Mojo Rawley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mojo Rawley
Mojo Rawley in December 2016.jpg
Mojo Rawley nel dicembre 2016
NomeDean Muhtadi[1]
Ring nameMojo Rawley[2]
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
NascitaAlexandria, Virginia
17 luglio 1986 (32 anni)[3]
ResidenzaAustin, Texas[1]
Altezza dichiarata193[2] cm
Peso dichiarato130[2] kg
AllenatoreWWE Performance Center[2]
Debutto29 maggio 2013
FederazioneWWERaw
Progetto Wrestling

Dean Muhtadi (Alexandria, 17 luglio 1986) è un wrestler ed ex giocatore di football americano statunitense attualmente sotto contratto con la WWE dove lotta nel roster di Raw con il ring name Mojo Rawley[2][4].

Nella WWE Rawley ha vinto la quarta edizione dell'annuale André the Giant Memorial Trophy (2017).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dean Muhtadi nasce il 17 luglio 1986 ad Alexandria, nello stato del Virginia, da genitori di origini siriane e palestinesi.[5]

WWE[modifica | modifica wikitesto]

NXT (2012–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Muhtadi fa il suo debutto ufficiale ad NXT con il ringname Mojo Rawley partecipando ad una Battle Royal vinta da Bo Dallas. Il 29 agosto del 2014 viene sconfitto da Rusev a NXT: TakeOver. Forma in seguito un tag team con Bull Dempsey e cercano di conquistare gli NXT Tag Team Championships in un torneo ma vengono eliminati subito, causando il turn heel di Dempsey ai danni di Rawley. Nel giugno del 2015 Rawley forma con Zack Ryder (del roster principale) gli Hype Bros.

The Hype Bros (2016–2017)[modifica | modifica wikitesto]

Con la Draft Lottery del 19 luglio 2016, Rawley è stato promosso nel roster principale e trasferito nel roster di SmackDown. Essendo anche Zack Ryder un membro di questo roster, i due hanno riformato gli Hype Bros. Ha fatto la sua prima apparizione il 24 luglio a Battleground, quando è accorso in aiuto di Ryder al termine del suo match titolato perso contro lo United States Champion Rusev. Nella puntata di Main Event del 29 luglio gli Hype Bros trionfano sui Vaudevillains (Aiden English e Simon Gotch). Sempre a Main Event, il 6 agosto, gli Hype Bros sconfiggono gli Ascension. Mojo è apparso nuovamente ad NXT il 10 agosto dov'è stato sconfitto dall'NXT Champion Samoa Joe. Nella puntata di Main Event dell'11 agosto gli Hype Bros hanno trionfato sui Breezango (Fandango e Tyler Breeze). Nella puntata di SmackDown del 16 agosto gli Hype Bros, gli American Alpha (Chad Gable e Jason Jordan) e gli Usos (Jimmy e Jey Uso) hanno trionfato sui Vaudevillains, i Breezango e gli Ascension in un 12-Man Tag Team match. Mojo Rawley ha fatto il suo debutto in pay-per-view il 21 agosto nel Kick-off di SummerSlam quando gli Hype Bros, gli American Alpha e gli Usos hanno sconfitto i Breezango, i Vaudevillains e gli Ascension (come il 16 agosto a SmackDown). Nella puntata di SmackDown del 23 agosto è stato annunciato il WWE SmackDown Tag Team Championship e, per questo motivo, è stato indetto un torneo per decretare i due team che si affronteranno l'11 settembre a Backlash. Il 25 agosto a Main Event gli Hype Bros hanno sconfitto i Vaudevillains. Nella successiva puntata di SmackDown del 27 agosto gli Hype Bros hanno affrontato e sconfitto i Vaudevillains nei quarti di finale del torneo per il WWE SmackDown Tag Team Championship. Nella puntata di SmackDown del 6 settembre gli Hype Bros sono stati sconfitti dal team formato da Heath Slater e Rhyno in semifinale, venendo eliminati. Tuttavia, poiché gli American Alpha sono stati costretti a lasciare vacante il loro posto in finale a causa di un infortunio di Chad Gable, gli Hype Bros hanno affrontato gli Usos per avere un posto in finale ma sono stati sconfitti. Nella puntata di SmackDown del 13 settembre gli Hype Bros sono stati nuovamente sconfitti dagli Usos. Nella puntata di SmackDown del 4 ottobre gli Hype Bros sono ritornati sconfiggendo i Vaudevillains. Il 9 ottobre nel Kick-off di No Mercy gli Hype Bros e gli American Alpha hanno sconfitto gli Ascension e i Vaudevillains. Nella puntata di Main Event del 13 ottobre gli Hype Bros hanno sconfitto nuovamente i Vaudevillains. Nella puntata di SmackDown del 25 ottobre gli Hype Bros hanno sconfitto gli Ascension in un Survivor Series Qualyfing match. Nella puntata di Main Event dell'11 novembre gli Hype Bros sono stati sconfitti dagli Usos. Il 20 novembre a Survivor Series gli Hype Bros hanno preso parte al 10-on-10 Traditional Survivor Series Tag Team Elimination match come parte del Team SmackDown contro il Team Raw, ma sono stati eliminati da Luke Gallows e Karl Anderson, mentre il Team Raw ha vinto l'incontro. Nella puntata di SmackDown del 22 novembre gli Hype Bros hanno partecipato ad un Tag Team Turmoil match per decretare i contendenti n°1 al WWE SmackDown Tag Team Championship di Heath Slater e Rhyno ma sono stati eliminati dai Breezango. Il 4 dicembre, nel Kick-off di TLC: Tables, Ladders & Chairs, gli Hype Bros, gli American Alpha e Apollo Crews hanno sconfitto gli Ascension, i Vaudevillains e Curt Hawkins. Nella puntata di SmackDown del 6 dicembre gli Hype Bros hanno sconfitto gli Ascension. Nella puntata di SmackDown del 13 dicembre gli Hype Bros hanno vinto una Battle royal che comprendeva anche gli American Alpha, gli Ascension, i Breezango, Heath Slater e Rhyno e i Vaudevillains diventando i contendenti n°1 al WWE SmackDown Tag Team Championship. Zack Ryder è stato l'ultimo sopravvissuto che ha eliminato Konnor degli Ascension, aggiudicandosi la contesa. Nella puntata di SmackDown del 20 dicembre Rawley ha sconfitto Curt Hawkins. A causa di un impatto con l'apron ring, però, Ryder si è infortunato alla gamba e sarà costretto a restare fuori dal ring per 4-9 mesi, costringendo gli Hype Bros a rinunciare alla loro opportunità titolata.

Competizione singola, opportunità titolate e scioglimento degli Hype Bros (2017)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di SmackDown del 24 gennaio 2017 Rawley ha vinto una Battle Royal, guadagnando un posto nel Royal Rumble match del 2017. Il 29 gennaio Rawley ha partecipato al Royal Rumble match dell'omonimo pay-per-view entrando col numero 4 ma è stato eliminato da Braun Strowman dopo sei minuti e sedici secondi di permanenza. Il 12 febbraio, nel Kick-off di Elimination Chamber, Rawley ha sconfitto Curt Hawkins. Nella puntata di SmackDown del 21 febbraio Rawley ha partecipato ad una 10-Man Battle Royal per decretare lo sfidante di Bray Wyatt a WrestleMania 33 per il WWE Championship ma è stato eliminato. Nella puntata di SmackDown del 14 marzo Rawley ha sconfitto Dolph Ziggler per count-out. Nella puntata di SmackDown del 28 marzo Rawley, Heath Slater, Rhyno e gli American Alpha (Chad Gable e Jason Jordan) hanno sconfitto Dolph Ziggler, i Breezango (Tyler Breeze e Fandango) e gli Usos (Jimmy Uso e Jey Uso). Il 2 aprile, nel Kick-off di WrestleMania 33, Mojo ha vinto la André the Giant Memorial Battle Royal eliminando per ultimo Jinder Mahal (atleta di Raw). Nella puntata di SmackDown dell'11 aprile Mojo ha sconfitto Jinder Mahal. Nella puntata di SmackDown del 18 aprile Mojo ha preso parte ad un Six-Pack Challenge match che includeva anche Dolph Ziggler, Erick Rowan, Jinder Mahal, Luke Harper e Sami Zayn per determinare il contendente n°1 al WWE Championship di Randy Orton ma il match è stato vinto da Mahal. Nella puntata di SmackDown del 6 giugno Rawley è stato sconfitto dal WWE Champion Jinder Mahal in un match non titolato, fallendo dunque nell'opportunità di inserirsi nel Money in the Bank Ladder match dell'omonimo pay-per-view. Dopo essersi riunito con Zack Ryder, riformando gli Hype Bros, i due hanno affrontato i Colóns (Primo Colón e Epico Colón) il 18 giugno, nel Kick-off di Money in the Bank, sconfiggendoli. Nella puntata di SmackDown del 27 giugno gli Hype Bros sono stati sconfitti dai WWE SmackDown Tag Team Champions, gli Usos (se gli Hype Bros avessero vinto avrebbero ottenuto una chances titolata). Nella puntata di SmackDown del 4 luglio gli Hype Bros hanno partecipato all'Indipendence Day Battle Royal per determinare il contendente n°1 allo United States Championship di Kevin Owens ma sono stati eliminati: Ryder è stato inspiegabilmente eliminato da Rawley mentre quest'ultimo è stato eliminato da Sami Zayn. Nella puntata di SmackDown del 22 agosto gli Hype Bros sono stati sconfitti dai WWE SmackDown Tag Team Champions, gli Usos, in un match non titolato. Nella puntata di Sin City SmackDown Live del 12 settembre gli Hype Bros sono stati sconfitti da Chad Gable e Shelton Benjamin; nel post match Rawley ha stretto la mano ai due vincitori, mentre Ryder se n'è andato via, deluso. Nella puntata di SmackDown del 19 settembre gli Hype Bros sono stati sconfitti dai WWE SmackDown Tag Team Champions Big E e Kofi Kingston del New Day in un match non titolato. Nella puntata di SmackDown del 26 settembre gli Hype Bros sono stati sconfitti dagli Usos. L'8 ottobre, nel Kick-off di Hell in a Cell, gli Hype Bros sono stati sconfitti da Chad Gable e Shelton Benjamin. Nella puntata di SmackDown del 10 ottobre gli Hype Bros hanno partecipato ad un Fatal 4-Way match che comprendeva anche gli Ascension, i Breezango e Chad Gable e Shelton Benjamin per determinare i contendenti n°1 al SmackDown Tag Team Championship degli Usos ma il match è stato vinto da Benjamin e Gable. Nella puntata di SmackDown del 21 novembre gli Hype Bros sono stati sconfitti dai Bludgeon Brothers (Harper e Rowan). Nella puntata di SmackDown del 28 novembre gli Hype Bros sono stati nuovamente sconfitti dai Bludgeon Brothers; nel post match, inoltre, Rawley ha effettuato un turn heel attaccando Ryder alle spalle, segnando di fatto la fine del loro team.

Competizione singola (2017–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver effettuato il suo turn heel e causato lo scioglimento degli Hype Bros, Rawley ha iniziato definitivamente la sua carriera in singolo. Il 17 dicembre, nel Kick-off di Clash of Champions, Rawley ha sconfitto il suo ex-compagno di team Zack Ryder. Nella puntata di SmackDown del 9 gennaio 2018 Rawley ha sconfitto Zack Ryder nei quarti di finale di un torneo per la riassegnazione dello United States Championship (reso vacante da Dolph Ziggler). Nella puntata di SmackDown del 16 gennaio Rawley è stato sconfitto da Bobby Roode nella semifinale del torneo, venendo dunque eliminato. Il 28 gennaio, nel Kick-off della Royal Rumble, Rawley ha risposto alla Open challenge di Bobby Roode per lo United States Championship ma è stato sconfitto. L'11 marzo, nel Kick-off di Fastlane, Rawley, Chad Gable e Shelton Benjamin sono stati sconfitti da Tye Dillinger e i Breezango (Tyler Breeze e Fandango). Nella puntata di SmackDown del 3 aprile Mojo, Baron Corbin, Dolph Ziggler e Primo Colón hanno sconfitto i Breezango, Tye Dillinger e Zack Ryder. L'8 aprile, nel Kick-off di WrestleMania 34, Rawley ha partecipato all'annuale André the Giant Memorial Battle Royal ma è stato eliminato da Matt Hardy.

Con lo Shake-up del 16 aprile Rawley è passato al roster di Raw. Il 27 aprile, a Greatest Royal Rumble, Rawley ha partecipato al Royal Rumble match a 50 uomini entrando col numero 29 ma è stato eliminato da Randy Orton. Nella puntata di Raw del 7 maggio Rawley ha affrontato Seth Rollins per l'Intercontinental Championship ma è stato sconfitto. Nella puntata di Main Event del 16 maggio Rawley ha sconfitto Chad Gable. Nella puntata di Main Event del 30 maggio Rawley ha sconfitto No Way Jose. Nella puntata di Raw del 18 giugno Rawley ha sconfitto nuovamente No Way Jose. Nella puntata di Raw del 9 luglio Rawley ha sconfitto ancora No Way Jose. Nella puntata di Raw del 16 luglio Rawley ha sconfitto Tyler Breeze. Nella puntata di Raw del 23 luglio Rawley ha sconfitto nuovamente Tyler Breeze.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali in coppia[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "Meat Your Metal" dei Serval Attack (NXT; 2013–2 giugno 2014)
  • "Believe the Hype" dei CFO$[12] (NXT/WWE; 2 giugno 2014–19 luglio 2016)
  • "Stay Hype, Bro" dei CFO$[13] (NXT/WWE; 19 agosto 2015–28 novembre 2017; usata come membro degli Hype Bros e in competizione singola)
  • "Groundbreacking" dei CFO$ (WWE; 17 dicembre 2017–18 giugno 2018)
  • "Killer Instinct" dei CFO$ (WWE; 2 luglio 2018–presente)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Fishman, Scott, Football players Baron Corbin, Mojo Rawley surprisingly reunite at WWE NXT, su The Miami Herald, The McClatchy Company, 18 luglio 2013. URL consultato il 16 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2014).
  2. ^ a b c d e Mojo Rawley, su WWE.com, WWE. URL consultato il 24 marzo 2016.
  3. ^ Mojo Rawley: Profile & Match Listing, su profightdb.
  4. ^ Saxton, Byron, Staying hyped: Mojo Rawley makes his NXT debut, su WWE.com, WWE, 16 ottobre 2013. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  5. ^ (EN) Mark Giannotto, Inside WWE's minor leagues, "Mojo Rawley" is wrestling the odds of stardom, The Washington Post, 27 gennaio 2016. URL consultato il 21 giugno 2016.
  6. ^ a b c James, Justin, James's WWE NXT Report 3/27, su PWTorch.com, Pro Wrestling Torch. URL consultato l'11 ottobre 2014.
  7. ^ a b James, Justin, James's WWE NXT Report 12/11, su PWTorch.com, Pro Wrestling Torch, 12 dicembre 2013. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  8. ^ a b c Emerson Witner, WWE NXT TV Report: Ascension defend titles vs. Kidd and Zayn, Wrestling Observer. URL consultato l'11 ottobre 2014.
  9. ^ a b Emerson Witner, WWE NXT TV Report: Tyson Kidd vs. Bo Dallas, Neville vs. Brodus Clay, Divas title tourney, Wrestling Observer. URL consultato l'11 ottobre 2014.
  10. ^ James, Justin, James's WWE NXT Report 1/15, su PWTorch.com, Pro Wrestling Torch, 16 gennaio 2014. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  11. ^ Trionfo, Richard, WWE NXT REPORT: TAG TITLE MATCH, BAYLEY AND ALEXA IN SIX PERSON TAG ACTION, SAMOA JOE EXPLAINS HIMSELF, THE ASCENSION ARE BACK NEXT WEEK, AND WHAT IS GOING ON WITH NIA JAX AND EVA MARIE?, su Pro Wrestling Insider, 11 novembre 2015. URL consultato l'11 novembre 2015.
  12. ^ WWE NXT: Believe the Hype (Mojo Rawley) - Single, iTunes. URL consultato il 10 febbraio 2016.
  13. ^ WWE: Stay Hype, Bro (Hype Bros) - Single, iTunes. URL consultato il 15 novembre 2015.
  14. ^ Pro Wrestling Illustrated (PWI) 500 for 2017, su The Internet Wrestling Database. URL consultato il 31 agosto 2017.
  15. ^ Mattheus Artus, Mojo Rawley won the 4th annual Andre the Giant Memorial Battle Royal, su WWE. URL consultato il 2 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]