Dean Ambrose

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Jonathan Good)
Dean Ambrose
Dean Ambrose nel marzo 2016
Dean Ambrose nel marzo 2016
Nome Jonathan Good[1]
Ring name Dean Ambrose[2]
Jon Moxley[3]
Jonathan Moxley[3]
Moxley Moxx[3]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Cincinnati[3]
7 dicembre 1985 (30 anni)[4][5]
Residenza Las Vegas[1]
Residenza dichiarata Cincinnati[2]
Altezza 190[3] cm
Altezza dichiarata 193[2] cm
Peso dichiarato 102[2] kg
Allenatore Cody Hawk[6]
Les Thatcher[6]
Debutto giugno 2004[3]
Federazione WWE[2]
Progetto Wrestling

Jonathan Good, meglio conosciuto come Dean Ambrose (Cincinnati, 7 dicembre 1985), è un wrestler statunitense sotto contratto con la WWE,[2] dove è l'attuale detentore del WWE Championship[7] nel suo primo regno come campione.

Nella WWE ha inoltre vinto l'Intercontinental Championship[8] e lo United States Championship,[9] il cui regno è durato 351 giorni (il terzo più longevo di sempre nella storia del titolo, che era in precedenza di proprietà della World Championship Wrestling (WCW), ma che venne acquistato nel 2001 insieme alla WCW stessa dalla WWE) ed è il più longevo nella versione WWE del titolo.[10][11] Ha infine vinto il Money in the Bank (2016),[12] che ha incassato nella stessa sera per conquistare il WWE World Heavyweight Championship.[13][14] Ambrose è stato membro dello Shield (insieme a Seth Rollins e Roman Reigns) dal 2012 al 2014[2][15] e ha lottato nel main event di diversi eventi in pay-per-view della WWE.[16] Nell'estate 2014 ha anche recitato il suo primo – e finora unico – film, 12 Rounds 3: Lockdown (2015), prodotto dalla WWE Studios.[17]

Good è anche conosciuto per aver lottato nel circuito indipendente con il nome di Jon Moxley tra il 2004 e il 2011.[6] Ha lottato per la Full Impact Pro (FIP), Combat Zone Wrestling (CZW) e Dragon Gate USA (DGUSA), vincendo il FIP World Heavyweight Championship una volta e il CZW World Heavyweight Championship due volte.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Heartland Wrestling Association (2004–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Good iniziò a lavorare per Les Thatcher nella Heartland Wrestling Association (HWA): vendeva pop-corn e aiutava a montare il ring prima di allenarsi per diventare wrestler una volta compiuti i diciotto anni (Thatcher rifiutò di allenalo fino a quando Good non diventasse maggiorenne) con Thatcher e Cody Hawk.[6][18] Con il nome (ring name) di Jon Moxley debuttò nel giugno 2004.[3] In meno di un anno formò un tag team con Jimmy Turner chiamato "Necessary Roughness" e l'11 maggio 2005 sconfissero gli Extreme Desire (Mike Desire e Tack) per vincere l'HWA Tag Team Championship.[6] Dopo che Quinten Lee e Ala Hussein, che formarono il tag team "Foreign Intelligence", sconfissero gli Necessary Roughness per l'HWA Tag Team Championship, Moxley iniziò a lottare insieme a Ric Byrne formando un tag team noto con il nome di "Heartland Foundation": il duo sconfisse i Foreign Intelligence per l'HWA Tag Team Championship il 19 agosto 2005, ma vennero privati del titolo per ragione sconosciute lo stesso giorno.[6]

Nel 2006 Moxley iniziò a lottare in singolo per conquistare l'HWA Heavyweight Championship e formò una fazione (stable) chiamata "The Crew" insieme a Sami Callihan, Dick Rick, Eric Darkside e Pepper Parks.[6] Proprio contro quest'ultimo Moxley conquisto l'HWA Heavyweight Championship il 9 maggio 2006 e lo detenne per più di quattro mesi con sei difese all'attivo fino a quando non venne sconfitto da Chad Collyer il 12 dicembre.[19] Moxley riconquistò l'HWA Heavyweight Championship contro Parks il 30 dicembre, ma lo perse tre giorni dopo (il 2 gennaio 2007) contro Brian Jennings.[20]

Moxley durante i suoi trascorsi nel circuito indipendente nel 2010

Moxley tornò a lottare nella divisione tag team e lottò insieme al suo ex allenatore Cody Hawk.[6] Insieme vinsero l'HWA Tag Team Championship il 12 giguno 2007 cotnro Tack e Tarek the Legend, ma il loro regno come campioni fu di breve durata, in quanto persero il titolo quattro giorni dopo contro il GP Code (Andre Heart e Richard Phillips).[21] Moxley continuò a lottare nella divisione tag team per il resto del 2007 fino all'inizio del 2010.[6] Nel 2009 Moxley lottò insieme al rivale King Vu in un tag team noto con il nome di "Royal Violence".[22] Insieme vinsero l'HWA Tag Team Championship per due volte: la prima volta sconfiggendo The Koser Klub il 14 ottobre (sono stati poi sconfitti dagli Irish Airbourne – tag team composto dai fratelli Dave e Jake Crist – il 2 dicembre seguente) e la seconda volta il 19 dicembre contro gli Irish Airborne.[23]

Mentre deteneva ancora l'HWA Tag Team Championship Moxley conquistò l'HWA Heavyweight Championship per la terza volta il 6 gennaio 2010, quando sfruttò con successo il "Pick Your Pision" contro Aaron Williams.[24] King Vu, spinto dalla gelosia nei confronti delle vittorie del compagno, tradì Moxley durante un tag team match che costò loro l'HWA Tag Team Championship il 24 febbraio 2010 contro The Noble Bloods (Lord Matthew Taylor e Sir Chadwick Cruise) e il 14 luglio seguente Moxley perse anche l'HWA Heavyweight Championship contro Gerome Phillips,[25] dopo 189 giorni di regno come campione e con all'attivo dodici difese del titolo.[26]

Insanity Pro Wrestling (2010–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che Moxley aveva appena difeso con successo l'IPW World Heavyweight Championship contro Aaron Williams all'evento dell'Insanity Pro Wrestling (IPW) "Desperate Measures" svoltosi il 5 giugno 2010, Jimmy Jacobs lo attaccò e di due iniziarono una rissa che vide l'intervento del resto dello spogliatoio per separarli.[27] Moxley si chiese perché Jacobs l'avesse attaccato e i due ebbero un battibecco.[28] All'evento IPW 9th Anniversary: Reign of the Insane, svoltosi il 21 agosto seguente, Moxley sconfisse Jacobs e mantenne il IPW World Heavyweight Championship,[27] ripetendosi anche due mesi dopo all'evento Shocktoberfest – svoltosi in data 2 ottobre – sconfiggendo Drake Younger in un Three Stages of Insanity match per mantenere nuovamente l'IPW World Heavyweight Championship.[29] Moxley perse l'IPW World Heavyweight Championship alla quinta difesa del titolo all'evento Showdown In Naptown, svoltosi il 1º gennaio 2011, quando venne sconfitto dal rivale Jimmy Jacobs in a dog collar match per KO tecnico, ponendo allo stesso tempo fine sia al suo regno da campione dopo 297 giorni, sia alla sua faida con Jacobs.[29]

Combat Zone Wrestling (2009–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Moxley dopo aver difeso il CZW World Heavyweight Championship contro Nick Gage nel 2010

Il 6 giugno 2009 Moxley era uno dei partecipanti al Tournament of Death VIII della Combat Zone Wrestling (CZW): nel primo turno del torneo sconfisse Brain Damage in un Dining Death match, ma venne eliminato nella semifinale da Nick "F'N" Gage in un three-way match in cui i fan potevano portare degli oggetti contundenti e che includeva anche Scotty Vortekz.[30] Il 25 ottobre seguente Moxley partecipò al CZW Tournament of Death: Rewind, ma fu eliminato al primo turno in un Four Corners Dog Collar match contro Thumbtack Jack.[31]

All'evento per l'undicesimo anniversario della CZW, svoltosi il 12 febbraio 2010, Moxley sconfisse B-Boy per vincere il CZW World Heavyweight Championship.[6] Dopo aver difeso con successo il titolo per quattro volte l'8 agosto seguente Moxley perse il CZW World Heavyweight Championship in favore di Nick Gage in un Ultraviolent match che includeva anche Drake Younger, terminando il suo regno come campione dopo 175 giorni.[32][33] Tuttavia il 14 agosto seguente Moxley riconquistò il titolo contro Gage in un match che includeva anche Egotistico Fantastico.[34] Dopo 182 giorni di regno come campione perse il CZW World Heavyweight Championship alla nona difesa del titolo contro Robert Anthony il 12 febbraio 2012 all'evento che celebrava il dodicesimo anniversario della CZW.[35][36]

Dragon Gate USA (2009–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Moxley iniziò a lottare per la Dragon Gate USA (DGUSA) nel 2009 e il 28 novembre seguente fece il suo debutto sconfiggendo B-Boy per sottomissione in un dark match.[5] Moxley continuò a lottare per la DGUS nel 2010 e il 23 gennaio seguente sconfisse Darin Corbin in un altro dark match, per poi attaccare Lacey più tardi durante l'evento fino a quando Tommy Dreamer non è intervenuto per fermarlo.[5] Il 26 marzo seguente Moxley ha poi lottato insieme a Brian Kendrick contro Paul London and Jimmy Jacobs in un match che Moxley e Kendrick hanno vinto, ma quest'ultimo e London attaccarono Moxley al termine del match per poi fracassarlo contro un tavolo.[5] Il giorno seguente Moxley fece il suo debutto in un pay-per-view della DGUSA affrontant Dreamer in a hardcore match registrato per Mercury Rising che Moxley ha vinto.[6][37] L'8 maggio seguente, al pay-per-view Uprising registrato a Mississauga, in Canada, Moxley subì un reale infortunio in cui il suo capezzolo sinistro era stato quasi separato durante un match con Jimmy Jacobs.[38] A Freedom Fight, che andò in onda il 7 gennaio 2011, Moxley e Akira Tozawa furono sconfitti da Homicide e l'allora detentore dell'Open the Freedom Gate Championship BxB Hulk in un tag team match.[39]

Altre federazioni (2007–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Moxley lottò in altre federazioni indipendenti, tra cui la Ring of Honor (ROH) nel 2007: lottò il 23 febbraio insieme a Alex Payne contro Bobby Dempsey e Rhett Titus in a dark match, ma i due furono sconfitti;[5] e il 22 giugno, in un altro dark match che lo vide perdere contro Mitch Franklin.[5]

All'evento della Full Impact Pro (FIP) Southern Stampede, svoltosi il 17 aprile 2010, Moxley sconfisse Roderick Strong per vincere l'allora vacante FIP World Heavyweight Championship.[40] All'evento Cage Of Pain III Moxley sconfisse Bruce Santee il 7 agosto seguente.[6] Ambrose fu privato del titolo quasi un anno dopo, il 12 aprile 2011, dopo 360 giorni di regno e due difese all'attivo.[41]

Moxley fece il suo debutto per l'EVOLVE all'evento Evolve 3: Rise or Fall – svoltosi il 1º maggio 2010 – con una sconfitta contro Drake Younger.[42] Il 23 luglio seguente ha invece lottato contro Brodie Lee in un match disputatosi all'Evolve 4: Danielson vs Fish e terminato in doppia squalifica.[43] All'evento Evolve 6: Aries vs. Taylor svoltosi il 10 novembre 2010 sconfisse Homicide in un Relaxed Rules match dopo che l'arbitro fece suonare la campana per assegnare la vittoria a Moxley.[44] Il 19 aprile 2011 Moxley perse contro Austin Aries il suo ultimo match per l'EVOLVE .[45]

Moxley fece il suo debutto per la Jersey All Pro Wrestling (JAPW) il 23 ottobre 2010 all'evento Halloween Hell in cui sconfisse Devon Moore.[46]

World Wrestling Entertainment/WWE[modifica | modifica wikitesto]

Florida Championship Wrestling (2011–2012)[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 aprile 2011 è stato confermato che Good aveva firmato un contratto con la World Wrestling Entertainment (WWE) la DGUSA gli ha garantito la rescissione del contratto.[47] Good era già apparso in precedenza nella WWE con il ring name di Jon Moxley il 20 gennaio 2006, quando insieme a Brad Attitude fu sconfitto dagli MNM in un match registrato per Velocity.[5] Il 27 maggio 2011 Good si è unito all'allora territorio di sviluppo della WWE, la Florida Championship Wrestling (FCW), dove ha ricevuto il nome di Dean Ambrose.[48][49]

Ambrose durante un evento di NXT nell'ottobre 2012

Ambrose ha fatto il suo debutto televisivo per la FCW il 3 luglio seguente, quando ha sfidato Seth Rollins, un altro illustre wrestler proveniente dal circuito indipendente.[48][50] Ambrose e Rollins hanno lottato il loro primo match per l'FCW 15 Championship in un Iron Man match di quindici minuti svoltosi nella puntata della show televisivo FCW del 14 agosto: il match si concluse in pareggio quando nessuno dei due aveva ottenuto uno schienamento o una sottomissione, quindi Rollins ha amntenuto il titolo.[51] Una successiva rivincita da venti minuti sempre valida per il titolo che si è svolta due settimane dopo è terminata con un altro pareggio sullo 0-0.[51] Un'ulteriore rivincita valida per il titolo, questa volta dalla durata massima di trenta minuti, si è svolta il 18 settembre seguente: il match dopo i tre minuti previsti era terminato in un altro pareggio sul 2-2, ma fu concesso un ulteriore tempo supplementare per stabilire un vincitore e Ambrose è stato sconfitto per 3-2.[48][51] La serie di match fra i due ebbe recensioni positive, tanto che gli fu dedicata un'intera puntata prima di mostrare il terzo e conclusivo match tra i due.[51] Ambrose è riuscito a sconfiggere Rollins in un match titolato nel primo turno del torneo Super Eight valido per il vacante FCW Florida Heavyweight Championship.[52] Tuttavia Ambrose non è riuscito a vincere la finale del torneo, vinta invece da Leo Kruger in un fatal four-way match.[52] Ambrose ha poi rinnovato la sua rivalità con Rollins quando gli ha causato la perdita dell'FCW 15 Championship attaccando Damien Sandow durante il match contro Rollins, causando la squalifica a favore di Sandow per il punto decisivo.[53] Ambrose ha poi sfidato senza successo lo stesso Sandow per l'FCW 15 Championship[54] ed è stato sconfitto da Leakee in un match che includeva anche Rollins e che avrebbe determinato il primo sfidante per l'FCW Florida Heavyweight Championship.[55]

il 21 ottobre un evento dal vivo della FCW Ambrose ha sfidato il wrestler del roster principale della WWE CM Punk, che ha fatto un'apparizione come ospite; Punk ha accettato la sfida e ha sconfitto Ambrose in un match di trenta minuti, per poi rendere omaggio a Ambrose.[48][56] L'attacco alle spalle da parte di Ambrose al wrestler della WWE e allora telecronista della FCW William Regal portò a un match tra i due il 6 novembre, dove Regal ha schienato Ambrose per vincere il match.[48][57] A causa di questa sconfitta Ambrose divenne ossessionato da Regal circa una rivincita tra i due e arrivò a prenderlo in giro usando la sua stessa mossa finale durante i suoi match.[58] Ambrose ha fatto le sue prima apparizioni negli eventi dal vivo della WWE nel dicembre 2011.[59]

Ai WrestleMania XXVIII Axxess Ambrose ebbe un confronto verbale con il veterano di wrestling hardcore Mick Foley, sostenendo che Foley sarebbe dovuto essere resposanbile per aver guidato una generazione fuori strada.[60] Ambrose continuò ad attaccare Foley verbalmente attraverso Twitter[61] e la WWE stessa ha reagito "spedendo Ambrose a casa" dalle registrazioni di SmackDown.[62] Il 24 giugno seguente Ambrose ha poi sfidato la sua vecchia nemesi Seth Rollins per il FCW Florida Heavyweight Championship, ma è stato sconfitto.[63] Ambrose ha ricevuto la sua tanto agognata rivincita contro William Regal il 15 luglio nell'ultimo show televisivo della FCW, in un match che si è concluso in no contest (ossia senza alcun vincitore) quando Ambrose ha colpito con una ginocchiata la testa di Regal all'angolo esposto del ring, causando del sangue dalle orecchie a Regal, che lo ha applaudito al termine del match e lo ha permesso di colpirlo con la sua Knee Trembler, portando l'intero spogliatoio della FCW a salire sul ring per separare Ambrose da un incosciente Regal mentre i telecronisti si chiedeva se Regal sarebbe stato in grado di lottare di nuovo.[64]

The Shield (2012–2014)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Shield (wrestling).
Ambrose (al centro) come membro dello Shield nel febbraio 2013

Il 18 novembre 2012 alle Survivor Series Ambrose ha fatto il suo debutto nel roster principale della WWE insieme a Seth Rollins e Roman Reigns durante il match per il WWE Championship fra CM Punk, John Cena e Ryback, facendo mantenere il titolo a Punk.[65] Nella puntata di Raw del 26 novembre il trio è stato intervistato da Michael Cole ed è stato rivelato che il nome del gruppo è "The Shield", il cui obiettivo era combattere le "ingiustizie".[66] Al pay-per-view TLC: Tables, Ladders and Chairs lo Shield ha sconfitto in un Tables, Ladders and Chairs six-man tag team match Daniel Bryan, Kane e Ryback nel loro match di debutto.[67] Dopo numerosi attacchi agli altri membri del roster, tra cui molti degli avversari di CM Punk, è stato rivelato che lo Shield era sempre stato sotto gli ordini di Punk e Paul Heyman ed erano pagati per le loro interferenze.[68] Al pay-per-view Elimination Chamber lo Shield ha sconfitto John Cena, Sheamus e Ryback.[69] A WrestleMania 29 lo Shield ha sconfitto Randy Orton, Sheamus e Big Show.[70] Nella puntata di Raw del 22 aprile lo Shield ha sconfitto Daniel Bryan, Kane e The Undertaker.[71] Nella puntata di SmackDown del 26 aprile Ambrose ha perso per sottomissione contro The Undertaker.[72][73] Nella puntata di Raw del 13 maggio la striscia di imbattibilità dello Shield nei six-man tag team match televisivi si è conclusa quando hanno perso per squalifica contro John Cena, Kane e Daniel Bryan.[74]

Ambrose con lo United States Championship nel luglio 2013

A Extreme Rules Ambrose ha sconfitto Kofi Kingston e ha vinto il suo primo titolo singolo nella WWE, lo United States Championship.[75] Nella puntata di SmackDown del 14 giugno la striscia di imbattibilità dello Shield senza essere mai schienati o sottomessi nei six-man tag team match televisivi si è conclusa contro il Team Hell No e Randy Orton.[76] Il 16 giugno a Payback Ambrose ha sconfitto Kane per countout e ha mantenuto il titolo.[77] Il 14 luglio a Money in the Bank Ambrose ha combattuto nel Money in the Bank ladder match per la valigetta valida per il World Heavyweight Championship, ma non è riuscito a vincere.[78][79] Ambrose ha mantenuto lo United States Championship nel Kickoff Show di SummerSlam per squalifica contro Rob Van Dam.[80] Nel mese di agosto lo Shield si è unito all'Authority guidata da Triple H e Stephanie McMahon.[81] Il 15 settembre a Night of Champions Ambrose ha difeso con successo il titolo sconfiggendo Dolph Ziggler.[82] Ha difeso con successo il titolo anche a Hell in a Cell e la sera dopo a Raw contro Big E Langston, ma entrambe le volte ha perso per countout e squalifica.[83] Alle Survivor Series Ambrose ha perso parte al tradizionale Survivor Series elimination tag team match insieme a Rollins Reigns e i Real Americans (Antonio Cesaro e Jack Swagger) contro i Cody Rhodes e Goldust, gli Usos (Jimmy e Jey Uso) e Rey Mysterio; Ambrose è stato il primo ad essere eliminato, ma Reigns ha ottenuto la vittoria per il suo team.[84] A TLC: Tables, Ladders and Chairs lo Shield è stato sconfitto da CM Punk in un 3-on-1 handicap match dopo che Reigns ha accidentalmente colpito Ambrose con la spear.[85] Alla Royal Rumble Ambrose ha preso parte al Royal Rumble match con il numero 11, ma è stato eliminato da Reigns.[86][87] A Elimination Chamber lo Shield ha perso contro la Wyatt Family (Bray Wyatt, Luke Harper e Erick Rowan.[88]

Dopo la sconfitta con la Wyatt Family lo Shield sembrava sul punto di dividersi,[89] ma si sono chiariti nella puntata di SmackDown del 7 marzo[90] e lo Shield ha iniziato a disubbidire a Kane, direttore delle operazioni dell'Authority.[91][92] Ciò ha portato a un six-man tag team match tra lo Shield e Kane e i New Age Outlaws (Road Dogg e Billy Gunn) a WrestleMania XXX, dove lo Shield ha vinto.[93] A causa di ciò lo Shield ha abbandonato l'Authority e Ambrose, come Rollins e Reigns, è diventato un beniamino del pubblico.[94] Nella puntata di SmackDown del 2 maggio Ambrose ha mantenuto lo United States Championship in un fatal four-way match contro Curtis Axel, Ryback e Alberto Del Rio,[95] per poi perderlo nella puntata di Raw del 5 maggio in una 20-man battle royal decretata da Triple H, venendo eliminato per ultimo da Sheamus e terminando il suo regno dopo 351 giorni.[96][97] ciò ha segnato il record di regno più lungo nella WWE.[10] Lo Shield ha sconfitto la rinata Evolution (Triple H, Randy Orton e Batista) sia a Extreme Rules[98] sia a Payback.[99] Quando Batista ha lasciato l'Evolution nel mese di giugno Triple H ha dato il via al suo "piano B": ciò ha visto Rollins tradire Reigns e Ambrose, attaccandoli con una sedia e alleandosi con Triple H e l'Authority.[100][101][102]

Varie faide e conquista dell'Intercontinental Championship (2014–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Ambrose a un evento dal vivo della WWE nel gennaio 2015

Ambrose ha iniziato una faida con l'ex compagno nello Shield Seth Rollins, che ha affrontato nel Money in the Bank ladder match dell'omonimo pay-per-view, nel quale è stato inserito su richiesta dello stesso Rollins.[103] Ambrose è uscito sconfitto dall'incontro, in quanto Kane lo ha attaccato per aiutare Rollins a vincere.[104] A Battleground il match in programma tra Ambrose e Rollins è terminato con la vittoria del secondo per forfait, poiché Ambrose ha attaccato nel backstage lo stesso Rollins ed è stato espulso dall'arena.[105] A SummerSlam Ambrose ha nuovamente perso in un lumberjack match contro Rollins.[106] La sera successiva a Raw Rollins ha eseguito un Curb Stomp su Ambrose attraverso alcuni blocchi di calcestruzzo, costringendolo a uscire dall'arena in barella (kayfabe).[107] Questo angle è stato creato per tenere Ambrose fuori dagli show della WWE in quanto impegnato nelle riprese del film 12 Rounds 3: Lockdown.[17] Ambrose ha fatto il suo ritorno il 21 settembre a Night of Champions, dove ha attaccato Seth Rollins: la rissa è stata interrotta dall'intervento della sicurezza.[108] Ambrose ha sconfitto John Cena in un Contract on Pole match nella puntata di Raw del 13 ottobre, ottenendo quindi il diritto di affrontare Rollins a Hell in a Cell in un Hell in a Cell match, ma Ambrose è stato sconfitto da Rollins a causa dell'intervento ai suoi danni di Bray Wyatt.[109] Ciò ha portato a un match tra Ambrose e Wyatt alle Survivor Series,[110][111] dove Ambrose si è fatto squalificare durante il suo match dopo averlo colpito con una sedia, sotterrandolo poi sotto un cumulo di tavoli e sedie.[112] Queste azioni hanno portato i due ad affrontarsi in un Tables, Ladders and Chairs match a TLC: Tables, Ladders and Chairs, dove Ambrose ha perso nell'incontro conclusivo dell'evento.[113] Ambrose ha sconfitto Wyatt in un Boot Camp match al Tribute to the Troops, ma la faida tra i due è proseguita ed è culminata in due match: nella puntata di Raw del 22 dicembre in un Miracle on 34th Street Fight match e nella puntata di Raw del 5 gennaio 2015 in un ambulance match, con Ambrose che ha perso entrambi i match.[114] La gestione di Ambrose da parte del team creativo della WWE durante le sue rivalità con Rollins e Wyatt sono state criticati dalla stampa specializzata, tra cui James Caldwell of the Pro Wrestling Torch, che ha affermato che "anche se viene utilizzato come un main eventer", la sua mancanza di vittorie ha indicato che la WWE non lo vedeva come un ragazzo che sarebbe stato "al top per due-tre anni".[115]

Il 25 gennaio alla Royal Rumble ha preso parte al Royal Rumble match entrando con il numero 25, ma è stato eliminato dopo circa tredici minuti da Big Show e Kane.[116] Nel mese di febbraio ha iniziato una faida con Bad News Barrett per l'Intercontinental Championship: avendolo sconfitto in un match non titolato nella puntata di Raw del 19 gennaio,[117] Ambrose ha domandato un match per il titolo.[118] Dopo che Barrett ha rifiutato la sfida di Ambrose, quest'ultimo è riuscito a ottenere il match titolato dopo aver ammanettato Barrett e averlo costretto a firmare il contratto, tuttavia non è riuscito a vincere il titolo a Fastlane dopo essersi fatto squalificare e al termine del match si è preso la cintura.[119] Ambrose ha preso parte al ladder match per l'Intercontinental Championship a WrestleMania 31, ma non è riuscito a vincerlo dopo che Luke Harper lo ha lanciato con una powerbomb su una scala posizionata fuori dal ring, rendendolo inabile di proseguire la contesa.[120] Ambrose ha sconfitto Harper in un Chicago Street Fight match a Extreme Rules, ottenendo la sua prima vittoria in pay-per-view come wrestler singolo da quando lo Shield si è sciolto.[121]

Ambrose nel gennaio 2016 con l'Intercontinental Championship – il suo primo titolo vinto dopo lo scioglimento dello Shield – che ha conquistato nel dicembre 2015 contro Kevin Owens

Ambrose ha sconfitto l'allora campione Seth Rollins – nonché rivale di lunga data ed ex membro dello Shield – nella puntata di Raw del 4 maggio ed è stato aggiunto al match per il WWE World Heavyweight Championship a Payback in un fatal four-way match che includeva anche Roman Reigns e Randy Orton.[122] Questa è stata la sua prima opportunità di vincere un titolo del mondo nella WWE, ma non è riuscito a vincere il titolo[123] e non ci è riuscito nemmeno a Elimination Chamber, poiché ha vinto il match per squalifica e pertanto Rollins ha mantenuto il titolo ancora una volta.[124] Nonostante la sconfitta, Ambrose ha preso il titolo con se e ha sfidato Rollins in un ladder match a Money in the Bank, ma è stato sconfitto.[125]

Dopo Money in the Bank ha continuato a fare coppia con Reigns, aiutandolo nella faida con Bray Wyatt dopo che Luke Harper si è riunito con Wyatt. Ambrose e Reigns hanno sconfitto Wyatt e Harper a SummerSlam,[126] ma nella puntata di Raw successiva a SummerSlam c'è stata la rivincita: Ambrose e Reigns hanno nuovamente vinto, ma solo per squalifica, in quanto durante il match Braun Strowman ha fatto il suo debutto unendosi alla Wyatt Family e aiutando Harper e Wyatt ad attaccare Ambrose e Reigns.[127] Ciò ha portato a un six-man tag team match contro la Wyatt Family a Night of Champions, dove Ambrose, Reigns e il rientrante Chris Jericho hanno perso.[128] Ambrose ha poi preso parte al torneo per il vacante WWE World Heavyweight Championship (a causa di un reale infortunio occorso all'allora campione Seth Rollins)[129] e dopo aver sconfitto Tyler Breeze al primo turno, Dolph Ziggler ai quarti di finale e Kevin Owens in semifinale, ma ha perso nella finale contro Roman Reigns alle Survivor Series.[130][131] Sempre nel mese di novembre la gestione di Ambrose da parte della WWE è stata criticata, con Jeff Hamlin del Wrestling Observer che si è chiesto "perché la WWE continua a far perdere Ambrose quando il pubblico lo preferisce chiaramente a Reigns?", definendolo "il più over babyface che hanno".[132]

Ambrose ha vinto un triple threat match contro Dolph Ziggler e Tyler Breeze è diventato il primo sfidante per l'Intercontinental Championship detenuto da Kevin Owens quando ha sconfitto Dolph Ziggler e Tyler Breeze nella puntata di SmackDown del 26 novembre.[133] Dopo una rincorsa iniziata nel febbraio 2015, Ambrose è riuscito a vincere l'Intercontinental Championship a TLC: Tables, Ladders and Chairs.[134] Ambrose ha difeso con successo il titolo nella speciale puntata in diretta di SuperSmackDown del 22 dicembre contro Dolph Ziggler e Kevin Owens.[135] Ambrose ha difeso con successi il titolo anche nella puntata di SmackDown del 7 gennaio 2016, ma il match contro Owens è terminato in doppio countout.[136] Il 24 gennaio 2016 alla Royal Rumble Ambrose ha sconfitto Owens in un Last Man Standing match per mantenere l'Intercontinental Championship,[137] per poi partecipare con il numero 19 al Royal Rumble match per il WWE World Heavyweight Championship ed essere l'ultimo eliminato dal vincitore Triple H.[138][139] Il regno come campione di Ambrose è terminato dopo 64 giorni alla quarta difesa del titolo avvenuta nella puntata di Raw del 15 febbraio, quando Stephanie McMahon lo ha costretto a difendere l'Intercontinental Championship in un match contro Dolph Ziggler, Kevin Owens, Stardust e Tyler Breeze.[140] Ambrose ha perso il titolo quando Owens ha schienato Breeze.[141]

Dopo aver perso l'Intercontinental Championship e senza ricevere una rivincita, Ambrose ha affrontato Roman Reigns e Brock Lesnar a Fastlane in un match con in palio la possibilità di sfidare il campione Triple H a WrestleMania 32, ma ha perso il match dopo essere stato schienato da Reigns.[142] Il giorno seguente a Raw Ambrose è stato attaccato da Lesnar quando era appena arrivato all'arena.[143] Ciò ha portato a un confronto nella stessa sera quando Ambrose è tornato nell'arena guidando un'ambulanza, salvo essere in seguito attaccato da Lesnar ancora una volta, con Ambrose che lo ha poi sfidato in un No Holds Barred Street Fight match a WrestleMania 32 e Paul Heyman ha accettato la sfida in nome di Lesnar.[144] Il 12 marzo a Roadblock Ambrose ha affrontato Triple H per il WWE World Heavyweight Championship, ma è stato sconfitto.[145] Ambrose ha continuato la sua faida con Lesnar facendo alcuni promo nei confronti di quest'ultimo e nella puntata di Raw del 14 marzo Mick Foley gli ha dato la sua mazza col filo spinato,[146] mentre la settimana seguente a Raw Terry Funk gli ha consegnato la sua motosega.[147] Tuttavia a WrestleMania 32 Ambrose è stato sconfitto da Lesnar.[148] Dopo la sconfitta contro Lesnar a WrestleMania 32 Ambrose si è rifatto sconfiggendo Chris Jericho per due volte consecutive in pay-per-view: la rivalità è nata quando il rientrante Shane McMahon ha cancellato il talk show di Jericho – l'Highlight Reel – per sostituirlo con l'Ambrose Asylum.[149] Ambrose ha sconfitto Jericho il 1° maggio a Payback,[150] ma la faida è proseguita dopo che la sera dopo a Raw Stephanie McMahon ha cancellato l'Ambrose Asylum per far tornare il talk show di Jericho, il quale ha attaccato Ambrose durante il segmento e lo ha colpito con "Mitch", la pianta di fico simbolo dell'Ambrose Asylum.[151] Ciò ha portato Ambrose a sfidare Jericho nel primo Asylum match di sempre il 22 maggio a Extreme Rules, dove Ambrose è emerso vincitore.[152]

WWE Championship (2016–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di Raw del 23 maggio Ambrose ha sconfitto Dolph Ziggler e si è qualificato per il Money in the Bank ladder match dell'omonimo evento in pay-per-view,[153][154] che ha poi vinto.[12] Quella stessa sera Ambrose ha incassato con successo il Money in the Bank ai danni di Seth Rollins (suo rivale di lunga data ed ex membro dello Shield) – che aveva appena sconfitto Roman Reigns, il precedente campione e altro membro dello Shield – vincendo per la prima volta il WWE World Heavyweight Championship:[13][155] esattamente un anno e cinque giorni prima non era riuscito a conquistare il titolo contro Rollins nell'edizione 2014 di Money in the Bank e al termine del match (in un segmento non andato in onda durante il pay-per-view,[156] ma che è stato paragonato all'intervista "Hard Times" di Dusty Rhodes)[157] aveva promesso che un giorno avrebbe conquistato il WWE World Heavyweight Championship, obiettivo che ha raggiunto dopo una rincorsa al titolato di due anni.[158] Ogni ex membro dello Shield ha quindi vinto il suo primo titolo schienando un altro membro dello Shield (Reigns nel caso di Rollins, Ambrose nel caso di Reigns e Rollins nel caso di Ambrose)[159] e, dopo che il match tra Rollins e Reigns (svoltosi la sera dopo a Raw per determinare il primo sfidante al titolo di Ambrose) è terminato in doppio countout,[160] tutto ciò ha portato alla costruzione di un triple threat match tra i tre a Battleground.[161] Durante la puntata di Raw del 27 giugno il WWE World Heavyweight Championship è stato rinominato in WWE Championship,[162][163] cosa poi confermata ufficialmente dalla WWE stessa anche sul proprio sito ufficiale.[164] Per quanto riguarda la vittoria del titolo da parte di Ambrose Will Pruett del Pro Wrestling Dot Net ha scritto: "I fan [a Raw] hanno detto a Dean Ambrose che merita il titolo e hanno ragione, ma i suoi fan meritano di meglio", in quanto secondo Pruett "la rincorsa al titolo di Ambrose è stata pigra poiché si basava più sull'effetto sorpresa piuttosto che su una vera rincorsa" e che "[il suo] personaggio non aveva realmente meritato questo momento" nonostante "Ambrose sia il tipo di wrestler che avrebbero potuto costruire un'intera WrestleMania su di lui".[165] Steve Khan del Wrestling Observer Newsletter ha scritto che Ambrose aveva vissuto una "corsa sulle montagne russe per raggiungere la cima della WWE", avendo perso "quasi tutti i grandi match in cui è stato è stato", facendo riferimento alle sconfitte contro Rollins, Wyatt, Reigns, Triple H e Lesnar, affermando che dopo WrestleMania 32 "Ambrose aveva perso un sacco di vapore", "agendo come folle, ma era appunto soltanto un atto" e che la WWE gli ha dato il titolo "quando [Ambrose] era meno interessante", concludendo che "non è più rovente" e "i paragoni con [Stone Cold Steve] Austin si sono fermati", ma che "esiste ancora la possibilità di rendere Ambrose un top guy", ossia una dei wrestler cardini della WWE.[166] Il 21 giugno 2016 Joe Anoa'i (Reigns) è stato sospeso per trenta giorni a causa della sua prima violazione del Wellness Program della WWE,[167] che sarebbe un test antidoping utilizzato dalla WWE per tenere sotto controllo i propri wrestler e assicurarsi che nessuno di essi faccia assunzione di sostanze illecite.[168] Siti web come il Pro Wrestling Torch e TheWrap hanno riportato che la WWE sapeva della violazione da parte di Reigns prima di Money in the Bank e che per questo aveva perso il titolo.[169][170] Tuttavia il match tra Ambrose, Rollins e Reigns è stato confermato, in quanto la sospensione di Reigns è terminata tre giorni prima dell'evento.[171] Nelle settimane precedenti a Battleground la WWE ha riconosciuto la sospensione e la violazione del Wellness Program da parte di Reigns negli show televisivi,[172] con Rollins in particolare che se l'è presa con lui (kayfabe) e che ne ha chiesto l'esclusione dal match titolato,[173] senza tuttavia avere successo.[174] Una settimana prima di Battleground Ambrose ha difeso con successo il titolo contro Rollins in un match singolo sia a Raw,[175][176][177] sia a SmackDown.[178][179][180] Durante il draft 2016 (sancito dopo la decisione da parte della WWE di far tornare la brand extension),[181][182] svoltosi nella puntata di SmackDown (che proprio a partire dalla suddetta puntata sarebbe andato in onda in diretta ogni martedì con il nome di SmackDown Live),[183][184][185] Ambrose è stato la seconda scelta assoluta del draft e la prima per SmackDown, venendo scelto dal commissioner di SmackDown Shane McMahon e dal nuovo general manager di SmackDown Daniel Bryan.[186] Il 24 luglio a Battleground Ambrose ha difeso con successo il titolo in un Triple Threat match che includeva anche Seth Rollins e Roman Reigns.

Personaggio nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Ambrose nell'aprile 2014

Come membro dello Shield il personaggio di Ambrose era di fatto il portavoce del gruppo durante i loro discorsi.[187] Il ruolo di Ambrose nello Shield è stato descritto come il più vocale e di fatto il leader del gruppo, per poi diventare più arrogante nella metà del 2013.[188] La WWE lo ha descritto come "folle" e "selvaggio" e il suo personaggio è stato caratterizzato anche come instabile e imprevedibile.[2][189] Soprannominato "The Lunatic Fringe" sin dai suoi trascorsi come membro dello Shield (ha preso questo soprannome dalla stazione radio WEBN di Cincinnati che si è data tale soprannome dall'omonima canzone),[10] la sua gimmick è quella di una "scheggia impazzita", le cui motivazioni sono spesso poco chiare.[15] Esempi di tale comportamento sono il lanciare condimenti di cibo ai suoi avversari,[190] attaccare un manichino che aveva l'aspetto di Seth Rollins,[191] fare uno scherzo allo stesso Rollins con una valigetta caricata di melma verde[192] e lanciandogli in testa un secchio di acqua ghiacciata.[193] È apparso spesso da luoghi inaspettati per attaccare i propri rivali, come un falso pacco regalo,[194] il bagagliaio di un'auto[105] o addirittura sotto un blocco di cemento.[195] Dopo aver conquistato il WWE World Heavyweight Championship per la prima volta nel giugno 2016[13] ha dimostrato di voler essere un campione combattivo, mantenendo però la sua vena instabile, arrivando a proporre di difendere il titolo nella stessa sera contro Rollins e Reigns in match separati[196] e accettando anche la possibilità di dover difendere il titolo contro altri quattro wrestler nello stesso incontro.[197]

Il personaggio di Ambrose è stato paragonato a quello dei WWE Hall of Famer Roddy Piper e Stone Cold Steve Austin e di CM Punk,[198] attirando anche paragoni con Brian Pillman[199] e l'interpretazione di Heath Ledger del Joker.[200] Nonostante le alte aspettative che sarebbe diventato uno dei principali "cattivi" della WWE anche quando lo Shield è diventato popolare tra il pubblico, il percorso di Ambrose come "buono" ha sorpreso la critica del settore in quanto ha ricevuto spesso maggiori consensi tra il pubblico rispetto a Reigns[201] (soprattutto quando lui e Reigns si sono affrontati a Payback nel maggio 2015,[202][203] alle Survivor Series nel novembre 2015[204] e a Fastlane nel febbraio 2016),[205][206] tanto che è stato votato come Most Popular Wrestler of the Year ("wrestler più popolare dell'anno") dai lettori della rivista Pro Wrestling Illustrated per due anni di seguito (2014 e 2015).[207] Ulteriore sostegno a favore della popolarità di Ambrose si è riflettuto in particolare negli eventi dal vivo non ripresi dalle telecamere (house show), in cui Ambrose stava attraendo (draw) più pubblico (di solito in città più piccole) rispetto agli eventi capitanati dall'allora campione Reigns (in città più grandi).[208][209]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Gran parte del personaggio nel wrestling di Good si basa sulla sua vita reale nell'East End di Cincinnati, dove ha trascorso gran parte della sua infanzia in una casa pubblica.[6] Era un fan appassionato di wrestling che idolatrava Bret Hart da bambino e ha usato il wrestling per fuggire dalla sua grossolana educazione guardando videocassette di wrestling e leggendo le storie del wrestling di quei giorni.[18][6] Ha abbandonato la scuola superiore dopo aver deciso di diventare un wrestler.[18] [210] Appassionato sia di NFL sia di NHL, le squadre preferite di Good sono rispettivamente i Cincinnati Bengals della sua città natale e i Philadelphia Flyers.[211] Risiede nell'area metropolitana di Las Vegas.[1]

Good è in una relazione con Renee Paquette, intervistatrice della WWE meglio conosciuta con il nome di Renee Young.[212][213]

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Ambrose si appresta a eseguire la Dirty Deeds nella versione headlock driver su The Miz
Ambrose si appresta a eseguire la Dirty Deeds nella versione snap double underhook DDT su John Cena
Ambrose mentre esegue un flying elbow drop dalla cima di una scala a WrestleMania 31

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • Come Jon Moxley
    • Hybrid Moments degli Shyko (CHIKARA)[260]
    • Behind You degli Shyko (HWA)[261]
    • Seagulls Over Rhinoces Bay Part II degli Foxy Shazam (CZW)[261]
    • Little Crazy dei Fight (CZW)[261]
    • Shitlist dei L7 (CZW)[261]
  • Come Dean Ambrose

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il regno di Ambrose di 351 giorni con lo United States Championship è il più longevo nella storia della WWE e il terzo nella storia del titolo
Ambrose con l'Intercontinental Championship, il cui suo unico regno come campione è durato 64 giorni

1 Nella puntata di Raw del 27 giugno 2016 il WWE World Heavyweight Championship è stato rinominato in WWE Championship e la federazione ha in seguito confermato il cambio di nome anche sul proprio sito ufficiale.[162][164]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

DVD dedicati a Dean Ambrose[modifica | modifica wikitesto]

  • Destruction of the Shield (2015) – come membro dello Shield[275]

Nei videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Kenny Herzog, About Face: Dean Ambrose Is the WWE's Unlikely Anti-Hero, su rollingstone.com, Rolling Stone, 24 ottobre 2014. URL consultato il 5 giugno 2016.
  2. ^ a b c d e f g h (EN) Dean Ambrose, su wwe.com, WWE. URL consultato il 17 giugno 2015.
  3. ^ a b c d e f g h (EN) Dean Ambrose, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  4. ^ (EN) Dean Ambrose: Profile & Match Listing, su profightdb.com, The Internet Wrestling Database. URL consultato il 5 giugno 2016.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m (EN) Dean Ambrose, su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling. URL consultato il 5 giugno 2016.
  6. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (EN) Richard Kamchen, Jon Moxley finds mean streets redemption in wrestling, su slam.canoe.com, SLAMǃ Sports. URL consultato il 5 giugno 2016.
  7. ^ a b (EN) WWE Championship, su wwe.com, WWE, 17 febbraio 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  8. ^ (EN) Dean Ambrose vs. Kevin Owens - Intercontinental Championship Match: photos, su wwe.com, WWE. URL consultato il 5 giugno 2015.
  9. ^ (EN) United States Championship - Dean Ambrose, su wwe.com, WWE, 19 maggio 2013. URL consultato il 5 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2016).
  10. ^ a b c d (EN) Bobby Melok, Where does Dean Ambrose rank among the longest-reigning United States Champions ever?, su wwe.com, WWE. URL consultato il 5 giugno 2015.
  11. ^ (EN) The longest-regining United States Champions: Photos, su wwe.com, WWE. URL consultato il 5 giugno 2015.
  12. ^ a b c d (EN) Kevin Powers, Dean Ambrose won the Money in the Bank Ladder Match, su wwe.com, WWE, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  13. ^ a b c d (EN) Anthony Benigno, Seth Rollins def. WWE World Heavyweight Champion Roman Reigns; Dean Ambrose cashed in his Money in the Bank contract to become WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  14. ^ Durante il suo regno come campione il titolo è stato rinominato WWE Championship durante la puntata di Raw del 27 giugno 2016, cosa confermata ufficialmente dalla WWE anche sul proprio sito ufficiale a partire dal 28 giugno 2016.
  15. ^ a b (EN) Ryan Pappolla, Our 13 Favorite Dean Ambrose Quotes, su wwe.com, WWE, 30 settembre 2015. URL consultato il 5 giugno 2015.
  16. ^ Payback, Hell in a Cell, TLC: Tables, Ladders & Chairs... and Stairs, Payback, Elimination Chamber, Money in the Bank, Fastlane e Roadblock.
  17. ^ a b c (EN) Marc Graser, WWE's Dean Ambrose to Star in Action Movie 'Lockdown' (Exclusive), su variety.com, Variety, 14 agosto 2014. URL consultato il 5 giugno 2016.
  18. ^ a b c (EN) Jan Murphy, Ambrose not just Good, he's great, su slam.canoe.com, SLAMǃ Sports, 25 giugno 2014. URL consultato il 5 giugno 2016.
  19. ^ (EN) Title reigns « HWA Heavyweight Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  20. ^ (EN) Title reigns « HWA Heavyweight Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  21. ^ (EN) Title reigns « HWA Tag Team Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  22. ^ (EN) Royal Violence, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  23. ^ (EN) Titles « Royal Violence, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  24. ^ (EN) Title reigns « HWA Heavyweight Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  25. ^ (EN) HWA Event Results, su hwaonline.com, Heartland Wrestling Association, 14 luglio 2010. URL consultato il 5 giugno 2016.
  26. ^ (EN) Title Reigns « HWA Heavyweight Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  27. ^ a b 2010 IPW Results, Insanity Pro Wrestling.
  28. ^ Filmato audio(EN) Insanity Pro Wrestling, Jon Moxley and Jimmy Jacobs feud is heating up., su youtube.com, YouTube, 6 giugno 2010. URL consultato il 5 giugno 2016.
  29. ^ a b (EN) Title reigns « IPW World Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  30. ^ (EN) CZW Tournament Of Death VIII, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  31. ^ (EN) CZW Tournament Of Death: Rewind, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  32. ^ (EN) CZW News and Notes – Official "Southern Violence" Results and more, su czwwrestling.com, Combat Zone Wrestling, 8 agosto 2010. URL consultato il 5 giugno 2016.
  33. ^ (EN) Title Reigns « CZW World Heavyweight Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  34. ^ (EN) Bob Magee, Combat Zone Wrestling 8/14 "Tangled Web 3" results, su wrestleview.com, Wrestleview, 15 agosto 2010. URL consultato il 5 giugno 2016.
  35. ^ (EN) CZW Twelve Results, Returns March 12, Best of the Best April 9, su czwwrestling.com, Combat Zone Wrestling, 13 febbraio 2012. URL consultato il 5 giugno 2016.
  36. ^ (EN) Title Reigns « CZW World Heavyweight Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  37. ^ (EN) Larry Csonka, Dragon Gate USA Mercury Rising Results, su 411mania.com, 411Mania.com, 14 maggio 2010. URL consultato il 5 giugno 2016.
  38. ^ (EN) Mike Johnson, Scary Injury at DGUSA PPV Taping Saturday, Lineup For Friday's Mercury Rising PPV, Lots Of Canada News And More, su pwinsider.com, Pro Wrestling Insider, 10 maggio 2010. URL consultato il 5 giugno 2016.
  39. ^ (EN) DGUSA Freedom Fight 2010, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  40. ^ a b c d e f (EN) Richard Trionfo, Full Impact Pro Southern Stampede 2010 Report: New World Champion Crowned, su pwinsider.com, Pro Wrestling Insider, 23 aprile 2010. URL consultato il 5 giugno 2016.
  41. ^ (EN) Title Reigns « FIP World Heavyweight Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  42. ^ (EN) Evolve 3: Rise or Fall Results, su 411mania.com, 411MANIA, 2 maggio 2010. URL consultato il 5 giugno 2016.
  43. ^ (EN) EVOLVE 4: Danielson vs. Fish, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  44. ^ (EN) Kevin Ford, Evolve 6 Results, su 411mania.com, 411MANIA, 10 giugno 2011. URL consultato il 5 giugno 2016.
  45. ^ (EN) Sean Radican, Radican's 4/19 Evolve 7 iPPV review – Jacobs-Xion, Moxley-Aries, Taylor-Tozawa, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 23 aprile 2011. URL consultato il 5 giugno 2016.
  46. ^ (EN) JAPW Halloween Hell 2010, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  47. ^ James Caldwell e Sean Radican, WWE/DGUSA News: Dragon Gate USA wrestler signs developmental deal with WWE, Pro Wrestling Torch, 4 aprile 2011. URL consultato il 5 aprile 2011.
  48. ^ a b c d e f Dean Ambrose, Florida Championship Wrestling / NXT Wrestling. URL consultato il 27 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2012).
  49. ^ James Caldwell, WWE News: Jon Moxley's new ring name revealed in WWE's developmental system, Pro Wrestling Torch, 27 maggio 2011. URL consultato il 27 maggio 2011.
  50. ^ Florida Championship Wrestling television report: FCW Heavyweight title match; FCW Divas title match; Dean Ambrose makes his debut with a promo; a Rotundo family reunion?, PWInsider. URL consultato il 15 novembre 2011.
  51. ^ a b c d Florida Championship Wrestling television report: how do you top the first two Rollins/Ambrose matches? Devote the entire show to the third match and let them wrestle for 35 minutes, PWInsider. URL consultato il 15 novembre 2011.
  52. ^ a b Jason Namako, FCW Results – 10/9/11, WrestleView, 10 ottobre 2011. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  53. ^ Jason Namako, FCW Results – 10/31/11, WrestleView, 31 ottobre 2011. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  54. ^ Jason Namako, FCW Results – 12/12/11, WrestleView, 12 dicembre 2011. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  55. ^ Richard Trionfo, FCW television report for February 5: Steamboat/Sandow 2; Ambrose and Rollins get a chance for a title match; William Regal gets in trouble with Maxine, PWInsider. URL consultato il 16 marzo 2012.
  56. ^ 10/21 FCW results Kissimmee, Fla.: Punk vs. Moxley main event, NXT Rookies, Brodus discloses TV return, WWE developmental notes, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 15 novembre 2011.
  57. ^ Jason Namako, FCW Results – 11/7/11, WrestleView, 7 novembre 2011. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  58. ^ Richard Trionfo, Florida Championship Wrestling television report for 2/26: Sandow/Steamboat for the FCW 15 title; Dean Ambrose gets inside a few people's heads, PWInsider. URL consultato il 16 marzo 2012.
  59. ^ WWE matches wrestled by Dean Ambrose during 2011, su The Internet Wrestling Database. URL consultato il 3 agosto 2013.
  60. ^ James Caldwell, Video – FCW wrestler confronts Foley at WrestleMania Hotel, Pro Wrestling Torch. URL consultato l'11 aprile 2012.
  61. ^ James Caldwell, Foley-Ambrose "feud" continues, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 14 aprile 2012.
  62. ^ James Caldwell, Foley had Ambrose sent home?, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 14 aprile 2012.
  63. ^ Richard Trionfo, Florida Championship Wrestling television report 6/24: Rollins/Ambrose V, PWInsider. URL consultato il 1º luglio 2012.
  64. ^ Richard Trionfo, FCW television report 7/15: the series ends not with a whimper or a bang... it ends with a knee trembler, PWInsider. URL consultato il 21 luglio 2012.
  65. ^ (EN) Ryan Murphy, WWE Champion CM Punk def. John Cena and Ryback (Triple Threat Match), su wwe.com, WWE, 18 novembre 2012. URL consultato il 5 giugno 2016.
  66. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw Results 11/26: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – The Shield speaks, Cena-Ziggler, su PWTorch. URL consultato il 5 dicembre 2012.
  67. ^ The Shield def. Team Hell No & Ryback (Tables, Ladders & Chairs Match), wwe.com, 16 dicembre 2012.
  68. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw Results 1/28: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – Huge Return ends Raw, Rock's first night as WWE champ, Raw Roulette, Heyman-McMahon, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 29 gennaio 2013.
  69. ^ The Shield def. John Cena, Ryback & Sheamus, wwe.com. URL consultato il 17 febbraio 2013.
  70. ^ The Shield def. Randy Orton, Big Show & Sheamus, wwe.com. URL consultato il 7 aprile 2013.
  71. ^ Caldwell's WWE Raw Results 4/22 (Second Hour): Shield vs. The Undertaker six-man tag match, Ryder squashed, pwtorch.com.
  72. ^ Smackdown!:The Undertaker returns to Friday night action, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer. URL consultato il 27 maggio 2013.
  73. ^ Anthony Benigno, Why hasn't The Shield been beaten yet? They work cohesively, WWE. URL consultato il 24 maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2013).
  74. ^ Raw News: Shield loses first match, Lesnar's "mystique" now in-play, Dolph off TV, Miz returns, Dance-Off, App overload, more, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 27 maggio 2013.
  75. ^ Dean Ambrose def. U.S. Champion Kofi Kingston, wwe.com. URL consultato il 19 maggio 2013.
  76. ^ Team Hell No & Randy Orton def. The Shield, wwe.com. URL consultato il 14 giugno 2013.
  77. ^ United States Champion Dean Ambrose def. Kane via Count-out, wwe.com. URL consultato il 16 giugno 2014.
  78. ^ Damien Sandow won the World Heavyweight Championship Contract Money in the Bank Ladder Match, wwe.com.
  79. ^ Caldwell's WWE MITB PPV Results 7/14 (Hour 1): Complete "virtual-time" coverage of World Title MITB ladder match, IC Title match, Divas Title match, pwtorch.com.
  80. ^ Rob Van Dam def. United States Champion Dean Ambrose by disqualification (Kickoff Match), wwe.com. URL consultato il 18 agosto 2013.
  81. ^ Nick Tylwalk, Raw: Daniel Bryan faces an even bigger uphill climb, su Slam! Sports. URL consultato il 31 agosto 2013.
  82. ^ United States Champion Dean Ambrose def. Dolph Ziggler, wwe.com. URL consultato il 15 settembre 2014.
  83. ^ Big E Langston def. United States Champion Dean Ambrose by count-out, wwe.com. URL consultato il 27 ottobre 2014.
  84. ^ The Shield & The Real Americans def. WWE Tag Team Champions Cody Rhodes & Goldust, The Usos & Rey Mysterio (Traditional Survivor Series Elimination Tag Team Match), wwe.com. URL consultato il 24 novembre 2013.
  85. ^ CM Punk def. The Shield (3-on-1 Handicap Match), wwe.com. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  86. ^ James Caldwell, WWE Royal Rumble PPV results 1/26 (Hour 3): Royal Rumble vs. The Crowd main event match, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 28 gennaio 2014.
  87. ^ Full list of Royal Rumble Match participants and eliminations, WWE. URL consultato il 12 febbraio 2014.
  88. ^ The Wyatt Family def. The Shield, wwe.com. URL consultato il 23 febbraio 2014.
  89. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw results 3/3: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – Bryan vs. Batista, WM30 hype, new Tag Champs, C.M. Punk from start to finish, more, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 6 marzo 2014.
  90. ^ Greg Parks, Parks's WWE SmackDown report 3/7 Ongoing "virtual time" coverage of Friday show, including Sheamus vs. Del Rio, Shield, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 26 marzo 2014.
  91. ^ Wade Keller, Keller's Six Pack: Raw thoughts including Hunter-Bryan beat down, Batista, Shield's turn, Bray's gimmick shift, more, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 26 marzo 2014.
  92. ^ Greg Parks, Parks's WWE SmackDown Report 3/21: Ongoing "virtual time" coverage of Friday show, including Cena vs. Harper, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 22 marzo 2014.
  93. ^ James Caldwell, WrestleMania 30 PPV results: (Hour 2): Complete "virtual-time" coverage of Cena vs. Bray, big moment for Cesaro in the Andre Battle Royal, Shield vs. Outlaws, su Pro Wrestling Torch. URL consultato l'8 aprile 2014.
  94. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw results 4/7: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – WM30 fall-out, WWE Title match teaser, Bryan's first night as champ, Warrior, more, su Pro Wrestling Torch. URL consultato l'8 aprile 2014.
  95. ^ Dale Plummer, Smackdown!: Dean Ambrose defends the US Title heading into Extreme Rules, su Slam! Sports. URL consultato il 23 maggio 2014.
  96. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw results 5/5: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – PPV fall-out, U.S. Title battle royal, IC Title re-match, Shield vs. Wyatts, more, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 23 maggio 2014.
  97. ^ Matthew Asher, Mat Matters: Temporarily shelving the YES! Movement IS what's best for business, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer. URL consultato il 23 maggio 2014.
  98. ^ The Shield def. Evolution, wwe.com, 4 maggio 2014.
  99. ^ The Shield vs. Evolution (No Holds Barred Elimination Match), wwe.com, 1º giugno 2014.
  100. ^ James Caldwell, CALDWELL'S WWE RAW RESULTS 6/2: Complete "virtual-time" coverage of live Raw - PPV fall-out, huge angle at the end of Raw, post-Raw coverage, MITB hype, more, PWTorch.com, 2 giugno 2014.
  101. ^ Seth Rollins, wwe.com, 4 giugno 2014.
  102. ^ Ben Kerin, Seth Rollins Turns Heel On The Shield and Joins Evolution, wrestlingnewssource.com, 2 giugno 2014.
  103. ^ Nick Tylwalk, Raw: Money in the Bank title match gets its last two participants, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 17 giugno 2014. URL consultato il 23 giugno 2014.
  104. ^ Nolan Howell, Cena takes authority of the WWE title at Money in the Bank, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 29 giugno 2014. URL consultato il 30 giugno 2014.
  105. ^ a b (EN) James Wortman, Seth Rollins def. Dean Ambrose by forfeit, su wwe.com, WWE, 20 luglio 2014. URL consultato il 5 giugno 2015.
  106. ^ CANOE -- SLAM! Sports - Wrestling - Heels rule, Lesnar runs rampant at SummerSlam 2014, su canoe.com.
  107. ^ Anthony Benigno, Seth Rollins def. Dean Ambrose in a WWE App Vote Match, WWE. URL consultato il 18 agosto 2014.
  108. ^ Jason Powell, Night of Champions, recycled goods, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 22 settembre 2014. URL consultato il 22 settembre 2014.
  109. ^ Matthew Asher, Cena and Rollins survive Cell stipulations, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 26 ottobre 2014. URL consultato il 28 ottobre 2014.
  110. ^ Benigno, Anthony, WWE Raw live results: November 17, 2014, WWE, 17 novembre 2014. URL consultato il 17 novembre 2014.
  111. ^ Rehal, Sumit, WWE Smackdown results: Dean Ambrose bounces back after attack from Bray Wyatt, su The Independent, 1º novembre 2014. URL consultato il 17 novembre 2014.
  112. ^ Bob Kapur, WWE Survivor Series: The Authority feels the Sting of defeat, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 24 novembre 2014. URL consultato il 24 novembre 2014.
  113. ^ Caldwell, James, Caldwell's WWE TLC PPV Report 12/14: Ongoing "virtual-time" coverage of Cena vs. Rollins, Ambrose vs. Wyatt, more, Pro Wrestling Torch, 14 dicembre 2014. URL consultato il 14 dicembre 2014.
  114. ^ Caldwell, James, Caldwell's WWE Raw results 1/5: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – Ambrose vs. Wyatt ambulance match, The Authority returns, Cena Appreciation Night, more, Pro Wrestling Torch, 5 gennaio 2015. URL consultato il 26 gennaio 2015.
  115. ^ (EN) James Caldwell, DVD review: "Destruction of The Shield" – Historically Significant glimpse into WWE's next decade, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 17 febbraio 2015. URL consultato il 5 giugno 2016.
  116. ^ Caldwell, James, Caldwell's Royal Rumble PPV report 1/25: Ongoing "virtual-time" coverage of Lesnar vs. Cena vs. Rollins for WWE Title, annual Royal Rumble match, more, Pro Wrestling Torch, 25 gennaio 2015. URL consultato il 25 gennaio 2015.
  117. ^ Mike Tedesco, WWE Raw Results – 1/19/15 (Sting debuts on Raw), WrestleView. URL consultato il 10 febbraio 2015.
  118. ^ Mike Tedesco, WWE Raw Results – 2/16/15 (Bryan and Reigns in action), WrestleView. URL consultato il 17 febbraio 2015.
  119. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Fast Lane PPV Results 2/22, Pro Wrestling Torch, 22 febbraio 2015. URL consultato il 23 febbraio 2015.
  120. ^ James Caldwell, Caldwell's WM31 PPV results 3/29: Complete "virtual-time" coverage of WWE World Title match, Taker's return, Sting vs. Triple H, Cena vs. Rusev, Rock/UFC surprise, more, su Pro Wrestling Torch, 29 marzo 2015. URL consultato il 30 marzo 2015.
  121. ^ James Caldwell, Caldwell's Extreme Rules PPV Report 4/26: Complete "virtual-time" coverage of live PPV - Rollins vs. Lesnar steel cage, Cena vs. Rusev, Last Man Standing, more, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 27 aprile 2015.
  122. ^ Mike Tedesco, WWE RAW Results - 5/4/15 (Changes to Payback main event), su wrestleview.com. URL consultato il 5 maggio 2015.
  123. ^ Ryan Murphy, WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins won a Fatal 4-Way Match, WWE. URL consultato il 17 maggio 2015.
  124. ^ Benigno, Anthony, Dean Ambrose def. WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins via Disqualification, WWE. URL consultato il 31 maggio 2015.
  125. ^ Benigno, Anthony, WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins def. Dean Ambrose, WWE. URL consultato il 17 giugno 2015.
  126. ^ Caldwell, James, CALDWELL'S SUMMERSLAM REPORT 8/23: Complete "virtual-time" coverage of Lesnar vs. Taker, Title vs. Title, more matches, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 3 ottobre 2015.
  127. ^ Namako, Jason, WWE RAW Results - 8/24/15 (The Dudleys, Sting return), wrestleview.com. URL consultato il 13 ottobre 2015.
  128. ^ Wortman, James, The Wyatt Family def. Roman Reigns, Dean Ambrose & Chris Jericho, WWE. URL consultato il 21 settembre 2015.
  129. ^ (EN) WWE.com Staff, Seth Rollins suffers knee injury, ew WWE World Heavyweight Champion to be crowned at Survivor Series, su wwe.com, WWE, 5 novembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  130. ^ (EN) Bobby Melok, Dean Ambrose def. Kevin Owens (WWE World Heavyweight Championship Tournament Semifinals), su wwe.com, WWE, 22 novembre 2015. URL consultato il 22 novembre 2015.
  131. ^ (EN) Ryan Murphy, Roman Reigns def. Dean Ambrose in the WWE World Heavyweight Championship Tournament Final Match; Sheamus cashed in his Money in the Bank contract to become WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 22 novembre 2015. URL consultato il 22 novembre 2015.
  132. ^ (EN) WWE Raw live results 11-30: the build towards TLC with Roman Reigns and Sheamus, su f4wonline.com, Wrestling Observer, 30 novembre 2015. URL consultato il 5 giugno 2016.
  133. ^ (EN) Michael Burdick, Dean Ambrose def. Dolph Ziggler and Tyler Breeze – Intercontinental Title No. 1 Contender’s Triple Threat Match, su wwe.com, WWE, 26 novembre 2015. URL consultato il 26 novembre 2015.
  134. ^ (EN) Ryan Murphy, Dean Ambrose def. Intercontinental Champion Kevin Owens, su wwe.com, WWE, 14 dicembre 2015. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  135. ^ (EN) Scott Taylor, Intercontinental Champion Dean Ambrose def. Dolph Ziggler and Kevin Owens in a Triple Threat Match, su wwe.com, WWE, 22 dicembre 2015. URL consultato il 22 dicembre 2015.
  136. ^ (EN) Scott Taylor, Intercontinental Champion Dean Ambrose vs. Kevin Owens ended in a Double Count-out, su wwe.com, WWE, 7 gennaio 2016. URL consultato il 7 gennaio 2016.
  137. ^ (EN) Scott Taylor, Intercontinental Champion Dean Ambrose def. Kevin Owens (Last Man Standing Match), su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  138. ^ (EN) Ryan Murphy, Triple H won the 2016 Royal Rumble Match for the WWE World Heavyweight Championship, su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  139. ^ (EN) Ryan Murphy, Rumble Match Statistics, su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  140. ^ (EN) Anthony Benigno, Stephanie McMahon confronted Intercontinental Champion Dean Ambrose, su wwe.com, WWE, 15 febbraio 2016. URL consultato il 15 febbraio 2016.
  141. ^ (EN) Anthony Benigno, Kevin Owens def. Dean Ambrose, Dolph Ziggler, Stardust and Tyler Breeze to become the new Intercontinental Champion, su wwe.com, WWE, 15 febbraio 2016. URL consultato il 15 febbraio 2016.
  142. ^ (EN) Ryan Murphy, Roman Reigns def. Brock Lesnar and Dean Ambrose, su wwe.com, WWE, 21 febbraio 2016. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  143. ^ (EN) Geno Mrosko, Brock Lesnar just attacked Dean Ambrose in the parking lot at Raw!, su www.cagesideseats.com, Cagesideseats, 22 febbraio 2016. URL consultato il 3 marzo 2016.
  144. ^ (EN) Lovell Porter, WWE RAW Results (2/22): Top WrestleMania Matches Set, The Game Destroys Reigns, Lesnar Attacks Ambrose and More!, su www.wrestlezone.com, Wrestlezone, 22 febbraio 2016. URL consultato il 3 marzo 2016.
  145. ^ (EN) WWE World Heavyweight Champion Triple H def. Dean Ambrose, su wwe.com, WWE, 12 marzo 2016. URL consultato il 5 aprile 2016.
  146. ^ Mike Tedesco, WWE RAW Results - 3/14/16 (Undertaker attacks Shane), su wrestleview.com. URL consultato il 15 marzo 2016.
  147. ^ James Caldwell, 3/21 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live Report, su PWTorch.com. URL consultato il 25 marzo 2016.
  148. ^ James Caldwell, 4/3 WrestleMania 32 PPV Results – Caldwell's Complete Live Report on Main PPV, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 3 aprile 2016.
  149. ^ James Caldwell, 4/11 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live Report, Pro Wrestling Torch. URL consultato l'11 aprile 2016.
  150. ^ Jeff Laboon, Dean Ambrose def. Chris Jericho, WWE. URL consultato il 1º maggio 2016.
  151. ^ James Caldwell, 5/2 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 3 maggio 2016.
  152. ^ Ryan Murphy, Dean Ambrose def. Chris Jericho (Asylum Match), WWE. URL consultato il 22 maggio 2016.
  153. ^ James Caldwell, 5/23 WWE Raw TV Results – Caldwell's Complete Live Report, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 23 maggio 2016.
  154. ^ (EN) Anthony Benigno, Money in the Bank Ladder Match for a WWE World Heavyweight Championship Match contract, su wwe.com, WWE, 13 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  155. ^ (EN) James Caldwell, 6/19 WWE MITB PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  156. ^ Filmato audio(EN) WWE, An emotional Dean Ambrose sounds off at WWE Money in the Bank 2015: WWE.com Exclusive, June 14, 2015, WWE.com, 14 giugno 2015. URL consultato il 21 giugno 2016.
  157. ^ (EN) Anthony Benigno, Seth Rollins def. WWE World Heavyweight Champion Roman Reigns; Dean Ambrose cashed in his Money in the Bank contract to become WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
    «[...] Dean Ambrose ha offerto un discorso molto sentito in cui ha parlato dei problemi e delle sue difficoltà. Molti lo hanno paragonato all'iconico "Hard Times" di Dusty Rhodes [...] "Un giorno avrei conquistato il WWE World Heavyweight Championship" [disse Ambrose]».
  158. ^ Filmato audio(EN) WWE, Who does Dean Ambrose credit for helping him win the WWE World Heavyweight Title?: WWE.com Exclusive, June 19, 2016, WWE.com, 16 giugno 2015. URL consultato il 19 giugno 2016.
  159. ^ (EN) Raj Giri, Interesting Trivia Regarding The Shield Running WWE, su wrestlinginc.com, WrestlingInc.com, 20 giugno 2016. URL consultato il 21 giugno 2016.
  160. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns vs. Seth Rollins' No. 1 Contender's Match ended in a Double Count-out, su wwe.com, WWE, 20 giugno 2016. URL consultato il 21 giugno 2016.
  161. ^ (EN) John Clapp, WWE World Heavyweight Champion Dean Ambrose vs. Roman Reigns vs. Seth Rollins (Triple Threat Match), su wwe.com, WWE, 20 giugno 2016. URL consultato il 21 giugno 2016.
  162. ^ a b (EN) Raw, June 27, 2016, su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  163. ^ (EN) James Caldwell, 6/27 WWE Raw Results – Caldwell's Complete TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 27 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  164. ^ a b (EN) WWE Championship, su wwe.com, WWE, 29 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2016).
  165. ^ (EN) Will Pruett, Pruett’s Pause: WWE Raw – Dean Ambrose deserved the WWE Championship but his fans deserved better, Battleground’s main event is decided, and more!, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 21 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  166. ^ (EN) Steve Khan, Examining Dean Ambrose's roller coaster ride to the top of WWE, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 22 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  167. ^ (EN) WWE.com Staff, Roman Reigns suspended, su wwe.com, WWE, 21 giugno 2016. URL consultato il 23 giugno 2016.
  168. ^ (EN) Talent Wellness Program Summary, su corporate.wwe.com, WWE. URL consultato il 23 giugno 2016.
  169. ^ (EN) James Caldwell, Roman Reigns suspended for Wellness Violation, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 21 giugno 2016. URL consultato il 23 giugno 2016.
  170. ^ (EN) Tony Maglio, Roman Reigns Violated WWE Health Policy, So Why Did He Fight Anyway?, su thewrap.com, TheWrap, 1º luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  171. ^ (EN) John Clapp, WWE World Heavyweight Champion Dean Ambrose vs. Roman Reigns vs. Seth Rollins (Triple Threat Match), su wwe.com, WWE, 20 giugno 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  172. ^ (EN) Anthony Benigno, Raw, June 27, 2016, su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  173. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Champion Dean Ambrose interrupted 'The Rollins Report', su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  174. ^ (EN) James Caldwell, 6/27 WWE Raw Results – Caldwell's Complete TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  175. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Champion Dean Ambrose vs. Seth Rollins ended in a Draw, su wwe.com, WWE, 18 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  176. ^ (EN) James Caldwell, 7/18 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 18 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  177. ^ (EN) Marc Middleton, Dean Ambrose Still The WWE Champion, Decision Announced On WWE Network After RAW, su wrestlinginc.com, WrestlingInc, 18 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  178. ^ (EN) Michael Burdick, Dean Ambrose def. Seth Rollins – WWE Championship Match, su wwe.com, WWE, 19 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  179. ^ (EN) Greg Parks, 7/19 WWE Smackdown LIVE – Parks’s Complete Coverage of WWE Draft, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  180. ^ In realtà Raw si è concluso con la commissioner di Raw Stephanie McMahon che ha assegnato la vittoria del match e del titolo a Rollins, ma in un segmento andato in onda in esclusiva sul WWE Network l'arbitro – che era stato colpito accidentalmente nel finale del match, come da copione – ha decretato la fine del match in pareggio e, come da regola, Ambrose ha mantenuto il titolo, cosa confermata anche sul profilo Twitter ufficiale della WWE. La sera seguente a SmacKDown Ambrose ha invece vinto per schienamento.
  181. ^ (EN) WWE.com Staff, SmackDown going live on USA Network on a new night with distinct roster starting July 19, su wwe.com, WWE, 25 maggio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  182. ^ (EN) James Wortman, Who will gain key momentum three weeks before the WWE Brand Extension Draft?, su wwe.com, WWE, 23 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  183. ^ (EN) Brian Steinberg, WWE's 'Smackdown' Will Move to Live Broadcast on USA (Exclusive), su variety.com, Variety, 25 maggio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  184. ^ (EN) WWE.com Staff, WWE's destiny to be determined during SmackDown’s LIVE premiere, su wwe.com, WWE, 15 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  185. ^ (EN) Official page for WWE SmackDown Live, su wwe.com, WWE, 19 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  186. ^ (EN) WWE.com Staff, 2016 WWE Draft results: WWE officially ushers in New Era, su wwe.com, WWE, 19 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  187. ^ (EN) Anthony Benigno, The Shield vs. The Wyatt Family: Tale of the Tape, su wwe.com, WWE, 7 febbraio 2014. URL consultato il 29 giugno 2016.
  188. ^ (EN) James Caldwell, WWE News: Changes to The Shield evident in post-loss promo (w/Analysis of the group vs. individuals), su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 29 giugno 2013. URL consultato il 29 giugno 2016.
  189. ^ (EN) Ryan Murphy e Joey Styles, Dean Ambrose, Seth Rollins and Roman Reigns: Who are they and why did they help CM Punk?, su wwe.com, WWE, 18 novembre 2012. URL consultato il 29 giugno 2016.
  190. ^ Filmato audio(EN) WWE, John Cena vs. Seth Rollins, Randy Orton & Kane – 3-on-1 Handicap Match: Raw, Oct. 6, 2014, su youtube.com, YouTube, 6 ottobre 2014, a 2 min 2 s. URL consultato il 5 giugno 2016.
  191. ^ Filmato audio(EN) WWE, Dean Ambrose punishes "Seth Rollins": Raw, Oct. 20, 2014, su youtube.com, YouTube, 20 ottobre 2014. URL consultato il 5 giugno 2016.
  192. ^ Filmato audio(EN) WWE, Dean Ambrose plays a messy prank on Seth Rollins: Raw, Sept. 29, 2014, su youtube.com, YouTube, 29 settembre 2014. URL consultato il 5 giugno 2016.
  193. ^ Filmato audio(EN) WWE, Dean Ambrose empties an ice bucket on Seth Rollins' head: Raw, Aug. 18, 2014, su youtube.com, YouTube, 18 agosto 2014, a 0 min 55 s. URL consultato il 5 giugno 2016.
  194. ^ Filmato audio(EN) WWE, Rob Van Dam vs. Seth Rollins: Raw, Aug. 11, 2014, su youtube.com, YouTube, 11 agosto 2014, a 2 min 24 s. URL consultato il 5 giugno 2016.
  195. ^ Filmato audio(EN) WWE, John Cena vs. Randy Orton: Raw, Sept. 22, 2014, su youtube.com, YouTube, 22 settembre 2014, a 2 min 30 s. URL consultato il 5 giugno 2016.
  196. ^ (EN) James Caldwell, 6/20 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 20 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  197. ^ (EN) Anthony Benigno, Seth Rollins addressed 'The Roman Reigns Scandal', su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  198. ^ (EN) Ryan Dilbert, Comparing Dean Ambrose to WWE's Past Anti-Heroes, su bleacherreport.com, Bleacher Report, 29 settembre 2014. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  199. ^ (EN) Sean Radican, Radican's Take: Who is Dean Ambrose and how far can he go in WWE, su pwtorch, Pro Wrestling Torch, 6 dicembre 2012. URL consultato il 5 giugno 2016.
  200. ^ (EN) Mike Johnson, Why Talents Get Burnt Out, extreme Rules, Ambrose The Joker And More, su pwnsider.com, Pro Wrestling Insider, 18 maggio 2013. URL consultato il 5 giugno 2016.
  201. ^ (EN) Eric Holden, WWE should have turned Dean Ambrose heel instead of Seth Rollins, su axs.com, AXS.com, 4 giugno 2014. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  202. ^ (EN) James Caldwell, WWE PPVs Caldwell's Payback PPV Report 5/17: Complete "virtual-time" coverage of four-way WWE Title match, I Quit War, more, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 17 maggio 2015. URL consultato il 20 giugno 2016.
  203. ^ Il match includeva anche Seth Rollins e Randy Orton, ma Ambrose e Reigns hanno avuto diversi scambi durante il match e il pubblico presente all'arena ha acclamato Ambrose e fischiato Reigns.
  204. ^ (EN) James Caldwell, 11/22 Survivor Series Results – Caldwell's Complete PPV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 22 novembre 2015. URL consultato il 20 giugno 2016.
  205. ^ (EN) WWWE Fastlane 2016 live results: Brock Lesnar vs. Roman Reigns vs, Dean Ambrose, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 21 febbraio 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  206. ^ Il match di Fastlane includeva anche Brock Lesnar.
  207. ^ a b Most Popular Wrestler of the Year, in Pro Wrestling Illustrated, vol. 36, nº 2, pp. 24-25.
  208. ^ (EN) Sean Rueter, Is Dean Ambrose WWE champ because Roman Reigns is a lousy draw?, su cagesideseats.com, Cageside Seats, 20 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  209. ^ (EN) Raj Giri, Possible Reason For WWE Changing Championship From Roman Reigns To Dean Ambrose, su wrestlinginc.com, WrestlingInc.com, 20 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  210. ^ (EN) WWE's Renee Young Confirms She IS Dating Dean Ambrose!, su mtv.co.uk, MTV, 4 marzo 2015. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  211. ^ (EN) Marc Middletton, Dean Ambrose Talks Comparisons To WWE Legends And More On ESPN, Coach's Top RAW Moments, su wrestlinginc.com, WrestlingInc, 5 gennaio 2016. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  212. ^ (EN) WWE's Renee Young Confirms She IS Dating Dean Ambrose!, su mtv.co.uk, MTV, 4 marzo 2015. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  213. ^ (EN) WWE's Dean Ambrose comments on dating Renee Young, su prowrestling.net, ProWrestling.net, 2 settembre 2015. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  214. ^ a b c d Nolan Howell, Main Event: Wyatts and Shield complete a trilogy, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 9 aprile 2014. URL consultato il 27 aprile 2014.
    «Ambrose con la Dirty Deeds headlock driver. Il vincitore per schienamento è lo Shield».
  215. ^ Greg Parks, Parks's WWE SmackDown report 3/28: Ongoing "virtual time" coverage of Friday show, including Bray Wyatt vs. Big Show, Pro Wrestling Torch, 28 marzo 2014. URL consultato il 25 ottobre 2014.
  216. ^ Matt Bishop, Lesnar finishes off Triple H at Extreme Rules, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 19 maggio 2013. URL consultato il 26 maggio 2013.
  217. ^ Nick Tylwalk, Raw: Lesnar and Heyman pay Triple H an office visit, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 7 maggio 2013. URL consultato il 26 maggio 2013.
  218. ^ Richard Trionfo, WWE Main Event Report: The Shield; The Wyatt Family; The Usos; Divas; and a drive by Fandango-ing, PWInsider. URL consultato il 22 agosto 2013.
  219. ^ Elliott Binks, 10 Greatest DDT Variations In WWE History, What Culture, 11 dicembre 2014. URL consultato il 16 dicembre 2014.
  220. ^ WEdnesday's Ask PWTorch Staff for 11/26: Which WWE wrestler would you repackage? Why did Ambrose’s Dirty Deeds move change? Is Sami Zayn overplaying underdog fighting from behind schtick? Are ads on WWE Network a mistake?, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 27 novembre 2014.
  221. ^ Dave Meltzer, Wrestling Observer Newsletter: Latest D-Day for WWE Network, Velasquez down, life and times of Ox Baker, more!, in Wrestling Observer Newsletter, Campbell, California, 27 ottobre 2014, p. 48, ISSN 1083-9593.
    «Ambrose ha iniziato a usare la double arm DDT invece della headlock driver comea mossa finale. L'idea, almeno per il momento, è quella di rendere la double arm DDT la sua mossa finale, visto che nessuna la sta utilizando. Al momento l'idea è che continuerà a essere chiamata Dirty Deeds».
  222. ^ Richard Trionfo, Florida Championship Wrestling Television report: Dean Ambrose continues to call out Seth Rollins; six man tag main event, PWInsider. URL consultato l'11 aprile 2012.
  223. ^ a b Richard Trionfo, Florida Championship Wrestling television report: commentary is a dream; Falls Count Anywhere match; fun six man tag match, PWInsider. URL consultato l'11 aprile 2012.
  224. ^ a b c d e 2010 Jeff Peterson Cup Night Two report, pwinsider.com. URL consultato il 12 maggio 2013.
  225. ^ a b Jon Moxley's profile, Insanity Pro Wrestling. URL consultato il 1º aprile 2010.
  226. ^ a b c d e f g h i j Jon Moxley's DGUSA profile, Dragon Gate USA. URL consultato il 16 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2012).
  227. ^ a b c d e f Jon Moxley, Heartland Wrestling Association. URL consultato il 14 gennaio 2012.
  228. ^ Shawn Rice, WWE Extreme Rules 2015 Results: Dean Ambrose Defeats Luke Harper, Business 2 Community, 26 aprile 2015.
  229. ^ Marc Middleton, WWE SummerSlam: Roman Reigns And Dean Ambrose Vs. Luke Harper And Bray Wyatt, WrestlingInc., 23 agosto 2015.
  230. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw RESULTS 5/4: Complete "virtual-time" coverage of live Raw - Payback hype, Cena's Open Challenge produces NXT star & Bret Hart, New Day, more, Pro Wrestling Torch=date=May 4, 2015. URL consultato il 5 giugno 2016.
  231. ^ EWN Staff, WWE RAW Results (10/13) - John Cena/Dean Ambrose Feud, HIAC, & More!, EWrestlingNews, 13 ottobre 2014.
  232. ^ a b Greg Parks, Parks's WWE SmackDown Report 6/27: Ongoing "virtual time" coverage of Friday show, including Roman Reigns vs. Kane, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 27 luglio 2014.
  233. ^ Greg Parks, Parks's WWE SmackDown Report 5/9: Complete coverage of Friday night show, including U.S. Title match, John Cena & The Usos vs. The Wyatt Family, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 27 luglio 2014.
  234. ^ Matt Bishop, Lesnar finishes off Triple H at Extreme Rules, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer. URL consultato il 27 aprile 2014.
  235. ^ Aiken Chris, WWE Main Event TV report – Wednesday, 19 February 2014 20:17, su Wrestling Observer/Figure Four Online. URL consultato il 27 aprile 2014.
  236. ^ David Stephens, WWE Raw results – 10/21/13 (Hell in a Cell PPV hype), WrestleView. URL consultato il 27 aprile 2014.
  237. ^ Greg Parks, Parks's WWE SmackDown report 12/6: Ongoing "virtual time" coverage of Friday show, including C.M. Punk against a member of The Shield, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 27 aprile 2014.
  238. ^ a b Marc Middleton, WWE Survivor Series: Roman Reigns Vs. Dean Ambrose (WWE World Title Tournament Finals), WrestlingInc., 22 novembre 2015.
  239. ^ a b Mike Tedesco, WWE SmackDown results – 9/20/13 (11-on-3 gauntlet), WrestleView. URL consultato il 27 aprile 2014.
  240. ^ Mike Tedesco, WWE SmackDown results – 5/10/13 (Jericho vs. Ryback), Wrestleview. URL consultato il 27 aprile 2014.
  241. ^ Mike Tedesco, WWE SmackDown results – 5/31/13 (Ambrose vs.Orton), WrestleView. URL consultato il 27 aprile 2014.
  242. ^ Mike Tedesco, WWE SmackDown results – 1/10/14 (New Age Outlaws), WrestleView. URL consultato il 27 aprile 2014.
  243. ^ a b c Richard Trionfo, WWE Raw report: did the Yes Movement stop tonight?; Tag Title match; new Hall of Fame inductee; Shield/Wyatts part 2; alliances fall apart?, PWInsider. URL consultato il 27 aprile 2014.
  244. ^ a b Richard Trionfo, WWE SmackDown report: is the Animal back?; did Kane pick the wrong people to tick off?; is this the week that AJ and Tamina are friends?, PWInsider. URL consultato il 27 aprile 2014.
  245. ^ WWE Smackdown TV reporrt – Friday, 21 March 2014 03:51, su Wrestling Observer. URL consultato il 27 aprile 2014.
  246. ^ John Moore, 4/30 Moore's WWE Smackdown TV Review: Dean Ambrose vs. Seth Rollins, Roman Reigns vs. Kane, Kidd and Cesaro vs. New Day for the Tag Team straps, Damien Sandow vs. Curtis Axel, Ryback vs. Luke Harper, Naomi vs. Cameron, ProWrestling.net, 1º maggio 2015.
  247. ^ Kian Terani, WWE SmackDown Results: Dean Ambrose Vs. Randy Orton, Daniel Bryan Goes Nuts On The Shield & More, Wrestling Inc., 31 maggio 2013.
  248. ^ WWE SmackDown report: Undertaker vs Ambrose, PWInsider. URL consultato il 12 maggio 2013.
  249. ^ Matt Bishop, WWE hits home run with Payback, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer. URL consultato il 27 aprile 2014.
  250. ^ Richard Trionfo, WWE NXT report: United States Title on the line; NXT Title on the line; dance supremacy in NXT on the line; Tyler Breeze is Tyler Breeze; and more, pwinsider.com. URL consultato il 27 aprile 2014.
  251. ^ Richard Trionfo, WWE Main Event Report: The Shield; The Wyatt Family; The Usos; Divas; and a drive by Fandango-ing, PWInsider. URL consultato il 27 aprile 2014.
  252. ^ Greg Parks, Parks's WWE SmackDown Report 7/18: Complete coverage of Friday night show, including Chris Jericho vs. Luke Harper, Kane vs. Dean Ambrose, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 27 luglio 2014.
  253. ^ Mike Tedesco, WWE Raw Results – 6/16/14 (Stretcher match main event), WrestleView. URL consultato il 27 luglio 2014.
  254. ^ a b Jon Moxley's profile, Insanity Pro Wrestling. URL consultato il 1º aprile 2010.
  255. ^ Luke Fleeman Martinez, 3/27 DGUSA in Phoenix, Ariz.: Traditional WrestleMania Weekend six-man tag, Tommy Dreamer, Young Bucks, Jacobs & Jack Evans vs. London & Kendrick, Pro Wrestling Torch, 28 marzo 2010. URL consultato il 4 aprile 2011.
  256. ^ Radican, Radican's DGUSA Open the Ultimate Gate 2011 PPV review 5/27 – Yamato vs. Tozawa, Pac & Yoshino vs. Cima & Doi, Pro Wrestling Torch, 27 maggio 2011. URL consultato il 16 febbraio 2012.
  257. ^ a b c d e f g Jeff Peterson Cup 2009 profile – Jon Moxley, su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling, 9 novembre 2009. URL consultato il 5 giugno 2016.
  258. ^ (EN) Raw preview, June 27, 2016: 'The Dude' doesn't abide, su wwe.com, WWE, 24 giugno 2016. URL consultato il 25 giugno 2016.
    «[...] i primi due pronti a sfidare "The Dude"».
  259. ^ (EN) Andrew Ravens, WWE Monday Night Raw (2/1/16) Results: Roman Reigns & Dean Ambrose vs. New Day, su wrestlenewz.com, WrestleNewz, 1º febbraio 2016. URL consultato il 5 giugno 2016.
    «Ambrose ha detto di essere l'Iron Man della WWE».
  260. ^ Themes List, Chikara Fans.com, 24 giugno 2008. URL consultato il 23 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2008).
  261. ^ a b c d e (EN) Themes « Dean Ambrose, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 5 giugno 2016.
  262. ^ WWE: Special Op (The Shield) – Single, iTunes. URL consultato il 14 settembre 2014.
  263. ^ " WWE: Retaliation (Dean Ambrose)- Single, iTunes. URL consultato il 14 settembre 2014.
  264. ^ Insanity Pro Wrestling Heavyweight Champions, Insanity Pro Wrestling. URL consultato il 10 aprile 2010 (archiviato dall'url originale l'11 febbraio 2009).
  265. ^ Feud of the Year, in Pro Wrestling Illustrated, vol. 36, nº 2, 2015, pp. 22-23.
  266. ^ (EN) Pro Wrestling Illustrated (PWI) 500 for 2015, su profightdb.com, Teh Internet Wrestlign Database. URL consultato il 5 giugno 2016.
  267. ^ (EN) Kenny Herzog, WWE Wrestler of the Year (So Far): Kevin Owens, su rollingstone.com, Rolling Stone, 1º luglio 2015. URL consultato il 21 giugno 2016.
  268. ^ (EN) Kenny Herzog, WWE Wrestler of the Year: Dolph Ziggler, su rollingstone.com, Rolling Stone, 17 dicembre 2014. URL consultato il 21 giugno 2016.
  269. ^ wXw World Tag Team Championship history, westside Xtreme wrestling. URL consultato l'11 settembre 2010.
  270. ^ (EN) Intercontinental Championship, su wwe.com, WWE, 17 febbraio 2016. URL consultato il 5 giugno 2016.
  271. ^ (EN) United States Championship, su wwe.com, WWE, 17 febbraio 2016. URL consultato il 5 giugno 2016.
  272. ^ (EN) What is a Slammy?, su wwe.com, WWE, 23 febbraio 2008. URL consultato il 5 giugno 2016.
  273. ^ a b c (EN) WWE.com Staff, 2013 Slammy Award winners, su wwe.com, WWE, 8 dicembre 2013. URL consultato il 5 giugno 2016.
  274. ^ a b c (EN) Jeff Laboon, 2014 Slammy Award winners, su wwe.com, WWE, 9 dicembre 2014. URL consultato il 5 giugno 2016.
  275. ^ (EN) From the Bowery: Destruction of the Shield (DVD), su 411mania.com, 411mania. URL consultato il 3 giugno 2016.
  276. ^ (EN) WWE 2K14, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 3 giugno 2016.
  277. ^ 2K svela il gioco di carte online WWE Supercard, su spaziogames.it, Spaziogames. URL consultato il 4 giugno 2016.
  278. ^ (EN) WWE 2K15, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 3 giugno 2016.
  279. ^ (EN) WWE Immortals, su wwe.com, WWE. URL consultato il 7 giugno 2016.
  280. ^ (EN) WWE 2K16, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 3 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]