Liv Morgan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Liv Morgan
Liv Morgan WM34.jpg
Liv Morgan nell'aprile del 2018.
NomeGionna Daddio
Ring nameGionna Daddio[1]
Liv Morgan[2]
Marley[3]
Marley
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
NascitaParamus, New Jersey
8 giugno 1994 (24 anni)
Altezza dichiarata160[4] cm
Peso dichiarato53[4] kg
AllenatorePerformance Center
Debutto27 giugno 2015
FederazioneWWERaw
Progetto Wrestling

Gionna Daddio, meglio conosciuta con il ring-name di Liv Morgan (Paramus, 8 giugno 1994[4]), è una wrestler e modella statunitense sotto contratto con la WWE, dove lotta nel roster di Raw.

Carriera nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

World Wrestling Entertainment (2014–presente)[modifica | modifica wikitesto]

NXT (2014–2017)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere stata scoperta presso la palestra di Joe DeFranco a Wyckoff (New Jersey) nel 2014,[5] Gionna Daddio ha firmato un contratto con la World Wrestling Entertainment (WWE) ed è stata assegnata al territorio di sviluppo di NXT. L'11 febbraio 2015 ha fatto la sua prima apparizione televisiva all'evento NXT TakeOver: Rival, nel ruolo di una fan scatenata di Tyler Breeze.[6] È apparsa nuovamente il 20 maggio, a NXT TakeOver: Unstoppable, accompagnando Breeze durante il suo ingresso sul ring prima del match contro Finn Bálor.[7] Nel mese di ottobre ha combattuto alcuni dark-match con il ring-name di Marley,[3] per poi debuttare come jobber nella puntata di NXT del 4 novembre, dove è stata sconfitta da Eva Marie.[8] La Daddio ha fatto il suo ritorno il mese successivo, con il ring-name di Liv Morgan, perdendo contro Emma.[2] Il 13 gennaio 2016 ha preso parte ad una 11-Women Battle Royal per determinare la prima sfidante all'NXT Women's Championship, ma è stata eliminata da Alexa Bliss.[9]

Debutto nel roster principale (2017–2018)[modifica | modifica wikitesto]

Liv Morgan ha fatto il suo debutto nel roster principale nella puntata di SmackDown del 21 novembre 2017, insieme a Ruby Riott e Sarah Logan, con cui ha formato la Riott Squad; le tre hanno attaccato Becky Lynch e Naomi nel backstage e, in seguito, sono intervenute durante il match titolato tra Charlotte Flair e Natalya, facendolo terminare in no-contest. La settimana successiva la Riott Squad ha sconfitto Charlotte Flair, Naomi e Natalya in un 6-Women Tag Team match. Nella puntata di SmackDown del 23 gennaio 2018 la Morgan ha subìto la sua prima sconfitta nel roster principale, per mano di Naomi. Il 28 gennaio, alla Royal Rumble, ha partecipato all'omonimo match femminile, entrando con il numero 11 e venendo eliminata da Michelle McCool dopo circa cinque minuti di permanenza sul ring. La settimana successiva è stata sconfitta dalla campionessa Charlotte Flair in un match non titolato. L'8 aprile, nel kick-off di WrestleMania 34, ha partecipato alla prima edizione della WrestleMania Women's Battle Royal, venendo eliminata da Bayley e Sasha Banks.

Passaggio a Raw (2018–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Con lo Shake-up del 16 aprile l'intera Riott Squad è stata trasferita a Raw; quella stessa sera hanno interrotto il match fra Bayley e Sasha Banks. Nella puntata di Raw del 23 aprile la Riott Squad, Alexa Bliss e Mickie James hanno sconfitto Bayley, Ember Moon, Natalya, Nia Jax e Sasha Banks per squalifica a causa dell'intervento di Ronda Rousey. Nella puntata di Raw del 14 maggio la Riott Squad è stata sconfitta da Ember Moon, Natalya e Sasha Banks. Nella puntata di Raw del 21 maggio Liv ha partecipato ad un Fatal 4-Way match di qualificazione al Money in the Bank Ladder match che includeva anche Dana Brooke, Natalya e Sarah Logan ma il match è stato vinto da Natalya. Nella puntata di Raw del 28 maggio Liv ha partecipato ad un Gauntlet match per potersi inserire nel Money in the Bank Ladder match ma è stata eliminata da Bayley. Nella puntata di Raw del 4 giugno la Riott Squad ha sconfitto Bayley, Ember Moon e Sasha Banks per squalifica su decisione del General Manager Kurt Angle. Nella puntata di Raw del 18 giugno Liv e Sarah Logan hanno sconfitto Bayley e Sasha Banks. Nella puntata di Raw del 25 giugno la Riott Squad ha sconfitto Bayley, Ember Moon e Sasha Banks. Nella puntata di Raw del 2 luglio Liv è stata sconfitta da Ember Moon. Nella puntata di Raw del 9 luglio Liv è stata nuovamente sconfitta da Ember Moon. Nella puntata di Raw del 23 luglio Liv è stata sconfitta per la terza volta da Ember Moon. Liv morgan si è purtroppo procurata una commozione cerebrale in un 6 man tag team match con il resto della Riott Squad, contro le gemelle Bella e Natalya. Infatti Brie Bella eseguendo degli Yes Kick (mossa caratteristica del marito), sbaglia e colpisce Morgan con due calci alla testa.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • Livin' Large dei CFO$ (13 aprile 2016–presente)
  • We Riot dei CFO$ (28 novembre 2017–presente; usata come membro della Riott Squad)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gionna Daddio: Profile & Match Listing, su The Internet Wrestling Database. URL consultato il 6 agosto 2015.
  2. ^ a b c d e James, Justin, 12/2 WWE NXT Results – Samoa Joe vs. Ciampa, James Storm, su Pro Wrestling Torch, 2 dicembre 2015. URL consultato il 3 dicembre 2015.
  3. ^ a b Middleton, Marc, ** LIVE SPOILERS ** WWE NXT Tapings Airing In November, su Wrestling, Inc, 22 ottobre 2015. URL consultato il 22 ottobre 2015.
  4. ^ a b c Liv Morgan, su Online World of Wrestling. URL consultato il 16 marzo 2016.
  5. ^ Saxton, Byron, Liv Morgan is livin' the dream in NXT, su WWE, 18 febbraio 2016. URL consultato il 18 febbraio 2016.
  6. ^ Middleton, Marc, Identity Of Woman Who Jumped On Breeze At Takeover, Former Star At Tonight's Tapings, More, su Wrestling Inc, 12 febbraio 2015. URL consultato il 6 agosto 2015.
  7. ^ Johnson, Mike, Former TNA Knockout appears on NXT show, su Pro Wrestling Insider, 20 maggio 2015. URL consultato il 20 maggio 2015.
  8. ^ a b c d e f Richard Trionfo, WWE NXT REPORT: BALOR VERSUS CREWS, ASUKA AND A TOTAL DIVA, BONJOUR EVA MARIE, TAG TITLE MATCH NEXT WEEK, TURMOIL AT THE END OF THE SHOW, su Pro Wrestling Insider, 4 novembre 2015. URL consultato il 4 novembre 2015.
  9. ^ Justin James, 1/13 WWE NXT – Women’s #1 contender Battle Royal, NXT Title drama, more, su Pro Wrestling Torch, 13 gennaio 2016. URL consultato il 14 gennaio 2016.
  10. ^ PWI Female 50 2017, su The Internet Wrestling Database. URL consultato il 26 giugno 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]