WrestleMania VI

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
WrestleMania VI
WM6 Hogan Vs Warrior.jpg
Tagline The Ultimate Challenge
Prodotto da World Wrestling Federation
Brand Unico
Data 1º aprile 1990
Sede SkyDome
Città Toronto, Canada
Spettatori 67.287
Cronologia pay-per-view
Royal Rumble (1990) WrestleMania VI SummerSlam (1990)
Progetto Wrestling

WrestleMania VI fu la sesta edizione di WrestleMania, evento in pay-per-view della World Wrestling Federation (WWF). Si tenne il 1º aprile 1990 allo SkyDome di Toronto, Ontario, con una presenza annunciata di 67.678 persone, un record per lo Skydome.

A parte per il suo numero di presenze da record, l'evento è senza dubbio ricordato per il "The Ultimate Challenge", il main event della serata, dove si affrontarono Hulk Hogan (WWF World Heavyweight Champion) e The Ultimate Warrior (WWF Intercontinental Champion) in un match in cui entrambi i titoli erano in palio. Il 3 febbraio 1990, una settimana dopo il Royal Rumble match del 1990, dove entrambi parteciparono, Hogan diede a Ultimate la "The Ultimate Challenge", per sapere chi dei due era il più forte. Il 10 febbraio, il match fu ufficialmente annunciato come il main event di WrestleMania VI dal presidente WWF Jack Tunney. Il 24 febbraio, Tunney decise che per la prima volta nella storia della WWF, due titoli sarebbero stati in palio: il WWF World Heavyweight Championship di Hogan e il WWF Intercontinental Championship di Warrior. A WrestleMania, Ultimate vinse il suo primo e unico World Heavyweight Championship.

A WrestleMania VI, Brutus Beefcake fu la prima persona a schienare Curt Hennig, alias Mr. Perfect in un match televisivo, terminando così la lunga striscia di imbattibilità di Perfect in televisione. Hennig era stato effettivamente battuto in un house show prima di WrestleMania, ma gli annunciatori non nominarono la sua striscia di imbattibilità durante il match.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Robert Goulet cantò un'interpretazione di "O Canada" prima dello show.

Questa fu l'ultima edizione di WrestleMania ad avere Jesse Ventura come commentatore.

Celebrità presenti[modifica | modifica wikitesto]

Il WWE Hall of Famer e più volte Campione del Mondo Edge e Christian erano presenti, così come Lance Storm e Renee Young. Un giovane Stephen Amell, che sarebbe poi diventato una star come Oliver Queen nella serie tv Arrow, che disputò un match a SummerSlam, era tra il pubblico. Mary Tyler Moore era seduto a bordo ring, e ci fu un segmento nel backstage con Steve Allen e i The Bolsheviks. L' editorialista Rona Barrett intervistò Miss Elizabeth durante l'evento.

Main event[modifica | modifica wikitesto]

Il match che concluse questa edizione di WrestleMania passò alla storia come uno dei più belli di sempre. Nel Main Event infatti si affrontarono il campione intercontinentale Ultimate Warrior e il campione del mondo Hulk Hogan. Ma la novità stava nel fatto che fosse il primo match tra due face della federazione, nonché del primo champion vs champion nella storia di WrestleMania. Un match che fece storia. Epico. La vittoria finale fu di Ultimate Warrior. Per Hogan si trattò di una delle poche sconfitte pulite in carriera.

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

Poiché il campione intercontinentale The Ultimate Warrior sconfisse Hulk Hogan vincendo il WWF World Heavyweight Championship, Warrior fu privato del titolo intercontinentale, visto che le regole allora vietavano che un wrestler avesse 2 o più titoli. Il titolo fu riassegnato con un torneo di otto uomini, disputato a Superstars, vinto da Mr. Perfect che sconfisse Tito Santana in finale.

Nel frattempo Hogan lottò diversi match in Giappone poco dopo Wrestlemania VI, ma poco dopo cominciò un feud con il lottatore di 470 libbre, Earthquake. La loro rivalità si riscaldò quando Earthquake attaccò Hogan a "The Brother Love Show" nel mese di maggio. I presentatori spiegarono che le ferite di Hogan causate dall'attacco e la sconfitta contro Warrior abbiano indotto Hogan a ritirarsi. Gli spettatori, per cercare di non farlo andare via, gli scrissero. Hogan tornò a SummerSlam 1990 e ottenne la sua vendetta su Earthquake, e lo sconfisse in tutti i match svolti nei primi mesi del 1991.

Subito dopo la perdita dei tag team championship dei Colossal Connection contro i Demolition, il manager dei Colossal Bobby "The Brain" Heenan cominciò a sgridare Andre the Giant sul ring, accusandolo di essere stato lui a far perdere la sua squadra e schiaffeggiandolo. Andre afferrò Heenan e lo lanciò fuori dal ring; quando Haku tentò di attaccare Andre, egli afferrò la sua gamba e lanciò anch'egli fuori dal ring. Questo rese The Giant face per la prima volta dopo tre anni. Andrè fece il suo ultimo match televisivo in WWF in Giappone, nel mesi di aprile per problemi di salute, legati all'acromegalia. Andrè tornò in WWF nel 1990 per diverse apparizioni (non match) fino al 1991; la salute di Andrè continuò a peggiorare, e morì il 27 gennaio 1993. Nel frattempo, i Demolition iniziarono un lento turn heel durante la tarda primavera e all'inizio dell'estate del 1990, con l'aggiunta di un terzo membro, Crush, alla squadra.

Questo fu l'ultimo pay-per-view commentato da Jesse Ventura. Egli continuò il suo ruolo di commentatore per WWF Superstars fino ad agosto del 1990, quando abbandonò la federazione.

Hogan vs. Warrior II[modifica | modifica wikitesto]

Al pay-per-view organizzato dalla WCW, federazione rivale della WWF, Halloween Havoc, svolto il 25 ottobre del 1998, organizzarono il re-match tra Hogan e Warrior, chiamato dal giornalista WWE Kevin Powers "una disastrosa rivincita di WrestleMania VI". Hogan sconfisse Ultimate con un aiuto esterno, dando a ciascun uomo una vittoria a testa. Il match fu criticato moltissimo, e viene considerato il momento peggiore della storia del wrestling. Bischoff disse che volle far vincere Hulk per far sì che Warrior non venisse considerato più forte di Hogan.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Match Stipulazioni Durata
Dark match Paul Roma ha sconfitto The Brooklyn Brawler Single match N/A
1 Rick Martel ha sconfitto Koko B. Ware Single match 03:51
2 Demolition (Ax e Smash) hanno sconfitto The Colossal Connection (André the Giant e Haku) (c) (con Bobby Heenan) Tag team match per il WWF Tag Team Championship 09:30
3 Earthquake (con Jimmy Hart) ha sconfitto Hercules Single match 04:52
4 Brutus Beefcake ha sconfitto Mr. Perfect (con The Genius) Single match 07:48
5 Roddy Piper vs. Bad News Brown termina in un doppio countout Single match 06:48
6 The Hart Foundation (Bret Hart e Jim Neidhart) ha sconfitto The Bolsheviks (Nikolai Volkoff e Boris Zhukov). Tag team match 00:19
7 The Barbarian (con Bobby Heenan) ha sconfitto Tito Santana Single match 04:33
8 Dusty Rhodes e Sapphire (con Miss Elizabeth) hanno sconfitto Randy Savage e Sensational Queen Sherri Mixed tag team match 07:52
9 The Orient Express (Sato e Pat Tanaka) (con Mr. Fuji) hanno sconfitto The Rockers (Shawn Michaels e Marty Jannetty) per countout Tag team match 07:38
10 Jim Duggan ha sconfitto Dino Bravo (con Jimmy Hart e Earthquake) Single match 04:15
11 Ted DiBiase (c) (con Virgil) ha sconfitto Jake Roberts per countout Single match per il Million Dollar Championship 11:50
12 Big Boss Man ha sconfitto Akeem (con Slick) Single match 01:49
13 Rick Rude (con Bobby Heenan) ha sconfitto Jimmy Snuka Single match 03:59
14 WWF Intercontinental Champion The Ultimate Warrior ha sconfitto WWF World Heavyweight Champion Hulk Hogan Single match per il WWF Intercontinental Championship e il WWF Championship 22:51
Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling