Christian (wrestler)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Christian
Christian WM Axxess 2015.jpg
Christian nel marzo del 2015
NomeWilliam Jason Reso
Ring nameThe Canadian Rage
Christian
Christian Cage
Conquistador Dos
The Male Nurse
The Suicide Blonde
NazionalitàCanada Canada
NascitaKitchener, Ontario[1]
30 novembre 1973 (45 anni)[1]
Residenza dichiarataTampa
Altezza dichiarata190[1] cm
Peso dichiarato90[1] kg
AllenatoreRon Hutchinson[1]
Dory Funk Jr.[1]
Debutto1995[2]
Ritiro2015
Progetto Wrestling

William Jason Reso, meglio conosciuto come Christian (Kitchener, 30 novembre 1973), è un ex wrestler canadese, noto per i suoi trascorsi nella World Wrestling Entertainment (WWE) tra il 1998 e il 2005 e, di nuovo, tra il 2009 e il 2015.

Reso è stato allenato dagli ex wrestler professionisti Ron Hutchinson e Dory Funk Jr; ha fatto il suo debutto nel mondo del wrestling nel 1995,[2] lottando nel circuito indipendente canadese. Durante la sua permanenza in queste federazioni fece coppia con Adam Copeland (Edge), suo fratello secondo la storyline. Nel 1998 firmò un contratto di sviluppo con la World Wrestling Federation (WWF). In poco tempo conquistò il suo primo titolo in WWF, il Light Heavyweight Championship, sconfiggendo Taka Michinoku. Successivamente si riunì con suo fratello Edge (kayfabe), con cui vinse per sette volte il WWF Tag Team Championship tra il 2000 e il 2001. In questo periodo i due acquisirono molta popolarità nella divisione di coppia, soprattutto per la loro partecipazione a tre spettacolari Tables, Ladders & Chairs match.

Dopo il suo passaggio alla Total Nonstop Action (TNA), avvenuto nel novembre del 2005, Reso cambiò il ring-name in Christian Cage. In TNA vinse il suo primo di sei titoli mondiali il 12 febbraio 2006, sconfiggendo Jeff Jarrett al pay-per-view Against All Odds in un match valido per l'NWA World Heavyweight Championship. Riconquistò il titolo il 14 gennaio 2007, a Final Resolution, e creò la sua stable personale, la Christian's Coalition. Lasciò la TNA nel novembre del 2008 e fece ritorno in WWE nel roster della ECW ad inizio 2009. Il 26 aprile 2009, a Backlash, vinse l'ECW World Heavyweight Championship contro Jack Swagger, portando avanti un regno lungo 205 giorni e diventando il campione più duraturo nella storia del titolo nella sua versione WWE. Il 26 aprile 2010 passò nel roster di SmackDown! per effetto della draft-lottery e conquistò il World Heavyweight Championship in due occasioni durante il 2011.

In totale Christian ha vinto 22 titoli tra WWE e TNA: è un sei volte campione del mondo, avendo vinto per due volte l'NWA World Heavyweight Championship, l'ECW World Heavyweight Championship ed il World Heavyweight Championship. Ha inoltre conquistato il WWF Light Heavyweight Championship, il WWF Hardcore Championship, il WWF European Championship, il WWF Intercontinental Championship (quattro volte) ed il World Tag Team Championship (nove volte). Oltre a questi riconoscimenti, Christian è il 23° wrestler nella storia della WWE ad aver completato la Triple Crown ed il 12° ad aver raggiunto il Grande Slam.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi (1994–1998)[modifica | modifica wikitesto]

Frequenta l'Humber College di Toronto. Nel 1994 s'iscrive alla Sully's Gym e si dedica al wrestling: allenato da Ron Hutchinson, combatte il suo primo match (con lo pseudonimo Canadian Rage) il 7 giugno 1995 affrontando Zakk Wylde.

Nel 1997 entra a far parte della stable Thug Life, insieme a Joe Legend, Bloody Bill Skullion, Rhyno e il suo amico d'infanzia Sexton Hardcastle. Con quest'ultimo forma un Tag Team che farà la storia del wrestling, scegliendo come nome dapprima "High Impact", poi "The Suicide Blondes" ed infine il semplice "Edge and Christian". Ha anche fatto coppia con Judd the Studd combattendo in diverse promotions, fino all'agosto del 1998, mese in cui Christian firma per la World Wrestling Federation (WWF).

World Wrestling Federation/Entertainment (1998–2005)[modifica | modifica wikitesto]

Alleanza con Edge (1998–2001)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Edge e Christian.

Dopo essere approdato alla WWF, Reso cambiò il suo ring name in Christian.[2] Christian fece il suo debutto televisivo come heel il 27 settembre al pay-per-view Breakdown: In Your House, distraendo Edge nel suo match contro Owen Hart, rivelando la sua alleanza con Gangrel.[3][4] Christian vinse il Light Heavyweight Championship nel suo match di debutto contro Taka Michinoku il 18 ottobre a Judgment Day: In Your House. Perse il titolo un mese dopo contro Gillberg.[2][5]

Christian ricevette il personaggio del vampiro e formò un'alleanza con Ganrel e Edge, chiamata Brood.[6] A Rock Bottom: In Your House, il Brood sconfisse la J.O.B. Squad in un six-man tag team match, per poi iniziare una breve rivalità con il Ministry of Darkness di The Undertaker, per poi unirsi al team. Dopo aver appreso che Christian era stato attaccato da Ken Shamrock dicendogli dove si trovava Stephanie McMahon, The Undertaker punì Christian con dei colpì di frusta.[6] Gli altri due membri del Brood, Edge e Gangrel, tradirono The Undertaker e soccorsero Christian dall'essere sacrificato.

Christian mentre firma degli autografi nel 1999

Nel 1999, Christian e Edge divennero face separandosi da Gangrel, il quale si era alleato con gli Hardy Boyz (Jeff e Matt) formando il New Brood. Di conseguenza, iniziarono una rivalità con gli Hardy Boyz che affrontarono in un ladder match a No Mercy con in palio i servizi manageriali di Terri Runnels e 10.000 dollari, vinto dagli Hardy Boyz.[7] Ad Armageddon, Edge e Christian presero parte a una battle royal, vinta dagli Acolytes.[8] Il 23 gennaio Christian prese parte alla Royal Rumble, ma fu eliminato da Rikishi.[9] A No Way Out, sconfissero gli Hardy Boyz in un tag team match per determinare i primi sfidanti al WWF Tag Team Championship.[10] A WrestleMania 2000, Edge e Christian sconfissero gli Hardy Boyz e i Dudley Boyz (Bubba Ray e D-Von) conquistando per la prima volta il WWF Tag Team Championship in un triangle ladder match, che avrebbe portato più avanti alla creazione del Tables, Ladders and Chairs (TLC) match.[11][12] A Backlash, difesero con successo il titolo sconfiggendo Road Dogg e X-Pac.[13] Edge e Christian persero il titolo di tag team il 29 maggio contro i Too Cool, per poi riconquistarli in un four corners elimination match a King of the Ring.[14][15] a Fully Loaded, persero contro l'Acolytes Protection Agency per squalifica, mantenendo quindi il titolo.[16]

Successivamente, Edge e Christian evolsero i loro personaggi: abbandonarono lo stile gotico diventando una comica coppia di "bravi ragazzi". In quel periodo, il loro marchio di fabbrica divenne la "posa dei cinque secondi", dove esibivano una posa nel ring per cinque secondi per il beneficio del flash dei fotografi.[2][17] A SummerSlam, Edge e Christian difesero il titolo di coppia con successo sconfiggendo gli Hardy Boyz e i Dudley Boyz nel primo TLC match di sempre[18] Un mese più tardi ad Unforgiven, Edge e Christian persero il titolo contro gli Hardy Boyz in uno steel cage match nella quale in caso di sconfitta non avrebbero ricevuto un'opportunità titolata.[19] A No Mercy, Edge e Christian travestiti da Los Conquistadores sconfissero gli Hardy Boyz vincendo il titolo di coppia. La sera successiva a Raw Is War, furono gli Hardy Boyz a vestirsi da Los Conquistadores battendo Edge in un handicap match dopo che Christian era stato attaccato nel backstage riconquistando il WWF Tag Team Championship.[20] Ad Armageddon, Edge e Christian conquistarono per la quarta volta il World Tag Team Championship sconfiggendo gli Hardy Boyz, Dudley Boyz, la coppia composta da Road Dogg e K-Kwik e i Right to Censor[21], per poi perderlo otto giorni più tardi contro The Undertaker e The Rock,[22] che persero contro gli stessi Edge e Christian il 21 dicembre a SmackDown! con l'aiuto dell'arbitro speciale dell'incontro, Kurt Angle.[23] Alla Royal Rumble, persero il titolo contro i Dudley Boyz.[24] A No Way Out, Edge e Christian non riuscirono a riconquistare il titolo di coppia,[25] che vinsero nel secondo TLC match il 1º aprile a WrestleMania X-Seven.[26]

Nella puntata di SmackDown! del 19 aprile, vennero sconfitti dai Brothers of Destruction (The Undertaker e Kane) perdendo il WWF Tag Team Championship.[27] A Backlash del 29 aprile, Christian prese parte a un triple threat match per l'European Championship contro Matt Hardy e Eddie Guerrero, vinto da Hardy.[28] Il 21 maggio a Judgment Day, Edge e Christian presero parte a un tag team turmoil match, vinto da Chris Benoit e Chris Jericho.[29] Nella puntata di SmackDown! del 24 maggio, presero parte al fatal four-way tag team TLC match valevole per il WWF Tag Team Championship, il quale venne vinto dalla coppia composta da Benoit e Jericho che mantenne il titolo.[30]

Dopo la perdita del WWF Tag Team Championship, tra i due iniziarono a esserci dei contrasti in seguito alla vittoria del King of the Ring di Edge.[31] Durante l'Invasion, Edge divenne face. Il 3 settembre a Raw Is War in seguito a un match tra Edge e Lance Storm, Christian attaccò Edge diventando un heel.[32] Christian iniziò quindi una faida con Edge per l'Intercontinental Championship che vinse per la prima volta il 23 settembre a Unforgiven sconfiggendo Edge,[33] per poi perderlo un mese dopo nella rivincita tra i due a No Mercy in un ladder match.[34][35]

Regni titolati (2001–2003)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Un-Americans.

Christian vinse l'European Championship contro Bradshaw nella puntata di Raw del 29 ottobre.[36] Il 3 a Rebellion, venne sconfitto da Edge in uno Steel Cage match per l'Intercontinental Championship.[37] Alle Survivor Series, Christian difese il titolo sconfiggendo Al Snow.[38] Christian prese parte alla Royal Rumble con il numero 13, ma fu eliminato da Stone Cold Steve Austin.[39] Nella puntata di SmackDown! del 31 gennaio, fu sconfitto da Diamond Dallas Page perdendo l'European Championship.[40]

Dopo una serie di sconfitte, Christian annunciò che avrebbe abbandonato la WWF. Diamond Dallas Page lo convinse a riconsiderare l'idea e lo accolse come suo protetto.[2] Christian tradì Page e iniziò una faida tra i due che si concluse a WrestleMania X8 in un match valevole per l'European Championship, vinto da Page.[2] Dopo la sua sconfitta contro Page, Christian cominciò ad avere degli attacchi d'ira ogni qualvolta le cose non andavano nel verso giusto e sempre nello stesso evento sconfisse Molly Holly vincendo l'Hardcore Championship, che perse contro Maven la stessa sera.[41] Nella puntata di SmackDown! del 20 giugno, Christian formò un tag team con Lance Storm lamentandosi del fatto di come la WWE avesse una storia di pregiudizio nei confronti dei canadesi, citando come esempio lo Screwjob di Montréal.[42] La settimana successiva, Test si unì al team formando gli Un-Americans.[43] Christian e Storm vinse il WWE Tag Team Championship sconfiggendo Edge e Hulk Hogan a Vengeance.[44] Il trio fu successivamente trasferito da SmackDown! a Raw, apparendo nella medesima puntata del 29 luglio per attaccare The Undertaker.[45] Due settimane più tardi, gli Un-Americans e Triple H sconfissero l'Undisputed Champion The Rock, The Undertaker, Goldust e Booker T in un eight-man tag team match.[46] A SummerSlam, Christian e Storm mantennero il titolo sconfiggendo Booker T e Goldust.[47] Nella puntata di Raw del 26 agosto, gli Un-Americans tentarono di bruciare la bandiera americana, ma furono fermato da Booker T, Goldust e il rientrante Kane.[48] Nella puntata di Raw del 2 settembre, William Regal si unì alla stable.[49] A unforgiven, gli Un-Americans furono sconfitti da Bubba Ray Dudley, Kane, Booker T e Goldust.[50] La sera successiva a Raw, gli Un-Americans persero il WWF Tag Team Championship contro il team composto da Kane e The Hurricane.[51] Nella puntata di Raw del 30 settembre, sia Christian sia Storm persero contro Randy Orton, mentre Regal e Test persero contro Rob Van Dam e Tommy Dreamer. Ciò causò una rissa tra i quattro che sancì la fine della stable.[52]

Christian formò un tag team con Chris Jericho e il 7 ottobre a Raw parteciparono al fatal four-way tag team TLC match per il WWE Tag Team Championship che includevano anche Kane, Jeff Hardy e Rob Van Dam, e Bubba Ray Dudley e Spike Dudley. Nonostante il partner di Kane, The Hurricane, fosse assente nel match, Kane riuscì a vincere l'incontro e mantenere il titolo,[53] che perse la settimana successiva contro Christian e Jericho.[54] Ad Armageddon, Christian e Jericho persero il titolo per mano del team composto da Booker T e Goldust in un fatal four-way elimination match.[55]

Il 19 gennaio 2003, Christian partecipò alla Royal Rumble, ma venne eliminato dal suo compagno di coppia Chris Jericho.[56] Dopo una breve assenza, Christian tornò il 7 aprile a Raw autoproclamandosi come nuovo "campione del popolo" e iniziò a chiamare i suoi fan "Peeps" dopo aver ricevuto dei complimenti da The Rock.[57] Nella puntata di Raw del 5 maggio, affrontò Goldberg in un match che si concluse senza un vincitore a causa del coinvolgimento dei 3-Minute Warning, i due si riaffrontarono il 12 maggio a Raw in uno Steel Cage match vinto da Goldberg.[58][59] A Judgment Day, vinse l'Intercontinental Championship per la seconda volta in una battle royal dopo aver eliminato per ultimo Booker T.[60] La sera successiva a Raw, Christian apparve nel talk show di Chris Jericho, l'Highlight Reel, con un nuovo taglio di capelli e una nuova tenuta da ring.[61] Christian perse l'Intercontinental Championship contro Booker T il 7 luglio a Raw,[62] che rinconquistò il 10 agosto in un evento dal vivo in seguìto a un infortunio di Booker T.[63]

Varie faide e abbandono (2003–2005)[modifica | modifica wikitesto]

A Unforgiven, Christian difese con successo il titolo sconfiggendo Jericho e Rob Van Dam in un triple threat match,[64] ma lo perse il 29 settembre a Raw contro Van Dam in un ladder match.[65] Alle Survivor Series, fece parte del team Bischoff che affrontò il team Austin eliminando Bubba Ray Dudley per poi essere eliminato da Shawn Michaels, a vincere fu il team Bischoff.[66] Ad Armageddon, Christian e Jericho sconfissero Lita e Trish Stratus in un intergender tag team match annunciato come "battaglia dei sessi".[67]

Christian e Chris Jericho iniziarono una romantica relazione con Lita e Trish Stratus; come parte dell'angle, i due scommisero un dollaro canadese su chi fosse andato a letto con una delle due.[68][69] Nonostante la scommessa Jericho continuò la relazione con Trish Stratus, che causò delle frazioni tra i due. Christian prese parte alla Royal Rumble, ma fu eliminato da Jericho.[70] A WrestleMania XX, Christian sconfisse Chris Jericho dopo che Trish Stratus aveva accidentalmente colpito Jericho.[71] La Stratus si alleò quindi con Christian, diventando la sua fidanzata. A Backlash, Christian e la Stratus vennero sconfitti da Jericho in un handicap match.[72] Durante lo steel cage match contro Jericho che perse nella puntata di Raw del 10 maggio, Christian soffrì di un infortunio alla schiena e rimase fuori dalle scene per quasi quattro mesi.[73] Christian tornò nella puntata di Raw del 30 agosto attaccando Chris Jericho riesumando la loro rivalità.[74] La loro rivalità si concluse ad Unforgiven in un ladder match per l'Intercontinental Championship, vinto da Jericho.[75]

Alle Survivor Series, Christian fallì la conquista dell'Intercontinental Championship contro Shelton Benjamin.[76] A New Year's Revolution, Christian e Tomko vennero sconfitti da William Regal e Eugene, non riuscendo a vincere il World Tag Team Championship.[77] Christian partecipò alla Royal Rumble entrando con il numero venticinque, ma fu eliminato dal vincitore Batista.[78]

A WrestleMania 21, Christian prese parte al primo Money in the Bank ladder match di sempre che venne vinto da Edge.[79] Successivamente a WrestleMania 21 Christian, che ebbe dei contatti con John Cena (appartenente al roster di SmackDown!), disse di essere un rapper migliore di Cena definendolo un poser il quale venne acclamato durante quei segmenti.[80] Poco tempo dopo, l'allora campione WWE John Cena fu trasferito a Raw, dove difese con successo il WWE Championship in un triple threat match contro Christian e Chris Jericho il 26 giugno a Vengeance.[81]

Nella puntata di SmackDown! del 30 giugno, Christian fu trasferito nell'omonimo roster a causa della draft lottery sostituendo Big Show nel six-man elimination match per il nuovo SmackDown Championship, che venne vinto da John "Bradshaw" Layfield.[82] Poco tempo dopo, Christian ricevette un suo spazio per le interviste chiamato "Peep Show".[83] Christian iniziò in seguito una rivalità con Booker T che si concluse a The Great American Bash, con la vittoria di Booker T.[84] A No Mercy, prese parte al fatal four-way match valevole per lo United States Championship, vinto da Chris Benoit.[85]

Il 31 ottobre il contratto di Christian scadde.[83] Stando a quanto detto dal giornalista Dave Meltzer, a Reso venne offerto un nuovo contratto che decise di rifiutare.[83] Il suo ultimo incontro fu durante le registrazioni della puntata di SmackDown! del 4 novembre, dove perse un tag team match con John Bradshaw Layfield contro Rey Mysterio e Matt Hardy.[83] Nonostante l'abbandono, Christian apparve nella puntata di Raw del 31 ottobre e a Taboo Tuesday rispettando le condizioni della compagnìa in quanto era uno dei cinque wrestler di SmackDown! ammissibili al voto come avversario di Chris Masters e Snitsky.[86][87]

Prima di abbandonare la WWE, Reso depositò una richiesta sulla proprietà del suo soprannome "Capitan Charisma", che usò come Christian Cage nella Total Nonstop Action Wrestling (TNA), ma dopo che la WWE aveva reclamato che il marchio era parte del suo vecchio contratto, smise di utilizzarlo nell'estate del 2006 soprannominandosi "The Instant Classic", ma continuò a utilizzare il marchio "Capitan Charisma" negli eventi dal vivo.[88]

Total Nonstop Action (2005–2008)[modifica | modifica wikitesto]

Campione NWA (2005–2007)[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 novembre, Reso fece il suo debutto in TNA al pay-per-view Genesis con il vecchio nome Christian Cage.[89] Cage prese il microfono e annunciò di voler vincere l'NWA World Heavyweight Championship, detenuto da Jeff Jarrett.[89] "Coach" Scott D'Amore e Bobby Roode del Team Canada offrirono a Christian Cage la possibilità di allearsi a loro, dandogli anche una maglietta del Team Canada e di prendersi il tempo necessario per fare la sua scelta.[89] Più tardi nella stessa sera dopo il main event, un six-man tag team match tra il team composto da Jeff Jarrett e gli America's Most Wanted (Chris Harris e James Storm) contro quello formato da Rhino e il Team 3D (Brother Ray e Brother Devon), Cage fece la sua irruzione nel ring mentre il Team Canada (D'Amore, Roode, Eric Young e A-1), AMW e Jarrett stavano attaccando Rhino e il Team 3D.[89] Cage si tolse la giacca indossando la maglietta del Team Canada che gli era stata data da D'Amore fino a quando Cage voltò le spalle a D'Amore colpendolo con la sua mossa finale, rendendolo un beniamino del pubblico.[89] Il suo debutto ad iMPACT! avviene il 19 novembre dove Christian ha dei diverbi con "The Alpha Male" Monty Brown. I due si sfideranno a Turning Point dove vincerà Christian, che per stipulazione otterrà un match per il NWA World Heavyweight Championship. Prima del match per il titolo mondiale per Christian è in programma una sfida in coppia: insieme a Sting affronterà Monty Brown e Jeff Jarrett.

Finalmente arriva il momento del match per il NWA Title, il 12 febbraio 2006 a Against All Odds, dove strappa il titolo a Jeff Jarrett.

Inizia poi una faida con Abyss, a seguito di un video che mostra Abyss e il suo manager James Mitchell entrare nella casa di Christian. I due si affrontano inizialmente a Lockdown dove Christian conserva la sua cintura, ma dopo il match Abyss lo attacca con essa. La sfida finale fra i due avviene a Sacrifice, dove Christian batte un'altra volta Abyss in un Full Metal Mayhem, una semplice variazione del TLC Match di cui Christian è stato molte volte protagonista.

Il suo regno titolato è durato fino a Slammiversary dove durante il King of the Mountain Match nel quale erano impegnati anche Abyss, Sting, Jeff Jarrett e Ron Killings, perde il titolo in favore proprio di Jarrett, contro cui l'aveva conquistato, dopo l'ennesimo Screwjob dell'arbitro Earl Hebner.

Christian ad un live-event della TNA nel giugno del 2007

A TNA Hard Justice 2006 avviene l'inaspettato turn heel di Christian, che attacca Sting durante il suo match contro Jeff Jarrett. Dopo questo avvenimento, Christian avrà un diverbio con Rhino, con l'inizio di una nuova faida per il canadese.

Durante il pay per view Final Resolution 2007 Christian combatte in un match a tre contro Sting e Abyss. Grazie all'aiuto dell'alleato Tyson Tomko vince il match e conquista l'NWA World Heavyweight per la seconda volta.

Lo difende quindi con successo dall'assalto di Kurt Angle nel corso del pay-per-view Against All Odds; ad aiutare Christian nell'impresa ci sono Tomko e Scott Steiner, mentre il solo Samoa Joe all'angolo di Angle non basta all'eroe olimpico per portare a casa la vittoria. Il samoano conquista una title shot in un Gauntlet Match e sfida Christian ad un match a Destination X. Ma è ancora una volta il canadese ad avere la meglio, ribaltando la manovra finale dell'avversario con un roll-up ed aggrappandosi alle corde.

Il 13 maggio 2007, Cage è stato privato dell'NWA World Heavyweight Championship dal direttore esecutivo della NWA Robert K. Trobich, in concomitanza con la fine del rapporto di collaborazione tra la NWA e la TNA. Ciò nonostante, a Sacrifice, Cage ha combattuto e perso un Three Way match per il World Heavyweight Championship al quale hanno partecipato anche Sting e Kurt Angle, vinto da quest'ultimo. Il regno di Angle non è quindi riconosciuto dalla NWA, che indica come ultimo campione Cage.

Christian's Coalition e abbandono (2007–2008)[modifica | modifica wikitesto]

A Slammiversary 2007 partecipa al King of the Mountain match valido per il TNA World Heavyweight Championship, ma non vince per colpa di Chris Harris che lo colpisce con una Spear dalla scala; Cage inizia un feud con Harris che sfocia in un match a Victory Road 2007 vinto dal canadese grazie all'interferenza di Dustin Rhodes.

Cage, avvalendosi dell'aiuto degli alleati Tomko e A.J. Styles, riaccende la rivalità con Abyss, aiutato da Sting e dal neo arrivato Andrew Martin. La rivalità culmina in un Six Sides Of Steel Match ad Hard Justice 2007 vinto dal team di Abyss.

Dopo Hard Justice Christian intraprende una faida con Samoa Joe; per mano di quest'ultimo Cage subisce la prima sconfitta nella TNA. Christian si riscatta una settimana dopo ad Impact!, sconfiggendo Joe in un match di qualificazione per il Fight Fot The Right Tournament, competizione dove Christian arriva sino in finale salvo poi perdere contro Kaz in un Ladder Match a Genesis 2007.

Cage si allea quindi con Bobby Roode e insieme a lui affronta Kaz e il nuovo acquisto della TNA Booker T; il match è vinto da questi ultimi.

Le cose sembrano andar sempre peggio per Cage: viene abbandonato da A.J. Styles e Tomko che gli preferiscono Kurt Angle e viene tradito anche da Roode, schieratosi anch'egli con l'eroe olimpico. Cage intraprende quindi un feud contro Angle con in ballo il World Heavyweight Championship. I due si affrontano a Final Resolution 2007 in un incontro vinto da Angle grazie al tradimento definitivo di Styles nei confronti di Christian. Ad Against All Odds 2007 Cage perde anche la rivincita a causa del tradimento compiuto da Tomko.

Christian, ormai da tempo in bilico fra heel e face, passa definitivamente dalla parte dei face alleandosi con Samoa Joe e con Kevin Nash. Insieme, il trio affronta l'Angle Alliance, team composto proprio da Angle, Styles e Tomko, a Destination X; il match è vinto dal trio Joe, Nash, Cage.

Nel mese di novembre del 2008 scompare dalle scene TNA, causa infortunio, molto probabilmente dettato del mancato rinnovo del contratto con la compagnia di Dixie Carter.

Il contratto in effetti scade il 31 dicembre senza che venga data nota di rinnovo. Il wrestler è, dal 1º gennaio 2009, libero di trattare con altre compagnie.

Ritorno in WWE (2009–2015)[modifica | modifica wikitesto]

Campione ECW (2009–2010)[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 febbraio 2009, Christian fa il suo ritorno nella WWE debuttando nel roster ECW. Christian mostra subito interesse per l'ECW Championship di Jack Swagger e la stessa sera, nel main event, sconfigge proprio Swagger grazie all'aiuto di Finlay, in un match non valido per la cintura. In un incontro titolato disputato poche settimane dopo non strappa il titolo dalla vita del campione. A Wrestlemania XXV combatte nel Money In The Bank senza però recuperare la valigetta.

Il canadese si concentra così sull'Elimination Chase, un torneo per decretare il nuovo sfidante di Jack Swagger. I partecipanti erano Finlay, Tommy Dreamer, Mark Henry e lo stesso Christian, che si aggiudicò il torneo battendo in finale Finlay. A Backlash sconfiggendo Jack Swagger conquista per la prima volta l'ECW Championship. A Judgment Day sconfigge Swagger nel rematch. Perde il titolo ad Extreme Rules in un Hardcore Rules Match, che vede coinvolti Jack Swagger e Tommy Dreamer, che si aggiudica incontro e titolo.

A The Bash viene inserito in uno Scramble Match ma a spuntarla è ancora Dreamer. Battendo Vladimir Kozlov si aggiudica un'altra opportunità per conquistare il titolo di Tommy Dreamer al PPV Night of Champions. Durante l'evento Christian sconfigge Tommy Dreamer conquistando per la seconda volta nella sua carriera il titolo ECW.

Mantiene il titolo a SummerSlam sconfiggendo William Regal in otto secondi e nel PPV seguente, Breaking Point, sconfigge di nuovo William Regal conservando il titolo ECW. Nei mesi di settembre, ottobre e novembre difende il titolo con successo contro Zack Ryder, Yoshi Tatsu e batte per la terza volta William Regal. Alle Survivor Series nel team capitanato da Kofi Kingston Christian elimina i due membri della Legacy Cody Rhodes e Ted DiBiase prima di essere eliminato da Randy Orton, il Team Kingston alla fine si aggiudicherà l'incontro. A TLC Christian ha sconfitto Shelton Benjamin in un Ladder Match conservando l'ECW Championship. Alla Royal Rumble Christian conserva ancora il titolo ECW contro Ezekiel Jackson. Nell'ultima edizione dell'ECW perde il titolo ECW in un Extreme Rules contro Ezekiel Jackson.

Campione mondiale dei pesi massimi (2010–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di Raw del 22 febbraio, è stato annunciato che Christian sarebbe passato al roster di Raw. Più tardi quella stessa sera ha sconfitto Carlito e si è qualificato al Money in the Bank ladder match, che è stato vinto da Jack Swagger. Più tardi, è stato annunciato che avrebbe preso parte alla prima stagione di NXT come pro di Heath Slater.

Con il draft, Christian è passato al roster di SmackDown. Nella puntata di SmackDown del 7 maggio, ha preso parte al torneo per il vacante Intercontinental Championship, dopo aver sconfitto Cody Rhodes in semifinale, ha perso nella finale contro Kofi Kingston nella puntata di SmackDown della settimana seguente. Nella puntata di SmackDown del 2 luglio, è stato annunciato che Christian avrebbe preso parte al Money in the Bank ladder match dell'omonimo pay-per-view, vinto da Kane.

Nella puntata di SmackDown del 24 settembre, Alberto Del Rio ha attaccato Christian provocandogli un infortunio (kayfabe). Questo angle è stato creato per tenere Christian fuori dagli show della WWE in quanto aveva subìto un reale infortunio riportando uno strappo al pettorale e che i tempi di recupero sarebbero stati dai quattro ai sei mesi. Christian ha compiuto il suo ritorno a Elimination Chamber del 20 febbraio quando ha attaccato Alberto Del Rio. Nella puntata di SmackDown del 4 marzo, Christian ha salvato Edge da un altro attacco di Del Rio, mentre nella puntata di Raw del 7 marzo, Christian ha fatto il suo ritorno sul ring sconfiggendo la guardia del corpo di Del Rio, Brodus Clay.

Nella puntata di SmackDown dell'8 aprile, Christian è stato sconfitto da Del Rio in un number one contender match per il World Heavyweight Championship a causa di una distrazione per mano di Clay. Dopo che Edge ha annunciato il suo ritiro dal wrestling nella puntata di SmackDown del 15 aprile, Christian ha vinto una 20-man battle royal che avrebbe determinato lo sfidante di Del Rio per il vacante World Heavyweight Championship a Extreme Rules. Al pay-per-view, Christian ha sconfitto Del Rio per vincere il World Heavyweight Championship per la prima volta in carriera, che ha tuttavia perso cinque giorni dopo a SmackDown contro Randy Orton. A Over the Limit, Christian ha fallito la conquista del titolo perdendo contro Orton. Nella puntata di SmackDown del 3 giugno, Christian è stato l'arbitro speciale nel match valido per il World Heavyweight Championship tra Randy Orton e Sheamus. Dopo che Orton ha mantenuto il titolo, Christian lo ha attaccato con il titolo, compiendo un turn heel per la prima volta dal 2005. A Capitol Punishment, Christian ha nuovamente perso in un match valido per il World Heavyweight Championship contro Orton. A Money in the Bank, Christian ha sconfitto Orton conquistando per la seconda volta il World Heavyweight Championship, dopo che Orton è stato squalificato per aver colpito Christian con un colpo basso; la stipulazione prevedeva che se Orton fosse stato squalificato avrebbe perso il titolo. A SummerSlam, Christian ha perso il World Heavyweight Championship contro Orton in un No Holds Barred match. Nella puntata di SmackDown del 26 agosto, il general manager speciale della serata, Bret Hart, ha annunciato che Christian avrebbe affrontato Orton in uno steel cage match la settimana successiva, il quale ha perso, terminando la faida. Christian ha poi iniziato una rivalità con Sheamus, con i due che si sono affrontati in un match singolo a Hell in a Cell e Vengeance, entrambi vinti da Sheamus.

Campione intercontinentale e infortunio (2011–2013)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di SmackDown del 4 novembre, Christian è stato attaccato da Big Show con una chokeslam infortunandosi al collo. Il 9 novembre a un house show, Christian si è infortunato alla caviglia ed è stato escluso dal Traditional Survivor Series Elimination Tag Team match alle Survivor Series del 20 novembre. Christian è tornato dal suo infortunio il 19 febbraio 2012 a Elimination Chamber in cui insieme a Mark Henry e Alberto Del Rio hanno chiesto la nomina di Laurinaitis come General Manager di Raw e Smackdown. Christian è tornato il 16 marzo durante una puntata di SmackDown per ospitare il Peep Show ottenendo un posto nel team di Laurinaitis in vista del suo match contro il Team Teddy nel 12-man tag team match a WrestleMania XXVIII. Il 26 marzo, a Raw avrebbe dovuto combattere un match contro CM Punk, ma dopo aver attaccato il campione alle spalle è stato colpito da CM Punk così da riaggravare il suo infortunio al collo e non permettergli di lottare a WrestleMania (kayfabe). Nella cerimonia della Hall of Fame, Christian ha introdotto il suo migliore amico Edge.

Christian ha fatto il suo ritorno in pay-per-view a Over the Limit, dove ha vinto la Battle Royal che avrebbe decretato il primo sfidante per uno tra il titolo Intercontinentale o degli Stati Uniti. Nella stessa serata ha affrontato Cody Rhodes conquistando per la quarta volta l'Intercontinental Championship e segnando allo stesso tempo il suo turn face, per la prima volta sin dal giugno del 2011. A No Way Out, Christian ha difeso con successo il titolo intercontinentale contro Rhodes nel rematch. Nella puntata di SmackDown del 29 giugno, Christian e lo United States Champion Santino Marella hanno sconfitto Rhodes e David Otunga per qualificarsi nel World Heavyweight Championship Money in the Bank ladder match. Tuttavia, a Money in the Bank, il match è stato vinto da Dolph Ziggler. Il 23 luglio nella puntata di Raw 1000, ha perso l'Intercontinental Championship contro The Miz. Nella puntata di SmackDown del 27 luglio, Christian ha fallito la riconquista del titolo contro Miz nel rematch.

Successivamente Christian si è preso ancora una volta un periodo di pausa a causa di un legittimo infortunio aggravato alla spalla.

Varie faide (2013–2014)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo dieci mesi di assenza, Christian è tornato dall'infortunio il 17 giugno 2013 a Raw, sconfiggendo Wade Barrett. Il 21 giugno, a Smackdown ha sconfitto Drew McIntyre, ma poco dopo, durante il promo sul suo ritorno, è stato attaccato dallo Shield. Nella puntata di Main Event, Christian ha affrontato uno dei membri dello Shield, Dean Ambrose, il quale ha vinto per squalifica dopo che gli altri due membri dello Shield Seth Rollins e Roman Reigns hanno interferito nel match. Il 14 luglio a Money in the Bank, Christian ha preso parte al WWE Championship Money in the Bank ladder match, che è stato vinto da Randy Orton. Nella puntata di Raw del 29 luglio, Christian ha sconfitto Alberto Del Rio in un non-title match. Quella stessa settimana a SmackDown, Christian ha sconfitto Randy Orton e Rob Van Dam in un triple threat match per diventare il nuovo contendente numero uno al World Heavyweight Championship di Del Rio, dopo il match è stato attaccato da quest'ultimo durante un'intervista.[90] Il 18 agosto a SummerSlam, Christian ha perso contro Del Rio. Nella puntata di SmackDown successiva all'evento, ha sconfitto Del Rio ancora una volta in un non-title match. Nella puntata di Raw del 9 settembre, lo Shield ha attaccato Christian quando Edge ha parlato di Triple H e del suo recente abuso di potere. Nel successivo episodio di SmackDown, Edge ha detto che Christian sarebbe tornato per cerca la sua vendetta. Christian è tornato ed è apparso al 2013 Slammy Awards, dove ha presentato un premio ed è apparso in un segmento che coinvolgeva John Cena e Randy Orton.

Christian è tornato nella puntata di SmackDown del 31 gennaio 2014 sconfiggendo Jack Swagger in un match di qualificazione per l'Elimination Chamber match per il WWE World Heavyweight Championship. A Elimination Chamber, ha preso parte all'Elimination Chamber dove è riuscito ad eliminare Sheamus con un Frog Splash, ma è stato eliminato da Daniel Bryan. Nella puntata di Raw del 24 marzo, Christian ha vinto un fatal four-way match sconfiggendo Alberto Del Rio, Dolph Ziggler e Sheamus diventando il nuovo contendente numero uno all'Intercontinental Championship detenuto da Big E. Tuttavia la title-shot non è stata mai sfruttata, in quanto il lottatore canadese è stato vittima di un infortunio.

Apparizioni sporadiche e ritiro (2014–2015)[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene non abbia mai ufficialmente annunciato il suo ritiro, dopo l'infortunio Christian non è stato più utilizzato dalla WWE come wrestler attivo, ma soltanto occasionalmente come presentatore del Peep Show.

Nella puntata di Raw del 29 dicembre 2014 è apparso insieme all'amico Edge durante il Cutting Edge, tenendo un discorso sul ring, ma è stato interrotto da Brock Lesnar e dal suo manager Paul Heyman; quest'ultimo si è rivolto ai due dicendo che "Lesnar non si trova lì per porre fine alla carriera di due atleti la cui carriera è già terminata". Nel medesimo episodio il commentatore Jerry Lawler si è riferito a Christian definendolo un wrestler ritirato.[91]

Nel novembre del 2015 il profilo di Christian sul sito ufficiale della WWE è stato spostato nella sezione alumni, il che ha confermato definitivamente il suo ritiro.[92]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Jason Reso è sposato dal 25 maggio 2001 con la modella tedesca Denise Harttman. In un'intervista sul sito ufficiale della WWE ha dichiarato di essere padre di una bambina.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Christian mentre si appresta ad eseguire la Killswitch su The Miz

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • Creepy Little Bastard (CLB)
  • The New People's Champion
  • Captain Charisma
  • The Champ
  • The Instant Classic
  • The Livewire
  • The Showstealer

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "Blood" di Jim Johnston (WWF; 26 ottobre 1998–12 luglio 1999; usata come parte del Brood)[93]
  • "Project Gothic" di Jim Johnston (WWF; 19 luglio 1999-20 dicembre 1999)[93]
  • "Blood Brother" di Jim Johnston (WWF; 23 dicembre 1999-6 febbraio 2000)[93]
  • "On The Edge" di Jim Johnston (WWF; 2 aprile 2000–14 aprile 2001)
  • "At Last" di Jim Johnston (WWF/E; 21 ottobre 2001–giugno 2003)[93]
  • "We Salute" di Jim Johnston (giugno 2002-23 settembre 2002; usata come membro degli Un-Americans)
  • "My Peeps" di Jim Johnston (WWE; giugno 2003–novembre 2004)[93]
  • "Just Close Your Eyes" dei Waterproof Blonde (WWE; 14 novembre 2004–4 novembre 2005)[93]
  • "Take Over" di Dale Oliver (TNA/ROH; 13 novembre 2005–13 novembre 2008, 10 giugno 2012)[93]
  • "Just Close Your Eyes" dei Story of the Year (WWE; 10 febbraio 2009–presente)[93]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Christian con l'Intercontinental Championship, titolo che ha detenuto quattro volte
Christian con l'ECW Championship, titolo che ha detenuto due volte
  • Insane Championship Wrestling
  • International Wrestling Alliance
    • IWA Tag Team Championship (1) – con Earl The Orderly
  • Pennsylvania Championship Wrestling
    • PCW Heavyweight Championship (1)
  • Wrestling Observer Newsletter
    • Tag Team of the Year (2000) – con Edge
    • Worst Worked Match of the Year (2006) – TNA Reverse Battle Royal del 26 ottobre 2006

1 Durante il regno con Lance Storm, il titolo era noto come WWE Tag Team Championship (da non confondere con l'altra omonima versione). Durante il regno con Chris Jericho, il titolo venne poi rinominato in World Tag Team Championship.
2 Durante il primo regno di Christian, il titolo era noto come WWF Intercontinental Championship.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Profilo su cagematch.net, su cagematch.net.
  2. ^ a b c d e f g (EN) Christian bio, su slam.canoe.com. URL consultato il 6 aprile 2017.
  3. ^ Adam Copeland on Edge (WWE Books), 4 novembre 2004, p. 119, ISBN 978-1-4165-1130-4.
  4. ^ (EN) John Powell, Austin loses title at Breakdown, Slam! Sports, 27 settembre 1998. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  5. ^ (EN) History Of The Light Heavyweight Championship – Christian (1), World Wrestling Entertainment. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  6. ^ a b Adam Copeland on Edge (WWE Books), 4 novembre 2004, p. 120, ISBN 978-1-4165-1130-4.
  7. ^ (EN) John Powell, Tag match highlights No Mercy, Slam! Sports, 17 ottobre 1999. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  8. ^ (EN) Armageddon 1999 results, WWE, 12 dicembre 1999. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  9. ^ (EN) Royal Rumble 2000 results, WWE, 23 gennaio 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  10. ^ (EN) No Way Out 2000 results, WWE, 27 febbraio 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  11. ^ (EN) WrestleMania 2000 results, WWE, 2 aprile 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  12. ^ 2007 Wrestling almanac & book of facts (Kappa Publishing), 2007, p. 105.
  13. ^ (EN) Backlash 2000 results, WWE, 30 aprile 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  14. ^ (EN) Raw is War - May 29, 2000, pWw--Everything Wrestling, 29 maggio 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  15. ^ (EN) King of the Ring 2000 results, Pro Wrestling History, 25 giugno 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  16. ^ (EN) Fully Loaded 2000 results, pWw--Everything Wrestling, 23 luglio 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  17. ^ Adam Copeland on Edge (WWE Books), 4 novembre 2004, p. 155, ISBN 978-1-4165-1130-4.
  18. ^ (EN) John Powell, Stunts highlight SummerSlam, Slam! Sports, 27 agosto 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  19. ^ (EN) Unforgiven 2000 Report, Gerweck, 24 settembre 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  20. ^ (EN) Raw is War - May 29, 2000, pWw--Everything Wrestling, 29 maggio 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  21. ^ (EN) Armageddon 2000 results, Pro Wrestling History, 10 dicembre 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  22. ^ (EN) Raw is War - December 18, 2000, pWw--Everything Wrestling, 18 dicembre 2000. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  23. ^ (EN) SmackDown! - December 21, 2000, pWw--Everything Wrestling, 21 dicembre 2000. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  24. ^ (EN) John Powell, Surprises dominate Rumble 2001, Slam! Sports, 21 gennaio 2001. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  25. ^ (EN) No Way Out 2001 Results, World Wrestling Entertainment, 25 febbraio 2001. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  26. ^ (EN) John Powell, WrestleMania X-Seven report, Slam! Sports, 1º aprile 2001. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  27. ^ (EN) SmackDown! - April 19, 2001, pWw--Everything Wrestling, 19 aprile 2001. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  28. ^ (EN) Full Event Results, WWE, 29 aprile 2001. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  29. ^ (EN) Judgment Day (2001) Results, WWE, 20 maggio 2001. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  30. ^ (EN) SmackDown! - May 24, 2001, pWw--Everything Wrestling, 24 maggio 2001. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  31. ^ (EN) Jason Powell, Angle and Edge rule KOTR, Slam! Sports, 24 giugno 2001. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  32. ^ (EN) Raw Is War - September 3, 2001, pWw--Everything Wrestling, 3 settembre 2001. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  33. ^ (EN) History Of The Intercontinental Championship, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  34. ^ (EN) Unforgiven 2001 results, Online World of Wrestling, 23 settembre 2001. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  35. ^ (EN) WWE No Mercy 2001 results, Online World of Wrestling, 21 ottobre 2001. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  36. ^ (EN) Raw - October 29, 2001, pWw--Everything Wrestling, 29 ottobre 2001. URL consultato il 5 febbraio 2019.
  37. ^ (EN) Rebellion 2001, Pro Wrestling History, 3 novembre 2001. URL consultato il 5 febbraio 2019.
  38. ^ (EN) Survivor Series 2001, Pro Wrestling History, 18 novembre 2001. URL consultato il 5 febbraio 2019.
  39. ^ (EN) Royal Rumble 2002, WWE, 20 gennaio 2002. URL consultato il 5 febbraio 2019.
  40. ^ (EN) SmackDown! - January 31, 2002, pWw--Everything Wrestling, 31 gennaio 2002. URL consultato il 5 febbraio 2019.
  41. ^ (EN) Chris Gramlich, Hogan passes torch at WrestleMania, Slam! Sports, 17 marzo 2002. URL consultato il 5 febbraio 2019.
  42. ^ (EN) SmackDown! — June 20, 2002, Online World of Wrestling, 20 giugno 2002. URL consultato il 5 febbraio 2019.
  43. ^ (EN) SmackDown! — June 27, 2002, Online World of Wrestling, 27 giugno 2002. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  44. ^ (EN) Vengeance 2002 results, Online World of Wrestling, 21 luglio 2002. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  45. ^ (EN) RAW — July 29, 2002, Online World of Wrestling, 29 luglio 2002. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  46. ^ (EN) RAW — August 12, 2002, Online World of Wrestling, 12 agosto 2002. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  47. ^ (EN) SummerSlam 2002 results, Online World of Wrestling, 25 agosto 2002. URL consultato il 6 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 1º giugno 2013).
  48. ^ (EN) RAW — August 26, 2002, Online World of Wrestling, 26 agosto 2002. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  49. ^ (EN) RAW — September 2, 2002, Online World of Wrestling, 2 settembre 2002. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  50. ^ (EN) Unforgiven 2002 Results, Online World of Wrestling, 22 settembre 2002. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  51. ^ (EN) RAW — September 23, 2002, Online World of Wrestling, 23 settembre 2002. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  52. ^ (EN) RAW — September 30, 2002, Online World of Wrestling, 30 settembre 2002. URL consultato il 7 febbraio 2019.
  53. ^ (EN) RAW Roulette — October 7, 2002, Online World of Wrestling, 7 ottobre 2002. URL consultato il 7 febbraio 2019.
  54. ^ (EN) RAW — October 14, 2002, Online World of Wrestling, 14 ottobre 2002. URL consultato il 7 febbraio 2019.
  55. ^ (EN) Armageddon 2002 results, World Wrestling Entertainment, 15 dicembre 2002. URL consultato l'8 febbraio 2019.
  56. ^ (EN) Royal Rumble 2003 Results, Online World of Wrestling, 19 gennaio 2003. URL consultato l'8 febbraio 2019.
  57. ^ (EN) WWE RAW Results – April 7, 2003[collegamento interrotto], Online World of Wrestling, 7 aprile 2003. URL consultato l'8 febbraio 2019.
  58. ^ (EN) WWE Raw Results May 5 2003, Online World of Wrestling, 5 maggio 2003. URL consultato l'8 febbraio 2019.
  59. ^ (EN) WWE Raw — May 12, 2003, Online World of Wrestling, 12 maggio 2003. URL consultato l'8 febbraio 2019.
  60. ^ (EN) History of the Intercontinental Championship – Christian, World Wrestling Entertainment, 18 maggio 2003. URL consultato l'8 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2007).
  61. ^ (EN) Raw results – May 19, 2003, Online World of Wrestling, 19 maggio 2003. URL consultato l'8 febbraio 2019.
  62. ^ (EN) Nick Tylwalk, Raw: Kane on the rampage, Slam! Sports, 7 luglio 2003. URL consultato l'8 febbraio 2019.
  63. ^ (EN) Tod Countryman, 15 YRS AGO – WWE Raw in Des Moines, Iowa (8-10-03): Christian wins IC Title at house show over Booker T after major change to main event, Steve Austin on Highlight Reel, Pro Wrestling, 10 agosto 2003. URL consultato l'8 febbraio 2019.
  64. ^ (EN) Jason Clevett, Unforgiven: Goldberg wins Gold, Slam! Sports, 21 settembre 2003. URL consultato il 10 febbraio 2019.
  65. ^ (EN) Rob Van Dam's fourth reign, World Wrestling Entertainment, 29 settembre 2003. URL consultato l'8 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2007).
  66. ^ (EN) John Powell, Goldberg survives, Austin doesn't, Slam! Sports, 16 novembre 2003. URL consultato il 18 febbraio 2019.
  67. ^ (EN) Wade Keller, KELLER'S WWE ARMAGEDDON PPV REPORT 5 YRS. AGO (12-19-03): Triple H vs. Goldberg vs. Kane, Ric Flair & Batista vs. Dudleys, Pro Wrestling Torch, 14 dicembre 2003. URL consultato il 18 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2009).
  68. ^ (EN) Raw results – December 8, 2003, Online World of Wrestling, 8 dicembre 2003. URL consultato il 18 febbraio 2019.
  69. ^ Big Kahuna, Still solid as The Rock, The Malay Mail, 11 dicembre 2003.
  70. ^ (EN) WWE Royal Rumble 2004 results, Online World of Wrestling, 25 gennaio 2004. URL consultato il 18 febbraio 2019.
  71. ^ (EN) WrestleMania XX Results, World Westling Entertainment, 14 marzo 2004. URL consultato il 21 febbraio 2019.
  72. ^ (EN) Backlash 2004 results, World Wrestling Entertainment, 18 aprile 2004. URL consultato il 21 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2008).
  73. ^ (EN) Adam Martin, Full WWE Raw Results – 5/10/04 – San Jose, CA (Five big matches and more), Wrestleview, 10 maggio 2004. URL consultato il 21 febbraio 2019.
  74. ^ (EN) Adam Martin, WWE RAW Results - 8/30/04 - San Francisco, CA (Orton goes after HHH, more), Wrestleview, 30 agosto 2004. URL consultato il 21 febbraio 2019.
  75. ^ (EN) Unforgiven 2004 Results, Hoffco, 12 settembre 2004. URL consultato il 4 marzo 2019.
  76. ^ (EN) WWE Survivor Series 2004 Results, Online World of Wrestling, 14 novembre 2004. URL consultato il 4 marzo 2019.
  77. ^ (EN) New Year's Revolution 2005, Online World of Wrestling, 9 gennaio 2005. URL consultato il 4 marzo 2019.
  78. ^ (EN) Royal Rumble 2005 results, Online World of Wrestling, 30 gennaio 2005. URL consultato il 4 marzo 2019.
  79. ^ (EN) Dale Plummer, Batista, Cena go over but undercard steals the show, Slam! Sports, 3 aprile 2005. URL consultato il 4 marzo 2019.
  80. ^ (EN) Straight Shootin' with Christian Cage, Ring of Honor. URL consultato il 4 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 26 maggio 2009).
  81. ^ (EN) Chris Sokol, Batista retains with a Vengeance, Slam! Sports, 26 giugno 2005. URL consultato il 4 marzo 2019.
  82. ^ (EN) L. Anne Carrington, SmackDown Results – 6/30/05 – Anaheim, CA (Final two draft picks), Wrestleview, 30 giugno 2005. URL consultato il 6 marzo 2019.
  83. ^ a b c d (EN) Christian, WWE part ways, Slam! Sports. URL consultato il 6 marzo 2019.
  84. ^ (EN) The Great American Bash 2005, WWE, 24 luglio 2005. URL consultato il 6 marzo 2019.
  85. ^ (EN) No Mercy 2005 — October 9, 2005, Online World of Wrestling, 9 ottobre 2005. URL consultato il 6 marzo 2019.
  86. ^ (EN) Wade Keller, Keller's Raw report 10/31: Ongoing "virtual time" coverage of live show, Pro Wrestling Torch, 31 ottobre 2005. URL consultato il 6 marzo 2019.
  87. ^ (EN) Chris Sokol, Taboo Tuesday delivers decently, Slam! Sports, 1º novembre 2005. URL consultato il 6 marzo 2019.
  88. ^ (EN) WWE & Christian Fighting Over "Captain Charisma, 411Mania. URL consultato il 6 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2012).
  89. ^ a b c d e (EN) Corey David LaCroix, Genesis turns Christian and much more, Slam! Sports, 13 novembre 2005. URL consultato il 14 marzo 2019.
  90. ^ WWE Smackdown! - Tapings del 2/8/13 - Tuttowrestling.com News
  91. ^ (EN) WWE annunces former world champ has retired, su pwinsider.com, 29 dicembre 2014. URL consultato il 6 aprile 2017.
  92. ^ (EN) Profilo su OWOW, su onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 6 aprile 2017.
  93. ^ a b c d e f g h (EN) Christian's Theme, su cagematch.net. URL consultato il 6 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN220455025 · ISNI (EN0000 0004 3984 9087 · LCCN (ENno2011184215 · WorldCat Identities (ENno2011-184215