Santino Marella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Anthony Carelli)
Santino Marella
Marella nell'aprile 2014.
Marella nell'aprile 2014.
Nome Anthony Carelli
Ring name Boris Alexiev
Johnny Geo Basco
Geo Basco
Santino Marella
Nazionalità Canada Canada
Nascita Mississauga
14 marzo 1974
Altezza dichiarata 183 cm
Peso dichiarato 106 kg
Allenatore Ohio Valley Wrestling
Debutto 17 agosto 2003
Ritiro 6 luglio 2014
Progetto Wrestling

Anthony Carelli, meglio conosciuto con il ring name Santino Marella (Mississauga, 14 marzo 1974), è un ex wrestler canadese di origini italiane.

È stato due volte Intercontinental Champion, una volta WWE Tag Team Champion e una volta United States Champion.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Jūdō e arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Carelli ha praticato Jūdō sin dall'adolescenza, vincendo diversi tornei. Ha anche combattuto nel circuito delle arti marziali miste in Giappone per diversi anni, prima di firmare un contratto di sviluppo con la WWE nel 2004 e 2006.

World Wrestling Entertainment/WWE[modifica | modifica wikitesto]

Ohio Valley Wrestling (2005–2007)[modifica | modifica wikitesto]

Carelli firma un contratto con la WWE nel 2004.

Il sostituto di Cornette come booker della OVW fu Paul Heyman. Heyman diede a Carelli una nuova gimmick, quella di Boris Alexiev, uno shootfighter russo. Il debutto del wrestler con la nuova identità, avvenne il 15 aprile 2006, accompagnato dal manager Mr. Strongko. Iniziò a dare enfasi al suo stile di lotta utilizzando colpi stiff e specializzandosi nelle mosse di sottomissione.[1][2]

Carelli firmò un contratto di sviluppo con la WWE l'11 agosto 2006. Il 24 gennaio 2007 vinse l'OVW Television Championship sconfiggendo Mike Kruel e Shawn Osbourne. Kruel riconquistò il titolo il 7 febbraio 2007, per poi perderlo nuovamente contro Carelli il 14 marzo 2007. Il secondo regno da campione di Carelli terminò il 17 marzo 2007, quando perse un match contro Shawn Spears.[3]

Intercontinental Champion e storyline con Maria (2007–2008)[modifica | modifica wikitesto]

Santino insieme a Maria.

Carrelli debuttò nella WWE come face con il nome di Santino Marella, con la gimmick dell'italiano divertente e orgoglioso della sua patria, il 16 aprile 2007, nel corso della puntata Raw svoltasi a Milano. Nell'occasione, Carelli fu scelto "a caso" tra il pubblico da Vince McMahon per sfidare Umaga in un No Holds Barred Match; grazie all'aiuto di Bobby Lashley, Marella riuscì a sconfiggere Umaga e a conquistare il WWE Intercontinental Championship. Marella difese per la prima volta il suo titolo nella puntata Raw di lunedì 7 maggio 2007, battendo Chris Masters. Marella e Masters ebbero un breve feud che terminò bruscamente quando Masters fu spostato nel roster di SmackDown durante il draft 2007. Venne così inserito nel roster del Raw, e, durante questo periodo continuò ad interpretare la parte del fan e non del lottatore professionista, mostrandosi quasi sempre inferiore all'avversario e vincendo i suoi match, fortunosamente o tramite roll up. [4] Il 24 giugno a Vengeance 2007 Marella sconfisse Umaga, difendendo con successo il titolo intercontinentale, seppur tramite squalifica dell'avversario. Nel corso della puntata RAW del 2 luglio 2007, Marella mise nuovamente in palio il titolo contro Umaga, il quale vinse il match divenendo per la seconda volta campione intercontinentale. In seguito iniziò una relazione kayfabe, con la diva RAW, Maria. Durante un incontro della ragazza, Marella interferì per aiutarla a vincere. La settimana successiva, a causa di una distrazione, non riuscì ad impedire la sconfitta della sua protetta, avvenuta comunque in modo scorretto. Subito dopo, si lanciò in una filippica [5] contro l'arbitro, accusandolo di non essere stato abbastanza attento sul finire del match. Fu l'inizio del suo turn heel, che proseguì nelle settimane successive, con un Marella divenuto possessivo nei confronti di Maria. Iniziò una sorta di rivalità con Ron Simmons, ma a causa di un infortunio del lottatore italiano il feud venne portato avanti solo sotto forma di segmenti in stampo umoristico.

Il 3 settembre 2007, durante la puntata RAW, Marella accompagnò Maria sul ring, ma venne attaccato da The Sandman dopo aver insultato il pubblico e lo stesso lottatore. Ciò segnò l'inizio di un feud che durò soltanto due settimane, interrotto in seguito al licenziamento di Sandman. Santino iniziò quindi un nuovo feud contro Stone Cold Steve Austin, portato avanti denigrando a più riprese il film, The Condemned, di cui Austin è protagonista. I due si confrontarono quindi in un episodio Raw. Dopo aver sconfitto Val Venis diede quindi vita ad un breve feud con Jerry Lawler per poi allearsi con Carlito, assieme al quale iniziò a lottare nei tag team, con una certa regolarità.

Fu anche coinvolto in una storyline centrata sull'intenzione della sua fidanzata "keyfabe", Maria, di posare per la rivista Playboy. Geloso, dopo varie settimane i due si lasciarono, entrando in collisione e perfino affrontandosi in due occasioni. Partecipò a WrestleMania 24 accompagnando Beth Phoenix & Melina che affrontavano Maria e Ashley Massaro. Archiviato il feud con Maria, dopo qualche vittoria su altri Tag Team insieme a Carlito, i due ottennero un match valido per il Tag Team Championship contro i campioni Hardcore Holly e Cody Rhodes, non riuscendo però nell'impresa. Santino diede quindi inizio ad una faida con "Rowdy" Roddy Piper, il quale intervenne nel match per il titolo di coppia costando la sconfitta a Marella e Carlito. Continuò ad affrontare Roddy Piper, arrivando a combatterlo anche al Jimmy Kimmel Live!. La settimana dopo, a SmackDown!, affrontò Cousin Sal, che lo sconfisse con un rollup grazie all'aiuto di Piper e Jimmy Kimmel.

Glamarella (2008–2009)[modifica | modifica wikitesto]

Santino e Beth Phoenix, i "Glamarella".

Intraprende poi una nuova relazione con Beth Phoenix nata in un modo molto bizzarro, infatti Beth in una puntata del Raw sfidò e sconfisse Santino in un match, la settimana successiva dopo che Marella perse contro D'Lo Brown, Beth salì sul ring e i due si scambiarono un bacio che lasciò entrambi perplessi. Nelle settimane successive i due continuarono ad alternare siparietti dove traspariva che era in realtà Beth a "portare i pantaloni", e match in cui aiutava Marella a vincere. Santino diede il nome alla coppia, Glamarella, facendo il verso alla famosissima coppia , Brangelina.

Santino ha riconquistato l'Intercontinental Championship sconfiggendo il campione Kofi Kingston in un Intergender tag team il 17 agosto 2008 nel corso del SummerSlam 2008; nell'occasione ha lottato a fianco di Beth Phoenix, che a sua volta ha vinto il Women's Championship ai danni di Mickie James. Ha difeso il titolo due settimane dopo contro lo stesso Kingston vincendo grazie all'aiuto di Beth.

Nelle settimane successive al Raw ha dichiarato di voler battere il record di Honky Tonk Man, campione Intercontinentale per 64 settimane. Marella ha quindi creato l'Honk A Meter che di settimana in settimana veniva aggiornato con il tempo che lo separava dal battere il record di campione Intercontinentale più longevo della storia della WWE. Nella puntata Raw del 25 agosto batte Kofi Kingston. Nelle settimane seguenti ha poi battuto D-Lo Brown, Snitsky, Deuce e Jamie Noble in un match di coppia con Beth. Durante l'edizione Raw del 6 ottobre venne annunciato che a Cyber Sunday il pubblico americano doveva scegliere l'avversario contro il quale Marella avrebbe difeso il suo titolo tra The Honky Tonk Man, Rowdy Roddy Piper e Goldust, tre vecchie glorie che hanno conquistato l'Intercontinental Championship in passato. Al Cyber Sunday ha mantenuto il titolo pur perdendo il match per squalifica contro Honky Tonk Man, scelto dai fans per disputare il match.

Durante il tour WWE in Italia, Santino ha tenuto un discorso in un italiano un po' stentato salutando il suo pubblico e annunciando, per finta, di voler trovare una moglie italiana, perché la sua attuale fidanzata "keyfabe", Beth Phoenix, non sa neanche cucinare.

Santina Marella (2009–2010)[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso dell'edizione del Raw del 10 novembre 2008 svoltasi in Inghilterra Santino ha perso il titolo contro l'inglese William Regal in meno di un minuto. Nell'ultimo periodo del 2008 ha intrapreso una faida con Goldust, proseguita più sul lato comedy.

Santino inoltre detiene, dal 26 gennaio 2009, il record di minor permanenza in una Royal Rumble con la durata di un secondo e nove centesimi, eliminato da Kane. Non è riuscito a qualificarsi per il Money In The Bank a Wrestlemania XXV essendo stato sconfitto da Mark Henry in un match di qualificazione.

In alcuni episodi Raw è stato assalito dalle Divas mentre si trovava al fianco di Beth Phoenix. Santino, quindi ha dichiarato di voler far parte della 25 Divas Battle Royal a WrestleMania XXV per prendersi la sua rivincita e diventare Miss WrestleMania.

Per dimostrare di poter parteciparvi ha lottato con una mano legata dietro la schiena contro Mickie James e la settimana successiva si è esibito con un mankini (versione maschile del bikini) dinanzi a tutte le Divas della WWE. A WrestleMania Santino Marella eliminando per ultime Beth Phoenix e Melina ha vinto la 25 Divas Battle Royal sotto le mentite spoglie di sua sorella gemella Santina ed ha quindi conquistato il titolo di Miss WrestleMania 2009. La sera successiva a Raw sempre travestito da Santina ha sconfitto Beth Phoenix. Santino ha poi iniziato un feud con The Great Khali che ha dichiarato di voler baciare Santina nella sua kiss cam, Beth Phoenix dopo essere stata sconfitta da Santina per vendicarsi ha organizzato il tutto per Backlash, dove dopo aver sfidato Santina per il titolo di Miss WrestleMania ha insultato il gigante indiano che l'ha messa KO e Santina ha potuto così schienarla facilmente, dopo il match Santina è riuscita a scappare e a non baciare Khali. Nelle settimane successive tornando face ha poi insultato Vickie Guerrero e Chavo Guerrero paragonandoli a dei maiali. A Judgment Day ha interferito in un promo di The Miz ma è stato attaccato da quest'ultimo e da Chavo Guerrero con una Frog Splash. La sera successiva a Raw ha prima battuto Chavo come Santino e poi ha perso la corona di Miss WrestleMania da Vickie Guerrero a causa degli attacchi di Chavo e di William Regal da Santina. Ad Extreme rules sconfigge Vickie Guerrero & Chavo Guerrero in un Hog Pen Match e riconquista la corona di Miss WrestleMania. Poche settimane dopo Santina viene licenziata dal nuovo padrone Raw Donald Trump.

Team con Vladimir Kozlov (2010)[modifica | modifica wikitesto]

Santino Marella e Vladimir Kozlov.

Nei mesi successivi è protagonista di segmenti comedy con i vari guest host della Raw, combattendo prevalentemente al WWE Superstars. Alla Raw, insieme a Eve Torres, sconfigge William Regal e Maryse, e, grazie all'inaspettato aiuto di Vladimir Kozlov, forma un tag team. Nel dark match del WWE Money in the Bank, sconfigge William Regal. Nella puntata Raw del 19 luglio 2010, in coppia con Vladimir Kozlov, sconfigge William Regal e Zack Ryder. Nella puntata del 9 agosto 2010 è arbitro speciale in un Divas Summerslam Spectacular. Dopo il match Tamina dà al wrestler italiano un pacca sul sedere.

Al WWE Night of the Champions 2010, in coppia con Vladimir Kozlov perde la possibilità di conquistare i titoli di coppia WWE perdendo un Turmoil tra vari tag team.

Al WWE Bragging Rights fa parte del Team Raw che perde contro il Team SmackDown nel 7 vs 7 Tag Team Elimination Match, match in cui Santino viene eliminato per primo. Nel corso dello Smackdown del 21 ottobre 2010, sconfigge Chavo Guerrero. Nella puntata Raw del 26 ottobre 2010, sconfigge Sheamus per il titolo WWE ma il GM misterioso della RAW ribalta la decisione a causa dell'intromissione di John Morrison in sfavore di Santino. Al Survivor Series 2010 Justin Gabriel e Heath Slater sconfiggono Vladimir Kozlov e Santino Marella conservando i WWE Tag Team Championships. Nell'edizione Raw del 6 dicembre 2010 conquista i titoli di coppia sconfiggendo il Nexus, gli Usos, Mark Henry e Yoshi Tatsu. Al TLC Santino e Kozlov sconfiggono Justin Gabriel e Heath Slater per squalifica conservando i titoli di coppia. Nella puntata Raw del 20 dicembre 2010, in coppia con la fidanzata Tamina, sconfigge la coppia formata da Ted Dibiase e Maryse. Il 27 dicembre 2010, sempre alla Raw, sconfigge Ted Dibiase

Team con Vladimir Kozlov (2011)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata Raw del 17 gennaio 2011, Marella e Kozlov difendono nuovamente i titoli contro Gli Usos. Nella puntata Raw del 24 gennaio 2011, vengono sconfitti, nel corso di un tag team match, da Husky Harris e Michael McGillicutty.

Il 30 gennaio 2011, a Boston, il Milan Miracle prende parte alla Rissa Reale, entrando nel match con il numero 37. Marella uscirà subito dal ring, passando però sotto la prima corda senza essere eliminato. Quando Alberto del Rio ha eliminato Wade Barrett e Randy Orton, vincendo apparentemente il match, Santino è tornato sul ring ed ha colpito il messicano con il Cobra. Il wrestler calabrese è stato però sorpreso, mentre buttava fuori il messicano con un Irish Whip, da una mossa di Del Rio, che, abbassandosi lo ha eliminato, vincendo definitivamente la contesa. Si tratta del miglior risultato per Marella nella rissa reale, ed il miglior risultato per un wrestler di origini italianìe, nella stessa. Nella puntata Raw successiva alla Rumble, Santino Marella & Vladimir Kozlov difendono con successo i WWE Tag Team Championship dall'assalto di Husky Harris e Michael McGillicutty ma allo SmackDown! del 4 febbraio 2011, vengono sconfitti da Heath Slater e Justin Gabriel.

Santino Marella con il suo partner Vladimir Kozlov.

Nella puntata Raw del 7 febbraio 2011, Santino viene sconfitto da Alberto Del Rio nel corso di un match singolo. Nella puntata SmackDown! del 18 febbraio 2011, Kozlov e Marella difendono i WWE Tag Team Championship dall'assalto di Slater e Gabriel ma per squalifica, poiché Wade Barrett aveva interrotto lo schienamento proprio di Santino Marella su Justin Gabriel. Alla Elimination Chamber 2011 Santino & Kozlov vengono sconfitti da Justin Gabriel & Heath Slater perdendo i titoli di coppia. Nella puntata WWE Superstars del 24 febbraio 2011, Santino Marella sconfigge Tyson Kidd. In un'altra puntata dei Superstars del 3 marzo 2011, insieme a Vladimir Kozlov, sconfigge Zack Ryder e Primo. Nella puntata di SmackDown! del 4 marzo 2011 perde contro Vladimir Kozlov la possibilità di riconquistare i titoli di coppia. Nella puntata Raw del 28 marzo 2011 sconfigge Justin Gabriel, e a fine match, Santino festeggia insieme a Kane, Big Show e Vladimir Kozlov. La stessa sera, la WWE ha ufficializzato un 8-Man Tag Team Match a Wrestlemania 27 tra i The Corre [6] contro Kane, Big Show, Santino Marella e Vladimir Kozlov [7] A WrestleMania 27, Kofi, Big Show, Kane & Santino Marella sconfiggono i The Corre.

Il 7 aprile 2011 al WWE Superstars, Santino sconfigge Ted Dibiase. Nella puntata Raw dell'11 aprile 2011, Marella partecipa ad un 8-man tag team match insieme a Daniel Bryan, Mark Henryed Evan Bourne, ma i quattro vengono sconfitti dai The Corre, a causa dello schienamento di Heath Slater proprio su Santino Marella. Nella puntata Raw dedicata al Draft 2011, Marella partecipa alla battle royal SmackDown contro Raw, dove però viene eliminato da Big Show. Nella puntata Raw del 9 maggio 2011, viene sconfitto in pochi minuti da Dolph Ziggler. Nella puntata Superstars del 20 maggio 2011, si riunisce con il suo partner Vladimir Kozlov per sconfiggere Zack Ryder e Curt Hawkins in un tag team match. Nella puntata di Superstars del 26 maggio 2011, sconfigge Zack Ryder. Il 6 giugno 2011, alla Raw, sconfigge uno dei campioni di coppia, Michael McGillicutty in un match singolo. Nella puntata Raw All Star Night, Santino Marella perde contro Sheamus. Nella puntata Raw del 4 luglio 2011 combatte insieme a Vladimir Kozlov, perdendo contro David Otunga e Michael McGillicutty. Nella puntata di Superstars del 14 luglio 2011, perde contro Zack Ryder. La settimana dopo, si allea con quest'ultimo, sconfiggendo i campioni di coppia David Otunga e Michael McGillicutty. Nella puntata di Superstars del 28 luglio 2011 perde un match di coppia insieme a Chris Masters contro i campioni di coppia della WWE David Otunga e Michael McGillicutty. Il 1º agosto 2011, alla Raw, perde un match di coppia insieme a Zack Ryder contro Otunga e McGillicutty. Nella puntata Superstars del 12 agosto 2011, perde un match di coppia assieme a Evan Bourne contro i campioni di coppia. Sette giorni dopo, riesce invece a sconfiggere in un match uno contro uno, Primo. Nella puntata del 26 agosto 2011, Santino viene attaccato, durante il suo ingresso, da R-Truth e The Miz. Il 2 settembre 2011 alle ore 21 Carelli viene coinvolto in un incidente andando a sbattere contro un furgoncino lesionandosi la spalla sinistra.

United States Champion (2011)[modifica | modifica wikitesto]

Santino Marella con lo United States Championship.

Ritorna nella puntata Raw del 3 ottobre 2011 sconfiggendo Jinder Mahal. Nelle due successive puntate del Superstars, batte la prima volta Jason Antony, e la seconda Heath Slater. Nella puntata di WWE Raw del 24 ottobre 2011 perde un match contro Dolph Ziggler. Nella puntata Raw del 31 ottobre 2011, sconfigge il compagno di coppia di Ziggler, Jack Swagger. Nel rematch, però, è l'All American American a trionfare. Nella puntata Raw del 21 novembre 2011, viene sconfitto facilmente da Cody Rhodes. Il 30 novembre 2011, al Superstars, trionfa contro JTG. Il 5 dicembre 2011 affronta Kevin Nash, perdendo dopo aver subito una Jakknife Powerbomb.

United States Champion (2012)[modifica | modifica wikitesto]

Il 2012 inizia male per Marella, battuto nell'edizione Raw del 2 gennaio 2012 da Wade Barrett. Tuttavia si riscatta tre giorni dopo allo SmackDown, battendo Drew McIntyre, diventando assistente di Teddy Long. La settimana seguente, fa eccezionalmente coppia con Sheamus, battendo il team Heel formato da Jinder Mahal e Wade Barrett. Nella puntata di SmackDown del 13 gennaio 2012, perde contro David Otunga. Nella puntata di Superstars del 18 gennaio 2012, fa coppia con Mason Ryan, battendo Curt Hawkins & Tyler Reks. Il giorno dopo, allo SmackDown, vince un Blindfold Match deciso dalla Roulette contro Drew McIntyre. Nell'edizione della SmackDown precedente alla Royal Rumble, Santino e Yoshi Tatsu perdono contro i Campioni di Coppia della WWE Epico & Primo. Santino partecipa anche alla Royal Rumble con il numero 7, ma non riesce a vincere e viene eliminato dopo circa 3 minuti. Nell'edizione di SmackDown del 3 febbraio 2012, fa coppia con l'Hall of Famer, Jim Duggan perdendo di nuovo contro Epico & Primo. Nell'edizione di Superstars del 9 febbraio 2012, perde contro lo United States Champion Jack Swagger. Nell'edizione di Superstars del 17 febbraio 2012 lui e Alex Riley perdono contro i campioni di coppia Epico & Primo.

Nella puntata di SmackDown andata in onda il 17 febbraio 2012 vince la Battle Royal, indetta da Theodore Long dopo il trauma cranico subito da Randy Orton nella precedente puntata Raw (kayfabe), che gli consente di partecipare all'Elimination Chamber Match valevole per il World Heavyweight Championship della pay-per-view Elimination Chamber. Al suddetto evento, Carelli entra nella contensa con il numero quattro, e, dopo aver eliminato sia Cody Rhodes sia Wade Barrett, va molto vicino alla vittoria nel finale, ma alla fine perde il match per mano di Daniel Bryan, che lo sottomette con la LeBell Lock. Il 20 febbraio 2012 alla Raw perde di nuovo, molto velocemente, contro Daniel Bryan, cedendo alla LeBell Lock. Nella stessa serata prende parte alla Ten-Man Battle Royal per decidere lo sfidante di CM Punk per il WWE Championship a WrestleMania XXVIII elimina Wade Barrett e R-Truth, dopo un'altra buona prestazione, ma viene eliminato da Cody Rhodes. Sul sito, WWE.com, Santino Marella spiega ai fan il motivo per cui John Laurinaitis non dovrebbe diventare GM di Smackdown, e ,una delle ragioni principali è che appoggia wrestler del calibro di David Otunga, dando inizio a una probabile feud. Il 27 febbraio 2012, assiste, insieme a Teddy Long, ia match tra CM Punk e Daniel Bryan. Durante la sfida tra campioni però, David Otunga interferisce con il match e Santino gli rifila un Cobra, ma viene colpito da John Laurinaitis. Dopodiché cerca di calmare il suo capo, furioso con John Laurinaitis perché ha fatto finire il match in No-contest. Nella puntata di Superstars del 1º marzo 2012, sconfigge Curt Hawkins, mentre Smackdown sconfigge anche Heath Slater.

Nella puntata del 5 marzo 2012, alla Raw svoltasi a Boston, conquista lo United States Championship ai danni di Jack Swagger, avendo perso, nonostante le continue interferenze di Dolph Ziggler, Vickie Guerrero, David Otunga e John Laurinaitis.

Santino Marella come United States Champion.

Nella puntata di Smackdown! del 9 marzo 2012 , mantiene il titolo sconfiggendo Jack Swagger in uno Steel Cage Match. Il 12 marzo 2012 viene annunciato la sua nomina a capitano del Team Long che affronterà il WrestleMania XXVIII per decretare il GM ufficiale dei due roster. La stessa sera John Laurinaitis lo mette in un Handicap match contro David Otunga e Mark Henry nel quale viene sconfitto. Nella puntata Raw del 19 marzo 2012 viene sconfitto da David Otunga a causa di una distrazione da parte di John Laurinaitis.Sul sito della WWE viene annunciato che R-Truth, Kofi Kingston, Zack Ryder, The Great Khali e Booker T, faranno parte del suo team a Wrestlemania. Il 23 di marzo 2012 viene annunciato che Hornswoggle sarà la mascotte del suo Team a WrestleMania XXVIII. Nella puntata Raw del 26 marzo 2012 sconfigge David Otunga, grazie ad una distrazione di Hornswoggle, ma dopo il match i due GM hanno un battibecco, e, quando Marella sta per colpire John Laurinaitis con il Cobra, interviene The Miz che lo mette al tappeto con un Skull Crushing Finale. A WrestleMania XXVIII il Team Laurinaitis sconfigge il Team di Teddy Long. Nella puntata Raw successiva a WM, sconfigge Jack Swagger e Dolph Ziggler in un Triple Threat Match mantenendo il titolo U.S.A. A fine match i due tentano di attaccare il campione ma intervenire in suo aiuto è Brodus Clay. Il 9 di aprile 2012 sconfigge, in coppia con Brodus Clay, Jack Swaggere Dolph Ziggler.

Durante il tour europeo Raw, l'11 aprile 2012, a Mosca, batte The Miz, mentre il 12 e 13 aprile 2012, a Danzica e a Stoccarda, vince due Triple Threat Match, il primo contro Jack Swagger e David Otunga, il secondo contro lo stesso Otunga e The Miz. Nella puntata trasmessa in Inghilterra il 16 aprile 2012, ad esattamente 5 anni dal suo debutto in WWE, difende il suo titolo dall'assalto di David Otunga. Il 17 aprile 2012, a Roma, difende il suo titolo contro Jack SwaggerIl 18 di aprile a Milano difende di nuovo il suo titolo contro Jack Swagger e a fine match, commosso dall'accoglienza dei suoi connazionali, sventola fieramente la bandiera tricolore. Nella puntata Raw del 23 aprile 2012 sconfigge in coppia con Zack Ryder i campioni di coppia Primo ed Epico. Nel Pre-Show delle Extreme Rules, difenderà il suo titolo U.S. contro The Miz. La sera dopo, prende parte ad una Beat the Clock Challenge per determinare il primo sfidante al titolo WWE, ma viene sconfitto da The Miz. Il 10 maggio 2012 al Superstars, in coppia con Zack, batte Curt Hawkins e Tyler Reks, tuttavia il giorno dopo allo Smackdown perdono contro Darren Young e Titus O'Neil.

Santino Marella insieme a Brodus Clay.

Nella puntata Raw del 14 maggio 2012 sconfigge in coppia con CM Punk, la coppia heel formata da Daniel Bryan e Cody Rhodes. Vince anche nella puntata di SmackDown del 18 maggio 2012 contro Cody Rhodes.All' Over the Limit, assiste alla Battle Royal per decidere il contendente numero 1 per il Titolo Intercontinentale o degli Stati Uniti. Il rientrante Christian vince la designazione, mostrando di voler sfidare lo stesso Marella per il titolo degli Stati Uniti, ma nel backstage ascolta Cody Rhodes affermare, che se avesse scelto lui, lo avrebbe battuto. Jason Reso quindi cambia idea, confermando il Turn Face e sfidando Rhodes al posto del Milan Miracle. Il 23 di maggio 2012 si presenta sul ring e dice che Ricardo Rodriguez non sa pronunciare bene la R, e dopo aver messo K.O. il messicano con il Cobra, annuncia Alberto del Rio. Il 25 maggio 2012 allo SmackDown sconfigge lo stesso Ricardo Rodriguez in un match grottesco e spassoso. Nella puntata Raw del 28 maggio 2012 viene sconfitto da Alberto Del Rio. Si riscatta nel corso dello SmackDown del 1º giugno 2012 sconfiggendo insieme a Zack Ryder il team formato da Darren Young e Titus O'Neil in meno di due minuti. A fine match però viene messo a K.O. insieme a Zack Ryder da Big Show. Ritorna a combattere in un house show a Madrid sconfiggendo in un match a tre, Jack Swagger e David Otunga difendendo il suo titolo. Al Raw, nonostante perda insieme a Layla contro Beth Phoenix e Ricardo Rodriguez, festeggia i 100 giorni da United States Championship. A fine match strappa la camicia a Rodriguez sotto la quale indossa una maglia viola con il ritratto di Justin Bieber. A No Way Out affronterà Ricardo Rodriguez in uno Tuxuedo Match. Al No Way Out vince un Tuxedo Match contro Ricardo Rodriguez dopo averlo lasciato in mutande, sulle quali era stampato il volto di Alberto Del Rio. La sera stessa interviene nel main event Steel Cage fra John Cena e Big Show, aiutando Cena a vincere e ponendo quindi fine all'era dei People Power di John Laurinaitis. Nella puntata Raw del 18 giugno 2012 viene sconfitto da Alberto del Rio, mentre a fine match viene attaccato da Ricardo Rodriguez. Al Smackdown del 22 giugno 2012 viene baciato da una donna afroamericana vestita come lui.

Nella puntata Raw del 25 giugno 2012 difende con successo il suo United States Championship battendo Jack Swagger. Al Smackdown nella puntata del 29 giugno 2012 vince in un match di coppia assieme a Christian contro David Otunga e Cody Rhodes qualificandosi così per il ladder match a WWE Money in the Bank 2012. Nella puntata Raw del 3 luglio 2012 vince in un match 4 contro 4 assieme a Christian, Kofi Kingston e R-Truth contro Darren Young, Titus O'Neil, David Otunga e Cody Rhodes. Il match si conclude con l'abbandono del ring da parte dei Primetime Players e di Cody Rhodes che così lascia l'avvocato da solo sul ring. David Otunga cerca di scappare, ma nell'arena risuona la musica di Brodus Clay, Otunga sale sul ring dove Santino connette il cobra consentendo la vittoria al team Face. Nella puntata speciale dello SmackDown denominata, The Great American Bash, in onore della festa dell'indipendenza americana partecipa ad un 6-men tag team match assieme ai 2 WWE Hall of Fame: Jim Duggan e il Sgt. Slaughter contro Drew McIntyre, Hunico e Camacho riportando la vittoria grazie al cobra connesso su Hunico. La stessa sera prende parte alla Battle Royal a 20 per decidere il GM di SmackDown della prossima settimana, ma viene eliminato da Cody Rhodes. A Raw, nella puntata del 9 luglio 2012, si traveste da Sherlock Holmes per scoprire chi è il gm anonimo Raw, e, dopo la perlustrazione di tutta l'arena sale sul ring insieme a Jerry Lawler per annunciare che sicuramente il gm anonimo non può essere che sotto il ring. I due guardano e, dopo un tentativo da parte di qualcuno di tirare sotto il ring Santino Marella, si scopre che il Gm anonimo era Hornswoggle, che da sotto il quadrato, mandava istruzioni sui match da combattere.

Nella puntata di ZackDown del 13 luglio 2012 [8] perde un match di coppia insieme a Christian contro Cody Rhodes e Dolph Ziggler. Nel PPV Money in the Bank non riesce a conquistare la title shot per il titolo mondiale, ma riesce comunque a distinguersi sul ring avendo diverse opportunità, ma venendo sempre interrotto. Nella puntata di Superstars del 19 luglio 2012 batte Jinder Mahal. Durante la puntata Raw 1000 distribuisce dei giocattoli ai bambini dell'arena in coppia con Hornswoggle. Nella puntata di SmackDown del 27 luglio 2012, perde contro Antonio Cesaro a causa dell'interferenza di Aksana. Nella puntata Raw del 30 luglio 2012 viene sconfitto da Alberto del Rio e il 3 agosto 2012, al SmackDown, perde di nuovo contro Antonio Cesaro. Il 9 agosto 2012, al Superstars, sconfigge Michael McGillicutty. Durante la puntata Raw del 13 agosto 2012 viene annunciato che Santino difenderà, a SummerSlam, il suo US Championship contro Antonio Cesaro. Al SummerSlam viene sconfitto dall'avversario Antonio Cesaro perdendo così il Titolo, grazie ad una distrazione di Aksana, che con la sua sensualità, attrae il cobra di Santino, ai danni di quest'ultimo, venendo rinchiuso nella Gotch Style Neutralizer di Cesaro, subendo lo schienamento. Al Smackdown Santino sale sul ring per discutere con il suo cobra per quanto accaduto al Summerslam, quando però interviene Cesaro che si vanta della sua cultura, a quel punto Santino scende dal ring e lo attacca, ma nuovamente il cobra si lascia sedurre da Aksana che lo distrae favorendo l'attacco di spalle di Cesaro. Nella puntata tenutasi il 25 agosto 2012 del Saturday morning slam commenta il match tra Brodus Clay e Curt Hawkins. Nella puntata del 27 agosto 2012 al RAW, Aksana interviene durante il match fra Santino e Heath Slater; e qui nuovamente il cobra si lascia sedurre dal suo fascino, ma riesce comunque a iniettare il suo veleno a Slater che subisce lo schienamento, mentre Aksana continua a provocare il cobra dallo stage. Il 3 settembre 2012, non riesce a riconquistare il titolo US, poiché viene sconfitto ancora da Cesaro. Al Saturday Morning Slam, batte però Heath Slater. Nella puntata di Superstars del 13 settembre 2012 sconfigge anche Jinder Mahal. Al Night of Champions, Santino prende parte alla Battle Royal del Pre-Show, valida per lo status di primo sfidante allo United States Championship, ma viene eliminato dai Prime Time Players. Nella puntata Raw del 17 settembre 2012 perde contro Dolph Ziggler. A SmackDown il 21 settembre 2012 vince in un match non titolato contro Antonio Cesaro grazie ad Aksana che interviene distraendo il campione in carica. Il 24 settembre 2012, è ancora a Raw per fare coppia con Zack Ryder, perdendo contro i Prime Time Players. Nella puntata di SmackDown del 28 settembre 2012 perde un match per lo United States Championship contro Antonio Cesaro.

Vari tag team (2012–2014)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata Raw del 1º ottobre 2012 vince per squalifica contro Heath Slater, in quanto gli altri membri della Band, ovvero Drew McIntyre e Jinder Mahal, che si trovavano a bordo ring, attaccano l'italiano. Nella prima puntata del nuovo show WWE Main Event del 3 ottobre 2012, insieme a Zack Ryder batte Justin Gabriel e Tyson Kidd avanzando nel torneo per decretare i nuovi contender ai titoli di coppia. Vengono però eliminati l'8 ottobre 2012 al Raw, in semifinale, da Cody Rhodes e Damien Sandow. Dopo il match, Marella viene nuovamente attaccato dai membri della Band. La stessa settimana, a SmackDown, perdono anche contro Jinder Mahal e Heath Slater. Nell'edizione Raw del 15 ottobre 2012, Ryder e Marella vengono sconfitti anche dai Prime Time Players, successivamente attaccati dai membri della Band. Nella puntata Raw del 29 ottobre 2012 perde insieme a Zack Ryder contro Heath Slater e Jinder Mahal. Nella puntata Raw del 5 novembre 2012 in coppia con Zack Ryder sconfigge Epico e Primo. A Main Event, il 14 novembre 2012, combatte in singolo, battendo David Otunga. Alle Survivor Series, nel Pre-Show, Marella e Ryder perdono contro Slater e Mahal. Il rematch al Superstars, viene vinto ancora dai membri della Band. Al Main Event, ha anche un match contro Tyson Kidd, che però si chiude in un No Contest quando i due concorrenti vengono attaccati da Seth Rollins, Dean Ambrose e Roman Reigns, i tre talenti di NXT. Dopo aver battuto ancora Otunga a Superstars, perde contro Damien Sandow. A Main Event viene sconfitto insieme a Ryder dai PTP. Si riscatta a Smackdown del 21 battendo Tensai.A Raw del 24 dicembre 2012, Santino fa coppia con Brodus Clay, International Airstrike e The Usos e sconfigge i 3MB, i Prime Time Players e Tensai. A Main Event del 26 dicembre 2012 partecipa ad una battle royal per decretare il contendente n.1 al titolo degli Stati Uniti dove elimina anche il suo compagno Zack Ryder venendo però eliminato per penultimo da Wade Barret. A Smackdown viene estratto a sorte per un match valevole per il World Heavyweight Championship ma si infortuna provando a imitare il Brogue Kick di Sheamus. Nella puntata Raw del 7 gennaio 2013 perde un non-title match contro il campione intercontinentale Wade Barrett. Alla Royal Rumble entra con il numero 5, venendo eliminato da Cody Rhodes dopo essere stato colpito da Chris Jericho e Dolph Ziggler. Nella puntata Raw del 4 febbraio 2013 perde contro Jack Swagger per sottomissione. A causa di un match subisce un infortunio al collo che lo costringerà a subire un'operazione rimanendo fuori dal ring per un po' di tempo. Ritorna nella puntata Raw post Wrestlemania 29 sconfigge i 3Mb assieme a Zack Ryder e R-Truth. A Main Event, partecipa ad una Battle Royal per il primo sfidante di Barrett per l'Intercontinental Championship, ma viene eliminato da Drew Mcintyre. Nella puntata dello show Main Event partecipa a un gauntlet match contro Mark Henry ma viene sconfitto. In un house show a Bologna perde contro Wade Barrett (andando vicinissimo alla vittoria) in un match valevole per l'Intercontinental Championship. A SmackDown del 26 aprile 2013 insieme a The Great Khali e ai Prime Time Players interviene durante l'intervista di Booker T, ma non si capisce che cosa voglia il gruppo dal GM. Nella puntata di Saturday Morning Slam del 27 aprile 2013 batte Jinder Mahal dopo aver eseguito il cobra. Deve rimanere fuori dal ring per un po' di tempo a causa del suo infortunio al collo.

Santino ritorna nella puntata Raw del 9 settembre 2013 accolto con gran calore dal suo pubblico canadese sconfiggendo Antonio Cesaro. Nella puntata di SmackDown del 13 settembre 2013 batte Damien Sandow. A Superstars, il 19 settembre 2013 batte JTG mentre nella puntata del giorno successivo di SmackDown sconfigge Jack Swagger. Nella puntata Raw del 23 settembre 2013 viene sconfitto da Fandango, inoltre, durante la puntata viene annunciato il roster del gioco WWE 2K14 nel quale Santino sarà presente. A SmackDown del 27 settembre 2013 fa coppia con The Great Khali ed insieme sconfiggono i 3MB (Jinder Mahal, Heath Slater e Drew McIntyre). Nella puntata Raw del 30 settembre 2013 batte Antonio CesaroAll'angolo di Marella vi erano The Great Khali ed Hornswoggle. A WWE Main Event perde contro Damien Sandow. A WWE NXT Santino fa coppia con la divas Emma sconfiggendo Fandangoe Summer Rae. Viene annunciato che Santino Marella e The Great Khali affronteranno Antonio Cesaro e Jack Swagger al pay per view Battleground. I due però vengono sconfitti dai Real Americans, Jack Swagger e Antonio Cesaro. Nella puntata Raw del 7 ottobre 2013 durante un rematch vengono nuovamente sconfitti dai Real Americans. A fine match Jack Swagger e Antonio Cesaro se la prendono con Hornswoggle tentando di eseguire la Cesaro swing, ma Santino colpisce quest'ultimo con il Cobra e The Great Khali spedisce fuori dal ring Jack Swagger. Durante il tour della WWE ad Abu Dhabi, il 12 ottobre 2013, sconfigge Brad Maddox e partecipa con Kofi Kingston ad un incontro contro il bullismo nelle scuole. A RAW del 14 ottobre 2013 viene sconfitto da Fandango grazie all'aiuto di Summer Rae. Nella puntata di Main Event del 9 ottobre 2013 assieme ai Tons of Funk (Brodus Clay e Tensai) battono i 3MB (Heath Slater, Jinder Mahal e Drew McIntyre). Nell'House Show del 20 ottobre 2013 a Carbondale sconfigge Fandango così come nella notte prima a Louisville, sempre in House Show. A WWE Raw del 21 ottobre 2013 svoltasi a Memphis entra vestito in onore di Elvis Presley assieme a The Great Khali ed Hornswoggle per sfidare Heath Slater (accompagnato da Drew McIntyre e Jinder Mahal). Santino riesce a sconfiggere Slater e a fine match prende il microfono dopo essere salito sul tavolo dei commentatori e dice che nell'arena esiste un solo re, ovvero Jerry "The King" Lawler e quest'ultimo lo ringrazia e i due si mettono a ballare una canzone di Elvis. Nella puntata di WWE Main Event del 30 ottobre 2013 sconfigge Heath Slater. Nell'edizione di WWE Superstars del 31 ottobre 2013 perde contro Kofi Kingston. A WWE Raw del 4 novembre 2013 è a bordo ring per assistere al match tra The Great Khali e Ryback venendo a fine match attaccato da quest'ultimo. In un House Show del 7 novembre 2013, a Dublino, sconfigge Fandango: la rivincita avviene la notte seguente (sempre in un House Show) a Bruxelles ancora con la vittoria dell'italo-canadese. Nella puntata di WWE Raw dell'11 novembre fa coppia con i Los Matadores e sconfiggono i 3MB. Nella puntata di WWE Main Event del 20 novembre 2013 perde contro Alberto Del Rio. Nella puntata di WWE Raw del 9 dicembre Marella perde contro Damien Sandow.

Storyline con Emma e infortunio al collo (2014)[modifica | modifica wikitesto]

Emma e Santino Marella nel 2014.

Nella puntata Raw del 3 febbraio 2014, Marella invita Emma sul ring per una sfida di ballo con Summer Rae, iniziando così un feud con Fandango. Il 21 febbraio 2014 allo SmackDown Emma batte Summer Rae nella sfida di ballo. Il 3 marzo 2014 a Raw Marella e Emma sconfiggono Fandango e Summer Rae. A WrestleMania XXX Marella partecipa alla André The Giant Memorial Battle Royal riuscendo a eliminare The Miz, non riesce a vincere la Battle Royal venendo eliminato da Alberto Del Rio. Nella puntata di SmackDown del 9 maggio 2014 Marella ed Emma sconfiggono Fandango e Layla. Nella puntata di SmackDown del 16 maggio 2014 sconfigge Damien Sandow. Il 6 luglio 2014 durante l'house show della WWE tenutosi a Toronto, annuncia il suo ritiro dal wrestling lottato, a causa dei troppi infortuni subiti al collo. Dopo aver subito due interventi al collo dichiara di voler tornare a combattere nel giro di sei mesi.

Apparizioni part-time (2014-2016)[modifica | modifica wikitesto]

A metà novembre del 2014 compie il suo ritorno in federazione svolgendo il ruolo di General Manager di una puntata di SmackDown. È presente nel sorteggio dei wrestler per la partecipazione alla Royal Rumble il 20 gennaio 2015 ed è anche ospite speciale dello show. Appare infine nella puntata Raw dedicata agli Slammy Awards dove presenta le nomine per il momento più divertente dell'anno. In seguito dopo aver annunciato il vincitore, che si rivelerà essere R-Truth, ha un segmento divertente proprio col rapper di colore nel quale Santino lo distrae cercando di scappare con la statuetta in mano. Il 6 maggio 2016 viene rilasciato ufficialmente dalla WWE.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Le sue origini sono calabresi da parte paterna e il paese da cui ha detto più volte di provenire è San Fili (CS). Il ring name con cui ha deciso di combattere è in onore del WWE Hall of Famer Gorilla Monsoon, anch'egli di origini italiane e il cui vero cognome era appunto Marella.

Il 1º maggio 2008 Carelli è stato arrestato a Tampa per guida in stato di ebbrezza.[9] Il wrestler è stato rilasciato su cauzione qualche ora dopo.[10]

Anthony Carelli inoltre ha moltissimi tatuaggi lungo il corpo : un grande leone sulla schiena, Conan il barbaro sul pettorale, un angelo, un dragone ed un cavallo sul braccio destro, degli ideogrammi cinesi, un rise and shine sul braccio sinistro e un dragone ancora sulla gamba destra.

Inoltre, Anthony Carelli ha svelato in un'intervista che la sua mossa finale (il Cobra Strike) ha deciso di utilizzarla poiché, nel periodo in cui era in Giappone, un suo amico gli ha mostrato quel gesto con il braccio riscuotendo numerose risate a chiunque lo facesse vedere, così Marella ha deciso di provare sul ring ad introdurre la nuova mossa.

Carelli è proprietario della palestra Battle Arts Accademy.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Gli hanno proposto un suo show settimanale su WWE.com, chiamato Santino's Casa, dove, attraverso il suo stile, trattava temi di attualità e di wrestling. Ora lo show ha cambiato nome in Santino's Foreign Exchange, nel quale Marella intervista molti suoi colleghi o ospiti speciali.
  • Chiama il suo braccio destro Francesco e quello sinistro Pasquale.
  • Spesso fa parte dei "panel" che discutono i match nelle serate dei pay per view.[11]
  • È stato l'unico wrestler ad aver vinto al debutto il WWE Intercontinental Championship.
  • Ha preso parte ad un episodio di Il boss delle torte facendosi fare una torta dedicata alla WrestleMania.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Santino mentre esegue il Cobra Strike.
Santino con l'Intercontinental Championship.
Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Come Santino Marella

Come Boris Alexiev

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]
Manager[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "Anvil of Crom" di Basil Poledouris (OVW)
  • "La vittoria è mia (Victory is Mine)" di Jim Johnston (WWE; 2007–2015)
  • "You Look So Good to Me (Remix)" di Jim Johnston (WWE; 2009)
Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]
  • "The Italian Stallion"
  • "The Underdog"
  • "Milan Miracle"
  • "Santina"

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Santino Marella con Maria e Carlito.

Ohio Valley Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

  • 60° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2012)

World Wrestling Entertainment/WWE

Wrestling Observer Newsletter

  • Best Gimmick (2007, 2008)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

La guerra dei papà, regia di Alex Zamm (2014)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.ovwrestling.com/Superstars/boris_alexiev.htm Boris Alexiev su OVWrestling.com
  2. ^ http://www.thefightnetwork.com/news_detail.php?nid=2098 Friday Update - TheFightNetwork.com - 11 agosto 2006
  3. ^ http://www.solie.org/titlehistories/ovtvnwa.html OVW Television Championship
  4. ^ Schienamenti che colgono di sorpresa l'antagonista.
  5. ^ Def. Goog :"Violenta requisitoria, invettiva (spesso scherz. o iron. )".
  6. ^ Squadra di wrestler composta da Wade Barrett, Ezekiel Jackson, Heath Slater e Justin Gabriel.
  7. ^ Verrà sostituito da Kofi Kingston per infortunio.
  8. ^ Nome derivante da Zack Ryder, GM per quella settimana.
  9. ^ Marco De Santis, ** Breaking News ** Arrestato Santino Marella, Tuttowrestling.com, 1 maggio 2008. URL consultato il 2 maggio 2008.
  10. ^ Marco De Santis, Aggiornamento sulla situazione di Santino Marella, Tuttowrestling.com, 1 maggio 2008. URL consultato il 2 maggio 2008.
  11. ^ http://www.tuttowrestling.com/ nel report.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN248776996 · LCCN: (ENno2012052793
Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling