Night of Champions (2014)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Night of Champions (2014)
Tagline Rematch. Resolve. Redemption.
Colonna sonora Night of Gold dei CFO$
Big Epic Night di Jim Johnston
Prodotto da WWE
Sponsor Diet Mountain Dew
Data 21 settembre 2014
Sede Bridgestone Arena
Città Nashville, Tennessee
Spettatori 11.000
Cronologia pay-per-view
SummerSlam (2014) Night of Champions (2014) Hell in a Cell (2014)
Progetto Wrestling

Night of Champions (2014) è stata l'ottava edizione dell'omonimo evento in pay-per-view prodotto annualmente dalla WWE. L'evento si è svolto il 21 settembre 2014 alla Bridgestone Arena di Nashville (Tennessee).

Evento[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la schiacciante sconfitta subìta per mano di Brock Lesnar a SummerSlam per il WWE World Heavyweight Championship, nella successiva puntata di Main Event del 19 agosto il COO Triple H ha annunciato che John Cena si è appellato alla sua rematch clause e che quindi lui e The Beast si affronteranno di nuovo per il titolo a Night of Champions.

Il 18 agosto, a Raw, Dolph Ziggler, nuovo Intercontinental Champion dopo SummerSlam, è stato sconfitto per count-out dall'ex campione The Miz; il 2 settembre, a Main Event, viene ufficializzato il match tra i due a Night of Champions.

Il 25 agosto, a Raw, Cesaro sconfigge Rob Van Dam e diventa il number one contender allo United States Championship di Sheamus per l'evento.

Il primo settembre, a Raw, Stephanie McMahon promette a Nikki Bella un match per il titolo femminile, ma le due vengono interrotte da AJ, uscita sconfitta dal match contro Paige a SummerSlam, che pretende la sua rivincita; il 5 settembre la figlia di Vince McMahon ufficializza allora il Triple Threat match per il Divas Championship.

Il 18 agosto, a Raw, Mark Henry ha attaccato Rusev; due settimane dopo, il World Strongest Man e The Big Show hanno battuto per squalifica la Wyatt Family (Luke Harper e Erick Rowan) dopo l'intervento del patriota russo ai danni di Henry. Il 5 settembre, a SmackDown, Henry ha sfidato Rusev in un match a Night of Champions e la manager di quest'ultimo Lana ha accettato.

Sempre il 18 agosto, i campioni tag team The Usos sono stati sconfitti in un match in cui il titolo non era in palio da Goldust e Stardust; la settimana successiva la situazione si è ripetuta, con la vittoria per count-out dei due fratelli Rhodes che successivamente hanno infierito sugli avversari. Il 29 agosto, a SmackDown, l'attacco si è ripetuto dopo la vittoria di Jey Uso su Stardust nonché il 1º settembre a Raw dopo la vittoria di Goldust su Jimmy Uso; in questa occasione Jey ha riportato un infortunio alla gamba.

Il 1º settembre, a Raw, Chris Jericho, durante il suo show "The Highlight Reel", ha insultato Randy Orton, che in risposta, la settimana successiva, ha attaccato Y2J in infermeria, dove si era recato dopo aver perso uno Steel Cage match contro Bray Wyatt. Il 9 settembre è stato annunciato un match tra Jericho e Orton per Night of Champions.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Incontri Stipulazioni Durata
1 Goldust e Stardust hanno sconfitto The Usos (Jey uso e Jimmy Uso) Tag Team match per il WWE Tag Team Championship 12:49
2 Sheamus (c) ha sconfitto Cesaro Single match per il WWE United States Championship 13:06
3 The Miz (con Damien Mizdow) ha sconfitto Dolph Ziggler (c) (con R-Ziggler) Single match per il WWE Intercontinental Championship 09:22
4 Seth Rollins ha sconfitto Roman Reigns per forfait Single match
5 Rusev (con Lana) ha sconfitto Mark Henry per sottomissione Single match 09:01
6 Randy Orton ha sconfitto Chris Jericho Single match 16:21
7 AJ Lee ha sconfitto Nikki Bella e Paige (c) Triple Threat match per il WWE Divas Championship 07:42
8 John Cena ha sconfitto Brock Lesnar (c) (con Paul Heyman) per squalifica Single match per il WWE World Heavyweight Championship 14:10

Variazioni rispetto alla card originaria[modifica | modifica wikitesto]

Per questo pay-per-view era inizialmente previsto un Single match tra Roman Reigns e Seth Rollins; tuttavia a causa di un'operazione all'ernia del disco Reigns non ha potuto prendere parte all'evento e Rollins è stato dunque dichiarato vincitore per forfait.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling