Jack Swagger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Jake Hager)
Jack Swagger
Swagger nell'aprile 2014
Swagger nell'aprile 2014
Nome Donald Jacob Hager Jr.
Ring name Jack Swagger[1]
Jake Hager[1]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Perry, Stati Uniti
24 marzo 1982 (34 anni)
Residenza Tampa
Altezza 1,98[1] cm
Altezza dichiarata 2,01[2] cm
Peso 130[1] kg
Peso dichiarato 124[2] kg
Allenatore Bill DeMott e Jody Hamilton[2]
Debutto 7 settembre 2006[1]
Federazione WWE[1] - SmackDown
Progetto Wrestling

Donald Jacob "Jake" Hager Jr., meglio conosciuto come Jack Swagger (Perry, 24 marzo 1982), è un wrestler statunitense sotto contratto con la WWE come membro esclusivo del roster di SmackDown.

Hager ha frequentato la University of Oklahoma come un due atleta sportivo, partecipando sia a football che al wrestling. Passò al wrestling a tempo pieno nel suo secondo anno, e nel 2006, ha stabilito il record per il maggior numero di schienamenti in una stagione con 30 come un All-American. A seguito di un try-out, Hager ha firmato un contratto con la World Wrestling Entertainment (WWE) a metà del 2006. Ha fatto il suo debutto per il territorio di sviluppo WWE, la Deep South Wrestling (DSW), nel mese di settembre, ed è stato spostato nella Ohio Valley Wrestling (OVW) nel gennaio 2007. Pochi mesi dopo, Hager ha debuttato per la Florida Championship Wrestling (FCW), dove è stato l'ultimo FCW Southern Heavyweight Champion e il primo FCW Florida Heavyweight Champion.

Alla fine del 2008, ha debuttato nel roster della ECW con il nome di Jack Swagger, e nel gennaio 2009, ha vinto il suo primo titolo del mondo, l'ECW Championship dopo aver sconfitto Matt Hardy. Nel marzo 2010, come membro del roster di Raw, ha vinto il Money in the Bank ladder match a WrestleMania XXVI e ha incassato in seguito la settimana dopo a SmackDown, dove ha sconfitto Chris Jericho per vincere il World Heavyweight Championship. Nel gennaio del 2012, ha vinto lo United States Championship dopo aver sconfitto Zack Ryder.

Nel febbraio 2013 è tornato come A Real American ("un vero americano") e aveva come manager Zeb Colter, vincendo l'Elimination Chamber match e pertanto guadagnandosi un match valido per il World Heavyweight Championship contro l'allora campione Alberto Del Rio a WrestleMania 29, ma non è riuscito a vincere il titolo. Ha poi formato un tag team con Cesaro ("The Real Americans"), non riuscendo a conquistare il WWE Tag Team Championship. Conclusa l'alleanza con Cesaro, nel giugno 2014 è diventato face per la prima volta nella sua carriera e ha iniziato una faida con Rusev per lo United States Championship, ma non è più riuscito a riconquistare tale titolo. Dopo di ciò è stato relegato a lottare principalmente a Superstars e a Main Event, dove ha perso contro Luke Harper, Bray Wyatt e Titus O'Neil.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Hager nell'University of Oklahoma praticava due sport: inizialmente football americano come defensive tackle, insieme a giocatori della NFL quali Tommie Harris e Dusty Dvoracek. Grazie al suo passato liceale di wrestling, gli fu richiesto di unirsi alla squadra di lotta come peso massimo nel suo anno da sophomore e divenne un lottatore a tempo pieno. Durante il suo anno da junior incontrò Jim Ross, allora dirigente WWE, che lo incoraggiò a contattarlo dopo il diploma. Nel 2006 fu nominato All-American wrestler perché vinse 30 incontri consecutivi.

World Wrestling Entertainment/WWE[modifica | modifica wikitesto]

Territori di sviluppo (2006–2008)[modifica | modifica wikitesto]

Hager debutta in Deep South Wrestling (DSW) sotto il suo vero nome il 9 settembre 2006, sconfiggendo Ray Geezy. Il 19 ottobre 2006, nel suo secondo match, perde in coppia con Heath Slater contro Jake Gymini e Jesse Gymini. Dopo aver battuto Big Bully Douglas il 2 novembre, Hager passa alla Ohio Valley Wrestling (OVW), dove esordisce battendo Atlas DaBone. Dopo aver battuto anche Mike Tolar e Pat Buck, subisce la prima sconfitta in OVW in un match di coppia insieme a Chris Rombola contro Johnny Punch e lo stesso Pat Buck. Il 7 febbraio, batte Vic Vine e il 7 marzo, Dewey. Il 21 marzo 2007, viene sconfitto da K.C. James, ma tre giorni dopo riesce a battere Rob Conway. Dopodiché, inizia una rivalità con K.C. James che viene vinta da Hager. Il 21 aprile, perde contro Mike Mondo e il 25, batte Tommaso Ciampa. Nei tapings del 2 maggio, perde insieme a Caylen Croft contro i James Boyz. Dopo un Feud con Kassidy James, compagno di K.C. James, Hager viene sconfitto da Antoni Polaski. Successivamente, sfida Jay Bradley per l'OVW Heavyweight Championship, ma perde. A OVW Summer Sizzler Series 2007, perde un fatal four-way tag team match insieme a Dolph Ziggler, match che viene vinto da Seth Skyfire e Johnny Jeter. Inizia poi un feud con Ziggler, dove si alternano vittorie e sconfitte e si risolve in un nulla di fatto. Con Atlas DaBone, tenta l'assalto agli OVW Southern Tag Team Championship, ma perdono contro i James Boyz. Dopo questo match, Hager passa alla Florida Championship Wrestling.

Hager debutta nella Florida Championship Wrestling (FCW) in coppia con Ted DiBiase, battendo Heath Slater e Keith Walker. Nel suo trascorso in FCW, instaurerà una Winning Streak che lo porterà ad essere imbattuto per tutta la prima metà del 2008 e a vincere l'FCW Florida Heavyweight Championship e a battere Heath Slater, conquistando anche l'FCW Southern Heavyweight Championship, unificando gli allori.

ECW Champion (2008–2009)[modifica | modifica wikitesto]

Swagger come ECW Champion.

Il 9 settembre 2008, Hager fece il suo debutto nel roster della ECW con il ring name di Jack Swagger sconfiggendo un wrestler locale, stabilendosi come heel.[3] Swagger iniziò una faida con Tommy Dreamer che lo attaccò nella puntata della ECW del 23 settembre, per poi sconfiggerlo in una "Amateur Wrestling Challenge".[4] La loro faida si concluse nel mese di novembre in un Extreme Rules match, vinto da Swagger.[5] Swagger iniziò poi una rivalità con l'allora ECW Champion Matt Hardy, che sconfisse nella puntata della ECW del 13 gennaio 2009 conquistando il suo primo titolo in WWE.[6] Nella puntata della ECW del 3 febbraio, Swagger subì la sua prima sconfitta in WWE quando venne sconfitto da Finlay in un incontro non titolato.[7] Dopo aver difeso con successo l'ECW Championship prima contro Matt Hardy alla Royal Rumble,[8] poi contro Finlay a No Way Out,[9] Swagger incominciò una faida con il rientrante Christian che affrontò a Backlash dove perse l'ECW Championship contro Christian, terminando il suo regno da campione dopo 104 giorni.[10] Swagger provò a riconquistare il titolo sia a Judgment Day in un incontro singolo contro Christian, sia ad Extreme Rules in un triple threat match hardcore match, che vide coinvolto anche Tommy Dreamer, senza successo. Anche il suo ultimo tentativo di vincere l'ECW Championship, a The Bash in una Scramble match fallí.

World Heavyweight Champion (2009–2010)[modifica | modifica wikitesto]

Swagger dopo aver vinto il Money in the Bank ladder match a WrestleMania XXVI.

Il 29 giugno, Swagger passò al roster di Raw, esordendo in un 3-on-1 Gauntlet match contro l'allora WWE Champion Randy Orton dove perse intenzionalmente per count-out per fare una buona impressione su Orton.[11] Nella puntata di Raw del 13 luglio, vinse il suo primo incontro nel nuovo roster sconfiggendo Montel Vontavious Porter (MVP).[12] Iniziò quindi una faida con MVP che culminò a SummerSlam, in un match che vinse MVP.[13] Dopo che finì la sua piccola faida con MVP, Swagger tentò di conquistare lo United States Championship. Ebbe il suo primo match singolo per il titolo il 21 settembre contro Kofi Kingston, ma perse il match per count-out dopo aver rubato la cintura, tra l'altro abbandonando con essa l'arena, sebbene Kingston recuperò lo United States Championship la settimana successiva durante una rissa fra Swagger e The Miz.[14][15] A Hell in a Cell, Kofi Kingston conservò lo United States Championship dall'assalto di Jack Swagger e The Miz in un triple threat match.[16] Alla Royal Rumble del 31 gennaio, Swagger prese parte al Royal Rumble match con il numero 26, ma fu eliminato da Kofi Kingston.[17]

Nella puntata di Raw del 1º marzo 2010, Swagger sconfisse Santino Marella per qualificarsi così al Money in the Bank ladder match di WrestleMania XXVI, che vinse, guadagnando un'opportunità titolata per qualsiasi cintura della WWE da dover incassare entro l'anno successivo.[18][19] La sera successiva a Raw, Swagger cercò di incassare subito il Money in the Bank contro John Cena, ma cambiò subito idea quando Cena lo intrappolò nella STF prima ancora che il match iniziasse; Swagger conservò quindi la title shot per un'altra occasione.[20]

Swagger incassò il Money in the Bank durante i taping di SmackDown del 30 marzo (andata in onda il 2 aprile), dopo che l'allora World Heavyweight Champion Chris Jericho venne colpito con una spear da Edge.[21] Swagger sconfisse Jericho per vincere il World Heavyweight Championship per la prima volta.[21][22] Dopo la vittoria del titolo, Swagger incominciò a sviluppare una gimmick più seriosa; prima era solito fare le flessioni e battersi il petto durante la sua entrata sul ring. Swagger difese con successo il titolo prima contro Edge e Jericho in un triple threat match e poi contro Randy Orton a Extreme Rules in uno Extreme Rules match.[23][24] A Over the Limit, Swagger mantenne il titolo contro Big Show facendosi squalificare volontariamente.[25] A Fatal 4-Way del 20 giugno, Swagger perse il titolo contro Rey Mysterio in n fatal four-way match, che incluse anche CM Punk e Big Show.[26]

Varie alleanze e United States Champion (2010–2012)[modifica | modifica wikitesto]

Nella seconda parte del 2010, Swagger iniziò ad essere accompagnato dalla sua mascotte, un'aquila, impersonata da Chavo Guerrero.[27] A TLC: Tables, Ladders and Chairs, Swagger lottò in un triple threat ladder match per l'Intercontinental Championship contro Kofi Kingston e il campione Dolph Ziggler, vinto da quest'ultimo.[28] Nella puntata di Raw del 28 febbraio, Swagger venne annunciato come allenatore di Michael Cole per il suo match di WrestleMania XXVII contro Jerry Lawler.[29] Nella puntata di Raw del 28 marzo, Swagger affrontò Lawler in un incontro singolo, che vinse per squalifica dopo che Lawler lo attaccò con una sedia di acciaio.[30]

Nella puntata di SmackDown del 15 aprile, Jack partecipa alla Battle Royal per decretare chi avrebbe sfidato Alberto Del Rio ad Extreme Rules in un Ladder match valido per il vacante World Heavyweight Championship, ma viene eliminato proprio per ultimo da Christian, che vince così la rissa a 20 uomini.

Jack Swagger passa al roster di Raw grazie alla Supplementar Draft, tenutasi sul sito della WWE il 26 aprile 2011. Ad Extreme Rules Michael Cole & Jack Swagger sconfiggono Jim Ross & Jerry Lawler. Nella puntata di Raw successiva. Il 9 maggio prova a conquistare il WWE United States Championship ma perde contro il campione Kofi Kingston a causa anche dell'interferenza di Jerry Lawler. Nella Puntata del 16 maggio Jack Swagger litiga con il suo compagno Michael Cole a causa dell'arroganza di quest'ultimo e lo abbandona per il suo match di Over the Limit. A fine serata, viene scelto da The Miz per combattere contro John Cena in un No Holds Barred match, ma viene sconfitto dal leader della Cenation dopo una STF.

Nella puntata di Raw del 23 maggio, Swagger sconfigge Evan Bourne, iniziando così una nuova faida. Nella puntata di Raw del 30 maggio viene sconfitto da Bourne. Nella puntata del 6 giugno di Raw sfida ad un match Booker T, perde per count-out e dopo viene attaccato da Evan Bourne e viene fatto oggetto dello Scissor Kick di Booker T. A Raw All Star Night, Swagger perde un match di coppia con Dolph Ziggler contro Kofi Kingston ed Evan Bourne. A Capitol Punishment perde contro Evan Bourne, che vince così la faida.

Swagger insieme a Vickie Guerrero e Dolph Ziggler.

A Money in the Bank Swagger partecipa al Money in the Bank ladder match di Raw con Alex Riley, Alberto Del Rio, Evan Bourne, Rey Misterio, Kofi Kingston, R-Truth e The Miz, ma non riesce a vincere il match, in cui trionfa invece Alberto Del Rio. Nella puntata di Raw del 18 luglio Swagger partecipa all'8-man Elimination WWE Championship Tournament indetto da Mr. McMahon, dopo la sconfitta di John Cena contro CM Punk al WWE Money in the Bank, insieme a R-Truth, Dolph Ziggler, Kofi Kingston, Alberto Del Rio, Rey Mysterio, The Miz e Alex Riley. Swagger viene sconfitto al primo turno da R-Truth. Nella puntata di Raw dell'8 agosto viene sconfitto dal WWE Champion John Cena. La settimana successiva sempre a Raw riesce a sconfiggere Alex Riley. Nella stessa sera chiede a Vickie Guerrero di diventare la sua nuova manager. Nella puntata successiva di Raw perde la rivincita contro Riley. Nella puntata seguente di Raw del 29 agosto perde un match contro Sin Cara grazie ad un'interferenza di Dolph Ziggler. Nella puntata di Raw del 5 settembre, Swagger partecipa ad un 8-man Elimination Tag Team Match in squadra con Wade Barrett, Dolph Ziggler e Christian contro John Cena, Alex Riley, Sheamus e John Morrison nel quale Swagger è l'ultimo ad essere eliminato per mano di Cena. La settimana dopo perde un tag team match con Dolph Ziggler contro John Morrison e Alex Riley. A Night of Champions affronterà Dolph Ziggler, John Morrison e Alex Riley in un Fatal 4-Way match valido per lo United States Championship ma non riuscirà a vincere. Il 26 settembre, a Raw, aiuta Dolph Ziggler a difendere lo US Title contro Zack Ryder e, successivamente, viene coinvolto anche in un 6-Man Tag Team match da Teddy Long insieme allo stesso Ziggler e Mason Ryan contro gli Air Boom e Zack Ryder. Il match viene vinto da questi ultimi a causa del tradimento di Mason Ryan. A SmackDown del 30 settembre sconfigge Evan Bourne grazie all'intervento di Vickie Guerrero. A Hell in a Cell affronta, insieme a Dolph Ziggler, gli Air Boom per i WWE Tag Team Championship, perdendo. Nella puntata di Raw Post PPV, Swagger combatte nel main event in un match di coppia a 12 uomini, in squadra con Dolph Ziggler, Alberto Del Rio, David Otunga, Cody Rhodes e Christian perdendo contro John Cena, CM Punk, Sheamus, gli Air Boom e Mason Ryan. A SmackDown del 7 ottobre sconfigge, insieme a Dolph Ziggler, gli Air Boom. Il 14 ottobre, a SmackDown, partecipa alla Battle Royal promossa da Theodore Long e John Laurinaitis nella quale il vincitore, avrebbe potuto sfidare un campione a sua scelta in un match titolato, ma viene eliminato. Successivamente, assieme a Dolph Ziggler, perde un tag team match contro Kofi Kingston e Zack Ryder. Dopo aver perso contro Ryder un match 1 vs 1, viene annunciato che Ziggler & Swagger andranno nuovamente all'assalto dei titoli di coppia a Vengeance.

A Vengeance, Jack Swagger e Dolph Ziggler vengono sconfitti da Evan Bourne e Kofi Kingston. Nella puntata di Raw del 31 ottobre, perde contro Santino Marella per roll-up. La settimana dopo, viene annunciato che Swagger farà parte del Team Barrett, composto da lui, Hunico, Wade Barrett, Cody Rhodes e Christian contro il Team Orton, formato da Randy Orton, Sheamus, Sin Cara, Mason Ryan e Kofi Kingston a Survivor Series 2011 nel tradizionale 5 on 5 Elimination Tag Team Match. La settimana prima del PPV, Swagger perde due match, uno a Raw contro Sheamus e l'altro a SmackDown contro Mason Ryan. A Survivor Series, il Team Barrett batte il Team Orton ma Swagger non riesce a "sopravvivere", venendo eliminato da Randy Orton. Il 21 novembre, a Raw, viene sconfitto da Sheamus. Durante la stessa settimana, a Smackdown, perde un match di coppia insieme a Dolph Ziggler contro Sheamus e Zack Ryder. Il 28 novembre, a Raw, viene sconfitto dallo stesso Ryder. Nella puntata di Superstars dell'8 dicembre, batte agilmente Trent Baretta mentre nell'edizione di SmackDown del 16 dicembre, combatte dopo un anno dall'ultimo scontro contro Big Show, perdendo dopo aver subito una Big Finisher. A WWE TLC affronta Sheamus ma viene sconfitto. Nella puntata di SmackDown successiva, perde insieme a Ziggler contro Daniel Bryan e Big Show e il 26 dicembre, a Raw, perde contro CM Punk nel primo Gauntlet match di quest'ultimo.

Nella puntata di Raw del 2 gennaio ha un litigio nel backstage con Zack Ryder e quindi si pensa che l'All American American voglia puntare al titolo U.S. Il GM decide di metterli in un Six Man Tag Team Elimination Match: Zack Ryder, The Big Show e John Cena contro Jack Swagger, Mark Henry e Kane. Il match diventa però un 2 on 3 Handicap Match, poiché Kane non si presenta. Swagger e Henry perdono il match, con Swagger che è l'ultimo ad essere eliminato per mano di Cena. Nella puntata di Raw del 9 gennaio perde contro il WWE Champion CM Punk. La settimana successiva affronta un infortunato Zack Ryder in un match valevole per il titolo degli Stati Uniti; Swagger si aggiudica l'incontro laureandosi nuovo campione. La sera stessa combatte contro John Cena, ma il match finisce in un No-Contest per la troppa aggressività di Cena, che mette K.O. il nuovo campione U.S. Nella puntata di Raw Supershow del 23 gennaio sconfigge in coppia con Dolph Ziggler il team formato da John Cena e CM Punk, grazie ad una distrazione di John Laurinaitis. Partecipa alla Royal Rumble 2012 nell'omonimo match, ma viene eliminato da Sheamus con l'aiuto esterno di The Big Show che lo colpisce anche con la W.M.D. A Superstars del 2 febbraio viene sconfitto in un match non titolato da R-Truth mentre in quella del 9 febbraio, sconfigge Santino Marella. Impegnato sempre a Superstars, il 16 febbraio batte Mason Ryan. Al pay-per-view Elimination Chamber affronta Justin Gabriel in un match valido per lo United States Championship, vincendolo e conservando il titolo. Nella puntata di Smackdown! del 21 febbraio sconfigge in coppia con Dolph Ziggler il team formato da R-Truth e Kofi Kingston. Il 27 febbraio a Raw perde un triple treath match con Ziggler contro Primo e Epico e i "Boom Jimmy" non riuscendo a conquistare gli allori di coppia dato che Epico schiena Swagger per vincere il match. Successivamente, viene reso noto che il Tag Team Swagger-Ziggler avrà il nome di American Perfection.

Nella puntata del 5 marzo di Raw, perde il titolo di United States Champion in favore di Santino Marella, nonostante le interferenze a suo favore di Dolph Ziggler, David Otunga e John Laurinaitis. Nella puntata di SmackDown successiva, viene sconfitto nuovamente da Santino Marella in uno Steel Cage Match, non riuscendo così a riconquistare il titolo. Nella puntata di Raw del 12 marzo, viene sconfitto da Randy Orton. Nella puntata di Raw del 19 marzo viene annunciato che lui e Dolph Ziggler faranno parte del Team Johnny a WrestleMania XXVIII. La sera stessa sconfiggono Kofi Kingston e R-Truth grazie all'intervento di Vickie Guerrero. Nella puntata di Smackdown! del 23 marzo viene sconfitto da Zack Ryder.

A WrestleMania XXVIII il Team Laurinaitis sconfigge il Team di Teddy Long. Il giorno dopo a RAW, John Laurinatis annuncia Dolph Ziggler e Jack Swagger contro il campione degli Stati Uniti Santino Marella in un Triple Threat Match ma né Jack Swagger né Dolph Ziggler riescono a conquistare l'United States Championship. Dopo il match, Swagger e Ziggler attaccano Marella, ma questi viene salvato da Brodus Clay. Nella puntata di Raw del 9 aprile viene sconfitto in coppia con Dolph Ziggler dal team di Santino Marella e Brodus Clay. Nell'edizione di Superstars del 19 aprile, perde contro R-Truth nel main event. Settimana seguente, perde per squalifica insieme a Ziggler contro Clay e Hornswoggle. Nella puntata successiva a Extreme Rules, perde una Beat the Clock Challenge contro Randy Orton non riuscendo a diventare primo sfidante al titolo WWE. Tre giorni dopo, a SmackDown, si fa contare fuori dal ring durante il suo match contro Brodus Clay. L'11 di maggio perde contro R-Truth. Nella puntata di Raw del 14 maggio viene sconfitto in squadra con Dolph Ziggler e The Miz dal team composto da R-Truth, Kofi Kingston e Brodus Clay. Nella puntata di Superstars prima di Over the Limit, perdono contro gli Usos. Ad Over the Limit combatterà in coppia con Ziggler contro i campioni R-Truth e Kofi Kingston per i titoli di coppia. Al PPV Swagger e Ziggler vengono sconfitti dai campioni R-Truth e Kofi Kingston non conquistando così le cinture. Nella puntata successiva di Raw, prende parte al main event, un 3 on 2 Handicap Lumberjack Match dove Swagger, Tensai e Dolph Ziggler erano opposti a Sheamus e John Cena, ma l'incontro finisce in un No Contest quando i Lumberjacks invadono il ring. Nella puntata di Smackdown! del 25 maggio viene sconfitto da Sheamus. Nella puntata di Raw del 28 maggio perde contro R-Truth e Kofi Kingston e a fine match litiga col compagno, sancendo probabilmente la fine del team. Nella puntata di Smackdown! del 1º giugno interviene nel match tra Sheamus e Dolph Ziggler aiutando il suo compagno ma Dolph Ziggler viene sconfitto. Nella puntata di Superstars del 7 giugno sconfigge Zack Ryder.

Nella puntata di Raw dell'11 giugno partecipa ad un Fatal 4-Way match per decretare il primo sfidante al WWE World Heavyweight Championship contro il campione Sheamus a No Way Out. Affronta dunque The Great Khali, Christian e il compagno Dolph Ziggler, ma viene sconfitto. Nella puntata di SmackDown del 15 giugno, perde contro il campione Intercontinentale Christian.

Nella puntata di Raw del 18 giugno ha un litigio con Dolph Ziggler nel backstage che viene sedato da Vickie Guerrero in cui comunica ai 2 che si affronteranno nel ring e il vincitore potrà continuare ad essere rappresentato da lei. Swagger viene sconfitto da Ziggler, con quest'ultimo che sarà rappresentato ancora da Vickie e sancendo la rottura del tag team. Nella puntata di Raw del 25 giugno perde contro Santino Marella un match valido per lo US Title, non riuscendo a riconquistare il titolo. Stessa settimana, a SmackDown, viene sconfitto da Tyson Kidd e non riesce a qualificarsi per lo SmackDown Money in the Bank Ladder Match. La settimana seguente, viene battuto a Superstars da Zack Ryder. La settimana successiva, a Raw, viene sconfitto in pochissimo tempo da Sheamus. Nella puntata di Raw del 16 luglio aveva in programma di affrontare RyBack, ma Jack lo attacca ancor prima che inizi l'incontro, mettendolo a terra, poi però RyBack reagisce e mette K.O. Swagger mandandolo fuori dal ring. Il 23 luglio, a Raw 1000, affronta Brodus Clay, perdendo. Nella puntata di SmackDown del 10 agosto, Swagger viene sconfitto da Randy Orton. Nella puntata di Superstars del 23 agosto, perde contro Santino Marella e il 27 agosto, a Raw, contro Ryback. Nella puntata di Raw del 3 settembre Swagger perde ancora contro il World Heavyweight Champion Sheamus. Più tardi, nella medesima serata, incontrò nel backstage la General Manager di Raw AJ Lee dichiarandole che si sarebbe preso un periodo di pausa, vista la sua striscia negativa.

The Real Americans (2013–2014)[modifica | modifica wikitesto]

Swagger nel 2013.

Ritorna a sorpresa nella puntata di SmackDown del 1º febbraio sconfiggendo Kofi Kingston e avvertendo il General Manager di SmackDown, Booker T, di voler partecipare all'Elimination Chamber match che si disputerà nell'omonimo pay-per-view. Nella puntata di Raw del 4 febbraio sconfigge Santino Marella sottomettendolo con la Patriot Act (nuovo nome della sua mossa finale, l'Ankle Lock). Nella puntata di SmackDown del 7 febbraio sconfigge Justin Gabriel mettendolo al tappeto con una Gutwrench Powerbomb ed infine sottomettendolo con la Patriot Act. Nella puntata di Raw dell'11 febbraio, accompagnato da un nuovo manager, Zeb Colter, sconfigge Zack Ryder qualificandosi per l'Elimination Chamber Match. Il 15 febbraio, a SmackDown sconfigge ancora una volta Zack Ryder con la Patriot Act. Ad Elimination Chamber, Swagger sconfigge nell'omonimo match Randy Orton, Chris Jericho, Mark Henry, Kane e Daniel Bryan, schienando Randy Orton, diventando il sesto lottatore a vincere questa tipologia di match al debutto, e ottenendo un match valido per il World Heavyweight Championship contro Alberto Del Rio a WrestleMania 29. Il 18 febbraio, a Raw, sconfigge Daniel Bryan per sottomissione dopo un match molto combattuto.[31]

Il 19 febbraio, Fox News e vari commentatori della destra, tra cui Glenn Beck, ha affermato che i personaggi di Swagger e Colter erano una presa in giro del movimento del Tea Party destinato a "demonizzare" il Tea Party.[32][33] La WWE ha risposto alle critiche affermando che essi sono stati dotati di "eventi in [loro] storie" a "creare contenuti accattivanti e rilevanti per il [loro] il pubblico" e che "questa storia in nessun modo rappresenta il punto politico WWE di vista".[34] La WWE, in seguito, ha rilasciato un video con protagonisti Swagger e Colter che nella "break character" hanno invitato Beck a comparire a Raw, mentre giustificano che la trama è stata progettata per illecita una risposta folla per il protagonista, Alberto Del Rio, e gli antagonisti, Swagger e Colter. Beck ha respinto l'invito.[35]. Ad Extreme Rules, viene sconfitto da Alberto Del Rio in un "I Quit" Match valido per lo status di primo sfidante al World Heavyweight Championship detenuto da Dolph Ziggler. A Money in the Bank 2013 non riesce a vincere il Money in the Bank di SmackDown.

Nella puntata di Raw del 15 luglio 2013, Jack Swagger e Antonio Cesaro perdono un tag team match di coppia per mano degli The Usos. Nella puntata di Smackdown del 19 luglio perde contro Dolph Ziggler per schienamento. Nella puntata di Raw del 22 luglio viene sconfitto da Daniel Bryan. Nella puntata di Main Event perde contro Sheamus. Nella puntata di Smackdown del 26 luglio viene sconfitto da Christian. Nella puntata di Smackdown del 2 agosto viene sconfitto da Cody Rhodes. Nella puntata di Raw del 5 agosto in coppia con Antonio Cesaro sconfigge gli The Usos. Nella puntata di Raw del 12 agosto in coppia con Antonio Cesaro perde contro gli The Usos. Nella puntata di Smackdown del 16 agosto perde contro The Miz. Nella puntata di Raw del 19 agosto i The Real Americans perdono contro i Prime Time Players. Nella puntata di Raw del 26 agosto perde contro Titus O'Neil. Nella puntata di Smackdown del 6 settembre gli The Real Americans sconfiggono The Usos. A Night of Champions gli The Real Americans partecipano al Tag Team Turmol Match venendo eliminati dai Prime Time Players. Nella puntata di Raw del 16 settembre The Real Americans partecipano ad un Triple Threat Tag Team Match per determinare i contendenti ai WWE Tag Team Championship; oltre a loro partecipano anche i Tons of Funk e The Usos, a vincere sono questi ultimi. Nella puntata di Smackdown del 20 settembre Jack Swagger viene sconfitto da Santino Marella. Nella puntata di Smackdown del 27 settembre gli The Real Americans sconfiggono Prime Time Players. A Battleground The Real Americans sconfiggono in un Tag Team Match Santino Marella e Great Khali. Nella puntata di Raw del 14 ottobre The Real Americans sconfiggono i Tons of Funk. Nella puntata di Smackdown del 18 ottobre The Real Americans perdono contro The Usos. Nella puntata di Raw del 21 ottobre Real Americans sconfiggono i Tons of Funk. A Hell in a Cell The Real Americans perdono contro i Los Matadores. Nella puntata di Raw del 4 novembre i The Real Americans e Damien Sandow vengono sconfitti da John Cena, Cody Rhodes e Goldust. Nella puntata di Raw i The Real Americans perdono contro John Cena in un Handicap Match.Nella puntata di Raw del 18 novembre gli Real Americans sconfiggono The Miz e Kofi Kingston.Nella puntata di Smackdown i The Real American] perdono contro Cody Rhodes e Goldust che mantengono i titoli di coppia. A Survivor Series gli The Real Americans fanno coppia con lo Shield il quale sconfiggono il team formato da Rey Mysterio, The Usos, Cody Rhodes e Goldust in un 5 vs 5 Survivor Series Traditional Elimination Match. Nella puntata di WWE Monday Night Raw del 2 dicembre gli Real Americans sconfiggono i Prime Time Players. A TLC gli Real Americans non riescono a vincere i WWE Tag Team Championship. Nella puntata di WWE Raw del 16 dicembre gli Real Americans perdono contro Mark Henry e Big E Langston. Nella puntata di WWE SmackDown del 20 dicembre Swagger perde contro Big E Langston. Nella puntata di Raw del 23 dicembre gli The Real Americans vengono sconfitti dai Los Matadores. Alla Royal Rumble Swagger entra con il numero 7 non riuscendo a vincerla. Nella puntata di SmackDown del 14 febbraio Swagger vince un Fatal 4-Way Match e diventa il contendente numero 1 all'Intercontinental Championship per Elimination Chamber. Ad Elimination Chamber Swagger viene sconfitto da Big E non riuscendo a conquistare la cintura. Nella puntata di Raw del 17 marzo Swagger e Cesaro riescono a battere i campioni di coppia WWE ovvero gli Usos in un Non Title Match. A WrestleMania XXX Swagger e Cesaro prendono parte al fatal four-way elimination tag team match per i WWE Tag Team Championship venendo eliminati, dopo il match Swagger sottomette Cesaro con una Ankle Lock ma poi Cesaro si rialza e stende Swagger effettuando delle Giant Swing. La notte successiva a RAW Swagger viene sconfitto da Cesaro per count-out.[36]

Varie faide (2014–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di Raw del 14 aprile viene sconfitto da Sheamus nei quarti di finale del torneo che assegna lo status di primo sfidante all'Intercontinental Championship. A Extreme Rules Swagger partecipa al triple threat match che ha visto coinvolti anche Rob Van Dam e Cesaro dove a vincere è stato quest'ultimo. Il 13 maggio a Raw perde contro RVD grazie ad un'interferenza da parte di Adam Rose che distrae il Real American. Nella puntata di Raw del 23 giugno Triple H ha annunciato i partecipanti al Money in the Bank Ladder match tra cui Jack Swagger che nella stessa serata batte Kofi Kingston. Nella puntata di SmackDown del 27 giugno effettua un apparente turn face attaccando Bad News Barrett dopo il suo match contro Dean Ambrose, contribuendo all'infortunio dell'inglese e venendo poi attaccato dall'ex-membro dello Shield, partecipante anch'egli al match per la valigetta. A Money in the Bank non riesce a vincere l'omonimo match, che invece viene vinto da Seth Rollins. La sera dopo a Raw effettua un turn face attaccando Rusev. A Battleground, viene sconfitto da Rusev per countout. A SummerSlam, perde contro Rusev per KO tecnico. Successivamente Swagger, si unisce al Team Cena che deve affrontare il Team Authority a Survivor Series, ma viene rimosso dal Team a causa di un infortunio. Alle Survivor Series, sconfigge nel Kick-off Cesaro. A TLC, perde contro Rusev in un match per il United States Championship. Nella puntata di Superstars dell'8 gennaio, sconfigge Titus O'Neil. Alla Royal Rumble, partecipa all'omonimo match entrando con il numero 22, ma viene eliminato da Big Show. Nella puntata di Raw del 27 febbraio, sconfigge Stardust, mentre il 27 febbraio a SmackDown interrompe Rusev in un promo ma viene attaccato dal Super-Athlete. La settimana successiva a SmackDown, viene sconfitto da Rusev. A WrestleMania 31, prende parte alla seconda edizione della Battle Royal in memoria di André the Giant non riuscendo a vincerla. A novembre ha iniziato una faida col rientrante Alberto Del Rio, la quale è culminata in un chairs match a TLC valido per lo United States Championship detenuto dal messicano; il match è stato vinto da quest'ultimo. Successivamente, il 21 dicembre, Swagger è stato nuovamente sconfitto da Del Rio a causa dell'interferenza della League of Nations (Sheamus, King Barrett, Rusev e lo stesso Del Rio). Il 24 gennaio 2016 prende parte all'annuale Royal Rumble match dell'omonimo pay per view entrando col numero 24 e venendo subito eliminato da Brock Lesnar. A Roadblock del 12 marzo viene sconfitto da Chris Jericho. Ha partecipato all'annuale André the Giant Memorial Battle Royal a WrestleMania 32 del 3 aprile ma è stato eliminato da Kane. Swagger torna poi, dopo un periodo di assenza, nella puntata di SmackDown del 1º giugno dove viene sconfitto da Rusev. Nella puntata di Raw del 6 giugno Swagger ha perso nuovamente contro Rusev per count-out. Nella puntata di Raw del 4 luglio prende parte ad un 16-man Tag Team Elimination match come componente del "Team U.S.A." (insieme a Big Show, Kane, Apollo Crews, Mark Henry, Zack Ryder e i Dudley Boyz (Bubba Ray Dudley e D-Von Dudley)) contro la "Multinational Alliance" (formata da Sheamus, Alberto Del Rio, Cesaro, Chris Jericho, i Lucha Dragons (Kalisto e Sin Cara), Kevin Owens e Sami Zayn) ma è stato eliminato da Chris Jericho; ciononostante, il suo team ha ottenuto la vittoria finale grazie a Zack Ryder. Nella puntata di Raw dell'11 luglio Swagger ha partecipato ad una Battle Royal per determinare il contendente n°1 all'Intercontinental Championship, detenuto da The Miz, ma è stato eliminato. Nella puntata di Main Event del 15 luglio assieme ai Golden Truth (Goldust e R-Truth) e Apollo Crews ha sconfitto i Vaudevillains e gli Ascension.

Cambi di roster (2016–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Con la Draft Lottery avvenuta nella puntata di SmackDown del 19 luglio, Swagger è stato trasferito nel roster di Raw. Nella puntata di Main Event del 22 luglio Swagger e Mark Henry hanno trionfato sui Breezango (Fandango e Tyler Breeze). Nella puntata di Superstars del 26 agosto Swagger ha sconfitto facilmente Jinder Mahal. Sempre a Superstars, il 2 settembre, viene sconfitto da Rusev. Nella puntata di Main Event dell'8 settembre ha sconfitto nuovamente Jinder Mahal. Nella puntata di Superstars del 9 settembre Swagger è stato sconfitto da Titus O'Neil. Nella puntata di Raw del 12 settembre Swagger è stato sconfitto da Jinder Mahal.

Swagger, il cui contratto con Raw era in scadenza, è stato dunque trasferito nel roster di SmackDown, dove ha fatto il suo debutto nella puntata del 13 settembre, dove ha avuto un confronto con Baron Corbin. Swagger ha fatto il suo debutto ufficiale a SmackDown nella puntata del 4 ottobre dove ha sconfitto proprio Baron Corbin (sotto decisione arbitrale sbagliata, poiché l'arbitro era convinto di aver visto Corbin cedere alla Patriot Lock di Swagger ma così non è stato). Il 9 ottobre a No Mercy Swagger è stato sconfitto da Baron Corbin. Nella puntata di Main Event del 13 ottobre Swagger ha sconfitto Tyler Breeze. Nella puntata di SmackDown del 18 ottobre Swagger è stato pesantemente sconfitto da Baron Corbin per la seconda volta. Swagger torna nella puntata di Main Event del 4 novembre dove ha sconfitto Simon Gotch.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006, Hager si laureò dall'University of Oklahoma con un Bachelor degree in finanza. Dopo la laurea, fu arruolato da un'azienda di Dallas, ma gli fu offerto un contratto con la WWE il giorno stesso in cui doveva iniziare. Hager è un buon amico dell'ex wrestler Danny Hodge, che come lui viveva a Perry, Oklahoma. Hager iniziò a lottare dall'età di cinque anni, e lottò alle scuole superiori con il nipote di Hodge. Hager ha sposato Catalina White nel mese di dicembre 2010.[37] La coppia ha avuto il loro primo bambino il 17 ottobre 2011, un figlio di nome Knox Stribling Hager.[38]

Il 19 febbraio 2013, Hager è stato arrestato a Gulfport, Mississippi, dopo un taping di SmackDown. È stato accusato di guida in stato di ebbrezza, possesso di marijuana, ed eccesso di velocità; è stato rilasciato dopo l'arresto[39] e l'obbligo di andare in tribunale il 12 marzo 2013.[40] Hager è stato processato il 25 giugno 2013 in Mississippi: è stato multato di 500 $ e condannato a sei mesi di libertà vigilata con la sua condanna di due giorni di sospensione.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Swagger esegue la Patriot Lock su Evan Bourne.

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "The All-American American"
  • "A Real American"
  • "Mr. Money in the Bank"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "Get On Your Knees" dei Rage Against the Machine (4 novembre 2008–15 febbraio 2013)
  • "Patriot" di CFO$ (17 febbraio 2013–presente)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling amatoriale[modifica | modifica wikitesto]

National Collegiate Athletic Association

  • Seventh in 285 pounds (129 kg) weight class in the NCAA Division I (2006)

Wrestling professionistico[modifica | modifica wikitesto]

Florida Championship Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

  • 18° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2009)

World Wrestling Entertainment

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (EN) Jack Swagger, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 3 aprile 2016.
  2. ^ a b c (EN) Jack Swagger, su wwe.com, WWE. URL consultato il 3 aprile 2016.
  3. ^ (EN) ECW results - September 9, 2008, su cagematch.net, Cagematch, 9 settembre 2008. URL consultato il 6 ottobre 2016.
  4. ^ (EN) ECW Results - November 18, 2008, su cagematch.net, Cagematch, 18 novembre 2008. URL consultato il 6 ottobre 2016.
  5. ^ (EN) ECW results -November 25, 2008, su cagematch.net, Cagematch, 25 novembre 2008. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  6. ^ (EN) ECW results January 13, 2009, su cagematch.net, Cagematch, 13 gennaio 2009. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  7. ^ (EN) ECW results - February 3, 2009, su cagematch.net, Cagematch, 3 febbraio 2009. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  8. ^ (EN) Mitch Passero, ECW Champion Jack Swagger def. Matt Hardy, su wwe.com, WWE, 25 gennaio 2009. URL consultato il 6 ottobre 2016.
  9. ^ (EN) Mitch Passero, ECW Champion Jack Swagger def. Finlay, su wwe.com, WWE, 15 febbraio 2009. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  10. ^ (EN) Mitch Passero, Christian def. Jack Swagger (New ECW Champion), su wwe.com, WWE, 26 aprile 2009. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  11. ^ (EN) Raw results June 29, 2009, su cagematch.net, Cagematch, 29 giugno 2009. URL consultato il 17 ottobre 2016.
  12. ^ (EN) Raw results July 13, 2009, su cagematch.net, Cagematch, 13 luglio 2009. URL consultato il 17 ottobre 2016.
  13. ^ (EN) Mitch Passero, MVP def. Jack Swagger, su wwe.com, WWE, 23 agosto 2009. URL consultato il 18 ottobre 2016.
  14. ^ (EN) Dale Plummer, Raw: Lillian is Entertained on her last night, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 21 settembre 2009. URL consultato il 18 ottobre 2016.
  15. ^ (EN) Brian Elliott, Raw: Orton a weak challenger going into Hell in a Cell, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 28 settembre 2009. URL consultato il 18 ottobre 2016.
  16. ^ (EN) Mitch Passero, United States Champion Kofi Kingston def. The Miz and Jack Swagger (Triple Threat Match), su wwe.com, WWE, 4 ottobre 2009. URL consultato il 18 ottobre 2016.
  17. ^ (EN) Mitch Passero, Edge wins 30-Man Royal Rumble Match, su wwe.com, WWE, 31 gennaio 2010. URL consultato il 18 ottobre 2016.
  18. ^ (EN) Raw results - March 1, 2010, su cagematch.net, Cagematch, 1º marzo 2010. URL consultato il 18 ottobre 2016.
  19. ^ (EN) WrestleMania XXVI results, su wwe.com, WWE, 28 marzo 2010. URL consultato il 18 ottobre 2016.
  20. ^ (EN) Dale Plummore, RAW: HBK says farewell to the WWE Universe, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 29 marzo 2010. URL consultato il 21 ottobre 2016.
  21. ^ a b (EN) James Caldwell, WWE News: Major SPOILER at tonight's Smackdown TV taping for Friday's show, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 30 marzo 2010. URL consultato il 21 ottobre 2016.
  22. ^ (EN) Shane McKinley, Absurdity Of It All: Pros & Cons of Smackdown Spoiler, NXT To Start Plugging ICOPRO, Knife Fight Imminent Between The Pope and Wolfe, su pwtorch.com, Slam! Sports, 30 marzo 2010. URL consultato il 21 ottobre 2016.
  23. ^ (EN) SmackDown results - April 16, 2010, su cagematch.net, Cagematch, 16 aprile 2010. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  24. ^ (EN) Mitch Passero, World Heavyweight Champion Jack Swagger def. Randy Orton (Extreme Rules Match), su wwe.com, WWE, 25 aprile 2010. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  25. ^ (EN) Mitch Passero, Big Show def. World Heavyweight Champion Jack Swagger by Disqualification, su wwe.com, WWE, 23 maggio 2010. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  26. ^ (EN) Ryan Murphy, Rey Mysterio won the World Heavyweight Championship Fatal 4-Way Match, su wwe.com, WWE, 20 giugno 2010. URL consultato il 23 otobre 2010.
  27. ^ (EN) Greg Parks, Parks' WWE SmackDown report 10/1: Ongoing "virtual time" coverage of the live debut episode on SyFy, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 1º ottobre 2010. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  28. ^ (EN) Bryan Sokol, TLC delivers highs, lows and a new champ, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 19 dicembre 2010. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  29. ^ (EN) Dale Plummer, RAW: Triple H talks Wrestlemania; The Miz loses an ally, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 28 febbraio 2011. URL consultato il 12 novembre 2016.
  30. ^ (EN) Dale Plummer, RAW: One last push toward Wrestlemania, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 28 marzo 2011. URL consultato il 12 novembre 2016.
  31. ^ James Caldwell, WWE NEWS: Chamber PPV results & notes - WM29 main event set, World Title match set, Shield big win, more, in Pro Wrestling Torch. URL consultato il 18 febbraio 2013.
  32. ^ WWE NEWS: Target of Jack Swagger's new heel persona responds to WWE, accuses WWE of "playing the race card", in Pro Wrestling Torch. URL consultato il 23 febbraio 2013.
  33. ^ Brandon Jones, WWE ‘Ultra-Patriot’ Angers Right-Wing With ‘Racist’ Tea Party Character By Jack Swagger, The Global Dispatch. URL consultato il 23 febbraio 2013.
  34. ^ James Caldwell, WWE NEWS: WWE responds to criticism of Swagger & Colter program, says they are trying to create "relevant content", in Pro Wrestling Torch. URL consultato il 23 febbraio 2013.
  35. ^ WWE NEWS: Beck responds to WWE's Raw request - "booked doing anything else," WWE releases video of Colter & Swagger "breaking character" inviting Beck to Raw, in Pro Wrestling Torch. URL consultato il 23 febbraio 2013.
  36. ^ Cesaro def. Jack Swagger via Count-out, wwe.com. URL consultato l'8 aprile 2014.
  37. ^ Slam! Wrestling News/Rumours, in Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 21 dicembre 2010. URL consultato il 22 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2010).
  38. ^ Gerweck Pro Wrestling and MMA News, gerweck.net, 20 ottobre 2011. URL consultato il 29 ottobre 2010.
  39. ^ WWE NEWS: New details on Swagger Arrest - allegedly driving under influence with possession following Smackdown taping, in Pro Wrestling Torch. URL consultato il 21 febbraio 2013.
  40. ^ WWE NEWS: Timeline of Swagger's arrest; court date set, in Pro Wrestling Torch. URL consultato il 21 febbraio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN173683576 · LCCN: (ENn2011051180