Seth Rollins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Tyler Black)
Seth Rollins
Seth Rollins nell'aprile 2015
Seth Rollins nell'aprile 2015
Nome Colby Daniel Lopez[1]
Ring name Gixx[2]
Seth Rollins[2]
Taj the Destroyer[2]
Tyler Black[2]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Buffalo[1]
28 maggio 1986 (30 anni)[1]
Residenza Davenport[1]
Residenza dichiarata Davenport[3]
Altezza 185[2][4] cm
Altezza dichiarata 185[3] cm
Peso 92[4] kg
Peso dichiarato 98[3] kg
Allenatore Danny Daniels[2]
Debutto 2005[2]
Federazione WWE[3]
Progetto Wrestling

Colby Daniel Lopez[1][5], meglio conosciuto come Seth Rollins[1][2] (Buffalo, 28 maggio 1986[1][2]), è un wrestler statunitense sotto contratto con la WWE, dove lotta nel roster di Raw[3].

Nella WWE ha vinto il WWE World Heavyweight Championship per due volte,[6] il WWE Tag Team Championship (con Roman Reigns)[7] e lo United States Championship.[8][9] È stato inoltre il vincitore dell'edizione 2014 del Money in the Bank,[10] che ha incassato con successo nel corso del match conclusivo di WrestleMania 31.[11] Nel 2015 ha anche vinto lo Slammy Award come Superstar of the Year ("Superstar dell'anno").[12]

Mentre era nei territori di sviluppo della WWE, la Florida Championship Wrestling (FCW) e NXT, è stato il primo wrestler a completare il Grande Slam della FCW[13] (ha infatti conquistato ogni titolo disponibile della federazione – ossia l'FCW Florida Heavyweight Championship, l'FCW 15 Championship e l'FCW Florida Tag Team Championship)[14] e il primo detentore di sempre dell'NXT Championship.[3] Ha fatto il suo debutto nel roster principale della WWE nel novembre 2012, insieme a Dean Ambrose e Roman Reigns, come membro dello Shield.[3]

Prima di firmare un contratto con la WWE ha lottato con il nome di Tyler Black nella Ring of Honor (ROH) – dove ha vinto una volta il ROH World Championship e due volte il ROH World Tag Team Championship (con Jimmy Jacobs) – e in varie federazioni indipendenti come la Full Impact Pro (FIP), dove ha vinto il FIP World Heavyweight Championship, e la Pro Wrestling Guerrilla (PWG), dove ha vinto due volte il PWG World Tag Team Championship (sempre con Jacobs).[14] Insieme a CM Punk e Daniel Bryan è uno dei tre wrestler ad aver vinto sia il ROH World Championship sia il WWE World Heavyweight Championship.[14][15]

Rollins ha lottato nel main event di molti pay-per-view della WWE,[16] conquistando il WWE World Heavyweight Championship per la prima volta durante il main event dell'edizione numero 31 di WrestleMania,[17] l'evento di punta della WWE, incassando il Money in the Bank contract, diventando il primo wrestler ad averlo incassato a WrestleMania e durante il match in corso per il titolo.[18] Sting, che ha combattuto il suo ultimo match proprio contro Rollins, lo ha descritto come il wrestler più talentuoso che abbia mai visto e con cui abbia mai lavorato.[19]

Nel 2016 è anche apparso nel film Temple (2016)[20] e in Sharknado 4 (2016).[21]

I primi anni di vita[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Buffalo (nello Stato statunitense dell'Iowa)[1] con il nome di Colby Daniel Lopez,[5] ha origini armene,[22] tedesche e irlandesi.[23][24] Il suo cognome proviene dal suo patrigno messicano-statunitense.[24]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Federazioni indipendenti (2005–2009)[modifica | modifica wikitesto]

Lopez ha fatto il suo debutto nel 2005 nella Scott County Wrestling (SCW) con il nome (ring name) di Gixx[2] e ha lottato anche nella Independent Wrestling Association Mid-South (IWA) con il nome di Tyler Black qualificandosi per il torneo Ted Petty Invitational sconfiggendo Sal Thomaselli, ma è stato eliminato da Evan Bourne nei quarti di finale il 23 settembre 2005.[25] Ha vinto l'SCW Heavyweight Championship (che ha "dipinto" di nero usando uno spray per segnare l'inizio della "Black Era" nella SCW) e l'IWA Mid-South Light Heavyweight Championship.[14]

Black ha poi lottato per la NWA Midwest della National Wrestling Alliance (NWA), dove ha vinto l'NWA Midwest Tag Team Championship con Marek Brave.[14] I due hanno difeso il titolo per diverso tempo contro Jayson Reign e Marco Cordova, Ryan Boz e Danny Daniels e Brett Wayne e Hype Gotti all'inizio del 2006,[26] perdendo il titolo il 5 maggio 2005 dopo 230 giorni di regno come campioni – e con all'attivo sei difese del titolo[27] – contro i Black Listed (Jayson Reign & Marco Cordova).[28] Ha lottato anche contro A.J. Styles in un match singolo, ma è stato sconfitto.[29]

Black nel 2008

Insieme a Jeff Luxon ha fatto una breve apparizione anche per la Total Nonstop Action Wrestling (TNA) in un tag team match che li ha visti perdere contro i Latin American Xchange (Hernandez e Homicide) in una puntata di Impact dell'ottobre 2006.[30]

Il 25 maggio 2007, durante un match contro gli allora detentori del Full Impact Pro (FIP) Tag Team Championship Jay e Mark Briscoe (meglio conosciuti collettivamente come "The Briscoe Brothers"), il suo compagno di tag team Marek Brave ha subito un reale infortunio alla schiena che lo ha tenuto lontano dal ring per diverse settimane prima che decidesse di ritirarsi,[31] salvo poi riuscire a tornare sul ring nel 2012.[32] In questo periodo Black ha iniziato a lottare come wrestler singolo nella Pro Wrestling Guerrilla (PWG), dove ha sconfitto Joey Ryan il 10 giugno 2010[33] e il suo ex mentore Danny Daniels all'evento Point of No Return '07 il 16 giugno seguente.[34]

All'evento della PWG Life During Wartime, svoltosi il 6 luglio 2008, Black ha lottato insieme Jimmy Jacobs e i due hanno vinto il PWG World Tag Team Championship sconfiggendo Roderick Strong e El Generico, che rimpiazzava Jack Evans.[35][36] Black e Jacobs avrebbero poi perso il titolo poco meno di due mesi dopo contro gli Young Bucks.[37] All'evento della FIP svoltosi il 20 dicembre 2008 Black ha sconfitto Go Shiozaki per vincere il FIP World Heavyweight Championship.[38] A un evento della FIP svoltosi il 2 maggio 2009 è stato consegnato a Davey Richards il FIP World Heavyweight Championship, in quanto Black non avrebbe potuto difenderlo.[38]

Ring of Honor[modifica | modifica wikitesto]

The Age of the Fall (2007–2009)[modifica | modifica wikitesto]

Black (a sinistra) sul ring insieme al leader degli Age of The Fall Jimmy Jacobs a un evento della Pro Wrestling Guerrilla

Alle registrazioni del pay-per-view Man Up della Ring of Honor (ROH) nel settembre 2007 Black ha fatto il suo debutto, insieme a Jimmy Jacobs e Necro Butcher, attaccando i Briscoe Brothers e "impiccando" Jay Briscoe con l'ausilio di un sartiame: Jacobs ha poi annunciato di aver formato una fazione (stable) con il nome di "The Age of the Fall". Tale segmento (angle) è stato così controverso che la ROH decise di rimuoverlo dal pay-per-view registrato all'evento. Tuttavia il video del segmento era così richiestissimo dai fan della ROH che è stato mostrato al ROH Videowire per la settimana del 14 settembre.[39] Nello stesso evento Black aveva affrontato Jack Evans in un match non ripreso dalle telecamere (dark match) che si è concluso quando Jacobs e Necro Butcher sono intervenuto, portando gli Irish Airbourne a salire sul ring per aiutare Evans. Un six-man tag team match tra gli Age of the Fall e Jack Evans e gli Irish Airborne si concluse in no contest dopo che Necro Butcher aveva attaccato l'arbitro.

Insieme a Jimmy Jacobs e Necro Butcher Black ha lottato contro la Vulture Squad (Jack Evans e Ruckus) in diversi handicap match agli inizi del mese di ottobre,[40] Black ha poi lottato insieme agli Age of the Fall contro Jack Evans, Ruckus and Jigsaw in un six-man tag team match il mese seguente a Glory by Honor VI Night 1, svoltosi il 1º novembre. La sera successiva Black ha sconfitto Alex "Sugarfoot" Payne, ma è stato attaccato dai Briscoe Brothers al termine del match.[41] Black è poi apparso insieme agli Age of the Fall nel loro match contro i Briscoe Brothers durante il main event.[42] A Final Battle 2007 Black e Jacobs hanno sconfitto i Briscoe Brothers per vincere il ROH World Tag Team Championship.[43] Hanno tuttavia perso il titolo il 26 gennaio seguente contro i No Remorse Corps (Davey Richards e Rocky Romero) in un Ultimate Endurance match che includeva anche The Hangmen 3 (Brent Albright e BJ Whitmer) e Austin Aries e Bryan Danielson.[43]

A Take No Prisoners, il sesto pay-per-view della ROH, Black ha sfidato Nigel McGuinness per ROH World Championship, ma è stato sconfitto. A Up For Grabs Black e Jacobs hanno vinto un torneo contro altri otto tag team per conquistare il ROH World Tag Team Championship una seconda volta.[43] Dopo un regno come campioni di 105 giorni, hanno perso il titolo a Driven in favore di Kevin Steen e El Generico[43] alla quarta difesa del titolo.[44] Black ha avuto una seconda opportunità a Death Before Dishonor VI per il ROH World Championship quando ha affrontato senza successo l'allora campione McGuinness, Danielson e Claudio Castagnoli in un four-way elimination match vinto da McGuinness, che ha eliminato per ultimo proprio Black.

A Final Battle 2008, dopo che Black aveva perso contro Austin Aries un match che avrebbe terminato il prossimo sfidante per il ROH World Championship, Jacobs lo ha tradito e Aries lo ha ulteriormente attaccato. Il 16 gennaio a Full Circle Black ha lottato contro McGuinness in un match non titolato, riuscendo a vincere. La sera seguente il primo sfidante al titolo Austin Aries ha rifiutato di affrontare McGuinness, quindi Black ha lottato per il titolo, ma non è riuscito a conquistarlo a causa del limite di tempo. Il 26 giugno a Violent Tendencies Black ha sconfitto Jimmy Jacobs in uno steel cage match, concludendo la loro faida.

ROH World Championship (2009–2010)[modifica | modifica wikitesto]

Black con il ROH World Championship prima della sua difesa del titolo a Glory By Honor IX nel settembre 2010

Nel settembre 2009 si è sottoposto a un intervento chirurgico a causa di un'ernia del disco al collo.[45] Il 10 ottobre Black ha sconfitto Kenny King nel primo turno e poi Claudio Castagnoli, Colt Cabana, Delirious, Chris Hero e Roderick Strong nella finale per vincere l'edizione 2009 del torneo Survival of the Fittest, che ha garantito un match per il ROH World Championship.[46] Il 19 dicembre a Final Battle 2009, il primo pay-per-view della ROH ad andare in diretta, Black ha lottato contro Austin Aries per il ROH World Championship, ma dopo sessanta minuti il match si è concluso in pareggio.[47] A causa di ciò l'allora commissioner della ROH Jim Cornette sancì una rivincita tra i due per il 13 febbraio 2010, quando si sarebbe svolto l'evento per l'ottavo anniversario della ROH. In modo da evitare un altro pareggio e sancire un vincitore, Cornette ha deciso di essere il giudice che avrebbe decretato il vincitore in caso di un ulteriore pareggio, lasciando a Black e Auries scegliere i rispettivi giudici: Aries scelse Kenny King mentre Black Roderick Strong, a cui aveva garantito un'opportunità per il ROH World Championship nel caso dovesse vincere il titolo.[48] Alla fine non c'è stato bisogno dei giudici, in quanto Black ha schienato Aries per vincere il ROH World Championship.[49][50]

Il 3 aprile Black ha mantenuto il titolo in un three-way elimination match contro Austin Aries e Roderick Strong al pay-per-view The Big Bang!, negando di fatto a Strong un match titolo uno contro uno.[51] Dopo aver mantenuto il titolo contro Davey Richards il 19 giugno al pay-per-view Death Before Dishonor VIII,[52] Black è diventato heel ("cattivo") durante le registrazioni di Ring of Honor Wrestling svoltosi il 20 agosto seguente, quando è stato annunciato che aveva firmato un contratto di sviluppo con la World Wrestling Entertainment (WWE).[53] Come parte del suo nuovo personaggio, Black ha iniziato a criticare i fan che gli davano del "venduto" per aver firmato con la WWE, un sentimento che Lopez ha affermato essere basato sulla realtà.[54] Black ha inoltre minacciato di portare il ROH World Championship alla WWE e il 28 agosto ha rifiutato di mettere in palio il titolo in un match contro Davey Richards che ha perso per sottomissione.[53][55] L'11 settembre a Glory By Honor IX, in quello che sarebbe stato il suo ultimo match nella ROH, Black ha perso il ROH World Championship in favore di Roderick Strong in un no disqualification match che vide Terry Funk garante del rispetto delle regole,[56] sancendo quindi la fine del suo regno come campione dopo 210 giorni e sette difese con successo del titolo.[57][58]

World Wrestling Entertainment/WWE[modifica | modifica wikitesto]

Territori di sviluppo (2010–2013)[modifica | modifica wikitesto]

L'8 agosto 2010 è stato annunciato che Lopez aveva firmato un contratto di sviluppo con la WWE e che nel mese di settembre si sarebbe allenato nel territorio di sviluppo della WWE, la Florida Championship Wrestling (FCW).[59][60][61] A Lopez venne anche offerto un contratto dalla TNA, ma il suo amico e rivale Evan Bourne lo convinse a firmare per la WWE.[54] Lopez ha debuttato nella WWE lottando un dark match di SmackDown nel quale ha sconfitto Trent Barreta.[62]

Ha fatto il suo debutto nella FCW con il nome di Seth Rollins (nome che lui ha affermato essere un'ode a Henry Rollins)[63] il 30 settembre 2010, ma ha perso contro Michael McGillicutty.[64][65] Il 4 novembre seguente Rollins ha affrontato Hunico nel primo match di sempre con un limite di tempo di quindici minuti[66] che si è concluso con un pareggio di 1-1.[67] Successivamente Rollins, insieme a Hunico, Richie Steamboat e Jinder Mahal, ha partecipato al torneo FCW 15 Jack Brisco Classic,[66] che ha vinto sconfiggendo Hunico nella finale disputatosi il 13 gennaio 2011 per diventare il primo detentore dell'FCW 15 Championship.[66][68] Il 25 marzo a un evento dal vivo (house show) Rollins e Richie Steamboat hanno sconfitto Damien Sandow e Titus O'Neil per vincere l'FCW Florida Tag Team Championship.[69] Rollins e Steamboat hanno successivamente perso il titolo contro Big E Langston e Calvin Raines.[70]

Nel luglio 2011 Rollins iniziò una rivalità Dean Ambrose[71] e i due hanno lottato il loro primo match per l'FCW 15 Championship il 14 agosto seguente, in un match che dopo quindici minuti si è concluso in pareggio sullo 0-0 e Rollins ha quindi mantenuto il titolo.[72] Una successiva rivincita per il titolo di venti minuti si è anch'essa conclusa con uno 0-0.[72] Una seconda rivincita per il titolo, questa volta dalla durata di trenta minuti, si è svolta il 18 settembre e si è conclusa sul 2-2; è stato però concesso del tempo supplementare che ha visto Rollins schienare Ambrose per il 3-2.[72] Il 22 settembre seguente Rollins ha perso l'FCW 15 Championship in favore di Damien Sandow per squalifica dopo che Ambrose ha attaccato Sandow per concedergli il punto decisivo (di solito un titolo non viene mai conquistato per squalifica, ma l'FCW 15 Championship prevede tale regola).[73][74]

Nel febbraio 2012 Rollins ha fatto un cameo in un video andato in onda durante il pay-per-view Elimination Chamber in cui lo si è visto allenarsi insieme a John Cena nella palestra di Cena; Rollins apparve anche in un ruolo come speaker.[75] Il 23 febbraio 2012 ha sconfitto Leo Kruger per conquistare l'FCW Florida Heavyweight Championship,[76] diventando inoltre il primo wrestler di sempre a completare l'FCW Grand Slam Championship.[14] Rollins mantenne il titolo per 114 giorni e lo difese per dodici volte,[77] prima di perderlo contro Rick Viktor in un evento dal vivo.[78]

Quando la WWE ha chiuso la FCW per creare NXT nell'agosto 2012,[79] il debutto televisivo di Rollins a NXT è avvenuto durante la seconda puntata in cui ha sconfitto Jiro.[80][81] Rollins ha poi preso parte al torneo Gold Rush per l'NXT Championship, che conquistato dopo aver sconfitto Jinder Mahal nella finale del torneo registrata il 26 lugli, ma andata in onda nella puntata di NXT del 29 agosto on the August 29 NXT.[82][83] Rollins aveva sconfitto Drew McIntyre nei quarti di finale[84] e Michael McGillicutty nella semifinale.[85] Nella puntata di NXT del 10 ottobre Rollins ha difeso con successo il titolo per la prima volta contro lo stesso McGillicutty.[86] Durante le registrazioni del 15 novembre Rollins ha sconfitto Mahal nella sua seconda difesa del titolo;[87] la puntata è andata in onda il 12 dicembre.[88] Nella puntata di NXT del 2 gennaio 2013 (registrata il 6 dicembre 2012)[89] Rollins ha difeso con successo l'NXT Championship per la terza volta contro Corey Graves (anche se ha perso il match per squalifica), per poi perderlo alla quarta difesa del titolo nella puntata di NXT del 9 gennaio – registrata sempre il 6 dicembre 2012 – contro Big E Langston in un no disqualification match.[90] Anche dopo aver perso il titolo Rollins ha continuato ad apparire a NXT per continuare la faida con Graves, che ha attaccato durante un match contro Conor O'Brian che avrebbe determinato il primo sfidante per l'NXT Championship.[91] Rollins ha poi accettato la sfida di Graves[92] e lo ha sconfitto in un lumberjack match per porre fine alla loro rivalità.[93]

The Shield (2012–2014)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Shield (wrestling).
Rollins fa la sua entrata sul ring con lo Shield

Il 18 novembre 2012 alle Survivor Series Rollins ha fatto il suo debutto nel roster principale della WWE insieme a Dean Ambrose e Roman Reigns durante match per il WWE Championship fra CM Punk, John Cena e Ryback, facendo mantenere il titolo a Punk.[94] Nella puntata di Raw del 26 novembre il trio è stato intervistato da Michael Cole ed è stato rivelato che il nome del gruppo è "The Shield", il cui obiettivo è combattere le "ingiustizie".[95] Al pay-per-view TLC lo Shield ha sconfitto in un Tables, Ladders and Chairs six-man tag team match Daniel Bryan, Kane e Ryback nel loro match di debutto.[96] Dopo numerosi attacchi agli altri membri del roster, tra cui molti degli avversari di CM Punk,[97][98][99][100] è stato poi rivelato che lo Shield era sempre stato sotto gli ordini di Punk e Paul Heyman ed erano pagati per le loro interferenze.[101] Lo Shield ha poi concluso la sua alleanza con Punk e ha iniziato una faida con John Cena, Ryback e Sheamus[102] che è culminata al pay-per-view Elimination Chamber,[103] dove lo Shield ha ottenuto la vittoria.[104] A WrestleMania 29 lo Shield ha sconfitto Randy Orton, Sheamus e Big Show.[105] Nella puntata di Raw del 22 aprile lo Shield ha sconfitto Daniel Bryan, Kane e The Undertaker.[106] Nella puntata di Raw del 13 maggio la striscia di imbattibilità dello Shield nei six-man tag team match televisivi si è conclusa quando hanno perso per squalifica contro John Cena, Kane e Daniel Bryan.[107]

Rollins nel novembre 2013 come membro dello Shield

A Extreme Rules Rollins e Reigns hanno sconfitto il Team Hell No in un tornado tag team match e hanno vinto il WWE Tag Team Championship.[108] Nella puntata di Raw del 27 maggio Rollins e Reigns hanno sconfitto il Team Hell No in una rivincita titolata.[109] Nella puntata di SmackDown del 14 giugno la striscia di imbattibilità dello Shield senza essere mai schienati o sottomessi nei six-man tag team match televisivi si è conclusa contro il Team Hell No e Randy Orton quando Daniel Bryan ha costretto Rollins alla resa per sottomissione.[110][111] Il 16 giugno a Payback Rollins e Reigns hanno sconfitto Bryan e Orton in un match titolato.[112] Nel pre-show di Money in the Bank Rollins e Reigns hanno difeso con successo il WWE Tag Team Championship contro gli Usos (Jimmy e Jey Uso).[113] Nel mese di agosto lo Shield si è unito all'Authority guidata da Triple H e Stephanie McMahon.[114][115] A Battleground Rollins e Reigns hanno perso contro i "licenziati" (kayfabe) Cody Rhodes e Goldust, che hanno così riconquistato il loro posto di lavoro;[116] il WWE Tag Team Championship non era in palio, ma lo hanno comunque perso poche settimane dopo a Raw a causa dell'interferenza di Big Show in un no disqualification match.[117] A Hell in a Cell Rollins e Reigns non sono riusciti a riconquistare il titolo in un match che includeva anche gli Usos.[118] Alle Survivor Series Rollins ha preso parte al tradizionale Survivor Series elimination tag team match insieme ad Ambrose, Reigns e i Real Americans (Antonio Cesaro e Jack Swagger) contro i Cody Rhodes e Goldust, gli Usos (Jimmy e Jey Uso) e Rey Mysterio; Rollins è stato il settimo eliminato, ma Reigns ha ottenuto la vittoria finale per il suo team.[119] A TLC lo Shield ha perso contro CM Punk in un 3-on-1 handicap match dopo che Reigns aveva accidentalmente colpito Ambrose con una spear.[120]

Rollins ha preso parte al Royal Rumble match dell'omonimo evento entrando come secondo partecipante, ma è stato eliminato da Reigns dopo essere stato colui che è rimasto sul ring per il maggior numero di minuti (48).[121][122] A Elimination Chamber lo Shield ha perso contro la Wyatt Family (Bray Wyatt, Luke Harper e Erick Rowan).[123] Questa sconfitta ha portato Rollins ad abbandonare i propri compagni a Raw nella rivincita contro la Wyatt Family;[124] Rollins si è giustificato dicendo di essere stanco di fare da "collante" e nella puntata di SmackDown del 7 marzo lo Shield si è chiarito[125] e ha iniziato a disubbidire a Kane, direttore delle operazioni dell'Authority.[126][127] Ciò ha portato a un six-man tag team match tra lo Shield e Kane e i New Age Outlaws (Road Dogg e Billy Gunn a WrestleMania XXX, dove lo Shield ha vinto.[128] A causa di ciò lo Shield ha abbandonato l'Authority e Rollins, come Ambrose e Reigns, è diventato un beniamino del pubblico.[129] Lo Shield ha sconfitto la rinata Evolution (Triple H, Randy Orton e Batista) sia a Extreme Rules[130] sia a Payback.[131]

The Authority (2014–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Authority.
Rollins (come detentore del Money in the Bank) con Stephanie McMahon e Triple H dopo essere stato attaccato da Dean Ambrose a Night of Champions

Nella puntata di Raw del 2 giugno Triple H era deciso a continuare la faida dell'Evolution contro lo Shield, ma Batista – stanco delle promesse non mantenute da Triple H – ha abbandonato l'Evolution e la WWE (kayfabe).[132] Più tardi quella stessa sera, con lo Shield sul ring, Triple H ha dichiarato che stava ricorrendo a un "piano B" per distruggere lo Shield: durante il suo discorso Rollins ha attaccato Ambrose e Reigns con una sedia, tornando heel e rialleandosi con l'Authority.[133][134][135] Il 29 giugno a Money in the Bank, grazie all'intervento di Kane, Rollins ha vinto la valigetta contenente un contratto che gli avrebbe garantito la possibilità di avere un match per il WWE World Heavyweight Championship in qualsiasi momento entro un anno.[136] A Battleground il match tra Rollins e Ambrose non ha avuto luogo, in quanto Ambrose è stato cacciato dall'arena da Triple H dopo aver attaccato Rollins prima del match, e Rollins ha pertanto ottenuto la vittoria per forfait.[137] Rollins e Ambrose si sono sfidati a SummerSlam in un lumberjack match, che ha visto Rollins vincitore.[138] La notte successiva a Raw la rivincita tra Rollins e Ambrose in un Falls Count Anywhere match è terminata con la vittoria del primo per decisione arbitrale dopo che Rollins ha eseguito un Curb Stomp su dei blocchi di cemento ai danni di Ambrose, infortunandolo e costringendolo a uscire dal ring in barella (kayfabe).[139] A Night of Champions il match in programma tra Rollins è Roman Reigns[140] non si è disputato dopo che quest'ultimo è stato operato d'urgenza il giorno precedente per un'ernia; Rollins ha pertanto ottenuto la vittoria per countout ("conteggio fuori") e ha poi lanciato una sfida a qualunque membro del roster: il rientrante Dean Ambrose ha risposto alla sfida attaccando Rollins, con i due wrestler che sono stati divisi dalla sicurezza.[141] Quella stessa sera Rollins è intervenuto nel match tra Brock Lesnar e John Cena per incassare la valigetta, ma Cena glielo ha impedito.[141] Nelle settimane successive Rollins è stato attaccato sia da Cena sia da Ambrose, con quest'ultimo che ha sconfitto Cena nella puntata di Raw del 13 ottobre in un Contract on a Pole match e ha ottenuto il diritto di affrontare Rollins in un Hell in a Cell match all'omonimo pay-per-view, dove Rollins – accompagnato dalla J&J Security (Jamie Noble e Joey Mercury)[142] – ha sconfitto Ambrose grazie all'intervento di Bray Wyatt.[143] Alle Survivor Series il Team Authority (capitanato da Rollins) è stato sconfitto dal Team Cena grazie all'intervento di Sting[144] e a TLC Rollins è stato sconfitto da Cena in un tables match, perdendo l'opportunità di essere il primo sfidante per il titolo del mondo.[145] Nell'ultima puntata dell'anno di Raw Rollins ha preso in ostaggio Edge (ospite della serata assieme a Christian) e ha costretto Cena a riportare al potere l'Authority.[145][146] Alla Royal Rumble Rollins non è riuscito a conquistare il WWE World Heavyweight Championship contro Lesnar e Cena.[147] Nel mese di febbraio Rollins ha avuto una battibecco con il conduttore del Daily Show, Jon Stewart, affermando che lui potrebbe essere un presentatore migliore di Stewart.[148] Sempre nel mese di febbraio Rollins, Kane e Big Show hanno sconfitto Dolph Ziggler, Ryback e Erick Rowan in un six man tag team match a Fastlane, ma al termine del match Randy Orton ha fatto il suo ritorno da novembre attaccando Rollins.[149] Ciò ha portato a un match tra i due a WrestleMania 31, dove Rollins è stato sconfitto.[150]

Sempre a WrestleMania 31 Rollins ha poi incassato il contratto del Money in the Bank durante il match per il WWE World Heavyweight Championship tra Brock Lesnar e Roman Reigns, rendendolo un match a tre che ha visto Rollins ottenere la vittoria dopo aver schienato Reigns; con questa vittoria Rollins è stato il primo wrestler a incassare il Money in the Bank a WrestleMania e il primo ad averlo fatto a match in corso.[151][152] Rollins ha continuato la sua faida con Orton dopo WrestleMania: ciò ha portato a uno steel cage match che prevedeva la RKO di Orton bandita e Kane come "guardiano della gabbia", ma per tutto il mese di aprile Rollins e Kane non sono riusciti ad andare d'accordo, con Rollins che ha apertamente criticato il lavoro di Kane, che a Extreme Rules ha perso aiutato Rollins a scappare dalla gabbia per mantenere il titolo.[153] Nel mese di maggio Rollins e Kane hanno continuato a criticare l'un l'altro dopo che Kane ha annunciato che Rollins avrebbe difeso il titolo contro Orton e Reigns in un triple threat match,[154] che è poi diventato un fatal four-way match dopo che Dean Ambrose lo ha sconfitto.[155] Tutto ciò ha portato al ritorno di Triple H nella puntata di Raw del 11 maggio, dove ha annunciato che se Rollins avesse perso il titolo a Payback, Kane sarebbe stato licenziato dal ruolo di direttore delle operazioni.[156] A Payback Kane si è quindi alleato con Rollins, che ha vinto il match dopo aver eseguito il Pedigree (la mossa finale di Triple H) su Orton.[157] A Elimination Chamber Rollins ha affrontato Dean Ambrose – ex membro dello Shield e rivale di lunga data – e ha perso il match per squalifica dopo aver spinto l'arbitro, ma ha mantenuto il titolo.[158] Rollins ha difeso nuovamente il titolo con successo contro Ambrose a Money in the Bank in un ladder match.[159] Brock Lesnar ha fatto il suo ritorno la sera seguente a Raw ed è stato scelto dall'Authority come prossimo avversario di Rollins per il titolo a Battleground:[160] il match si è concluso quando The Undertaker ha attaccato Lesnar, pertanto Rollins ha mantenuto il titolo sebbene abbia perso l'incontro per squalifica.[161] Rollins ha poi riacceso la sua rivalità con John Cena: dopo aver rifiutato la sfida di Cena per lo United States Championship, l'Authority ha invece forzato Cena a difendere il suo titolo contro Rollins e, nonostante abbia sofferto di una reale rottura del setto nasale durante il match, Cena lo ha sconfitto.[162][163] Rollins è diventato un "doppio campione" quando ha sconfitto Cena nel Winner Take All match a SummerSlam, con in palio sia il WWE World Heavyweight Championship sia lo United States Championship, dopo che Jon Stewart – l'ospite speciale dell'evento – ha attaccato Cena con una sedia, permettendo a Rollins di eseguire il Pedigree sulla sedia stessa e ottenere lo schienamento vincente.[164] A Night of Champions Rollins ha perso lo United States Championship contro Cena,[165] ma ha mantenuto il WWE World Heavyweight Championship contro Sting ottenendo una rara vittoria pulita.[166] A Hell in a Cell Rollins ha difeso con successo il titolo contro Kane; come parte della stipulazione del match, con questa vittoria Rollins ha ottenuto il licenziamento di Kane come direttore delle operazioni.[167]

Nella puntata di Raw successiva Roman Reigns è diventato il primo sfidante per il titolo dopo aver vinto un fatal four-way match e i due si sarebbero dovuti affrontare alle Survivor Series: tuttavia il 4 novembre Rollins ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore, del legamento collaterale e del menisco mediale del ginocchio (un infortunio conosciuto con il termine inglese di unhappy triad) durante un match contro Kane svoltosi in un evento dal vivo a Dublino.[168] Essendo i tempi di recupero previsti tra i sei e i nove mesi, il WWE World Heavyweight Championship è stato reso vacante il 5 novembre dopo 220 giorni di regno.[169] Con 220 giorni[170] il regno di Rollins con il WWE World Heavyweight Championship è il più longevo tra coloro che hanno vinto il titolo dopo aver incassato con successo il Money in the Bank.[171][172][173] Il 21 dicembre Rollins (in stampelle) è apparso a Raw per ritirare lo Slammy Award come Superstar of the Year ("Superstar dell'anno"), affermando che nel 2016 sarebbe tornato per riprogettare e ricostruire se stesso, oltre a riconquistare il titolo che non aveva mai perso, seguendo appunto il motto "Redesign, Rebuilt, Reclaim" ("Riprogettare, ricostruire, reclamare").[12][174][175] È stata Stephanie McMahon a presentare il premio e a consegnarlo a Rollins,[12] ma a causa del suo infortunio l'Authority ha iniziato a sfaldarsi dopo che Triple H aveva cercato di trovare un sostituto per Rollins[176] con Reigns che ha conquistato il titolo vacante sconfiggendo Dean Ambrose nella finale del torneo[177] e Sheamus e la sua League of Nations[178] (fazione che ha iniziato un'alleanza con l'Authority alla Survivor Series) che non sono riusciti a impedire a Reigns di rivincere il titolo, riconquistato da quest'ultimo nel mese di dicembre.[179] Rollins ha assistito a WrestleMania 32, dove Reigns ha sconfitto Triple H nel main event dell'evento per vincere il WWE World Heavyweight Championship per la terza volta.[180] Triple H aveva fatto il suo ritorno sul ring nel gennaio 2016 alla Royal Rumble, dove aveva vinto il titolo,[181] ma dopo averlo perso a WrestleMania 32 non è più apparso negli show televisivi e l'Authority si è definitivamente sciolta quando il 1º maggio a Payback Mr. McMahon ha deciso di lasciare Raw sia al rientrante Shane McMahon sia alla stessa Stephanie McMahon,[182] la quale nella puntata di Raw del 23 maggio ha riaccolto Rollins – che era tornato dall'infortunio il giorno primo a Extreme Rules, dove ha attaccato Roman Reigns dopo che quest'ultimo aveva difeso il WWE World Heavyweight Championship contro AJ Styles[183] – in un segmento nel retroscena affermando che le cose erano cambiate, inclusa la loro relazione lavorativa, lasciando intendere che d'ora in avanti Rollins dovrebbe cavarsela da solo.[184] Quella stessa sera, nel segmento di apertura di Raw, dopo aver detto ai fan di non aver bisogno di loro (rimanendo quindi heel), Rollins ha avuto un confronto verbale con Reigns e Shane McMahon ha annunciato un match tra i due per il titolo a Money in the Bank.[185] Il 19 giugno a Money in the Bank Rollins ha inflitto a Reigns la sua prima sconfitta pulita in un match singolo sin dal 2012, conquistando quindi il WWE World Heavyweight Championship per la seconda volta, ma perdendolo pochi minuti dopo in favore di Ambrose, che ha incassato con successo il Money in the Bank.[186][187][188] La sera dopo a Raw Rollins ha affrontato nuovamente Reigns, questa volta in un match che avrebbe determinato chi avrebbe affrontato Ambrose per il titolo a Battleground, ma l'incontro si è concluso senza alcun vincitore,[189] pertanto Shane McMahon ha annunciato il triple threat match tra i tre ex membri dello Shield a Battleground,[190] dove Rollins non è riuscito a riconquistare il titolo (che durante la puntata di Raw del 27 giugno era stato rinominato in WWE Championship),[191][192][193] dopo che Ambrose ha effettuato lo schienamento vincente ai danni di Reigns (al rientro dopo una sospensione di trenta giorni a causa della sua prima violazione del Wellness Program della WWE)[194][195] in un finale pulito.[196][197] Nelle settimane precedenti a Battleground la WWE aveva riconosciuto la sospensione e la violazione del Wellness Program da parte di Reigns negli show televisivi,[198] con Rollins in particolare che se l'è presa con lui (kayfabe) e che ne ha chiesto l'esclusione dal match titolato,[199] senza tuttavia avere successo.[200] Rollins è comunque riuscito ad avere un match singolo contro Ambrose per il titolo (che è stato rinominato WWE Championship)[191][192][193] nella puntata di Raw del 18 luglio, ma il match si è concluso con un doppio schienamento (rendendolo di fatto un pareggio)[201] e alla fine Ambrose ha mantenuto il titolo.[202][203][204]

Rincorsa al WWE Universal Championship (2016–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Durante il draft 2016 (sancito dopo la decisione da parte della WWE di far tornare la brand extension),[205][206] svoltosi nella puntata di SmackDown (che proprio a partire dalla suddetta puntata sarebbe andato in onda in diretta ogni martedì con il nome di SmackDown Live),[207][208][209] Rollins è stato la prima scelta assoluta del draft, venendo scelto dalla commissioner di Raw Stephanie McMahon e dal nuovo general manager di Raw Mick Foley.[210] A causa del controverso finale del match disputatosi a Raw, quella stessa sera Rollins ha ottenuto la sua rivincita contro Ambrose, ma questa volta è stato sconfitto per schienamento nonostante Rollins lo abbia attaccato prima che il match iniziasse ufficialmente.[211][212] Non essendo riuscito a riconquistare il titolo il 24 luglio a Battleground, il WWE Championship (che nella puntata di SmackDown Live del 26 luglio è stato nuovamente rinominato, questa volta in WWE World Championship)[213][214] detenuto da Ambrose è pertanto diventato esclusiva di SmackDown e a Raw è stato istituito il WWE Universal Championship.[215] Poiché Rollins non è stato schienato a Battleground, è stato annunciato che il 21 agosto a SummerSlam avrebbe affrontato Finn Bálor (dopo che questi aveva vinto due match di qualificazione)[216] per il WWE Universal Championship,[217] ma è stato sconfitto da Bálor.[218][219] Tuttavia nella puntata di Raw del 22 agosto il WWE Universal Championship è stato reso vacante a causa di un reale infortunio alla spalla che Bálor aveva subìto durante il match contro Rollins la sera prima a SummerSlam[220] ed è stato annunciato un fatal four-way match per la puntata di Raw successiva:[221] Rollins ha sconfitto Sami Zayn per qualificarsi al match.[222] Durante il match per il vacante WWE Universal Championship – che si è svolto il 29 agosto e che quella stessa sera è stato modificato in un four-way elimination match[223][224] – Rollins è riuscito a schienare Reigns dopo l'interferenza di Triple H, il quale però lo ha tradito in favore di Kevin Owens, che ha invece vinto match e titolo.[225] Ciò ha portato Rollins a passare dalla parte dei "buoni" per la prima volta dal 2014[226] e tale cambiamento di allineamento è stato cementato la settimana seguente a Raw[227] quando ha interrotto la celebrazione della vittoria di Owens per confrontarsi con Stephanie McMahon (che ha negato di avere qualcosa a che fare con l'attacco di Triple H) e attaccare lo stesso Owens.[228] McMahon voleva inizialmente sospendere Rollins per tale attacco, ma Mick Foley ha annullato la sua decisione per garantire a Rollins una rivincita contro Owens per il WWE Universal Championship il 25 settembre a Clash of Champions,[229] dove è tuttavia uscito sconfitto a causa dell'interferenza di Chris Jericho, alleato di Owens.[230][231] Durante il match contro Owens a Clash of Champions ha inoltre subìto un legittimo infortunio alle costole.[232][233] Il 30 ottobre a Hell in a Cell Rollins ha tentato per la seconda volta di conquistare il WWE Universal Championship contro Kevin Owens ma è stato sconfitto in un Hell in a Cell match grazie anche all'intervento di Chris Jericho.[234] Il 20 novembre a Survivor Series Rollins ha preso parte al 5-on-5 Traditional Survivor Series Elimination match come parte del Team Raw contro il Team SmackDown ma è stato eliminato da Bray Wyatt, mentre il Team SmackDown ha vinto l'incontro.[235] Nella puntata di Raw del 21 novembre Rollins ha chiesto ed ottenuto un match titolato contro Kevin Owens per quella stessa serata da Mick Foley: tuttavia il loro No-disqualification match si è concluso con la vittoria di Owens (a seguito dell'ennesima interferenza di Chris Jericho), che ha così mantenuto il WWE Universal Championship.[236]

Personaggio nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Rollins nell'aprile 2015 con il WWE World Heavyweight Championship, il cui primo regno come campione di sette mesi è stato in larga parte criticato per come è stato gestito dalla WWE

Come membro dello Shield il personaggio di Rollins è stato descritto come "caotico" per via del suo stile di combattimento.[237] Verso la metà del 2013 è stato invece descritto come "una schietta testa calda che farebbe cose folli" per aiutare lo Shield.[238] Nel 2014 Rollins ha guadagnato i soprannomi di "The Aerialist" ("l'acrobata") e "The Architect" ("l'architetto") dello Shield.[239][240] In un'intervista fuori dal personaggio ha spiegato che il soprannome "The Architect" è dovuto al suo "approccio cerebrale" per i loro piani duranti i match e le storie che vedevano lo Shield coinvolto.[241]

La gestione di Rollins durante il suo primo regno con il WWE World Heavyweight Championship da parte della WWE e dei suoi scrittori creativi è stata criticata: mentre è stato elogiato come "worker" (cioè come wrestler) per aver tirato fuori il meglio da tale gestione e che non era tutta colpa sua,[242] è stata criticata la WWE per averlo reso un campione "debole" (di solito i campioni "cattivi", soprattutto nella WWE, sono sempre stati "venduti" come deboli, tranne rare eccezioni, ma Rollins è stato descritto come uno dei più "deboli", "codardi" e "incompetenti" campioni del mondo nella WWE)[242][243] e durante il suo primo regno come campione è stato considerato tra i campioni del mondo peggio gestiti dalla WWE.[244][245][246] Come campione ha detenuto un primato di diciassette vittorie e quindici sconfitte nei match singoli[247] (ottenendo una striscia di sconfitte nel mese di settembre)[248] e le uniche volte in cui ha difeso il titolo ottenendo una vittoria pulita sono il ladder match contro Ambrose a Money in the Bank e il match contro Sting a Night of Champions, con la WWE che ha descritto la vittoria su Sting come l'unica volta in cui è stato sconfitto senza alcuna interferenza esterna.[249] Rollins ha risposto a tali critiche durante il suo regno come campione in un'intervista a Rolling Stone nell'agosto 2015,[250] affermando che il suo obiettivo come "cattivo" è quello di essere "odiato" e che la gente voglia che perda il titolo, dicendo quindi di stare facendo un ottimo lavoro.[251] Ha aggiunto che per lui non esiste l'idea di un campione troppo debole e che "ciò che conta è l'heat" ("reazione negativa").[251] Secondo Rollins la gente ha perso di vista quello che è realmente una reazione negativa verso un wrestler che interpreta il ruolo del cattivo, con Rollins che ha descritto tale reazione come "una forma d'arte incredibile" e che per lui "è sempre trovare un modo per prendere una scorciatoia ogni volta che [ha] l'occasione", tanto che appena vede che alla gente possa piacergli un po' di più, lui avrebbe fatto qualcosa che li avrebbe fatti arrabbiare.[251] Appena prima che Rollins si infortunasse è stato riportato che i piani della WWE prevedevano che Reigns lo sconfiggesse alle Survivor Series, ponendo fine al regno di Rollins dopo 238 giorni.[252][253] Non è risaputo quali fossero i piani per Rollins a WrestleMania 32; tuttavia è stato riportato che – anche se avrebbe continuato a lottare nei mesi a venire per il WWE World Heavyweight Championship – non era previsto che Rollins lottasse nel match più importante dell'evento, ma che uno dei match considerati fosse quello contro Triple H.[254][255]

La gestione di Rollins da parte della WWE al rientro dal suo infortunio nel maggio 2016 è stata nuovamente criticata durante la sua faida per il WWE World Heavyweight Championship con Roman Reigns: i critici si chiedevano se la WWE non stesse capitalizzando al massimo in termini di soldi dalla rivalità per il WWE World Heavyweight Championship tra l'allora campione Reigns e lo sfidante Rollins nel non modificare l'allineamento dei due rispettivamente a "cattivo" (Reigns) e "buono" (Rollins),[256][257] considerando anche che i fan stavano già acclamando Rollins in favore di Reigns, che continuava a essere fischiato e contestato.[258] È stato fatto notare che durante il loro match a Money in the Bank Reigns ha in realtà lottato con un atteggiamento come "cattivo", mentre Rollins era il "buono" e che la storia prevedesse che il pubblico provasse "simpatia" nei suoi confronti.[259] Tuttavia Reigns è tornato a lottare come "buono" nella rivincita contro Rollins svoltasi la sera dopo a Raw.[260] La gestione di Rollins da parte della WWE è stata criticata anche nei mesi seguenti: sebbene Reigns sia passato a lottare per lo United States Championship (che ha vinto nel mese di settembre a Clash of Champions),[231] non è stato ancora in grado di connettere con il pubblico come la WWE vorrebbe[261][262][263][264] e – secondo Jason Powell, editorialista di Pro Wrestling Dot Net – ciò ha danneggiato anche la direzione del personaggio di Rollins, con Powell che ha affermato come i fan avrebbero voluto tifare per Rollins sin dal suo ritorno nel mese di maggio, ma Rollins ha invece continuato a interpretare il ruolo del cattivo contro Reigns e che quindi il passaggio ufficiale e definitivo da parte di Rollins come "buono" sia stato gestito in maniera raffazzonata.[264]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Lopez risiede a Davenport, nell'Iowa.[1]

Nel 2014 Lopez e il suo ex compagno di tag team Marek Brave hanno fondato una scuola di wrestling con il nome "The Black & The Brave Wrestling Academy" a Moline, nell'Illinois.[265]

Il 9 febbraio 2015 una foto nuda dell'ex wrestler di NXT Zahra Schreiber, che è in seguito diventata la fidanzata di Lopez,[266] è stata postata su Twitter, i cui contenuti sono automaticamente ripubblicati da WWE.com.[267] Poco dopo una foto nuda di Lopez è stata postata su Twitter dall'allora fidanzata Leighla Schultz.[268][269] Lopez si è quindi scusato per le foto, chiarendo che sono state postate senza il suo consenso.[270][271]

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Rollins mentre esegue il Curb Stomp su Big E
Rollins colpisce Kane con un diving high knee a WrestleMania XXX
Rollins colpisce Randy Orton con l'Avada Kevadra

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Rollins (a sinistra) mentre viene accompagnato sul ring dalla J&J Security (Jamie Noble e Joey Mercury) nel dicembre 2014

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Rollins con il WWE World Heavyweight Championship, che ha detenuto per 220 giorni e che ha vinto per due volte
Rollins ha vinto il WWE World Heavyweight Championship dopo aver incassato il Money in the Bank durante il main event di WrestleMania 31
Black con il ROH World Tag Team Championship, che ha vinto per due volte insieme a Jimmy Jacobs

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

  • Temple, regia di Michael Barrett (2016)[20]
  • Sharknado 4, regia di Anthony C. Ferrante (2016)[21]

DVD dedicati a Seth Rollins[modifica | modifica wikitesto]

  • Destruction of the Shield (2015) – come membro dello Shield[328]

Nei videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n (EN) M.Aː LeBlanc, Seth Rollins, su worldofwrestling.com, World of Wrestling, 29 maggio 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  2. ^ a b c d e f g h i j (EN) Seth Rollins, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 6 giugno 2016.
  3. ^ a b c d e f g (EN) Seth Rollins, su wwe.com, WWE. URL consultato il 6 giugno 2016.
  4. ^ a b (EN) Seth Rollins teases SummerSlam cash-in: "Anything could happen", su digitalspy.com, Digital Spy, 8 agosto 2014. URL consultato il 24 luglio 2016.
    «Sono altro 6'1" [185 cm], 6'2" [188 cm] nel giorno migliore e peso 205 libbre [92 kg]».
  5. ^ a b (EN) Derrick Cantwell, Top 15 Little-Known Facts About Seth Rollins, su thesportster.com, TheSportster, 2 maggio 2015. URL consultato il 28 luglio 2016.
  6. ^ a b (EN) WWE World Championship, su wwe.com, WWE, 26 luglio 2016. URL consultato il 30 luglio 2016.
  7. ^ a b (EN) WWE Tag Team Championships, su wwe.com, WWE, 17 febbraio 2016. URL consultato il 2 luglio 2016.
  8. ^ a b (EN) United States Championship, su wwe.com, WWE, 17 febbraio 2016. URL consultato il 2 luglio 2016.
  9. ^ Rollins è il primo wrestler di sempre – e tuttora l'unico – ad aver detenuto contemporaneamente il WWE World Heavyweight Championship e lo United States Championship. Fonte: (EN) Matthew Artus, WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins def. United States Champion John Cena in a Winner Takes All Match, su wwe.com, WWE, 23 agosto 2015. URL consultato il 31 luglio 2016. È invece il terzo wrestler nella storia della WWE (dopo The Ultimate Warrior e Triple H) ad aver vinto un titolo secondario (titolo massimo nel caso di Warrior) – ossia l'Intercontinental Championship – mentre deteneva già il titolo massimo. Fonti: (EN) WrestleMania VI Results, su wwe.com, WWE. URL consultato il 31 luglio 2016. (EN) No Mercy 2002 Results, su wwe.com, WWE. URL consultato il 31 luglio 2016. Tuttavia al contrario di Warrior e Triple H – che hanno immediatamente reso vacante e ritirato (nel caso di Triple H) il titolo secondario – Rollins li ha detenuti entrambi allo stesso tempo e difesi in match separati, anche se per poco meno di un mese. Fonti: (EN) Bobby Melok, John Cena def. Seth Rollins to win the United States Championship, su wwe.com, WWE, 20 settembre 2015. URL consultato il 31 luglio 2016. (EN) Jeff Laboon, WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins def. Sting, su wwe.com, WWE, 20 settembre 2015. URL consultato il 31 luglio 2016.
  10. ^ a b (EN) Zach Linder, Seth Rollins won the Money in the Bank Contract Ladder Match, su wwe.com, WWE, 29 giugno 2014. URL consultato il 6 giugno 2016.
  11. ^ (EN) Anthony Benigno, Seth Rollins cashed in his Money in the Bank contract and def. Brock Lesnar and Roman Reigns to become WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 29 marzo 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
  12. ^ a b c d Filmato audio(EN) WWE, Superstar of the Year: 2015 Slammy Award Presentation, WWE, 21 dicembre 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
  13. ^ a b c d Seth Rollins – NXT Profile, WWE NXT. URL consultato il 30 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2012).
  14. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s (EN) Titles « Seth Rollins, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 6 giugno 2016.
  15. ^ (EN) Zach Linder, The indie influence: How one small wrestling company impacted WWE, su wwe.com, WWE, 4 febbraio 2014. URL consultato il 6 giugno 2016.
  16. ^ (EN) Matches « Seth Rollins, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 24 giugno 2016.
  17. ^ (EN) John Powell, WrestleMania 31 the best Mania ever, su slam.canoe.com, Slamǃ Sports, 29 marzo 2015. URL consultato il 30 marzo 2015.
  18. ^ (EN) Anthony Benigno e John Clapp, WrestleMania 29 press conference brings WWE to Radio City Music Hall, su wwe.com, WWE, 4 aprile 2013. URL consultato il 24 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2013).
    «[...] l'evento di punta della WWE illuminerà il MetLife Stadium... WrestleMania».
  19. ^ (EN) Greg Adkins, Sting on his injury, his condition and whether or not that was his last match, su wwe.com, WWE, 23 settembre 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
  20. ^ a b (EN) Colby Lopez, su imdb.com, Internet Movie Database. URL consultato il 24 giugno 2016.
  21. ^ a b (EN) WWE.com Editorial Staff, Seth Rollins to appear in 'Sharknado 4: The Fourth Awakens', su wwe.com, WWE, 22 giugno 2016. URL consultato il 6 giugno 2016.
  22. ^ (EN) Kate Spalla, Armenian Wrestler Named As New WWE Champion, su asbarez.com, Asbarez, 10 aprile 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
  23. ^ (EN) Colt Cabana, The Art of Wrestling: Episode 8 – Tyler Black aka Seth Rollins, su digitalcolt.com, Digital Colt, 23 settembre 2011. URL consultato il 6 giugno 2016.
  24. ^ a b (EN) Luis Gomez, Interview: WWE Champ Seth Rollins on Jon Stewart, Jay Cutler and why he's 'never leaving' the Midwest, su chicagotribune.com, The Chicago Tribune, 12 ottobre 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
  25. ^ Joe Gagne, IWA-MS TPI – 09/23/05, CubsFan.com, 23 settembre 2005.
  26. ^ Bill Behrens, NWA Wildside/Worldwide News: Tuesday February 14, 2006, NWA Wildside, 14 febbraio 2006.
  27. ^ (EN) Title Reigns « NWA Midwest Tag Team Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  28. ^ (EN) NWA Midwest Tag Team Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  29. ^ (EN) NWA No Limits Wrestling, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  30. ^ Chris Sokol, Impact: Bye, bye Eric, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 6 ottobre 2006.
  31. ^ Glazer, Aaron, FIP Headlines: Briscoes vs. Black & Brave Rematch Signed, InsidePulse.com, 9 agosto 2007.
  32. ^ (EN) Marek Brave, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  33. ^ Roger Dorn Night, Pro Wrestling Guerrilla, 10 giugno 2007. URL consultato il 9 agosto 2010.
  34. ^ Errol Leigh Farrell, Saturday Indy Wrestling News – ChickFight, Power Trip Wrestling, AAW And Wild Card Pro, Lords of Pain, 16 giugno 2007.
  35. ^ Pro Wrestling Guerrilla World Tag Team Champions, Pro Wrestling Guerrilla. URL consultato il 9 agosto 2010.
  36. ^ Age of the Fall (Tyler Black & Jimmy Jacobs), Pro Wrestling Guerrilla, 6 luglio 2008. URL consultato il 9 agosto 2010.
  37. ^ (EN) Title Reigns « PWG World Tag Team Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  38. ^ a b Title History: FIP World Champion, Full Impact Pro. URL consultato il 9 agosto 2010.
  39. ^ Brian Thomas, ROH Pulls Angle From Third PPV, TheDailySuplex.com, 17 settembre 2004.
  40. ^ Lipinski, Keith, 09/22/07: Dr. Keith Report (Upcoming Shows), AngryMarks.com, 22 settembre 2007.
  41. ^ Siciliano, Mike, Pro's from the Palace (#213) – Results & more: ROH Glory By Honor VI N2, WrestleView, 4 novembre 2007.
  42. ^ Berman, Samuel, 411 ROH Roundtable Preview: Philadelphia & New York – Glory By Honor VI – 11/2 & 11/3, 411mania, 2 novembre 2007.
  43. ^ a b c d Ring Of Honor Tag Team Championship, Ring of Honor. URL consultato il 5 aprile 2010.
  44. ^ (EN) Title Reigns « ROH World Tag Team Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  45. ^ Mike Aldren, Daily wrestling news & gossip, su The Sun, 5 settembre 2009. URL consultato il 25 luglio 2010.
  46. ^ Survival of the Fittest 2009, Cagematch. URL consultato il 14 febbraio 2010.
  47. ^ a b James Caldwell, Caldwell's Ring Of Honor PPV Report 12/19: Ongoing "virtual time" coverage of ROH's first online PPV – Austin Aries vs. Tyler Black, Pro Wrestling Torch, 19 dicembre 2009. URL consultato il 20 dicembre 2009.
  48. ^ James Caldwell, Ring of Honor announces details on ROH Title match for Eighth-Anniversary show (w/ video), PWTorch, 9 gennaio 2010. URL consultato l'11 agosto 2010.
  49. ^ Ring of Honor Title, Ring of Honor. URL consultato il 5 aprile 2010.
  50. ^ James Caldwell, ROH News: Big News – Result from tonight's ROH World Title match in New York City, Pro Wrestling Torch, 13 febbraio 2010. URL consultato il 14 febbraio 2010.
  51. ^ Sean Radican, Radican's ROH The Big Bang PPV Blog 4/3: Black vs. Aries vs. Strong, Briscoes vs. KOW, Pro Wrestling Torch, 3 aprile 2010. URL consultato il 9 maggio 2010.
  52. ^ James Caldwell, Caldwell's Ring of Honor PPV report 6/19: Ongoing "virtual time" coverage of Death Before Dishonor VIII Internet PPV, Pro Wrestling Torch. URL consultato l'8 agosto 2010.
  53. ^ a b Adam Martin, Spoilers: 8/20 Ring of Honor HDNet TV tapings, WrestleView, 21 agosto 2010. URL consultato il 26 agosto 2010.
  54. ^ a b Rob McNichol, Joining WWE was easy choice, su The Sun, 11 settembre 2010. URL consultato l'11 settembre 2010.
  55. ^ Results From Richmond & Charlotte, Ring of Honor. URL consultato l'11 settembre 2010.
  56. ^ James Caldwell e Radican, Sean, 9/11 ROH internet PPV live results: Caldwell & Radican's coverage of "Glory by Honor IX" – ROH Title match, Haas & Benjamin debut, su Pro Wrestling Torch, 11 settembre 2010. URL consultato l'11 settembre 2010.
  57. ^ (EN) Ring Of Honor Championships, su rohwrestling.com, Ring of Honor. URL consultato l'8 giugno 2016.
  58. ^ (EN) Title Reigns « Ring of Honor World Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  59. ^ Adam Martin, Report: Ring of Honor Champion signs with WWE, WrestleView, 8 agosto 2010. URL consultato l'8 agosto 2010.
  60. ^ Adam Martin, Update on Tyler Black signing with WWE, WrestleView, 8 agosto 2010. URL consultato l'8 agosto 2010.
  61. ^ James Caldwell, WWE/ROH News: Report on current ROH World champion signing with WWE, Pro Wrestling Torch, 8 agosto 2010. URL consultato l'8 agosto 2010.
  62. ^ Smackdown results for September 14, 2010, profightdb.com. URL consultato il 16 luglio 2012.
  63. ^ (EN) Sarah Campbell, WWE SmackDown comes to the Crown Coliseum July 15, su fayobserver.com, The Fayetteville Observer, 11 luglio 2014. URL consultato l'8 giugno 2016.
  64. ^ Bryan Alvarez, FRI UPDATE: Giant weekend schedule, big shows, potential HITC spoiler, ROH star new name, WWE/Foley, su Wrestling Observer Newsletter, 1º ottobre 2010. URL consultato il 2 ottobre 2010.
    «Tyler Black has debuted in WWE developmental under the name Seth Rollins. Maybe they can have him be the brother of Skag Rollins. Given history in developmental, his name will now probably change another two dozen times before he's called up.».
  65. ^ Adam Martin, Tyler Black makes official FCW debut last week, WrestleView, 6 ottobre 2010. URL consultato l'8 ottobre 2010.
  66. ^ a b c Superstar of the Week: Seth Rollins, fcwwrestling.com. URL consultato il 23 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2011).
  67. ^ Richard Trionfo, FCW TELEVISION REPORT: SETH ROLLINS AND HUNICO IN THE FCW 15 CHALLENGE; PETER ORLOV MAKES HIS DEBUT; SAXTON AND WASHINGTON CONTINUE THEIR FEUD, PWInsider. URL consultato il 26 gennaio 2012.
  68. ^ Richard Trionfo, FCW Television Report: Jack Brisco Classic Finals Go Into Overtime, PWInsider. URL consultato il 26 gennaio 2012.
  69. ^ Steve Gerweck, New FCW Tag Team champions crowned, WrestleView, 25 marzo 2011. URL consultato il 26 marzo 2011.
  70. ^ Champions Roll Call, Florida Championship Wrestling. URL consultato il 17 maggio 2011.
  71. ^ Florida Championship Wrestling Television Report: FCW Heavyweight Title Match; FCW Divas Title Match; Dean Ambrose Makes His Debut With A Promo; A Rotundo Family Reunion?, PWInsider. URL consultato il 15 novembre 2011.
  72. ^ a b c Florida Championship Wrestling Television Report: How Do You Top The First Two Rollins/Ambrose Matches? Devote The Entire Show To The Third Match And Let Them Wrestler For 35 Minutes, PWInsider. URL consultato il 15 novembre 2011.
  73. ^ Jason Namako, FCW Results – 10/31/11, WrestleView, 31 ottobre 2011. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  74. ^ Bryan Alvarez, Fri update: WWE survey on moving Mania to WWE Network, another wacky WWE show, Jones vs. Rampage odds, win a call from Jay Briscoe, new TNA girl identified, ROH affiliate list for this weekend's TV, full weekend schedule, tons more, su Wrestling Observer Newsletter, 23 settembre 2011. URL consultato il 23 settembre 2011.
  75. ^ James Caldwell, WWE PPV update – Tyler Black TV debut, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 15 luglio 2012.
  76. ^ New FCW Champions Crowned, PWInsider. URL consultato il 29 luglio 2012.
  77. ^ (EN) Title Reigns « FCW Florida Heavyweight Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  78. ^ (EN) FCW Florida Heavyweight Championship, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato l'8 giugno 2016.
  79. ^ WWE News: FCW name being phased out, Wrestling Observer. URL consultato il 14 agosto 2012.
  80. ^ a b Justin James, James's NXT report 6/27: Week 2 of New NXT season – Bateman vs. Curtis main event, Cesaro, Seth Rollins, Steamboat, su Pro Wrestling Torch, 4 luglio 2012. URL consultato il 5 luglio 2012.
  81. ^ George Chiverton, NXT Weekly Rankings & Evaluation 6/20 – New NXT Week 1: Early impressions from new cast of FCW talent, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 9 gennaio 2013.
    «[...] he has a solid gimmick as an outsider maverick».
  82. ^ Justin James, JAMES'S WWE NXT REPORT 8/29 – Week 11: First NXT champion crowned in big-match setting, su Pro Wrestling Torch. URL consultato l'8 settembre 2012.
  83. ^ NXT spoiler – first champion crowned, su Pro Wrestling Torch, 26 luglio 2012. URL consultato il 26 luglio 2012.
  84. ^ Justin James, JAMES'S WWE NXT RESULTS 8/1: NXT Title tournament begins with Rollins, Steamboat, McIntyre, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 9 agosto 2012.
  85. ^ Justin James, JAMES'S WWE NXT REPORT 8/15 – Week 9: Gold Rush tournament continues, Scotty 2 Hotty cameo, Overall Reax, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 31 agosto 2012.
  86. ^ Justin James, JAMES'S WWE NXT REPORT 10/10 – Week 17: WWE champ on commentary for excellent NXT Title match, Overall Reax, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 18 ottobre 2012.
  87. ^ WWE News: NXT Spoilers – more details on Thursday TV taping with NXT Title match, Big Show bonus main event, more, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  88. ^ Matt Bishop, WWE NXT: Rollins defends against Mahal, su SLAM! Wrestling. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  89. ^ WWE NXT Spoilers From Florida: Kevin Nash, The Shield, Wade Barrett And Much More, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 9 gennaio 2013.
  90. ^ Justin James, JAMES'S WWE NXT REPORT 1/9: Big E. captures NXT Title, Shield involved, PAC debut promo, Overall Reax, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 12 gennaio 2013.
  91. ^ Justin James, James's WWE NXT Results 2/27: The Shield attacks in the main event, a match so bad that it's good, more, su Pro Wrestling Torch. URL consultato l'11 agosto 2013.
  92. ^ Justin James, James's WWE NXT Report 4/10: Epic, must-watch Regal vs. Ohno match, Shield six-man tag match, Overall Reax, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 19 agosto 2013.
  93. ^ Justin James, James's WWE NXT Reports 4/17 & 4/24 & 5/1: Jericho in action, The Shield, Clash of Champions featuring several title matches, Paige vs. Summer Rae feud continues, more, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 18 giugno 2013.
  94. ^ James Caldwell, Survivor Series News: NXT stars debut in PPV main event angle, plus other news from annual PPV, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 19 novembre 2012.
  95. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw Results 11/26: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – The Shield speaks, Cena-Ziggler, su PWTorch. URL consultato il 5 dicembre 2012.
  96. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE TLC PPV Results 12/16: Complete "virtual-time" coverage of final 2012 PPV – Cena vs. Ziggler main event, Shield makes a statement, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  97. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw Results 11/19: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – Survivor Series fall-out, su PWTorch. URL consultato il 5 dicembre 2012.
  98. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw Results 12/3: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – McMahon returns, Punk takes a Test, su PWTorch. URL consultato il 5 dicembre 2012.
  99. ^ WWE News: WWE officially announces TLC main event change; will Ryback still get a WWE Title shot?, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 5 dicembre 2012.
  100. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw results 1/7: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – WWE Title match, The Rock returns, Cena vs. Ziggler (updated w/Box Score), Pro Wrestling Torch. URL consultato il 12 gennaio 2013.
  101. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw results 1/28: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – Huge Return ends Raw, Rock's first night as WWE champ, Raw Roulette, Heyman-McMahon, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 29 gennaio 2013.
  102. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw Results 2/4: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – WWE explains many things, Punk-Jericho main event, Bruno HOF Video, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 6 febbraio 2013.
  103. ^ James Caldwell, WWE News: Team Cena vs. The Shield official for Elimination Chamber; updated PPV line-up, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 6 febbraio 2013.
  104. ^ James Caldwell, WWE News: Chamber PPV results & notes – WM29 main event set, World Title match set, Shield big win, more, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 18 febbraio 2013.
  105. ^ Caldwell's WWE WrestleMania 29 PPV Results: Complete "virtual-time" coverage of live PPV from MetLife Stadium – Rock-Cena II, Taker-Punk, Lesnar-Hunter, more, pwtorch.com.
  106. ^ Caldwell's WWE Raw results 4/22 (Second Hour): Shield vs. The Undertaker six-man tag match, Ryder squashed, pwtorch.com.
  107. ^ RAW News: Shield loses first match, Lesnar's "mystique" now in-play, Dolph off TV, Miz returns, Dance-Off, App overload, more, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 27 maggio 2013.
  108. ^ Matt Bishop, Lesnar finishes off Triple H at Extreme Rules, su Slam! Wrestling, Canadian Online Explorer. URL consultato il 26 maggio 2013.
  109. ^ Caldwell's WWE Raw results 5/27 (Hour 2): Ongoing "virtual-time" coverage of live Memorial Day Raw – Tag Title match, HBK cameo, bizarre App Poll, pwtorch.com.
  110. ^ WWE News: Significant Smackdown spoiler for Friday's episode (w/Analysis of potential fall-out scenarios), Pro Wrestling Torch. URL consultato il 15 giugno 2013.
  111. ^ Dale Plummer, Smackdown!: The Shield handed their first loss heading into Payback, su Slam! Wrestling, Canadian Online Explorer. URL consultato il 15 giugno 2013.
  112. ^ Caldwell's WWE Payback PPV Results 6/16 (Hour 3), pwtorch.com.
  113. ^ Matt Bishop, Sandow, Orton big winners at WWE Money in the Bank, su SLAM! Wrestling. URL consultato il 20 luglio 2013.
  114. ^ Nick Tylwalk, Raw: Daniel Bryan faces an even bigger uphill climb, su SLAM! Wrestling. URL consultato il 31 agosto 2013.
  115. ^ Matthew Asher, Raw: Bryan's road through Hell continues, su SLAM! Wrestling. URL consultato il 31 agosto 2013.
    «It appears as though The Shield is now Triple H's lackeys as they open tonight's Raw as makeshift bodyguards (Jerry Lawler called them "henchmen") for The Game as he makes his way to the ring».
  116. ^ Matthew Asher, Battle may be over but WWE Battleground still leaves unresolved issues, su SLAM! Wrestling. URL consultato il 1º novembre 2013.
  117. ^ Anthony Benigno, Raw results: The Rhodes get golden, Orton traps Bryan and Heyman goes to 'Hell', WWE. URL consultato il 15 ottobre 2013.
  118. ^ Jon Waldman, Hell in a Cell: The usual suspects end up on top, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer. URL consultato il 1º novembre 2013.
  119. ^ James Caldwell, WWE S. Series PPV results 11/24 (Hour 3): Orton vs. Big Show main event, Bryan & Punk, PPV-closing face-off, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 27 novembre 2013.
  120. ^ Nolan Howell, TLC: Randy Orton crowned new WWE World Heavyweight Champion, su SLAM! Wrestling. URL consultato il 18 dicembre 2013.
  121. ^ The 30-Superstar Royal Rumble Match, WWE. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  122. ^ Ryan Murphy e Zach Linder, Full list of Royal Rumble Match participants and eliminations, WWE. URL consultato il 27 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 21 marzo 2014).
  123. ^ John Clapp, The Wyatt Family def. The Shield, su wwe.com, 23 febbraio 2014. URL consultato il 15 aprile 2016.
  124. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw results 3/3: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – Bryan vs. Batista, WM30 hype, new Tag Champs, C.M. Punk from start to finish, more, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 6 marzo 2014.
  125. ^ Greg Parks, Parks's WWE SmackDown report 3/7 Ongoing "virtual time" coverage of Friday show, including Sheamus vs. Del Rio, Shield, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 26 marzo 2014.
  126. ^ Wade Keller, Keller's Six Pack: Raw thoughts including Hunter-Bryan beat down, Batista, Shield's turn, Bray's gimmick shift, more, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 26 marzo 2014.
  127. ^ Greg Parks, Parks's WWE SmackDown Report 3/21: Ongoing "virtual time" coverage of Friday show, including Cena vs. Harper, Pro Wrestling Torch. URL consultato il 22 marzo 2014.
  128. ^ James Caldwell, WrestleMania 30 PPV results: (Hour 2): Complete "virtual-time" coverage of Cena vs. Bray, big moment for Cesaro in the Andre Battle Royal, Shield vs. Outlaws, su Pro Wrestling Torch. URL consultato l'8 aprile 2014.
  129. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw results 4/7: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – WM30 fall-out, WWE Title match teaser, Bryan's first night as champ, Warrior, more, su Pro Wrestling Torch. URL consultato l'8 aprile 2014.
  130. ^ The Shield def. Evolution, wwe.com, 4 maggio 2014.
  131. ^ The Shield vs. Evolution (No Holds Barred Elimination Match), wwe.com, 1º giugno 2014.
  132. ^ Matthew Asher, WWE Payback: The Shield Evolved, Cena stood tall and Brie dropped a bombshell, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 1º giugno 2014. URL consultato l'8 giugno 2014.
  133. ^ James Caldwell, CALDWELL'S WWE RAW RESULTS 6/2: Complete "virtual-time" coverage of live Raw - PPV fall-out, huge angle at the end of Raw, post-Raw coverage, MITB hype, more, PWTorch.com. URL consultato il 3 giugno 2014.
  134. ^ SETH ROLLINSBIO, wwe.com. URL consultato il 4 giugno 2014.
  135. ^ Ben Kerin, Seth Rollins Turns Heel On The Shield and Joins Evolution, wrestlingnewssource.com. URL consultato il 4 giugno 2014.
  136. ^ John Clapp, Seth Rollins won the Money in the Bank Contract Ladder Match, WWE. URL consultato il 20 luglio 2014.
  137. ^ James Wortman, Seth Rollins def. Dean Ambrose by forfeit, WWE. URL consultato il 29 giugno 2014.
  138. ^ Mitch Passero, Seth Rollins def. Dean Ambrose (Lumberjack Match), WWE. URL consultato il 17 agosto 2014.
  139. ^ Seth Rollins def. Dean Ambrose in a WWE App Vote Match, wwe.com. URL consultato il 19 agosto 2014.
  140. ^ James Caldwell, WWE Raw results 9/15: Complete "virtual-time" coverage of Raw vs. NFL Week 2 - Brock Lesnar returns, final Night of Champions PPV hype, more, su PWTorch.com. URL consultato il 19 aprile 2016.
  141. ^ a b Jason Powell, Night of Champions, recycled goods, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 22 settembre 2014. URL consultato il 22 settembre 2014.
  142. ^ a b WWE Hell in a Cell 2014 results: Bray Wyatt attacks Dean Ambrose in main event, su Sky Sports, Sky plc, 28 ottobre 2014. URL consultato il 21 novembre 2014.
  143. ^ Matthew Asher, Cena and Rollins survive Cell stipulations, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 26 ottobre 2014. URL consultato il 28 ottobre 2014.
  144. ^ Ryan Murphy, Team Cena def. Team Authority, WWE. URL consultato il 23 novembre 2014.
  145. ^ a b Ryan Murphy, John Cena def. Seth Rollins (Tables Match), WWE. URL consultato il 14 dicembre 2014.
  146. ^ Wade Keller, Keller's WWE Raw report 12/29: Lesnar and Heyman show up, Ziggler vs. Rusev in a champion vs. champion match, Edge & Christian host, Bryan's big announcement, su PWTorch.com. URL consultato il 31 dicembre 2014.
  147. ^ Caldwell, James, Caldwell's Royal Rumble PPV Report 1/25: Ongoing "virtual-time" coverage of Lesnar vs. Cena vs. Rollins for WWE Title, annual Royal Rumble match, more, su Pro Wrestling Torch, 25 gennaio 2015. URL consultato il 25 gennaio 2015.
  148. ^ Kenny Herzog, 'WWE Raw': Jon Stewart Delivers Jersey Justice, Rolling Stones magazine, 3 marzo 2015. URL consultato il 24 maggio 2015.
  149. ^ Bobby Melok, Seth Rollins, Kane & Big Show def. Dolph Ziggler, Erick Rowan & Ryback, WWE. URL consultato il 22 febbraio 2015.
  150. ^ Bobby Melok, Randy Orton def. Seth Rollins, WWE. URL consultato il 31 marzo 2015.
  151. ^ Marc Middleton, Huge Title Change At WrestleMania 31, First TV Appearance Announced For New Champion, WrestlingInc.com.
  152. ^ Jason Powell, Powell's WrestleMania 31 results and review: Brock Lesnar vs. Roman Reigns for the WWE World Heavyweight Championship, Sting vs. Triple H, Rusev vs. John Cena for the U.S. Championship, Undertaker vs. Bray Wyatt, Intercontinental Title ladder match, ProWrestling.net.
  153. ^ John Clapp, WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins def. Randy Orton (Cage Match, with the RKO banned), WWE. URL consultato il 26 aprile 2015.
  154. ^ Mike Tedesco, WWE RAW Results – 4/27/15 (Payback main event set), su wrestleview.com. URL consultato il 28 aprile 2015.
  155. ^ Mike Tedesco, WWE RAW Results – 5/4/15 (Changes to Payback main event), su wrestleview.com. URL consultato il 5 maggio 2015.
  156. ^ WWE RAW Results - 5/11/15 (Final hype for WWE Payback), su wrestleview.com. URL consultato il 12 maggio 2015.
  157. ^ a b Ryan Murphy, WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins won a Fatal 4-Way Match, WWE. URL consultato il 17 maggio 2015.
  158. ^ Benigno Anthony, Dean Ambrose def. WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins via Disqualification, WWE. URL consultato il 31 maggio 2015.
  159. ^ Benigno, Anthony, WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins def. Dean Ambrose, WWE. URL consultato il 17 giugno 2015.
  160. ^ Mike Tedesco, WWE RAW Results – 6/15/15 (Lesnar is the new #1 contender), su wrestleview.com. URL consultato il 15 giugno 2015.
  161. ^ Caldwell's WWE Raw Results 7/20: Complete "virtual-time" coverage of live Raw - Battleground fall-out, Taker-Lesnar pullapart, big six-man tag main event, Divas, more, PWTorch.com. URL consultato il 20 luglio 2015.
  162. ^ Caldwell's WWE Raw Results 7/27: Complete "virtual-time" coverage of live Raw - Cena vs. Rollins for U.S. Title, SSlam hype, Owens vs. RKO, two Divas matches, more, PWTorch.com. URL consultato il 27 luglio 2015.
  163. ^ John Cena suffers broken nose on Raw, WWE. URL consultato il 27 luglio 2015.
  164. ^ Matthew Artus, WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins def. United States Champion John Cena in a Winner Takes All Match, su wwe.com, 23 agosto 2015. URL consultato il 26 agosto 2015.
  165. ^ Melok, Bobby, John Cena def. Seth Rollins to win the United States Championship, WWE. URL consultato il 21 settembre 2015.
  166. ^ Laboon, Jeff, WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins def. Sting, WWE. URL consultato il 21 settembre 2015.
  167. ^ Kevin Powers, WWE World Heavyweight Champion Seth Rollins def. Demon Kane, WWE, 25 ottobre 2015. URL consultato il 25 ottobre 2015.
  168. ^ (EN) WWE.com Staff, Seth Rollins suffers knee injury, ew WWE World Heavyweight Champion to be crowned at Survivor Series, su wwe.com, WWE, 5 novembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  169. ^ (EN) Extra Mustard, WWE champion Seth Rollins out 6-9 months with torn ACL, MCL, su si.com, Sports Illustrated, 5 novembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  170. ^ In realtà l'annuncio ufficiale della resa vacante del titolo detenuto da Rollins è avvenuta il giorno dopo (ossia il 5 novembre 2015), ponendo quindi fine al suo regno da campione dopo 221 giorni, ma successivamente la WWE ha modificato ciò sul sito ufficiale della WWE, usando il 4 novembre 2015 come data della fine del regno come campione di Rollins (a 220 giorni), cosa confermata anche successivamente, quando il 18 febbraio 2016 la WWE ha lanciato una nuova versione del proprio sito ufficiale.
  171. ^ (EN) Grahame Herbert, Seth Rollins Sets New Record With WWE Title Reign, su whatculture.com, WhatCulture, 28 settembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  172. ^ (EN) Bill Hanstock, Seth Rollins has held the championship longer than any other person to cash in Money in the Bank, su cagesideseats.com, Cageside Seats, 28 settembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  173. ^ (EN) Obssesed with Film, Seth Rollins Sets New Record With WWE Title Reign, su imdb.com, Internet Movie Database, 28 settembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  174. ^ (EN) Ryan Pappolla, Exclusive interview: Seth Rollins speaks on his injured knee, his recovery and his thoughts on the next WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 7 novembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  175. ^ WWERollins, It is only after we've lost everything that we are free to do anything. Redesign. Rebuild. Reclaim. (Tweet), twitter.com, 7 novembre 2015.
  176. ^ (EN) Raw: Nov. 9, 2015, su wwe.com, WWE, 9 novembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  177. ^ (EN) Ryan Murphy, Roman Reigns def. Dean Ambrose in the WWE World Heavyweight Championship Tournament Final Match; Sheamus cashed in his Money in the Bank contract to become WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 22 novembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  178. ^ (EN) James Caldwell, 11/30 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 30 novembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  179. ^ (EN) James Caldwell, 12/14 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Report on TLC fall-out, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 14 dicembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  180. ^ (EN) Ryan Murphy, Roman Reigns def. WWE World Heavyweight Champion Triple H, su wwe.com, WWE, 3 aprile 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  181. ^ (EN) Ryan Murphy, Triple H won the 2016 Royal Rumble Match for the WWE World Heavyweight Championship, su wwe.com, WWE, 24 gennaio 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  182. ^ (EN) Greg Adkins, Mr. McMahon finally revealed who will control Raw, su wwe.com, WWE, 1º maggio 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  183. ^ (EN) James Caldwell, 5/22 WWE Extreme Rules PPV Results – Caldwell's Ongoing Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 22 maggio 2016. URL consultato il 25 maggio 2016.
  184. ^ (EN) James Caldwell, 5/23 WWE Raw TV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 23 maggio 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  185. ^ (EN) Raw: May 23, 2016, su wwe.com, WWE, 23 maggio 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  186. ^ (EN) Anthony Benigno, Seth Rollins def. WWE World Heavyweight Champion Roman Reigns; Dean Ambrose cashed in his Money in the Bank contract to become WWE World Heavyweight Champion, su wwe.com, WWE, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  187. ^ (EN) James Caldwell, 6/19 WWE MITB PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  188. ^ (EN) Seth Rollins « Title Reigns, su cagematch.net, Cagematch, 20 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  189. ^ (EN) Anthony Benigno, Roman Reigns vs. Seth Rollins' No. 1 Contender's Match ended in a Double Count-out, su wwe.com, WWE, 20 giugno 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  190. ^ (EN) James Caldwell, 6/20 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 20 giugno 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  191. ^ a b (EN) Raw, June 27, 2016, su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  192. ^ a b (EN) James Caldwell, 6/27 WWE Raw Results – Caldwell's Complete TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 27 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016.
  193. ^ a b (EN) WWE Championship, su wwe.com, WWE, 29 giugno 2016. URL consultato il 29 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2016).
  194. ^ (EN) WWE.com Staff, Roman Reigns suspended, su wwe.com, WWE, 21 giugno 2016. URL consultato il 23 giugno 2016.
  195. ^ Il 21 giugno 2016 Joe Anoa'i (Roman Reigns) era stato sospeso per trenta giorni a causa della sua prima violazione del Wellness Program della WWE (fonte: (EN) WWE.com Staff, Roman Reigns suspended, su wwe.com, WWE, 21 giugno 2016. URL consultato il 23 giugno 2016.) che sarebbe un test antidoping utilizzato dalla WWE per tenere sotto controllo i propri wrestler e assicurarsi che nessuno di essi faccia assunzione di sostanze illecite (fonte: (EN) Talent Wellness Program Summary, su corporate.wwe.com, WWE. URL consultato il 23 giugno 2016.). Siti web come il Pro Wrestling Torch e TheWrap hanno riportato che la WWE sapeva della violazione da parte di Reigns prima di Money in the Bank e che per questo aveva perso il titolo (fonti: (EN) James Caldwell, Roman Reigns suspended for Wellness Violation, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 21 giugno 2016. URL consultato il 23 giugno 2016. (EN) Tony Maglio, Roman Reigns Violated WWE Health Policy, So Why Did He Fight Anyway?, su thewrap.com, TheWrap, 1º luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.). Tuttavia il match tra Ambrose, Rollins e Reigns è stato confermato, in quanto la sospensione di Reigns sarebbe terminata tre giorni prima dell'evento e l'incontro si è svolto come da programma (fonte: (EN) John Clapp, WWE World Heavyweight Champion Dean Ambrose vs. Roman Reigns vs. Seth Rollins (Triple Threat Match), su wwe.com, WWE, 20 giugno 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.). Nelle settimane precedenti a Battleground la WWE ha riconosciuto la sospensione e la violazione del Wellness Program da parte di Reigns negli show televisivi (fonte: (EN) Anthony Benigno, Raw, June 27, 2016, su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016., con Rollins in particolare che se l'è presa con lui (kayfabe) e che ne ha chiesto l'esclusione dal match titolato (fonte: (EN) Anthony Benigno, WWE Champion Dean Ambrose interrupted 'The Rollins Report', su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.), senza tuttavia avere successo (fonte: (EN) James Caldwell, 6/27 WWE Raw Results – Caldwell's Complete TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.).
  196. ^ (EN) Bobby Melok, WWE Champion Dean Ambrose def. Roman Reigns & Seth Rollins (Triple Threat Match), su wwe.com, WWE, 24 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  197. ^ (EN) James Caldwell, 7/24 WWE Battleground Results – Caldwell's Complete Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 24 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  198. ^ (EN) Anthony Benigno, Raw, June 27, 2016, su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  199. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Champion Dean Ambrose interrupted 'The Rollins Report', su wwe.com, WWE, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  200. ^ (EN) James Caldwell, 6/27 WWE Raw Results – Caldwell's Complete TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 27 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  201. ^ In realtà Raw si è concluso con la commissioner di Raw Stephanie McMahon che ha assegnato la vittoria del match e del titolo a Rollins, ma in un segmento andato in onda in esclusiva sul WWE Network l'arbitro – che era stato colpito accidentalmente nel finale del match, come da copione – ha decretato la fine del match in pareggio e, come da regola, Ambrose ha mantenuto il titolo, cosa confermata anche sul profilo Twitter ufficiale della WWE.
  202. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Champion Dean Ambrose vs. Seth Rollins ended in a Draw, su wwe.com, WWE, 18 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  203. ^ (EN) James Caldwell, 7/18 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 18 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  204. ^ (EN) Marc Middleton, Dean Ambrose Still The WWE Champion, Decision Announced On WWE Network After RAW, su wrestlinginc.com, WrestlingInc, 18 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  205. ^ (EN) WWE.com Staff, SmackDown going live on USA Network on a new night with distinct roster starting July 19, su wwe.com, WWE, 25 maggio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  206. ^ (EN) James Wortman, Who will gain key momentum three weeks before the WWE Brand Extension Draft?, su wwe.com, WWE, 23 giugno 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  207. ^ (EN) Brian Steinberg, WWE's 'Smackdown' Will Move to Live Broadcast on USA (Exclusive), su variety.com, Variety, 25 maggio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  208. ^ (EN) WWE.com Staff, WWE's destiny to be determined during SmackDown’s LIVE premiere, su wwe.com, WWE, 15 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  209. ^ (EN) Official page for WWE SmackDown Live, su wwe.com, WWE, 19 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  210. ^ (EN) WWE.com Staff, 2016 WWE Draft results: WWE officially ushers in New Era, su wwe.com, WWE, 19 luglio 2016. URL consultato il 22 luglio 2016.
  211. ^ (EN) Michael Burdick, Dean Ambrose def. Seth Rollins – WWE Championship Match, su wwe.com, WWE, 19 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  212. ^ (EN) Greg Parks, 7/19 WWE Smackdown Live – Parks's Complete Coverage of WWE Draft, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  213. ^ (EN) SmackDown Live: July 26, 2016, su wwe.com, WWE, 26 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  214. ^ (EN) Greg Parks, 7/26 WWE Smackdown Live – Parks's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 26 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  215. ^ (EN) Mike Tedesco, WWE Raw Results – 7/25/16 (Live from Pittsburgh, fallout from Battleground, new era of Raw begins), su wrestleview.com, Wrestleview, 25 luglio 2016. URL consultato il 29 luglio 2016.
  216. ^ (EN) Raw: July 25, 2016, su wwe.com, WWE, 25 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  217. ^ (EN) John Clapp, Finn Bálor vs. Seth Rollins to crown the first WWE Universal Champion, su wwe.com, WWE, 25 luglio 2016. URL consultato il 28 luglio 2016.
  218. ^ (EN) Jeff Laboon, Finn Bálor def. Seth Rollins to become the first WWE Universal Champion, su wwe.com, WWE, 21 agosto 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  219. ^ (EN) James Caldwell, 8/21 WWE Summerslam Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 21 agosto 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  220. ^ (EN) WWE.com Staff, Update: Finn Bálor relinquishes WWE Universal Championship due to injury, undergoes successful surgery, su wwe.com, WWE, 22 agosto 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  221. ^ (EN) James Caldwell, 8/22 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 22 agosto 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  222. ^ (EN) Anthony Benigno, Seth Rollins def. Sami Zayn to advance to next week's Fatal 4-Way WWE Universal Championship Match, su wwe.com, WWE, 22 agosto 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  223. ^ (EN) Raw results, Aug. 29, 2016: Kevin Owens triumphs thanks to game-changing return, su wwe.com, WWE, 29 agosto 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  224. ^ (EN) James Caldwell, 8/29 WWE Raw Results – Caldwell's In-Person Live Report on new Universal champion, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 29 agosto 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  225. ^ (EN) Anthony Benigno, Kevin Owens def. Seth Rollins, Roman Reigns and Big Cass to become the new WWE Universal Champion, su wwe.com, WWE, 29 agosto 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  226. ^ (EN) Wade Keller, Keller's WWE Raw Review 8/29: Full coverage of fatal four way for Universal Title, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 29 agosto 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  227. ^ (EN) James Caldwell, 9/5 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 5 settembre 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  228. ^ (EN) Anthony Benigno, Seth Rollins crashed Kevin Owens' WWE Universal Championship coronation, su wwe.com, WWE, 5 settembre 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  229. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Universal Champion Kevin Owens vs. Seth Rollins, su wwe.com, WWE, 5 settembre 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  230. ^ (EN) Anthony Benigno, WWE Universal Champion Kevin Owens def. Seth Rollins, su wwe.com, WWE, 25 settembre 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  231. ^ a b (EN) Dave Meltzer, WWE Clash of Champions live results: Kevin Owens vs. Seth Rollins, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 25 settembre 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  232. ^ (EN) Alfred Konuwa, Seth Rollins' Rib Injury And Why WWE Should Focus More On Entertainment Than Wrestling, su forbes.com, Forbes, 26 settembre 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  233. ^ (EN) Seth Rollins gives an update on his rib injury: Raw, Oct. 3, 2016, su wwe.com, WWE, 3 ottobre 2016. URL consultato il 20 ottobre 2016.
  234. ^ Jason Powell, Powell’s WWE Hell in a Cell 2016 live review: Sasha Banks vs. Charlotte for the WWE Women’s Championship, Kevin Owens vs. Seth Rollins for the WWE Universal Championship, Roman Reigns vs. Rusev for the U.S. Championship, su Pro Wreslting Dot Net. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  235. ^ (EN) Team Raw def. Team SmackDown LIVE in a 5-on-5 Traditional Survivor Series Men's Elimination match, WWE, 20 novembre 2016. URL consultato il 21 novembre 2016.
  236. ^ (EN) WWE Universal Champion Kevin Owens def. Seth Rollins in a No Disqualification Match, WWE, 20 novembre 2016. URL consultato il 21 novembre 2016.
  237. ^ (EN) Ryan Murphy, Dean Ambrose, Seth Rollins and Roman Reigns: Who are they and why did they help CM Punk?, su wwe.com, WWE, 18 novembre 2012. URL consultato il 28 luglio 2016.
  238. ^ (EN) James Caldwell, WWE News: Changes to The Shield evident in post-loss promo (w/Analysis of the group vs. individuals), su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 29 giugno 2013. URL consultato il 28 luglio 2016.
  239. ^ (EN) James Caldwell, Caldwell's WWE Raw Results 1/13: Complete "virtual-time" coverage of live Raw - Big show-closing angle involving Daniel Bryan, Hall of Fame, Rumble hype, more, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 13 gennaio 2014. URL consultato il 28 luglio 2016.
  240. ^ (EN) Anthony Benigno, Raw results: The Undertaker taunts Lesnar and Triple H vows a new 'Era', su wwe.com, WWE, 24 marzo 2014. URL consultato il 28 luglio 2016.
  241. ^ (EN) Will Stephenson, Interview: WWE Superstar Seth Rollins on his career and next Tuesday's Smackdown, in Arkansas Times, 6 marzo 2014. URL consultato il 28 luglio 2016.
  242. ^ a b (EN) Rich D. Latta II, 8 Things That Doomed Seth Rollins WWE Title Reign From The Start, su whatculture.com, WhatCulture, 27 luglio 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  243. ^ (EN) HeelElite, Is Seth Rollins the weakest WWE champion of all time?, su cagesideseatscom, Cageside Seats, 26 settembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  244. ^ (EN) Team Stream Now, Is WWE Burying Seth Rollins and the World Heavyweight Championship?, su bleacherreport.com, Bleacher Report, 9 giugno 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  245. ^ (EN) Ryan Dilbert, Most Poorly Booked WWE Champions of All Time, su bleacherreport.com, Bleacher Report, 13 agosto 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  246. ^ Lo stesso Rollins se la sarebbe presa con il pubblico (che ha cominciato ad acclamarlo) rinfacciando l'averlo definito "il più debole campione di tutti i tempi" durante un segmento al microfono a Raw, la sera dopo il suo ritorno, rimanendo quindi heel ("cattivo").
  247. ^ (EN) Matches « Seth Rollins, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 28 giugno 2016.
  248. ^ (EN) Nick Paglino, Seth Rollins Snaps Lengthy TV Losing Streak, TNA World Title Series Continues on Impact Wrestling Tonight, Confirmed Matches and More, su wrestlezone.com, Wrestlezone, 21 ottobre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  249. ^ Filmato audio(EN) WWE, 5 things you didn't know about Sting: 5 Things, December 2, 2015, WWE, 2 dicembre 2015, a 0 h 02 min 10 s. URL consultato il 28 giugno 2016.
  250. ^ (EN) James Montgomery, Seth Rollins Is Happy You Hate Him, su rollingstone.com, Rolling Stone, 20 agosto 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  251. ^ a b c (EN) James Caldwell, WWE Report: Seth Rollins talks WWE Title run at five-month mark - addresses criticism, getting heel heat, irrelevant opinions, more, plus what do the numbers say?, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 21 agosto 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  252. ^ (EN) Marc Middleton, Original Plans For Roman Reigns And The WWE World Heavyweight Title, Seth Rollins Update, More, su wrestligninc.com, WrestlingInc.com, 6 novembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  253. ^ (EN) Andy Slawecki, WWE News: Upcoming Creative Plans For Roman Reigns & AJ Styles, su inquisitr.com, The Inquisitr News, 5 maggio 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
    «[...] Era originariamente previsto che [Roman] Reigns vincesse il titolo [il WWE World Heavyweight Championship] per la prima volte alle Survivor Series dello scorso novembre in un match singolo contro Seth Rollins. Tuttavia sono successe due cose che hanno cambiato tutto ciò: Rollins si è infortunato e Reigns non stava andando over [ossia non stava ricevendo una reazione positiva da parte del pubblico] come il principale babyface ["buono"]».
  254. ^ (EN) WWE Working On Re-Writing Creative Plans, Backstage Talk On Seth Rollins And WrestleMania 32, su wrestligninc.com, WrestlingInc.com, 5 novembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  255. ^ (EN) Backstage News On Roman Reigns Vs. Seth Rollins, Why WWE Didn't Panic Over The Rollins Injury, su wrestligninc.com, WrestlingInc.com, 16 novembre 2015. URL consultato il 28 giugno 2016.
  256. ^ (EN) Jason Powell, Powell's WWE Extreme Rules Hit List, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 23 maggio 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  257. ^ (EN) Aaron Oster, Seth Rollins returns at Extreme Rules, su baltimoresun.com, The Baltimore Sun, 23 maggio 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  258. ^ (EN) Jeff Hamlin, WWE Raw Live Results: Seth Rollins Returns; Extreme Rules Fallout, su f4wonline.com, Wrestling Observer Newsletter, 23 maggio 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  259. ^ (EN) James Caldwell, 6/19 WWE MITB PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 giugno 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  260. ^ (EN) Jason Powell, Powell's WWE Raw Hit List: Dean Ambrose, Roman Reigns, and Seth Rollins, su prowrestling.net, Pro Wrestling Dot Net, 21 giugno 2016. URL consultato il 25 giugno 2016.
  261. ^ (EN) 8/8 Raw: First batch of PWTorch writers reviewing Monday's Raw!, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 9 agosto 2016. URL consultato il 21 ottobre 2016.
  262. ^ (EN) James Caldwell, 8/15 WWE Raw Results – Caldwell's Complete Live TV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 15 agosto 2016. URL consultato il 21 ottobre 2016.
  263. ^ (EN) Instant Reaction – 8/22 Raw: Three-Pack of Big Takeways from post-Summerslam Raw, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 23 agosto 2016. URL consultato il 21 ottobre 2016.
  264. ^ a b (EN) Mid-Week Flagship w/Wade Keller & Jason Powell (US version), a 23 min 00 s.
  265. ^ (EN) Anthony Benigno, Seth Rollins Looks to the Future with The Black & The Brave Wrestling Academy, su wwe.com, WWE, 25 luglio 2014.
  266. ^ (EN) TMZ Staff, WWE Seth Rollins' Girlfriend – Fired for Nazi Pics, su tmz.com, TMZ, 31 agosto 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
  267. ^ (EN) Bruna Nessif, WWE Star Seth Rollins Apologizes After Angry Fiancée Reportedly Leaks Nude Photos of Him and WWE Diva Zahra Schreiber, su ca.eonline.com, E! Online, 10 febbraio 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
  268. ^ (EN) QMI Agency, Nude photos of WWE's Seth Rollins emerge on Twitter, su torontosun.com, Toronto Sun, 10 febbraio 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
  269. ^ (EN) Jonathan Strauss, Leighla Schultz retaliates by posting private photos of Seth Rollins, Zahara Schreiber, su lhrtimes.com, The Lahore Times, 14 febbraio 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
    «Rollins is engaged to Leighla Schultz since last summer».
  270. ^ RollinsWWE, I would like to apologize to all the WWE fans and my family and friends for private photographs that were distributed without my consent. (Tweet), twitter.com, 9 febbraio 2015.
  271. ^ (EN) Kevin McSpadden, WWE Star Seth Rollins Apologizes for Nude-Photos Leak, in Time, 11 febbraio 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
  272. ^ (EN) Eric Palmer, 411's WWE Smackdown Report 05.14.15, su 411mania.com, 411Mania, 14 maggio 2015. URL consultato il 9 giugno 2016.
    «Avada Kedavra is hit twice by Rollins for the win».
  273. ^ (EN) Chris Parks, Parks's WWE Smackdown Report 5/14: Complete coverage of the Thursday night show, including Seth Rollins vs. Ryback, Kane vs. Roman Reigns, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 16 maggio 2015. URL consultato il 9 giugno 2016.
    «Two superkicks to Ryback were enough to keep the big man down».
  274. ^ Filmato audio(EN) WWE, Ryback vs. Seth Rollins: SmackDown, May 14, 2015, su YouTube, WWE, 14 maggio 2015, a 0 h 03 min 27 s. URL consultato il 9 giugno 2016.
  275. ^ (EN) PWMania.com Staff, WWE Raw Results – October 13, 2014, su pwmania.com, PWMania, 13 ottobre 2014. URL consultato il 9 giugno 2016.
    «[...] and hits a big kick [superkick] to the head for a 2 count [...] Rollins rolls through and hits a [super] kick to the face».
  276. ^ a b c d e f g h i John Clapp, The blueprints behind 'The Architect' Seth Rollins' 7 coolest moves, su WWE. URL consultato il 9 giugno 2016.
  277. ^ Jason Namako, FCW Results – 4/29/12, su WrestleView, 30 aprile 2012. URL consultato il 25 maggio 2012.
  278. ^ Adam Martin, Spoilers: FCW TV Taping Results for June, su WrestleView, 25 maggio 2012. URL consultato il 25 maggio 2012.
  279. ^ (EN) Seth Rollins, su wwe.com, WWE. URL consultato il 9 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 31 marzo 2015).
  280. ^ Nell'aprile 2015 è stata vietata perché ritenuta troppo pericolosa per l'incolumità dei wrestler.
    Fonte: (EN) Aaron Sass, WWE News: Seth Rollins Explains Why Vince McMahon Banned The Curb Stomp, su inquisitr.com, The Inquisitr News, 3 giugno 2016. URL consultato il 9 giugno 2016.
  281. ^ a b c d e Richard Trionfo, WWE NXT report: Ohno/Barreta; the United States Champion in challenged; Divas in action; someone loses their first name; and more, PWInsider. URL consultato il 27 ottobre 2012.
  282. ^ a b c d e f g Richard Trionfo, WWE NXT report: the first NXT champion is crowned, PWInsider. URL consultato il 1º settembre 2012.
  283. ^ (EN) James Caldwell, 10/25 HIAC PPV Report – Caldwell's Live Coverage, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 25 ottobre 2015. URL consultato il 9 giugno 2016.
    «[...] so Seth kicked him in the head and nailed a springboard knee to the side of the head».
  284. ^ a b James Caldwell, WWE news: Seth Rollins addresses new Pedigree finisher, su Pro Wrestling Torch, 28 maggio 2015. URL consultato il 28 maggio 2015.
  285. ^ James Caldwell, CALDWELL'S WWE RAW RESULTS 5/18: Complete "virtual-time" coverage of live Raw – Payback PPV fall-out, two title matches, packed show includes major Lana-Rusev developments and NXT champ debuting, more, su PWTorch, 18 maggio 2015. URL consultato il 25 maggio 2015.
  286. ^ a b George Chiverton, Chiverton's NXT scouting report: Big E. gets called up; Latest Rankings & Evaluations of NXT stars, su Pro Wrestling Torch. URL consultato l'11 luglio 2013.
    «Rollins won with a superkick and a standing sliced bread, which Jim Ross called the Skywalker».
  287. ^ (EN) Paul Nemer, WWE Smackdown Results – 12/27/13 (Cena vs. Rollins), su wrestleview.com, Wrestleview, 28 dicembre 2013. URL consultato il 9 giugno 2016.
    «Rollins connects with a Skywalker for a near fall».
  288. ^ James Caldwell, Caldwell's WWE Raw Results 4/20: Complete "virtual-time" coverage of live Raw - Rollins vs. Ziggler main event, Cena's Open Challenge, Miz-Sandow, Triple H returns, more, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 23 maggio 2016.
  289. ^ Mike Tedesco, WWE RAW Results - 4/20/15 (Final hype for Extreme Rules), su wrestleview.com. URL consultato il 23 maggio 2016.
  290. ^ a b c d Tyler Black profile, Ring of Honor. URL consultato il 5 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 9 maggio 2010).
  291. ^ Steve Gerweck, 5/8 ROH Results: Manhattan, NY, WrestleView, 8 maggio 2010. URL consultato il 9 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 14 aprile 2012).
  292. ^ Tyler Black vs Davey Richards|Tyler Black wins, 411mania.com.
  293. ^ a b c James Caldwell, Caldwell's 6/12 ROH Take No Prisoners PPV Report: Report from live PPV taping in Houston on tonight's PPV, Pro Wrestling Torch, 12 giugno 2009. URL consultato il 9 agosto 2010.
  294. ^ a b James Caldwell, Caldwell's ROH Caged Collision PPV Report 4/17: Ongoing "virtual time" coverage of Ten-Man Cage match, Pro Wrestling Torch, 17 aprile 2009. URL consultato il 9 agosto 2010.
  295. ^ a b c d e Seth Rollins, Online World of Wrestling. URL consultato il 9 agosto 2010.
  296. ^ a b c d e f g Richard Trionfo, WWE NXT report: McIntyre/Rollins; and more, PWInsider. URL consultato il 27 luglio 2012.
  297. ^ a b c Richard Trionfo, WWE SmackDown report: Shield in singles action, PWInsider. URL consultato il 13 gennaio 2014.
  298. ^ a b c Richard Trionfo, WWE RAW report: Shield versus Big Red Bearded Viper series, PWInsider. URL consultato il 13 gennaio 2014.
  299. ^ a b c d James Caldwell, CALDWELL'S SUMMERSLAM REPORT 8/23: Complete "virtual-time" coverage of Lesnar vs. Taker, Title vs. Title, more matches, su PWTorch, 23 agosto 2015. URL consultato il 31 ottobre 2015.
  300. ^ a b c d Wade Keller, KELLER'S WWE NIGHT OF CHAMPIONS PPV REPORT 9/20: Ongoing "virtual time" coverage of event including Sting vs. Seth, Cena vs. Seth, Ryback vs. Owens, mystery partner with Reigns & Ambrose, Divas Title, Tag Title, more, su PWTorch, 20 settembre 2015. URL consultato il 31 ottobre 2015.
  301. ^ a b Jeremy Joshua Gobinathan, Seth Rollins vs John Cena: Result and Reaction, Give Me Sports, 24 agosto 2015.
  302. ^ Josh Lopez, WWE Friday Night SmackDown Results: Triple H Tests The Shield, Between The Ropes, 9 maggio 2014.
  303. ^ James Caldwell, Caldwell's ROH "Take No Prisoners" Report 5/30: Ongoing "virtual time" coverage of PPV #6, Pro Wrestling Torch, 30 maggio 2008. URL consultato il 9 agosto 2010.
  304. ^ James Caldwell, Caldwell's ROH TV report 3/21: ROH debuts on HDNet with Jimmy Jacobs vs. Tyler Black, Pro Wrestling Torch, 22 marzo 2009. URL consultato l'8 agosto 2010.
  305. ^ Seth Rollins comments on becoming on Mr. Money in the Bank: WWE.com Exclusive, June 29, 2014 (1:31), wwe.com, 29 giugno 2014.
  306. ^ Anthony Benigno, WWE Raw results, October 13, 2014: Dean Ambrose heads to 'Hell' against Seth Rollins and John Cena enters The Viper's nest – Seth Rollins def. Jack Swagger, WWE, 13 ottobre 2014. URL consultato il 9 dicembre 2014.
    «The presence of Randy Orton at ringside didn’t put Rollins’ mind at ease, either, but what did save The Aerialist was a superkick that knocked the kneeling Swagger unconscious».
  307. ^ James Wortman, John Cena def. WWE World Heavyweight Champion Brock Lesnar by disqualification, WWE, 21 settembre 2014. URL consultato il 9 dicembre 2014.
    «Rollins Curb Stomped Lesnar. The Architect's path to sports-entertainment's grandest prize was clear».
  308. ^ Anthony Benigno, Seth Rollins def. Dean Ambrose (Hell in a Cell Match), WWE, 26 ottobre 2014. URL consultato il 16 novembre 2014.
    «[...] and the man who declared himself the "Future of WWE" nearly found himself eradicated from the timeline thanks to Ambrose».
  309. ^ Anthony Benigno, WWE Raw results, Sept. 7, 2015: Sting torments Rollins – Sting and Sheamus confronted WWE World Heavyweight & U.S. Champion Seth Rollins, su WWE, 7 settembre 2015. URL consultato l'8 settembre 2015.
    «But enough is enough, and "The Man" wants his statue back from Sting, who pulled a disappearing act with The Architect's monument two weeks ago and has been holding it hostage ever since. [...] Just another day in the life of "The Man"».
  310. ^ Matt Sydal vs Tyler Black, youtube.com.
  311. ^ Jimmy Jacobs, All-American Wrestling. URL consultato il 9 agosto 2010.
    «"Battle on" by War of Ages(W/ Tyler Black)».
  312. ^ Jimmy Jacobs, All-American Wrestling. URL consultato il 9 agosto 2010.
    «"The Haunted" by Walls of Jericho (W/ Tyler Black)».
  313. ^ Jimmy Jacobs, All-American Wrestling. URL consultato il 9 agosto 2010.
    «"Flesh it out" by Blues Saraceno(W/ Tyler Black)».
  314. ^ " WWE:"Special Op", itunes.apple.com.
  315. ^ WWE: King of Kings (Triple H) [feat. Motörhead], su itunes.com, iTunes. URL consultato l'8 giugno 2016.
  316. ^ WWE: The Second Coming (Seth Rollins), su itunes.com, iTunes. URL consultato l'8 giugno 2016.
  317. ^ a b c d e (EN) Tournaments « Seth Rollins, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 6 giugno 2016.
  318. ^ Feud of the Year, in Pro Wrestling Illustrated, vol. 36, nº 2, 2015, pp. 22-23.
  319. ^ Tag Team of the Year, in Pro Wrestling Illustrated, vol. 34, nº 2, 2014, pp. 42-43.
  320. ^ (EN) Pro Wrestling Illustrated (PWI) 500 for 2015, su profightdb.com, Teh Internet Wrestlign Database. URL consultato il 6 giugno 2016.
  321. ^ a b c (EN) Kenny Herzog, WWE Wrestler of the Year (So Far), su rollingstone.com, Rolling Stone, 1º luglio 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
  322. ^ (EN) Kenny Herzog, WWE Wrestler(s) of the Year: The New Day, su rollingstone.com, Rolling Stone, 14 dicembre 2015. URL consultato il 6 giugno 2016.
  323. ^ (EN) Kenny Herzog, WWE Wrestler of the Year: Dolph Ziggler, su rollingstone.com, Rolling Stone, 17 dicembre 2014. URL consultato il 6 giugno 2016.
  324. ^ (EN) Dave Meltzer, Wrestling Observer Newsletter: 2013 Annual awards issue, best in the world in numerous categories, plus all the news in pro-wrestling and MMA over the past week and more, in Wrestling Observer Newsletter, Cambell, 27 gennaio 2014, pp. 1-37, ISSN 1083-9593.
  325. ^ (EN) What is a Slammy?, su wwe.com, WWE, 23 febbraio 2008. URL consultato il 6 giugno 2016.
  326. ^ a b c d (EN) Jeff Laboon, 2014 Slammy Award winners, su wwe.com, WWE, 9 dicembre 2014. URL consultato il 5 giugno 2016.
  327. ^ a b c (EN) WWE.com Staff, 2013 Slammy Award winners, su wwe.com, WWE, 8 dicembre 2013. URL consultato il 5 giugno 2016.
  328. ^ (EN) From the Bowery: Destruction of the Shield (DVD), su 411mania.com, 411mania. URL consultato il 3 giugno 2016.
  329. ^ (EN) WWE 2K14, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 6 giugno 2016.
  330. ^ 2K svela il gioco di carte online WWE Supercard, su spaziogames.it, Spaziogames. URL consultato il 6 giugno 2016.
  331. ^ (EN) WWE 2K15, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 6 giugno 2016.
  332. ^ (EN) WWE Immortals, su wwe.com, WWE. URL consultato il 7 giugno 2016.
  333. ^ (EN) WWE 2K16, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 6 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]