguenti partite, Ted DiBiase sconfisse Don Muraco[7] [14] e Randy Savage sconfisse Greg Valentine mentre One Man Gang ricevette un bye, a causa del doppio pareggio per limiti di tempo tra Rick Rude e Jake Roberts nel primo turno. Poi Brutus Beefcake lottò contro il cliente di Jimmy Hart, il WWF Intercontinental Champion Honky Tonk Man per il titolo. Lo sfidante eseguì una atomic drop all'inizio del match. Beefcake colpì Honky con con una high knee, poi sbagliò una elbow drop, e allora l'avversario prese il controllo del match con una diving fist drop. Poi egli provò ad eseguire la Shake, Rattle & Roll su Beefcake, ma lui gli rispose con una ginocchiata in pieno volto. Poi mentre Brutus stava salendo sulle corde, Honky lo attaccò con una clothesline e poi con una sleeper hold. Il manager di Honky, Jimmy Hart, colpì l'arbitro con il suo megafono, ma non fu suonata la campanella. Poco dopo fu annunciato che Beefcake vinse per squalifica, il che significava che Honky era ancora campione, infatti se il campione in carica perde il match titolato per squalifica, tiene il titolo.[2][3]

I The Islanders (Haku e Tama) e il loro manager Bobby Heenan lottarono contro i The British Bulldogs (Davey Boy Smith e Dynamite Kid) e Koko B. Ware. Dynamite tirò alcuni colpi rapidi su Tama che aveva cercato di stringerli la mano, e poi eseguì una slingshot catapult oltre la terza corda. Poi Kid diede il cambio a Smith, ma sbagliò un' elbow drop su Tama, ed egli diede il cambio ad Haku. Davey colpì Haku con una flying crossbody. Poi Haku eseguì una arm wrench sull'avversario e diede il cambio a Tama. Egli eseguì una military press slam e diede il cambio al compagno che intrappolò Boy in un backbreaker ma egli riuscì ad uscirne e a dare il cambio a Koko. Egli colpì il nemico con un missile dropkick e con una Frankensteiner. Poi diede il cambio a Dynamite che eseguì una clothesline su Haku. Heenan ricevette il cambiò e calpestò Kid prima di dare il cambio a Tama. Egli eseguì una back body drop su Dynamite ed eseguì una big splash, ma andò a vuoto. Tama diede poi il cambio a Haku mentre Dynamite lo diede a Koko. Heenan prese il cambio ed eseguì un dropkick sull'avversario mandandolo nell'angolo favorevole, dove gli Islanders l'hanno attaccato. Ciò spinse i Bulldogs ad entrare sul ring. Tutti i sei uomini lottarono nel quadrato e l'arbitro mandò i British all'angolo, mentre gli Islanders raccolsero Heenan e lo gettarono su Koko, vincendo il match per schienamento.

La semifinale del torneo per decretare il nuovo WWF Champion iniziò con il match tra Randy Savage e One Man Gang, mentre Ted DiBiase ricevette un bye a causa della doppia squalifica di Hulk Hogan e André the Giant. Savage colpì Gang con una hotshot prima che egli eseguisse le sue potenti mosse. Sopraffece Savage e poi cercò di colpirlo con una big splash, ma non riuscì a colpirlo. Cadde all'esterno e Savage eseguì una diving double axe handle, e poi una scoop slam. Il manager di One Man Gang, Slick, iniziò a prendersi gioco di Miss Elizabeth. Poi il menager consegnò al suo cliente un bastone, con il quale tentò di schienare Savage e tentò anche di colpirlo con esso quando era al tappeto, ma lui si spostò all'ultimo secondo. L'arbitro vide One con il bastone e lo squalificò e quindi nominò Randy vincitore del match. Come risultato della vittoria, Savage avanzò per la finale, dove avrebbe affrontato Ted DiBiase per il titolo vacante WWF. Prima del main event, gli Strike Force (Tito Santana e Rick Martel) lottarono contro i Demolition (Ax and Smash). Smash schienò Martel prima che entrambe le squadre iniziarono una rissa sul ring. Smash colpì con una double back elbow e lo schienò fino a un conto di 2. Santana applicò un' armbar su Ax prima di dare il cambio a Martel che applicò anch'egli un' armbar ma Ax gli diede una testata e diede il cambio a Smash. Poi Rick diede il cambio a Tito, che fu intrappolato da una bear hug e attaccato da una clothesline. In segito egli lo colpì con una grande scoop slam e con un suplex. Poi Tito eseguì una flying forearm smash e diede il cambio Martel prima che intervenisse Ax. Rick attaccò gli avversari con dei dropkick e applicò una boston crab su Smash. Santana afferrò Mr. Fuji fino all'apron, permettendo ad Ax di prendere il bastone del suo manager. Poi schienò Martel dopo averlo usato. Di conseguenza i Demolition diventarono i nuovi WWF Tag Team Champions.

Il main event fu la finale del torneo a 14 uomini per decretare il nuovo WWF Champion, tra Randy Savage e Ted DiBiase. Savage era stanco a causa della sua semifinale contro One Man Gang mentre DiBiase approfittò della sua freschezza, infatti aveva ricevuto un bye nelle semifinali del toreo. Ted dominò la maggior parte del match, ma alla fine, Savage rimontò e cercò di colpire l'avversario con una Savage Elbow, ma egli si spostò. In seguito applicò una Million Dollar Dream su Savage. L'arbitro si distrasse a causa delle interferenze di André the Giant, e Hulk Hogan (che era intervenuto a metà match su richiesta di Savage per neutralizzare la presenza di Andre), e a quel punto Savage attaccò DiBiase con una sedia d'acciaio.[8] Poi salì sulla terza corda per un secondo tentativo di elbow drop e questa volta centrò il bersaglio, e lo schienò, vincendo l'incontro, il torneo e il titolo WWF. Dopo il match, Hogan, Miss Elizabeth e Savage festeggiarono la vittoria di Randy.

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

Savage difese il WWF Championship, soprattutto contro DiBiase ma anche contro One Man Gang. Hogan, nel frattempo, prese un periodo di pausa dalla WWF durante la tarda primavera e parte dell'estate per girare il film No Holds Barred. André the Giant, nel frattempo, iniziò una faida con Jim Duggan. Tuttavia, l'alleanza DiBiase-André ricominciò quando i due hanno attaccarono Savage durante un tapings televisivo di WWF Superstars of Wrestling. Savage giurò vendetta e, quando DiBiase e André lo sfidarono in un tag team match con un partner di sua scelta, Savage scelse Hogan come compagno, riformando la loro alleanza e il loro vecchio team, i The Mega Powers. I due tag team lottarono nella prima edizione di Summerslam, dove Hogan e Savage vinsero il match. A causa di una serie di fattori, i Powers si allontarano, con il turn hell di Randy dopo a un tag team match contro i The Twin Towers (Akeem e The Big Boss Man) a WWF The Main Event. Hogan e Savage lottarono per il WWF Championship a WrestleMania V, dove Hogan conquistò il titolo; Il regno di Savage durò 371 giorni.

The Honky Tonk Man continuò il suo feud con Brutus Beefcake per il WWF Intercontinental Championship durante la primavera e l'estate del 1988, dove Honky si faceva squalificare o contare fuori per perdere il match ma non il titolo. A Beefcake fu concesso un incontro "finale" a SummerSlam, ma fu attaccato da "Outlaw" Ron Bass. A SummerSlam, Honky perse il suo titolo contro un avversario a sorpresa, ovvero The Ultimate Warrior.

I Demolition concessero una serie di rivincite ai Strike Force e anche ai The British Bulldogs per il WWF Tag Team Championship. Il feud tra i Demolition e i Strike Force si concluse nel mese di giugno 1988, quando, durante un match trasmesso in TV, dove Ax e Smash ferirono Rick Martel utilizzando la loro mossa finale, la "Demolition Decapitation" su di lui. (In realtà, Martel si stava prendendo un periodo di pausa a causa della malattia che aveva sua moglie). In seguito i The British Bulldogs e i Young Stallions diventarono gli sfidanti principali.

Dopo che Hart fu eliminato dalla battle royal, rientrò sul ring per attaccare Bad News Brown, il che portò al primo feud di News. Più significativamente, Hart, pur essendo un hell, era sempre più popolare con la folla e secondo il proprietario della WWF Vince McMahon, era il wrestler più amato dai fan. Mentre Bret Hart aveva una rivalità con Brown, il resto della Hart Foundation iniziò un feud i The Fabulous Rougeaus, che stavano subendo un lento turn heel nella primavera del 1988 a causa dei loro comportamenti scorretti. Jimmy Hart reagì accettando di essere il manager dei Rougeaus, e (secondo la storyline) affermò di essere ancora legalmente il menager di Hart e Jim Neidhart.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Risultati Stipulazioni Durata
1 Bad News Brown ha vinto eliminando per ultimo Bret Hart Twenty-man Battle Royal 10:40
2 Ted DiBiase (con Virgil e André the Giant) ha sconfitto Jim Duggan First round tournament match 04:54
3 Don Muraco (con Superstar Billy Graham) ha sconfitto Dino Bravo (con Frenchy Martin) per squalifica First round tournament match 04:53
4 Greg Valentine (con Jimmy Hart) ha sconfitto Ricky Steamboat (con Little Dragon) First round tournament match 09:12
5 Randy Savage (con Miss Elizabeth) ha sconfitto Butch Reed (con Slick) First round tournament match 05:07
6 One Man Gang (con Slick) ha sconfitto Bam Bam Bigelow (con Oliver Humperdink) per countout First round tournament match 02:56
7 Rick Rude (con Bobby Heenan) vs. Jake Roberts termina in un pareggio per limite di tempo First round tournament match 15:00
8 The Ultimate Warrior ha sconfitto Hercules (con Bobby Heenan) Single match 04:29
9 Hulk Hogan vs. André the Giant (con Ted DiBiase e Virgil) termina in una doppia squalifica Quarter-final tournament match 05:22
10 Ted DiBiase ha sconfitto Don Muraco (con Superstar Billy Graham) Quarter-final tournament match 05:44
11 Randy Savage (con Miss Elizabeth) ha sconfitto Greg Valentine (con Jimmy Hart).[9] Quarter-final tournament match 06:06
12 Brutus Beefcake ha sconfitto The Honky Tonk Man (c) (con Jimmy Hart e Peggy Sue) per squalifica Single match per il WWF Intercontinental Championship 06:30
13 The Islanders (Haku e Tama) e Bobby Heenan hanno sconfitto The British Bulldogs (Davey Boy Smith e Dynamite Kid) e Koko B. Ware Six-man tag team match 07:30
14 Randy Savage (con Miss Elizabeth) ha sconfitto One Man Gang (con Slick) per squalifica Semi-final tournament match 04:05
15 Demolition (Ax e Smash) hanno sconfitto Strike Force (c) (Rick Martel e Tito Santana) (c) Tag team match per i WWF Tag Team Championship 12:33
16 Randy Savage (con Miss Elizabeth e Hulk Hogan) ha sconfitto Ted DiBiase (con André the Giant) Tournament final per il WWF Championship 09:27

Battle Royal[modifica | modifica wikitesto]

Eliminazione Wrestler Eliminato da
1 Sam Houston Davis
2 Sika Junkyard, Hillbilly, e Blair
3 Jim Neidhart Steele
4 B. Brian Blair Brown e Jacques Rogueau
5 Raymond Rougeau Brunzell
6 Jim Brunzell Jacques Rougeau
7 George Steele Squalificato per non essere entrato nel ring
8 Ron Bass Junkyard
9 Hillbilly Jim Zhukov
10 Danny Davis Roma
11 Jim Powers Brown
12 Nikolai Volkoff Patera
13 Ken Patera Brown
14 Boris Zhukov Patera
15 Jacques Rougeau Race
16 Harley Race Junkyard
17 Paul Roma Brown
18 Junkyard Dog Hart e Brown
19 Bret Hart Brown
Winner Bad News Brown -

Struttura del torneo[modifica | modifica wikitesto]

  Primo turno Quarti di finale Semifinali Finale
                                     
        
   Hulk Hogan   5:23    
     André the Giant  
    
      
     
   Ted DiBiase  
 Jim Duggan   5:02    
 Ted DiBiase  
   Ted DiBiase 5:35
     Don Muraco  
 Don Muraco 4:54
 Dino Bravo  
   Ted DiBiase   9:27  
   Randy Savage     
 Ricky Steamboat 9:11  
 Greg Valentine  
   Greg Valentine 6:07
     Randy Savage  
 Randy Savage 4:09
 Butch Reed  
   Randy Savage   4:35  
   One Man Gang        
 Bam Bam Bigelow   2:55  
 One Man Gang  
   One Man Gang    
       
 Jake Roberts 15:00
 Rick Rude  

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Randy Savage vs. Ted DiBiase WWF Championship Tournament Finals, WWE. URL consultato il 31 maggio 2008.
  2. ^ a b c WrestleMania IV, The Powerdriver Review, 12 febbraio 2008. URL consultato il 31 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2008).
  3. ^ a b c WrestleMania IV results, Wrestling Supercards and Tournaments. URL consultato il 31 maggio 2008.
  4. ^ a b Mike McAvennie, The Big One, WWE, 30 marzo 2007. URL consultato il 27 maggio 2008.
  5. ^ André the Giant vs. Hulk Hogan – WWE Championship, WWE. URL consultato il 27 maggio 2008.
  6. ^ André the Giant, One Man Gang, King Kong Bundy, "The Natural" Butch Reed & "Ravishing" Rick Rude def. Hulk Hogan, Bam Bam Bigelow, "Mr. Wonderful" Paul Orndorff, Don Muraco & Ken Patera, WWE. URL consultato il 1 giugno 2008.
  7. ^ Ted DiBiase: The Million Dollar Man, p.10, Ted DiBiase with Tom Caiazzo, Pocket Books, New York, NY, 2008, ISBN 978-1-4165-5890-3
  8. ^ Ted DiBiase: The Million Dollar Man, p.11, Ted DiBiase with Tom Caiazzo, Pocket Books, New York, NY, 2008, ISBN 978-1-4165-5890-3
  9. ^ WWF World Title Tournament 1988, Wrestling Supercards and Tournaments. URL consultato il 10 giugno 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling