WrestleMania 34

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
WrestleMania 34
WrestleMania 34.jpg
Lo stage dello show
Colonna sonoraCelebrate di Kid Rock
New Orleans di Kid Rock
Let the Good Times Roll di Freddie King
Prodotto daWWE
BrandRaw
SmackDown
205 Live
SponsorRocket League
Snickers
Data8 aprile 2018
SedeMercedes-Benz Superdome
CittàNew Orleans, Lousiana
Spettatori78.133
Cronologia pay-per-view
Fastlane (2018)WrestleMania 34Greatest Royal Rumble
Progetto Wrestling

WrestleMania 34 è stata la trentaquattresima edizione dell'omonimo evento in pay-per-view prodotto annualmente dalla WWE. L'evento si è svolto l'8 aprile 2018 al Mercedes-Benz Superdome di New Orleans (Louisiana).

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

WrestleMania è considerata come l'evento di bandiera della WWE[1] ed è stata descritta come il Super Bowl dello "sport entertainment".[2][3][4]

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 gennaio, alla Royal Rumble, il WWE Champion AJ Styles ha difeso con successo il titolo in un 2-on-1 Handicap match contro Kevin Owens e Sami Zayn.[5] Più tardi, inoltre, Shinsuke Nakamura ha vinto il Royal Rumble match maschile eliminando per ultimo Roman Reigns, conquistando dunque il diritto di sfidare il detentore del WWE Championship a WrestleMania 34.[6] L'11 marzo, a Fastlane, AJ Styles ha difeso con successo il titolo in un Six-pack Challenge match contro Baron Corbin, Dolph Ziggler, John Cena, Kevin Owens e Sami Zayn.[7] Così facendo Styles ha cementato il suo match a WrestleMania contro Nakamura.[8]

Alla Royal Rumble, l'Universal Champion Brock Lesnar ha difeso con successo il titolo in un Triple Threat match che includeva anche Braun Strowman e Kane.[9] Il 25 febbraio, a Elimination Chamber, Roman Reigns ha vinto l'Elimination Chamber match che comprendeva anche Braun Strowman, Elias, Finn Bálor, John Cena, The Miz e Seth Rollins, conquistando così l'opportunità di sfidare Lesnar a WrestleMania 34 per l'Universal Championship.[10][11]

Sempre alla Royal Rumble, Asuka ha vinto il primo Royal Rumble match femminile della storia eliminando per ultima Nikki Bella, e conquistando così il diritto di affrontare o la SmackDown Women's Champion Charlotte Flair o la Raw Women's Champion Alexa Bliss.[12] Ad Elimination Chamber, in seguito, Asuka ha sconfitto Nia Jax, la quale se avesse vinto si sarebbe inserita nel match titolato di WrestleMania 34.[13] A Fastlane, Charlotte ha difeso con successo lo SmackDown Women's Championship dall'assalto di Ruby Riott e, al termine del match, Asuka si è presentata sul ring per sfidare Charlotte ad un match titolato per WrestleMania 34. Data la decisione presa da parte di Asuka, quest'ultima verrà automaticamente trasferita nel roster di SmackDown in caso di vittoria del titolo a WrestleMania.

Il 23 gennaio Enzo Amore, detentore del WWE Cruiserweight Championship, è stato prima sospeso e poi rilasciato dalla WWE a seguito della pubblicizzazione di cause legali (legit).[14] Il titolo è stato dunque reso vacante e il nuovo General Manager di 205 Live, Drake Maverick, ha sancito un torneo a sedici uomini per la riassegnazione della cintura, con la finale che avrà luogo a WrestleMania 34.[15][16] Tale finale vedrà affrontasi Cedric Alexander e Mustafa Ali.[17]

Nella puntata di Raw del 26 febbraio l'Intercontinental Champion The Miz è stato sconfitto prima da Seth Rollins e, successivamente, da Finn Bálor (in entrambi i casi in un match non titolato).[18][19] Nella puntata di Raw del 5 marzo The Miz e il Miztourage (Bo Dallas e Curtis Axel) sono stati sconfitti da Finn Bálor e Seth Rollins in un 3-on-2 Handicap match.[20] A fine incontro, inoltre, il General Manager Kurt Angle ha annunciato che The Miz dovrà difendere il suo titolo intercontinentale contro Bálor e Rollins in un Triple Threat match.[21]

Al termine della Royal Rumble femminile, Ronda Rousey ha fatto il suo debutto ufficiale in WWE, salendo sul ring assieme alla fresca vincitrice della Rumble, Asuka, mentre questa decideva chi affrontare a WrestleMania 34 tra la campionessa di SmackDown Charlotte Flair e quella di Raw Alexa Bliss. Ronda, tuttavia, si è limitata a indicare il logo di WrestleMania e a stringere la mano a Stephanie McMahon, presente al tavolo dei commentatori. Ad Elimination Chamber, la Rousey viene accolta con tutti gli onori sia dal pubblico che da Triple H e Stephanie, ma poco prima di firmare il contratto Kurt Angle le rivela che l'Authority non ha digerito l'affronto risalente a WrestleMania 31, che probabilmente le tenteranno tutte per manipolarla in qualche modo e addirittura che Stephanie si è detta in grado di batterla: dopo alcuni attimi concitati, Ronda sbatte Triple H sul tavolo dove sarebbe dovuta avvenire la firma e Stephanie le tira uno schiaffo. Nella successiva puntata di Raw Ronda ha avuto un nuovo confronto con Triple H e Stephanie e, in suo soccorso, è giunto Angle che, tuttavia, è stato messo a terra da Triple H. Nella puntata di Raw del 5 marzo Angle ha sancito che a WrestleMania 34 lui e Ronda affronteranno Triple H e Stephanie McMahon.[22]

Il 15 marzo è stata annunciata dalla WWE la prima edizione della WrestleMania Women's Battle Royal (in origine nota come Fabulous Moolah Memorial Battle Royal ma a seguito di alcune controversie legate al passato della Moolah il suo nome è stato rimosso).[23]

L'11 marzo, a Fastlane, AJ Styles ha difeso con successo il WWE Championship in un Six-pack Challenge match contro Baron Corbin, Dolph Ziggler, John Cena, Kevin Owens e Sami Zayn; durante tale match, il Commissioner Shane McMahon è intervenuto per interrompere gli schienamenti sia di Owens che di Zayn.[7] Nella puntata di SmackDown del 13 marzo Shane ha annunciato che, a WrestleMania, Owens e Zayn si sarebbero affrontati.[24] Successivamente, nella puntata di SmackDown del 20 marzo il General Manager Daniel Bryan ha annunciato il suo ritorno sul ring ma è stato brutalmente attaccato da Owens e Zayn, i quali sono stati poi licenziati per le loro azioni (Kayfabe).[25] Nella successiva puntata di SmackDown del 27 marzo Bryan ha annunciato che lui e Shane McMahon affronteranno a WrestleMania Owens e Zayn e, qualora questi due vincessero, verranno riassunti; questo, inoltre, sarà il primo incontro di Bryan dopo due anni di inattività.[26]

Nella puntata di Raw del 19 marzo è stata confermata la quinta edizione dell'annuale André the Giant Memorial Battle Royal.[27]

Nella puntata di Raw del 12 marzo Alexa Bliss e Mickie James hanno insultato nel backstage Nia Jax, scatenando la furia di quest'ultima. Nella puntata di Raw del 19 marzo Alexa è stata sconfitta da Asuka per count-out e, successivamente, Nia Jax è accorsa per attaccare la Bliss, che si è però data alla fuga. In seguito, nel backstage, il General Manager Kurt Angle ha annunciato che Alexa Bliss dovrà difendere il Raw Women's Championship contro Nia Jax a WrestleMania.[28]

Nella puntata di Raw del 12 marzo Braun Strowman ha partecipato ad una Battle Royal per determinare i contendenti n°1 al Raw Tag Team Championship di Cesaro e Sheamus, vincendola da solo (pur non avendo un partner). Nella successiva puntata di Raw del 19 marzo il General Manager Kurt Angle ha annunciato che Cesaro e Sheamus dovranno difendere i titoli di coppia di Raw a WrestleMania contro Braun Strowman e un partner a sua scelta.[29]

A Fastlane, Randy Orton ha sconfitto Bobby Roode conquistando così lo United States Championship per la prima volta; in seguito, Jinder Mahal è accorso sul ring ma è stato colpito, insieme a Orton, dal Glorious DDT di Roode.[30] Due sere dopo, a SmackDown, Roode ha chiesto un rematch contro Orton a WrestleMania, con Mahal che ha successivamente sconfitto lo stesso Roode. La settimana dopo è stato annunciato che Orton dovrà difendere lo United States Championship in un Triple Threat match che comprenderà anche Bobby Roode e Jinder Mahal.[31] Nella puntata di SmackDown del 27 marzo Jinder Mahal e Rusev hanno sconfitto Bobby Roode e Randy Orton, con Rusev che ha schienato Orton; per questo, nel backstage, Rusev ha chiesto e ottenuto il diritto di essere aggiunto al match per lo United States Championship a WrestleMania, trasformandolo in un Fatal 4-Way match.[32][33]

L'11 marzo, a Fastlane, il match tra Kofi Kingston e Xavier Woods del New Day e gli Usos (Jimmy Uso e Jey Uso) per lo SmackDown Tag Team Championship (detenuto dagli Usos) è terminato in no-contest a causa dell'intervento dei Bludgeon Brothers (Harper e Rowan).[34] Nella puntata di SmackDown del 13 marzo Big E (terzo membro del New Day) e Jimmy Uso sono stati sconfitti dai Bludgeon Brothers.[35] Nella puntata di SmackDown del 27 marzo Big E e Woods sono stati sconfitti dai Bludgeon Brothers per squalifica a causa dell'intervento degli Usos; più tardi, quella sera, è stato annunciato che gli Usos dovranno difendere lo SmackDown Tag Team Championship in un Triple Threat Tag Team match contro i Bludgeon Brothers e il New Day a WrestleMania.[36][37]

Torneo per la riassegnazione del WWE Cruiserweight Championship[modifica | modifica wikitesto]

  Ottavi di finale
205 Live
(30 gennaio 2018 - 20 febbraio 2018)
Quarti di finale
205 Live
(27 febbraio 2018 - 6 marzo 2018)
Semifinali
205 Live
(13 marzo 2018 - 20 marzo 2018)
Finale
WrestleMania 34
(8 aprile 2018)
                                     
 Cedric Alexander Schienamento  
 Gran Metalik 09:27  
     Cedric Alexander Schienamento  
 
     TJP 17:21  
 Tyler Bate 14:31
 TJP Schienamento  
     Cedric Alexander Schienamento  
     Roderick Strong 14:54  
 Kalisto Schienamento  
 Lince Dorado 11:37  
     Kalisto 11:39
 
     Roderick Strong Schienamento  
 Hideo Itami 17:04
 Roderick Strong Schienamento  
     Cedric Alexander Schienamento
     Mustafa Ali 12:20
 Drew Gulak TKO  
 Tony Nese 16:10  
     Drew Gulak Sottomissione
 
     Mark Andrews 12:10  
 Akira Tozawa 12:28
 Mark Andrews Schienamento  
     Drew Gulak 15:13
     Mustafa Ali Schienamento  
 Buddy Murphy Schienamento  
 Ariya Daivari 07:46  
     Buddy Murphy 11:05
 
     Mustafa Ali Schienamento  
 Gentleman Jack Gallagher 17:08
 Mustafa Ali Schienamento  

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Brand Incontri Stipulazioni Durata
Kick-off Interbrand Matt Hardy (Raw) ha vinto eliminando per ultimo Baron Corbin (SmackDown)[38] 30-man Battle Royal per l'André the Giant Memorial Trophy[39] 15:45
Kick-off 205 Live Cedric Alexander ha sconfitto Mustafa Ali Single match per il vacante WWE Cruiserweight Championship[40] 12:20
Kick-off Interbrand Naomi (SmackDown) ha vinto eliminando per ultima Bayley (Raw)[41] 20-woman Battle Royal per il WrestleMania Women's Battle Royal Trophy[42] 09:50
1 Raw Seth Rollins ha sconfitto The Miz (c) e Finn Bálor Triple Threat match per il WWE Intercontinental Championship[43] 15:30
2 Interbrand Charlotte Flair (c) (SmackDown) ha sconfitto Asuka (Raw) per sottomissione Single match per il WWE SmackDown Women's Championship[44] 13:05
3 SmackDown Jinder Mahal (con Sunil Singh) ha sconfitto Randy Orton (c), Bobby Roode e Rusev (con Aiden English) Fatal 4-Way match per il WWE United States Championship[45] 08:15
4 Raw Kurt Angle e Ronda Rousey hanno sconfitto Triple H e Stephanie McMahon per sottomissione Mixed Tag Team match[46] 20:40
5 SmackDown The Bludgeon Brothers (Harper e Rowan) hanno sconfitto The Usos (Jey Uso e Jimmy Uso) (c) e The New Day (Big E e Kofi Kingston) (con Xavier Woods) Triple Threat Tag Team match per il WWE SmackDown Tag Team Championship[47] 05:50
6 The Undertaker ha sconfitto John Cena Single match[48] 02:54
7 SmackDown Daniel Bryan e Shane McMahon hanno sconfitto Kevin Owens e Sami Zayn per sottomissione Tag Team match[49]
Se Owens e Zayn avessero vinto, sarebbero stati riassunti a SmackDown.
15:25
8 Raw Nia Jax ha sconfitto Alexa Bliss (c) Single match per il WWE Raw Women's Championship[50] 10:15
9 SmackDown AJ Styles (c) ha sconfitto Shinsuke Nakamura Single match per il WWE Championship[51] 20:20
10 Raw Braun Strowman e Nicholas[52] hanno sconfitto Cesaro e Sheamus (c) Tag Team match per il WWE Raw Tag Team Championship[53] 04:00
11 Raw Brock Lesnar (c) (con Paul Heyman) ha sconfitto Roman Reigns Single match per il WWE Universal Championship[54] 15:55

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ WrestleMania 29 press conference brings WWE to Radio City Music Hall, WWE. URL consultato il 31 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2013).
    «... WWE's flagship event lights up MetLife Stadium... WrestleMania».
  2. ^ Dan Gelston, WrestleMania is Super Bowl of sports entertainment, Associated Press. URL consultato il 31 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 31 marzo 2014).
  3. ^ Ed Grabianowski, How Pro Wrestling Works, su HowStuffWorks, Inc., Discovery Communications. URL consultato il 5 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2013).
  4. ^ Live & Televised Entertainment, WWE. URL consultato il 21 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2013).
  5. ^ Bobby Melok, WWE Champion AJ Styles vs. Kevin Owens & Sami Zayn, su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  6. ^ Anthony Benigno, Shinsuke Nakamura won the 2018 Men’s Royal Rumble Match, su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  7. ^ a b Anthony Benigno, WWE Champion AJ Styles def. John Cena, Kevin Owens, Sami Zayn, Dolph Ziggler and Baron Corbin (Six-Pack Challenge), su WWE. URL consultato il 12 marzo 2018.
  8. ^ Ryan Murphy, WWE Champion AJ Styles vs. Shinsuke Nakamura, su wwe.com. URL consultato il 6 marzo 2018.
  9. ^ James Wortman, Universal Champion Brock Lesnar def. Braun Strowman and Kane, su WWE, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  10. ^ Anthony Benigno, Roman Reigns won the first-ever Seven-Man Elimination Chamber Match to challenge Universal Champion Brock Lesnar at WrestleMania, su wwe.com. URL consultato il 26 febbraio 2018.
  11. ^ Ryan Murphy, http://www.wwe.com/shows/wrestlemania/wrestlemania-34/brock-lesnar-vs-roman-reigns, su wwe.com. URL consultato il 6 marzo 2018.
  12. ^ Anthony Benigno, Asuka won the first-ever Women’s Royal Rumble Match; Ronda Rousey arrived, su WWE, 28 gennaio 2018. URL consultato il 28 gennaio 2018.
  13. ^ Anthony Benigno, Asuka def. Nia Jax, su wwe.com. URL consultato il 26 febbraio 2018.
  14. ^ Enzo Amore released, su wwe.com. URL consultato il 23 gennaio 2018.
  15. ^ New WWE 205 Live General Manager Drake Maverick announces Cruiserweight Championship Tournament, su wwe.com. URL consultato il 1º febbraio 2018.
  16. ^ Michael Burdick, The finals of the WWE Cruiserweight Championship Tournament to take place at WrestleMania 34, su wwe.com. URL consultato il 6 marzo 2018.
  17. ^ Kevin Powers, Cedric Alexander vs. Mustafa Ali (WWE Cruiserweight Championship Tournament Finals), su wwe.com. URL consultato il 20 marzo 2018.
  18. ^ Anthony Benigno, Seth Rollins def. Intercontinental Champion The Miz, su WWE. URL consultato il 27 febbraio 2018.
  19. ^ Anthony Benigno, Finn Bálor def. Intercontinental Champion The Miz, su WWE. URL consultato il 27 febbraio 2018.
  20. ^ Anthony Benigno, Finn Bálor & Seth Rollins def. Intercontinental Champion The Miz & The Miztourage, su WWE. URL consultato il 6 marzo 2018.
  21. ^ Michael Burdick, Intercontinental Champion The Miz vs. Seth Rollins vs. Finn Bálor, su wwe.com. URL consultato il 6 marzo 2018.
  22. ^ Ryan Pappolla, Kurt Angle & Ronda Rousey vs. Triple H & Stephanie McMahon, su wwe.com. URL consultato il 6 marzo 2018.
  23. ^ Ryan Murphy, The first-ever WrestleMania Women’s Battle Royal will take place at this year's Showcase of the Immortals, su wwe.com. URL consultato il 15 marzo 2018.
  24. ^ Michael Burdick, Kevin Owens vs. Sami Zayn, su wwe.com. URL consultato il 6 marzo 2018.
  25. ^ Ryan Pappolla, Daniel Bryan fired Kevin Owens & Sami Zayn and The “Yep!” Movement assaulted him, su WWE. URL consultato il 21 marzo 2018.
  26. ^ Michael Burdick, Daniel Bryan & Shane McMahon vs. Kevin Owens & Sami Zayn, su wwe.com. URL consultato il 28 marzo 2018.
  27. ^ Michael Burdick, Andre the Giant Memorial Battle Royal, su wwe.com. URL consultato il 20 marzo 2018.
  28. ^ Ryan Pappolla, Raw Women’s Champion Alexa Bliss vs. Nia Jax, su wwe.com. URL consultato il 20 marzo 2018.
  29. ^ Michael Burdick, Sheamus & Cesaro vs. Braun Strowman and a partner of his choosing, su wwe.com. URL consultato il 20 marzo 2018.
  30. ^ Ryan Pappolla, Randy Orton def. Bobby Roode to become the new United States Champion, su WWE. URL consultato l'11 marzo 2018.
  31. ^ Anthony Benigno, United States Champion Randy Orton vs. Bobby Roode vs Jinder Mahal (Triple Threat Match), su wwe.com. URL consultato il 20 marzo 2018.
  32. ^ Ryan Pappolla, Jinder Mahal & Rusev def. Randy Orton & Bobby Roode, su WWE. URL consultato il 28 marzo 2018.
  33. ^ Anthony Benigno, United States Champion Randy Orton vs. Bobby Roode vs Jinder Mahal vs. Rusev (Fatal 4-Way Match), su wwe.com. URL consultato il 28 marzo 2018.
  34. ^ Anthony Benigno, SmackDown Tag Team Champions The Usos vs. The New Day ended in a No Contest, su WWE. URL consultato il 12 marzo 2018.
  35. ^ Ryan Pappolla, The Bludgeon Brothers def. Jimmy Uso & Big E, su WWE. URL consultato il 14 marzo 2018.
  36. ^ Ryan Pappolla, The New Day vs. The Bludgeon Brothers ended in calamity, su WWE. URL consultato il 28 marzo 2018.
  37. ^ Anthony Benigno, SmackDown Tag Team Champions The Usos vs. The New Day vs. The Bludgeon Brothers (Triple Threat Match), su wwe.com. URL consultato il 28 marzo 2018.
  38. ^ Gli altri partecipati erano: Konnor, Viktor, Dash Wilder, Scott Dawson, Mojo Rawley, Tye Dillinger, Dolph Ziggler, Fandango, Tyler Breeze, Goldust, Heath Slater, Rhyno, Zack Ryder, Primo Colón, Kane, Curt Hawkins, Shelton Benjamin, Chad Gable, Aiden English, Luke Gallows, Karl Anderson, R-Truth, Bo Dallas, Curtis Axel, Titus O'Neil, Apollo, Sin Cara e Mike Kanellis.
  39. ^ John Clapp, “Woken” Matt Hardy won the Fifth Annual Andre the Giant Memorial Battle Royal, su wwe.com. URL consultato il 9 aprile 2018.
  40. ^ Kevin Powers, Cedric Alexander def. Mustafa Ali (WWE Cruiserweight Championship Tournament Finals), su wwe.com. URL consultato il 9 aprile 2018.
  41. ^ Le altre partecipanti erano: Becky Lynch, Bianca Belair, Carmella, Dakota Kai, Dana Brooke, Kairi Sane, Kavita Devi, Lana, Liv Morgan, Mandy Rose, Mickie James, Natalya, Peyton Royce, Ruby Riott, Sarah Logan, Sasha Banks, Sonya Deville e Taynara Conti.
  42. ^ Ryan Pappolla, Naomi prevailed in the first-ever WrestleMania Women’s Battle Royal, su wwe.com. URL consultato il 9 aprile 2018.
  43. ^ Anthony Benigno, Seth Rollins def. The Miz and Finn Bálor to become the new Intercontinental Champion, su WWE. URL consultato il 9 aprile 2018.
  44. ^ Tom Herrera, SmackDown Women’s Champion Charlotte Flair def. Asuka, su WWE. URL consultato il 9 aprile 2018.
  45. ^ Ryan Pappolla, Jinder Mahal def. Randy Orton, Rusev and Bobby Roode to win the United States Championship, su WWE. URL consultato il 9 aprile 2018.
  46. ^ Ryan Pappolla, Kurt Angle & Ronda Rousey def. Triple H & Stephanie McMahon, su wwe.com. URL consultato il 9 aprile 2018.
  47. ^ Ryan Pappolla, The Bludgeon Brothers def. The Usos and The New Day in a Triple Threat Match to win the SmackDown Tag Team Titles, su WWE. URL consultato il 9 aprile 2018.
  48. ^ Anthony Benigno, The Undertaker def. John Cena, su WWE. URL consultato il 9 aprile 2018.
  49. ^ Ryan Pappolla, Daniel Bryan & Shane McMahon def. Kevin Owens & Sami Zayn, su wwe.com. URL consultato il 9 aprile 2018.
  50. ^ Mitch Passero, Nia Jax def. Alexa Bliss to become the new Raw Women’s Champion, su WWE, 9 aprile 2018. URL consultato il 9 aprile 2018.
  51. ^ Anthony Benigno, WWE Champion AJ Styles def. Shinsuke Nakamura, su wwe.com. URL consultato il 9 aprile 2018.
  52. ^ Nicholas è un bambino di 10 anni scelto a caso fra il pubblico dallo stesso Strowman.
  53. ^ Ryan Pappolla, Braun Strowman & Nicholas of the WWE Universe def. Sheamus & Cesaro to win the Raw Tag Team Championship, su WWE, 9 aprile 2018. URL consultato il 9 aprile 2018.
  54. ^ Anthony Benigno, Universal Champion Brock Lesnar def. Roman Reigns, su wwe.com. URL consultato il 9 aprile 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling