Impact Wrestling

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anthem Wrestling Exhibitions, LLC
Stato
Forma societaria Società a responsabilità limitata
Fondazione 10 maggio 2002[1] a Nashville
Fondata da Jeff Jarrett[2]
Jerry Jarrett[2]
Sede principale Nashville[2]
Gruppo Anthem Sports & Entertainment[2]
Persone chiave
Settore Sport Spettacolo
Prodotti
Sito web

La GFW, nota come Total Nonstop Action (TNA) fino al 2017,[2][3] è una federazione di wrestling statunitense con sede nella città di Nashville (Tennessee),[2] fondata il 10 maggio 2002 da Jerry Jarrett ed il figlio Jeff Jarrett.[2] Prende il nome dalla Global Force Wrestling (GFW), federazione attiva tra il 2014 e il 2017 e di proprietà dello stesso Jeff Jarrett.

Attualmente è una delle due sole realtà americana di wrestling, insieme alla WWE, ad avere un contratto televisivo sia a livello nazionale che internazionale; per questo motivo è considerata la seconda federazione di wrestling nord-americana per ordine di importanza ed una tra le più rilevanti al mondo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Formazione e origini (2002-2003)[modifica | modifica wikitesto]

Jeff Jarrett, il co-fondatore di GFW.

La TNA nasce dopo la chiusura della World Championship Wrestling quando Jeff Jarret, Jerry Jarret e Bob Ryder ebbero l'idea di fondare una federazione che non fosse dipendente dai network e che trasmettesse direttamente in PPV.
La TNA tenne il suo primo show il 19 giugno del 2002[4] e all'inizio aveva una programmazione in PPV settimanali.

La TNA creò quindi una partnership con la National Wrestling Alliance (NWA) e questo gli diede un grande vantaggio poiché poteva disporre dei migliori lottatori degli Stati Uniti ed allo stesso tempo disponevano dell'NWA World Heavyweight Championship[1].

L'ambiente dell'arena TNA dell'epoca (l'Asylum di Nashville)[1] rispecchiava pienamente questa filosofia in quanto era strutturato in uno stile underground costellato di radar luminosi e ballerine in abiti succinti dedite alla pole dance.
La compagnia puntò sulla X Division (la divisione giovanile) dandogli molto spazio ed inoltre, negli spettacoli di allora figuravano come stili di punta l'high flying wrestling, i tag team e l'hardcore wrestling.

La storyline principale fu sviluppata da Vince Russo[1] che, con la sua stable dei SEX, (Sport Entertaiment Extreme) e composta da lottatori come Raven, Sonni Siaki, Trinity, BG James, Chris Sabin e Christopher Daniels) portava sugli schermi le divergenze creative dei booker e mostrava i contrasti tra il tradizionalista Jeff Jarret con il suo opposto (ed innovatore) Vince Russo ed era anche un progetto inedito nel mondo del wrestling professionale poiché si introdusse l'improvvisazione come componente principale dello spettacolo e che si trattasse di interferenze durante lo svolgimento dei match o durante delle interviste o promo altrui, l'avversario di turno doveva reagire di proprio spunto e senza essersi accordato precedentemente nel backstage. Tutto questo portava sia gli spettatori che i protagonisti dello spettacolo a non capire più il confine tra shoot e worked shoot.
Alcuni di questi episodi vengono descritti in dettaglio nel secondo libro di Vince Russo ed in seguito, visti i reali screzi tra Jeff Jarrett e Russo e la conversione di quest'ultimo al cristianesimo, la storyline finì concludendo la prima fase della storia della TNA.

Questo periodo fu caratterizzato dal ritorno di leggende come Raven, Roddy Piper, Sting, Scott Hall, Mr. Perfect, The Sandman, Sabu, i Road Warriors, Dusty Rhodes, Terry Funk, Dory Funk jr., Ricky Steamboat e Larry Zbyszko.

Nel 2002[5] l'imprenditrice Dixie Carter incominciò ad occuparsi del marketing e della pubblicità e verso la fine dello stesso anno, vedendone l'enorme potenziale ed a seguito del ritiro dei primi finanziatori ne acquistò il 71% e nella primavera del 2003 ne viene designata come presidente.

Nascita di Impact! e crescita mediatica (2004-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio del 2004 la TNA ha il suo primo show televisivo su Fox Sports denominato Impact![1] e dove si vide per la prima volta il ring esagonale che per anni ha caratterizzato la federazione di Orlando e trasmettendo via cavo poté sostituire i PPV settimanali per incominciare la promozione di PPV mensili della durata di tre ore come avevano già fatto le federazioni World Championship Wrestling e Extreme Championship Wrestling in passato.

A novembre dello stesso anno la TNA realizza il suo primo PPV mensile (Victory Road e la card sembrò rispecchiare le indicazioni di quel periodo poiché viene concesso molto spazio sia all'X-Division che alla nella divisione tag team e dove fu disputato il primo last man standing match a coppie della storia. La TNA si dimostrava una federazione sovversiva, ribelle e poetica nella sua voglia di mostrare qualcosa di diverso e originale rispetto alla piattezza della concorrenza monopolistica ed era una federazione con pochi soldi ma molte idee, ricca di entusiasmo e passione, nonché portata avanti da volti nuovi che cercavano d'imporsi.

Nel 2005, dopo l'ennesimo litigio con la dirigenza, Dusty Rhodes lascia il posto di head booker e il suo posto viene preso da Scott D'Amore, un canadese già road agent della società e che si stava occupando dell'X Division.

Alla fine di maggio 2005 scade il contratto annuale con la Fox Sports e, a causa dei bassissimi ratings della compagnia (0.4/0.5% in media), il network decide di non rinnovarlo costringendo la TNA a trasmettere i suoi spettacoli in streaming. Riprenderà una programmazione televisiva nell'Ottobre 2005 grazie ad un contratto con l'emittente Spike TV.

Nel giugno dello stesso anno a Slammiversary Raven conquista a sorpresa il titolo mondiale NWA-TNA vincendo il King of the Mountain match e dopo aver preso il posto di Jeff Jarret (squalificato per aver attaccato un fan) e quello fu l'inizio di quello che è tuttora considerato il miglior regno da campione mondiale in TNA per qualità dei match disputati, intensità, partecipazione del pubblico, qualità dei promo e delle faide, l'evoluzione del personaggio e dell'interesse suscitato.
Il regno di Raven termina in un house show a favore di Jeff Jarret.

Verso la fine del 2005 inizia il momento di maggior lustro nella federazione grazie all'arrivo di ex WWE quali Kurt Angle[1], Christian Cage, Booker T, Mick Foley, Shannon Moore e il Team 3D, un periodo florido e di successo e che durerà fino alla fine 2009.

Era Hogan-Bishoff e la nuova Monday Night War (2010-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Eric Bischoff durante una puntata della Total Nonstop Action.

Nel 2010 avviene l'ingaggio di Hulk Hogan e del presidente della ex WCW Eric Bischoff e durante la loro gestione vennero assunte molte ex star della WWE come Ric Flair, Rob Van Dam, Mr. Anderson e Jeff Hardy nonché fu sostituito il tradizionale ring a sei lati con quello più diffuso di quattro ma questa politica gestionale ridimensionò i giovani wrestler già presenti nel roster (come James Storm, Bobby Roode, Hernandez, Eric Young, Christopher Daniels, Nigel McGuinness, D'Angelo Dinero e Matt Morgan), i quali sino ad allora erano stati gli unici beniamini del pubblico e coloro che più o meno sin dai primi anni avevano creduto e si erano impegnati per far crescere la TNA stessa.

L'inizio della nuova gestione ebbe un breve successo e nei primi mesi dello stesso anno ci fu anche un breve guerra di ascolti tra la TNA e la WWE[6] e il record per la TNA (circa tre milioni di telespettatori), fu segnato nella prima puntata trasmessa in diretta il lunedì 8 marzo e in contemporanea con Raw ma la cosa durò poco e già dalla prima settimana di maggio e a seguito dei bassi ratings, Impact! tornò ad essere trasmesso di giovedì. Nello stesso periodo ci fu un cambio di nome al programma televisivo che da un iniziale 'TNA Thursdays' diventò in seguito 'Impact Wrestling'.

Il 7 novembre 2011 fu annunciato che la Ohio Valley Wrestling (OVW) sarebbe diventato territorio di sviluppo ufficiale della TNA[7], un sodalizio che continuò fino alla fine del 2013.

Dal giugno 2013 ci fu anche un sodalizio con la società giapponese 'Wrestle-1' e che vide AJ Styles combattere per difendere il titolo di TNA World Heavyweight Championship nel mese di novembre e proprio in Giappone.

In questi tre anni però ed a causa delle varie modifiche apportate dalla gestione Hogan-Bischoff, il prodotto televisivo diventò molto diverso dal punto di vista del contenuto e questo contribuì a fermare (o far diminuire) gli ascolti. Questa crisi costrinse la compagnia a non rinnovare il contratto di Hogan in scadenza nell'ottobre 2013 e fece decidere al fondatore Jeff Jarrett di ritirarsi dalla compagnia nella scadenza di dicembre[8] per cimntarsi con una nuova realtà di wrestling, la Global Force Wrestling[9]. La TNA comunque, precisò che Jarrett rimaneva ancora un socio azionista. Infine AJ Styles, vistosi propore un taglio del suo compenso del 60 per cento in occasione del rinnovo di contratto per il 2014 decise di andarsene[10][11] lasciando la compagnia orfana di uno dei suoi più grandi campioni.

Il periodo di crisi e il cambio di proprietà (2014-2016)[modifica | modifica wikitesto]

Il caratteristico ring della TNA ritornato nel 2014

Tra la fine del 2013 e durante tutto il 2014 numerose stelle della TNA decisero di lasciare la compagnia e tra queste ci furono i più noti Sting,[12] Chris Sabin,[13] Hernandez,[14] Christopher Daniels, Kazarian[15] e del Team 3D (Bully Ray e Devon).[16] e questo contribuì all'acuirsi della crisi degli ascolti. Durante l'edizione 2014 di Bound for glory In Giappone addirittura il world championship non venne difeso così come i titoli di coppia. La fine del 2014 sancì anche il termine del rapporto con l'emittente televisiva Spike e nel periodo successivo la promozione fu impegnata nella ricerca di un contratto televisivo a lungo termine.
Inizialmente la TNA firmò un contratto con la Discovery Communications e tramite questo nuovo canale là vennero trasmessi nuovi spettacoli: Impact Wrestling:unlocked condotto da Mike Tenay e TNA Wrestling's Greatest Matches ovvero una serie basata sui grandi match avvenuti nella compagnia.
Da novembre 2014 a marzo 2015 venne attuato un severo rinnovo di contratti per molti lottatori come: Kurt Angle, Jeff Hardy, Gail Kim, Mr. Anderson, Abyss e Matt Hardy e seguirono poi gli abbandoni di altre figure di rilievo come Samoa Joe[17] e il commentatore Tazz.[18].

A partire dal 7 gennaio 2015 e dopo due mesi di inattività, il programma televisivo Impact Wrestling tornò in onda con nuove puntate settimanali e durante il corso dell'anno molte puntate vennero registrate presso il Manhattan Center di New York nell'auditorium Grand Ballroom[19][20][21].
Nell'aprile 2015 Billy Corgan divenne il produttore esecutivo e dello sviluppo dei talenti.

In seguito agli ascolti sempre bassi degli spettacoli vennero cancellati gli avvenimenti iniziati con la messa in onda su Destination America[22] fino alla fine dell'anno[23] e anche il programma Impact Wrestling venne sospeso per due mesi.

Con la volontà di ravvivare gli ascolti, Impact Wrestling iniziò ad essere trasmesso sulla rete televisiva Pop a partire dal gennaio 2016[24] e durante la prima puntata Live sul nuovo canale vennero presentati un nuovo stage, logo, theme song e vi fu disputata la finale del TNA world title (vinto da EC3) e si vide il debutto di Mike Bennett e Maria Kanellis.
Dopo questa puntata ci fu il tour d'addio di Kurt Angle che durante il tour in Inghilterra diede il suo addio alla compagnia. Il 19 marzo segnò anche l'addio di altri originals come Eric Young e Bobby Roode[25] e Velvet Sky.[26] Seguì un tentativo di ripresa, con la scelta di puntare su nuovi talenti come Ethan Carter III, Drew Galloway, Moose e Lashley mentre nel mese di agosto Billy Corgan fu annunciato come nuovo presidente della compagnia.[27] Nel ottobre 2016 Billy Corgan fece causa alla TNA e a Dixie Carter chiedendole di rimborsare i soldi che aveva investito. Sull'orlo della bancarotta, la Carter ritornò temporaneamente presidente e siglò un accordo finanziario con la compagnia Fight Network, che investì sulla TNA e si offrì di ripagare Billy Corgan.[28]

Collaborazione con l'italiana EPW, (European Pro Wrestling) (2015,2017-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015 la TNA per aumentare l'audience dei suoi spettacoli che in Italia veniva trasmesso su Nuvolari decide di collaborare con la federazione italiana EPW prestandogli i wrestler Christopher Daniels ed A.J. Styles ma anche il vincitore di un titolo Austin Aries che è stato campione finché non ha firmato con la WWE.
Nel 2017 la collaborazione è aumentata visto che il canale di Anthem Sports & Entertainment che è proprietaria di Impact Wrestling ha deciso di mandare Eddie Edwards per lo spettacolo italiano che si terrà a Roma il 24 giugno e che andrà in onda in differita sul canale Fight Network Italia.

Rilancio della federazione (2017-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 gennaio 2017 Dixie Carter vende la TNA alla Anthem Sports & Entertainment rimanendo socia di minoranza e la nuova proprietà, presentatasi con ambiziosi propositi di rinnovamento, riporta in compagnia il suo creatore Jeff Jarrett in qualità di consulente esecutivo e assume il booker Dutch Mantell con il ruolo di consulente creativo. Vengono inoltre siglati importanti accordi con la Pro Wrestling NOAH e la CRASH mentre, a causa di un cambiamento di politica interna, avviene l'abbandono di alcuni nomi di punta quali i fratelli Hardy, Drew Galloway, Mike Bennett e Jade. Per ovviare a tali perdite la federazione sceglie di aggiungere al proprio roster volti come Alberto El Patrón e Cody Rhodes oltre ad ingaggiare alcuni talenti della Global Force Wrestling (GFW) come Magnus, i Reno Scum, Chris Adonis, per i quali, in alcuni casi, si tratta di un ritorno in TNA.

Per ribadire la volontà di ammodernamento, nel marzo 2017 la TNA cambia ufficialmente il proprio nome in Impact Wrestling.[29] Lo stesso mese viene annunciata una nuova collaborazione con la federazione messicana AAA.[30]
Il 20 aprile 2017 viene confermata la fusione (con conseguente chiusura) con la Global Force Wrestling (GFW) (un'altra federazione statunitense guidata da Jeff Jarrett) e nelle registrazioni successive del programma Impact Wrestling vengono difesi i titoli della GFW, quello mondiale viene vinto da Alberto El Patron il 22 aprile mentre un giorno prima (21 aprile), quello femminile viene conquistato da Sienna. Il 23 aprile quelli di coppia vengono vinti dai LAX.
L'unificazione dei titoli mondiali è avvenuta a Slammiversary XV.

Show televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Impact Wrestling (programma televisivo).

Programmazione precedente[modifica | modifica wikitesto]

Ken Shamrock conquistando l'NWA World Heavyweight Championship divenne il primo campione dei pesi massimi della Total Nonstop Action Wrestling

Prima di trovare uno spazio fisso nel panorama televisivo statunitense, la TNA ha fatto ricorso ad una tecnica non convenzionale per promuovere i propri spettacoli e dal mese di giugno 2002 a quello di settembre 2004 la federazione ha infatti trasmesso spettacoli settimanali della durata di due ore ciascuno solo ed esclusivamente in pay-per-view.
I prezzi erano notevolmente più bassi rispetto all'acquisto di un PPV mensile della WWE, ma il numero di spettatori fu comunque molto basso e quando nel novembre 2004 la TNA decise di mandare in onda il primo spettacolo di tre ore in pay-per-view a cadenza mensile (il Victory Road), il risultato in termini di numero di acquisti fu tutt'altro che entusiasmante. Tuttavia con questo sistema la TNA riuscì a tenere bassi i costi di produzione di ogni spettacolo e non incappò nel classico errore delle piccole federazioni che invece già nel passato avevano cercato di fare il salto di qualità per trovarsi dopo costrette a chiudere entro pochi mesi a causa di una situazione finanziaria estremamente deficitaria.

Xplosion è la seconda trasmissione per ordine di importanza e consta del recap dei fatti accaduti a iMPACT! con l'aggiunta di match esclusivi. Xplosion era prodotto solo per il mercato internazionale, visto che in America non aveva nessuna copertura televisiva. Kevin Sullivan, responsabile delle trasmissioni televisive TNA, in un'intervista dichiarò che era pronto un nuovo show, TNA Epics. Questo, della durata di un'ora e a cadenza settimanale, era un programma totalmente dedicato ai match, alle rivalità e agli avvenimenti più importanti della storia della federazione, dalla sua nascita nel 2002 fino ai giorni nostri. Il tutto verrà presentato con materiale esclusivo e commenti attuali da parte dei lottatori protagonisti. L'ultima puntata di TNA Epics è stata trasmessa il 15 aprile 2010.

Programmazione attuale[modifica | modifica wikitesto]

La trasmissione di punta della federazione, Impact Wrestling (in precedenza iMPACT!), ha debuttato a fine 2005 sulla rete televisiva americana Spike TV ed era trasmessa il giovedì sera negli Stati Uniti. Dall'8 marzo 2010 è andata in onda tutti i lunedì in contemporanea con WWE RAW come aveva fatto in passato la WCW.
Questa nuova guerra degli ascolti è terminata il 13 maggio 2010 quando l'allora TNA è tornata ad andare in onda di giovedì. Nel 2013 ha accorciato i PPV live da 12 a 4 per adottare il sistema dei PPV denominati "One Night Only" e consistenti in programmi tematici registrati. Il 14 marzo 2013 Impact, per la prima volta, andò on the road in giro per l'America e la puntata si tenne al Sears Centre di Chicago. Alcuni Ex-PPV, quali Destination X, Hardcore Justice e [TNA No Surrender|No Surrender]], sono stati replicati come puntate speciali di Impact Wrestling. Ad oggi Impact è un prodotto semi-itinerante, difatti gli spettacoli si svolgono in principio in vari soundstage e raramente le puntate sono registrate in palazzetti.

La puntata di iMPACT! del 23 ottobre, andata in onda in diretta da Las Vegas, fu la prima ad andare in onda in alta definizione. TNA Against All Odds 2009 è stato il primo pay per view in alta definizione della federazione e lo spettacolo è avvenuto l'8 febbraio 2009, nella Impact Zone ad Orlando.

Dal 2016 la GFW Impact registra i propri episodi di Impact presso gli Universal Studios di Orlando.

Programmazione in Italia[modifica | modifica wikitesto]

La prima vera e propria possibilità per trovare facilmente la NWA-TNA in Italia fu all'incirca sul finire del 2004, quando Dubai Sport (canale satellitare che trasmetteva sullo stesso satellite Hotbird 13° est, utilizzato per la maggior parte dei canali satellitari italiani), mandava in onda i PPV settimanali della NWA-TNA in ritardo di due anni e mezzo dalla prima messa in onda negli USA.

Alcuni episodi di iMPACT! del 2005 furono mandati in onda dalla trasmissione di pro wrestling Nu Wrestling TV sul canale satellitare Play Tv Italia, condotta da Fabrizio Vaccaro e Roberto Indiano. Le puntate furono direttamente acquistate in quel di Orlando dal duo di commentatori, che si erano recati per seguire le registrazioni. Negli anni 2005 e 2006 era possibile seguire le puntate di iMPACT! (con un ritardo di sei mesi) su Eurosport, con il commento di Paolo Lanati; in un primo momento venivano mandati in onda solamente i match, mentre i promo dei lottatori e i segmenti nel backstage venivano tagliati (per esaltare di più la disciplina strettamente dal punto di vista sportivo).

Con il seguire dei mesi Eurosport acquisì i pay-per-view mandandoli in onda integralmente con un ritardo temporale di tre mesi, sempre mantenendo Paolo Lanati nel ruolo di commentatore unico.

Dal 2007 fino al 2009 lo show è trasmesso su GXT, inizialmente con un ritardo cospicuo poi ridottosi di qualche settimana rispetto agli Stati Uniti. Lo show non viene più trasmesso a causa del mancato rinnovo del contratto. GXT aveva un'ampia programmazione comprensiva di episodi degli anni precedenti e in diverse domeniche proponeva PPV passati partendo dal primo, Victory Road 2004. Per un certo periodo la TNA è sbarcata anche in chiaro, anche sulle tv regionali italiane (come ad esempio 7 Gold), grazie al circuito televisivo Deka (ovvero alcuni programmi di GXT rivenduti in vari orari della giornata alle tv regionali).

Nella seconda metà del 2011, in Italia, è stato possibile vedere la TNA del periodo 2007-2009 in TV sul canale tematico CanalOne.

Tra il 2012 e il 2013, sul canale di Sky Extreme Sports Channel, è andata in onda la trasmissione "TNA Greatest Matches", una raccolta dei match più belli in TNA con il commento inglese e i sottotitoli in italiano.

Dal 2014 al luglio 2015 la TNA è stata trasmessa tutti i giovedì alle 21.05 su Nuvolari con il commento di Alessio Di Nicolantonio e Daniele De Micco. Nonostante il rinnovo del contratto nel mese di giugno, la trasmissione delle puntate di Impact Wrestling è stata interrotta in seguito ad un cambiamento di direzione da parte di Nuvolari. Anche i pay-per-view mensili della TNA sono stati trasmessi regolarmente sul medesimo canale televisivo.

Dal gennaio 2017 Impact Wrestling va in onda su Figth Network Italia al canale 804 di Sky mentre da febbraio 2017 va in onda in replica su Nuvola61 canale 61 del digitale terrestre con il commento di Alessio Di Nicolantonio e Daniele De Micco.

Settori di sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Dal 7 novembre 2011 fino al 2013 la TNA ha avuto la Ohio Valley Wrestling come federazione di sviluppo. Successivamente Jeff Jarrett ha fondato e diretto una succursale in India e chiamata Ring Ka King dove si esibirono alcuni wrestler della compagnia.

House show e tour[modifica | modifica wikitesto]

Gli house show della GFW Impact si svolgono prettamente negli Stati Uniti e in Canada. Si svolgono anche in Europa e nel Regno Unito dove vi è una grande affluenza di pubblico, addirittura maggiore rispetto agli Stati Uniti. Se negli Stati Uniti l'affluenza si attesta all'incirca dai 500 ai 1000 spettatori massimo, nel Regno Unito, complici l'unicità dell'evento e l'affluenza di fan da tutto il continente, si arriva a picchi di decine di migliaia di spettatori.

Caratteristiche principali[modifica | modifica wikitesto]

Ring e arene[modifica | modifica wikitesto]

Il famoso ring esagonale dell'allora TNA, oggi GFW Impact

La caratteristica principale dell'allora TNA è stata quella di utilizzare un ring di forma esagonale, differentemente da quanto accade in qualunque altra federazione di wrestling. Il ring in questione è stato introdotto con la primissima puntata di iMPACT!, trasmessa il 4 giugno 2004 sulla tv americana Fox Sports Net, mentre prima di questa data veniva usato il classico ring a quattro lati, che è stato riadottato dal pay-per-view Genesis del 17 gennaio 2010. Il ring a sei lati fu riadottato per una notte a Destination-X 2011. Nel luglio del 2014 venne riadottato permanentemente.

La maggioranza degli spettacoli dell'allora TNA si svolsero presso la iMPACT! Zone negli Universal Studios di Orlando, mentre agli inizi venivano svolti alla Martin Van Buren Arena a Huntsville, Alabama, e successivamente alla Tennessee State Fairgrounds Arena a Nashville, nel Tennessee. Da marzo a novembre 2013 la compagnia fu totalmente itinerante. La TNA ritornò agli Universal Studios il 21 novembre 2013, nel Soundstage 19, utilizzato dal 2004 al 2008 prima delle trasmissioni in HD. Da allora in poi poche volte si è spostata da Orlando.

X Division[modifica | modifica wikitesto]

Sin dalle origini l'allora TNA ha puntato molto sui wrestler leggeri chiamando la loro categoria X Division. La prima regola fu che la categoria non doveva avere limiti di peso e Samoa Joe ne fu un esempio. Durante gli anni la spettacolarità di questa categoria aumentò sempre più tant'è che nel 2005 fu il main event di ppv come ad esempio ad unbreakable 2005 quando il main event fu un triple threat match tra A.J. Styles Christopher Daniels e Samoa Joe ritenuto uno dei match più belli di sempre e il match più bello della storia della compagnia.

Time Limit[modifica | modifica wikitesto]

Altra caratteristica su Fox Sports Net era che ogni match normale aveva la durata massima di 10 minuti, con un countdown sullo schermo TV, mentre se il match era titolato la durata massima era 30 minuti. Se un match non terminava entro i 10 o 30 minuti di tempo, la TNA delegava per ogni puntata un membro diverso della NWA, che decideva il verdetto del match giudicando sul merito del lottatore. Ovviamente questa regola del time limit era presente sono negli show settimanali, mentre in pay-per-view non vi era nessun limite di tempo. Quando la TNA sbarcò su Spike TV la regola del time-limit fu eliminata e quindi da allora ogni match non ha più nessun limite di tempo. L'organizzazione ha inoltre legittimato il passaggio di titolo dal campione allo sfidante anche nel caso in cui quest'ultimo vinca il match per squalifica.

Wellness Program[modifica | modifica wikitesto]

L'allora TNA, dal mese di ottobre 2008, ha predisposto il proprio Wellness Program, simile a quello della WWE, ovvero dei test antidoping nei confronti dei propri dipendenti. I test vengono effettuati su tutti gli atleti, senza essere preventivamente comunicati, e se qualche lottatore viene trovato positivo sarà sospeso per 30 giorni con tanto di stipendio trattenuto in quel periodo di inattività. Più aspre le pene saranno dal secondo caso di positività in poi.

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

A.J. Styles è il primo Triple Crown Champion e Grand Slam Champion della TNA

Al momento della sua creazione, con il nome di NWA-TNA, la federazione era affiliata al circuito National Wrestling Alliance (NWA).

Nel giugno 2004 la federazione si staccò dalla NWA, ottenendo comunque in esclusiva fino al 2014 il controllo dei due titoli NWA quali il World Heavyweight Championship e il World Tag Team Championship. La collaborazione tra NWA e TNA per i titoli è tuttavia terminata il 13 maggio del 2007 quando, per bocca del suo direttore esecutivo Robert K. Trobich, la NWA ha ufficialmente dichiarato vacanti i titoli: Christian Cage e il Team 3D furono quindi privati delle cinture.

Il 14 maggio, sul sito ufficiale della TNA, è stata annunciata la creazione di due nuovi titoli, il TNA World Heavyweight Championship e il TNA World Tag Team Championship, la cui assegnazione è stata rinviata alla puntata di iMPACT! successiva. Fino alla creazione delle nuove cinture, il TNA X Division Championship, massima corona della X Division, è stato l'unico titolo ad essere di esclusiva proprietà della TNA.

In passato, negli show della TNA, vennero inoltre mostrate le cinture della Inoki Genome Federation quali l'IWGP World Heavyweight Championship e l'IWGP World Tag Team Championship. Entrambi i titoli, che non sono di proprietà della TNA, erano allora detenuti da wrestler che lottano nella federazione. L'IWGP World Heavyweight Championship è stato inoltre difeso nel corso del pay-per-view TNA Hard Justice 2007, e l'IWGP World Tag Team Championship è stato difeso nel corso del pay-per-view TNA Victory Road 2009.

Nel settembre 2007 la TNA ha comunicato l'istituzione di un titolo femminile. Il 14 ottobre 2007, durante il pay-per-view Bound for Glory, Gail Kim venne incoronata prima campionessa femminile, vincendo un Knockout Gauntlet Match.

La federazione ha poi introdotto il TNA Legends Championship, con il suo primo detentore Booker T, nella prima puntata in alta definizione di iMPACT! in diretta da Las Vegas il 23 ottobre 2008. La TNA ha messo poi in palio in un torneo i nuovi titoli di coppia femminili al pay-per-view TNA No Surrender 2009, che ha visto vincitrici Sarita e Taylor Wilde. Il 20 giugno 2013 Hulk Hogan rende vacanti i TNA Knockout Tag Team Championships e li ritira ufficialmente. Il 24 ottobre 2013 AJ Styles, campione del mondo allora in carica, lascia la TNA col titolo.

Campioni attuali[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Detentore Vinto il Show/PPV Campione/i uscente/i
Unified GFW World Championship Eli Drake 17 agosto 2017 GFW Impact Il titolo il 14 agosto era stato reso vacante per alcuni danni creati dal aberto el patron, il 17 agosto eli drake vince una sfida a tanti uomini.
Impact Grand Championship EC3 6 luglio 2017 Impact Wrestling Moose
X Division Championship Sonjay Dutt 2 luglio 2017 Impact Wrestling Low Ki
Unified GFW World Tag Team Championship LAX 2 luglio 2017 Slammiversary XV LAX hanno sconfitto Drago e El Hijo del Fantasma (AAA), Laredo Kid e Garza Jr. (The Crash) e Naomichi Marufuji e Taiji Ishimori (Pro Wrestling Noah)
Unified GFW Knockouts Championship Sienna 2 luglio 2017 Slammiversary XV Rosemary

Altri riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimento Vincitore/i Vinto il
Joker's Wild Moose 7 gennaio 2017
Queen of the Knockouts Jade 17 marzo 2016
IW World Cup of Wrestling Team Hardy

(Jeff Hardy, Gunner, Davey Richards, Crazzy Steve, Rockstar Spud & Gail Kim)

15 febbraio 2016
Gauntlet for the Gold Awesome Kong 8 gennaio 2016
Race for the Case Eli Drake (Red Case)

Trevor Lee (Blue Case) Kingston (Yellow Case) Jeff Hardy (Green Case)

7 gennaio 2017

Titoli non più in uso[modifica | modifica wikitesto]

Pay-per-view[modifica | modifica wikitesto]

Mese Evento
Giugno Slammiversary
Ottobre Bound for Glory

Pay-per-view cancellati o convertiti in edizioni speciali di Impact Wrestling[modifica | modifica wikitesto]

  • Unbreakable (2005)
  • Against All Odds (2005-2012) (dal 2016 in onda in versione 'One Night Only')
  • Victory Road (2004-2012) (nel 2014 e dal 2016 in onda in versione 'One Night Only')
  • Sacrifice (2005-2012,2014)(dal 2016 in onda in versione 'One Night Only')
  • Destination X (2005-2012) (dal 2013 in onda free come puntata speciale)
  • Hardcore Justice (2005-2012) (dal 2013 in onda free come puntata speciale)
  • No Surrender (2005-2012) (dal 2013 in onda free come puntata speciale)
  • Turning Point (2004-2012) (dal 2013 in onda free come puntata speciale)
  • Final Resolution (2005-2012) (dal 2013 in onda free come puntata speciale)
  • Genesis (2005-2013) (dal 2014 in onda free come puntata speciale)
  • Lockdown (2005-2014) (dal 2015 in onda free come puntata speciale)

Hall of Fame[modifica | modifica wikitesto]

La creazione della TNA Hall of Fame è stata annunciata il 31 marzo 2012. Il 10 giugno, durante Slammiversary, la presidentessa Dixie Carter ha annunciato che sarà Sting il primo wrestler ad esservi introdotto, il giorno prima di Bound for Glory.

Il 2 giugno, a Slammiversary XI, Dixie Carter annuncia il secondo introdotto nella Hall of Fame, Kurt Angle. Per il PPV Slammiversary XII, svoltosi il 15 giugno 2014, Kurt Angle introduce il team 3D (Bully Ray e Devon), il 27 giugno 2015 Dixie Carter introduce Jeff Jarrett

Nel 2016 viene introdotta Gail Kim, la prima lottatrice donna a farne parte.

Triple Crown e Grand Slam Championship[modifica | modifica wikitesto]

La GFW Impact ha attualmente sei Triple Crown Champion: AJ Styles, Abyss, Kurt Angle, Samoa Joe, Austin Aries e Chris Sabin. Vi sono inoltre quattro Grand Slam Champion: AJ Styles, Abyss, Samoa Joe e Eric Young.

Controllo di autorità VIAF: (EN138333136
  1. ^ a b c d e f (EN) Total Nonstop Action, onlineworldofwrestling.com. URL consultato l'8 giugno 2017.
  2. ^ a b c d e f g (EN) Global Force Wrestling, cagematch.net. URL consultato l'8 giugno 2017.
  3. ^ (EN) Jeff Jarrett talks about TNA to GFW transition, nodq.com. URL consultato l'8 luglio 2017.
  4. ^ (EN) Impact Wrestling, cagematch.net. URL consultato l'8 giugno 2017.
  5. ^ (EN) From Rebel to wrestling, archive.org. URL consultato l'8 giugno 2017.
  6. ^ TNA Wrestling Moves To Monday Nights Starting March 8th 2010, Total Nonstop Action Wrestling, 16 febbraio 2010. URL consultato il 26 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2010).
  7. ^ James Caldwell, TNA News: TNA announces official training program with OVW, su Pro Wrestling Torch, 7 novembre 2011. URL consultato il 7 novembre 2011.
  8. ^ Mike Johnson, Shocking name gone from TNA, su pwinsider. URL consultato il 25 settembre 2014.
  9. ^ Bob Kapur, Jarrett's new promotion has a name: Global Force Wrestling, su Canoe.ca, SLAM! Wrestling. URL consultato il 25 settembre 2014.
  10. ^ Jason Namako, AJ Styles issued statement on departure from TNA, su wrestleview.com. URL consultato il 25 settembre 2014.
  11. ^ Sean Radican, Radican's Review series: RF Video's "Shoot Interview with A.J. Styles 2014" – learning from veterans, stories from inside the ropes, opening a door for others outside TNA, su PWTorch.com. URL consultato il 25 settembre 2014.
  12. ^ James Caldwell, WWE video: Sting talks in-depth on joining WWE, su PWTorch.com. URL consultato il 25 settembre 2014.
  13. ^ Mike Johnson, TNA signing, TNA departure and more, su pwinsider.com. URL consultato il 25 settembre 2014.
  14. ^ James Caldwell, TNA NEWS: Another departure, updated TNA roster break down, su PWTorch.com. URL consultato il 25 settembre 2014.
  15. ^ Jan Murphy, ROH, indies keeps Christopher Daniels young, su Canoe.ca, SLAM! Wrestling. URL consultato il 25 settembre 2014.
  16. ^ Jason Namako, TNA moves a number of talents to Alumni section today, su wrestleview.com. URL consultato il 3 gennaio 2015.
  17. ^ Samoa Joe announces on Twitter that he's leaving TNA, su f4wonline.com. URL consultato il 18 febbraio 2015.
  18. ^ Taz Opens Up on TNA Release, Rumors & Speculation Surrounding Josh Matthews, Nashville Taping, Late Payment & More, Wrestlezone. URL consultato il 21 giugno 2015.
  19. ^ NEW TNA SERIES BEGINS PRODUCTION, BULLY & HARDY UPDATES, LOTS OF TNA TV BEING TAPED IN PA AND MORE TNA NEWS – PWInsider.com, su pwinsider.com.
  20. ^ Pat McNeill, McNeill: Can I have your attention please? An important announcement from the Pro Wrestling Industry, su Pro Wrestling Torch. URL consultato il 20 novembre 2014.
  21. ^ TNA Wrestling announces final shows on Spike TV, tapings for Destination America, su Sporting News.
  22. ^ (EN) Average TNA Impact Wrestling Ratings For September 2015, Update On The Pope's Non-Profit Charity, wrestlinginc.com. URL consultato il 2 giugno 2016.
  23. ^ (EN) Destination America's Cancellation of TNA Impact Wrestling is a Big Loss for Pro Wrestling, forbes.com. URL consultato il 2 giugno 2016.
  24. ^ (EN) More Details on POP TV Reportedly Leaving TNA Impact Wrestling Off Its 2016-2017 Upfronts Listing, wrestlezone.com. URL consultato il 2 giugno 2016.
  25. ^ Dave Meltzer, Eric Young and Bobby Roode leave TNA Impact Wrestling, su f4wonline.com, 20 marzo 2016. URL consultato il 21 marzo 2016.
  26. ^ TNA announces the departure of another mainstay, su Pro Wrestling Dot Net, 22 aprile 2016. URL consultato il 24 aprile 2016.
  27. ^ Joseph Currier, Dixie Carter no longer TNA President, Billy Corgan takes over, su Wrestling Observer Newsletter, 12 agosto 2016. URL consultato il 12 agosto 2016.
  28. ^ Pritchard, Fight Network Parent Company Offering To Fund TNA & Repay Billy Corgan For Impact Wrestling Loans, in Wrestle Zone. URL consultato il 25 ottobre 2016.
  29. ^ Corey Jacobs, It's Official…The TNA Name Is Dead, Former WWE Star Makes His Impact Wrestling Debut, su wrestlingnews.co, Wrestling News, 2 marzo 2017. URL consultato il 7 marzo 2017.
  30. ^ (EN) IMPACT Wrestling Announces Partnership with Mexico’s Lucha Libre AAA, IMPACT Wrestling, 22 marzo 2017. URL consultato il 24 marzo 2017.