WrestleMania 36

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
WrestleMania 36
Wrestlemania 36.jpg
Il logo dell'evento
TaglineToo Big for Just One Night!
Colonna sonoraBlinding Lights di The Weeknd
Prodotto daWWE
BrandRaw
SmackDown
NXT
SponsorPapa John's Pizza
Snickers
Data25 e 26 marzo 2020
(in onda il 4 e 5 aprile 2020)
SedeWWE Performance Center
CittàOrlando, Florida
Spettatori0[Nota 1]
Cronologia pay-per-view
Elimination Chamber (2020)WrestleMania 36Money in the Bank (2020)
Progetto Wrestling

WrestleMania 36 è stata la trentaseiesima edizione dell'omonimo evento in pay-per-view prodotto annualmente dalla WWE. L'evento si è svolto in due date, il 25 e 26 marzo 2020, al WWE Performance Center di Orlando ed è stato mandato in onda il 4 e 5 aprile successivi sul WWE Network e in pay-per-view.

La location inizialmente scelta era il Raymond James Stadium di Tampa (Florida), ma a causa della pandemia di COVID-19 e delle misure necessarie per farvi fronte, l'evento si è svolto con la sola presenza del personale autorizzato ed è stato pre-registrato a porte chiuse.

Questa edizione di WrestleMania è dunque passata alla storia per tre primati: la divisione in due giornate, la totale assenza di pubblico e la presenza di un match con in palio un titolo di NXT, l'NXT Women's Championship.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

WrestleMania è considerata l'evento di bandiera della WWE[1] ed è stata descritta come il Super Bowl dello "sport entertainment".[2][3][4]

Il 20 marzo 2020 è stato annunciato che l'ex giocatore di football Rob Gronkowski avrebbe presenziato all'evento in veste di conduttore, venendo successivamente sostituto da Titus O'Neil durante la metà della seconda serata dell'evento. Successivamente, inoltre, è stato annunciato che lo show, per la prima volta nella storia, sarebbe stato diviso in due serate separate, una il 4 aprile 2020 e l'altra il 5 aprile 2020, senza che le due match card delle serate fossero rese note inizialmente. Per il tema dell'evento, la WWE ha scelto la pirateria (non a caso il logo dello show presenta una sciabola con una bandiera nera con la scritta WrestleMania in lettere bianche).[5]

Storyline[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 gennaio 2020, alla Royal Rumble, Drew McIntyre ha vinto il Royal Rumble match eliminando per ultimo Roman Reigns.[6] La sera dopo, a Raw, McIntyre ha annunciato di voler sfidare Brock Lesnar per il WWE Championship a WrestleMania 36.[7] Il 27 febbraio, a Super ShowDown, Lesnar ha difeso con successo il titolo contro Ricochet in appena due minuti, consolidando il suo match contro McIntyre a WrestleMania 36.[8]

Per quanto riguarda il Royal Rumble match femminile, invece, esso è stato vinto da Charlotte Flair, la quale ha eliminato per ultima Shayna Baszler.[9] Nella puntata di Raw del 3 febbraio, tuttavia, la Flair è stata interrotta dall'NXT Women's Champion Rhea Ripley, dichiarando poi che quel titolo è stato l'unico a non aver vinto per la seconda volta dal 2014, e che le due non si sono mai affrontate. Il 16 febbraio, a NXT TakeOver: Portland, la Ripley ha difeso con successo il titolo contro Bianca Belair e, poco dopo, è stata attaccata dalla Flair, la quale ha ufficializzato che a WrestleMania 36 sfiderà la Ripley per l'NXT Women's Championship.[10] Sarà, di conseguenza, la prima volta che il titolo femminile di NXT verrà difeso a WrestleMania.[11]

Il 27 febbraio, a Super ShowDown, Goldberg ha sconfitto "The Fiend" Bray Wyatt conquistando così l'Universal Championship per la seconda volta, con conseguente prima sconfitta per Wyatt.[12] Nella puntata di SmackDown del 28 febbraio, Goldberg è stato sfidato da Roman Reigns per l'Universal Championship a WrestleMania 36, con il campione che ha accettato. Tuttavia, essendo immunodepresso a causa della leucemia, era a rischio per la COVID-19, ha rinunciato al match, ed è stato sostituito da Braun Strowman.[13]

Il 26 gennaio, alla Royal Rumble, Becky Lynch ha difeso con successo il Raw Women's Championship contro Asuka.[14] Nella puntata di Raw del 10 febbraio Beckyla Lynch è stata brutalmente attaccata da Shayna Baszler e di conseguenza il 17 febbraio, è stato annunciato un Elimination Chamber match per l'omonimo pay-per-view valevole per determinare la contendente n°1 al Raw Women's Championship che includeva, oltre alla Baszler, anche Asuka, Liv Morgan, Natalya, Ruby Riott e Sarah Logan. L'8 marzo, ad Elimination Chamber, la Baszler ha dominato l'incontro, eliminando tutte le altre partecipanti per sottomissione, diventando la contendente n°1 a WrestleMania 36.[15][16]

Nella puntata speciale Super SmackDown del 31 gennaio Braun Strowman ha sconfitto Shinsuke Nakamura conquistando così l'Intercontinental Championship per la prima volta.[17] Nelle successive puntate di SmackDown, spesso affiancato da Elias, Strowman è riuscito più volte a respingere Nakamura e i suoi alleati, Cesaro e Sami Zayn. Nella puntata di SmackDown del 28 febbraio, è stato annunciato che Strowman difenderà l'Intercontinental Championship contro Nakamura, Cesaro e Zayn in un 3-on-1 Handicap match ad Elimination Chamber.[18] Ad Elimination Chamber, l'8 marzo, Zayn ha schienato Strowman conquistando l'Intercontinental Championship, il suo primo titolo in WWE.[19] Dopo aver chiuso la faida con Strowman, Zayn è stato sfidato da Daniel Bryan per il titolo a WrestleMania 36, con Zayn che ha accettato a patto che Drew Gulak (amico di Bryan) avesse sconfitto Shinsuke Nakamura, cosa che è avvenuta nella puntata del 27 marzo, garantendo a Bryan il match contro Zayn.[20]

Nella puntata di SmackDown del 28 febbraio John Cena ha affatto un'apparizione speciale in cui ha annunciato che non avrebbe preso parte a WrestleMania 36. Poco dopo, sullo stage, "The Fiend" Bray Wyatt è apparso dinanzi a Cena indicando il logo di WrestleMania 36, con la loro sfida che è stata dunque annunciata (rivincita del loro incontro avvenuto il 6 aprile 2014 a WrestleMania XXX con vittoria di Cena).[21] Nella puntata di SmackDown del 27 marzo, durante una puntata della Firefly Fun House, Wyatt ha annunciato che il match con Cena sarà un Firefly Fun House match.

A Super ShowDown, AJ Styles ha partecipato al Gauntlet match per il Tuwaiq Trophy e, dopo aver eliminato R-Truth, era sicuro di aver vinto la contesa (anche perché i suoi alleati Luke Gallows e Karl Anderson dell'O.C. avevano attaccato Rey Mysterio che era l'ultimo partecipante all'incontro), ma successivamente The Undertaker ha fatto il suo ritorno eliminando Styles, vincendo la contesa.[22] La sera dopo, a Raw, Styles ha preso in giro The Undertaker. A Elimination Chamber, Styles è stato sconfitto da Aleister Black in un No Disqualification match a causa dell'intervento di The Undertaker.[23] Nelle settimane successive, a Raw, Styles ha preso in giro The Undertaker, tirando in ballo la moglie Michelle McCool, e ha firmato il contratto per il loro match a WrestleMania 36, che sarà un Boneyard match.[24]

Dopo essere stato costretto al ritiro nel 2011, Edge ha fatto il suo ritorno dopo nove anni alla Royal Rumble durante l'omonimo incontro, eliminando anche il suo ex compagno di tag team Randy Orton. La sera dopo, a Raw, Edge ha annunciato il suo ritorno come superstar attiva, ma è poi stato attaccato a tradimento da Orton, il quale lo ha colpito con due sedie, infortunandolo gravemente (kayfabe). Nella puntata di Raw del 2 marzo Orton ha anche attaccato la Beth Phoenix, moglie di Edge, con la sua RKO, dopo che questa l'aveva schiaffeggiato. La settimana dopo, a Raw, Edge è tornato attaccando MVP durante il suo V.I.P. Lounge prima dell'arrivo di Orton, il quale è poi fuggito dopo aver tentato una RKO su Edge. Questi ha poi sfidato Orton ad un Last Man Standing match per WrestleMania 36, con Orton che ha accettato.[25]

Il 27 febbraio, a Super ShowDown, John Morrison e The Miz hanno sconfitto Big E e Kofi Kingston del New Day conquistando così lo SmackDown Tag Team Championship.[26] Nella puntata di SmackDown del 27 marzo il match tra Big E e Kingston e gli Usos (Jey e Jimmy Uso) per determinare gli sfidanti al titolo è terminato in no-contest a causa dell'intervento dei due campioni; per questo motivo, è stato annunciato che a WrestleMania 36 John Morrison e The Miz dovranno difendere i titoli contro il New Day e gli Usos in un Triple Threat Tag Team Ladder match.[27] Tuttavia, a causa di un attacco influenzale di Miz, l'incontro è stato reso un Triple Threat Ladder match, con un solo rappresentate per tag team, che ha visto protagonisti John Morrison, Jimmy Uso e Kofi Kingston.

Nella puntata di SmackDown del 20 marzo Paige è apparsa via Skype per annunciare che Bayley dovrà difendere lo SmackDown Women's Championship in un Fatal 5-Way Elimination match contro Lacey Evans, Naomi, Sasha Banks e Tamina.[28]

Il 24 novembre 2019, nel Kick-off di Survivor Series, gli Heavy Machinery (Otis e Tucker) hanno partecipato ad una 10-team Battle Royal interpromozionale dove sono stati eliminati da Dolph Ziggler e Robert Roode; nel periodo immediatamente successivo, Ziggler ha iniziato a flirtare con Mandy Rose, ragazza a cui Otis era interessato[29]. Nella puntata di SmackDown del 14 febbraio, Otis avrebbe dovuto avere un appuntamento di San Valentino con Mandy, ma a causa di un messaggio (inviato da uno sconosciuto spacciatosi per la Rose, in cui annunnciava un suo piccolo ritardo), Otis ha posticipato il suo arrico al ristorante. Ma arrivato, trova Mandy Rose seduta al tavolo con Ziggler. Successivamente, Ziggler ha sfidato Otis per un match a WrestleMania 36, con questi che ha accettato, mentre Mandy ha dichiarato di presenziare all'angolo di Ziggler, senza però voler essere considerata un premio da vincere. Nella puntata di SmackDown del 3 aprile Tucker ha sconfitto Ziggler per squalifica, e sul titantron un misterioso individuo incappucciato, tramite un video e con la voce camuffata, ha rivelato che colei che aveva mandato il messaggio ad Otis era stata Sonya Deville (migliore amica di Mandy), che da sempre era in combutta con Ziggler per sabotare Otis.[30]

A seguito della pesante sconfitta subita dal Team Raw a Survivor Series[31][32], il capitano Seth Rollins ha criticato l'intero roster dello show rosso per la sua scarsa performance e ha messo in dubbio la lealtà di Owens, che ha risposto eseguendo una Stunner su Rollins. Owens divenne quindi il bersaglio degli Authors of Pain (Akam e Rezar). Sebbene Owens abbia accusato Rollins di esserci dietro agli attacchi degli AOP, Rollins ha negato le accuse, anche se alla fine si è unito agli AOP, effettuando un turn heel. Rollins ha iniziato quindi a riferirsi a sé stesso come il "Monday Night Messiah" e ha reclutato Murphy nella sua nuova fazione con gli AOP; Rollins e Murphy alla fine hanno vinto insieme il Raw Tag Team Championship sconfiggendo i Viking Raiders (Erik e Ivar) nella puntata di Raw del 20 gennaio.[33]Durante il royal rumble match, Rollins ha eliminato Owens grazie agli AOP (che non facevano parte della contesa). Rollins e Murphy hanno poi perso i titoli contro gli Street Profits (Montez Ford e Angelo Dawkins) nella puntata del 2 marzo a causa dell'intervento di Owens.[34] Successivamente, Rollins ha sfidato Owens a WrestleMania 36 con quest'ultimo che ha accettato.[35]

Nella puntata di SmackDown del 13 marzo Alexa Bliss e Nikki Cross sono state sconfitte da Bayley e Sasha Banks a causa dell'intervento di Asuka. Nella puntata di SmackDown del 20 marzo è stato annunciato che la Bliss avrebbe affrontato Asuka nella puntata del 27 marzo, dove l'ha sconfitta. Successivamente, è stato annunciato che le Kabuki Warriors (Asuka e Kairi Sane), avrebbero difeso il Women's Tag Team Championship contro Alexa Bliss e Nikki Cross a WrestleMania 36.[36]

Il 23 marzo sono stati annunciati due nuovi match: Aleister Black contro Bobby Lashley e Elias contro King Corbin.[37][38] Il 31 marzo, inoltre, è stato annunciato che gli Street Profits avrebbero difeso il Raw Tag Team Championship contro la coppia formata da Andrade e Angel Garza; tuttavia, a causa di un infortunio alle costole, Andrade è stato rimpiazzato da Austin Theory (wrestler di NXT).[39]

Il 3 aprile sono stati annunciati per il Kick-off due incontri: Liv Morgan contro Natalya per e Cesaro contro Drew Gulak.[40]

Cambiamenti nelle partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

La card dell'evento ha subito dei cambiamenti in seguito alla pandemia di COVID-19, dato che molti wrestler, di loro spontanea iniziativa, non hanno voluto prendere parte all'evento per ragioni di sicurezza, in primis Triple H.

Le annuali André the Giant Memorial Battle Royal e WrestleMania Women's Battle Royal sono state cancellate per limitare il progressivo assembramento da parte dei wrestler sul ring.[41] Roman Reigns, impegnato nel match per l'Universal Championship contro Goldberg, a causa della sua immunodepressione dovuta alla sua precedente leucemia (e dunque a rischio maggiore di contrarre il COVID-19) ha optato per non partecipare all'incontro, e in sostituzione è stato scelto Braun Strowman.[42] Similmente The Miz, impegnato per difendere lo SmackDown Tag Team Championship assieme a John Morrison in un Triple Threat Tag Team Ladder match contro Big E e Kofi Kingston del New Day e gli Usos (Jey Uso e Jimmy Uso), a causa di una forma di influenza non ha potuto presenziare all'evento. Andrade, impegnato con Angel Garza contro gli Street Profits (Angelo Dawkins e Montez Ford) per il Raw Tag Team Championship di questi ultimi ha subito un infortunio alle costole, e il suo posto è stato preso da Austin Theory (wrestler di NXT). Dana Brooke, inizialmente scelta per partecipare al match ad eliminazione per lo SmackDown Women's Championship di Bayley, è stata messa sotto quarantena precauzionale, e come lei anche Rey Mysterio (che in origine avrebbe dovuto affrontare Andrade per lo United States Championship di quest'ultimo).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Prima parte (4 aprile 2020)[modifica | modifica wikitesto]

# Incontri Stipulazioni Durata
Kick-off Cesaro ha sconfitto Drew Gulak Single match[43] 04:25
1 Alexa Bliss e Nikki Cross hanno sconfitto The Kabuki Warriors (Asuka e Kairi Sane) (c) Tag Team match per il WWE Women's Tag Team Championship[44] 15:05
2 Elias ha sconfitto King Corbin Single match[45] 09:00
3 Becky Lynch (c) ha sconfitto Shayna Baszler Single match per il WWE Raw Women's Championship[46] 08:30
4 Sami Zayn (c) (con Cesaro e Shinsuke Nakamura) ha sconfitto Daniel Bryan (con Drew Gulak) Single match per il WWE Intercontinental Championship[47] 09:20
5 John Morrison (c) ha sconfitto Jimmy Uso e Kofi Kingston Triple Threat Ladder match per il WWE SmackDown Tag Team Championship[48] 18:30
6 Kevin Owens ha sconfitto Seth Rollins[Nota 2] No Disqualification match[49] 17:20
7 Braun Strowman ha sconfitto Goldberg (c) Single match per il WWE Universal Championship[50] 02:10
8 The Undertaker ha sconfitto AJ Styles (con Luke Gallows e Karl Anderson) Boneyard match[51] 19:00

Seconda parte (5 aprile 2020)[modifica | modifica wikitesto]

# Incontri Stipulazioni Durata
Kick-off Liv Morgan ha sconfitto Natalya Single match[52] 06:25
1 Charlotte Flair ha sconfitto Rhea Ripley (c) per sottomissione Single match per l'NXT Women's Championship[53] 20:30
2 Aleister Black ha sconfitto Bobby Lashley (con Lana) Single match[54] 07:20
3 Otis ha sconfitto Dolph Ziggler (con Sonya Deville) Single match[55] 08:15
4 Edge ha sconfitto Randy Orton Last Man Standing match[56] 36:35
5 The Street Profits (Angelo Dawkins e Montez Ford) (c) hanno sconfitto Angel Garza e Austin Theory (con Zelina Vega) Tag Team match per il WWE Raw Tag Team Championship[57] 06:20
6 Bayley (c) ha sconfitto Lacey Evans, Naomi, Sasha Banks e Tamina Fatal 5-Way Elimination match per il WWE SmackDown Women's Championship[58] 19:20
7 "The Fiend" Bray Wyatt ha sconfitto John Cena Firefly Fun House match[59] 13:00
8 Drew McIntyre ha sconfitto Brock Lesnar (c) (con Paul Heyman) Single match per il WWE Championship[60] 04:35
Dark Drew McIntyre (c) ha sconfitto Big Show[Nota 3] Single match per il WWE Championship[61] 06:55

Eliminazioni nel Fatal 5-Way Elimination match[modifica | modifica wikitesto]

# Wrestler Eliminata da Modalità di eliminazione Tempo
Tamina Bayley, Lacey Evans, Naomi e Sasha Banks Schienamento 06:35
Naomi Sasha Banks Sottomissione 10:20
Sasha Banks Lacey Evans Schienamento 13:25
Lacey Evans Bayley Schienamento 19:20
Vincitrice Bayley (c)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'evento si è svolto a porte chiuse a causa della pandemia di COVID-19 che ha colpito tutto il mondo.
  2. ^ Inizialmente Kevin Owens aveva sconfitto Seth Rollins per squalifica, ma l'incontro è stato fatto ripartire sotto forma di No Disqualification match.
  3. ^ Tale incontro è andato in onda nella puntata di Raw del 6 aprile 2020.
  1. ^ WrestleMania 29 press conference brings WWE to Radio City Music Hall, WWE. URL consultato il 31 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2013).
    «... WWE's flagship event lights up MetLife Stadium... WrestleMania».
  2. ^ Dan Gelston, WrestleMania is Super Bowl of sports entertainment, Associated Press. URL consultato il 31 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 31 marzo 2014).
  3. ^ Ed Grabianowski, How Pro Wrestling Works, su HowStuffWorks, Inc., Discovery Communications. URL consultato il 5 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2013).
  4. ^ Live & Televised Entertainment, WWE. URL consultato il 21 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2013).
  5. ^ WWE, WrestleMania 36, su wwe.com. URL consultato il 20 marzo 2020.
  6. ^ Jordan Garretson, Drew McIntyre won the 30-man Royal Rumble Match, su WWE. URL consultato il 26 gennaio 2020.
  7. ^ John Chik, WWE Champion Brock Lesnar vs. Drew McIntyre, su WWE. URL consultato il 27 gennaio 2020.
  8. ^ Jordan Garretson, WWE Champion Brock Lesnar def. Ricochet, su WWE. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  9. ^ Jordan Garretson, Charlotte Flair won the 30-Woman Royal Rumble Match, su WWE. URL consultato il 26 gennaio 2020.
  10. ^ Jordan Garretson, NXT Women's Champion Rhea Ripley def. Bianca Belair, su WWE, 16 febbraio 2020. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  11. ^ Bobby Melok, NXT Women's Champion Rhea Ripley vs. Charlotte Flair, su WWE, 16 febbraio 2020. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  12. ^ Anthony Benigno, Goldberg def. “The Fiend” Bray Wyatt to become the new Universal Champion, su WWE. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  13. ^ Anthony Benigno, Universal Champion Goldberg vs. Braun Strowman, su WWE, 3 aprile 2020. URL consultato il 3 aprile 2020.
  14. ^ John Clapp, Raw Women's Champion Becky Lynch def. Asuka, su WWE.
  15. ^ Anthony Benigno, Shayna Baszler won the Women's Elimination Chamber to earn the right to face Raw Women's Champion Becky Lynch at WrestleMania, su WWE. URL consultato il 9 marzo 2020.
  16. ^ John Chik, Raw Women’s Champion Becky Lynch vs. Shayna Baszler, su WWE, 8 marzo 2020. URL consultato l'8 marzo 2020.
  17. ^ Ryan Pappolla, Braun Strowman def. Shinsuke Nakamura to win the Intercontinental Title, su WWE. URL consultato il 31 gennaio 2020.
  18. ^ WWE.com Staff, Intercontinental Champion Braun Strowman vs. Shinsuke Nakamura, Cesaro & Sami Zayn (3-on-1 Handicap Match), su WWE. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  19. ^ Anthony Benigno, Sami Zayn, Shinsuke Nakamura and Cesaro def. Braun Strowman; Zayn became the new Intercontinental Champion, su WWE. URL consultato il 9 marzo 2020.
  20. ^ WWE.com Staff, Intercontinental Champion Sami Zayn vs. Daniel Bryan, su WWE. URL consultato il 27 marzo 2020.
  21. ^ WWE.com Staff, John Cena vs. "The Fiend" Bray Wyatt, su WWE. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  22. ^ Anthony Benigno, The Undertaker returned, won the Tuwaiq Trophy Gauntlet Match, su WWE. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  23. ^ Anthony Benigno, Aleister Black def. AJ Styles (No Disqualification Match), su WWE. URL consultato il 9 marzo 2020.
  24. ^ WWE.com Staff, The Undertaker vs. AJ Styles, su WWE. URL consultato il 16 marzo 2020.
  25. ^ Jordan Garretson, Edge vs. Randy Orton (Last Man Standing Match), su WWE. URL consultato il 23 marzo 2020.
  26. ^ Jordan Garretson, The Miz & John Morrison def. The New Day to capture the SmackDown Tag Team Titles, su WWE. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  27. ^ WWE.com Staff, SmackDown Tag Team Champions The Miz & John Morrison vs. The Usos vs. The New Day (Triple Threat Ladder Match), su WWE. URL consultato il 28 marzo 2020.
  28. ^ WWE.com Staff, SmackDown Women’s Champion Bayley vs. Sasha Banks vs. Lacey Evans vs. Tamina vs. Naomi (WrestleMania Fatal 5-Way Elimination Match), su WWE. URL consultato il 23 marzo 2020.
  29. ^ Anthony Benigno, Dolph Ziggler & Robert Roode won a cross-brand Tag Team Battle Royal (Kickoff Match), su WWE. URL consultato il 24 novembre 2019.
  30. ^ John Chik, Otis vs. Dolph Ziggler, su WWE. URL consultato il 30 marzo 2020.
  31. ^ Jeff Laboon, Team SmackDown def. Team Raw & Team NXT (Men's Survivor Series Elimination Triple Threat Match), su WWE. URL consultato il 24 novembre 2019.
  32. ^ Jordan Garretson, Team Ciampa def. The Undisputed ERA (Men's WarGames Match), su WWE. URL consultato il 23 novembre 2019.
  33. ^ Anthony Benigno, Seth Rollins & Buddy Murphy def. The Viking Raiders to become the new Raw Tag Team Champions, su wwe.com. URL consultato il 20 gennaio 2020.
  34. ^ Anthony Benigno, The Street Profits def. Seth Rollins & Murphy to become the new Raw Tag Team Champions, su wwe.com. URL consultato il 2 marzo 2020.
  35. ^ Anthony Benigno, Kevin Owens vs. Seth Rollins, su WWE. URL consultato il 16 marzo 2020.
  36. ^ WWE.com Staff, WWE Women's Tag Team Champions The Kabuki Warriors vs. Alexa Bliss & Nikki Cross, su WWE. URL consultato il 30 marzo 2020.
  37. ^ Anthony Benigno, Aleister Black vs. Bobby Lashley, su WWE. URL consultato il 23 marzo 2020.
  38. ^ WWE.com Staff, Elias vs. King Corbin, su WWE. URL consultato il 23 marzo 2020.
  39. ^ WWE.com Staff, Raw Tag Team Champions The Street Profits vs. Austin Theory & Angel Garza, su WWE. URL consultato il 31 marzo 2020.
  40. ^ WWE.com Staff, WrestleMania Kickoff airs tonight and tomorrow beginning at 6 ET/3 PT, su WWE. URL consultato il 3 aprile 2020.
  41. ^ Ryan Satin, WWE Confirms WrestleMania 36 Will Not Feature Battle Royal Matches, su Pro Wrestling Sheet, 26 marzo 2020. URL consultato il 28 marzo 2020.
  42. ^ Ryan Satin, Roman Reigns Out Of WrestleMania 36 Match, su Pro Wrestling Sheet, 26 marzo 2020. URL consultato il 26 marzo 2020.
  43. ^ Kevin Powers, Cesaro def. Drew Gulak, su WWE. URL consultato il 4 aprile 2020.
  44. ^ Jordan Garretson, Alexa Bliss & Nikki Cross def. The Kabuki Warriors to become the new WWE Women's Tag Team Champions, su WWE. URL consultato il 4 aprile 2020.
  45. ^ Bobby Melok, Elias def. King Corbin, su WWE. URL consultato il 4 aprile 2020.
  46. ^ Kevin Powers, Raw Women’s Champion Becky Lynch def. Shayna Baszler, su WWE, 4 aprile 2020. URL consultato il 4 aprile 2020.
  47. ^ Bobby Melok, Intercontinental Champion Sami Zayn def. Daniel Bryan, su WWE. URL consultato il 4 aprile 2020.
  48. ^ Jordan Garretson, SmackDown Tag Team Champion John Morrison def. Kofi Kingston and Jimmy Uso in a Triple Threat Ladder Match, su WWE. URL consultato il 4 aprile 2020.
  49. ^ Kevin Powers, Kevin Owens def. Seth Rollins in a No Disqualification Match, su WWE. URL consultato il 4 aprile 2020.
  50. ^ Bobby Melok, Braun Strowman def. Goldberg to become the new Universal Champion, su WWE, 4 aprile 2020. URL consultato il 4 aprile 2020.
  51. ^ Jordan Garretson, The Undertaker def. AJ Styles in a Boneyard Match, su WWE. URL consultato il 4 aprile 2020.
  52. ^ John Clapp, Liv Morgan def. Natalya (Kickoff Match), su WWE. URL consultato il 5 aprile 2020.
  53. ^ Anthony Benigno, Charlotte Flair def. Rhea Ripley to become the new NXT Women's Champion, su WWE. URL consultato il 5 aprile 2020.
  54. ^ Aleister Black def. Bobby Lashley, su WWE.
  55. ^ John Clapp, Otis def. Dolph Ziggler, su WWE. URL consultato il 5 aprile 2020.
  56. ^ Anthony Benigno, Edge def. Randy Orton (Last Man Standing Match), su WWE. URL consultato il 5 aprile 2020.
  57. ^ Jeff Laboon, Raw Tag Team Champions The Street Profits def. Angel Garza & Austin Theory, su WWE. URL consultato il 5 aprile 2020.
  58. ^ Anthony Benigno, SmackDown Women's Champion Bayley def. Sasha Banks, Naomi, Lacey Evans and Tamina (Fatal 5-Way Elimination Match), su WWE. URL consultato il 5 aprile 2020.
  59. ^ John Clapp, "The Fiend" Bray Wyatt def. John Cena in a Firefly Fun House Match, su WWE. URL consultato il 5 aprile 2020.
  60. ^ Anthony Benigno, Drew McIntyre def. Brock Lesnar to become the new WWE Champion, su WWE. URL consultato il 5 aprile 2020.
  61. ^ Anthony Benigno, WWE Champion Drew McIntyre def. Big Show, su WWE. URL consultato il 6 aprile 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling