Kevin Owens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Kevin Steen)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il cestista, vedi Kevin Owens (cestista).
Kevin Owens
Kevin Owens nell'aprile 2016
Kevin Owens nell'aprile 2016
Nome Kevin Steen
Ring name Kevin Owens[1]
Kevin Steen
Nazionalità Canada Canada
Nascita Saint-Jean-sur-Richelieu[1]
7 maggio 1984 (33 anni)
Altezza 180[1] cm
Peso 121[1] kg
Allenatore Carl Ouellet
Jacques Rougeau
Serge Jodoin
Debutto 2000
Federazione WWE[1]
Progetto Wrestling

Kevin Steen (Saint-Jean-sur-Richelieu, 7 maggio 1984) è un wrestler canadese sotto contratto con la WWE, dove si esibisce con il ring name di Kevin Owens come membro esclusivo del roster di SmackDown dove è l'attuale detentore dello United States Championship al suo secondo regno.

Nella WWE ha vinto una volta il WWE Universal Championship, di cui è il campione più longevo, e due volte l'Intercontinental Championship. Prima di debuttare nel roster principale della WWE ha lottato nel territorio di sviluppo di NXT, dove ha vinto una volta l'NXT Championship.

Prima di firmare un contratto con la WWE nel 2014 ha lottato con il suo nome di nascita nella Ring of Honor (ROH), dove ha vinto il ROH World Championship e il ROH World Tag Team Championship. Ha lottato in lungo e in largo nel circuito indipendente, tra cui la Pro Wrestling Guerrilla (PWG) e la Combat Zone Wrestling (CZW), dove ha vinto il PWG World Championship, il PWG World Tag Team Championship e il CZW Iron Man Championship.

È il quarto wrestler della storia (dopo Daniel Bryan, CM Punk e Seth Rollins) ad aver detenuto un titolo mondiale sia nella Ring of Honor (ROH) che nella World Wrestling Entertainment (WWE).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizia ad interessarsi al wrestling dopo aver visto la videocassetta di un match di WrestleMania XI fra Shawn Michaels e Diesel all'età di 11 anni. Tre anni dopo, i suoi genitori gli permettono di iniziare gli allenamenti con Serge Jodoin e, successivamente, con Jacques Rougeau. Steen ha combattuto il suo primo match il 7 maggio 2000, il giorno del suo sedicesimo compleanno.

Combat Zone Wrestling (2004–2006, 2008)[modifica | modifica wikitesto]

Steen fa il suo debutto nella Combat Zone Wrestling (CZW) il 10 settembre 2004. Perse un Fatal 4-Way che vedeva coinvolti El Generico, Excess e SeXXXy Eddy. Successivamente, formò un tag team con El Generico e iniziarono una faida con Super Dragon ed Excalibur.

Il 14 maggio 2005, Steen prende parte al "CZW Best of the Best tournament" e avanza alle finali sconfiggendo Kenny the Bastard al primo turno e Chris Hero nelle semifinali ma perde la finale, un Fatal 4-Way che vedeva coinvolti B-Boy, Super Dragon e Mike Quackenbush che vinse il match. Nell'agosto 2005, Steen vinse il suo primo titolo, il CZW Iron Man Championship sconfiggendo Franky the Mobster. Difese il titolo contro Nate Webb, El Generico, Chris Sabin e Super Dragon. Steen perse il titolo contro una donna, LuFisto. Perse il titolo solo un giorno prima di stabilire il regno più lungo. Dopo ciò, lasciò la CZW e andò alla Dragon Gate. Fece un breve ritorno in CZW nel 2008 per combattere un match contro Vordell Walker, finito in no contest.

Pro Wrestling Guerrilla (2005–2014)[modifica | modifica wikitesto]

Steen inseme a El Generico

Mentre lottava nella CZW, Steen iniziò anche a lottare nella Pro Wrestling Guerrilla (PWG). Il 6 agosto 2005, Steen vinse il PWG World Championship sconfiggendo A.J. Styles. Steen mantenne il titolo quattro mesi prima di perderlo contro Joey Ryan a causa dell'interferenza di Super Dragon. Steen concluse la faida con Super Dragon il 16 dicembre 2005 quando venne sconfitto in un Guerrilla Warfare match. Nel 2006, Steen fece coppia con El Generico conquistando il PWG World Tag Team Championship strappandoli a PAC e Roderick Strong. Persero il titolo contro Davey Richards e Super Dragon il 27 ottobre, ma la sera dopo Steen fece squadra con PAC provando a riconquistare il titolo, venendo tuttavia sconfitto. A seguito di questa sconfitta Steen lasciò la PWG.

Tuttavia, Steen ritornò a sorpresa e vinse per la seconda volta i titoli di coppia con El Generico strappandoli a Scott Lost e Joey Ryan il 21 marzo 2008. Presero parte al "Dynamite Duumvirate Tag Team Title Tournament" difendendo le cinture in ogni match, prima di perderle in finale contro Roderick Strong & Jack Evans. Dopo due anni di sconfitte, anche se aveva combattuto pochi match, l'11 dicembre sconfisse Akira Tozawa interrompendo la Losing Streak. Il 29 gennaio 2011, Steen venne sconfitto da Chris Hero alla WrestleReunion. Successivamente partecipò al DDT4 Tournament in coppia con Akira Tozawa. Una volta formato un tag team nominato Nightmare Violence Connection, sconfissero i Briscoe Brothers, Claudio Castagnoli e Chris Hero, ma persero in finale contro The Young Bucks. Il 23 luglio, dopo che Claudio Castagnoli aveva sconfitto Chris Hero in un match per il titolo PWG, Steen sfidò Castagnoli in un match per la cintura e vinse, conquistando per la seconda volta il PWG World Championship. Inoltre, il 10 dicembre a FEAR, Steen e Super Dragon battono gli Young Bucks conquistando il PWG World Tag Team Championship.

Ring of Honor (2007–2014)[modifica | modifica wikitesto]

Steen contro Generico

Il 17 febbraio 2007, Steen debutta in Ring of Honor (ROH) insieme ad El Generico, perdendo contro i Briscoe Brothers. L'11 maggio, Steen (come heel) e Generico (come face) sconfissero Jason Blade & Eddie Edwards. A Respect is Earned, Steen e Generico ebbero una rissa con i Briscoe Brothers dove Mark si infortunò (kayfabe). A Driven, Steen e Generico non riuscirono a conquistare i ROH World Tag Team Championship venendo sconfitti dai Briscoe Brothers. Il 6 giugno 2008, Steen e Generico parteciparono al torneo per decretare i nuovi campioni di coppia che venne vinto da Jimmy Jacobs e Tyler Black. Poi, Steen sfidò Nigel McGuinness in un match per il ROH World Championship, ma perse. Il 19 settembre, Steen e Generico vinsero il ROH Tag Team Championship sconfiggendo Black e Jacobs. Il 10 aprile 2009, persero i titoli contro Eddie Edwards e Davey Richards. Il 19 dicembre 2009, a Final Battle 2009, dopo aver perso contro The Young Bucks, Steen turnò heel attaccando El Generico e arruolando Steve Corino come nuovo tag team partner. Generico si alleò con Colt Cabana e affrontò Steen e Corino a The Big Bang! in un match di coppia che finì in doppio countout. Il 19 giugno, Steen sconfisse El Generico. L'11 settembre, Cabana e Generico sconfissero Steen e Corino. Dopo il match Steen attaccò Generico e lo smascherò. A Final Battle 2010, Generico sconfisse Steen e Steen lasciò la federazione.

Steen a un house show nel 2013

Steen ritornò nella ROH il 26 giugno 2011, a Best in the World 2011, venendo introdotto da Steve Corino, che nel frattempo era diventato face. Dopo che Corino venne sconfitto da Michael Elgin, Steen corse sul ring e lo salvò dall'assalto della House of Truth. A ROH Showdown in the Sun, il 30 marzo 2012, Steen vince contro El Generico in Last Man Standing Match. Il giorno dopo, batte anche Eddie Edwards. Nei tapings del 7 aprile, batte Kyle O'Reilly. A Unity del 28 aprile, perde insieme a Jimmy Jacobs un No DQ Tag Team Match contro BJ Whitmer e El Generico. Il giorno dopo, al Dayton Show, batte BJ Whitmer in singolo. A Border Wars conquista il ROH World Championship a danni di Davey Richards.A ROH Final Battle 2012 sconfigge la sua nemesi, El Generico, in un Ladder War match difendendo il ROH World Championship. Difende ancora una volta il titolo il 2 marzo 2013, all' 11th Annyversary Show contro Jay Lethal. A Supercard of Honor VII,però,perde il titolo contro Jay Briscoe.[2] Intanto è uno dei wrestler che contribuiscono alla creazione della S.C.U.M., stable che vuole il controllo dell'intera ROH.

La sera dopo aver perso il titolo la S.C.U.M. si ribella a Steen,e Corino annuncia che egli non sarà mai più rivisto in ROH.[3] Steen però torna in ROH il 4 maggio, turnando face e sostituendo Jay Lethal in un tag team match nel quale lui e Michael Elgin perdono contro i membri della S.C.U.M. Cliff Compton e Jimmy Jacobs a causa dell'abbandono di Elgin.[4] Steen continua la rivalità con la S.C.U.M., perdendo a Best In The World 2013 contro Matt Hardy in un No Disqualification match.[5] Steen è poi uno dei due sostituti dei Briscoe Brothers nello Steel Cage Warfare match contro la S.C.U.M., risultando decisivo per la vittoria del Team ROH nonostante le interferenze di Corino e Hardy, schienando Jimmy Jacobs e, come da stipulazione, la S.C.U.M. viene smantellata.[6][7] Il 3 agosto, Steen esordisce nel torneo per assegnare il ROH World Championship, reso vacante a causa dell'infortunio di Jay Briscoe (kayfabe, Briscoe ha in realtà lasciato la compagnia), battendo Brian Kendrick.[8] Il 17 agosto avanza alle semifinali battendo Roderick Strong,[9] ma il 20 settembre a Death Before Dishonor XI, Steen viene eliminato dal torneo da Michael Elgin.

Steen inizia poi una faida con Michael Bennett perdendo il primo match a Glory By Honor XII e vincendo il secondo a Final Battle 2013. L'8 febbraio 2014 batte Jay Lethal, Michael Elgin e Tommaso Ciampa guadagnandosi lo status di primo sfidante al ROH World Championship detenuto da Adam Cole. Il match fra i due si tiene a Toronto a Global Wars, ma Steen viene sconfitto da Cole che mantiene il titolo.

Il 17 maggio annuncia di voler lasciare la ROH. Il suo ultimo discorso nelle federazioni indipendenti si è tenuto a Montréal, alla fine dell'evento BattleWar 20 della Live Pro Wrestling.

WWE[modifica | modifica wikitesto]

NXT Championship (2014–2015)[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 agosto 2014 è stato annunciato che Kevin Steen aveva firmato un contratto con la WWE, venendo assegnato a NXT, territorio di sviluppo della WWE.[10] Ha scelto il ring name di Kevin Owens in onore di Owen Hart, il suo wrestler preferito. Nelle puntate di NXT del 20 e del 27 novembre sono andati in onda dei promo pre-registrati che hanno annunciato il suo debutto: in queste vignette veniva riconosciuto il fatto che avesse lottato per quattordici anni prima di arrivare alla WWE, avendo affrontato (e formato amicizie) con diversi wrestler sia della WWE che di NXT nel circuito indipendente anni prima, ma la WWE ha messo loro sotto contratto prima di lui; ora che anche lui era lì, Owens ha affermato che avrebbe affrontato tutti perché lottare era il modo migliore per prendersi cura della sua famiglia.

Owens ha fatto il suo debutto sconfiggendo CJ Parker l'11 dicembre a NXT TakeOver: R Evolution; durante il match Parker gli ha legittimamente rotto il naso, ma nonostante ciò è apparso alla fine dello show per congratularsi con Sami Zayn (l'ex El Generico) per aver vinto l'NXT Championship, salvo attaccarlo con una powerbomb sull'apron ring e stabilendosi come heel.[11] La settimana successiva ha lottato contro Adrian Neville in un match terminato in doppio countout e dopo un altro attacco di Owens su Zayn, quest'ultimo ha chiesto un match: Owens ha affermato che avrebbe lottato solo con il titolo in palio, venendo accontentato.[12] L'11 febbraio 2015 a NXT TakeOver: Rival Owens ha sconfitto Zayn e ha vinto l'NXT Championship dopo che l'arbitro ha interrotto il match quando aveva eseguito quattro pop-up powerbomb su Zayn, in stato confusionale (kayfabe).[13] Owens ha difeso con successo l'NXT Championship contro Finn Bálor nella puntata di NXT del 25 marzo, mentre a NXT TakeOver: Unstoppable la rivincita per il titolo di Owens contro Zayn è terminata in no contest dopo che Owens ha continuato a picchiare un infortunato Zayn, fino a quando Samoa Joe ha fatto il suo debutto a NXT e lo ha fermato.[14] Dopo settimane di tensione fra i due, Owens ha affrontato Joe nella puntata di NXT del 17 giugno, ma il match si è concluso in no contest e i due hanno continuato a lottare fino a che non sono stati divisi.

Nello speciale evento The Beast in the East trasmesso sul WWE Network il 4 luglio a Tokyo, in Giappone, Owens ha perso l'NXT Championship contro Finn Bálor, terminando il suo regno dopo 143 giorni.[15] Owens ha avuto la sua rivincita per il titolo in un ladder match contro Bàlor a NXT TakeOver: Brooklyn, ma non è riuscito a riconquistare il titolo.[16]

Intercontinental Championship (2015–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Owens ha fatto il suo debutto nel roster principale nella puntata di Raw del 18 maggio rispondendo alla "open challenge" di John Cena per lo United States Championship, per poi attaccarlo e colpirlo con la pop-up powerbomb, sancendo un match tra i due a Elimination Chamber,[17] dove Owens ha sconfitto Cena con uno schienamento pulito.[18] Una rivincita si è svolta a Money in the Bank, dove Cena ha vinto; al termine del match Owens ha eseguito su Cena una powerbomb sull'apron ring.[19] Ha poi sfidato Cena in un match per lo United States Championship a Battleground, dove Owens ha perso per sottomissione con la STF dopo essere sopravvissuto a una super Attitude Adjustment, ponendo fine alla loro faida.[20] Dopo la sconfitta contro Cena ha iniziato una faida con Cesaro che, secondo Owens, stava cercando di rubargli le luci della ribalta.[21] Owens ha sconfitto Cesaro a SummerSlam[22] e si è ripetuto in una rivincita nella puntata di Raw 31 agosto, approfittando di un infortunio.[23] Il 20 settembre a Night of Champions Owens ha sconfitto Ryback, vincendo il suo primo titolo singolo nel roster principale: l'Intercontinental Championship.[24] Il 3 ottobre Owens ha difeso con successo il titolo sconfiggendo Chris Jericho all'evento speciale dal Madison Square Garden,[25] mentre il 25 ottobre a Hell in a Cell ha difeso con successo il titolo in una rivincita contro Ryback.[26] Owens ha poi preso parte al torneo per il vacante WWE World Heavyweight Championship: tuttavia, dopo aver sconfitto Titus O'Neil[27] e Neville,[28] alle Survivor Series è stato sconfitto da Dean Ambrose nelle semifinali.[29] Owens ha perso il titolo contro lo stesso Ambrose il 13 dicembre a TLC: Tables, Ladders and Chairs, tramite roll-up.[30] Dopo non essere riuscito a riconquistare il titolo in due separate occasioni,[31][32] Owens ha affrontato Ambrose in un Last Man Standing match il 24 gennaio 2016 alla Royal Rumble per l'Intercontinental Championship, ma ne è uscito sconfitto.[33] Ha comunque preso parte con il numero 18 al Royal Rumble match per il WWE World Heavyweight Championship eliminando il debuttante AJ Styles, prima di essere a sua volta eliminato dal rivale Sami Zayn.[34][35] Owens ha vinto l'Intercontinental Championship per la seconda volta nella puntata di Raw del 15 febbraio in un match che includeva anche Dolph Ziggler, Stardust e Tyler Breeze.[36] Owens ha difeso con successo l'Intercontinental Championship contro Dolph Ziggler il 21 febbraio a Fastlane.[37]

Owens a WrestleMania 32 nel ladder match

A WrestleMania 32, Owens ha perso l'Intercontinental Championship a favore di Zack Ryder in un ladder match che ha incluso anche Sami Zayn, Dolph Ziggler, The Miz, Stardust e Sin Cara. Nella puntata di Raw successiva a WrestleMania, Owens ha affrontato AJ Styles, Chris Jericho e il rientrante Cesaro in un Fatal 4-way match per decretare il primo sfidante al WWE World Heavyweight Championship di Roman Reigns; tuttavia, Owens ha perso il match quando Styles ha schienato Jericho.[38] Owens ha riesumato la rivalità con Sami Zayn dopo averlo attaccato quella stessa sera a Raw.[38], ciò ha portato a un single match tra i due il 1º maggio a Payback, dove Owens ha sconfitto Zayn per schienamento.[39] A Extreme Rules del 22 maggio, Owens ha affrontato Zayn, Cesaro e il campione The Miz in un Fatal 4-way match per l'Intercontinental Championship, ma ha perso il match quando The Miz ha schienato Cesaro.[40] Nella puntata di Raw del 23 maggio ha sconfitto AJ Styles, qualificandosi al Money in the Bank Ladder match dell'omonimo pay-per-view. Il 19 giugno a Money in the Bank Owens ha partecipato all'omonimo Ladder match assieme a Cesaro, Chris Jericho, Sami Zayn, Alberto Del Rio e Dean Ambrose ma la valigetta è stata vinta da quest'ultimo.[41]

WWE Universal Championship (2016–2017)[modifica | modifica wikitesto]

Owens come WWE Universal Champion nel settembre 2016

Con la Draft Lottery avvenuta nella puntata di SmackDown del 19 luglio, Owens è stato trasferito nel roster di Raw. Il 24 luglio a Battleground Owens è stato sconfitto dal rivale Sami Zayn.[42] Nella puntata di Raw del 25 luglio ha preso parte ad un Fatal 4-Way match contro Cesaro, Finn Bálor e Rusev per determinare lo sfidante di Roman Reigns per quella stessa sera (il vincitore avrebbe affrontato Seth Rollins per l'assegnazione del nuovo WWE Universal Championship a SummerSlam), ma è stato Finn Bálor ad aggiudicarsi la vittoria.[43] A SummerSlam sconfigge, in coppia con Chris Jericho, Enzo Amore e Big Cass. La sera successiva a Raw Finn Bálor ha reso vacante il WWE Universal Championship per un grave infortunio vinto la sera prima e così è stato indetto un Fatal 4-Way Elimination match per riassegnare la cintura la successiva puntata di Raw del 28 agosto; Owens si è guadagnato il posto in questo incontro sconfiggendo Neville in un match di qualificazione. Il 29 agosto, a Raw, Owens ha vinto il WWE Universal Championship battendo Big Cass, Roman Reigns e Seth Rollins grazie all'aiuto di Triple H.[44] Nella puntata di Raw del 12 settembre ha sconfitto Roman Reigns per l intervento di Rusev, il quale, qualora avesse vinto, avrebbe trasformato il match tra Owens e Seth Rollins a Clash of Champions in un Triple Threat match per il WWE Universal Championship. Nella puntata di Raw del 19 settembre è stato sconfitto da Roman Reigns in uno Steel Cage match non titolato. Il 25 settembre a Clash of Champions Owens ha difeso con successo il WWE Universal Championship contro Seth Rollins, grazie all'aiuto di Chris Jericho.[45][46] Il 30 ottobre a Hell in a Cell Owens ha difeso con successo il WWE Universal Championship contro Seth Rollins per la seconda volta, sconfiggendolo in un Hell in a Cell match grazie anche all'intervento di Chris Jericho.[47] Il 20 novembre, a Survivor Series, Owens ha partecipato ad un 5-on-5 Traditional Survivor Series Elimination match come membro del Team Raw che è stato però sconfitto dal Team SmackDown, dove Owens è stato il terzo a venire eliminato per squalifica.[48] Nella puntata di Raw del 21 novembre Seth Rollins ha chiesto ed ottenuto un match titolato contro Kevin Owens per quella stessa serata da Mick Foley: tuttavia il loro No-disqualification match si è concluso con la vittoria di Owens (a seguito dell'ennesima interferenza di Chris Jericho), che ha così mantenuto il WWE Universal Championship.[49] Nella puntata di Raw del 28 novembre Owens ha concluso la sua alleanza con Chris Jericho e, quella stessa sera, è stato sconfitto da Roman Reigns in un match non titolato, permettendo all'avversario di ottenere un match titolato per Roadblock: End of the Line.[50][51] Nella puntata di Raw del 12 dicembre Jericho e Owens hanno avuto l'opportunità di conquistare il WWE Raw Tag Team Championship in un Triple Threat Tag Team match che comprendeva anche i campioni Big E e Xavier Woods del New Day e Roman Reigns e Seth Rollins ma non sono riusciti nell'impresa; Woods, infatti, ha schienato Jericho dopo che era stato colpito dal Pedigree di Rollins, mentre Big E ha tenuto fermo lo stesso Rollins, permettendo al New Day di vincere l'incontro e mantenere i titoli.[52] Il 18 dicembre a Roadblock: End of the Line Owens ha involontariamente causato la sconfitta di Chris Jericho durante il suo match contro Seth Rollins.[53] Più tardi, quella sera, Owens ha sconfitto Roman Reigns per squalifica a causa di Chris Jericho ma ha comunque mantenuto il titolo.[54] Nella puntata di Raw del 26 dicembre Owens ha provato a conquistare lo United States Championship affrontando Roman Reigns ma, nonostante l'interferenza di Chris Jericho, è stato sconfitto.[55] Nella puntata di Raw del 9 gennaio 2017 Owens ha partecipato ad un 2-on-1 Handicap match in coppia con Chris Jericho valevole per lo United States Championship di Roman Reigns dove Jericho è riuscito a schienare Reigns vincendo il match e il titolo.[56] Il 29 gennaio, alla Royal Rumble, Owens ha difeso con successo il WWE Universal Championship contro Roman Reigns grazie all'intervento di Braun Strowman, con Chris Jericho sospeso sul ring in una gabbia.[57] Nella puntata di Raw del 30 gennaio Owens è stato sconfitto da Braun Strowman per squalifica a causa dell'intervento di Roman Reigns ma ha comunque mantenuto il WWE Universal Championship.[58] Nella puntata di Raw del 13 febbraio Owens ha partecipato al "Festival dell'Amicizia" organizzato da Chris Jericho ma, dopo aver assistito sdegnato a delle manifestazioni d'affetto di Y2J, ha brutalmente attaccato l'amico, interrompendo definitivamente la loro collaborazione.[59] Nella puntata di Raw del 20 febbraio Owens ha sconfitto facilmente Sami Zayn grazie a Samoa Joe, il quale ha attaccato Zayn prima dell'incontro.[60] Il 5 marzo, a Fastlane, Owens è stato sconfitto da Goldberg in un match durato ventidue secondi e ha quindi perso il WWE Universal Championship dopo 188 giorni di regno.[61]

United States Championship (2017–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di Raw del 6 marzo Owens ha chiesto e ottenuto un match contro Chris Jericho per lo United States Championship a WrestleMania 33 e, quella stessa sera, ha sconfitto Sami Zayn.[62] Nella puntata di Raw del 13 marzo Owens e il suo nuovo alleato, Samoa Joe, sono stati sconfitti da Chris Jericho e Sami Zayn per squalifica.[63] Nella puntata di Raw del 27 marzo Owens è stato sconfitto da Sami Zayn in un No Disqualification match dove, qualora Zayn avesse perso, sarebbe stato licenziato.[64] Il 2 aprile, a WrestleMania 33, Owens ha sconfitto Chris Jericho conquistando lo United States Championship per la prima volta.[65] Nella puntata di Raw del 3 aprile Owens e Samoa Joe sono stati sconfitti da Seth Rollins e il rientrante Finn Bálor.[66] Nella puntata di Raw del 10 aprile Owens è stato sconfitto dall'Intercontinental Champion Dean Ambrose.[67]

Con lo Shake-up dell'11 aprile Owens è stato trasferito nel roster di SmackDown e con lui anche lo United States Championship.[68] Nella puntata di SmackDown del 18 aprile Owens ha sconfitto facilmente Gary Gandy, un jobber locale, in una "Face of America Open Challenge".[69] Il 30 aprile, a Payback, Owens ha perso lo United States Championship a favore di Chris Jericho (che è così passato a SmackDown) dopo 28 giorni di regno.[70] Tuttavia, nella puntata di SmackDown del 2 maggio, Owens ha sconfitto Chris Jericho riconquistando lo United States Championship per la seconda volta in carriera.[71] Nella puntata di SmackDown del 9 maggio Owens, Baron Corbin e Jinder Mahal hanno sconfitto AJ Styles, Randy Orton e Sami Zayn.[72] Il 21 maggio, a Backlash, Owens ha difeso con successo il titolo contro AJ Styles sconfiggendolo per count-out.[73] Nella puntata di SmackDown del 23 maggio Owens e Dolph Ziggler sono stati sconfitti da AJ Styles e Shinsuke Nakamura.[74] Nella puntata di SmackDown del 30 maggio Owens e Baron Corbin sono stati sconfitti da Sami Zayn e Shinsuke Nakamura.[75] Nella puntata di SmackDown del 6 giugno Owens è stato sconfitto da Shinsuke Nakamura in un match non titolato.[76] Nella puntata di SmackDown del 13 giugno Owens, Baron Corbin e Dolph Ziggler sono stati sconfitti da AJ Styles, Sami Zayn e Shinsuke Nakamura.[77] Il 18 giugno, a Money in the Bank, Owens ha partecipato all'omonimo Ladder match assieme a AJ Styles, Baron Corbin, Dolph Ziggler, Sami Zayn e Shinsuke Nakamura ma il match è stato vinto da Corbin.[78] Nella puntata di SmackDown del 20 giugno Owens ha difeso con successo il titolo contro Chad Gable in una "New Face of America Open Challenge".[79]

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Steen mentre esegue la Package Piledriver
Owens esegue la Cannonball su Seth Rollins
Kevin Owens esegue una Running senton su Sami Zayn
Steen mentre esegue un super rolling fireman's carry slam
Steen colpisce Adam Cole con un Superkick

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • Come Kevin Owens
    • "The (New) Face of America"
    • "The Headlock Master"
    • "K.O."
    • "The PrizeFighter"
  • Come Kevin Steen
    • "The Anti-Christ of Pro Wrestling"[101]
    • "Mr. Wrestling"[101]
    • "Wrestling's Worst Nightmare"[101]
    • ''Headlock Master''

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Kevin Steen con il ROH World Championship, titolo che ha detenuto una volta con 328 giorni di regno
Kevin Owens con l'NXT Championship, titolo che ha detenuto una volta con 143 giorni di regno
Kevin Owens con il WWE Universal Championship, titolo che ha detenuto una volta con 188 giorni di regno, il quale è il più lungo nella storia del titolo
  • All American Wrestling
    • AAW Heavyweight Championship (1)
  • Capital City Championship Combat
    • C*4 Championship (1)
    • C*4 Tag Team Championship (1) – con Mike Bailey
  • Combat Revolution Wrestling
    • CRW Tag Team Championship (1) – con Pat Skillz
  • Elite Wrestling Revolution
    • EWR Heavyweight Championship (2)
    • Elite 8 Tournament (2005)
  • International Wrestling Syndicate
    • IWS Canadian Championship (1)
    • IWS World Heavyweight Championship (3)
  • North Shore Pro Wrestling
    • NSPW Championship (1)
  • SoCal Uncensored
    • Wrestler of the Year (2005)

Risultati nella Lucha de Apuestas[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: terminologia del wrestling § Lucha de Apuestas.

Record: 0-1

Vincitore (posta in palio) Sconfitto (posta in palio) Località Evento Data Note Fonti
El Generico (maschera) Kevin Steen (contratto) New York Final Battle 18 dicembre 2010 [103]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Kevin Owens, su WWE.com, WWE. URL consultato il 23 agosto 2015.
  2. ^ Sean Radican, Radican's ROH "Supercard of Honor VII" iPPV blog 4/5 - Steen defends vs. Jay Briscoe, ROH vs. S.C.U.M. Ten Man Tag, su Pro Wrestling Torch, 5 aprile 2013. URL consultato il 6 aprile 2013.
  3. ^ Sean Radican, Radican's ROH "Supercard of Honor VII" iPPV blog 4/5 - Steen defends vs. Jay Briscoe, ROH vs. S.C.U.M. Ten Man Tag, su Pro Wrestling Torch, 5 aprile 2013. URL consultato il 6 aprile 2013.
  4. ^ Jason Namako, 5/4 ROH Border Wars iPPV Results: Toronto, Canada (Briscoe vs. Cole), su WrestleView, 5 maggio 2013. URL consultato il 5 maggio 2013.
  5. ^ James Caldwell, Show results - 6/22 ROH BITW iPPV in Baltimore, Md.: Briscoe vs. Briscoe for ROH Title, Hardy tops Steen in No DQ match, more, su Pro Wrestling Torch, 23 giugno 2013. URL consultato il 23 giugno 2013.
  6. ^ James Caldwell, ROH Spoilers - 6/23 ROH TV tapings in Baltimore, Md.: Results from ROH Title match & Steel Cage Warfare, su Pro Wrestling Torch, 23 giugno 2013. URL consultato il 24 giugno 2013.
  7. ^ William Barnes, SCUM VS. ROH climaxes:second ROH on Sinclair TV spoiler report from yesterday, su Pro Wrestling Insider, 24 giugno 2013. URL consultato il 25 giugno 2013.
  8. ^ Chris Gee Schoon Tong, Show results - 8/3 ROH in Toronto, Canada: New Tag Champions, Whitmer injured, Title Tourney results, su Pro Wrestling Torch, 4 agosto 2013. URL consultato il 4 agosto 2013.
  9. ^ James Caldwell, Show results - 8/17 ROH in New York City: New ROH tag champions, ROH Title tournament continues, Homicide returns with a friend, more, su Pro Wrestling Torch, 18 agosto 2013. URL consultato il 18 agosto 2013.
  10. ^ (EN) Kevin Steen officially signs with WWE, Pro Wrestling Torch, 12 agosto 2014. URL consultato il 27 settembre 2015.
  11. ^ (EN) NXT TAKEOVER "R-EVOLUTION" REPORT 12/11: Zayn completes two-year quest, Owens debuts, more; Overall Reax, Pro Wrestling Torch, 21 dicembre 2014. URL consultato il 27 settembre 2015.
  12. ^ (EN) NXT: Tournament and contract signing heat up, SLAM! Sports, 29 gennaio 2015. URL consultato il 27 settembre 2015.
  13. ^ (EN) Pro Wrestling Torch, NXT TAKEOVER REPORT 2/11: Zayn vs. Owens NXT Title match, pwtorch.com, 11 febbraio 2015. URL consultato il 27 settembre 2015.
  14. ^ (EN) WWE NXT TAKEOVER UNSTOPPABLE REPORT: BANKS VS. LYNCH, OWENS VS. ZAYN, A NEW DEBUT, WHO IS THE NUMBER ONE CONTENDER, AND MORE, su PWInsider, 20 maggio 2015. URL consultato il 21 maggio 2015.
  15. ^ (EN) James Caldwell, CALDWELL'S WWE NETWORK SPECIAL REPORT 7/4: Complete "virtual-time" coverage of "Beast in the East" - Lesnar's in-ring return, Owens vs. Balor for NXT Title, more, su PWTorch, 4 luglio 2015. URL consultato il 4 luglio 2015.
  16. ^ (EN) Emerson, WWE NXT TakeOver live results & main card: Finn Balor vs. Kevin Owens, Sasha Banks vs. Bayley, Samoa Joe, Jushin "Thunder" Liger, su Wrestling Observer Newsletter, 22 agosto 2015. URL consultato il 23 agosto 2015.
  17. ^ (EN) John Laboon, John Cena vs. Kevin Owens, WWE. URL consultato il 19 maggio 2015.
  18. ^ (EN) Bobby Melock, NXT Champion Kevin Owens def. United States Champion John Cena (Champion vs. Champion Match: Non-Title), WWE. URL consultato il 31 maggio 2015.
  19. ^ (EN) James Caldwell, CALDWELL'S WWE MITB PPV RESULTS 6/14: Complete "virtual-time" coverage of Dusty Rhodes 10-bell salute, WWE Title match, MITB match, Cena vs. Owens II, more, su Pro Wrestling Torch, 14 giugno 2015. URL consultato il 15 giugno 2015.
  20. ^ (EN) James Wortman, United States Champion John Cena def. Kevin Owens, WWE. URL consultato il 19 luglio 2015.
  21. ^ (EN) Kevin Owens issues a warning to Cesaro: July 29, 2015, su YouTube. URL consultato il 29 luglio 2015.
  22. ^ James Caldwell, CALDWELL'S SUMMERSLAM REPORT 8/23: Ongoing "virtual-time" coverage of Lesnar vs. Taker, Title vs. Title, more big matches, su Pro Wrestling Torch, 23 agosto 2015. URL consultato il 28 agosto 2015.
  23. ^ (EN) Anthony Benigno, Kevin Owens def. Cesaro, Pro Wrestling Torch, 20 settembre 2015. URL consultato il 27 settembre 2015.
  24. ^ (EN) Wade Keller, Keller's WWE Night of Champions PPV Report 9/20, Pro Wrestling Torch, 20 settembre 2015. URL consultato il 27 settembre 2015.
  25. ^ (EN) Intercontinental Champion Kevin Owens def. Chris Jericho, WWE, 3 ottobre 2015. URL consultato il 6 ottobre 2015.
  26. ^ (EN) Intercontinental Champion Kevin Owens def. Ryback, WWE, 25 ottobre 2015. URL consultato il 25 ottobre 2015.
  27. ^ (EN) Mike Tedesco, WWE RAW Results - 11/9/15 (WWE Title Tournament starts), su wrestleview.com, 9 novembre 2015. URL consultato il 27 novembre 2015.
  28. ^ (EN) Mike Tedesco, WWE RAW Results - 11/16/15 (Final Survivor Series hype), su wrestleview.com, 17 novembre 2015. URL consultato il 27 novembre 2015.
  29. ^ (EN) Bobby Melok, Dean Ambrose def. Kevin Owens (WWE World Heavyweight Championship Tournament Semifinals), WWE, 22 novembre 2015. URL consultato il 27 novembre 2015.
  30. ^ (EN) James Caldwell, 12/13 WWE TLC PPV RESULTS – Caldwell’s Complete Real-Time Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 13 dicembre 2015. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  31. ^ (EN) Scott Taylor, Intercontinental Champion Dean Ambrose def. Dolph Ziggler and Kevin Owens in a Triple Threat Match, su wwe.com, WWE, 22 dicembre 2015. URL consultato il 22 dicembre 2015.
  32. ^ (EN) Scott Taylor, Intercontinental Champion Dean Ambrose vs. Kevin Owens ended in a Double Count-out, su wwe.com, WWE, 7 gennaio 2016. URL consultato il 7 gennaio 2016.
  33. ^ (EN) Scott Taylor, Intercontinental Champion Dean Ambrose def. Kevin Owens (Last Man Standing Match), su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  34. ^ (EN) Ryan Murphy, Triple H won the 2016 Royal Rumble Match for the WWE World Heavyweight Championship, su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  35. ^ (EN) Ryan Murphy, Rumble Match Statistics, su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato il 24 gennaio 2016.
  36. ^ (EN) Anthony Benigno, http://www.wwe.com/shows/raw/2016-02-15/article/kevin-owens-def-dean-ambrose-dolph-ziggler-stardust-and-tyler-breeze, su wwe.com, WWE, 15 febbraio 2016. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  37. ^ (EN) Kevin Powers, Intercontinental Champion Kevin Owens def. Dolph Ziggler, su wwe.com, WWE, 21 febbraio 2016. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  38. ^ a b (EN) James Caldwell, 4/4 WWE Raw Results – CALDWELL'S Complete Report on post-WM32, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 4 aprile 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  39. ^ (EN) James Caldwell, 5/1 WWE Payback Results – CALDWELL'S Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 1º maggio 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  40. ^ (EN) Matthews Artur, Intercontinental Champion The Miz won a Fatal 4-Way Match, su wwe.com, WWE, 22 maggio 2016. URL consultato il 10 maggio 2016.
  41. ^ (EN) James Caldwell, 6/19 WWE MITB PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  42. ^ Scott Taylor, Sami Zayn def. Kevin Owens, WWE. URL consultato il 24 luglio 2016.
  43. ^ (EN) Raw: July 25, 2016, su wwe.com, WWE, 25 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  44. ^ (EN) Anthony Benigno, Kevin Owens def. Seth Rollins, Roman Reigns and Big Cass to become the new WWE Universal Champion, su wwe.com, WWE, 29 agosto 2016. URL consultato il 31 agosto 2016.
  45. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Universal Champion Kevin Owens def. Seth Rollins, su wwe.com, WWE, 25 settembre 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  46. ^ (EN) Dave Meltzer, WWE Clash of Champions live results: Kevin Owens vs. Seth Rollins, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 25 settembre 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  47. ^ Jason Powell, Powell’s WWE Hell in a Cell 2016 live review: Sasha Banks vs. Charlotte for the WWE Women’s Championship, Kevin Owens vs. Seth Rollins for the WWE Universal Championship, Roman Reigns vs. Rusev for the U.S. Championship, su Pro Wreslting Dot Net. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  48. ^ (EN) Team Raw def. Team SmackDown LIVE in a 5-on-5 Traditional Survivor Series Men's Elimination match, WWE, 20 novembre 2016. URL consultato il 21 novembre 2016.
  49. ^ (EN) WWE Universal Champion Kevin Owens def. Seth Rollins in a No Disqualification Match, WWE, 20 novembre 2016. URL consultato il 21 novembre 2016.
  50. ^ Wade Keller, KELLER’S WWE RAW REPORT 11/28: Live coverage – Charlotte defends against Sasha Banks, New Day defends against Anderson & Gallows, su Pro Wrestling Torch, 28 novembre 2016. URL consultato il 28 novembre 2016.
  51. ^ Anthony Benigno, WWE Universal Champion Kevin Owens vs. U.S. Champion Roman Reigns, su WWE. URL consultato il 28 novembre 2016.
  52. ^ Anthony Benigno, Raw Tag Team Champions The New Day def. Jeri-KO and Seth Rollins & U.S. Champion Roman Reigns, su WWE, 12 dicembre 2016. URL consultato il 12 dicembre 2016.
  53. ^ Michael Burdick, Seth Rollins def. Chris Jericho, su WWE, 18 dicembre 2016. URL consultato il 18 dicembre 2016.
  54. ^ Michael Burdick, WWE Universal Champion Kevin Owens def. Roman Reigns by Disqualification, su WWE, 18 dicembre 2016. URL consultato il 18 dicembre 2016.
  55. ^ Anthony Benigno, U.S. Champion Roman Reigns def. WWE Universal Champion Kevin Owens, su WWE, 26 dicembre 2016. URL consultato il 26 dicembre 2016.
  56. ^ Anthony Benigno, Jeri-KO def. Roman Reigns to make Chris Jericho the new United States Champion, su WWE. URL consultato il 9 gennaio 2017.
  57. ^ Scott Taylor, WWE Universal Champion Kevin Owens def. Roman Reigns (No Disqualification Match, with Chris Jericho suspended above the ring in a shark cage), su WWE, 29 gennaio 2017. URL consultato il 29 gennaio 2017.
  58. ^ Anthony Benigno, Braun Strowman def. WWE Universal Champion Kevin Owens via Disqualification, su WWE, 30 gennaio 2017. URL consultato il 30 gennaio 2017.
  59. ^ Anthony Benigno, The Festival of Friendship descended into chaos, su WWE, 13 febbraio 2017. URL consultato il 13 febbraio 2017.
  60. ^ Anthony Benigno, WWE Universal Champion Kevin Owens def. Sami Zayn, su WWE, 13 febbraio 2017. URL consultato il 13 febbraio 2017.
  61. ^ Anthony Benigno, Goldberg def. Kevin Owens to win the Universal Championship, su WWE. URL consultato il 5 marzo 2017.
  62. ^ Anthony Benigno, Kevin Owens def. Sami Zayn, su WWE, 6 marzo 2017. URL consultato il 6 marzo 2017.
  63. ^ Anthony Benigno, U.S. Champion Chris Jericho & Sami Zayn def. Kevin Owens & Samoa Joe via Disqualification, su WWE. URL consultato il 13 marzo 2017.
  64. ^ Anthony Benigno, Sami Zayn def. Kevin Owens to earn his way into the Andre the Giant Memorial Battle Royal, su WWE, 27 marzo 2017. URL consultato il 27 marzo 2017.
  65. ^ John Clapp, Kevin Owens def. United States Champion Chris Jericho, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.
  66. ^ Anthony Benigno, Seth Rollins & Finn Bálor def. Kevin Owens & Samoa Joe, su WWE. URL consultato il 3 aprile 2017.
  67. ^ (EN) Intercontinental Champion Dean Ambrose def. U.S. Champion Kevin Owens, WWE, 10 aprile 2017. URL consultato il 10 aprile 2017.
  68. ^ (EN) WWE Superstar Shake-up 2017 results: Full roster changes for Raw and SmackDown LIVE, WWE, 11 aprile 2017. URL consultato l'11 aprile 2017.
  69. ^ (EN) Kevin Owens def. Gary Gandy in a Face of America Open Challenge, WWE, 18 aprile 2017. URL consultato il 18 aprile 2017.
  70. ^ James Wortman, Chris Jericho def. United States Champion Kevin Owens, su WWE. URL consultato il 30 aprile 2017.
  71. ^ Ryan Pappolla, Kevin Owens def. Chris Jericho to win United States Championship, su WWE. URL consultato il 2 maggio 2017.
  72. ^ Ryan Pappolla, Jinder Mahal, Kevin Owens and Baron Corbin def. Randy Orton, AJ Styles and Sami Zayn, su WWE. URL consultato il 9 maggio 2017.
  73. ^ Anthony Benigno, United States Champion Kevin Owens def. AJ Styles via count-out, su WWE, 21 maggio 2017. URL consultato il 21 maggio 2017.
  74. ^ Ryan Pappolla, AJ Styles & Shinsuke Nakamura def. Kevin Owens & Dolph Ziggler, su WWE. URL consultato il 23 maggio 2017.
  75. ^ Ryan Pappolla, Shinsuke Nakamura & Sami Zayn def. Kevin Owens & Baron Corbin, su WWE. URL consultato il 30 maggio 2017.
  76. ^ Ryan Pappolla, Shinsuke Nakamura def. Kevin Owens, su WWE. URL consultato il 6 giugno 2017.
  77. ^ Ryan Pappolla, Shinsuke Nakamura, AJ Styles and Sami Zayn def. Kevin Owens, Dolph Ziggler and Baron Corbin, su WWE. URL consultato il 13 giugno 2017.
  78. ^ Anthony Benigno, Baron Corbin wins the 2017 Money in the Bank contract, su WWE, 18 giugno 2017. URL consultato il 18 giugno 2017.
  79. ^ Ryan Pappolla, United States Champion Kevin Owens def. Chad Gable in the New Face of America Open Challenge, su WWE. URL consultato il 20 giugno 2017.
  80. ^ Kevin Owens, WWE.
  81. ^ Justin James, JAMES'S WWE NXT REPORT 12/18 - WEEK 131: Takeover fall-out, including Neville vs. Owens, Zayn's title win, more; Overall Reax, PWTorch, 18 dicembre 2015. URL consultato il 6 novembre 2015.
  82. ^ Adam Martin, ROH on HDNet Recap – 2/15/10, WrestleView, 12 febbraio 2010. URL consultato il 19 febbraio 2010.
  83. ^ Mike Metzger, Metzger's ROH TV results 5/25: Maintenance show post-NYC includes Kevin Steen main event, TV Title match, more, Pro Wrestling Torch, 26 maggio 2014. URL consultato il 30 agosto 2014.
  84. ^ Jason Namako, Jason Namako recaps PWG Is your Body Ready?, WrestleView, 8 agosto 2013. URL consultato il 10 maggio 2014.
  85. ^ Jason Namako, ROH on Sinclair Results – 2/11/12, WrestleView, 13 febbraio 2012. URL consultato il 22 febbraio 2012.
  86. ^ Jason Namako, ROH on Sinclair Results – 2/18/12, WrestleView, 20 febbraio 2012. URL consultato il 22 febbraio 2012.
  87. ^ Jason Namako, ROH on Sinclair Results – 3/10/12, WrestleView, 12 marzo 2012. URL consultato il 16 marzo 2012.
  88. ^ Kevin Steen, Wrestlingdata.com. URL consultato il 22 febbraio 2014.
  89. ^ Jason Namako, ROH Glory by Honor XI Results – 10/13/12, WrestleView, 13 ottobre 2012. URL consultato il 13 ottobre 2012.
  90. ^ Kevin Steen, Ring of Honor. URL consultato il 27 dicembre 2011.
  91. ^ Kevin Steen, Online World of Wrestling. URL consultato il 23 ottobre 2010.
  92. ^ a b c Kevin Owens, Wrestlingdata.com.
  93. ^ a b c Kevin Owens, Online World of Wrestling.
  94. ^ a b c Kevin Owens, Online World of Wrestling.
  95. ^ a b c d Kevin Owens, Wrestlingdata.com.
  96. ^ JP Nichols, The Independent Insight: CZW "Best of the Best V" 5.14.05, 411Mania, 24 gennaio 2007. URL consultato il 30 novembre 2009.
  97. ^ Brad Garoon, BG Says: PWG Beyond the Thunderdome, 411Mania, 24 gennaio 2008. URL consultato il 30 novembre 2009.
  98. ^ Dave Musgrave, ROH TV report – ROH title tournament matches, Wrestling Observer Newsletter, 22 settembre 2013. URL consultato il 19 aprile 2014.
  99. ^ Mike Metzger, Metzger's ROH TV results 4/19: Steen vs. Elgin for an IWGP Title shot, The Decade six-man tag from Mania Weekend, Pro Wrestling Torch, 20 aprile 2014. URL consultato il 19 aprile 2014.
  100. ^ Kevin Owens, Cagematch.net.
  101. ^ a b c Kevin Steen, Ring of Honor, 11 dicembre 2011. URL consultato il 27 settembre 2015.
  102. ^ a b c d e f Kevin Owens, Cagematch.net.
  103. ^ James Caldwell, Caldwell's Ring of Honor PPV report 12/18: Ongoing "virtual time" coverage of "Final Battle 2010" – Strong vs. Richards, Generico vs. Steen, Pro Wrestling Torch, 18 dicembre 2010. URL consultato il 18 dicembre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Profile, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il su OOW.com.